Guatemala, denuncia choc nel video di un legale: "La prova che il presidente mi ha fatto uccidere"

L'avvocato Rosenberg, che difendeva un uomo e la figlia "uccisi dal presidente Colom e dai suoi collaboratori per coprire gli affari del Banrural", è stato ucciso a Città del Guatemala, ma ha affidato la sua denuncia a Youtube. Colom smentisce. Indaga la magistratura

Città del Guatemala - "Se state ascoltando e guardando questa registrazione significa che io, Rodrigo Rosenberg Marzano, sono stato assassinato dal presidente del Guatemala, Alvaro Colom". Questo il contenuto clamoroso di un video diffuso oggi dopo la morte dell’avvocato Rosemberg, di 47 anni, ucciso domenica scorsa mentre girava per Città del Guatemala in bicicletta. Nel lungo video (18 minuti, guardalo sul sito di El Periodico), Rosenberg ha accusato della sua morte, con tre colpi sparati a bruciapelo, Colom, insieme a sua moglie, Sandra de Colom, il segretario della presidenza, Gustavo Alejos, e l’imprenditore Gregorio Veldez.

La denuncia L’avvocato, che parlava a una telecamera privata in gacca e cravatta, ha aggiunto che il suo omicidio annunciato sarebbe legato a quello del suo cliente, l’imprenditore Khalil Musa, ucciso insieme a sua figlia nell’aprile scorso. Secondo Rosenberg il suo ciente era stato usato da Colom e da vari personaggi legati a lui per coprire "affari illegali e milionari" nella Banca dello Sviluppo Rurale (Banrural). Il presidente del Guatemala, Colom, ha chiesto oggi alla procura nazionale del suo paese e alla Commissione internazionale contro l’impunità (Cicig) che indaghino al più presto sull’uccisione dell’avvocato.

Il presidente smentisce Colom ha convocato una conferenza stampa per smentire pubblicamente le accuse rivoltegli da Rosenberg. Il presidente ha chiesto anche l’intervento del Cicig, un organismo indipendente delle Nazioni Unite creato nel 2007, il cui direttore, l’ex magistrato spagnolo Carlos Castresana, ha già annunciato che il video di Rosenberg sarà esaminato per valutarne l’autenticità.