La "trappola" del reddito: ​tagli per chi non spende

C'è una trappola nascosta nel reddito di cittadinanza e riguarda la cifra erogata che finirà nelle tasche dei disoccupati

C'è una trappola nascosta nel reddito di cittadinanza e riguarda la cifra erogata che finirà nelle tasche dei disoccupati. Come è noto l'assegno ammonta a circa 780 euro ecome riportato nel decreto presentato dal governo ieri sera, l'intero importo va speso entro fine mese. Nel caso in cui il beneficiario del sussidio non riuscisse a spendere la cifra di fatto nel mese successivo ci sarà un taglio del 10 per cento sull'importo. Il tutto è riportato nel "decretone" che ha dato il via libera alla mancia grillina: "Il beneficio del reddito di cittadinanza é ordinariamente fruito il mese successivo a quello di erogazione. Mediante il monitoraggio delle spese effettuate con la carta Rdc ci sono eventuali penalizzazioni in termini di riduzione del beneficio nei limiti del dieci per cento del beneficio medesimo nel mese dopo in quella in cui il beneficio non sia stato interamente speso".

Parole chiare quelle del decreto che di fatto suonano come un avviso per chi incasserà l'assegno. Chi non spende subirà la stangata il mese successivo. Infine resta fissato a 100 euro il limite massimo per il prelievo al bancomat dalla card del reddito minimo.

Commenti

gio777

Sab, 19/01/2019 - 01:45

Non ti preoccupare per quello, vai tranquillo che per spendere non c'è problema. Se poi se ne avesse in abbondanza si spende quella carta e si risparmia il resto, non ci vuole un genio!

curatola

Sab, 19/01/2019 - 06:48

Non la definirei una trappola ma un sostegno sociale e non una paghetta. Avrei imposto che non può essere convertita in contante ma serve solo a fruire dei servizi essenziali. Come per le pensioni di invalidità credo sia difficile aggirare i furbi ed i finti poveri : si tratta di una sfida a chi vuole cambiare le cose. Auguri!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 19/01/2019 - 08:26

L'ALBERO DELLA CUCCAGNA È PIÙ UNTO DI GRASSO DI QUELLO CHE APPARIVA A UNA CERTA DISTANZA ... ALTRO CHE PAESE DEI BALOCCHI. CHAPEAU A CHI A DISPOSTO IL SISTEMA RDC. Forse è per questo motivo che taluni osteggiano all'ossimoro la sua realizzazione.

VittorioMar

Sab, 19/01/2019 - 08:27

..tutto quello che intende fare questo GOVERNO sono : TRAPPOLE...FREGATURE..TASSAZIONE come se altri governi abbiano operato DIVERSAMENTE...ma la continua NEGATIVITA' porta POSITIVITA'...si prega di continuare..anche per RAFFORZARE questo GOVERNO !!

kyser

Sab, 19/01/2019 - 08:41

Questo mi pare giusto come principio (è un aiuto a chi ha bisogno) ma mal studiato: dividere il reddito tra inverno e estate (ad esempio 300 in più in estate e 300 in meno in inverno), oppure derogare a questa regola in estate ma metterla nel mese invernale. In ogni caso rimane inutile se si potrà prelevare: soldi in tasca, 100 al giorno, e passano in banca dopo 8 giorni.

flip

Sab, 19/01/2019 - 12:17

il "REDDITO DI CITTADINANZA" è tassato o è esente da ispef,imposte comunali, addizionali varie imposte regionali e altro? lo stato, di solito, con una mano dà, ma con tutt'e e due riprende.