F35, democrat spaccati: possibile maggioranza dei contrari all'acquisto

In 160 hanno già sottoscritto la mozione del Sel. La posizione del Pd decisiva per lo stop al programma

Azzerare il programma di realizzazione dell’aereo da caccia Joint Strike Fighter F-35 e procedere a un’attenta ridefinizione del modello di difesa italiano sulla base del dettato costituzionale sostenendo il ruolo di peacekeeping per le Forze armate. Queste alcune delle richieste di impegno all'esecutivo contenute in una mozione a firma Sel, M5S, Pd e Scelta civica. "I mal di pancia interni al Pd non mancano - ha spiegato il deputato piddì Giorgio Zanin, tra i firmatari della mozione sottoscritta da circa 160 parlamentari - vanno molto aldilà dei quindici firmatari della mozione". Proprio per questo il Partito democratico potrebbe infatti depositare alla Camera una propria mozione.

I deputati Pd cercano la mediazione. Mercoledì in Aula si voterà sulla vicenda degli F35 e al momento ci sono sul tavolo le mozioni di Sel e M5S, contrarie ai caccia made in Usa ma con una partecipazione italiana in una delle fasi della realizzazione. I democratici, su questo, hanno sensibilità diverse, che in parte riproducono la divisione storica tra "pacifisti" e "atlantisti". Il segretario Guglielmo Epifani ha affidato a Giampiero Scanu, capogruppo del partito in commissione Difesa, il compito di provare a tirare una sintesi: "Stiamo lavorando - ha assicurato Scanu - per trovare una soluzione ampiamente condivisa e al momento non esiste alcuna spaccatura dentro il Pd sugli F35. L’obiettivo è di presentare una mozione che venga incontro alle esigenze di una totale trasparenza sul progetto di difesa nazionale, una verifica dell’entità dei costi di tale progetto e la sua compatibilità con l’attuale situazione di finanza pubblica. Sarà infine l’Assemblea di Montecitorio ad assumere una decisione nel quadro delle alleanze consolidate e con lo spirito pacifico che la Costituzione richiede".

Il compito non è semplicissimo. Dario Ginefra, per esempio, è tra quanti chiedono di "rivedere il piano" studiando un "nuovo modello di difesa europeo". Gero Grassi, cattolico, è contrario per motivi di merito e anche di principio: "Io penso che con una spending review devastante, nella situazione in cui siamo, il lusso di andare a comprare questi aerei non ce lo possiamo permettere. Poi sono tra quelli che dicono se vuoi la pace, prepara la pace...". Molti altri deputati democratici pensano invece che l’Italia non possa sfilarsi da un progetto che ha una valenza sia strategica che economica: ci sono aziende italiane che partecipano alla realizzazione degli aerei e c’è l’alleanza con gli Stati Uniti. Grassi esprime un auspicio che suona come un avvertimento: "Dobbiamo trovare un accordo nel gruppo di stasera. Io penso sia possibile l’accordo, altrimenti rischia di passare quella di Sel...".

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 24/06/2013 - 16:20

C'è chi pensa di abolire il crimine abolendo la polizia. Solo che i criminali ci sono anche all'estero. E allora i nostri soldati ce li mandi in battaglia disarmati?

moshe

Lun, 24/06/2013 - 16:24

A cosa servono gli F35? per difendere le nostre frontiere? NO !!! Servono solamente per fare parate militari e per andare a giocare alla guerra in paesi stranieri. Le forze armate dovrebbero servire per difenderci dall'invasione di popoli stranieri; quelli li andiamo a prendere in acque terrotoriali libiche!

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Lun, 24/06/2013 - 16:40

Si,avanti,fermiamo anche questi così faranno ottomila nuovi cassaintegrati,avanti sel,avanti scientologrill,avanti notav,di questo passo andiamo sicuramente a ramengo.L'importante sono igay pride,le lesbiche e i sessualmente diversi.La Repubblica delle marchette!.

andrea24

Lun, 24/06/2013 - 16:46

La Turchia,che nei mesi passati non mancò di cominciare a cooperare militarmente anche con la Russia,vuole i "codici".La questione dei codici è di una certa importanza,anche perché secondo alcuni tale aereo potrebbe essere messo fuori uso a distanza.Comunuque questo aereo è già superato in partenza,e quando entrerà pienamente in servizio sarà altrettanto già superato.E' solo uno spreco ed una continua perdita di sovranità.Aerei di quarta generazione e mezza(Eurofighter e Rafale),che di fatto diventano di quinta generazione,con aggiornamenti di ultima generazione,hanno saputo agganciare,durante esercitazioni aeree negli USA anche l'F22 Raptor,il quale,secondo ultime indicazioni dovrebbe,quest'ultimo,essere meno performante del T50 PAK FA russo.Persino i più vecchi F16 dell'aviazione greca non hanno mancato di potersi confrontare,vincendo,contro gli F22 Raptor.In secondo luogo,è bene ricordare che vi sono Paesi un pò più sovrani che hanno progetti più nazionali,efficienti e meno costosi,come il Giappone(vedasi il Mitsubishi ATD-X Shinshin)o la Corea del Sud che principalmente con l'Indonesia ha il progetto KAI KF-X.

marco963

Lun, 24/06/2013 - 16:47

a che servono gli F 35 ...a bombardare i Palestinesi ?...a questo ci stanno già pensando i giudei...

Ritratto di drazen

drazen

Lun, 24/06/2013 - 16:48

x moshe: prima di scrivere scemenze assicurarsi che il cervello sia collegato, non è per gioco che i nostri soldati sono morti. Passando al merito: si vorrebbe, quindi, fare la solita furbata all'italiana! Vorremmo, cioè, non perdere l'occasione di costruire qui da noi gli aerei (a Cameri (NO) esiste una struttura imponente) facendo lavorare, compreso l'indotto, centinaia di aziende italiane, ma non vorremmo comprare i velivoli: moglie piena e botte ubriaca (sic)! E i nostri piloti li mandiamo a combattere con i vecchi aerei che cadono a pezzi (Tornado, F104 ecc.) I firmatari della mozione dovrebbero solo vergognarsi!

mariolino50

Lun, 24/06/2013 - 16:57

Invece di comprare uno schifo di aereo come quello, detto da famosi esperti americani, bruttissima sottocopia del f22, che gli americani non danno a nessuno, neanche a Israele o perchè mai, sviluppiamo meglio l'Efa2000 appena entrato in servizio, è già da buttare, non credo, e quello è fatto molto di più in Italia e Europa, non quattro pezzi di poco valore su licenza, la polpa se la tengono americani e inglesi.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 24/06/2013 - 17:00

Indagine conoscitiva? A cosa servono? Bene, nel giro di pochi anni avremo da sostituire (sempreché l'Italia voglia continuare ad avere un ruolo strategico tra gli alleati e voglia continuare a garantire la sicurezza nazionale) più di 200 tra Tornado ed Amx per l'AMI e gli AV8 Harrier per la Marina. E ci riusciremo con meno di 100 F35. Il Tornado è buono, ma è vecchio di quarant'anni come concezione, l'AMX è da rottamare seduta stante, mentre per gli Harrier della Marina non ci sono altri aerei a decollo corto e verticale in giro, se non la versione navale degli F35...senza quelli il Cavour ed il Garibaldi andranno in giro per il mare senza aerei a bordo. Avremo solo due modelli di aerei in linea, Typhoon ed F35, con notevole risparmio di gestione, senza contare le ricadute occupazionali. Andare avanti con gli attuali mezzi, rattoppandoli alla meglio costerebbe molto di più, senza contare la pericolosità e la diminuzione del nostro livello tecnologico e dei nostri standard di difesa della nazione.

swiller

Lun, 24/06/2013 - 17:00

F35 no grazie.

Roberto C

Lun, 24/06/2013 - 17:01

miladicodro possibile che basta che una cosa sia proposta da M5S e SEL e diventa automaticamente sbagliata? Ma di quali cassintegrati parla? Ci sono attualmente 8.000 persone in Italia dipendenti che lavorano grazie al fatto che si stanno per acquistare 100 caccia F 35 e che perderanno il posto se non saranno acquistati? E se così fosse com'è che a differenza di tutti gli altri dipendenti che sono a rischio cassintegrazione non sono scesi in piazza a protestare? Questi aerei costano nel complesso circa 8 miliardi di euro, ma secondo le ultime stime che ho letto anche di più. Ecco trovati senza colpo ferire i soldi per non aumentare l'IVA e abolire l'IMU 1° casa e in più resterebbe ancora qualche cosa. In compenso poi abbiamo due militari prigionieri da un anno in India e non siamo in grado di tirarli fuori.... Tanto se dovesse (Dio non voglia) scoppiare una guerra, una guerra vera, sa che cosa ci facciamo con i 100 caccia F 35? Glielo dico io: RIDERE! Ma riusciamo a far ridere anche senza bisogno di guerra...

Walter68

Lun, 24/06/2013 - 17:08

Speriamo, una volta per tutte, che sospendano l'acquisto degli f35. Basta con le spese militari, oltre 23 miliardi di euro all'anno per foraggiare i generali e i loro compari. La 'difesa' costa troppo bisogna eliminare gli sprechi, quindi credo sia ora di iniziare da questo per ridurre il ns colossale debito pubblico.

gianni59

Lun, 24/06/2013 - 17:09

drazen...ma cosa dice? a noi spetterebbe la sola xcostruzione di una prte delle ali, ovvero il compito meno tecnologico e costoso...insomma un contentino che occuperebbe poche centinaia di operai (e non di industrie)con la contropartita della costruzione della fabbrica e dell'acquisto di questii bidoni (ancora hanno problemi!). Non solo non c'è nemmeno un impegno da parte USA di una continuazione della commessa, per cui dopo alcuni anni potrebbeo andarseli a costruire in Corea...meglio utilizzare tutti questi soldi da noi e per noi! per non parlare dell'utilità che avrebbero per il nostro paese.....

Walter68

Lun, 24/06/2013 - 17:10

@drazen ...li mandiamo a combattere? Ma guardi che non siamo in guerra oppure le nostre non sono solo missioni di pace?

Sandro'75

Lun, 24/06/2013 - 17:11

Una spesa simile in questo momento di crisi nera sarebbe una pazzia ,forse l'ennesima del governo italiano.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 24/06/2013 - 17:14

@Andrea24: si certo, l'autarchia...ha presente quanto costerebbe e tra quanti anni sarebbe ai reparti un aereo (due anzi,visto che ci vuole anche quello a decollo corto e verticale per la Marina) progettato e partendo da ZERO? P.S. Parleremo del T50 Pak FA russo quando smetterà di essere un prototipo... ovvio che nascendo molto dopo gli F22 americani sarà un passo avanti a loro. I Typhoon per noi vanno meglio degli F22, ma solo perché noi non siamo mica gli americani...sennò il Raptor tutta la vita, grazie. Tanti anni fa dicevano anche che degli F104 avevano agganciato degli F15 in esercitazione, però insomma...

Ritratto di i fals@ri...

i fals@ri...

Lun, 24/06/2013 - 17:35

si destinino TUTTI i 17 miliardi di euro necessari per l'acquisto di 90 f35 costosissimi e difettosi che nessuno a parte l'italia vuole più per rilanciare l'economia abbassare le tasse e scongiurare l'aumento dell'iva, stesso vale per un miliardo e mezzo di euro spesi ogni anno e destinati alle missiini all'estero...ma questa è solo la punta dell'iceberg dei tagli possibili ai carrozzoni di stato

andrea24

Lun, 24/06/2013 - 17:38

Qui ancora non si capisce il connubio di desovranizzazione geopolitico-militare-affaristico-politica.

Daunt

Lun, 24/06/2013 - 17:40

Le tesi a favore dell'acquisto sono ridicole. - la sicurezza nazionale non è garantita con le armi, ma con l'intelligence. Le minacce esterne (ammesso che ce ne siano) non sono costituite da paesi nemici in possesso di un esercito. - il risparmio di costi rispetto a tenere i vecchi aerei c'è, è vero. Ma sostituendo gli aerei vecchi con NIENTE, si risparmia ancora di più. - La ricaduta occupazionale è ridicola. Investendo quei soldi nelle imprese che creano innovazione, quella vera, altro che 8000 posti di lavoro! Con quei soldi ci riduci il carico fiscale alle imprese di tutta Italia e vedi quanti posti di lavoro crei! Probabilmente qualcosa a 5 cifre, se non di più. Semplicemente, Finmeccanica paga tangenti a chi decide, e magicamente lo stato spende soldi per far lavorare Finmeccanica. Ma di imprese che produrrebbero MOLTA più ricchezza con quei soldi siamo ancora pieni.

andrea24

Lun, 24/06/2013 - 17:45

Anche gli americani si guardano bene dal togliere gli F15,che sono più performanti degli ultimi aerei.Stima per tutti quelli che,indipendentemente dai colori politici,dicono no al MUOS e no all'F35.

juvà

Lun, 24/06/2013 - 18:37

Ritengo ci possano essere metodi migliori per spendere soldi in tale momento. All'inizio anch'io ero convinto dell'inutilità di una tale spesa, tuttavia leggendo riviste tecniche non di parte sull'aviazione in generale (civile e militare) mi sono abbastanza persuaso del fatto che tale investimento apporterà con buona probabilità un risparmio di denaro grazie all'abolizione delle linee amx, harrier e tornado (che potranno essere venduti) il cui mantenimento è risultato, fin dall'inizio, essere estremamente costoso, è un po' come scegliere se comprare una nuova automobile o no, oltre ad apportare un certo numero di posti di lavoro visto che gli aerei per i clienti europei saranno assemblati in Italia, senza contare che il numero degli apparecchi verrà comunque ridotto rispetto a quelli tutt'ora in attività. Poi non si possono paragonare con gli EF 2000, che non verrebbero certo sprecati in quanto sostengono un ruolo ben differente, il compito principale degli F35 non è infatti la supremazia aerea, differentemente da altri aerei compresi quelli russi, indiani e cinesi, presenti solo sulla carta e dal costo unitario a regime comunque maggiore. Il codice in possesso degli americani che blocchi a terra i caccia è una leggenda, e un eventuale guerra con l'America è decisamente improbabile, la protesta antinucleare inutile visto che già i tornado sono in grado di portare tali ordigni. In più tutti ci auguriamo assolutamente che possano restare a giacere in un hangar, ma spesso la deterrenza è meglio dell'azione.

Tergestinus.

Lun, 24/06/2013 - 18:50

Ci dicono sempre che dobbiamo uniformarci all'Europa. Ebbene, Francia e Germania spendono per la difesa una percentuale di PIL esattamente doppia rispetto all'Italia, la Gran Bretagna addirittura una tripla. Non mi pare che i governi di quelle nazioni siano fatti da imbecilli velleitari, anzi, il confronto casomai è impari a nostro sfavore. Vogliamo dunque essere sempre il fanalino di coda?

bezzecca

Lun, 24/06/2013 - 18:51

Paesi piu' importanti ( e ricchi ) del nostro come Francia e Germania non intendono comprare nessun F-35 . Vale la pena di saperlo . Noi abbiamo gia' un buon numero di modernissimi Eurofighter che vanno bene per difendere il nostro territorio .

juvà

Lun, 24/06/2013 - 19:28

E' sciocco fare discorsi del tipo dirottiamo i 14 mld su cose più importanti perché non sono disponibili ora essendo spalmati nell'arco perlomeno di 15 anni, inoltre il costo delle linee attuali è ben più costoso e tenderà a lievitare rendendo più che vani i risparmi, senza contare le ricadute politiche con gli USA ora che si sta progettando un area di libero scambio in comune che apporterà lauti profitti per i contraenti. Privarsi di aerei da attacco al suolo è infattibile, nessuno stato di una certa rilevanza prende la cosa in considerazione, la presenza di armi più sofisticate e terribili è ciò che ha reso possibile la scomparsa di guerre simmetriche negli ultimi 50 anni (escludendo Pakistan-India), anche se sembra un ossimoro purtroppo sembra anche il modo migliore per limitare le guerre, per ora.

Mario-64

Lun, 24/06/2013 - 19:47

D'accordo con Andrea B. ,la versione a decollo verticale non ha alternative al momento ,e dato che abbiamo due portaerei qualcosa dovremo pur metterci sopra... Ottomila km di coste, il nordafrica e il medio oriente alle porte di casa ,se c'e' un Paese che non puo' abbassare la guardia siamo proprio noi . Eppoi se continuiamo a stracciare contratti gia' firmati (prima quelli sul ponte di Messina ,ora questi) non so davvero che verra' piu' a investire in questo Paese. E di investimenti stranieri ne avremmo veramente bisogno.

killkoms

Lun, 24/06/2013 - 19:49

@bezzecca,la francia è talmente fanatica della sua industria aeronautica che mai e poi mai adotterà un aereo straniero!se usciremo adesso dal progetto f 35,ci rimetteremo un sacco di soldi,oltre a compromettere la nostra industria aerospaziale!la stupidità di comunisti e derivati sta nel credere che ci sia un assegno di 12 miliardi di € già,staccato,per gli f 35,quando poi non è vero,essendo finanziato con tranches da 200/300 milioni di € l'anno!ne più nem meno l'importo della tassa del 3% sulle rimesse degli stranieri in Italia,abrogata dal predecessore della chienge!

andrea24

Lun, 24/06/2013 - 20:06

Infatti gli F35 non sono per la "supremazia aerea"(ci sono aerei multiruolo,anche russi che l'F35 se lo mangerebbero).Gli F35 servono quindi ad apprestarsi alle guerre imperialiste della NATO,e,qualora non utilizzati un grande spreco oltre che essere espressione di desovranizzazione dell'Italia.All'Italia 100 F35 non servono.Gli F35,e questo lo dicono le riviste statunitensi ultraspecializzate vengono a costare,in fin dei conti,molto di più degli aerei che avrebbero dovuto sostituire.L'F35 è un flop che dovrebbere essere fermato.Altri Paesi hanno optato per lo svedese Gripen,molto efficiente e il meno costoso anche in termini di esercizio.Fermate la mafia,questo deve essere il primo compito della politica.

andrea24

Lun, 24/06/2013 - 20:12

L'F35 è un fallimento.E' andato oltre quello che sarebbe dovuto essere,conciliare l'essere stealth(in realtà non è neppure stealth al 100%)e non sfiorare una certa cifra(e non è performante come i quelli che avrebbe dovuto sostituire o di eventuali avversari).E' andato ben oltre,non piace neppure ai piloti statunitensi.Solo un italiano che ha i film di hollywood in testa e che non ha mai visto nulla aspetta il latte d'Oltreoceano.Il compito della politica,invece,sia quello di ragionare secondo politica.

Ivano66

Lun, 24/06/2013 - 20:19

Se li compri (e se li paghi) lei questi F35, se ci tiene.

Ritratto di roberto sarzi

roberto sarzi

Lun, 24/06/2013 - 20:40

Cosa ci metteremo nelpiatto delle famiglie italiane gli F-35 o gli allori delle nostre "truppe di pace" come quelle del Kossovo che fin dalla cosiddetta guerra del '99 mi ricordavano molto quelle della guarnigione spagnola poste a guardia del ponte di Lecco (vedi Promessi Sposi)!! Ma finiamola una buona volta con quest afarsa dell'esercito italiano di professionisti (al 90% burocrati meridionali in uniforma!) La Repubblica Italiana rifiuta la guerra, tutte le guerre anche quelle ipocritamente dette "umanitarie"! Un paese come il nostro avrebbe dovuto invece attuare il dettato della Costituzione che obbliga a tutti i cittadini a difendere la Patria. Non certo con un esercito di "marmittoni" ma col servizio civile per tutti uomini e donne! E poi fare come in Svizzers ovvero attuare la difesa militare del territorio con addestramento breve e obbligatorio per tutti! Mi vien da ridere quando chiamano "alpini" quelli di Lecce o Ragusa! Sembra di leggere il romanzo di Calvino "Il Cavaliere inesistente"! Dentro l'uniforme dell'alpino non c'è nulla o uno che con gli alpini non ha niente a che fare! Ridicoli e ipocriti oltre che spreconi di denaro pubblico!!!!!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 24/06/2013 - 22:21

@Daunt: facendo un parallelo con il suo ragionamento, immagino che anche lei, quando avrà da cambiare la vecchia porta di casa sua, la sostituirà con NIENTE...

pimask.11

Lun, 24/06/2013 - 22:59

Modernizziamo la nostra polizia e i nostri carabinieri che qualche volta non hanno nemmeno la benzina per le loro Punto.

Ritratto di il bona

il bona

Mar, 25/06/2013 - 00:42

#miladicodro: m'ha tolto le parole di bocca. Stiamo diventando sempre più il Paese dei no

Silvio B Parodi

Mar, 25/06/2013 - 03:05

quelli che sono contro gli f35 o sono ciechi o idiotic. non capiscono un cazzo di come va il mondo.

CARLINOB

Mar, 25/06/2013 - 07:59

Se c'è un bricciolo di intelligenza nella Casta i soldi per tutte le operazioni logiche si trovano anche nella eliminazione di questo programma assurdo : è inutile voler gonfiare il pelo per sembrare più grossi come i gatti arrabbiati : non siamo nessuno , non contiamo più che niente ed è inutile armarci !! M a ci difendiamo da chi? Difendiamoci da chi su queste assurdità ci mangia abbondantemente assieme ai propri sodales!!!

mrkrouge

Mar, 25/06/2013 - 08:04

Più che di F35 dovremmo dotarci della bomba atomica.

mariolino50

Mar, 25/06/2013 - 09:39

juvà Dicono che questo aereo sia un cosidetto multiruolo, ovvero fà un pò di tutto, che vuol dire spesso non fare bene NIENTE, per difendersi dagli attacchi altrui vanno bene i caccia veri, se invece vogliamo tirare le bombe in testa agli altri tipo Serbia è un altro discorso, io ho visto l'intervista ad un famoso progettista americano, e ha trovato subito un sacco di difetti in questo aereo, tanto che diversi paesi hanno rinunciato come il Canada, e ci sono forti dubbi anche in Usa. Oppure per stare davvero sicuri come detto da altri, era meglio farsi la Bomba unico vero deterrente, e per quella le capacità credo che non ci mancavano, ma l'infame trattato di pace lo vieta a noi tedeschi e giapponesi, sono passati 70 anni !

Ivano66

Mer, 26/06/2013 - 10:25

Gianfranco Robe..: Se li compri (e se li paghi) lei questi F35, se ci tiene.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mer, 03/07/2013 - 15:27

Chissà perchè quelli di sinistra hanno nel DNA la dote di fare e poi di disfare, creando così confusione in tutto e in tutti.Cosa abbiamo costruito a fare la portaerei Cavour se poi non la dotiamo degli F35 necessari? Vogliamo essere un Paese alla mercè di tutti e degli interessi degli altri o vogliamo tutelarci? Se l'Italia avesse avuto pronti sulla linea di volo 400 Eurofighter voi credete che ci sarebbe stato l'attacco alla Libia di Gheddafi senza averla prima consultata e rassicurata ben bene sui suoi interessi a guerra finita? Avere amore per la pace è condivisibilissimo, ma purtroppo bisogna tenere nel limite del possibile gli occhi ben aperti su come hanno intenzione di agire gli altri sullo scacchiere internazionale per tempo. Un tempo, non molti decenni fa, di fronte ad una crisi economic-industriale, gli stati principali l'hanno sempre risolta con la guerra. Le crisi che attualmente affliggono i pianeta sono tante, tantissime, e le pià disparate e tutto questo non promette niente di buono.