Al Goganga «Mr. Materia» il giovane rock milanese

Ferruccio Gattuso

Facce tranquille, sogni californiani: il sole nella testa prima ancora che sulla faccia. I Mr. Materia guardano ad ovest, verso il Golden State, e solo per questo gli andrebbe dato atto di badare alle aspirazioni genuine, senza troppi snobismi su cosa sia trendy o meno. Sì perché non è più buona cosa sognare la California: ora c'è l'universo latino, il Terzo Mondo di qualsiasi genere, il bacino del Mediterraneo. Non sta bene accarezzare i confini dell'Impero a stelle e strisce. Ma chi se ne frega: e il rock dei milanesi Mr. Materia - Francesco Gramigna (voce e basso), Matteo Cantaluppi (batteria) e Fabio Mercuri (chitarra) - vola agile e spontaneo nel disco d'esordio intitolato «Tra le onde», pubblicato da Universal che è pur sempre un bel biglietto da visita. Un surf riflesso sulle magliette del trio, nel retro di copertina una spiaggia, un camioncino e ancora surf. E poi quegli impasti vocali (intonatissimi, e di questi tempi, nei quali anche i Red Hot Chili Peppers sfornano dischi live nei quali steccano, non è cosa scontata) che fanno tanto West Coast, Beach Boys e un pizzico di Beatles. Il cuore di Gramigna & Co. batte per il rock anglosassone, lo si sente tutto in brani come l'introduttivo «Mr.Materia», che nasce sugli accordi di un bel mellotron demodé, rock ottimista e ben suonato e la melodica e contagiosa «Tra le onde», primo singolo di lancio e primo videoclip della band milanese. Insomma, i Mr. Materia - protagonisti lunedì al Goganga (via Cadolini 39, ore 22) di un concerto gratuito nel quale festeggiano l'esordio discografico - rispettano il loro nome: tra le loro note c'è qualcosa di solido. Anzi, dell'essere terreni ne fanno un manifesto, vagamente polemico: «Ci siamo chiamati così per esaltare la concretezza - spiega Francesco Gramigna, voce e basso della band -. E per ricordare a chi se l'è dimenticato che il rock è divertimento, passione. I nostri punti di riferimento sono i Red Hot, la grande tradizione del rock classico americano e il pop britannico. Con un'autentica devozione per Beatles e Paul McCartney». Nella scaletta del concerto, oltre ai brani dell'album «Tra le onde», sono previsti alcuni classici del rock, da The Who, a Stones, alla premiata ditta Lennon-McCartney.

Annunci

Altri articoli