A interessare il Parlamento sarà una commissione «specializzata»

Quello esercitato dal Parlamento europeo è un potere politico di impulso legislativo. Chiede, cioè, alla Commissione di presentare proposte di legge attraverso dettagliate raccomandazioni.
Sono diversi i passaggi previsti dalla procedura legislativa.
Primo, il Parlamento viene consultato in merito a una proposta legislativa presentata dalla Commissione europea.
In un secondo momento, una commissione parlamentare competente per il merito,è incaricata di elaborare una relazione e di nominare un relatore.
Una o più commissioni possono essere consultate per esprimere pareri che vengono approvati e trasmessi alla commissione competente per il merito.
A seguire, i deputati - e le commissioni consultate per parere - possono presentare emendamenti al progetto di relazione elaborato dal relatore. Con le eventuali modifiche, il progetto diventa la relazione della commissione competente.
Quella stessa relazione è poi esaminata dai gruppi, che a loro volta possono presentare emendamenti, e infine discussa in seduta plenaria.
Possono essere apportati ancora emendamenti, presentati sia dalla commissione competente, che dai gruppi politici, o da almeno 37 deputati.
L’atto conclusivo è la votazione finale, attraverso la quale il Parlamento stabilisce la propria posizione. La proposta di legge si dice approvata a conclusione di una, due, o tre letture.