L'Armageddon si avvicina: ecco quando finirà il mondo

Allarmante studio della Nasa. Tra meno di mezzo secolo il mondo potrebbe già collassare

Arriva dall'America un allarmante studio finanziato dalla Goddard Space Flight Center della Nasa. Secondo la National Socio-Environmental Synthesis Center, qualora le risorse e lo sfruttamento non fossero regolarizzati, la fine del mondo potrebbe arrivare in un lasso di tempo brevissimo: appena vent'anni. Le cause sarebbero da ricercare nello sfruttamento del territorio e nel sempre maggiore divario che divide ricchi e poveri.

Col ciclico boom dell'industrializzazione, l'uomo ha consumato sempre più risorse senza curarsi della quantità di materia a disposizione. Secondo Safa Motesharrei, membra del SESYNC, se non sarà regolarizzato l'uso delle risorse, entro breve tempo il sistema crollerebbe: dall'economia alle infrastrutture, dagli stati ai regni, tutto scomparirebbe. E la popolazione umana verrebbe spaccata in due: da una parte la gente comune (povera) dall'altra i ricchi. La ricerca è basata su un modello chiamato Handy (Human And Nature DYnamical) che, attraverso equazioni matematiche e storiche, delinea una mappa delle cause di deflagrazione dei maggiori imperi nella storia dell'uomo. "La caduta dell’impero romano - si legge nel sito - e dell’altrettanto (se non più) avanzato imperi Han, Maurya e Gupta, così come tanti imperi mesopotamici progrediti, sono tutte testimonianze del fatto che andando avanti le civiltà sofisticate, complesse e creative, possono essere sia fragili che non permanenti". Guardando al passato, i ricercatori hanno trovato cinque fattori comuni che porteranno alla fine del mondo: popolazione, clima, acqua, agricoltura ed energia. Mescolando insieme i fattori, Motesharrei è riuscita a individuare due cause fondamentali. La prima, la riduzione delle risorse a causa della pressione sulla capacità di carico ecologico, con conseguente crack di tutti i modelli di business conosciuti. La seconda lo stratificarsi delle classi.

In questo quadro critico, secondo la ricercatrice, gli scenari possibili sono due. Nel primo, i ricchi continueranno a espandersi e sfruttare condannando, nel giro di mille anni, il resto del mondo a morire di stenti. La fine quindi non arriverà per colpa della natura, ma per la perdita di lavoro e di speranza. Nel secondo caso è previsto un declino più graduale in cui anche i ricchi sarebbero destinati a capitolare: né soldi né risorse potrebbero più salvarli. Nonostante il loro potere, i ricchi cadrebbero in cinquecento anni, se non meno.

"Il collasso può essere evitato e la popolazione può raggiungere l’equilibrio se il tasso pro capite di esaurimento della natura viene ridotto ad un livello sostenibile e se le risorse vengono distribuite in modo abbastanza equo", conclude la Motesharrei avvertendo però che, ancora per poco, la popolazione mondiale potrebbe salvarsi con una inversione di marcia. Secondo gli scienziati, un controllo sulla natalità, una maggiore distribuzione delle risorse e delle ricchezze, un marcato interesse nei confronti del pianeta e una regolarizzazione dello spreco dell'acqua potrebbero portare ad una soluzione. "Il modello Handy - suggerisce Motesharrei - offre una più che credibile "svegliata" agli Stati, alle corporazioni e al business, ma anche ai consumatori, per capire che il modello di "Business as usual" non può più essere sostenuto".

Commenti

gigi0000

Ven, 21/03/2014 - 17:47

Mi pare la scoperta dell'acqua calda, che si ripete ad intervalli sempre più brevi. L'allarmismo è inutile, ma la storia invece davvero insegna con le nemesi cicliche, comuni ad ogni civiltà. Le soluzioni ci sono, ma non la volontà d'applicarle ed alla fine il castello di carte crollerà, per permettere il rinascere d'un nuovo periodo storico. Fan sorridere le varie profezie in tal senso, ma sono facili previsioni di ciò che a cicli alterni si va ripetendo dall'inizio del mondo.

Cinghiale

Ven, 21/03/2014 - 17:52

Controllo sulla natalità? Andate a dirlo in India e nei paesi africani, sono loro che figliano come ricci. Allora la secessione del Veneto è inutile?

redy_t

Ven, 21/03/2014 - 17:55

Chissà se tra queste Cassandre c'è anche qualcuno di quelli che dicevano che il petrolio si sarebbe esaurito 4 anni fa. Mentre le nuove previsioni parlano di almeno altri 80 anni.Oppure di quelli che teorizzavano sul fatto che saremmo stati tutti abbrustoliti a causa del buco dell'ozono (buco che si sta chiudendo .....). O dell'innalzamento imminente degli oceani causa scioglimento Polo Sud. E potrei continuare col catastrofismo.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 21/03/2014 - 17:58

E ci se ne frega! Ho già 74 anni.

abocca55

Ven, 21/03/2014 - 18:19

Si cerca sempre di mantenere l'opinione pubblica in trepidante paura, e questo per distogliere l'attenzione da ciò che veramente sta collassando, il potere corrotto. Non succederà nulla, le previsioni future sono rosee, il Mondo cambierà in meglio!!!!

Ritratto di navigatore

navigatore

Ven, 21/03/2014 - 18:46

Finalmente uma BUONA NOTIZIA, speriamo che si cominci a pensare ai futuro non a lungo termine ma a breve, ho 72 anni e la cosa non pi preocupa personalmente , mi dispiace per quelli che vengono dopo, e´madre natura che decide..requiescant in pace

maurizio50

Ven, 21/03/2014 - 18:53

Niente di nuovo sotto il sole!Pensiamo piuttosto all'invasione africana! Quelli non arrivano tra cinquant'anni, ma domani mattina!

syntronik

Ven, 21/03/2014 - 19:06

anche per mè, chi se ne frega, sono oramai vecchio. Ogni tanto saltano fuori i soliti catastrofisti, è più facile che gli italiani vadano a vivere in africa, visto che vengono tutti qui, a causa della stupidità e ignoranza dei buonisti sinistri, arriverà il momento, che si estingueranno da soli, ma comunque fa parte della natura, che il più ignorante e stupido si estingua.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 21/03/2014 - 19:09

non annuncerebbe mai una cosa così la NASA per non allarmare la popolazione, capisco che dobbiate scrivere notizie ma queste,,,,Cinghiale ci pensano gli indiani e gli africani a rimpiazzare la popolazione carente in Italia.Ne hai 74 ma spesi male credimi.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 21/03/2014 - 19:09

non annuncerebbe mai una cosa così la NASA per non allarmare la popolazione, capisco che dobbiate scrivere notizie ma queste,,,,Cinghiale ci pensano gli indiani e gli africani a rimpiazzare la popolazione carente in Italia.Ne hai 74 ma spesi male credimi.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 21/03/2014 - 19:17

Quando ci saranno miliardi di poveri alla fame e pochi ricchi, questi sono tutti morti.

nino47

Ven, 21/03/2014 - 19:28

Accidenti! E adesso chi glielo dice a Putin che ha smosso tutto sto polverone per solo mezzo secolo???

pietrom

Ven, 21/03/2014 - 19:53

Soluzione al problema energia: nucleare. Soluzione al problema inquinamento/effetto serra: nucleare. Soluzione al problema acqua: nucleare (desalinizzazione). Soluzione al problema della disponibilita' di cibo: OGM. In caso contrario la catastrofe e' garantita. E si tenga presente che non si puo' guardare al passato, in quanto le condizioni che abbiamo oggi sono uniche. Mai ci sono stati 6 miliardi di persone. E riguardo la formazione di due classi sociali, ricchi/poveri, ho forti dubbi. Ci sarebbero rivoluzioni che rimescolerebbero velocemente le carte. Potrebbe scorrere molto sangue. La popolazione si potrebbe ridurre di 4 miliardi in pochi anni, per mancanza di cibo e malattie. La nostra unica speranza sta in una fonte di energia abbondante, economica e che non produca CO2. Solo il nucleare ha queste caratteristiche.

manente

Ven, 21/03/2014 - 20:25

Peccato che questo "studio" sorvoli su di un punto fondamentale: L'attuale modello di sfruttamento globalizzato delle risorse, è stato inventato a proprio beneficio da quello 0,1 uno per cento che detiene circa il 98% della ricchezza globale. Questo 0,1% sono i padroni della finanza speculativa globale, gli stessi che portano avanti il progetto del NWO, i quali, con questi pseudo-studi, mirano a fare "interiorizzare" al grande pubblico il concetto secondo cui, affinché i "super-ricchi" possano continuare a "sopravvivere" ed a sperperare risorse, i "poveri" fra i quali stanno attivamente lavorando per inserire sia l'attuale "ceto medio" che quello "medio-alto", devono morire ! E' questa la ragione per la quale il dominio della finanza para-massonica, cosmopolita ed apolide, va assolutamente distrutto.

eras

Ven, 21/03/2014 - 20:45

E' facile ridere delle profezie: guardate che bufale sparano gli esperti !!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Ven, 21/03/2014 - 21:31

@redy_t quanto al "buco dell'ozono", guarda caso la storia è partita in concomitanza con lo scadere del brevetto della dupont sui CFC......sai quanto costava produrre CFC? HA HA HAA! Adesso teniamoci i frigoriferi a butano!

killkoms

Ven, 21/03/2014 - 22:27

ditelo ad africa,cina ed india che hanno quintuplicato le loro popolazioni!

Roberto Casnati

Ven, 21/03/2014 - 23:25

Lo studio, condotto evidentemente da stupidi burocrati, non tiene assolutamente conto della natura e del fattore umano, non tiene conto della natura che sempre riequilibra le situazioni critiche violentemente, non tiene conto del fattore umano che, prima di arrivare alla fame, ammazza tutti i ricchi nell'illusione di "fare giustizia" creando, invece dei nuovi ricchi che, a loro volta, saranno eliminati dai nuovi poveri e così via in una giostra senza fine.

Raoul Pontalti

Ven, 21/03/2014 - 23:26

Concetti vecchi (ancorché alcuni scontati e condivisibili) ammanniti in forma di minestrone immangiabile (un po' come quelli di nonna Fiamma nonché Nirenstein). La parte sociologica è semplicemente inguardabile e inficia la parte naturalistica presentata peraltro in modo balbettante.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 22/03/2014 - 02:08

La propaganda del mussulmano e' varia e sterile. Chi dovrebbe credere a queste stronzate , sono solo i vaccari amaericani.

Ritratto di uomochiunque

uomochiunque

Sab, 22/03/2014 - 08:57

Questo cocktail di marxismo e pseudo scienza con puzza degli anni cinquanta, vuole nascondere che i problemi di oggi sono dovuti a una crisi morale aggravata tantissimo a partire di 1968.

buri

Sab, 22/03/2014 - 09:51

Non credo che ci vol esse uno studio scientifico per suonare il campanello d'allarme, la deforestazione, la cementificazione, il conseguente disseseto del territorio, il numeri delle specie animali a rischio di estinzione in continuo aumento e la voracità delle multinazionali, tutti indici della stupidità umana, portano inevitabilmente alla catastrofe

michele lascaro

Sab, 22/03/2014 - 11:55

Il collasso, ammesso che ci sia, riguarderebbe solo l'aspetto economico, ma esiste già ora, con il grande divario tra ricchi (pochissimi) e poveri (una moltitudine).

migrante

Sab, 22/03/2014 - 13:13

egregio marforio, e` propaganda del "musulmano" per il modo in cui viene presentata, ma dietro ad essa stanno verita` "molto vere"...non occorre certo la NASA per pensare all'effetto Rapa Nui di un Mondo globalizzato agli standard "anglosassoni"...in Cina, India, e nel continente Africano circolerebbero 1,5 Miliardi di autoveicoli !!!...questo tanto per dirne una...ecco che allora certi "discorsetti' che gia` si facevano negli anni'70 iniziano a mostrare la loro "sinistra" veridicita`, se a questi aggiunge che il fondatore di quelle "congreghe" che ci comandano a bacchetta tanto da imporci 6 PdC e un PdR negli utlimi venti anni, e` quel Rockfeller del "1 Mld" come "quota sostenibile"...beh..alla luce degli ultimi sviluppi geopolitici io inizierei a preoccuparmi !!!

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 23/03/2014 - 08:47

Questa teoria, che già Motradamus ha inoltrato a suo tempo, fa capire che anche la casta Italiana si stà dando da fare. Tutte le TASSE ghe hanno emanato negli ultimi anni, danno a pensare che sotto sotto qualcosa di vero c`è. La sola nota negativa, è che : LA CASTA, SENZA SCHIAVI,NON SÀ LAVARSI NEMMENO IL VISO, PERCHÈ È UNA MANICA DI INCAPACI. Secondariamente, la popolazione è l`unica che riuscirà a sopravvivere perchè prima o poi, la casta dovrà abbassare la cresta di arroganza, tirar su le maniche e mettersi a lavorare, ( CIÒ CHE NON HÀ MAI FATTO ), per poi ricominciare a corrompere la popolazione con le sue chiacchere e le sue promesse MAFIOSE. Il VENETO,hà cominciato a ribellarsi da quei CIARLATTANI DI ROMA e prima che arrivi la fine, ci saranno altre Regioni, che seguiranno questi moti, uno può essere soppresso, ma l`unità. fa la forza, "NON IL KOMUNISMO" !!!

Luigi Farinelli

Ven, 18/04/2014 - 10:36

Siamo alle solite: ecologismo ideologico basato su dati inventati che innesca la spinta all'aborto per ridurre le nascite. Sono i ricchi "filantropi" alla Rockefeller che hanno inventato l'allarmismo ecologico permanente (le cui truffe sono ormai state chiaramente individuate) per conseguire scopi mercantilisti ad esclusivo uso delle caste "illuminate" (in questo il rapporto citato ha ragione). Per il resto, solo il buonsenso, un po' di saggezza e meno rapacità mercantilista sarebbero sufficienti per raggiungere in breve tempo un sufficiente equilibrio, senza propagandare stermini di massa nei ventri materni, ipotesi "Gaia" panteiste seminate con scopi ben precisi e l'assoggettamento del "popolo bue" ad opera dei soliti "illuminati" col complesso di Prometeo, che sono la vera disgrazia e che stanno facendo uscire da ogni riferimento naturale e razionale l'umanità per seguire le ideologie più demenziali e dar credito alle truffe mediatiche più sconcertanti al solo scopo di raggiungere i loro loschi ed egoistici fini. Basterebbe cominciare a stanare questi criminali dell'umanità (anche i nomi e ciò che hanno creato sono conosciuti) e processarli in una nuova Norimberga portando a conoscenza dei cittadini del pianeta i loro orrendi crimini. Continuando usare la ragione e non più l'ideologia.

eras

Dom, 29/06/2014 - 15:31

Queste non sono previsioni ma profezie. Basta sparate grazie. E non pubblicate le balle sul viaggio su Marte che sonno solo annunci.

eras

Dom, 29/06/2014 - 15:31

Queste non sono previsioni ma profezie. Basta sparate grazie. E non pubblicate le balle sul viaggio su Marte che sono solo annunci.