Svizzera, arriva il salario minimo a 3400 euro

Il salario minimo è stato varato con un referendum che ha ricevuto il 54 per cento dei sì. L'iniziativa di riforma della carta costituzionale è stata proposta dai Verdi

Il Canton Ticino adesso ha il suo salario minimo a 3500 franchi, ovvero circa 3400 euro. Una vera e propria rivoluzione quella scattata in Svizzera. Il salario minimo è stato varato con un referendum che ha ricevuto il 54 per cento dei sì. L'iniziativa di riforma della carta costituzionale è stata proposta dai Verdi, ma anche, con un fronte bipartisan. dai socialisti della Lega dei Ticinesi. Le nuove norme prevedono che la soglia minima possa varare a seconda della mansione e del settore economico e non si applicherà a quel 40 per cento di lavoratori che sono già tutelati dal contratto collettivo. Di fatto la media sarà di 3500 franchi lordi, circa 3400 euro.

Il provvedimento è nato per dare un freno al fenomeno dei frontalieri, italini che lavorano in Svizzera con residenza in Italia. Gli italiani infatti si fanno pagare meno degli svizzeri e per questo motivo sono più appetibili sul mercato del lavoro. Con questo provvedimento il Cantone prova a rendere appetibili anche i lavoratori svizzeri per le imprese dato che la soglia del salario sarà uguale per tutti. Ma di certo qualche italiano potrebbe anche pensare di chiedere la residenza in Svizzera e trasferirsi a vivere in Canton Ticino.

Commenti

giovaneitalia

Mar, 16/06/2015 - 12:30

Beati loro, forse sarà il caso di trasferirsi tutti da quelle parti.

franco-a-trier-D

Mar, 16/06/2015 - 18:38

SE FOSSI COSì FACILE AVERE LA RESIDENZA IN SVIZZERA ANDREI SUBITO