Confcommercio, negli ultimi venti anni sono triplicate le tasse locali

"Il sistema produttivo è già allo stremo", avverte l'associazione

In vent'anni è salita quasi del sette per cento la pressione fiscale, passando dal 40,3% al 47%. Dati che ricorda oggi l'ultima ricerca pubblica da Confindustria-Cer, che mostra anche come le tasse locali nello stesso periodo siano passate da 30 miliardi a 103 miliardi di euro, con un balzo in avanti del 248%.

Un salto del 143% si è visto solo nel periodo che va dal 2011 al 2015, con le imposte sugli immobili che sono passate da 9.8 miliardi a 23,9 miliardi di euro. Un calo del 19% si avrà con la riduzione sulla prima casa in arrivo quest'anno, ma anche le tasse sui rifiuti sono cresciute, del 50% nello stesso periodo considerato per gli immobili.

Durante quest'anno, avverte ancora la Confcommercio, rendendo pubbliche le sue stime, le imposte relative a immobili e rifiuti cresceranno dell'80% rispetto al 2011. Da 15,4 miliardi a 27,8 miliardi di euro.

"La crescita della pressione fiscale indebolisce il nostro sistema produttivo, già stremato da una crisi durissima", commenta il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, che aggiunge che neppure il fatto che la spesa pubblica si sia ridotta durante lo scorso anno è sufficiente.

Annunci
Commenti

nerinaneri

Mer, 17/02/2016 - 12:41

...no, molto di più...

Ernestinho

Mer, 17/02/2016 - 12:53

E non gli bastano ancoraaa!

meloni.bruno@ya...

Mer, 17/02/2016 - 12:59

La confcommercio,parlare dopo vent'anni mi sembra un TANTO TARDINO!Anche loro sono parte integrande del sistema BUROCRATICO!Sono i primi sempre pronti ad estorcere denaro agli iscritti costi quel che costi anche con l'aiuto dei loro usurai legalizzati di equitalia.Dovrebbero zappare la terra per capire cos'è la fatica per guadagnarsi il pane.

Ernestinho

Mer, 17/02/2016 - 13:10

E non si accontentano ancora!!!

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 17/02/2016 - 13:13

Dai che c'è ancora spazio per la patrimoniale!!!

Mechwarrior

Mer, 17/02/2016 - 13:18

ah ah ah + stato = + corruzione/concussione = +tasse = + italioti vogliono ancora + stato.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 17/02/2016 - 13:25

tranquilli italiani, ci sono gli africani clandestini a risollevare l'economia italiana, vero trombalti!?!? non sei tu a sostenere questa teoria??

Una-mattina-mi-...

Mer, 17/02/2016 - 13:31

GUFI! Si tratta di errata percezione

accanove

Mer, 17/02/2016 - 14:05

ringraziate la Merkel con il suo colpo di stato , Monti ed i sinistrati.

linoalo1

Mer, 17/02/2016 - 16:40

Ma va!!!!Non ce ne eravamo nemmeno accorti!!!Ci voleva un Intelligentone,per avvisarci!!!!Grazie!!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 17/02/2016 - 17:03

QUANDO; IN UN PAESE NON CI SONO INVESTIMENTI ESTERI; QUESTO PAESE É CONDANNATO AD ANDARE IN BANCAROTTA; É IN ITALIA SI É DIMENTICATO COSA VUOL DIRE FARE RIFORME PER FAVORIRE LE INVESTIZIONI ESTERE E NAZIONALI; É IL CASO DEL SIGNOR BIASION CHE PER DISPERAZIONE HA DOVUTO TRAPIANTARE LA SUA DITTA IN AUSTRIA PERCHE IL COMUNE DOVE AVEVA QUESTA DITTA GLI HA MESSO I BASTONI FRA LE RUOTE IN TUTTI I SENSI; É UN ESEMPIO CHE IN ITALIA CHI VUOLE PRODURRE RICCHEZZA VIENE TRATTATO COME UNO SFRUTTATORE DI OPERAI. É, POI NOI ABBIAMO UNA GIUSTIZIA CHE É DEL III MONDO,É CHE SPAVENTA OGNI INVESTITORE A VENIRE IN ITALIA AD INVESTIRE I SUOI CAPITALI; É IL CASO DEI 3 DELLA FIAT DI POMIGLIANO HA FATTO IL GIRO DEL MONDO; É TUTTI LO SANNO CHE I GIUDICI ITALIANI PROTEGGONO CHI FÁ ATTI DI SABOTAGGIO É CHI RUBA! E CHI É CHE E COSI FESSO DA INVESTIRE I SUOI SOLDI IN UN PAESE DEL GENERE?!.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 17/02/2016 - 18:09

Ma come se ieri il sig.Renzi dall'altra parte dell'oceano ha sentenziato che "lui" è stato il primo ad abbassare le tasse. Peccato che quando ha bisogno di soldi si rivolge sempre ai soliti noti : i pensionati.

tiromancino

Mer, 17/02/2016 - 22:32

All'alba dell'Ici pagavo ottantamila lire + box,ora DUECENTOSETTANTA EURO + box chi devo ringraziare?