Giornata del naso rosso in aiuto dei terremotati d'Abruzzo

Domenica in piazza San Babila i clown volontari raccoglieranno fondi per formare personale da mandare negli ospedali delle zone devastate dal sisma

Se la solidarietà avesse un colore, sarebbe il rosso. Sgargiante come i nasi dei clown. E come la Giornata del naso rosso: domenica 19 aprile, dalle 10 alle 19 la maratona di solidarietà, alla sua quinta edizione, avrà come centro piazza San Babila. Qui si ritroveranno i clown volontari dell'associazione «Dutur claun vip Milano» per promuovere la «Missione della gioia» con stand, spettacoli, intrattenimenti e per raccogliere fondi a favore dei clown di corsia e del progetto di prevenzione rivolto a bambini e adolescenti a rischio.
Verranno distribuiti oltre 70mila nasi rossi il cui ricavato andrà a favore di tre importanti progetti: uno di clownterapia per la popolazione terremotata dell'Abruzzo, un secondo, "Clown in corsia", di formazione per i volontari che ogni settimana si impegnano in 90 ospedali italiani, in case di riposo e comunità per disabili, per rallegrare bambini, adulti e anziani; infine "Circostanza", il circo in una stanza, progetto di prevenzione e integrazione multietnica attraverso laboratori permanenti di comicoterapia e arti circensi rivolti ad adolescenti a rischio in aree di disagio. Il progetto si svolge in carceri minorili, scuole a rischio di periferie cittadine, sul territorio nelle zone a maggiore immigrazione.
"È risaputo che un malato di buon umore ha più armi per debellare il suo male – ha detto l'assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna - Il ridere aiuta chi si trova a dover affrontare una malattia, di qualsiasi genere. Un atteggiamento mentale sereno aiuta ad affrontare meglio le difficoltà e la permanenza in luoghi chiusi e spesso, purtroppo, spersonalizzanti. Per questo l'assessorato alla Salute del Comune patrocina questa quinta edizione della Giornata del Naso rosso, per dimostrare vicinanza e partecipazione per un'attività di volontariato che si propone di diffondere una cultura del "vivere in positivo"".
La festa si svolgerà in contemporanea in 34 piazze d'Italia coinvolgendo tutte le associazioni Vip (Viviamoinpositivo onlus) e i 2.400 volontari clown che trascineranno grandi e bambini in spettacoli, truccabimbi e truccadulti, magia, giocoleria, mimo, gags, mostre di disegni e giochi adatti a tutte le età.
I clown volontari regalano sorrisi "con un naso rosso, un camice colorato e tanta allegria" nei luoghi dove regna tristezza e sofferenza.