Icardi, Obiang e Poli: i dubbi irrisolti Ma c'è una nuova certezza, Edoardo

Dubbio. La tifoseria Blucerchiata (ed anche diversi «media») è percorsa da alcuni dubbi e alcuni interrogativi. Con questa telenovela già iniziata di Icardi (va, non va, costa tanto, costa poco, venti, quindici milioni...), con la richiesta del mercato (ma sarà vero?) di Obiang e di Poli (pare già per la metà alla Juve), molti si chiedono: ma cosa farà la nuova dirigenza, dopo la scomparsa del «patriarca» nella prossima stagione?
Cosa deciderà la «famiglia» Garrone? Perché ora, accanto ad Edoardo non c'è più la saggezza e anche la fermezza del patriarca. Ma proprio il vicepresidente vicario ha dimostrato di essere pronto a prendere le redini e la famiglia stretta al Ferraris è stato un bellissimo segno di coesione e di unità d'intenti, pur nella diversità di caratteristiche - e, perchè no?, di caratteri - dei vari fratelli e sorelle.
Matu. I giornali romani e il mondo calcistico romano in genere, hanno voluto criminalizzare Matuzalem, per quel fallo su Brocchi. C'era della cattiveria, della «voglia di far male». Perché? Perché, dicono le cornacchie romane, c'erano delle tensioni fra i due. Lo ha confermato tal Baronio che non si capisce perché sia entrato nella faccenda e perché non abbia pensato ai cavoli suoi... Matuzalem, è vero, ha commesso un fallo grosso, doveva essere espulso. Bene. Ma vogliamo far punto qui? Chi ha percorso la storia del calcio potrebbe annoverare centinaia di falli simili, citare centinaia di atleti «rozzi» ed anche «cattivi», perché no, ma di una cattiveria calcistica. O no?
Val, invece, la pena di annotare un curioso episodio, di cui è stato protagonista domenica proprio Matuzalem. Lui conosce bene Mauri e sa come tira i rigori. Lo ha «soffiato» a Frey: «Guarda te lo tira sulla sinistra». E Frey? Ha snobbato il consiglio ed è andato sulla destra. Povero Matuzalem, nonostante una grande gara, per lui ci sono state le beffe e qualche danno...
Linguaggio. Avete sentito che tipo di lessico usa Delio Rossi nelle conferenze stampa? Su Icardi che tutti vogliono, tutti chiedono, tutti lo incitano ad andarsene, lui Delio Rossi ha detto: «Se Icardi ha degli “spasimanti” ben vengano, vuol dire che lo considerano un eccellente giocatore...». Non è romantica la definizione di «spasimanti» invece di compratori o ammiratori? Insomma: Icardi meglio di Belen...