Carta bianca a Putin per il blitz in Ucraina. Kiev: pronti alla guerra

Il leader del Cremlino ignora i moniti occidentali e avverte gli Usa: "Difenderemo i nostri interessi". LIVE - DIARIO DALL'UCRAINA

Questo articolo è multimediale: le parti in blu fanno riferimento a video e foto esclusivi

Simferopoli (Crimea) - Il soldato con il volto coperto e l'elmetto è disteso a terra per puntare la mitragliatrice pesante. Alle spalle l'ingresso del parlamento della Crimea presidiato da ieri mattina da decine di militari in mimetica verde senza mostrine, come il palazzo del governo, dove sono spuntate le prime armi anticarro.

L'invasione russa in «incognito» è già cominciata. «Ci difendono dai fascisti di Kiev» è la parola d'ordine dei filo Mosca nella capitale della Crimea, ma con i militari non si può parlare. Anche senza insegne sembra proprio che i reparti ben addestrati, che nelle ultime 48 ore hanno preso posizione nei punti strategici della penisola, siano russi. L'avanguardia di un'invasione. A Mosca, lo zar del Cremlino, Vladimir Putin, ha ottenuto l'autorizzazione del Senato e l'invito della Duma di inviare truppe in Crimea «per normalizzare la situazione». E fa sapere al mondo dopo una telefonata con il presidente Usa Barack Obama: «Proteggeremo i nostri interessi». Colloqui ci sono stati anche con il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon.

Secondo il ministero della Difesa ucraino sono già arrivati nella penisola seimila uomini e una trentina di blindati, ma già prima c'erano almeno 1.100 fanti di marina e altre unità di pronto intervento.

Sul palazzo del governo della Crimea sventola la bandiera russa. L'ingresso è piantonato dai soldati in mimetica verde. Una squadra con armi a spalla anticarro garantisce il perimetro di sicurezza. I fucili automatici non sono i soliti kalashnikov russi per gettare un po' di fumo negli occhi. Davanti ai militari sfila una manifestazione di filo russi con un'enorme bandiera di Mosca, che staziona sotto la statua di Lenin nella piazza principale di Simferopoli. Nella capitale della Crimea i soldati in assetto di combattimento si coordinano con la milizia filo russa «samoobarona» dividendosi gli obiettivi. I volontari delle brigate popolari sono schierati davanti al ministero dell'Interno con scudi della polizia e bandiera della flotta sovietica con la stella rossa e la falce e martello. «Presidiamo l'ingresso per evitare blitz di provocatori che vogliono impossessarsi delle armi. Io so cos'è la guerra e voglio evitarla. A 18 anni, da paracadutista sovietico ho combattuto in Afghanistan» sentenzia Alexandr Shuvalov. Radio portatile, basco azzurro degli afghanzi, i veterani dell'invasione a Kabul negli anni Ottanta, comanda il manipolo di filo russi.

Alle prime luci dell'alba ci sarebbe stato un blitz di un commando filo Kiev, poi respinto con una decina di feriti. Nel parlamento presidiato dai soldati viene deciso di anticipare il referendum sul futuro della Crimea, anticamera della secessione, al 30 marzo. Nel pomeriggio a Balaclava nel sud della penisola arrivano colonne di camion zeppi di truppe della flotta di Mosca e blindati. I soldati sono appesantiti dai caricatori delle munizioni e hanno le baionette pronte all'uso come si nota dalle fotografie esclusive ottenute da il Giornale. Almeno 300 uomini circondano la base della guardia costiera ucraina (che ha fatto uscire in mare le sue unità e rimane fedele a Kiev) e vengono calorosamente accolti dalla gente con sventolio di bandiere russe.

La controrivoluzione si sta espandendo all'Ucraina orientale. A Donetsk, feudo del presidente deposto Viktor Yanukovich, la bandiera russa sventola sul palazzo dell'amministrazione regionale. Il comandante della milizia del Donbass filo Mosca, Pavel Gubarev, è stato eletto governatore. A Kharkiv sono scoppiati scontri con i rivoluzionari di Kiev. Dopo un corteo di 20mila persone che gridava «Russia, Russia» circa trecento uomini, alcuni con armi da fuoco, hanno travolto un cordone di sostenitori del nuovo governo rivoluzionario e occupato la sede del governatore. Ma a Kiev nessuno pensa alla resa. Dopo che Vitali Klitschko, uno dei leader della rivolta, aveva chiesto «la mobilitazione generale dell'esercito ucraino contro l'aggressione russa» questa è stata proclamata. E il premier Yatsenyuk ha detto che se la Russia desse corso all'invio di truppe autorizzato dal senato di Mosca sarebbe «la guerra». La pasionaria Yulia Tymoshenko dice invece che sarà a Mosca domani «per cercare di risolvere la situazione di crisi».

www.gliocchidellaguerra.it

Commenti

linoalo1

Dom, 02/03/2014 - 08:54

Sono neutrale e perciò non metto lingua!Al contrario di molti che,per proprio interesse,fanno dichiarazioni partigiane!Lasciamo che se la sbrighino in casa!Come,del resto,è successo,nel tempo, in tutto il Mondo!Lino.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 02/03/2014 - 08:56

Credo che il napoletano sarà contento,i suoi amici sovietici stanno portando sollievo alla popolazione come fecero in Ungheria.Per la pace, ed i nostri boccaloni kompagni di merende ci credono.!!

Totonno58

Dom, 02/03/2014 - 09:02

Putin è veramente un pazzo...finchè fa un po' di avanspettacolo sui gay, Pussy Riots ed altre amenità che si inventa per andare sui giornali, possiamo far finta di niente...ma qui il problema si fa drammatico...

flip

Dom, 02/03/2014 - 09:02

i comunisti l'hanno nel sangue il dominio,la sottomissione e lo sterminio dei popoli (Cina,Corea del nord,Cuba,Russia, ecc.)che si atteggiano e si proclamano paesi "democratici". Come i nostrani, che per il momento sono solo dei buffoni. Non li ho sentiti belare e ragliare(ersola,pravda99, ecc)contro le intenzioni guerrafondaie della Russia.Che si sentano in colpa?

Tommaso Berretta

Dom, 02/03/2014 - 09:24

La motivazione dei 'moti' ucraini è veramente risibile; ma come si può manifestare perchè si 'anela' di far parte di una Europa che fa acqua da tutte le parti, di una Europa delle banche? Solo l'Ucraina può pensarlo! E dobbiamo criticare Putin perchè difende gli interessi del suo popolo? Ma è sin troppo evidente che nello scacchiere mondiale la presenza invadente degli USA che pretende di condizionare tutto e tutti ha fomentato, foraggiato la 'sollevazione' popolare ucraina! Spero solo che l'Italia si guardi bene dal seguire i diktat americani!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 02/03/2014 - 09:30

putin non è stupido. l'ucraina si è liberata di un cancro (yakunovic) e bontà loro! ora però gli interessi commerciali sono parecchio in crisi, ovvio che intervengono i carri armati....

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 02/03/2014 - 09:31

NON PERDETEVI LA VIGNETTA DI GIANNELLI DI OGGI SUL CORRIERE DELLA SERA. 9,30-2.3.2014

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Dom, 02/03/2014 - 09:44

Mi rivolgo alle teste vuote che affollano questo spazio di discussione: fino a qualche giorno fa Putin era il vostro eroe perchè incarcerava i gay e le pussy riot, ora magicamente diventa il mostro COMUNISTA, vi rendete conto di essere delle misere banderuole senza cervello?????

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Dom, 02/03/2014 - 09:45

Berlusconi è amico di Putin, quindi vietato criticare lo Zar!

roseg

Dom, 02/03/2014 - 09:57

Quella in atto non è una «rivoluzione», ma un forum del web, pieno di trolls, provocatori, agenti stranieri e tizi che brandiscono il kalashnikov e sull’orlo del precipizio, della disperazione e della fame. È l’avventurismo totale, unito al trotzkismo nichilistico della rivoluzione (democratica) permanente che ossessiona i neocon americani, in una mescola delirante; e tutto sulla pelle degli ucraini, pedine e stracci del «grande gioco» britannico. Tutto ciò è delirante, e porta ad un solo esito: la guerra. La guerra del Bene contro il Male (Assoluto), sia chiaro. A buona parte dei digitanti di questo blog,prima di usare i polpastrelli assicurarsi che siano collegati al cervello,chiaramente possedendone uno.Cerea.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 02/03/2014 - 10:03

ricominciano ad associare putin a Berlusconi :-) che dire... la bassezza delle loro argomentazioni è fin troppo evidente :-)

jakc67

Dom, 02/03/2014 - 10:05

flip@@ forse non l ha notato, ma i cosiddetti "comunisti" dopo la caduta del muro di berlino si sono riciclati, molto efficacemente direi, in occidente... non le pare che negli aventi di questo ultimo periodo, anche in italia, siano presenti le azioni da lei elencate? dominio e sottomissione economica, per esempio... addirittura qualcuno mormora che la propaganda pro-gay, che qualcuno vorrebbe estesa sino ai livelli formativi ed ancora fertili dei bambini sia un modo per portare all indebolimento genetico ed a una conseguente estinzione di alcuni popoli... anche se scientificamente la teoria regge io chiaramente me ne dissocio, ma se così fosse, provocare l estinzione di un popolo tramite manipolazione culturale evidentemente contraria al concepimento e quindi al proseguimento della specie non equivale, in fondo, ad una subdola forma di sterminio?

egenna

Dom, 02/03/2014 - 10:08

Putin sbaglia,ed è pari pari a napoletano,ma anche obamma le sta tentando tutte per far scoppiare una guerra. Amen

roseg

Dom, 02/03/2014 - 10:09

PS. L,articolo da me citato è del grande M.Blondet uno dei pochi giornalisti italiani con i gli zibidei di Kevlar.

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Dom, 02/03/2014 - 10:09

Ancora una volta Obama si dimostrerà un presidente mediocre e decisamente meno abile di Putin nella gestione delle crisi internazionali. Dopo il recente smacco subito nella vicenda Siriana, Obama si appresta ad incassarne un altro ben più grande in quella Ucraina. Bisogna osservare che la questione principale è legata al transito delle risorse energetiche russe nel territorio Ucraino, che la Russia, considera come il giardino di casa. Esaminati i rapporti di forza in campo, l’esito finale della vicenda non pare in dubbio. L’Europa, ha già gravissimi problemi interni ed è completamente priva di una politica estera comune. Gli Usa sono guidati con mano malferma del menzionato, premio Nobel per la pace. Quindi, all’amico di Berlusconi, non resta che decidere quanta forza utilizzare per far valere le proprie ragioni. Stando ai molteplici antefatti militari che hanno caratterizzato l’azione del dittatore russo, c’è da aspettarsi nel solco dei precedenti (Cecenia, Bielorussia, etc.), un uso smodato della dell’opzione militare.

Ritratto di curbin

curbin

Dom, 02/03/2014 - 10:15

Povera Europa, pseudo-continente filo-americano, Povera Italia, Nazione con a capo un branco di "pataca" che lascia morire i suoi cittadini di ingiustizie e di fame. Povera Ucraina paese di badanti che hanno fatto dell'Italia, quando ancora c'era ciccia per tutti, la loro seconda patria ed ora pensano che sia ancora tutto uguale perché il cambio con l'euro al momento permette loro di mantenere famiglie in Patria. Quasi quasi è un bene che vengano in Europa: dopo un po' di ingiustizie perpetrate dalle banche vedrai come spereranno di darsela a gambe: sarà troppo tardi.

jakc67

Dom, 02/03/2014 - 10:18

tra l altro vorrei far notare che il conto di questa ulteriore "conquista" americana sullo scacchiere mondiale sarà totalmente pagato da noi: le altre ex nazioni satellite dell ex urss passate dalla "nostra" parte, dalla polonia alla lituania, hanno ottenuto evidenti benefici economici dalla loro annessione all ue grazie sopratutto all infame concorrenza interna che il "governo" europeo consente loro di attuare.... ma vi siete mai chiesti a scapito di chi? guardatevi allo specchio e troverete la risposta...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 02/03/2014 - 10:47

Tommaso Beretta e che dovremmo fare ,seguire i diktat della russia???? Solo a seguire i nostri kompagni stiamo andando alla deriva sempre nella speranza che non chiamino i carri armati sovietici per aiutarci.!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 02/03/2014 - 10:57

WjnnEx mi perdoni l'intromissione ma i termini usati nel suo post 09,44 non sono da lei,altrimenti mi viene da pensare che abbia avuto una serataccia.

mariolino50

Dom, 02/03/2014 - 11:17

Fin dai tempi dello zar l'Ucraina era solo una provincia della Russia, e tale doveva rimanere, come gran parte delle ex repubbliche, i ribelli foraggiati dall Ue vogliono venire con noi, o sono degli scemi o gli hanno promesso parecchio, chiaro che Putin non ci stà, vorrebbe riprendersi quello che era suo, visto che gran parte degli ucraini sono veri russi, e gli altri quasi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/03/2014 - 11:19

Bene Putin.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/03/2014 - 11:21

E' l'occidente ad aver provocato la Russia e la prova è che il primo provvedimento dei "rivoluzionari" è stato abolire il bilinguismo in Crimea. Una evidente provocazione contro la Russia. Cosa hanno in mente i criminali a Washington e Tel Aviv?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/03/2014 - 11:26

Totale ammirazione per Putin. Un grande statista, l'unico in Europa degno di tale definizione.

Ritratto di Zio Gianni

Anonimo (non verificato)

ilfatto

Dom, 02/03/2014 - 11:32

ora il democratico putin fa una bella guerra, spiana l'ucraina e poi via per rilassarsi una bella seratina in dacia con tante signorine e l'amicone e compagno silviovich berlusconic vecchio satrapo ingrifato...certo che il vostro padrone ha proprio dei bravissimi amici, liberali e democratici

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/03/2014 - 11:34

L' Ucraina invoca l'aiuto militare USA e GB hahahaha poveri imbecilli... ancora non hanno capito che sono stati usati come pedine, sacrificabili pedine al gioco del delirante imperialismo terminale americano sionista.

Ritratto di Manieri

Manieri

Dom, 02/03/2014 - 11:43

E fu così che il giochetto della primavera araba fu applicato con successo all'unico nemico dei liberi muratori. Ma la squadra e il compasso non prevarranno sulla Santa Russia.

idleproc

Dom, 02/03/2014 - 11:44

Dopo aver continuato il giochetto delle destabilizzazioni a catena sopra gli interessi di tutti i popoli e solo negli interessi della trentina di gruppi finanziari oligopolisti globali, l'intervento della Russia era scontato. Per destabilizzare usano tutti i metodi, potenzialità di conflitti interetnici, religiosi, linguistici, socioeconomici di area. La posizione dell'Ucraina è strategica sia da un punto di vista economico che geografico ma hanno voluto continuare il giochetto già collaudato in tutti i conflitti cosiddetti democratici precedenti. Il ruolo di chi ha combattuto per indipendenza e sovranità è quello di un "fante" con un comando che sta nelle banche centrali e nella grande finanza sovracontinentale. Solidarietà piena a TUTTO il popolo ucraino che rischia di far la fine della ex-Jugoslavia.

Ritratto di Manieri

Manieri

Dom, 02/03/2014 - 11:51

Ausonio, se lei riuscisse a liberarsi dell'incantesimo antisemita che la imprigiona sarebbe perfetto.

Ritratto di Ivano Colzani

Ivano Colzani

Dom, 02/03/2014 - 12:10

Putin non è un pazzo e contro le Pussy Riot e i succhia"bananas" orecchinati non fa avanspettacolo ma politica. E' l'unico che ha una visione a lungo raggio della storia e dei pazzeschi mutamenti che la lobby lesbo-chic che comanda ci impone con i conseguenti disastri che ci circondano. Da uomo di dx lo ammiro veramente, associarlo al pensiero comunista è veramente una bestemmia. Praticamente la trasmissione dei veri valori dell'occidente è stata affidata a lui(potremmo paragonarlo alla figura del generale Flavio Ezio al termine dell'Impero Romano). Spero molto in un qualche "incidente" di confine che crei veramente destabilizzazione in questa decrepita e oscena europa e che costringa tanta gente a riaprire gli occhi ed a rientrare nei ranghi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/03/2014 - 12:14

Putin è stato fin troppo paziente con l' Occidente. Dopo l'inganno con cui l' Occidente ha compiuto l'aggressione alla Libia, in base a una risoluzione ONU mistificata...non c'era più spazio. ORA BASTA.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/03/2014 - 12:27

Manieri, allora lei mi spieghi se è un caso che il finanziatore dei rivoltosi ucraini sia Soros e la loro capa sia la Timoshenko..

Totonno58

Dom, 02/03/2014 - 18:03

IVANO COLZANI...invece sì, avanspettacolo...ed ora passa alla follia pura delle minacce di guerra, degna ed aberrante conseguenza del suo potere delirante...da vera spia kgb pentita solo nella facciata

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Dom, 02/03/2014 - 18:27

gianniverde mi scusi il ritardo, non è la serataccia, ma il vedere cambiare idea troppo repentinamente, se permette,provoca un certo fastidio. Cordiali saluti.

unotosto

Dom, 02/03/2014 - 19:43

Giá mi vedo la scena: renzi, mogherini, pinotti che tutti agitati sfogliano il Bignami della poilitica estera....per capire cosa si fa in questi casi. Il massimo però è quando renzi chiama Putin, esordendo con un: ciao Vlade, sono Renzi...gelo....poi quello risponde: renzi chi? Dai, passami silvio!

unotosto

Dom, 02/03/2014 - 19:43

Giá mi vedo la scena: renzi, mogherini, pinotti che tutti agitati sfogliano il Bignami della poilitica estera....per capire cosa si fa in questi casi. Il massimo però è quando renzi chiama Putin, esordendo con un: ciao Vlade, sono Renzi...gelo....poi quello risponde: renzi chi? Dai, passami silvio!

unotosto

Dom, 02/03/2014 - 19:44

Giá mi vedo la scena: renzi, mogherini, pinotti che tutti agitati sfogliano il Bignami della poilitica estera....per capire cosa si fa in questi casi. Il massimo però è quando renzi chiama Putin, esordendo con un: ciao Vlade, sono Renzi...gelo....poi quello risponde: renzi chi? Dai, passami silvio!

unotosto

Dom, 02/03/2014 - 19:44

Giá mi vedo la scena: renzi, mogherini, pinotti che tutti agitati sfogliano il Bignami della poilitica estera....per capire cosa si fa in questi casi. Il massimo però è quando renzi chiama Putin, esordendo con un: ciao Vlade, sono Renzi...gelo....poi quello risponde: renzi chi? Dai, passami silvio!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 03/03/2014 - 05:20

unotosto GRANDE!!se scrivi così allieti il popolo del blog.grazie.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 03/03/2014 - 16:47

Quando si ammazzavano in Siria l'America ha appoggiato gli estremisti, quando si scannavano in Libano se non c'era Israele poco mancava che i Cattolici facessero la fine dei topi, quando si muove l'elefante è meglio stare a guardare dove si va a posare. Shalom

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 04/03/2014 - 06:44

x colzani..ti abbraccio e condivido Se anche il Papa si decidesse a muoversi in questa direzione pe affermare l' unione delle Chiese di Roma e di quelle ortodosse in Cristo riconosciuto Figlio del Dio vivente, per la massoneria ONU e Sionista sarebbe davvero la fine. Perché non si rende noto che Putin ha costruito trenta mila nuove chiese nel suo paese? E' lui il cavaliere e difensore dell' Occidente europeo.