Buon cibo e arte d'accogliere, Premio Fraizzoli a 15 ristoranti "top"

Riconoscimento della storica azienda milanese partner del mondo del gusto con le sue uniformi speciali dedicate alla ristorazione e all’ospitalità in occasione della presentazione a Expo di "Golosaria", rassegna enogastronomica che si tiene al MiCo di Fieramilanocity dal 17 al 19 ottobre

Eccellenze dell’enogastronomia ma non solo alla decima edizione di Golosaria, manifestazione in programma a Milano dal 17 al 19 ottobre al MiCo di Fieramilanocity, con circa 300 produttori che quest’anno si tiene nel segno di Expo ed è stata presentata a Cascina Triulza, il Padiglione della Società civile dell’Esposizione Universale. Con una anteprima speciale: il debutto del Premio Fraizzoli, voluto dalla storica azienda milanese partner del mondo del gusto con la manifattura di uniformi speciali dedicata alla ristorazione e all’ospitalità. Riconoscimento al servizio d’eccellenza che premia 15 realtà del mondo della ristorazione che per le loro qualità si sono distinte nel corso del 2015. I ristoranti sono stati selezionati all’interno del Taccuino Gatti - Massobrio, nuova guida dei migliori ristoranti d’Italia con tutte le ghiotte scoperte effettuate da Marco Gatti, Paolo Massobrio e da un’équipe di critici gastronomici che sonderanno, ogni anno, l'universo gastronomico italiano.

Il Premio Fraizzoli è stato creato non solo come riconoscimento alla qualità e alla ricercatezza prelibata delle proposte gastronomiche dei ristoranti selezionati, ma anche come premio alla professionalità e alla affabile cordialità dimostrata, alle atmosfere ricercate e all’accoglienza riservata agli ospiti, al punto di riuscire a coinvolgerli per far vivere loro un’esperienza unica, accompagnandoli lungo percorsi culinari fatti di sapori esclusivi, capaci di regalare l’accesso a un universo sensoriale anche grazie a un rapporto personale e dettagli curatissimi, quelli che ancora riescono a fare la differenza puntando sulla qualità delle proposte gastronomiche ma anche sull’arte dell’accoglienza.

Ecco i premiati: Ambasciata - Quistello (Mn); Angelo Sabatelli - MonopoliI (Ba); Arnolfo - Colle Val d’Elsa (Si); Bacco e Arianna - Ttrazzano sul Naviglio (Mi); Bellevue - Cogne (Ao); Cacciatori - Cartosio (Al); Da Vittorio - Brusaporto (Bg); Derby Grill - Hotele de la Ville - Monza (Mb); Già Sotto l’Arco - Carovigno (Br); Il Falconiere - Cortona (Ar); Il Luogo di Aimo e Nadia - Milano (Mi); Il Sole - Ranco (Va); Pierino Penati - Viganò Brianza (Lc); Restaurant St. Hubertus - Hotel Rosa Alpina - San Cassiano in Badia (Bz); Ristorante Don Alfonso 1890 - Sant’Agata sui Due Golfi (Na).

“Fraizzoli e il Taccuino Gatti - Massobrio – commenta Carlo Guglielmi, presidente di Fraizzoli – sono accomunati da valori molto affini. Entrambi nei rispettivi ambiti di appartenenza sono sempre alla ricerca dell’eccellenza, sia essa sartoriale o gastronomica. Unirli è stata un’idea naturale, le nostre eccellenze si fondono e si armonizzano: una divisa impeccabile, un piatto straordinariamente cucinato, un’atmosfera piacevole fanno parte di quella cultura del bello e del buono che fanno la differenza di un locale e lo rendono unico. Il Premio Fraizzoli ha voluto quindi premiare quei ristoranti che hanno avuto la capacità di offrire ai propri ospiti non solo un’esperienza straordinaria a 360 gradi, fatta di gusto ma anche di grandi e piccoli particolari che, anche in termini di manifattura, riescono a fare la differenza”

Alla presentazione di Golosaria 2015 a Cascina Triulza, nello spazio del Grana Padano, c’erano a Paolo Massobrio e Marco Gatti, promotori dell'evento, Mirella Parmeggiani, responsabile marketing del Consorzio Grana Padano,Gianni Fava, assessore regionale all'Agricoltura e Gianni Rigoni Stern che ha portato ad Expo la sua “transumanza della pace”, ossia la ricostruzione dell'agricoltura in Bosnia, attraverso l'allevamento. Golosaria a Milano - hanno sottolineato gli organizzatori - si presta a essere uno dei più importanti appuntamenti di Expoincittà, con il racconto delle innovazioni in agricoltura e nell'agroalimentare, ma anche dodici irresistibili esperienze della cucina di strada. Saranno 100 i produttori di vino e quasi 15 i birrifici, oltre 150 gli espositori del food, dal dolce al salato, dalla Sicilia al Friuli Venezia Giulia.