Goethe, un poeta-naturalista che giocò d’anticipo su Darwin

Da domani un convegno sul pensatore tedesco

«L’orecchio è muto, la bocca è sorda, ma l’occhio sente e parla», scriveva l’«altro» Goethe, il Goethe scienziato, oggetto del convegno che prende il via domani all’università Statale. Questo forse l’aspetto meno noto dell’attività del pensatore tedesco, che ha lasciato, però, a testimonianza, «Viaggio in Italia» e 14 densi volumi di scritti naturalistici, oltre a una sterminata serie di osservazioni che attraversano tutti gli ambiti del sapere. Nella cronaca del suo viaggio in Italia, infatti, traspare quella che era la preoccupazione dello studioso: studiare e osservare le forme vegetali, e non solo, alla ricerca di quella originaria, che permettesse di spiegare la bellezza multiforme della natura. Guidato dal paradigma della morfologia comparata, Goethe arrivò a vere e proprie scoperte scientifiche, come l’esistenza dell’osso intramascellare nel cranio umano, che porta ancora il suo nome, la Sutura incisiva goethei.
Scoperte che testimoniano un Goethe addirittura precursore del darwinismo, come suggerisce il titolo della due giorni, «Goethe: evoluzione e forma», che si terrà domani in via Festa del Perdono (9,30 -18) e venerdì al Civico museo di storia naturale di corso Venezia (9,30-13,30). Il convegno propone, per la prima volta, una lettura delle opere goethiane - anche in riferimento alla teoria evoluzionistica di Darwin - per mostrare come le idee e la metodologia propria del poeta e naturalista tedesco (e riconducibile agli scritti di carattere scientifico) si insinuino già nelle sue opere letterarie.
I temi della forma, della bellezza come continua morfogenesi, del rapporto tra arte e scienza, saranno analizzati da diverse prospettive - filosofica, letteraria e quella più specificatamente scientifica - da Stefano Zecchi, assessore alla Cultura del Comune, da Giulio Giorello e Renato Pettoello, docenti alla Statale, da Enrico Banfi, direttore del Museo di storia naturale e da studiosi di tutta Italia.