Ultimatum di Monti alla Ue:"Sì alla Tobin Tax ma solose si fa di pìù sullo spread"

Lo spread tra Bonos e Bund alle stelle. Il governo di Madrid è preoccupato. Il premier spagnolo: "Serve un segnale chiaro". Ma la Merkel ammonisce: "No alle soluzioni facili"

L’Italia "ha fatto un passo avanti importante dicendo di non essere più ostile, con l’attuale governo, a una forma di tassazione sulle transazioni finanziarie" e "di fronte alla richiesta di procedere eventualmente a queste decisione in un ambito di cooperazione rafforzata, cioè non a 27 ma per esempio a livello di eurozona, potrebbe prendere in considerazione questa richiesta ma solo se" questa prevedesse "altri aspetti come la politica finanziaria di gestione del mercato dei titoli sovrani". Lo ha detto il presidente del consiglio Mario Monti a Bruxelles alla vigilia del vertice Ue.

Un grido d'allarme si alza da Madrid in vista del vertice europeo che inizierà domani. Il premier Mariano Rajoy ha detto chiaramente che la Spagna non potrà continuare "a finanziarsi sul lungo periodo" ai tassi attuali visto il livello drammatico raggiunto dallo spread tra i Bund e i titoli di Stato spagnoli. Proprio oggi, la banca centrale del paese ha, infatti, paventato un aggravamento della recessione economica nel secondo trimestre dopo il meno 0,3% registrato dal pil nei primi tre mesi dell'anno.

La cancelliera tedesca Angela Merkel non ha alcun dubbio. Saranno lacrime e sangue. Altro che le lamentele di Rajoy. "Non esistono soluzioni facili e rapide per uscire dalla crisi del debito", ha detto la Merkel parlando al Bundestag. "I fondi europei vanno usato per aumentare la competitività, mentre l’Europa ha bisogno di nuovi incentivi per aiutare i giovani disoccupati", ha spiegato la cancelliera tedesca ricordando che le riforme strutturali "devono essere al centro delle iniziative europee per la crescita". Mentre la Merkel continua sulla linea del rigore osteggiando l'introduzione degli eurobond e contrastando la condivisione del debito, nell'Eurozona si fa strada un fronte disposto a contrastare la Germania. Il rischio che il contagio contamini altri Paesi dell'Unione europea si fa sempre più concreto: dopo aver portato la Grecia sull'orlo del fallimento, adesso la speculazione rischia di mettere in ginocchio pure la Spagna. Rivolgendosi ai deputati iberici, infatti, Rajoy ha fatto sapere che "è molto difficile finanziarsi oggi e sarà ancora peggio se non inviamo un chiaro segnale, che prendiamo sul serio" il risanamento delle finanze pubbliche e la riduzione del deficit.

Questa mattina i tassi retributivi sui Bonos decennali spagnoli segnano modesti calmieramenti dopo due sedute di rincari, portandosi al 6,86%. "Su queste emissioni i rendimenti sono in un rapporto inversamente proporzionale con il prezzo - spiega un alnalista - se questo cala a seguito di vendite i tassi risultano aumentati, e viceversa. Lo spread tra i Bonos e i Bund tedeschi si lima a 532 punti base. "Significa che i titoli spagnoli devono offrire un rendimento di 5,32 punti percentuali in più rispetto ai tedeschi come maggiorazione sul premio di rischio".

"Dobbiamo approfondire l’Europa economica e monetaria, domani politica" ha detto il presidente francese Francois Hollande ricevendo Angela Merkel all’Eliseo. "Abbiamo bisogno di più Europa, un’Europa i cui membri si aiutino fra loro", ha detto la Cancelliera.

 

Commenti
Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mer, 27/06/2012 - 11:35

Scrivi qui il tuo commento

Ritratto di VT52na

VT52na

Mer, 27/06/2012 - 11:47

... per caso ... "i nodi vengono al pettine" ??? ... ahahahahah !!!

fossog

Mer, 27/06/2012 - 11:42

Con questi tassi non ci finanziamo a lungo.... vuol dire che il finanziamento di cui si ha bisogno è di gran lunga superiore alla capacità produttiva media del paese. Ora, io cittadino italiano, non sò della Spagana e dei suoi costi ma SO' benissimo che nel nostro caso la nostra spesa se ne và per due terzi in sprechi per foraggiare le mangiatoie della maledetta vecchia politica. Un milione trecentomila zecche che vivono di sola politica in enti inutili, in organismi non necessari vedi i consigli delle aziende statali e locali, ed in tutte le pieghe putrescenti di uno stato che per decenni è marcito sotto l'incuria e la rapina di politici rapinatori. Basta prendere uno dei tanti libri scritti sia a dx che a sx che le CIFRE e le MODALITA' vi sono ben descritte, così come pure i ladri che le rubano. La SOLUZIONE è ormai solo una : la cancellazione totale, alle prox elezioni, dei pezzenti che ci hanno rovinati !!

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 27/06/2012 - 12:08

Vedrete che roba al prossimo vertice; tutto risolto !! X-D

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 27/06/2012 - 12:09

Una volta per indicare una famiglia disorganizzata si diceva, in quella casa comanda chi si alza prima. In europa ancora non abbiamo capito chi comanda !!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 27/06/2012 - 12:19

Ho frequentato la Spagna per tanti anni,per motivi di lavoro,e vedevo chiara la "bolla immobiliare" che andava alimentando un prossimo tracollo,l'euforia COLLETTIVA su questo tema,la BONANZA amministrativa,la faciloneria imprenditoriale di basso livello(peggio della visione Italiana,il che è tutto dire...).Anche in Spagna,Provincie virtuose e Provincie "cicala".Rajoy poveretto fa quello che può,e per evitare il default,cerca soldi in Eurozona. I soldi sono finiti in centinaia di migliaia di appartamenti VUOTI,con un indebitamento collettivo per pagarli,in imprese fallite,in una luce abbagliante,durata 10 anni,che non tornerà più.I loro Politicanti(comunque meno ladri dei nostri),non sono certo stati all'altezza del loro compito;certo è che anche l'euforia collettiva sul tema,ha influito molto....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 27/06/2012 - 12:24

Ovvio, anche la Spagna come già la Grecia è fallita. Irrimediabilmente. Ma non vogliono lasciarla fallire perché la finanza vuole metterla prima in ginocchio e poi saccheggiarla coi soliti metodi usati dal FMI in tutto il Terzo Mondo.

Fontanalui

Mer, 27/06/2012 - 12:51

Noi non siamo diversi dalla Spagna che per uno 0,7% di rendimento dei decennali. La Spagna umilmente ha chiesto aiuto per le banche e le è stato concesso. Lo chiederà per acquistare i propri titoli di debito forse, sarebbe la scelta giusta. Noi no, noi siamo superiori, chiediamo che se affondiamo noi tutti gli altri affondino assieme a noi

migrante

Mer, 27/06/2012 - 12:44

fintanto che ognuno pensa per se, in un gruppo lo "scettro" sara`in mano al piu`forte !...difficilmente mi si togliera`dalla testa l'idea che Berlusconi sia stato "fatto fuori" per la rete di relazioni che aveva intrecciato sia con i paesi del Nord Africa, sia con la Grecia, la Turchia e l'ex URSS

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Mer, 27/06/2012 - 12:51

Cosa vorrebbe il buon Rajoy, che la Germania si accollasse i debiti fatti da una banda di gozzoviglianti gaudenti dediti agli olè più sfrenati? I tedeschi mica sono i padani che piagnucolano, piagnucolano e poi si spaccano la schiena per pagare la bella vita del parassitismo statale del centro-sud Italia. L'avrà pur sentita la Merkel, nemmeno morta che le caschi di mano un euro-marco. La vita è dovere, disciplina e lavoro, se lo ricordino i pelasgi, oppure... si mettano a suonare i bonghi coi loro dirimpettai.

primula

Mer, 27/06/2012 - 12:55

quando c'era silvio, per la sinistra tutta- quotidiani compresi,- la angela era un fenomeno a livello intergalattico, che aveva da insegnare a tutti - studiosi, ec onomisti, finanzieri, banchieri, era praticamente un livello irraggiungibile, e di una bravura che non si ricorda a memoria d'uomo degli ultimi millenni.........ora chissà come mai, via silvio ,e arrivato il suo valletto buffone marietto della bocconi, improvvisamente tutti contro la povera angelona detta la cu....a...............ora come al solito la verità sta quasi nel mezzo, ma vista la mole del fondoschiena un pò sbilanciata in basso.molto in basso, e quando farà splasccccccc. tutti canteranno girogirotondo, quanto è bello il mondo, quanto è bella la cu....a, tutti giù per terra..................

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mer, 27/06/2012 - 13:17

Per fortuna esiste la Merkel che ha messo una pietra sopra la condivisione dei debiti nazionali altrimenti ci troveremmo anche a garantire i debiti contratti con Bankia per i giocatori del Real Madrid. Sarebbe veramente il colmo. FORZA MERKEL NON CEDERE.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 27/06/2012 - 13:21

#9 migrante Non c'è il minimo dubbio che Berlusconi sia stato fatto fuori per i legami che aveva stabilito con la Russia. Lo stesso vale per Prodi visto che, l' unica cosa buona fatta da lui, anch' egli stabilì buoni legami con la Russia. Da wikileaks risulta che gli USA rimproveravano a entrambi proprio queste cose.

Rainulfo

Mer, 27/06/2012 - 13:28

fatela tacere!!!! questa deficiente (nel senso di deficere di intelligenza) ogni volta che apre bocca produce danni!!! ma per conto di chi lavora? forse alquaida a giudicare dal terrore che sparge nei mercati internazionali.... basta! è inutile e dannosa!

Rainulfo

Mer, 27/06/2012 - 13:25

parafrasando Silvio: è più bella che capace!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 27/06/2012 - 13:29

#12 pisistrato ...Mi spiace deluderti.... ma dei 100 miliardi prestati alle banche spagnole, 17 vengono da noi disgraziati. Prestiamo al 3% agli Spagnoli (banchieri...mica il popolo) e ci finanziamo dagli usurai dei mercati al 7%. Siamo nell' era della schiavitù finanziaria.

duxducis

Mer, 27/06/2012 - 13:56

Versiamo le tasse ai nostri carnefici. Se non eliminiamo questa classe dirigente, saremo noi a pagare i danni fatti da loro. Serve coraggio e determinazione.

Mario-64

Mer, 27/06/2012 - 14:03

Fantastici i tedeschi ,ci hanno fatto entrare nell'euro quasi ci facessero un piacere (e noi ci siamo cascati ,vero Prodi?) , mentre in realta' volevano solo imbrigliare la nostra economia con una moneta troppo forte per noi ( e sottovalutata per loro). Combattendo ad armi pari e' chiaro che il paese piu' organizzato ci guadagna. Solo che loro ci guadagnano pure con la speculazione ,visto che hano dimezzato i tassi ,poi costringono gli altri a prestare soldi a Grecia ,Irlanda ecc. per salvare i crediti delle loro banche. E con tutto questo continuano a lamentarsi e fare le vittime !

primula

Mer, 27/06/2012 - 14:14

se la angelona detta la cu...a continuerà a stringere la cravatta intorno al collo dei POPOLI europei, prima o poi assisteremo alla MARCIA SULLA GERMANIA DI TUTTI GLI EUROPEI................E SONO MILIONI...............OCCHIO ANGELONA AVVISA I TUOI BURATTINAI CHE LA GUERRA SARA' CRUENTA ANCHE PER LA GERMANIA...........dopo la prima e la seconda la terza sarà definitiva............

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 27/06/2012 - 14:27

Chi, fá i sbagli deve pagare, e la spagna ha fatto dei sbagli colossali finanziando gli immobili che adesso stanno vuoti e che non si possono costruire piu questa bolla immobiliare é uno sbaglio fatto dalla spagna e non dall,euro. Noi, invece siamo specializzati a sprecare risorse da 50 anni!, abbiamo politici che sono solo dei bla bla bla, come bersani e dipietro che o salgono sui tetti oppure vanno all,estero a comprare pagine di giornali per infangare il proprio paese, per non parlare dei Referendum che si fanno per ogni caxxxta, diciamo di no a tutto; no alla Tav; no ai Termoval, no alle Infrastrutture, no alla Centrali Nucleari, e diamo la colpa di di tutto cio a Berlusconi! NOI; ABBIAMO UNA EREDITA PESANTE COME UNA MONTAGNA! E QUESTO E IL COMUNISMO TALMENTE FANATICO CHE PUR DI NUOCERE ALL; AVVERSARIO POLITICO SI TAGLIEREBBE GLI ATTRIBUTI! INVECE DI PENSARE AGLI INTERESSI DEL PAESE É DELLA GENTE; IO NON HO MAI VISTO UNA IDOLOGIA COSI CRETINA E DEI CRETINI PIU GRANDI DEI SX ITALY.

fossog

Mer, 27/06/2012 - 14:51

Ha ragione la Merkel.... le soluzioni facili hanno fatto fallire la grecia, e le soluzioni facili unite allo spreco politico hanno creato un deficit mostruoso in italia. Molto meglio è l'acquisto dei bond dei paesi in difficoltà da parte dei partner europei, ma SOLO in caso di gestione virtuosa ed onesta delle finanze statali. Questo controllo/rubinetto europeo mi è tanto più gradito in quanto oltre a dare ossigeno, COSTRINGE una schifosa e disonesta classe politica e dirigente ENTRO LIMITI CIVILI, scoraggiando le solite truffe dei soliti noti.

agostino.vaccara

Mer, 27/06/2012 - 14:53

La cosa realmente incomprensibile è come mai la hitler/merkel non si renda conto che se cade prima la Spagna, poi l'Italia e successivamente anche la Francia, subito dopo cade anche la grande Germania!!! E dire che il suo ministro dell'economia lo ha già detto a chiare lettere: se finisce l'euro, finisce anche la Germania. Tra l'altro non è che l'economia tedesca sia poi così solida come sembra dall'esterno. Le sue banche sono tra quelle più esposte con i famigerati "derivati"( il record appartiene alla Deutsche bank!), e le sue esportazioni stanno cominciando a cedere, visto che ormai in Europa, suo principale mercato, pochi sono quelli che ancora hanno soldi per comprare. Del resto una nazione che nel 2011 cresceva del 3% non può essere in gran salute se nel primo trimestre del 2012 cresce dello 0,3%. Questo Schauble lo ha capito, la merkel sembra di no!

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mer, 27/06/2012 - 15:11

#16 Ausonio. Hai ragione, parliamo di due cose diverse però: garantire ha un significato ben diverso dal prestare.

Ritratto di romy

romy

Mer, 27/06/2012 - 15:27

L'unico uomo che sarà capace di contrastare sul serio Angela Merkel è Berlusconi,non ci sono scappatoie,le lacrime e sangue?come se oggi stessimo navigando nell'oro fuso......,solo una BCE che fa la vera banca Centrale ci potrà salvare,come con gli USA,il Giappone e l'Inghilterra,il resto sono solo balle per chi ci casca.Solo Berlusconi,ricordatevi bene, ha la ricetta per l'Europa,gli altri sono tutti sostenitori del bel andazzo vigente in Eu.Berlusconi troverà alleati in Europa, che forti dello Statuto sull'Euro,si potrà arrivare alla stampa degli stessi,senza tale stampa?la fine di tutto e tutti senza ombra di dubbio,specialmente per quelli più in difficoltà,noi ci siamo dentro per l'entità del debito,di cui si sta strumentalizzando già da un po' ed ancora di più,verrà fatto in futuro,come se tale debito fosse sorto d'incanto solo negli ultimi anni,forse prima, nessuno dei papaveri europei era al corrente di tale debito?, specie quando ci fecero il favore di entrare nell'Euro?

mila

Mer, 27/06/2012 - 16:10

Giusto. "Lacrime e sangue" e' esattamente quello che ci meritiamo per aver con leggerezza rinunciato alla sovranita' nazionale (quel poco che ci era lasciata dopo la Guerra Mondiale), quando siamo entrati nell'Euro e abbiamo sottoscritto vari trattati europei. Colpevoli sono soprattutto i nostri politici, ma anche buona parte dei cittadini, che erano molto europeisti. Gli Eurobond eccetera forse andrebbero bene, ma solo come rimedio temporaneo.

Anna H.

Mer, 27/06/2012 - 17:02

#24 romy E come farà Berlusconi a "contrastare" la Merkel, le farà un cucù fotonico? Si metta in testa che B. in Europa non troverà (grazie al cielo) mai nessuno disposto ad allearsi con lui, per il semplice fatto che egli è a giusto titolo planetariamente considerato un buffone.

Anna H.

Mer, 27/06/2012 - 17:00

Leggendo alcuni post mi persuado che gli italiani siano un popolo di rosiconi e lazzaroni che, anziché imitare l'esempio dei più virtuosi, preferiscono trascinare con sé nella cioccolata anche chi si è dimostrato più responsabile di loro. La Merkel ha ragione: le soluzioni facili non esistono, e in Italia le conseguenze dell'irresponsabilità di eletti ed elettori si faranno sentire ancora più drammaticamente nei prossimi anni.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 27/06/2012 - 17:07

Lo studio della Commissione Ue: «Il 25% delle famiglie italiane non può pagare il mutuo». Professoooooooooooooooooooooooooooore are you proud ?????????

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 27/06/2012 - 17:10

Il debito è un problema del debitore fintanto che c'è intenzione di pagare. Quando il debitore se ne frega, il debito diventa un problema del creditore ................... ditelo a FRAU MERKEL, possibilmente senza il cappello in mano ...................

antiquark

Mer, 27/06/2012 - 21:43

MASSACRIAMO di tasse gli speculatori e sgraviamo i lavoratori che producono ricchezza. Senza la borsa si mangia, senza agricoltori, distributori, commercianti, fabbriche, trasportatori no, e non si va in auto, non ci sono le scarpe, i vestiti..... AIUTIAMO IL LAVORO NON LA SPECULAZIONE

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 27/06/2012 - 21:37

Il ruggito del coniglio !!!!!!!!!!!

fraktal

Mer, 27/06/2012 - 22:07

Per #29 unLuca(2045) La sua massima non è nuova e sono sicuro che anche Angela Merkel la conosce benissimo. Il problema torna però nel campo del debitore, se questo continua ad avere bisogno di prestiti! Ma probabilmente l'Italia troverà un altro modo per pagare stipendi e pensioni.

Ritratto di romy

romy

Gio, 28/06/2012 - 15:19

#22 agostino.vaccara ,non è che non le sanno certe cose,conoscono bene lo stato delle loro banche,come il loro vero debito pubblico,ma pensano di sfruttare il momento a loro propizio,insomma come al Poker,rilanci,ma non hai punto in mano,presto perderanno la mano e non solo quella.......

Ritratto di romy

romy

Gio, 28/06/2012 - 15:19

#22 agostino.vaccara ,non è che non le sanno certe cose,conoscono bene lo stato delle loro banche,come il loro vero debito pubblico,ma pensano di sfruttare il momento a loro propizio,insomma come al Poker,rilanci,ma non hai punto in mano,presto perderanno la mano e non solo quella.......

antiquark

Dom, 01/07/2012 - 10:43

unLuca... per tua informazione, uno speculatore borsistico, ha una ritenuta fiscale del 12.50%, un commerciante come me paga iva 21% più Irpef 25% , sperando che l'INPS la paghiamo allo stesso modo