Al via i festeggiamenti per la beatificazione di San Carlo

Oggi intera giornata di convegni e musica. Da lunedì il corpo del vescovo sarà esposto in Duomo, il 4 novembre pontificale di Tettamanzi

Milano celebra San Carlo Borromeo a quattrocento anni dalla sua canonizzazione, avvenuta il 1 novembre 1610. Proprio dal prossimo giorno di Ognissanti, e cioè dal primo novembre, fino al 31 luglio, in Duomo avverrà la solenne esposizione dell'urna con le reliquie del Santo. Il 4 novembre, poi, giorno della sua morte, l'arcivescovo, il cardinale Dionigi Tettamanzi, terrà il pontificale a cui sono invitate tutte le parrocchie, dedicate al copatrono della Diocesi.
Ieri, intanto, primo appuntamento, con un intero Dies Caroli, una giornata dedicata a San Carlo con un convegno nel Museo diocesano su «San Carlo e il canto ambrosiano» e visite guidate alla scoperta dei tesori della Biblioteca del Capitolo metropolitano.
Si tratta di circa 45 mila volumi conservati anche in quelle che furono le carceri ecclesiastiche e che ora sono state trasformate in caveaux blindati con incunaboli, cinquecentine e i grandi corali redatti all'epoca di San Carlo per le funzioni in Duomo. Alle 15, poi, l'arciprete del Duomo, monsignor Luigi Manganini, ha celebrato i Vespri di San Carlo Borromeo in latino e canto ambrosiano al Civico Tempio di San Sebastiano, costruito per rispettare il voto fatto dalla popolazione di Milano durante la peste del 1576.