Santiago, deraglia alta velocità: 80 morti. A bordo forse un italiano

Il treno Madrid-Ferrol deraglia a Santiago di Compostela. Viaggiava a 190 km/h in curva. Il macchinista sotto custodia in ospedale. Sette giorni di lutto in Galizia

Delle 222 persone che si trovavano a bordo del treno che corre tra Madrid e Ferrol, 80 sono morte in un drammatico incidente avvenuto ieri sera a Santiago di Compostela (il luogo dello schianto). Altre 141 hanno riportato ferite, quando diversi vagoni, intorno alle 20.42, sono usciti dai binari, dopo una curva imboccata a velocità troppo sostenuta. Illesi entrambi i macchinisti.

Le cause dell'incidente, su cui è già stata aperta un'inchiesta, saranno stabilite in maniera certa soltanto dopo l'analisi della scatola nera. È però molto probabile che vada imputato alla velocità eccessiva a cui viaggiava il treno. Sotto indagine uno dei macchinisti, in stato di fermo all'ospedale. Appena dopo lo schianto - ha raccontato una coppia di sposi ai media spagnoli - resosi conto dell'accaduto ripeteva di voler morire, sconvolto dal disastro.

Questa mattina El Mundo titola "Alta velocità fatale", El Pais sostiene che il convoglio avesse affrontato la curva a 190 chilometri orari, come ammesso da uno dei macchinisti. Il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti ha detto che l'alta velocità resta la motivazione più probabile. Esclusa la possibilità di un attentato, emersa ieri in serata.

Sul treno diretto verso la costa atlantica - secondo quanto scrive El Mundo - viaggiava un gruppo di passeggeri italiani. La Farnesina ha smentito la notizia. Manca la conferma della presenza a bordo un di un italiano, orginario della Sicilia ma residente all'estero. La lista dei viaggiatori vittime dello schianto, che doveva essere consegnata alle dieci di questa sera, non è stata ancora resa nota. Mancherebbero alcuni nomi.

L'incidente ferroviario, avvenuto alla vigilia della festa di San Giacomo, patrono della Galizia, è tra i più gravi mai avvenuti nel Paese. Nel 1972, 77 persone morirono per il deragliamento del Cadice-Siviglia. Nel 1944, una collisione - ancora in Galizia - causò centinaia di morti. La Giunta galiziana ha proclamato sette giorni di lutto. Tre giorni il cordoglio nazionale.

Mappa

Commenti

steali

Gio, 25/07/2013 - 08:56

Che tragedia..... Si è aumentata la velocità e contestualmente si è ridotto il personale, specialmente macchinisti, sui treni. Prima c'erano due macchinisti adesso è uno solo a gestire un bolide da 300 Kmh......

cgf

Gio, 25/07/2013 - 08:59

Pace alle anime delle vittime, immagino quali commenti dai NOTAV, visto cosa succede? beh... più facile che succeda su una linea secondaria in un carro bestiame e non mi riferisco che trasporta bestie ed è forse per quello che i leader NOTAV li vedi su Italo o Freccia Rossa? @Tier cosa dicevi degl'aerei? non è che porti sfi.@?

cgf

Gio, 25/07/2013 - 09:39

@steali PRIMA [anche adesso] c'erano 2 macchinisti e senza di loro il treno non va da nessuna parte, OGGI un solo macchinista però il TRENO parte/viaggia/arriva anche senza di lui, anzi... dove non ci sono macchinisti (treni/metropolitane) succedono meno incidenti.

meverix

Gio, 25/07/2013 - 09:52

Una tragedia di proporzioni vaste. Condoglianze ai parenti delle vittime e una preghiera per quelle 77 vite spezzate.

Ritratto di michageo

michageo

Gio, 25/07/2013 - 10:01

.....prima che dilaghi il qualunquismo da bar sport o da ombrelloni bagno17,mi permetto alcune osservazioni. Affermare che il treno viaggiasse velocità superiore a quella consentita,ha una sua valenza indicare già "tra le righe" chi è il colpevole è è superficiale azzardato e stupido.I TAV potrebbero funzionare anche senza macchinista (come già succede con collegamenti su ferro negli aeroporti o su linee metropolitane. Se il treno viaggiava troppo forte in curva , vuol dire che forse qualcosa nella miriade di dispositivi di sicurezza a bordo ed a terra non ha funzionato oppure da non escludere, la rottura di qualche componente tipo il cerchione della ruota , ha fatto deragliare il TAV come era già successo in Germania anni fa ad un ICE con enorme tributo di vite umane.Se un TAV eccede di velocità entrano automaticamente in funzione , prima gli avvisatori al macchinista ed alla centrale di controllo a terra, e poi se non vengono intraprese le opportune correzioni, il treno va automaticamente in frenata o può essere controllato e fermato da terra. Per cui, prima di dispensare accuse,condanne e colpe , è meglio aspettare l'esito delle indagini e inviare un pensiero ed una preghiera per chi ha avuto la sfortuna di trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato......

no b.

Gio, 25/07/2013 - 10:01

è sicuramente colpa di qualche comunista gay islamico di origini rom che guidava ubriaco il treno. Non per niente qui si chiama frecciaROSSA!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 25/07/2013 - 10:21

@no b. ironia fuori luogo, soprattutto se si considera le dimensioni di questa tragedia. meglio sarebbe un momento raccoglimento e dimenticare le nostre opinioni sui fatti nostrani per elevare una preghiera a beneficio di tutte le povere anime che hanno terminato la loro vita su questa terra cosi' prematuramente.

Ritratto di wirtshaus-trier

wirtshaus-trier

Gio, 25/07/2013 - 10:23

Sarà colpa della Merkel o di Berlusconi, comunque io per viaggiare mi fido solamente della mia autovettura guidata da me.CGF fessachiotto qui ci sono si dei morti ma anche feriti e forse illesi mentre se cada un aereo vedi solo dei morti.

Ritratto di wirtshaus-trier

wirtshaus-trier

Gio, 25/07/2013 - 10:25

meverix cosa vuoi pregare semmai mandare una maledizione al conducente del treno quella si.

Ritratto di ventavog

ventavog

Gio, 25/07/2013 - 10:54

i noTAV, prima di parlare dovrebbero verificare quanti passeggeri hanno viaggiato sui treni AV nel mondo sino a ieri, e quanti sono morti o feriti in incidenti riconducibili direttamente al convoglio (escludete i suicidi sui binari o simili). Poi ne riparliamo...

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 25/07/2013 - 10:57

Sarà... ma dopo l'attentato alle Torri Gemelle, ogni volta che vedo grandi disastri o incidenti inspiegabili, il pensiero mi va agli attacchi terroristici.

meverix

Gio, 25/07/2013 - 10:58

wirtshaus-trier quindi tu sai già che il colpevole è il macchinista? Magari potrebbe aver avuto un malore. E se c'è stato un guasto tecnico? Io non maledico nessuno e prego per chi non c'è più. Te fa come ti pare!

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Gio, 25/07/2013 - 11:14

Il treno che ha distrutto quasi un quartiere di Viareggio, non era TAV.

Ritratto di etasrl

etasrl

Gio, 25/07/2013 - 11:24

oggi è S.GIACOMO ,forse sarà opportuno esaminare altre ipotesi.

no b.

Gio, 25/07/2013 - 11:27

marco piccardi: il problema è che la mia ironia rispecchia cose realmente accadute su questo sito in occasioni simili.

davidebravo

Gio, 25/07/2013 - 11:37

Abbiamo sistemi come l'ESP su macchine da 20000 Euro che effettuano una frenata controllata in situazione di emergenza. Mi sembra paradossale che non si possa implementare un sistema simile, legato all'accelerazione laterale o a sensori sul precorso, su un treno di quel tipo.

Ritratto di Stangetz

Stangetz

Gio, 25/07/2013 - 11:50

no b almeno su questo "sito" hanno un pò di fantasia, in altri, forse a te più congeniali ,il colpevole è sempre e solo uno, lo stesso che compare addirittura nel tuo nick.. o non è lui? ;)

no b.

Gio, 25/07/2013 - 11:58

Stangetz: assolutamente confermo

Raoul Pontalti

Gio, 25/07/2013 - 11:59

Lo Schettino delle Asturie ha colpito...facendo più morti del collega italiano. Perché andava a quasi 200 km/h in un tratto in curva? E l'altro macchinista cosa faceva? scommetteva su quanti vagoni sarebbero usciti dal binario?

antonio11964

Gio, 25/07/2013 - 12:13

steali ma perche' non leggi l'articolo prima di parlare ??? "Illesi entrambi i macchinisti." ENTRAMBI,capisci ???

antonio11964

Gio, 25/07/2013 - 12:15

michageo commento corretto. qualcosa non ha funzionato. un bolide da 300 km orari non puo' essere governato SOLO dai macchinisti (due). se non rispetti la velocita' in determinati punti dovrebbe rallentare da solo.

antonio11964

Gio, 25/07/2013 - 12:16

no b. mancava un commento idiota. adesso c'e'. grazie.

Ritratto di etasrl

etasrl

Gio, 25/07/2013 - 12:16

chi avrebbe alterato taratura limiti velocità da 80 a oltre 190?

steali

Gio, 25/07/2013 - 12:31

x antonio11964... Sul freccia rossa in ITALIA c'è un solo macchinista...... Poi basta prendere un treno o parlare con i personale delle ferrovie!!

Ritratto di Ezechiele lupo

Ezechiele lupo

Gio, 25/07/2013 - 13:49

Il demonio si è vendicato alla sua maniera sul Papa , in un Paese di lingua spagnola e su un treno di fedeli. Solo il demonio avrebbe potuto superare gli ostacoli elettronici e umani..

Ritratto di ventavog

ventavog

Gio, 25/07/2013 - 13:55

dico, ma non c'e' la ripetizione in cabina dei segnali? su questi treni imbottiti di elettronica non c'e' un allarme che segnala il superamento del limite di velocità?

Ritratto di ventavog

ventavog

Gio, 25/07/2013 - 14:02

gaurdano il video mi vengono dei grossi dubbi sulla ricostruzione; la motrice non esce dai binari, viene trascinata via dalla seconda carrozza, quella che ha deragliato. La linea e' a posto, la catenaria pure... e' successo qualcosa nella seconda vettura, un guasto al carrello o peggio...

phantom

Gio, 25/07/2013 - 14:22

@wirtshaus-trier. Si infatti quando c'è stato l'incidente di san francisco sono morti tutti i passeggeri vero? Ma ci faccia il piacere!! Ma parli con cognizione di causa invece di limitarsi a far prendere aria alla bocca!! E poi si ricordi che la macchina è proprio il mezzo più pericoloso e che causa più morti in tutto il mondo!!

Ritratto di wirtshaus-trier

wirtshaus-trier

Gio, 25/07/2013 - 14:22

se uno ha un malore deve cercare di rallentare la corsa 190km/ora troppo.Sarà un miracolo al contrario.

BlackMen

Gio, 25/07/2013 - 14:30

Ezechiele lupo: eh eh...nel suo mondo si paga ancora in sesterzi?

gibuizza

Gio, 25/07/2013 - 14:37

In tutte le ultime enormi disgrazie c'è (o dicono che c'è) l'intervento umano! Come è ancora possibile? Non sarà che chi ha creato i sistemi di sicurezza abbia fatto un errore?

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 25/07/2013 - 14:38

Le ipotesi possibili sono soltanto 8. 1) Il motore del locomotore si è incantato e bloccato a quella velocità. 2) Il macchinista ignorava che in quel punto doveva andare a metà della velocità oppure era convinto che i binari fossero stati fatti per l'alta velocità. 3) Il macchinista si è sentito male e non ha più controllato il locomotore, magari era svenuto per il caldo. 4) Il macchinista era andato in bagno lasciando il locomotore con il pilota automatico. 5) Qualcuno è entrato nel locomotore e ha impedito al macchinista di guidare il locomotore. 6) Il macchinista si è fatto di qualche droga ed era incapace d'intendere e di volere. 7) Il macchinista credeva d'essere un pilota di formula 1 e voleva esibire la sua bravura. 8) Il macchinista si è impazzito improvvisamente, magari per il caldo.

Tiz

Gio, 25/07/2013 - 15:09

E' ridicolo che un treno altamente tecnologico non abbia un limitatore di velocità basato sulla posizione GPS.

Accademico

Gio, 25/07/2013 - 15:33

Ovviamente, non so come sono andate le cose. Ma se è vero che il pilota ha imboccato la curva a 190 kmh, a fronte degli 80 prescritti in quel punto, mi è tutto chiaro. Ci troviamo in presenza di uno schettino spagnolo. A questo punto, sarà interessante vedere come funziona la Giustizia in Spagna in fatto di schettinate.

Ritratto di spectrum

spectrum

Gio, 25/07/2013 - 16:27

-- commento apartitico -- non ci sara' mai il politico che abbassera' le tasse, fin che siamo controllatu dall'UE. Votate chi volete, da vendola a grillo, a berlusconi, al pd. E' impossibile, non ci sono margini per fare nulla. La russia, che non e' in UE, mi pare nel 2001 ha abbassato notevolmente le aliquote, "sembra" con il risultato che molte piu persone hanno pagato le tasse. Ma ripeto, ormai siamo controllati dall'UE, non c'e' piu margine.

Ritratto di spectrum

spectrum

Gio, 25/07/2013 - 16:28

Come vedete gli "schettino" che fanno cazzate non sono solo italiani, spesso ci sputiamo addosso, ma io dico, come si fa ad andare a 180 all'ora in quella curva.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 25/07/2013 - 16:30

ventavog, è normale che il locomotore non sia deragliato perchè ha tutte ruote motrici che lo tengono sui binari tramite la loro stessa trazione, nè più meno come le macchine che hanno la trazione integrale di trazione su tutte le ruote. Il vagone attaccato, invece, non ha le ruote motrici, va per forza d'inerzia, quindi tende ad uscire in una situazione di curva a velocità eccessiva, inoltre il vagone attaccato non fa corpo unico con il locomotore. E' agganciato con sistemi che servono solo per il traino e quindi sono una congiunzione molto debole se la velocità di fuga, del vagone al traino, supera la resistenza della congiunzione con il locomotore. E' per questi motivi che si vede la carrozza uscire e il locomotore continuare sui binari finchè non viene trascinato lateralmente dalla parte posteriore dal resto del convoglio con la carrozza che fa da leva al suo ribaltamento.

rasiera

Gio, 25/07/2013 - 16:39

Io credo che la disgrazia sia stata causata da due fattori: l'alta velocità e il cedimento strutturale della vettura dietro la locomotiva. Immagino nei prossimi giorni un rimpallo di responsabilità tra i sindacati spagnoli e le ferrovie, i primi a rimarcare che la vettura (forse il carrello) era strutturalmente debole e non avrebbe dovuto viaggiare, mentre i secondi sosterranno la tesi che è stata solo ed esclusivamente l'alta velocità ad aver causato il cedimento (o il deragliamento).

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 25/07/2013 - 16:51

Vivo a Norimberga e la locale linea 2 della metropolitana è totalmente automatizzata. Non ha personale a bordo. Credo che in molte metropolitane del mondo, probabilmente anche in Italia, sia installata tale tecnologia. Ora mi chiedo è mai possibile che non esistono sistemi di controllo automatici per verificare e determinare la velocità di un treno di quel tipo? È possibile che nessuno strumento (non disinnescato) possa imporre la limitazione di velocità? A me sembra un assurdo. Se teniamo conto che il pilota automatico degli aerei esiste da moltissimi anni!

Ritratto di ventavog

ventavog

Gio, 25/07/2013 - 16:55

stock47, condivido ciò che dici, ma non capisco ugualmente come sia passato inosservato il segnale di tratta con limitazione di velocità, sia all'uomo che al controllo. Immagino poi che la linea sia controllata da un posto di manovra, anche questi non si sono accorti di nulla? Infine, se il macchinista frequentava la linea da oltre un anno come ha fatto a non accorgersi di essere 100 (dico, CENTO) km/h oltre il limite? Comunque la giri qualcosa non quadra....

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Gio, 25/07/2013 - 17:10

Una curva così con 222 persone a bordo a 190 km/h questi sono pazzi!io li sbatterei dentro per 30 anni!vergogna!guardate il video dell'incidente per vedere la seconda carrozza finire fuori dai binari portandosi dietro tutto il convoglio,peggio ancora pensando che era pieno di gente,che schifo,tutta la solidarietà alle povere persone che sono morte!

giosafat

Gio, 25/07/2013 - 18:00

Qualcuno continua a sparare a casaccio...eppure il post di Michageo dovrebbe avere acceso qualche neurone in più.

malinconico

Gio, 25/07/2013 - 18:17

AUSONIO: no b. NON CI DELUDE MAI. Non ricordo altro che scemenze provenire dai suoi post.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 25/07/2013 - 18:27

ventavog, nel mio primo post ho fatto 8 ipotesi. Naturalmente occorre vedere se sulla linea vi erano dei controlli automatici o manuali tramite personale. Se c'erano o non hanno funzionato per via del caldo che in Spagna è ben più forte che in Italia o gli addetti facevano la siesta.

icarius

Gio, 25/07/2013 - 18:33

i sistemi di sicurezza ci sono, lo standard ERMTS ETCS di Livello 2 viene adottato dai nostri TAV e in caso di errore interviene per ''fermare'' il macchinista che lo ha commesso, addirittura questo sistema non avrebbe permesso al macchinista neanche di arrivare a quella velocità, forse in Spagna non c'è questo sistema

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 25/07/2013 - 19:15

X icarus: Da macchinista Fs, ormai in pensione, hai pienamente ragione!

winston1968

Gio, 25/07/2013 - 20:24

fate vedere il video choc della tragedia Italiana.

hectorre

Gio, 25/07/2013 - 22:10

no b. Non conosce la vergogna....

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 26/07/2013 - 00:08

Diventa inderogabile sottoporre ad esame psicofisico il personale che ha la responsabilità di condurre i treni ad alta velocità. LO SCIAGURATO MACCHINISTA CHE HA PROVOCATO IL DERAGLIAMENTO SI VANTAVA SU FACEBOOK DI ANDARE FORTE.

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 26/07/2013 - 09:32

Per alcuni che si dilettano a sproloquiare anche difronte ad una tragedia del genere: la colpa dell'incidente accorso è, senza alcuna ombra di dubbio, di Silvio Berlusconi! Chiedo alla procura della repubblica (delle banane) di Milano di iniziare le indagini in tal senso, per verificare se ci sia per caso il suo zampino!

FVIT

Ven, 26/07/2013 - 10:14

Solo una riflessione che resta comunque valida, premettendo che bisogna aspettare i risultati delle indagini. Mio padre è stato conducente di tram a Roma; diversi miei parenti hanno condotto treni anche veloci per l'epoca (da anni '50 fino anni fino anni '90). Ricordo, anche se ero bambino, che obbligatoriamente questi erano sottoposti annualmente a visita definita "PSICOTECNICA" attraverso la quale una apposita commissione aveva la RESPONSABILITA' di decidere l'idoneità a condurre un mezzo pubblico. Altre indagini venivano effettuate sulla condotta morale degli stessi. Oggi mi risulta che non funzioni più così e che, per questioni di privacy, neppure può essere portata a giustificazione di inidoneità una semplice analisi del sangue.... Staremo seguendo la strada giusta??

Accademico

Sab, 27/07/2013 - 08:31

Lo schettino spagnolo è stato ovviamente arrestato e, ovviamente avviato alle patrie galere. Sarà ovviamente processato per direttissima (la Spagna è un Paese normale) e, ovviamente, gli sarà comminata la pena massima. Da noi,invece, si consente allo schettino di casa nostra di continuare a prenderci per i fondelli. Ovviamente!