Foligno, sarà mamma a 14 anni: il futuro col "fidanzatino" di 15

Una storia d'amore tra i banchi di una scuola media. Poi la gravidanza indesiderata. Lei avvisa troppo tardi la madre, ora fa progetti sul futuro<br />

Perugia - Ha 14 anni, frequenta la terza media a Foligno e nelle prossime settimane sarà mamma di una bimba. Il papà ne ha 15, anche lui studente di terza media nella stessa scuola ma in un’ altra classe. Della loro storia d’amore, cominciata sui banchi di scuola da quasi due anni riferisce oggi il Corriere dell’ Umbria.

L'amore ai tempi dei blog La baby mamma, studentessa modello con una media scolastica tra l’otto e il nove, come tanti suoi coetanei ha un blog nel quale racconta anche di questo momento particolare della sua adolescenza. Se c’è qualcosa di detestabile nella vita - vi scrive - oltre "alla falsità, agli obblighi, alla volgarità" sono "quelli cui la paura di perdere impedisce di giocare". I due protagonisti sono entrambi italiani, di famiglie non abbienti. I genitori della futura mamma sono separati ed il padre è in cassa integrazione. Una situazione economica difficile quella della sua famiglia tanto che sono intervenuti ance i servizi sociali.

A scuola col "pancione" Lei continua ad andare regolarmente a scuola. Non indossa più jeans ma maxipull colorati per proteggere il suo pancione. Una vicenda ormai conosciuta da molti in città. I due baby genitori fanno progetti per il futuro loro e della bimba ma a quanto si è potuto oggi apprendere a Foligno i rapporti tra le loro famiglie non sarebbero buoni per via di quello che loro, adulti, considerano "un incidente". La ragazza si sarebbe confidata con la mamma quando era già al quarto mese di gravidanza, in un momento in cui non era più possibile prendere in considerazione l’ipotesi di una sua interruzione volontaria. Il nonno della neomamma, un ex artigiano, non nasconde le preoccupazioni anche per la difficile situazione economica della famiglia. "A scuola - ha detto - insegnano ai ragazzi tante cose. Forse sarebbe il caso che in classe si parli anche della educazione sessuale e del modo di prevenire certe cose".