«Un festival delle arti per far sloggiare i tarocchi»

Un «Festival delle arti», per far tornare Brera alla sua identità. Lo sta organizzando per il prossimo sabato il centro studi «Città sistema», che riunisce artisti, architetti e non solo, impegnati nel creare progetti per la città. Promotore dell’iniziativa è Gianfranco De Nicola, animatore del Centro e consigliere provinciale di Alleanza nazionale. «L’identità originale del luogo - sostiene - è stata snaturata, Brera è diventata una Porta Portese, con centinaia di venditori irregolari di merce contraffatta. Per questo vogliamo “sloggiare” il mercato dei tarocchi e restituire l’arte al quartiere».
Per una serata intera, quindi, Brera sarà teatro di uno spettacolo teatrale messo in scena da giovani attori, mentre gli allievi dell’Accademia di belle arti esporranno i loro lavori lungo via Fiori Chiari, e in tutto il quartiere saranno allestite diverse postazioni per artisti e complessi di musica jazz.
De Nicola ha già chiesto la collaborazione all’assessorato alla Cultura del Comune, ed è in attesa di una risposta. «Non dovrebbero esserci problemi per i permessi. Ma la manifestazione si svolgerà con o senza - precisa -, visto che a quanto pare in questa zona si può occupare il suolo abusivamente senza tanti problemi, e non si vede perchè dovrebbe esserci vietato». Il consigliere di Alleanza nazionale si augura inoltre che «ora che il campionato di calcio sta per finire, e non serviranno più mille agenti a San Siro, forse per due o tre sere di seguito la questura potrà mandare una cinquantina di poliziotti a Brera, per convincere i vu’ cumprà a lasciare la zona».