Tonfo dei redditi medi

Secondo il rapporto Ocse si tratta di una delle riduzioni in termini reali più significative nell’Eurozona

In Italia "il reddito medio ha subito una diminuzione di circa 2.400 euro rispetto al 2007, arrivando ad un livello di 16.200 euro pro capite nel 2012. Si tratta di una delle riduzioni in termini reali più significative nell’Eurozona - in media, la diminuzione nei redditi nei Paesi dell’Eurozona è pari a 1.100 Euro". A fornire questi dati è l’Ocse nel rapporto "Society at a glance" appena diffuso e in cui spiega che "riforme urgenti sono necessarie per il miglioramento del sistema di previdenza sociale".

"La notevole riduzione dei redditi riflette il deterioramento delle condizioni nel mercato del lavoro per tutte le fasce della popolazione, i giovani in particolare. Con un livello del 55% la percentuale di persone in età lavorativa occupate è la quarta più bassa tra i 34 Paesi dell’OCSE", continua il rapporto dell’organizzazione. Dopo avere ricordato che nel nostro paese "tra il 2007 e il 2013, la disoccupazione è aumentata ad un tasso di 5.100 lavoratori per settimana", l’organizzazione poi rileva come "la diminuzione dei redditi in Italia riflette la debolezza del sistema di previdenza sociale nel rispondere alle necessità di quanti hanno perso il lavoro o hanno visto il loro reddito da lavoro contrarsi".

Con un tasso di disoccupazione sopra la media, l’Italia ha una spesa di circa un terzo inferiore alla media degli altri paesi europei e Ocse per trasferimenti sociali ai cittadini in età lavorativa (ad esempio, assegni di disoccupazione o sussidi alle famiglie).
Allo stesso modo, rileva l’organizzazione, la spesa per servizi rivolti agli stessi gruppi, come ad esempio corsi di formazione e assistenza nel cercare lavoro, è circa la metà della media europea e Ocse, e si è ridotta ulteriormente tra il 2007 e il 2009.

Commenti

ghorio

Mar, 18/03/2014 - 12:50

Questo dato dovrebbe leggerlo chi pensa di risolvere il tutto con 85 euro al mese in più per determinati redditi e magari alla grande esperta di dati, la Cgia di Mestre, che parla di miliardi investiti nei consumi, con i prossimi aumenti legati agli 85 euro in più. E se gli altri redditi perdono il potere d'acquisto?

ilfatto

Mar, 18/03/2014 - 12:57

toh è chi è stato al governo quasi sempre? le sovviene sig. romano o le serve un suggerimento? pubblicate inconsapevolmente articoli che dimostrano il FALLIMENTO totale del vostro datore di LAVORO...senza se e senza ma...

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 18/03/2014 - 13:23

EURO = MORTE E POVERTA'

glasnost

Mar, 18/03/2014 - 14:36

repetita juvant. Esiste un raggruppamento politico (o può nascere) che si occupi della distruzione che si sta facendo della classe media? Qualcuno sa che chi a fin'ora creato occupazione e ricchezza al paese è stata la classe media dei piccoli imprenditori, commercianti e studi professionali? A chi giova distruggerla? In USA la middle class è il raggruppamento di riferimento della politica, è mai possibile che in Italia non se ne interessi nessuno? ma davvero, non a parole.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 18/03/2014 - 15:01

Con l'euro saremmo tutti più felici. Non le ho dimenticate queste parole. Ma in fondo e' quello che vogliono, milioni di poveri e pochi ma pochi ricchi, classe media abolita. Ma il nostro odio aumenta......

unosolo

Mar, 18/03/2014 - 15:55

è vero del crollo , forse guidato dalla Europa, ma le pensioni le abbiamo fermate per dare soldi alle regioni e alle province oltre a ROMA CAPITALE e non solo , mentre accadeva questo i signori parlamentari tutti si sono guardati bene da fermarsi stipendi e divertimenti loro si sono sempre adeguati anche oltre , senza contare che i loro stipendi non pagano le giuste ritenute IRPEF come tutti i cittadini , no loro si sentono in dovere di non essere soggetti tassabili , loro le tasse le mettono a noi per mantenersi vizi e palazzi oltre i ministeri inutili .

Amon

Mar, 18/03/2014 - 16:02

glasanot lei ha centrato il punto ha gia la risposta ed e' nel suo post, loro non, vogliono far ripartire il paese il piano P2 e' proprio questo anarchia desolazione e soldi/potere (per loro) saranno leader di un mucchio fumante di ceneri e mangeranno soldi. se cominciasse a vedere la lenta ma inesorabile distruzione del nostro paese capira che i governi che si sono susseguiti nel tmepo aveva esattamente questo piano. non si spiegano altrimenti certe scelte anti-nazione. ringraziamo sempra i giornali e giornalisti servi he hanno inquinato i cervelli dei meno svegli che credendosi liberi vanno tutti ordinati a votare sperando che questa volta qualcuno manterra' le promessa fatta in tv. non impareremo mai.

eureka

Mar, 18/03/2014 - 16:06

Meno male che qualcuno se ne accorge.....è una vita che i 'populisti' ne parlano senza che nessuno faccia nulla

Rossana Rossi

Mar, 18/03/2014 - 16:20

E poi Salvini non ha ragione ?.........

killkoms

Mar, 18/03/2014 - 20:25

@ilfatto,beota,e chi ha affossato veramente l'Italia negli ulti i anni?il monti dei miracoli!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 19/03/2014 - 14:05

si non ci fosse leuro sareste già morti,pensate a quando ritornerà la lira sarà al cambio un euro 1000 lire pagato 2000 lire ca. e già avete perso il 50% del valore, poi i prezzi più cari, vedrete che risate ci faremo noi qui in Germania al vedervi.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 19/03/2014 - 14:07

vogliamo solamente le lire in Italia.