"Indignarsi" in Spagna costerà caro

Multe salatissime a chi manifesterà senza autorizzazione, traviserà il volto o brucerà bandiere

In Spagna l'hanno ribattezzata «legge anti-indignados». A oltre una settimana dalla sua prima versione, la nuova ley de seguridad, che rivede in modo incisivo le norme in materia di sicurezza pubblica, continua a scatenare polemiche.

L'opposizione, la magistratura e parte dell'opinione pubblica la ritengono decisamente troppo dura, mentre alcune associazioni di commercianti e cittadini ne auspicano l'entrata in vigore in breve tempo, invocando esigenze superiori di protezione e tranquillità. Quello che è certo è che il progetto di legge del ministro dell'Interno Jorge Fernández prevede regole più restrittive di quelle, ad esempio, in vigore qui da noi, persino ora che molte misure sono state riscritte e addolcite nel passaggio di mercoledì scorso in commissione del Segretario di Stato.

La norma su cui molti hanno puntato il dito sanziona fino a 30mila euro (nella prima stesura fino a 600mila) chi partecipa a manifestazioni o riunioni non autorizzate: il movimento degli indignados, in ipotesi, non sarebbe stato possibile, se non a caro prezzo a carico dei partecipanti. Se la manifestazione avviene nei pressi di luoghi istituzionali - Congresso, Senato, sedi parlamentari delle comunità autonome - dev'essere comunicata in anticipo, mentre se nelle vicinanze ci sono infrastrutture critiche quali aeroporti o centrali nucleari (che in Spagna esistono, eccome) la sanzione sale fino a 600mila euro. Stessa, salatissima pena pecuniaria è applicata a chi viene beccato mentre punta laser o luci fastidiose contro piloti o conducenti di autobus e treni. Anche i simboli sono tutelati: vietato quindi bruciare la bandiera del Paese, delle comunità o dei municipi. Altissima l'attenzione verso i comportamenti durante le manifestazioni: chi, nascosto dietro maschere o passamontagna che coprono il volto, disturba l'ordine pubblico, pagherà fino a 30mila euro. Idem per chi danneggia l'arredo urbano - cassonetti incendiati, segnali stradali divelti, vetrine di negozi e banche spaccate - o per chi minaccia o insulta i poliziotti.

Norme che, se fossero in vigore in Italia, alleggerirebbero di molto il conto in banca di alcuni partecipanti a certe manifestazioni: ricordate il provocatorio «bacio» di una dimostrante No Tav, che, come ha dichiarato la protagonista, «non era un messaggio di pace, al contrario volevo ridicolizzare i poliziotti»? Pagherà fino a 30mila euro chi si oppone all'esecuzione degli sfratti, anche se non è il diretto interessato e anche se lo fa in modo non-violento: episodi che in Spagna, con la crisi, sono divenuti molto frequenti, ma che si verificano anche in alcune città italiane. A Milano, ad esempio, alcuni centri sociali sono molto attivi nella difesa degli inquilini, pure quelli abusivi. Cancellata, invece, la norma che proibiva di fare video e scattare fotografie agli agenti di polizia nell'esercizio delle loro funzioni. Restano «infrazioni gravi» (e scattano in automatico, senza che si vada davanti a un giudice, ma a questi il multato potrà fare ricorso) il rifiuto di identificarsi, la mancata collaborazione nell'accertamento di un delitto.

Fa molto discutere anche la previsione di un «registro delle infrazioni», uno schedario di chi commette azioni contro la sicurezza dei cittadini, con nomi e cognomi degli autori e data e luogo del fatto. Non è ancora chiaro chi controllerebbe il registro e chi vi avrebbe accesso. Pugno duro anche contro prostituzione e droghe. Le lucciole - assieme ai clienti - saranno punite quando l'adescamento avviene in parchi, nei pressi di scuole o agli angoli delle strade. E siccome le case chiuse in Spagna non sono ammesse, c'è da chiedersi come farà chi esercita il mestiere più antico del mondo, se i controlli davvero ci saranno. Sanzione da 30mila euro anche per chi coltiva o consuma in pubblico sostanze stupefacenti, per chi giustifica il terrorismo, la xenofobia e la violenza sulle donne. E persino per chi disturba la quiete pubblica mentre fa il botellòn: ma a credere che per sradicare la tradizione di riunirsi per la strada con bottiglie di vino da bere in compagnia basti una legge, sono davvero in pochi.

twitter @giulianadevivo

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 01/12/2013 - 08:50

ecco. il potere comunista ha già preso piede.... in spagna il divieto sta diventando pesante. qui cosa succederà? la stessa cosa! grazie alla sinistra!

swiller

Dom, 01/12/2013 - 09:11

Olè è ritornato Franco.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 01/12/2013 - 09:24

Il nazicomunismo finanaziario banchiere dell europa svela il suo vero volto.

carpa1

Dom, 01/12/2013 - 09:33

Le sanzioni più sono dure meglio è, purchè vengano applicate. Quanto alle lamentele sulla durezza, che sanzioni sarebbero se come ormai succede in tutti i casi recano al reo un danno inferiore a quello procurato al prossimo? C'è poi un provvedimento che mi vede particolarmente d'accordo, vale dire l'istituzione di un registro dei rei e delle infrazioni commesse. Perchè qualcosa di simile esiste per patenti (patente a punti) e non dovrebbe esistere per atti violenti di ordine pubblico? Sono questi forse meno gravi? Io sono contro europa ed euro, ma se proprio li dobbiamo sopportare e subire, almeno che l'europa si muova e subito prendendo dei provvedimenti drastici contro la violenza gratuita di idioti che, fra l'altro, si spostano liberamente da un paese all'altro per mettere a ferro e fuoco le città con grave danno economico, fisico e morale per i cittadini onesti.

Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 01/12/2013 - 10:02

Se quelle "restrizioni" andassero in vigore nel "belpaese", non le chiamerebbero "leggi fasciste"? E sì eh! -- Ma la differenza alla fine, è solo nominale, qui da noi "sequestrando" striscioni sequestrano di fatto la Libertà di Pensiero che è ancor più grave. --- Chi, in ogni caso, nelle manifestazioni non si fa "riconoscere", è semplicemente un bandito e come tale va trattato: L'uno vale l'altro, fasci-nazi-komunisti, stessa feccia.

plaunad

Dom, 01/12/2013 - 10:16

MOLTO BEN FATTO. IMITARLI SUBITO

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 01/12/2013 - 10:22

godetevi l' UE !!!!!!!!!!!

levy

Dom, 01/12/2013 - 10:22

30.000 euro di multa per manifestazioni senza autorizzazione, ma l'autorizzazione non te la danno. Il fascismo è tornato in europa.

levy

Dom, 01/12/2013 - 10:25

La gente debe avere il diritto di parlare e protestare contro l'ingiustizia.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 01/12/2013 - 10:29

Hitler aveva previsto che dopo il 1945 l' Europa sarebbe diventata schiava del potere finanziario. Devo dargli atto, aveva maledettamente ragione.

alfa553

Dom, 01/12/2013 - 10:44

Io vivo qui e vi assicuro che i provvedimenti in questione sono sacrosanti.Il sign Rajoy è una persona saggia e chiara e sa bene che per uscire dalle beghe tedesche si deve lavorare e non manifestare ( senza permessi e senza maschere e senza bastoni in mano e senza cariche alla polizia) quindi chiarito che non cambia nulla se non indirizzare la gente a manifestazioni civili,gli spagnoli lasciano l'inciviltà agli italiani,che di cil non sanno nulla, tipo mortimermouse che parla di governo comunista che così non è.Voglio ricordare che il signor Rajoy guadagna 7000 euro al mese lorde come primo ministro e che per legge non puo ne lavorare ne percepire altri stipendi da altre fonti.Credete popolo, dalla spagna c'è solo da imparare almeno ad essere civili,altro che Franco, voi di Franco non sapete un accidente se non quello che vi raccontava Napolitano e Pannella.Studiate ragazzi,studiate. e non censuriamo ok?

Ritratto di flordluna

flordluna

Dom, 01/12/2013 - 10:59

Salve a tutti! nel mentre ci avvolgono nel caos e ci distraggono con: tasse, equitalia, imu e contro imu, accise non accise energia, non energia, renzi civati cuperlo, etc... ci stanno togliendo senza tanta delicatezza ogni liberta' e dignita'.... ci vogliono togliere Natale e Pasqua, ci vogliono levare i soldi ed in futuro la casa, ci vogliono fare sparire dall'Italia e, prendendola un po' alla larga, arriva la notizia di questa legge in spagna, presentata come a tutela del popolo contro i violenti, in silenzio verra' applicata in ogni paese area fogna ue ed a chiunque manifestera' contro IL REGIME e che fara' manifestazioni al di fuori di quelli ORDINATI TRAMITE SINDACATI e quindi politicamente corretti.... saremo schedati e marchiati in tutti i modi..da ribelli a razzisti....ma porca miseria quando ci renderemo conto di cio' che sta accadendo???

occhiotv

Dom, 01/12/2013 - 11:01

Quando avverrà questo in Italia? Siamo veramente stufi di vedere questi banditi incappucciati nei cortei.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Dom, 01/12/2013 - 11:23

Quoto @stenos

Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 01/12/2013 - 11:35

alfa553 10.44 --- Dare sempre " a Cesare quel che è di Cesare..." -- Ben detto: L'Italia è ormai solo il paesino dei pulcinella e delle "cinte senesi". -- Tanto di cappello, alfa 553.

plaunad

Dom, 01/12/2013 - 11:38

alfa553 Conosco la Spagna da oltre 40 anni e posso dirle che Lei ha perfettamente ragione. Anche qui "sarebbe" proibito manifestare senza permesso, andarci mascherati e con armi improprie, ma si sa quelli se ne fregano tanto nessuno gli dice niente e se qualche teppista viene anche solo sfiorato apriti cielo. Lo Stato di Diritto in Italia non esiste. E, per favore, non osate parlare di democrazia visto che non sapete neppure cosa sia.

plaunad

Dom, 01/12/2013 - 11:42

x levy: "...ma l'autorizzazione non te la danno" BALLE !!!!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 01/12/2013 - 11:53

All'infuori che in Italia, far casino costa caro. Anzi, carissimo. Spero proprio che i delinquenti della tifoseria laziale marciscano in galera a Varsavia.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 01/12/2013 - 11:57

Questo non è un problema ne per i centri sociali ne per i notav perché a questi si fa a gara per concedere le autorizzazioni a delinquere.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Dom, 01/12/2013 - 13:10

Il Governo Rajoy, composto, notoriamente, dai peggiori Comunisti, stravolge ogni regola Democratica, accorriamo in soccorso ai Camerati Spagnoli...

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 01/12/2013 - 15:38

il Nuovo Ordine inizia la sua conquista poveretti voi vi aspettano 30 anni di fame, schiavitù e povertaà

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 01/12/2013 - 16:16

@mortimermouse,il "potere comunista",è quello dei "centri sociali",degli "incappucciati vari",dei NO TAV,di tutti quelli,che per motivi "particolari"(fans del calcio inclusi),nelle piazze(e non solo),usano,hanno sempre usato il "casino",per condizionare,quelle poche "riforme" che si sarebbe potuto fare,con costi di ordine pubblico esagerati.Nessuno di questi,ha mai protestato,in modo "tranquillo",ma efficace,per PROBLEMI DI CARATTERE GENERALE,ben più validi,raccogliendo così il consenso della maggior parte della popolazione,su temi "intonati" con il senso comune,con le aspettative dei più.E' inammissibile,che una minoranza di invasati,ben pilotati,commetta tanti danni(che pagano in pratica gli "altri"),ed influenzi scelte,non proporzionali al suo numero.

bobo1943

Dom, 01/12/2013 - 17:22

cosi dovrebbe essere anche da noi per chi manifesta coprendosi il volto, arrestarli SUBITO

Ritratto di robert1978

robert1978

Dom, 01/12/2013 - 17:52

ma perchè in italia non hanno fatto un decreto contro i NO TAV.