Datagate, Venezuela e Nicaragua "Sì all'asilo politico per Snowden"

Tra Paesi in campo per la spia del Datagate. Dopo la Bolivia, anche Nicaragua e Venezuela pronte all'asilo. Tensioni a La Paz per lo stop all'aereo di Morales a Vienna

Sono ormai tre i paesi sudamericani che hanno offerto asilo a Edward Snowden. L'ex analista dei servizi americani, che adesso è ricercato dagli Stati Uniti in tutto il mondo per le rivelazioni del Datagate, potrebbe riuscire quindi a farla franca. Dopo il presidente boliviano Evo Morales, che ha avuto qualche problema sul suo volo di ritorno da Mosca dopo aver detto che era pronto ad accogliere la "talpa", nella notte anche il venezuelano Nicolas Maduro e il nicaraguense Daniel Ortega gli hanno offerto la protezione dei loro paesi.

In un discorso trasmesso in diretta televisiva, Maduro ha annunciato che offriva "asilo umanitario" a Snowden per "proteggerlo dalla persecuzione che è stata scatenata da uno dei governi più potenti del mondo". "In nome della dignità dell’America, ho deciso di offrire asilo umanitario a Snowden - ha spiegato intervenendo a una parata per l’anniversario dell’indipendenza venezuelana - è un giovane che detto la verità, con spirito di ribellione, sullo spionaggio degli Stati Uniti contro il mondo intero". La mossa del successore di Hugo Chavez è in linea con l’anti americanismo che contraddistingue il governo venezuelano. La Casa Bianca non ha voluto commentare, ma ovviamente non può aver gradito tenuto conto che Washington sta cercando di ottenere l’estradizione del 30enne ex informatico della Cia dall’aeroporto di Mosca in cui è bloccato. È comunque tutto da vedere che a Snowden venga permesso di imbarcarsi su un volo per Caracas. Critiche a Maduro sono arrivate dal leader dell’opposizione venezuelana Henrique Capriles chee ha accusato il presidente di voler suscitare uno "scandalo" internazionale sull’asilo politico per "coprire i disastri" del suo governo. Poco prima dell'annuncio fatto da Maduro, Ortega aveva detto in un discorso pubblico che il suo Paese potrebbe ricevere l’ex analista dell’intelligence statunitense "a braccia aperte, se le circostanze lo permetteranno", sottolineando che il Nicaragua è "un Paese aperto e rispettoso del diritto di asilo".

Lunedì scorso, mentre si trovava Mosca per un vertice economico, Morales aveva detto che non aveva ricevuto una richiesta di asilo da parte di Snowden, aggiungendo che "se ci fosse questa richiesta ovviamente saremmo disposti ad analizzare la questione" dal momento che la Bolivia "è qui per accogliere personalità che denunciano lo spionaggio ed il controllo". Belle ultime ore, però, la Bolivia ha convocato gli ambasciatori di Italia, Spagna e Francia e il console portoghese a La Paz per chiedere spiegazioni sulla vicenda dell’aereo del presidente boliviano. A nome del governo boliviano, il ministro alle comunicazioni Amanda Davila ha fatto sapere che Morales è "indignato" per lo stop al suo aereo che è stato bloccato a Vienna dall’ambasciatore spagnolo in Austria, Alberto Carnero. "Il diplomatico - ha riferito Davila - ha cercato di salire sull’aereo presidenziale per verificare se a bordo ci fosse Snowden".

Commenti
Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Sab, 06/07/2013 - 10:40

Speriamo che ci riescano, almeno, appena ci si libererà di ussein l'abbronzato di Washington, magari un nuovo presidente alla Reagan avrà la scusa per dichiarare guerra agli statucoli dei narcos. Evviva il napalm!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 06/07/2013 - 10:45

Povera Europa. Povera Italia. Ora sono Nicaragua e Venezuela a insegnarci il senso della dignità e dell'indipendenza. Noi servi del regime atlantico. Penosi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 06/07/2013 - 11:02

La vicenda del volo di Morales ha dell'incredibile. E' una figura disgustosa di fronte al mondo intero. L' Europa da potenza mondiale per secoli passa a essere una SGUATTERA, una SERVA della peggior risma nei confronti degli USA, la potenza più detestata a livello mondiale.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 06/07/2013 - 11:02

Papapeppe ... il mercato della droga è voluto dagli USA. Tanto è vero che quando invasero l'Afganistan nel 2001, la produzione di oppio decuplicò nel giro di un anno.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 06/07/2013 - 11:11

La solidarieta data da 5 paesi sudamericani a Morales dimostra quanto piu siamo una manica di mezzeprugnette.Non si possono provocare casi diplomatici come questo .Un uomo di stato anche se non condivisibili le politiche , come la politica boliviana non si puo trattare cosi.Il colorato oltre che a spiarci si permette anche il lusso di comandarci.E sicuramente lui che sta dietro a questo modo di essere sinistramente peggio dei popolari sudamericani.

untergas

Sab, 06/07/2013 - 11:13

@Papapeppe. Se ci rimanessero i Suoi figli, Sua moglie, i Suoi genitori, sotto il napalm yankee, forse avrebbe un punto di vista diverso rispetto ai "campioni della democrazia". Co.gl.ne!

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Sab, 06/07/2013 - 11:26

Non sono anti Americano ma Snowdon va aiutato in tutte le maniere!! Trovo vergognoso che gli USA spendono piu soldi in azioni militari ed spionaggio che in aiuti sociali alla propria gente che peraltro non se la stanno assando meglio di noi, anzi! Siamo nel 2013 e non 1945!! Castro e morto ed il mondo stacercando di andare avanti, con tutti i problemi annessi e connessi , sete, fame e povertà e questi pensano a fare i voyeur!! Vergogna!!!!

nino47

Sab, 06/07/2013 - 11:31

Venezuela e Nicaragua.... sicuramente anche il Congo, la Sierra Leone ed il Darfur!!!!

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Sab, 06/07/2013 - 12:11

Povera Europa povera Italia, ora c'è chi si fa insegnare la dignità dai narcos sudamericani e ha come nemici gli occidentali

agosvac

Sab, 06/07/2013 - 13:13

Se invece di pensare a dare asilo politico ad un traditore pensassero a dare da mangiare ai propri cittadini forse questi governanti del sudamerica potrebbero fare qualcosa di positivo.

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Sab, 06/07/2013 - 13:19

Questa è una lezione di civiltà. Noi abbiamo negato il passaggio sul nostro spazio aereo al Presidente Morales. Abbiamo negato l'asilo politico a Edward Snowden pur sapendo che nel suo paese rischia la pena di morte. Siamo solo dei burattini comandati dal gran Burattinaio. Vergogna ITALIA.....

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Sab, 06/07/2013 - 13:21

Edward Snowden potrebbe chiedere asilo politico al governo di St. Lucia, noto paradiso fiscale e di affaristi (Lavitola). Con le notizie acquisite il governo di St. Lucia potrebbe confezionare altre bufale da vendere ai nostri politici.

doris39

Sab, 06/07/2013 - 14:17

E che dire del prelevamento", avvenuto a Roma, da parte dells Digos della moglie e della figlia del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov, e consegnate al dittatore Nazarbayev con la scusa del passaporto non in regola? Perchè tutta quella fretta? Già: mistero. Ed ora arriva il bello. Una sentenza del tribunale di Roma lo dice chiaramente: non c'era nessuna irregolarità nel passaporto della moglie

alberto_his

Sab, 06/07/2013 - 14:36

Mi auguro che gli ambasciatori europei vengano cacciati a pedate dai Boliviani. Prendiamo lezioni di dignità e rispetto dai popoli latino-americani, oh misera Europa! Onore in particolare a Ortega del piccolo Nicaragua, già inviso al regime di Washington dopo aver dato licenza di costruire (30 miliardi di Euro il costo stimato) e ceduto in concessione per 50 anni un canale dall'Atlantico al Pacifico che si metterebbe in aperta concorrenza con Panama. I Cinesi sono ormai sulla porta di casa dei gringos, e lo fanno a suon di investimenti e cooperazione, non con basi militari di occupazione o sfruttando le ricchezze naturali indigene. La sensazione di stare su una nave che affonda è sempre più forte.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 06/07/2013 - 14:58

gli USA sono finiti come superpotenza. Conoscendoli, sono capaci di trascinare con loro il mondo intero in una guerra mondiale.

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Sab, 06/07/2013 - 15:07

Quante balle! Personalmente sono a favore della pena di morte. Specialmente per i traditori...e qui in Italia ce ne sono e ce ne sono stati tanti, a partire dalla casa savoia e il loro lecca piedi badoglio, ma la lista è troppo lunga. Snowden è un giuda e merita il plotone alla schiena.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 06/07/2013 - 16:26

xemilio1239-Non si scordi pero che il baffettino ando di persona sempre a MOSCA A PRENDERSI Ocalan.QUesti governucci di rossastri interpertano la politica come vogliono loro, Se ci fosse stato Busch credo che Snowden gia era cittadino italiano , ma ubama e' per loro una icona migliore di bananas sudamericani. X papapeppe-Anche se non appoggio le politica dei banana republic, questa volta sono a loro favore.Non vede come siamo ridotti da quando un idiota di colore comanda il mondo ?

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Sab, 06/07/2013 - 17:07

@marforio, si infatti nel mio post auspicavo che a breve tornasse un Reagan con le palle anziché lo zio tom col cappello di paglia.

Ritratto di charlye59

charlye59

Sab, 06/07/2013 - 17:14

Cosa si aspettava questo piccolo idiota che altri colleghi prendessero la stessa decisione, non è bello tradire il proprio paese, è giusto che paghi e non invocare la parola "libertà" e pretendere anche delle scuse, merita di essere messo in carcere..in america latina c'è posto anche per lui..(vedi Cesare Battisti).

mila

Dom, 07/07/2013 - 05:39

Per chi dice che Snowden e tutti i traditori meritano la pena di morte: Potrei essere d'accordo, se si ammettesse che anche Sacharov e altri transfughi russi la meritavano.