Federalismo, Calderoli: "Equilibrare commissioni oppure staccare la spina"

Il ministro della Semplificazione: "Se siamo di fronte a un’oggettiva impossibilità tanto meglio staccare la spina"

Roma - "È evidente che alcune difficoltà nelle commissioni parlamentari debbono essere risolte: se si è in condizione di poterlo fare siamo della partita, se siamo di fronte a un’oggettiva impossibilità tanto meglio staccare la spina", è il ragionamento di Roberto Calderoli, ministro leghista della Semplificazione, in un’intervista a Sky Tg24. "È evidente che alcune difficoltà nelle commissioni parlamentari debbono essere risolte: se si è in condizione di poterlo fare siamo della partita, se siamo di fronte a un’oggettiva impossibilità tanto meglio staccare la spina", ha proseguito l'esponente del Carroccio.

Incontro Bossi-Napolitano L’incontro tra Umberto Bossi e Giorgio Napolitano, dopo lo stop del Presidente della Repubblica al dlgs sul federalismo municipale, non si terrà, ha precisato Calderoli. "Noi andremo, ma non domani. Sono i giornali che se lo sono inventato", ha affermato il ministro per la Semplificazione normativa dopo che anche il collega Roberto Maroni aveva parlato di un incontro previsto per domani. A quanto pare, invece, Bossi dovrebbe salire al Quirinale mercoledì. "Noi abbiamo sempre tenuto in considerazione il Presidente della Repubblica - ha tenuto a precisare Calderoli - e periodicamente, con Bossi, andiamo ad aggiornarlo sul cammino delle riforme".