Gli 007 americani spiano anche gli italiani: intercettate telefonate, sms ed e-mail

Dalla Francia lo scandalo si allarga anche a noi. Gli 007 Usa: "Controlliamo i Paesi alleati, per noi conta solo la legge americana". E il Copasir chiede spiegazioni a Palazzo Chigi

Riesplode lo scandalo sul controllo delle telefonate e di internet da parte dei servizi di sicurezza americani. Hollande ha espresso a Obama la sua "profonda disapprovazione" in merito allo spionaggio della Nsa di decine di migliaia di dati telefonici dei francesi, "pratiche inaccettabili" tra alleati e amici. Intanto lo scandalo si allarga e coinvolge anche l'Italia. Come riporta il Corriere della sera circa tre settimane fa una delegazione del Copasir (Comitato parlamentare di controllo sui servizi segreti), in missione negli Stati Uniti, è venuta a conoscenza che sotto il setaccio dell'intelligence a stelle e strisce sono finiti anche i telefoni e i computer degli italiani, attraverso un monitoraggio su larga scala. Un'operazione, inquadrata nel sistema di sorveglianza "Prism", che sarebbe iniziato anni fa e andrebbe avanti anche oggi. Per fare chiarezza domani pomeriggio il Copasir incontrerà il sottosegretario con delega ai servizi, Marco Minniti. Perché è indubbio che la raccolta sistematica di questi dati sensibili non può più essere negata. E, se il sistema, a detta della Nsa, rispetta le leggi americane sulla privacy, è tutto da dimostrare che lo stesso possa dirsi per le norme italiane. Ovviamente questo è un problema nostro, non degli americani.

Anche se l'obiettivo, dichiarato, è l’attività investigativa antiterrorismo, è necessario che le operazioni di intelligence avvengano nel rispetto delle leggi, a tutela della libertà e del diritto alla privacy dei cittadini. Resta da vedere, a questo punto, come reagirà il governo italiano. "Le risposte che abbiamo avuto dai vertici delle nostre strutture non sono affatto tranquillizzanti - spiega Felice Casson, membro Copasir del Pd -. L’audizione del sottosegretario Minniti dovrà servire a pretendere maggiore chiarezza sulla posizione del nostro governo. Appare evidente che gli Stati Uniti abbiano acquisito informazioni su persone e autorità in tutta Europa. Quali elementi concreti esistono per escludere che questo non sia accaduto anche nei confronti dei politici e delle autorità del nostro Paese?". Particolare curioso (e per certi versi inquietante): sms, email e conversazioni dei parlamentari del Copasir in visita a Washington sono stati posti sotto controllo. Dopo Hollande anche Letta alzerà la voce con Obama?

Il Copasir vuole andare a fondo alla questione e chiede chiarimenti al governo. Ma Giacomo Stucchi, presidente del comitato, smorza le polemiche: "A quanto ci è stato riferito dagli Usa, i filtri che la Nsa utilizzava prevedevano l’impossibilità di acquisire dati relativi a cittadini italiani nel nostro Paese. Se questo è vero e i filtri hanno funzionato, non c’è stata alcuna acquisizione di dati in Italia. Ora il governo dovrà confermare le rassicurazioni che abbiamo avuto nella nostra recente missione negli Stati Uniti oppure spiegare se ci sono stati anche problemi di cui non siamo ancora a conoscenza. Anche nel caso francese - fa però notare Stucchi - si parla di metadati, ovvero identificativi di chiamata, durata della telefonata o destinatario della mail, ma senza possibilità di acquisirne i contenuti. Negli Usa, infatti, i metadati sono più 'lavorabili' rispetto a contesti di altri paesi". "In ogni caso -rimarca il numero uno del Copasir- domani la questione sarà all’ordine del giorno dei nostri lavori. La affronteremo con Minniti, che riferirà al Comitato anche su altri temi". Stucchi però tiene a chiarire subito una cosa, sgomberando il campo da possibili ombre sul Comparto Intelligence: "I nostri Servizi -spiega- dopo aver informato il governo, quando sono stati convocati hanno sempre risposto agli interrogativi posti dal Copasir". E "anche ieri, durante una visita di membri del Comitato a un centro dei Servizi, ci sono state date informazioni che ritengo esaustive oltre che delicate e riservate. Questo -taglia corto Stucchi- testimonia anche una trasparenza reale dell’Intelligence rispetto al Parlamento".

Interviene anche Massimo D'Alema, ex presidente Copasir: "Non abbiamo mai concesso agli Stati Uniti - spiega a margine di un intervento elettorale a Trento - di intercettare le telefonate dei cittadini italiani. Siamo un Paese sovrano e da noi per esempio non possono essere effettuate intercettazioni dei cittadini italiani senza l’autorizzazione della magistratura. È previsto anche per i servizi segreti che ci sia un magistrato che controlla e autorizza, nei casi in cui ci siano le motivazioni per autorizzare".

Anche il Garante della Privacy chiede spiegazioni a Enrico Letta: "È indispensabile che il Governo accerti, con tutti gli strumenti utili, se la raccolta, l’utilizzo e la conservazione di informazioni relative alle comunicazioni telefoniche e telematiche abbia coinvolto anche i cittadini italiani", ha scritto Antonello Soro in una lettera indirizzata al premier, "Si tratta di una indispensabile operazione di trasparenza in quanto tali condotte, se confermate, avrebbero primariamente violato i principi fondamentali in materia di riservatezza dei cittadini e reso evidenti le debolezze connesse alla sicurezza delle reti e dei sistemi informatici rilevanti sul piano nazionale".

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 22/10/2013 - 08:48

Gli italiani non protestano, sono sempre piegati a 90 gradi che dicono Obbedisco ! povere scimmiette ammaestrate Vi basta una partitella di calcio o qualche pettegolezzo alla televisione per ammaestrarvi e distrarvi.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mar, 22/10/2013 - 09:01

Mi viene da ridere. Gli altri cosa fanno o vorrebbero fare ne fossero in grado? L'unico telefonino non intercettato è quello di mia madre, ma solo perché non lo possiede. Saluti.

Fiorello

Mar, 22/10/2013 - 09:03

Dopo i complimenti ricevuti da Obama per la spremitura delle olive italiane volete che Letta si preoccupi delle occhiate indiscrete dei servizi americani? Non credo che abbiano trovato qualcosa di interessante sulla politica italiana e sui nostri politici. Sapete cos'è il "Pa"(Pascal)? E' l'unità di misura del vuoto. Questo hanno trovato nello spiarci. Non preoccupiamoci.

Davarch

Mar, 22/10/2013 - 09:17

Essere intercettato non mi disturba, non ho niente da nascondere e non mi vergogno di niente... Non abbiamo un regime che possa condannarmi per quel che dico al telefono. Gli unici a doversi preoccupare sono gli idioti che delinquono e lo dicono al telefono! :-D (Tipo Fassino e D'Alema)

canaletto

Mar, 22/10/2013 - 09:29

E' PROPRIO UN BRUTTO VIZIO QUELLO DI SPIARE. MA NON POSSONO FARSI I CACCHI LORO????????? INCLUSI I MAGISTRATI ITALIANI????? CHE POI SI CHIAMINO INTERCETTAZIONI, SPIE O COME UNO VUOLE, LA SALSA NON CAMBIA.

Ritratto di DR JEKILL

DR JEKILL

Mar, 22/10/2013 - 09:30

A PirLetta gli hanno spiegato di non preoccuparsi. L'acronimo di NSA è : Non Siamo Altelefono.

Ritratto di Roberto di Bruno

Roberto di Bruno

Mar, 22/10/2013 - 09:34

Lo spionaggio industriale è una possibilità, tutt'altro che innocua. Un'altra possibilità è la vendita (od il regalo?) di dati raccolti ad amichetti interessati.

Sapere Aude

Mar, 22/10/2013 - 09:35

@Fiorello, gli americani giustamente se ne fottono. Se c'è invece qualcuno che dedica tempi e soldi di ignari contribuenti a lanciare "occhiate indiscrete" è la Magistratura, ed è acclarato che non lo faccia per la difesa della nazione. Se dei primi non mi preoccupo anch'io, dei secondi sì.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 22/10/2013 - 09:43

è un bene che sappiano gli yankees che sono odiati anche in Italia e non tutti sono loro lacchè.

generosom

Mar, 22/10/2013 - 10:01

e allora ci spiavano embe' ? pensate che noi nn li abbiamo spiati in certe occasioni? chiedetelo a chi è del settore e vi dirà che nel mondo delle spie e tutto uno spiarsi vicendevolmente ,poi è ovvio che i mezzi ,la tecnologia degli americani è più avanzata della nostra cmq venivano spiati dai nostri servizi di informazione ve lo assicuro.

LaVeritàFaMale

Mar, 22/10/2013 - 10:14

Che strano paese è l'Italia. Prima i giornali ci hanno propinato in continuazione le intercettazioni telefoniche fatte a Silvio e alle sue amiche per cercare di capire quante ragazze si scopava, adesso ci si scandalizza se lo fanno gli americani per i loro scopi antitettoristici. Aveva ragione Elio quando cantava che L'Italia è il paese dei cachi.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 22/10/2013 - 10:35

..."rispetta le leggi americane sulla privacy, è tutto da dimostrare che lo stesso possa dirsi per le norme italiane"... Toh, vorreste farci credere che in Italia esiste ancora qualcosa che anche approssiativamente possa definirsi privacy???? Per il resto siamo alla fiera dell'ipocrisia o, se preferite, alla scoperta dell'acqua calda perché da che mondo é mondo lo spionaggio esiste e chi più puo' più spia. Oggi parliamo degli USA perché sono inciapati in Snowden ma sono pronto a mettere le mani sul fuoco che almeno Russia e Cina sono sullo stesso piano e gli altri si arrangiano come possono e secondo le loro possibilità! Forse l'Italia un po' meno di tutti perché dedica troppe energie a spiare tra le lenzuola del cavaliere!

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Mar, 22/10/2013 - 10:45

ma certo!!!! vogliono farsi una risata di tanto in tanto!

migrante

Mar, 22/10/2013 - 10:52

egregio Davarch, lei commette un doppio errore...primo, non e`assolutamente vero che non possa trovarsi nei guai per cio`che dice al telefono data la "fantasia" di certi magistrati...secondo, non e` assolutamente vero che possano inguaiarsi certi idioti del tipo di quelli da lei citati...infatti non hanno passato nessun guaio, lo hanno passato altri !!!

viento2

Mar, 22/10/2013 - 10:58

franco-a trier-quelli che odiano gli americani sono degl'idioti sè oggi possono sparare cazzate lo devono al sacrificio di migliaia di giovani che dall'America vennero in Europa e in Italia a sconfiggere il nazismo e dopo ci hanno anche dato i soldi x la ricostruzione e finiamola con la barzelletta che siamo stati liberati dai partigiani ,qualche libertà gli americani sè la possono permettere

linoalo1

Mar, 22/10/2013 - 11:26

Abbiamo,forse,qualcosa da nascondere?O,forse,ci spiano perché,giustamente, non si fidano della nostra Sinistra?Lino.

migrante

Mar, 22/10/2013 - 11:29

egregio viento2...finiamola con la barzelletta che i giovani americani si siano sacrificati per "liberarci" altrimenti finira` per dirci pure che i Russi entrarono a Berlino per liberare i poveri Tedeschi !!!

HAKWERSIDDELEY

Mar, 22/10/2013 - 11:47

bè se non era per gli angloamericani .. chissà per quanto tempo saremmo stati costretti a mangiare crauti ( che peraltro sono molto buoni ma voglio essere io a decidere se mangiarli o meno ), per cui caro Viento2 I agree with you completely. Ho anche un open message per l'italo-tedesco ( ??? ) che abita a Treviri : se devo scegliere fra essere lacchè dei tedeschi o degli angloamericani scelgo all'istante i secondi .. visto che i primi stavano cercando di papparsi tutta l'Europa pezzo dopo pezzo; a proposito dei soldati italiani che tu spesso denigri con un tono davvero fastidioso ed irrispettoso .. ti ricordo che anche i tuoi cosiddetti " superuomini " nel 1945 scappavano a gambe levate sul fronte occidentale (come fanno tutti gli eserciti quando sono in rotta) ma non per questo dobbiamo mancare loro di rispetto ... so please fammi un favore : cerca di essere un pò meno arrogante.

Ritratto di DR JEKILL

DR JEKILL

Mar, 22/10/2013 - 11:51

Chissà che risate si facevano l'Americani quando sentivano le nostre intercettazioni....bunga-bunga,La nipote di Mubarak,le toghe rosse,la giustizia a orologeria,Bertolaso,Lavitola,Verdini.....La maddalena per il G8....i massaggi per la cervicale......ahahahaha,ma smettetela,ridicoli

Dario40

Mar, 22/10/2013 - 12:13

siccome la faccenda non è di ieri, JoCondor avrebbe dovuto chiedere spiegazioni a Obama durante il suo ultimo incontro . Che se non sbaglio è di tre giorni fa. E D'Alema ,Presidente del COPASIR, cosa fa?

viento2

Mar, 22/10/2013 - 12:26

DR.JEKILL- sai le risate abbiamo una banca detto dal segretario del pd la faccenda Penati gl'incontri di Marrazzo MPS il Forteto l'affare telecom Serbia vado avanti o le basta

Davarch

Mar, 22/10/2013 - 12:53

Ahaha, Caro Migrante, lei ha colpito nel segno nel secondo punto! Nel primo le assicuro che neanche la fantasia malata di qualche magistrato di parte potrebbe trovare qualcosa da ridire sulle mie conversazioni, data la pochezza delle stesse! :-D

agosvac

Mar, 22/10/2013 - 12:56

Sarebbe ora di dire che chi è causa del suo mal pianga sè stesso! Infatti tutte queste intercettazioni non sarebbero possibili senza i telefoni di ultima produzione. Chiunque abbia uno smartphone o un tablet o un telefono di ultima ed ultimissima generazione rende l'intercettazione più facile.Egregi utenti, è bene che sappiate che non siete più liberi di voi stessi, non potete più scambiarvi idee ed opinioni senza che nessuno lo sappia, non potete più essere liberi di andare dove volete senza alcun controllo: se avete uno di questi aggeggeti nuovi, siete sempre controllati e spiati. O non lo sapevate??????

Tobi

Mar, 22/10/2013 - 12:58

benissimo, ci sto. Allora scriverò ancor di più, anche per posta elettronica, che Obama è stato il peggior presidente che gli stati Uniti d'America abbiamo mai avuto. Un pagliaccio, burattino delle varie lobby, doppiafaccia e parolaio. Ma peggio di lui sono quelli che gli vanno appresso che non si rendono conto che Obama dice belle parole a ciascuno, ma per far questo necessariamente si rimangia quello che ha detto il giorno prima. Avete notato che le frasi di Obama contengono spesso una doppia sentenza di carattere opposto (intermezzata da un "ma") in modo da accontentare allo stesso tempo chi la pensa in un modo e chi la pensa nel modo opposto? Il problema non è solo Obama, sono gli allocchi che gli credono (con tutto rispetto per l'allocco rapace notturno, essere evidentemente dotato di ben più ampia intelligenza).

titina

Mar, 22/10/2013 - 13:22

D'ora in poi intercalerò, nelle telefonate: americani, fatevi i c..i vostri!

titina

Mar, 22/10/2013 - 13:25

x Davarch. neppure io ho niente da nascondere, anzi sono una persona trasparente per natura, ma una cosa è dire i fatti di propria volontà, un'altra che ti spiano. In definitiva, non me ne frega, ma mi dà fastidio.

viento2

Mar, 22/10/2013 - 13:32

egregio Migrante conviene che a noi ci è andata meglio dei tedeschi liberati dai russi o no?

mariolino50

Mar, 22/10/2013 - 13:43

HAKWERSIDDELEY Invece gli angloamericani si sono pappati tutto il mondo e ci hanno imposto la loro civiltà, poca direi, , non saprei cosa è meglio, sono venuti a fare la guerra in casa nostra non certo per liberarci, ma solo per sconfiggere i tedeschi, e per farlo ci sono voluti tutti gli altri paesi messi insieme, a parità di mezzi i crucchi non hanno mai perso, solo con forze soverchianti è stato possibile.

Davarch

Mar, 22/10/2013 - 13:44

Gentile Titina, è il mio carattere... In genere dico le cose in faccia! Le cose che dico, almeno sinora non possono essere perseguite, che ci sia qualcuno che le ascolti a mia insaputa non può fregarmene di meno...

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 22/10/2013 - 15:42

Cose fritte e rifritte.Hollande ha fatto finta di alzare la voce, e noi Cosa credete che facciamo ? Al bongo bongo piace giocare con phone.

atlas47

Mar, 22/10/2013 - 15:45

Ma se Letta è appena tornato dal master americano per imparare a obbedire meglio, qualcuno pensava che non avrebbe subito messo in pratica gli insegnamenti dei padroni? Sorriso a due arcate e testa bassa!

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 22/10/2013 - 15:46

Viento2-DA chi dovevano liberarci ? Casomai ci Hanno messo in mano a questi infami allora partigiani, ora antiitaliani proletariricchiconisoldideglialtri.

G_Gavelli

Mar, 22/10/2013 - 16:01

Penso sia tutto vero, anche se in Europa si omette di dire che verosimilmente vengono ascoltate o lette soltanto conversazioni che contengano "parole chiave" secondo lo schema di Echelon. Insomma, chi scopa con il coniuge del collega d'ufficio dovrebbe potersi sentire tranquillo....

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Mar, 22/10/2013 - 16:22

E?'un pò come quando sei al bar e leggi la rosa e qualcuno che non conosci ti si mette di fianco e sbircia. Non fa niente ma da fastidio lo stesso.

Ritratto di Ezechiele lupo

Ezechiele lupo

Mar, 22/10/2013 - 16:25

Letta ha convocato l'Ambasciatore degli USA per dirgli con estrema gentilezza e devozione: spiate con prudenza , per favore.

viento2

Mar, 22/10/2013 - 17:24

marforio-quello che dice è tutto vero mà senza gli americani saremmo finiti in bocca a baffone o sottomessi ai nazisti

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 22/10/2013 - 17:46

E allora? Non sono i nostri alleati, Sono i nostri padroni, e a palazzo Chigi hanno messo un cameriere che va a prendere ordini in tutto il mondo. Popolo di servi e traditori......

odifrep

Mar, 22/10/2013 - 18:04

Intanto vorrei sapere se D'Alema sia intervenuto su richiesta da parte di cittadini oppure di sua spontanea volontà. A baffino, tengo a ricordare che : "ha mentito, tutt'ora mente e sempre mentirà" come in questa circostanza. Caro STUCCHI, non ti vedi come una triglia accerchiata da questi "squali"?.

vince50_19

Mar, 22/10/2013 - 18:07

I soci di Aspen Istitute saranno buoni e servili: come sempre, come tutti i soci..

Ritratto di Gimand

Gimand

Mar, 22/10/2013 - 18:13

Che c'è di strano? Ci sarebbe stato da stupirsi se NON avessero spiato anche noi, e non certo da ieri. Ma chi credete che abbia fornito, vent'anni fa, le informazioni di "Mani pulite" a Di Pietro per incastrare ed incasinare tutt'Italia? Con la differenza che adesso le loro spiate non le leggeremo tra qualche giorno su "Repubblica".

Ritratto di Gimand

Gimand

Mar, 22/10/2013 - 18:21

no Ezechiele lupo, Ha convocato l'ambasciatore per pregarlo di divulgare soltanto le telefonate di Berlusconi. Come, del resto, s'è sempre fatto in Italia.

guidode.zolt

Mar, 22/10/2013 - 18:43

stenos - ..e di navigatori ... non dimentichiamo Schettino!

ingenuo39

Mar, 22/10/2013 - 19:08

L' Italia spiata dagli U S A? Balle, gli americani non avevano interesse a spendere dei soldi per spiare gli Italiani, bastava comprare quelle intercettazioni fatte dalla nostra magistratura che costavano di meno.

Nonmimandanessuno

Mar, 22/10/2013 - 19:29

"A che serve una serva che non serve?". Ecco, anche questa ultima storia mi conforta nella convinzione personale che il Garante della privacy è sempre stato, è, e sempre sarà tutta una presa in giro. Però a qualcuno è servito; un certo Rodotà, grazie a dei diversamente normodotati, (tranquillo Marrazzo parlo di cervelli),abbiamo rischiato di trovarcelo pure come presidente della Repubblica. D'accordo che, visti i predecessori, non sarà certo lui a rovinare la categoria, ma domandandomi cosa abbia fatto negli anni che ha rivestito tale carica, mi sono risposto: " Un beato ca..."

gamma

Mar, 22/10/2013 - 19:32

Gli Americani fanno quello che fanno tutte le grandi potenze. L'impero romano sorvegliava e spiava prorio gli alleati ancor più dei nemici, secondo la logica per cui dai nemici so come difendermi ma sono gli amici che possono fregarmi. Naturalmente non è ammesso il contrario. Cioè se la Francia o l'Italia spiassero le telefonate degli americani e sopratutto degli americani vicini al potere ci sarebbe un putiferio. Inoltre, diciamo la verità, noi tutti europei abbiamo delegato la nostra sicurezza e gran parte della nostra difesa militare agli Stati Uniti. Si è calcolato che se l'Europa avesse dovuto spendere in spese militari ciò che hanno speso gli americani per difendere l'Europa dalle mire dell'Unione sovietica saremmo molto più poveri. Dunque di che ci lamentiamo. Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.

mariolino50

Mar, 22/10/2013 - 21:04

agosvac Spiavano anche prima, intercettando tutte le comunicazioni satellitari mondiali, ormai la totalità, prima ma forse anche ora, avevano appositi apparecchi attaccati ai cavi telefonici sottomarini, forse la comunicazione più sicura riamane la posta cartacea, quella non si può intercettare a tappeto, devono cercare proprio te. Chi ha a cuore la propria vita privata e politica, nonchè i suoi pensieri, non dovrebbe usare telefonini e computer, ma ormai come si fà, sapere queste porcherie fà solo incazzre di più, maledetti tutti quanti. Possano schiattare gli spioni che leggono.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 22/10/2013 - 21:18

Scoprire i segreti di Pulcinella dell'Italia e degli Italiani sai che prodezza. Ma finiamola con le buffonate.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 23/10/2013 - 00:32

Ma cosa volete che chiarisca Letta. E' andato da Obama per fargli la leccatina di piedi istituzionale. Ben diversa era stata l'accoglienza riservata a Berlusconi. Trattato da vero statista che non aveva bisogno della fasulla approvazione elargita al nostro trinariciuto di governo. STI ROSSI IN BRODO DI GIUGGIOLE PER LE VUOTE PAROLE DI CIRCOSTANZA ELARGITEGLI DA OBAMA. CHE PENA FANNO.

paolonardi

Mer, 23/10/2013 - 06:31

Come fanno a fidarsi di noi che abbiamo al governo i comunisti che amoreggiano con gli integralisti islamici, che consentono l'ingresso nel nostro paese alla feccia della delinquenza africana, che sono, neanche tanto velatamente, antiamericani. Personalmente di alleati del genere non mi fiderei molto nonostante la loro adorazione per l'omuncolo che e' alla Casa Bianca.

Sapere Aude

Mer, 23/10/2013 - 07:52

Cosa deve chiarire? Che la Magistratura è troppo occupata a intercettare Berlusconi? Idioti! Lo sanno o no che da soli non saremmo capaci di salvarci da chi vuole farci saltare per aria? E se si apre la porta a chi lo fa per noi, è ovvio che costui apre senza alcuna distinzione tutti i cassetti (anche quelli in cui vengono nascosti da noi i gioielli).

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 23/10/2013 - 08:27

Gli USA da sempre se ne sbattono delle sovranità altrui, tuttavia finora avevano spiato sempre con discrezione, cercando di non farsi prendere in castagna. D'altronde ciò era la regola di tutte le nazioni del Mondo, spiare senza farsene accorgere. Nulla di strano che spiino gli alleati, le alleanze sono tali fin tanto che conviene ad una o ad entrambe le parti e, dato che non sono eterne e tutto può cambiare in un momento, è normale che si spiino gli alleati. Come detto, l'unica cosa che non va è che ogni nazione ha il diritto alla sua sovranità e non vedere un intruso snasare i suoi affari politici, economici e strategici per potersene avvantaggiare a suo danno. Era ben per questo che si cercava di fare tutto sotto banco, ma farlo apertamente è una vera e propria dichiarazione di disprezzo nei confronti della sovranità altrui e sui patti di alleanza. In quanto all'Italia fa di tutto per fare conoscere agli altri tutti i suoi affari, addirittura li sbandiera tranquillamente in piazza o tramite la magistratura o addirittura con la vendita di strutture strategiche, come ad esempio la Telecom agli spagnoli. In pratica altri posseggono i nostri telefoni, volete che non ci diano una bella snasata a nostro danno? Abbiamo un governo d'imbecilli che non vedono l'ora di svenderci al migliore offerente, come d'altronde è abitudine inveterata italiana fin dal medio evo.

PIETRO LO MORO

Mer, 23/10/2013 - 09:07

HO LETTO UN LIBRO DI GIANNI ROCCA DEFUNTO GIORNALISTA DI . COMPAGNO DELLA VECCHIA GUARDIA. IL 3 LUGLIO DEL 1943 QUANDO L'ARMATA DI HITLER ENTRAVA IN RUSSIA DOPO DIECI GIORNI DI ASSENZA DETERMINATO DA OPPOSITORI POLITICI QUESTI ULTIMI NON HANNO POTUTO FARE A MENO DI QUEST'UOMO CHE HA CHIAMATO TUTTI A RESISTERE CONTRO L'INVASORE CHIAMANDO I POPOLI MARTORIATI DA VENTI ANNI DI GUERRE CIVILI E POTENTATI CRIMINALI RESIDUI CONTRO L'INVASORE. ERA L'UNICO CHE AVEVA AUTORITA PER FARLO SEMBRA HA FATTO GLI INTERESSI DI TUTTI TRANNE CHE DEI COMUNISTI DA PRIMA DELLA RIVOLUZIONE A CUI NON HA PRESO PARTE. NOI SAPPIAMO ANCORA QUELLO CHE E STATO DETTO DAI COMUNISTI. DOPO LA GUERRA PATRIOTTICA IL PCUS ERA IN ROTTA E STALIN ERA ASSENTE DA MOSCA PER CERCARE LA PACE E L'AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI. I CRIMINI HANNO CONTINUATO A COMMETTERLI I SUOI NIPOTI (L'INVASIONE DELLA UNGHERIA E OPERA DI KRUSCEV CHE HA LIBERATO MIGLIAIA DI DELINQUENTI E OPPOSITORI POLITICI E RIMESSI AL POTERE E CHI HA RICORDI IN RUSSIA TUTTI RICORDANO IL SUO REGNO COME UN PERIODO NERO, CARATTERIZZATO DA CORRUZIONE, MALVERSAZIONE, NEPOTISMO, CLIENTELISMO, FISCO OPPRESSIVO, SPECULAZIONE EDILIZIA, RIPRESA DEI FINANZIAMENTI AI PARTITI E ALLE RIVOLUZIONI E RIPRESA DELLE PERSECUZIONI RELIGIOSE).

liibalaaba

Mer, 23/10/2013 - 09:16

Ovviamente c'è sempre il pirla che dice"che me ne frega; non ho niente da nascondere". Bravo coglioncello! E' qui che ti voglio! Hai mai sentito parlare di privacy? Sai che esiste l'inviolabilità della vita di ognuno di noi, e che nessuno (neanche il padre eterno,per chi ci crede),può mettere il naso in casa mia? Questa è la solita risposta di chi fa la politica dello "struzzo" (poveri struzzi, tirati sempre in ballo;loro non c'entrano!Purtroppo è un modo di dire). Chi non riesce a capire ciò che dico,si andasse a rivedere il film "Nemico Pubblico" con il grande scomparso Gene Hackman,e con Will Smith e Jon Voigt, e si renderà conto di cosa vuol dire quando i servizi segreti sono in grado di contare anche i capelli che hai in testa,spiandoti da un satellite in orbita a chissà quale distanza dalla Terra! A proposito;ti interesserà sapere che se ti fermi a fare pipì per strada(anche di notte), c'è la possibilità che qualcuno ti immortali dall'alto dei cieli! Non parliamo se poi ti fermi in auto con l'amante a fare ben altro! Tanti auguri!