"L'islam recluta i nostri figli e l'Europa resta a guardare"

Dimitri Bontinck, il padre belga che cerca il suo ragazzo in Siria : "Il mio Jojoen come Giuliano. Attirato in una moschea e irretito da fanatici. Che agiscono ancora impuniti"

«Mi sento assai vicino ai genitori di Giuliano la sua storia ricorda quella di Jjoen. Mio figlio ci è finito dentro a causa dei fanatici islamici che l'hanno indottrinato e di un governo che non fa nulla per fermarli. I ragazzi catechizzati e spediti a morire in Siria sono centinaia. Nei due viaggi alla ricerca di Jojoen ho incontrato ragazzi di tutto il mondo. Ma i governi invece di bloccare chi li recluta e gli fa il lavaggio del cervello condannano le loro vittime. I nostri figli».

Dimitri Bontinck è un ex militare belga di 38 anni. Lo scorso maggio ha lasciato Anversa per cercar di ritrovare Jojoen, il figlio 18enne scomparso tra le nebbie del conflitto siriano. Una storia, quella di Jojoen assai simile a quella di Giuliano Delnevo, il convertito genovese morto a 24 anni combattendo contro i governativi siriani.
«Suo padre lo chiama un eroe, ma purtroppo suo figlio e il mio - spiega Dimitri in questa intervista a Il Giornale - sono solo degli illusi. Sono le vittime di chi sfrutta il loro entusiasmo giovanile».

Con Jojoen com'è andata?
«A 15 anni incontra una ragazza marocchina musulmana che gli passa qualche spinello e se lo porta in moschea. Sembrano le solite cose da ragazzini, ma in moschea Jojoen incontra un gruppo di fanatici. Da quel momento lo vediamo cambiare sotto i nostri occhi. Invece di studiare passa il tempo a pregare, smette di ascoltarci e dimentica tutta la sua educazione, il college cattolico, i viaggi in America, quelli in Italia e gli insegnamenti di sua madre, una nigeriana cristiana assai religiosa».

In Siria come ci arriva?
«Fregandomi. Mi racconta che vuole studiare l'islam e l'arabo in Egitto e io scemo gli mollo i soldi. A marzo sento di un ragazzo andato a combattere in Siria e mi si accende una lampadina. Allora cerco su internet tutte le foto di stranieri passati con i ribelli siriani fino a quando non lo trovo».

E allora?
«Parto ed entro per due volte in Siria. Ad aiutarmi c'è anche “Time4Life” un gruppo italiano che distribuisce medicine nelle zone dei ribelli. Con loro arrivo ad un passo da Jojoen, ma quando chiedo di vederlo quei fanatici mi bloccano, mi bastonano e mi puntano il kalashnikov alla testa accusandomi di essere una spia. Quando finalmente li convinco mi spiegano che non me lo faranno mai vedere perché l'emozione potrebbe farlo tornare indietro».

E lei?
«Sono andato su tutte le furie. Gli ho detto mostratemi il Corano e ditemi dove sta scritto che si può togliere un figlio ai genitori nel nome della jihad. Ma loro se ne sono fregati e mi hanno cacciato. Vogliono solo tenere questi ragazzini isolati per usarli come meglio conviene a loro».

Ha paura che Jojoen faccia la fine di Giuliano?
«Ovvio. Ieri è morto un altro ragazzo belga. È il quinto o il sesto in pochi mesi. Il padre un bianco, cattolico come me. Ora è distrutto. Suo figlio e morto e lui non sa neppure come e dove. In Siria ci sono almeno 300 ragazzi partiti dal Belgio. La gran parte sono musulmani e figli d'immigrati, ma i cristiani convertiti non sono pochi. Mi chiedo quanti ne debbano morire ancora è prima che i governi si decidano a fermare i fanatici radicali che li arruolano».

Secondo lei c'è una regia precisa?
«Certo. Usano le moschee per convertirli, reclutarli e mandarli a combattere. E una rete internazionale ben strutturata finanziata da Qatar e Arabia Saudita».

E come pensa di poterla fermare?
«Ho fondato un associazione con altre cinque famiglie cristiane e due islamiche. I musulmani ci stanno venendo dietro ascolti questa signora al mio fianco…».

...Il telefono passa di mano. Alla voce di Dimitri si sostituisce quella di Samira, una giovane donna che parla francese.
«Dimitri ha ragione… anche noi musulmani siamo vittime di questa follia. Mia figlia ha 19 anni ed è scomparsa da mesi. La polizia mi ha detto “Non possiamo fare nulla… sua figlia sta combattendo in Siria”».

Commenti

franco@Trier -DE

Ven, 21/06/2013 - 09:04

i musulmani fanno la loro guerra con i loro mezzi più efficaci che le portaerei e gli aerei.

mares57

Ven, 21/06/2013 - 09:29

Molto tempo fa Oriana Fallaci scrisse dell'Islam ma nessuno ascoltò. Non c'è sordo peggiore di chi non vuole sentire.

Ritratto di tethans

tethans

Ven, 21/06/2013 - 09:29

I mussulmani sono pagati a fare questa guerra e reclutate i giovani e una cospirazione di 5 stati .. Solo per soldi e controllo del petrolio

idleproc

Ven, 21/06/2013 - 09:38

Diciamo che la cosa non è ostacolata...

MMARTILA

Ven, 21/06/2013 - 09:57

I genitori devono capire che i loro figli sono dei deboli e gli estremisti ne approfittano. Per mio conto se ci rimettono la pelle non mi interessa affatto.

nino47

Ven, 21/06/2013 - 09:57

L'Islam diventa una brutta bestia soltanto quando ci tocca direttamente...altrimenti siamo tutti "tolleranti" ed accoglienti. Andatelo a raccontare a quei giudici che su richiesta tolgono il crocefisso dalle aule o a quelle maestre che non festeggiano il natale per non "imbarazzare" l'arabo! Da lì parte l'educazione al buonismo tollerante cretino ed alle conseguenze che tutti piangeremo. Oriana Fallaci lo disse e lo scrisse e avete detto di lei peste e corna...quelle stesse che ci coglieranno quando la mezzaluna sventolerà sui nostri tetti!!!E allora vedremo quali discorsi si inventerà la sinistra pidocchiosa senza nessuno cui dare la colpa delle sue dottrine sull'universalità demenziale!

michele lascaro

Ven, 21/06/2013 - 10:08

La Chiesa, come al solito, è muta di fronte a questi problemi. Ha perso la voce e non sa più che pesci prendere. Ma si accorge che "quelli" fanno proselitismo, cui Lei ha rinunciato? Ma veramente le mie nipotine corrono il rischio di indossare il burqa?

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 21/06/2013 - 10:35

Credo andrebbe girato un bel documentario su come vivono qui a Londra gli arabi del golfo, mentre si ubriacano nei migliori ristoranti di St.Johns Wood o quando arrivano in Limousine con 6-7 mogli a Selfridges a fare compere o ancora quando chiacchierano amabilmente con gli ebrei alle aste di immobili, magari a qualche "convertito" gli si riaprirebbe il cervello prima di andarsi a fare ammazzare in Siria.

buri

Ven, 21/06/2013 - 11:17

ci consegniamo all'Islam nel nome della democrazia, speriamo che ci sveglieremo in tempo perchè l'intrnto degli islamici è chiaro, a questo proposito vi racconterò un fatta realmente accaduto, mia mpglie fa parte del cel localo comitato femminile della CRI, ogni martedì distribuisce pacchi viveri agli extracomunitari bisognosi, non fanno differenza fra regolari e clandestini, i pacchi viveri sono standard, e a volta contengono salami o pancetta, cose non gradite ai musulmani per motivi religiosi e fin lì va bene, si leva dal pacco quello che non è gradito, ma alcuni pretendono che quello che non vogliono sia sostituita con altri generi, prelevati da altri pacchi, essendo questi standard non è possibili e quindi si deve rifiutare, quale è òa reazione, testuali parole "brutte puttane infedeli, quando comanderemo noi ve ne accorgerete" solo l'arrivo dei carabiniere chiamati d'urgenza li ha messi in fuga, da allora, ci sono sempre carabinieri o poliziotti nei paraggi duante la disytibuzione dei pacchi viveri.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 21/06/2013 - 11:21

Finchè si continua a far vivere la folle illusione del distinguo fra islamici moderati e islamici integralisti avremo i jihadisti in casa a far proselitismo. In tempo di guerra alcuni diritti individuali vengono soppressi per il bene della collettività. Un islamico va sospettato a prescindere esattamente cone hanno fatto gli americani coi loro cittadini giapponesi.

Epikuros

Ven, 21/06/2013 - 11:26

Il riferimento all'essere cattolici compare piú volte nell'intervista e questo é il problema: nessuna religione é meglio di un'altra, tutte ci chiedono di comportarci secondo le leggi di entitá soprannaturali inesistenti, il cui volere é interpretato da uomini, con i loro interessi e intenti.Togliamo la religione (qualsiasi religione) dall'educazione, in famiglia e a scuola, e insegniamo ai giovani a ridere (sí, ridere!) delle persone religiose. Educhiamoli alla scienza, seriamente, come stile di vita. A quel punto non ci sará nessun fanatico, nemmemo il piú subdolo e convincente, che potrá plagiarli.

niklaus

Ven, 21/06/2013 - 11:29

L'Islam e' una trappola dove inevitabilmente cadono i tipi dominati da violenza repressa. La Legione Straniera, i corpi mercenari in Africa sono altri esempi di simili trappole.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 21/06/2013 - 11:52

e quanti africani o asiatici, figli di culture diverse dalla nostra, abbiamo ingaggiato noi per le nostre sporche guerre? siete dei pavidi, ed il vostro credo vi fara' soccombere. la fallaci, penna inutile e persino dannosa, è gia' stata sepolta nella terra e nei ricordi.

honhil

Ven, 21/06/2013 - 11:54

Non solo l’Europa non fa niente, ma c’è di peggio: la storia di “Abu Omar, l’ imam radicale in sospetto di terrorismo”, docet. Ma non basta dire soltanto che la magistratura è strabica, questo è il risultato del clima conflittuale tra politica e toghe. E a farne le spese sono i giovani italiani, a cui peraltro sembrano mancare del tutto gli anticorpi del buonsenso.

a.zoin

Ven, 21/06/2013 - 12:01

Ciò che dice Epicorus 11.26 è pura verità,Dio fà l`uomo ROVINA. Tutto questo succede perchè negli insegnamenti delle scuole, c`è troppo poca DISCIPLINA. Non è vivendo nella (BAMBAGIA) che impariamo a risolvere i problemi e le insidie della vita.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 21/06/2013 - 12:04

L'indottrinamento è assicurato per i prossimi duecento anni. Siamo stati noi a fornirgli edifici e strumenti "didattici". E continuiamo a fornirglieli individuando luoghi delle nostre città da destinarsi alla costruzione delle future moschee.

lorenzo464

Ven, 21/06/2013 - 12:05

ma i figli vanno educati dai genitori o dall'europa??

@ollel63

Ven, 21/06/2013 - 12:53

Il maggior pericolo viene dall'europa(!). Ormai non c'è campo che non sia invaso da questa sciagura, anche quando gravemente tace.

Ritratto di Giuseppe da Basilea

Giuseppe da Basilea

Ven, 21/06/2013 - 13:38

Onore agli 800 Martiri di Otranto ( Questanno consacrati Santi da Papa Francesco )che nel`Agosto 1480,si sono fatti tagliare la testa, ma non hanno rinnegato la Fede Cristiana. No come questi Coglioni moderni che si fanno abbindonare dal`Islam.

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 21/06/2013 - 14:04

SE CI FOSSE ANCORA LUI........

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 21/06/2013 - 14:08

Insomma, per farla breve, i figli "cervelloni" in fuga da una parte, quegli altri, dall'altra. Quelli di mezzo, in balìa dei nuovi italiani. O tempora, o mores

Cinghiale

Ven, 21/06/2013 - 14:22

Pagare il biglietto per dirigersi nei luoghi del conflitto a tutti coloro che vogliono andare. Più casini li e meno qua.

Mercutio

Ven, 21/06/2013 - 14:24

Qualcuno ai piani alti capirà finalmente che le Moschee non sono solo luoghi di culto?

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Ven, 21/06/2013 - 14:32

Mi dispiace molto per questo papà belga, mentre non provo lo stesso per il padre di Delnevo. Le due storie sono a tempo stesso simili e distanti anni luce. Al Sig. Bontinck si può forse imputare un po' di "leggerezza" e troppa "permissività" iniziale, forse anche un po' di "ingenuità" ed "eccesso di fiducia" nel figlio, ma poi non si è tirato indietro! Ha rischiato la vita andandolo a cercare direttamente nella tana delle bestie integraliste e fanatiche islamiche (che, ovviamente, da tali si sono comportate nei suoi confronti). Quanta differenza tra l'indecenza della posizione di Delnevo (che considera il figlio un "eroe" e non ha detto una parola contro gli "arruolatori islamici") e le parole di Bontinck! Ma questi ragazzi non sono stati plagiati, irretiti, convertiti solamente dalle organizzazioni musulmane che prosperano in casa nostra; della loro debolezza mentale e della predisposizione ad essere "ipnotizzati" ne ha anche (grande) colpa la sozza e omicida politica degli equi-solidali-progressisti che da anni fanno il lavaggio del cervello in ogni comparto della nostra società (a partire dai banchi di scuola, grazie all'armata di insegnati "rossi" ai quali siamo obbligati ad affidare l'istruzione dei nostri figli) in nome di un'accoglienza senza regole e del sogno di una bellissima società "multietnica" dove l'unica "etnia" discriminata, vessata, violentata e sottomessa è la nostra... quella degli Italiani veri! "In Siria ci sono almeno 300 ragazzi partiti dal Belgio (quanti dall'Italia?). Bontinck dice "La GRAN PARTE sono MUSULMANI E F I G L I D' I M M I G R A T I, ma i cristiani convertiti non sono pochi".... C'è proprio di che diventare strenui sostenitori dello JUS SOLI, delle cittadinanze automatiche ai 18enni, dei permessi di soggiorno "regolarizzanti" e della distribuzione a pioggia dello status di "rifugiato politico"! Mi viene una domanda: e quando (perché è certo che succederà, forse anche molto prima di ciò che pensiamo) questi integralisti fanatici decideranno di far partire la "ribellione", la "primavera", la Jihad, direttamente in casa nostra cosa succederà? Ipotizzo che per quanti sono partiti alla volta di Siria, Afganisthan, Palestina, ecc... (cioè ogni altro posto dove l'integralismo islamico sta tentando di prendere il potere e imporre la legge coranica), ce ne sono almeno il triplo che sono ancora qua e, inoltre, quelli che sono "in trasferta" prima o poi torneranno indietro (ben addestrati e "vaccinati" per l'eliminazione fisica violenta degli "infedeli") e ci riserveranno lo stesso trattamento che i "ribelli siriani" hanno applicato a papà Bontinck (se saremo fortunati e ci metteremo "a cuccia" subito). Le incedenti, impresentabili, anti-italiane posizioni di elementi come Boldrini, Kyenge, Vendola, Pisapia e tutti i loro consimili "rossi", sono i prodromi di una invasione, di un genocidio, di una pulizia etnica e religiosa che non ci lascerà scampo, così come il macello fatto dalle stesse ideologie e posizioni imposteci dal dopoguerra ha quasi completamente distrutto la nostra società, la nostra economia, i nostri beni, le nostre aziende, la nostra democrazia azzerando il merito, la libera iniziativa, il controllo della politica e della spesa pubblica e dando potere illimitato a sindacati, istituzioni, magistratura, ecc... E noi, non siamo andati a votare! Abbiamo lasciato che praticamente ovunque si insediassero amministrazioni locali rosse col (quando va bene) il 30% degli aventi diritto... e via col carosello di centri di supporto agli immigrati, via nuove moschee e scuole coraniche, via con la mano ultraleggera nel giudicare i "poveri" immigrati (meglio se clandestini) che delinquono, via con case popolari-asili-scuole-ospedali per queste "preziose risorse", via con le "diarie di mantenimento", via, via, via.... VIA DALL'ITALIA!! Questa sarà l'unica opzione che (forse) ci lasceranno; potremo così assistere da lontano all'occupazione della nostra Nazione e all'avvento dell'Eurabia. Mi sento davvero male...

MEFEL68

Ven, 21/06/2013 - 14:55

Veramente non capisco. Se è già tanto difficile fare il credente cattolico, il calo di fedeli e delle vocazioni lo prova, come è possibile che certe persone, perlopiù ragazzi, vengano attratti da una religione che in fatto di mortificazione della vita è insuperabile. Una religione lontana da noi mille miglia e che fa dell'odio verso gli altri il proprio dogma. Magari, diversi di questi convertiti avranno anche sfilato con le bandiere arcobaleno all'insegna della pace.

elio2

Ven, 21/06/2013 - 14:58

Ecco la storia di un genitore che si era accorto che il figlio stava con brutte compagnie, ma non ha fatto niente, così adesso può colpevolizzare la società.

no b.

Ven, 21/06/2013 - 15:00

basterebbe vietare qualunque religione e il problema non esisterebbe

roseg

Ven, 21/06/2013 - 15:06

Ma dai dobbiamo essere ospitali e tolleranti sono le nostre risorse...attenti Carlo Martèllo è morto,a Poitiers chi ci manderemo,domanda inutile...

Cinghiale

Ven, 21/06/2013 - 15:08

@MEFEL68 Ven, 21/06/2013 - 14:55 - E' un'opinione personale, ma credo che la mancanza di dialogo genitori-figli sia la causa prima di questo genere di drammi.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 21/06/2013 - 15:12

Tra il fanatismo mussulmano e quello comunista si fonde un fanatismo a prova di bomba.Strano caso tutti questi volontari sono solo la parte piu estrema del comunismo mondiale.Gli altri si limitano a farli entrare in europa , favorendo e aprendo cosi le scuole per questi mocciosi malati di ideologismi vuoti ricevuti a loro volta dai nostri comunisti che confondono la natura col materialismo.Se fossero vissuti negli anni 70 questi carciofi, sarebbero stati tutti brigadisti rossi.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 21/06/2013 - 15:16

MEFEL68, eppure è facile capirlo. Islam = proletariato che si ribella. Semplice guerra sotto altra forma (non più politica ma dogmatico/religiosa) all'occidente oppressore e sfruttatore. Non per nulla i comunisti copulano con l'Islam integralista. E' la loro vendetta per la fine del paradiso sovietico.

tiptap

Ven, 21/06/2013 - 15:34

Governi colpevoli e "conniventi". Non è solo inettitudine, è proprio proterva e consapevole violenza derivante da interessi di potere e di "poteri inconfessabili". Ma è colpevole anche l'istruzione nostrana, infestata da un comunismo ormai non piú strisciante, ma arrogante, una scuola devastata da buonismo, debolezza, promozioni "obbligate", intoccabilità dei bulli, ecc., ma soprattutto dalla persecuzione della Chiesa Cattolica e dalla denigrazione delle nostre radici cristiane.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Ven, 21/06/2013 - 15:34

il vero porblema è che il vuoto morale che abbiamo creato riducendo tutto a consumo, piacere ecc a certi non basta (non di solo pane vive l'uomo e forse drammaticamnete non sono i peggiori tra noi.

luiss_sm

Ven, 21/06/2013 - 15:38

ilsaturato complimenti per il commento, non avrebbe potuto esprimersi meglio,condivido in toto. Soprattutto ha notato la "lieve" differenza tra il comportamento dei due genitori. I figli sono figli, ma quando sbagliano bidogna ammetterlo e non farli diventare eroi. E c'è anche un precedente, guarda caso sempre di nome Giuliano... che è diventato eroe e il padre o la madre non ricordo è andata in parlamento.

Giuse54

Ven, 21/06/2013 - 15:46

Non solo, come dice mares57 - commento delle 09:29 - Oriana Fallaci scrisse dell'Islam ma nessuno ascoltò. Ma fu pure sbeffeggiata e ridicolizzata. Consola il fatto che dai commenti che si leggono, non solo qui ma anche su testate decisamente sinistreggianti, il numero dei perplessi e decisamente avversi all'Islam sia in costante aumento. Buoni ultimi, tardi a capire, molti sindaci, propensi a rilasciare permessi per moschee con una facilità veramente sospetta. Spinti da non si sa bene cosa. Sono tardi a capire perché non sanno cosa significhi concedere suolo all'Islam e ciò, la loro faciloneria e ignoranza, nella loro veste di rappresentanti del popolo, è doppiamente colpevole.

mariolino50

Ven, 21/06/2013 - 15:46

pisistrato Un mio amico li ha trovati spesso sui voli per la Thailandia con scalo negli emirati, si levavano il tonacone prima di atterrare e poi whisky e donne a volontà, il corano se lo scordavano volentieri. Un giovane occidentale che si converte all'islam deve certamente avere grossi problemi mentali.

Gaby

Ven, 21/06/2013 - 16:12

Dobbiamo buttsrre fuori dai nostril paesi tutti, dico tutti , I mussulmani. Sono solo una lurida feccia.

maxaureli

Ven, 21/06/2013 - 16:36

@ ilsaturato - un'altro dei suoi commenti ECCELLENTI!!!

franco@Trier -DE

Ven, 21/06/2013 - 16:49

meglio 1000 musulmani che la Fallaci.Mercutio non fare di una erba un unico fascio prima di parlare pensa agli italiani che negli anni 30 andarono come emigranti in USA , mica tutti diventarono dei Al Capone o sbaglio?

chiara 2

Ven, 21/06/2013 - 16:52

Il Saturato: mi scusi la curiosità a cui è liberissimo (ovviamente) di dare risposta oppure no: Lei è un giornalista o scrittore? La Sua capacità sintattica ed espressiva lo farebbe immaginare...

Ilgenerale

Ven, 21/06/2013 - 17:08

Islam = cancro! Noi continuiamo a giocare ai progressisti politicamente corretti che intanto loro mettono radici a casa nostra fin quando un giorno ci svegliamo tutti in ginocchio su un tappeto a pregare le loro stronzate! Come ci sono finito qui? Fino a ieri ero davanti alla TV a guardare Friends e ora ululo alla luna "hallah e' grande!" .....leggete Oriana Fallaci

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 21/06/2013 - 17:10

@mariolino50 - ti credo, rincoglioniscono la plebe e la mandano a scannarsi con la prospettiva delle 40 vergini che li aspettano in paradiso (e se pure fosse, visto l'andazzo, Maometto si sarà pure ripassate da un pezzo) e intanto loro si danno ai piaceri terreni della carne... Allah è grande !!! (da non ripetere 3 volte di seguito o si diventa musulmani)

mila

Ven, 21/06/2013 - 17:12

@ MarioGalaverna -"Islam= proletariato che si ribella". Pero' i ribelli-terroristi in Siria e altri luoghi sono sostenuti dalle Monarchie assolute arabe e dal Dipartimento di Stato americano. Va bene che questi combattenti di origine europea sono un po' stupidi, ma non capisco come facciano a non capirlo.

Manuela1

Ven, 21/06/2013 - 17:29

Se mia figlia si mettese a fumare spinelli e mettere il burqa e a pregare tutto il giorno, a parte pensare che sono cose da ragazzini, mi preoccuperei un attimo di più. A 15 anni un figlio è ancora gestibile. Vero pure che a parlare da fuori si fa presto.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Ven, 21/06/2013 - 17:31

x chiara2. No gentile Chiara, non sono né l'uno né l'altro. Sono solo uno che ha letto molto (nel sempre poco tempo che ho avuto a disposizione), ha sempre avuto occhi e mente curiosi e affascinati dal mondo, che ha lavorato e lavora molto all'estero, che non è riuscito a finire l'università perché ho sempre voluto lavorare per non chiedere soldi a mio padre (e, onestamente, lavorare mi è sempre piaciuto molto più che studiare), ma mi sono impegnato fin da piccolo a tentare di esprimermi nel miglior modo a me possibile. Perché anche la più luminosa delle idee, l'ideale più alto, il ragionamento più brillante, non ha nessuna possibilità di essere recepito e correttamente valutato se non viene espresso e spiegato in modo esuriente, corretto e convinto. E' anche vero che discorsi impeccabili vengono spesso usati per sostenere assurdità e utopie, ma le garantisco che quello che esprimo nei miei commenti proviene da convincimenti onesti, razionali e ben sorretti da ciò che ho verificato (e talvolta pagato) in prima persona. E' ovvio che possano non essere condivisi da qualcuno, ma questo fa parte della vita. So anche che i miei commenti sono spesso lunghi, ma non accetto di commentare certi argomenti con sbrigative battute o slogan... Fortuna per voi che il più delle volte non trovo il tempo di commentare! :-) Ma di una cosa può essere sicura: in ogni cosa che scrivo e che faccio ci metto PASSIONE e dedizione, e quando parlo di ciò che accade alla mia amatissima, fragilissima, povera Italia e agli Italiani... cuore e mente mi scoppiano di impeto protettivo. Buona giornata a lei e a tutti gli altri commentatori (rossi esclusi naturalmente! ;-P )

ettore10

Ven, 21/06/2013 - 17:32

X Franco@Trier: Che ridicola analogia!! sarebbe come dire che non tutti gli americani diventano degli astronauti o qualcosa del genere. I criminali non hanno mai fatto guerra santa e non hanno centri d'accoglio. X Fernando55: Infatti molti musulmani sono stati reclutati durante la seconda guerra mondiale dai paesi occidentali per combattere. Per esempio, Il generale Alphonse Juin fu il capo dell'esercito Cef (Corpo d'espedizione francese) composto esclusivamente di berberi musulmani del Morocco, Algeria e Tunisia. Nel 1944 nella Ciociara (Lazio) sono stati impiegati per aiutare a sfondere la linea Gustav. Per compenso il generale gli regalò mano libera di fare quello che desideravano per 50 ore. Risultato; oltre 60.000 donne ciociare stuprati e tantissimi altri crimine. Speriamo che quelli italiani e altri occidentali che si fanno uccidere per la loro guerra avranno le vergine promesse

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 21/06/2013 - 17:32

franco@Trier -DE. Commento idiota. La mafia NON è una religione a qui sei obbligato ad aderire pena l'inferno. L'Isla sì.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 21/06/2013 - 17:44

Cara Mila, è il pensiero dei comunisti che definiscono l'Islam semplicemente una incrostazione religiosa mimetizzante della verità. La vendetta del terzo mondo contro l'occidente ladro e sfruttatore. Le monarchie assolute arabe sono l'essenza della loro società arcaica. Non per nulla si ritengono i discendenti diretti di Maometto. in Siria jihadisti sono li per combattere l'eresia degli Alawiti, vogliono abbattere un governo che si proclama laico, e mondare la sacra terra islamica dai cristiani e dalle altre sette eretiche. Obama sta operando per consegnare tutto il medioriente alla Fratellanza Islamica.

mariolino50

Ven, 21/06/2013 - 21:04

franco@Trier -DE Ma ti sei bevuti due ettolitri di birra, ho proprio riletto ora il primo libro di Oriana dopo il 2011,e pare una profezia, prova ad andarci nei paesi musulmani, come ho fatto che sono abbastanza sinistro, e poi cambi idea di corsa, oppure sei scemo come quelli che vanno a fare la guerra per loro.

lamiaterra

Ven, 21/06/2013 - 21:11

“ALCUNI ANNI FA UN MUSULMANO MOLTO IMPORTANTE DISSE: A noi non servono portaerei e carri armati, perché::----- Le Moschee ..sono le nostre caserme, ------ i Minareti ..le nostre baionette, ------ i Fedeli ..i nostri soldati.

nino47

Mer, 26/06/2013 - 09:56

Franco@trier-DE:...quel "DE" vuol dire forse DEMENTE? nessuno ci aveva fatto caso ma a giudicare dai suoi commenti alla luigipisio in molti abbiamo cominciato ad avere dei dubbi....