I giudici pensano alle vacanze e i marò marciscono in India

Entro lunedì è atteso il verdetto su Girone e Latorre, ma la Corte suprema non ha fissato l'udienza. E quel giorno chiuderà per ferie

Dopo dieci mesi, i due marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre saranno costretti a passare il Natale in India? Il governo sembra convinto di no, ma la Corte suprema indiana, che deve decidere il destino dei fucilieri di marina fino a ieri non aveva ancora fissato alcuna udienza per la sentenza finale. La linea del Piave del Natale a Kochi si avvicina e se i giudici non daranno ragione all'Italia, oppure se ne andranno bellamente in vacanza per le ferie che iniziano il 17 dicembre, per il ministro degli Esteri e della Difesa sarà una Caporetto. Ieri il responsabile della Farnesina, Giulio Terzi, ha festeggiato il ruolo chiave dell'Italia a livello comunitario in occasione del Nobel alla Ue, ma per i nostri marò l'Europa non si è stracciata le vesti. Nel frattempo in vista del Natale in Italia si moltiplicano le iniziative a favore di Girone e Latorre, da premi, collette e manifestazioni di solidarietà.
Nessuno sa con certezza se questa sarà o meno la settimana decisiva per la sorte dei marò trattenuti in India dal 20 febbraio con l'accusa, non ancora provata, di aver ucciso due pescatori mentre erano in servizio antipirateria.
Il sottosegretario agli Esteri Staffan De Mistura ha annunciato che ci si aspetta «fermamente novità prima del 17 dicembre». Ovvero l'inizio delle ennesime vacanze per la Corte suprema. Terzi, da parte sua, ha ribadito che il «diritto è dalla parte dell'Italia» e che ci daranno ragione sulla giurisdizione e l'immunità. Tradotto significa che i due marò verranno processati in Italia e non India. L'ex comandante della Marina, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, che da pochi giorni è stato nominato capo di stato maggiore della Difesa aveva assicurato che per Natale Girone e Latorre sarebbero stati a casa. Da Kochi avrebbero già chiesto di preparare per loro nuovi passaporti.
L'intera vicenda è avvolta da una tale cappa di piombo che i marò, oltre che trattenuti dagli indiani, sembrano «prigionieri» degli italiani. «Abbiamo chiesto di intervistare Latorre e Girone mesi fa, per mostrarli nella loro quotidianità - spiega il giornalista Toni Capuozzo, che è stato a Kochi- . Ci hanno risposto di no per non irritare gli indiani. A questo punto mi viene da pensare che dieci mesi dopo il silenzio serva a coprire un bilancio non proprio lusinghiero di questa storia. Se poi torneranno a casa prima di Natale sarò il primo a prenderne atto». Domenica prossima il settimanale Terra!, che va in onda su Retequattro in seconda serata, dedicherà il programma ai marò con il titolo «Natale in India?». Purtroppo non è un cinepanettone, ma la triste realtà. Nella stessa puntata si racconterà la storia dei 500 alpini che sicuramente saranno a casa a Natale, dopo il ritiro da Bakwa, il fronte più duro in questi ultimi anni in Afghanistan.
Si diceva delle manifestazioni di solidarietà. A Frosinone la decima edizione del premio Bonifacio VII, che fu ritirato per primo da Giovanni Paolo II, è stata assegnata ai marò. Molti hanno raccolto collette per le loro famiglie e per i regali di Natale ai figli. Don Marcello, cappellano del reggimento San Marco, con l'appoggio di monsignor Enzo Pelvi, ha raccolto una donazione che i due devolveranno in beneficenza. In particolare, una parte della somma andrà a un'associazione che si occupa di bambini con il diabete. Un'altra parte dei soldi andrà alle famiglie di due commilitoni del San Marco deceduti. Pure l'Associazione nazionale paracadutisti per Natale ha pensato ai marò e altri gruppi di sostenitori organizzano messe per il loro ritorno a casa. Giorgio Maria Ranelli, uno dei fan in rete, lancia una nuova mobilitazione. «Boicottiamo l'India alla Borsa internazionale del turismo 2013 a Milano - si legge su internet -. Nonostante tutte le iniziative prese, i nostri marò languono ancora nel Kerala. A questo punto disperiamo di un rilascio a breve termine per Natale».
www.faustobiloslavo.eu

Commenti

grath2005

Mar, 11/12/2012 - 08:37

Mi aspettavo che il compagno Napolitano, come capo supremo delle forse armate, si svegliasse e battesse un colpo. Forse è chiedere troppo ... è stato molto impegnato a darci un governo di sedicenti tecnici che ci hanno ridotto alla fame.

elalca

Mar, 11/12/2012 - 09:25

ma che cosa cazzo stanno facendo al ministero degli esteri?????? tirino fuori un pò dei fondi neri che hanno a disposizione e assoldino 4 mercenari con le palle che vadano a liberare i nostri marò.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 11/12/2012 - 09:32

questo è tra i tanti successi del governo Monti che anche sul piano internazionale può godere di straordinari successi

Dario40

Mar, 11/12/2012 - 09:43

l'incapacità di Monti e del suo governicchio di tecnici è ampiamente dimostrata da come hanno gestito la vicenda dei due marò. Peggio di così non si poteva ! Devono solo vergognarsi !

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mar, 11/12/2012 - 09:54

se li possono pure tenere... di incapaci in Italia ne' abbiamo anche troppo, perche' riprenderci anche questi due che hanno confuso un peschereccio con la "perla nera" del capitan Sparrow facendo un macello???

killkoms

Mar, 11/12/2012 - 09:55

la"credibilità internazionale"recuperata col governo monti!

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mar, 11/12/2012 - 10:01

Ma scusi Biloslavo, ma per quale motivo qualcuno dovrebbe stracciarsi le vesti per questi due che, nella migliore delle ipotesi erano cecati e hanno confuso un peschereccio con una nave pirata e nella peggiore si sono divertiti a fare il tiro al piccione... ehm... al pescatore???

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mar, 11/12/2012 - 10:03

ma "marcire in galera" non e' quello che normalmente si augura agli assassini stranieri e che tanto spesso abbiamo letto sulle pagine di questo giornale??? e cosa sono i due maro' nei confronti degli indiani se non degli stranieri assassini??? suvvia... un po' di coerenza... non scadete facendo il giochetto dei due pesi e due misure che tanto spesso appioppate all' operato altrui...

canaletto

Mar, 11/12/2012 - 10:10

Grazie governo Monti di tecnici incapaci e parolai. Se c'era Berlusconi avrebbe mandato giù una task a liberarli con le "BUONE" come fece per quei ragazzi in Iraq nel 2003 se non ricordo male. Invece qui abbiamo Trzi (e secondi??) Griffi e il suo patron Patroni Griffi, la Passera al Profumo ecc ecc sembra il governo dei burattini con Merkel e Holland burattinai

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 11/12/2012 - 10:16

Suvvia: il cosidetto ministro (in minuscolo voluto) degli Esteri aveva promesso che i maró sarebbero tornati in Italia entro Natale. E' vero: l'unico problema è che non avendo aggiunto l'anno, ha comunque ragione. Monti e soci: una garanzia di inutilitá e nocivitá per gli italiani tutti, eccetto che per i soliti (ig)noti.

onurb

Mar, 11/12/2012 - 10:17

Questa vicenda è una delle tante macchie, forse la più grave, di questo governo di tecnici incapaci. Non voglio sostenere che non abbiano provato a fare qualcosa per riportare in Italia i due marò, ma devo, in ogni caso, guardare ai fatti, che dicono che i due militari sono ancora trattenuti in India e che, dunque, il governo ha fatto un buco nell'acqua come i tanti che ha fatto per l'economia. E pensare che tutto il mondo, a cominciare dall'Europa, sostengono, a chiacchiere, una riconferma del governo Monti. E' lo stesso mondo che si è guardato bene dall'intervenire nella vicenda dei Marò e appoggiare il governo italiano, con lo stesso zelo con cui ne auspica la riconferma. Segno evidente che un imbelle come Monti è gradito perchè tutto fa, tranne che gli interessi degli Italiani.

Lacest

Mar, 11/12/2012 - 10:42

Finalmente, si inizia a parlare ancora dei Marò, benissimo il www.corrierecaraibi.com che riportava una foto dei marò con un chiaro messaggio " Col cavolo che andate a casa per Natale",e un richiamo a tutti i media a muoversi, Italiani svegliatevi, domani potreste essere Voi nelle loro condizioni in qualsiasi parte del Mondo.

Ritratto di randel

randel

Mar, 11/12/2012 - 10:47

@cartastraccia......parole giuste. Non dimentichiamo che hanno cmq ucciso delle persone. Per quanto riguarda il peso internazionale....bhe sempre meglio che raccontare barzellette e fare le corna nelle foto ufficiali. Certo, ci fosse stato ancora La Russa avrebbe inviato i quattro carri armati che possediamo ad invadere l'India.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 11/12/2012 - 10:52

All'ingresso dell'Accademia Militare di Modena c'è una lapide con su scritto "Divorare le lagrime in silenzio, questa è la nostra legge ed in questa legge DIO." Il nostro governo ,i nostri partiti, il ministro della difesa ed il capo supremo delle Forze Armate stanno divorandosi la dignità loro, di noi cittadini e dei Marò ! Svegliatevi please!

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 11/12/2012 - 10:56

Certo che lei "cartastraccia" che emette sentenze senza processo avrebbe bisogno di un bel arresto in Cambogia per sparo di minchiate! Lei sta dicendo che i due militari hanno volutamente sparato ai pescatori. Ne è sicuro, al di la di ogni ragionevole dubbio?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 11/12/2012 - 11:02

Un unico rammarico: che al posto dei due marò non ci siano gli ineffabili coyotes che continuano a sproloquiare, a prescindere, su questo forum.

eovero

Mar, 11/12/2012 - 11:22

questi sparlano, pensano che l'India sia uno stato come l'Italia dove comanda la mafia,l'India non si piega a nessuno, e nemmeno i politici hanno colpe, forse l'unica colpa e del capitano della nave,ma e troppo facile dirsi cosi.....ma poi perchè hanno sparato??

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 11/12/2012 - 11:27

Ma da questo governo cosa ci aspettiamo. Hanno solo fatto disastri. E da questo capo di stato.. cosa ci aspettiamo .. il suo pensiero è andare a Napoli, è sempre a napoli, andasse una volta in India.... . Ma ripeto questi sono come le macchinette "mangiasoldi" e a favore di banche e banchieri e bancari. Solo ai sinistroidi piace ... piace ma solo per dire che è colpa di Berlusconi,e insultare chi lo vota, e questo denota la furbizia di questa gente.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mar, 11/12/2012 - 11:29

Chi se ne frega di due uomini lasciati in india lontano dalle famiglie, dai figli. I buffoni che ci sgovernano tengono famiglia....e in Italia.

Palladino

Mar, 11/12/2012 - 11:32

cartastraccia,fai vomitare.Onore ai nostri soldati.

conte edmond dantes

Mar, 11/12/2012 - 12:02

Bisogna dare un ultimatum agli indiani: se entro 1 settimana non liberano i ns militari l' Italia sbatte fuori dal proprio territori tutti gli indiani. Semplice ma al governo ci vuole gente con le palle e non 4 vecchi cagasotto.

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mar, 11/12/2012 - 12:03

ma prorio non volete guardare in faccia la realta'!!! il governo italiano ha gia' risarcito le famiglie dei pescatori (190.000 USD), nessuno dei marinai ritornato ha mai smentito i fatti addebitati ai nostri maro', il ministero della difesa non si e' mai espresso a sostegno dell' innocenza dei due e neanche gli stessi maro' hanno mai smentito di avere sparato... inutile stracciarsi le vesti per questi due che o hanno scambiato per pirati dei pescatori, quindi ci vedono poco, o credevano di avere a che fare con dei pirati, e allora sono dei cacasotto, oppure si divertivano semplicemente a fare il tiro a segno, e allora sono delinquenti. in ogni caso stanno bene dove sono!!!

Ritratto di vomitino

vomitino

Mar, 11/12/2012 - 12:03

povera Italietta...senza attributi! probabilmente è cio' che ci meritiamo!!!anzi senza probabilmente!

blackbird

Mar, 11/12/2012 - 12:07

Il problema è di difficilissima soluzione. Se la Corte Suprema indiana darà ragione all'Italia darà torto alle autorità di polizia del Kerala che hanno arrestato con l'inganno i due militari italiani, non solo ma hanno anche effettuato un arresto illegittimo. Darà anche torto a tutte le corti del Kerala che hanno deciso per la legittimità del processo. Una presa di posizione che difficilmente in India potrebbe essere accettata, visto l'orgoglio di quelle genti. Se darà ragione agli inquirenti indiani metterà l'India in difficoltà con il mondo intero per le missioni internazionali e la lotta alla pirateria. Una scelta che doveva essere fatta dal governo indiano per gli acordi a suo tempo sottoscritti e non dalle corti di giustizia. Ma il governo indiano se ne è lavato le mani con il beneplacido del prof. Monti che parlando in inglese e dicendo cose che non ha potuto smentire il giorno dopo (come suo solito) ha dichiarato ufficialmente che la questione doveve essere valutata e risolta in India. Come dire: se li processate voi a noi va bene. (!?) Grosso problema se l'India ci restitusce i due marò, perché non so quanto siano legittime le prove raccolte dalle autorità indiane, e quelle distrutte, senza la presenza, seppur richiesta, degli inquirenti italiani. Su quali basi si processeranno i due? Il comandante della nave italiana dichiarerà che non si trovava nella zona dov'è stato colpito il peschereccio, gli indiani non hanno salvato i tracciati GPS, la sua parola dovrabbe bastare a far chiudere l'inchiesta in fase istruttoria. Nei rapporti indiani si fa gran confusione sui proiettili, definiti di calibri diversi da rappoti diversi, anche calibri non in dotazione ai militari italiani. Su quali basi potrebbe essere fatto in processo? Come dire hanno amazzato una persona a Modena, mentre voi sparavete a Parma, adesso vi dobbiamo processare. Assurdo!

prodomoitalia

Mar, 11/12/2012 - 12:12

i pareri del cartastraccia hanno lo stesso valore del nick name che si è scelto "sua sponte " !

fabiou

Mar, 11/12/2012 - 12:21

ma che strano ... il super stimato monti non è riuscito a risolvere questa beha internazionale? ma non era monti quello apprezzato e berlusconi quello deriso??? forse solo per inghilterra e germania.......

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Mar, 11/12/2012 - 12:37

Se non liberano i due marò, VIA TUTTI GLI INDIANI DALL'ITALIA! Vediamo cosa succede. Pensare che questi due sono SERVITORI DELLO STATO, IN SERVIZIO !!!!!

eureka

Mar, 11/12/2012 - 12:38

Ma che tecnici sono? Frattini avrebbe smosso mari e monti per farli tornare a casa! Cartastraccia collega il cervello prima di scrivere: se un peschereccio si avvicina ad una nave nonostante l'altolà vuole solo dire che vuole assalirlo, se poi questi indiani hanno fatto i furbi per coprire un loro omicidio non vengano ad incolpare i ns Soldati. La loro Polizia non hanno voluto interferenze nelle indagini e se le sono gestite a loro piacere per cercare di incassare denaro.

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Mar, 11/12/2012 - 12:39

Per cartastraccia, nomen omen, un bel TSO non farebbe male !

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 11/12/2012 - 12:40

Se i due soldati fossero stati americani sarebbero stati riportati a casa in due ore.

donrino54

Mar, 11/12/2012 - 12:48

Onestamente non me ne frega niente di questi due assassini,chi marciscano pure,non gli ha ordinato il medico di fare gli eroi e di guadagnare ok. quindi stiano lì.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 11/12/2012 - 12:53

Questo è il peggiore governo del dopoguerra, non ne ha combinata una giusta e la situazione dei marò non dimostra altro in che razza di nazione di mer.da viviamo, e questa dovrebbe essere la classe dirrigente di una nazione? C'è da sparasi.

Ritratto di Geppa

Geppa

Mar, 11/12/2012 - 13:04

su via, basta...c'è degli accordi dietro, economico-politici...facciamola finita di stigmatizzare e strumentalizzare. Sennò davvero parliamo di Battisti che Silvio s'è fatto trattare come l'ultimo degli ultimi...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 11/12/2012 - 13:07

randel@ peggio di così si muore.A proposito il vostro compagno re george ha mandato i bombardieri in Libia a sganciare bombe "intelligenti" ed applaudiva i carri armati in Ungheria,e questi sono fatti,mentre per i nostri marò i fatti sono tutti da verificare.

Ritratto di salander

salander

Mar, 11/12/2012 - 13:18

PdR si vergogni, lei è il Capo delle FFAA... non ha nulla da dire ?

Giovanmario

Mar, 11/12/2012 - 13:21

solo il ministro terzi non ha capito che gli indiani, secondo il loro modo di pensare, la sentenza l'hanno già emessa.. in senso metafisico.. e in senso metafisico i due marò stanno scontando la pena di dodici mesi (almeno) per omicidio colposo..

cotoletta

Mar, 11/12/2012 - 13:59

ritirare il passaporto a tutti gli indiani in italia, bloccargli il conto corrente , espellerli alla fine del permesso di soggiorno ... non si può fare? non siamo gli zimbelli del mondo a causa di berlusconi bensì a causa dei nostri politicanti incapaci.

cotoletta

Mar, 11/12/2012 - 14:06

carta straccia perchè in molti ti dobbiamo ricordare quanto vigliacco sei! prego pubblicare, grazie.

killkoms

Mar, 11/12/2012 - 14:56

@cartaigienica,i marò con la morte de li poveri pescatori non centrano nulla,e gli indù lo sanno benissimo,perciò la tirano per le lunghe!

killkoms

Mar, 11/12/2012 - 14:58

@corvo rosso,carta igiemica dovrebbe finire in galera con dei nerboruti"diversamente bianchi"che gli risolverebbero per sempre i problemi di stitichezza!

Raoul Pontalti

Mar, 11/12/2012 - 15:55

Non si continui a diffondere la leggenda metropolitana che i marò facessero parte di una missione ONU antipirateria per favore! I marò stavano solo facendo i cani da guardia su nave privata. La differenza sostanziale tra lotta alla pirateria (sotto egida ONU e con missioni anche sotto egida UE) svolta dagli Stati con mezzi militari e difesa (anche) dalla pirateria svolta da tutti, quindi compresi i privati, dovrebbe essere ben chiara dopo mesi di discussione sulla vicenda. La difesa dalla pirateria è svolta dai privati con mezzi di difesa passivi e attivi, tra i secondi sono contemplati anche le guardie private armate e (limitatamente a Francia, Italia e saltuariamente USA) anche i militari armati imbarcati su navi civili. Difesa dalla pirateria dunque quella svolta secondo la legge (130/2011) dai marò, non lotta alla pirateria. Nei fatti sono però state confuse le due cose dai marò con i risultati noti (l'applicazione di protocolli militari su nave civile fu obiettivamente un'imbecillata e per di più assolutamente non gradita dagli Indiani cui tra l'altro tale estemporanea interpretazione italica del contrasto alla pirateria non fu mai preventivamente comunicata). A chi parla di Indiani sottrattori e manipolatori di prove replico sommessamente che ad occultare e distruggere prove sembrano negli effetti essere stati gli Italiani con mancata esibizione di foto e filmati e cancellazione della registrazione della scatola nera della Enrica Lexie. O bananas smettetela di farvi gli orgasmi o di pisciarvi addosso dall'emozione come i cagnolini alla vista del padrone quando vedete una divisa: chi porta una divisa può sbagliare e da noi purtroppo anche smarronare di brutto facendoci credere di essere stato anche eroe: la storia ce lo ricorda (da Caporetto a Nasiryya).

onurb

Mar, 11/12/2012 - 16:02

randel. Non mi piace mai offendere una persona, ma quando uno l'offesa se la tira...Vede, anche una testa di cazzo capisce che prima di dare dell'assassino a qualcuno occorre attendere la sentenza del giudice. Lei, invece, non raggiunge nemmeno quel livello.

killkoms

Mar, 11/12/2012 - 16:13

@pontalto,ma ste banane sempre in bocca?

mila

Mar, 11/12/2012 - 16:49

Pero', data la nostra situazione economica, non possiamo rinunciare alle vendite di Finmeccanica all'India (come si puo' leggere nell'altro articolo). Se ci tengono al bene dell'Italia, i due maro' possono accettare questo sacrificio, tanto piu' che sono prigionieri, ma non verranno certo ammazzati.

Giovanmario

Mar, 11/12/2012 - 16:55

Raoul Pontalti.. ma almeno lo sa cos'è l'egida? però mi risponda senza consultare il suo amico wiki..

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 11/12/2012 - 16:55

#Raoul Pontalti. Al momento della minzione Tu vieni sempre colto dall'impulso anancastico di salire su di un campanile (possibilmente alto) per espletarla.

giovannibid

Mar, 11/12/2012 - 17:02

la colpa è di quei VIGLIACCHI che ci SGOVERNANO

Raoul Pontalti

Mar, 11/12/2012 - 17:59

Non dal campanile o confratello mio Menabellenius ma dal minareto come si conviene a chi goliardicamente in partibus infidelium si appella Nabir al Bar (al Akbar). Per Giovanmario non ho bisogno dell' enciclopedia delle servette per rimembrare la capra (il significato etimologico di egida) avendo nell'altro secolo indegnamente frequentato il ginnasio, ma Ti faccio sommessamente rilevare che solo un'egida autenticamente caprina possono fornire istituzioni come ONU e UE che Ti ricordo quest'ultima in particolare non avere ancora competenza sulle forze armate dei paesi europei e ciò può anche essere ritenuta una cosa caprina appunto, da canto del capro anzi, ossia una tragedia.

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 12/12/2012 - 19:18

Di là delle ovvie considerazioni sull'incapacità del Governo italiano a farsi rispettare in campo internazionale su due suoi soldati e della supponenza indiana a esplicare diritti contro un'altra nazione, che non gli competono, e della triste odissea di due valorosi nostri compatrioti e soldati, c'è da chiedersi cosa pensa di fare lo Stato italiano per ripagare queste due vittime della sua incapacità e vergogna per un anno di prigionia assurda che hanno subito? Gli darà la normale indennità operativa assieme alla solita patacca senza valore reale o li risarcirà per la ingiusta detenzione che hanno subito? Da noi il risarcimento per ingiusta detenzione si aggira su diversi milioni, cosa che ampiamente meritano di avere a minimo risarcimento di un anno perso, nel subire l'incapacità del loro stesso Governo che li ha mandati in quei luoghi. Dovesse prolungarsi ulteriormente la loro detenzione, allora l'unica cosa che i nostri governanti potrebbero fare e fare harakiri davanti a loro e a tutti gli italiani.

Nadia Vouch

Mer, 12/12/2012 - 21:29

Il discorso di non fare e non dire per "non irritare gli indiani" non sta in piedi. Perché dovrebbero irritarsi? Se sono così sicuri di qualche responsabilità da parte dei due marò, dovrebbero anzi avere fretta di giungere ad un regolare processo. Altrimenti, viene da pensare che i due marò siano comodi ostaggi nelle loro mani per poter avnzare le più disparate richieste verso il governo italiano. Se così fosse, questo è comportamento oltraggioso verso uno stato sovrano quale è l'Italia, ed è pure comportamento sanzionabile a livello internazionale sul piano dei diritti umani. I due marò andrebbero immediatamente fatti rimpatriare.

previlege

Mer, 17/12/2014 - 07:44

in Italia abbiamo un governo di veri pagliacci ecco L'Italia di oggi, due militari che facevano il loro dovere e il governo se ne frega , il MITOMANE di Renzi senza orgoglio parla dei Talibani ma non parla mai dei Marro , lo manderei in prigione in India per un po di tempo