Thailandia, caos al governo Opposizione si dimette in massa

ll Partito democratico thailandese annuncia le dimissioni dei suoi 153 deputati contro il "governo illegittimo"

Caos in Thailandia. Il Partito democratico, principale formazione politica di opposizione, ha annunciato questo pomeriggio le dimissioni di tutti i suoi 153 deputati dal Parlamento, al termine di una riunione del direttivo durata tutta la giornata. Secondo il portavoce Chavanond Intarakomalasut, le dimissioni formali verranno presentate "il prima possibile". La scelta è maturata in protesta contro il "governo illegittimo" di Yingluck Shinawatra, contro cui un movimento di piazza guidato dall’ex vicepremier Suthep Thaugsuban (uno dei leader dei Democratici, nonostante abbia lasciato la carica prima di guidare le proteste) manifesta da oltre un mese a Bangkok. In seguito alle dimissioni, il Parlamento potrà comunque continuare a funzionare con i deputati della coalizione di maggioranza, guidata dal partito Puea Thai fedele all’ex premier Thaksin Shinawatra, di cui Yingluck è la sorella minore.  La decisione dei Democratici ricorda quella del 2006, quando il partito scelse di boicottare le elezioni indette dopo un periodo di prolungate proteste contro il governo di Thaksin, che definiva "autoritario". Sette mesi dopo, l’impasse istituzionale fu risolta da un colpo di stato mentre Thaksin si trovava all’estero.

Commenti
Ritratto di Coralie

Coralie

Dom, 08/12/2013 - 13:57

Nell'articolo il governo thailandese viede definito " illegittimo ". Qualcuno mi puo' spiegare perche il governo e' " illegittimo " dal momento che e' stato eletto con regolare votazione dal popolo?

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 08/12/2013 - 18:41

Urca, anche in Tailandia governo illegittimo...chi copia chi...intanto diventa normale portarsi a letto ragazzine anche qui...

Ritratto di Quasar

Quasar

Dom, 08/12/2013 - 20:11

Il governo di Yingluck Shinawatra del partito Puea Thai è "legittimo" e frutto di elezioni libere nelle quali il Puea Thai ha ottenuto la maggioranza e potuto formare il governo. Come al solito le forze perdenti e minoritarie tentano di ritornare al potere nontanto con libere elezioni ma con altri metodi, mobilitando una piazza minoritaria che non è rappresentativa del Paese Tailandia nel suo insieme. Il fratello dell'attuale primo ministro Yingluck è Taksin Shinawatra che era stato eletto sempre con libere elezioni ma che è stato destituito con un colpo di stato militare sempre appoggiato da queste forze minoritarie, apparentemente monarchiche e nazionaliste che vogliono continuare a banchettare sulla pelle dei tailandesi liberi e amanti della libertà. Guarda caso queste forze si sono date il nomignolo "Democratici" proprio come i comunisti italiani della razza peggiore che sempre con il nomignolo di "Partito Democratico" ed i loro agenti nella magistratura ed i loro infiltrati nelle alte cariche dello Stato ITALIANO hanno di fatto spodestato con un colpo di stato "travestito di legalità" il governo legittimo di Centro Destra che aveva vinto le elezioni. Vedi Monti, Larghe intese ed il tradimento finale del siculo Alfano. Amen !!