"Da astronauta dico: gli alieni esistono"

Paolo Nespoli, l'uomo vissuto sei mesi nello spazio: "Non ho trovato segni, ma da lassù si capiscono molto cose sulla vita. E su Dio"

nostro inviato a Mykonos

La somiglianza con Harrison Ford, alias Indiana Jones, è straordinaria anche se, quando glielo si fa notare per l'ennesima volta, lui risponde: «Sì, ma anche con Patrick Swayze (il protagonista di Ghost, scomparso nel 2009, ndr)».
Paolo Nespoli è uno dei 6 italiani che ha coronato il sogno di volare nello Spazio. Un'astronauta, insomma. «Era il mio chiodo fisso fin da bambino e sono riuscito a realizzarlo, anche se non più giovanissimo, dopo aver ripreso gli studi, essermi laureato in ingegneria e aver dovuto imparare l'inglese a tempo di record», spiega guardando il cielo terso di Mykonos, l'isoletta greca dove l'abbiamo incontrato in occasione di un evento speciale.
Il discorso scivola subito sulle due esperienze in orbita: la prima, nel 2007, 16 anni dopo essere stato assunto dall'Esa (l'Agenzia spaziale europea), di 15 giorni, con lo Space Shuttle Discovery; la seconda, nel 2010, con la Sojuz Tma-20, rimanendo per 6 mesi sulla Stazione spaziale internazionale. Una sola delusione: aver mancato, per varie circostanze, la passeggiata nell'infinito. Sarà per la prossima missione.
Domanda d'obbligo: ma lei crede ai «marziani»? Ha notato qualcosa di strano lassù? Avete captato qualche segnale radio? «Mai visto cose strane o sentito segnali - risponde Nespoli - ma negli extra-terrestri ci credo».
Ci dica, ci dica, allora.
«Da qualche parte nell'Universo una qualche forma di vita ci deve pur essere. Provi a raccogliere un mucchietto di sabbia dalla spiaggia e si metta a contare i granellini. Ecco: per approssimarsi al numero dei pianeti dell'Universo si dovrebbero contare tutti i granelli di sabbia di tutte le spiagge del mondo. È mai possibile, a questo punto, che in questa enormità non ci siano forme di vita come la nostra? Io sono convinto di sì».
Già, ma come è possibile scoprirle?
«Il problema è rappresentato dalle distanze. La stella più vicina al nostro sistema solare si chiama Proxima Centauri e dista dalla Terra 4,2 anni luce».
Quanto ci si impiegherebbe per raggiungerla?
«Con le navicelle di oggi 162.000 anni per l'andata e altrettanti per il ritorno. Ecco perché si parla di distanze astronomiche. Se degli extra-terrestri in questo momento si affacciassero sulla nostra galassia, vedrebbe il posto in cui ci troviamo 23.000 anni fa, quanto ci mette la luce a raggiungere il bordo della galassia. E questa è una distanza astronomica minima, un cucchiaio d'acqua nell'oceano».
Quindi?
«Una volta risolto, e non so quando, il problema delle distanze, si arriverà forse a trovare nuove forme di vita».
Da Et passiamo alla fede: da lassù ci si sente più vicini a Dio? Ci ha mai pensato?
«Andare nello Spazio amplifica o giustifica le varie credenze. Ma lo Spazio normalmente non ci dá una risposta. Diciamo, piuttosto, che si consolidano le convinzioni di ognuno».
Ha visto il film Gravity?
«Un film molto bello dal punto di vista tecnico, lasciamo però perdere la trama».
Una trama drammatica, visto che George Clooney alla fine si perde nello Spazio. E lei, in orbita, ha mai avuto paura?
«Guardi, ho avuto più paura durante gli addestramenti».
Perché?
«Il terrore di non farcela, di non riuscire a coronare il mio sogno. E questo nonostante alla partenza dello Shuttle si è sottoposti a una spinta incredibile. Sembra di trovarsi dentro una bomba atomica».
La Terra vista dall'alto?
«Ci si trova a 400 chilometri d'altezza e si gira a 28.000 chilometri orari. In una giornata si vivono 16 albe e 16 tramonti. E hai solo qualche secondo per scattare una foto, per esempio, all'Italia».
Uno spettacolo, presumo.
«Già, ma anche la sensazione di grande fragilità della Terra: una palla in equilibrio precario su uno spillo. Basta guardare lo strato dell'atmosfera: sembra una nebbiolina pronta a dissolversi. E poi vedi quello che l'uomo è riuscito a combinare: fuochi, cave, disboscamenti, fiumi dal corso deviato, isole artificiali. Ma anche lo smog, soprattutto sopra le megalopoli. Si è voluto costringere la natura ad adattarsi a noi. Che sbaglio...».
Chi porterebbe a vedere tutto questo?
«Sono contento che lo Spazio si aprirà ai turisti. E renderei quasi obbligatorio ai governanti partecipare a un viaggio in orbita. Sarebbero molto più oculati nelle loro decisioni».
E l'Italia?
«È bellissima. Si trova a 45 gradi di latitudine. Se fosse un po' più sotto sarebbe nel deserto, un po' più sopra un Paese nordico. La posizione - circondata dal mare - e le condizioni atmosferiche - è protetta dalle Alpi - spiegano il suo retaggio storico importante. Ma c'è un particolare: è il Paese più illuminato d'Europa, anche perché la sua densità di popolazione supera quella della Francia e della Germania. Se un extra-terrestre la notasse, riterrebbe si tratti di un Paese ricchissimo. Tutte quelle luci farebbero pensare a immense risorse energetiche, dal petrolio alle centrali nucleari. Invece, non è così. Disperdiamo energia senza renderci conto che sprechiamo risorse che non abbiamo, che costano e che riscaldano il pianeta».

Annunci
Altri articoli
Commenti

nino47

Gio, 26/06/2014 - 09:06

"Lassu'"...e' andato nel pallone!!

angelomaria

Gio, 26/06/2014 - 09:29

NON SAPEVO DESSERO LSD AGLI ASTRONAUTI!!

Noidi

Gio, 26/06/2014 - 09:52

Cari nino47 e angeloamira, davvero credete che noi siamo gli unici esseri viventi in questo universo?????

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 26/06/2014 - 09:58

Non credevo che 400 chilometri fosse la distanza tra la terra e il paradiso.Ma cosa bevete quando siete in orbita ??

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Gio, 26/06/2014 - 10:11

Bravi, una bella intervista, l'astronauta ci ha fatto sognare.

Fradi

Gio, 26/06/2014 - 10:11

Non riesco a capire perchè chi la pensa diversamente rischia sempre di essere insultato.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 26/06/2014 - 10:16

Ma che diavolo di commenti fate?!? Cosa avrebbe detto di così allucinante un signore che oltre ad essere un ingegnere deve avere tutte le rotelle a posto per essere spedito nello spazio?? È un'ovvietà che non possiamo essere i soli esseri nell'universo dato che la teoria più gettonata ora è quella della panspermia ossia dell'inseminazione proveniente dallo spazio di microorganismi trasportati da meteoriti (come quelli già trovati recentemente in antartica su un meteorite). La presenza di microrganismi su una roccia che viene dallo spazio è già prova che forme di vita biologica esistono al di fuori della terra. Poi per coloro che capiscono il francese o l'inglese, vi rimando alle affermazioni del ministro della difesa Canadese su materiale molto sensibile. Lui asserisce che esistano i famosi UFO (oggetti volanti non identificati - e qui ognuno speculi quello che vuole). Lo stesso è stato pubblicato dall'agenzia spaziale francese e ripetuto di fronte alle telecamere dal presidente di questa agenzia. Si tratta di un'istituzione governativa che non va a sputtanarsi in giro con affermazioni da drogato modello LSD per capirci. Immagino i commenti a seguito di questo mio intervento, ma anche il governo messicano ha messo in rete immagini MOLTO STRANE riprese dai piloti di caccia militari. Andatevi a cercare sul YouTube questi tre episodi che vi ho citato, li troverete e poi ne riparliamo.

T.J

Gio, 26/06/2014 - 10:27

Perche' sempre gli italiani le sparano?..pure nello spazio! miii ci facciamo riconoscere ovunque.

gisto

Gio, 26/06/2014 - 10:47

Mi diverto a giocare con il gatto mandandogli una luce riflessa dallo specchio.Per lui, quello e' un oggetto non identificato,e salta per prenderlo.Dopo 80 anni di avvistamenti,mi sa che anche noi ci comportiamo come il gatto.Di tempo per contattarci ne hanno avuto.Pero' nell'universo ci potrebbero essere altre vite.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 26/06/2014 - 11:01

Ma c'è un particolare: è il Paese più illuminato d'Europa, anche perché la sua densità di popolazione supera quella della Francia e della Germania. ANCHE UN POCO ASINELLO il nostro astronauta (e il giornalista con lui): va bene che la Francia abbia una densità di popolazione inferiore all'Italia, ma la Germania ha 221 abitanti kmq contro i 200 dell'Italia. E se la matematica non è un opinione anche per gli astronauti....

emulmen

Gio, 26/06/2014 - 11:04

ma cosa c'è di strano in quel che ha detto Nespoli? forse è un berlusconiano? non credo proprio...cmq il fatto è che la vita nell'universo è fuor di dubbio: dire che solo sulla terra c'è vita è come tornare a dire che il sole gira attorno alal terra e non viceversa. Dovunque nell'universo, in qualunque delle miliardi di galassie, ogni giorno esplodono supernove che generano nuovo materiale epr creare nuovi sistemi planetari...ogni giorno si scoprono nuovi esopianeti attorno ad altre stelle...dovunque nell'universo c'è la stessa materia! quindi è assurdo dire che solo qui c'è vita senziente...l'universo è strapieno di vita e il nostro pianeta è solo uno dei tantissimi dove c'è vita. Credo che lo saprete che sembra ormai certo che l'acqua sulla terra (e quindi le prime forme di vita) l'ha portata qualche cometa e quindi è nello spazio che ci sono le basi della vita biologica così come la pensiamo noi. Certo, non credo agli UFO che vengono a spiarci perchè preoccupati dalle nostre bombe atomiche, ma sicuramente esistono solo nella nostra galassia migliaia di civiltà intelligenti ad ogni stadio di evoluzione: alcune, forse poche sono ad uno stadio evolutivo molto superiore al nostro e quindi possono viaggiare nello spazio aggirando la teoria della relatività di Einstein, usando forse davvero un motore a curvatura (che non è una speculazione alla star trek, ma una psosibilità scientificamente studiata e possibile, ma non col nostro livello tecnologico!). insomma la realtà è questa: l'universo è pieno di vita. Forse non a base dic arbonio come noi, forse a base di silicio o qualche altra sostanza, ma la vita intelligente è un dato di fatto innegabile. Non siamo soli, aspettiamo solo di trovare la prova definitiva che esiste attorno a qualche stella un pianeta simile alla terra: e non è certo facile da trovare! è come cercare di vedere una moneta da un euro su Alpha Centauri..ma è solo questione di tempo, sicuramente qualcun altro da qualche parte nella galassia ha trovato il modo per farlo...

NonVedoNonSento...

Gio, 26/06/2014 - 11:34

Personalmente non trovo nulla di "sconvolgente" nelle parole di Nespoli. Basta avere un minimo di cultura scientifica (ma parliamo veramente di poco) per sapere che quello che afferma Nespoli è assolutamente ragionevole. Piuttosto trovo criticabile il titolo dell'articolo, che lascia presagire chissà quali rivelazioni.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Gio, 26/06/2014 - 11:39

Alcuni autori di questi commenti come lettori di questo giornale prima di scrivere minchiate non potrebbero contare fino a a 10 alla ennesima potenza?

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Gio, 26/06/2014 - 11:41

Un branco di stupidi italioti degni di questo giornale!

gneo58

Gio, 26/06/2014 - 11:47

da astronauta dico: gli alieni esistono ! - e che c'e' di strano ? bisogna essere astronauti per asserire questo ? - certo che non siamo soli e tante prove ci sono, ora come in passato - leggete, informatevi, approfondite e ragionate con la vostra testa - vedrete questo mondo, la vita e tutto il resto in modo completamente differente, scienza e religione possono convivere benissimo. Chi può farlo (per questioni di tempo, voglia e cultura) si prenda pure la briga di andare a leggersi i testi antichi, dal Mahabharata indiano (e non solo quello) alla Bibbia fino ai testi Greci e Latini, Sumeri ed Accadici, potete anche andarvi a leggere i vari testi Ebraici pezzi di traduzioni dei rotoli del Mar Morto e tutto quello che potete trovare disponibile e poi ragionateci su e cercate di "leggere tra le righe" vedrete che non siamo stati mai soli e le prove ci sono. E non ci sono solo "gli alieni" ma anche un Dio - ed e' il Dio di tutti, abitanti della terra inclusi. - saluti

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Gio, 26/06/2014 - 11:50

Non capisco lo stupore di qualcuno circa le affermazioni di Nespoli: miliardi di miliardi di pianeti ed abbiamo la presunzione di essere gli unici esseri senzienti? Meritava un titolo migliore, magari invece che "alieni" che fa scalpore sarebbe stato meglio scrivere "vita nell'universo", ma suvvia siamo tutti grandicelli e sappiamo che tra titolo ed articolo c'è sempre una certa differenza. Poi, sinceramente, non attaccatevi ai dati sulla densità della popolazione di questo o quel paese europeo perché quanto detto da Nespoli sull'inquinamento luminoso dell' Italia e sulla mancanza di risorse energetiche è correttissimo. Piccola nota su quest'uomo: dopo più di dieci anni di Folgore e corpi speciali, a trent'anni questa persona ha il coraggio di lasciare tutto e mettersi in discussione: si congeda, studia l'inglese e va negli Usa a laurearsi in ingegneria aerospaziale, dopo qualche specializzazione prova il concorso per astronauti presso l'ESA, supera le selezioni, supera l'addestramento per andare in orbita, ottiene l'assegnamento a ben due missioni e corona il suo sogno. Gente così è più unica che rara e qualcuno ci sparla contro...mah !

Klotz1960

Gio, 26/06/2014 - 11:51

Bravo, Nespoli. Gli extraterrestri DEVONO esistere per forza. Grazie per il messaggio, siccome l'hai pensato nello spazio deve essere piu' valido degli altri. By the way, la Terra non ha alcuna fragilita', e' qui da milioni di anni.

Ritratto di falso96

falso96

Gio, 26/06/2014 - 11:57

Questi commentatori che seduti per terra criticano i pensieri di chi ha vissuto un'esperienza che ... "loro" poverini non potranno MAI provare, perchè il loro sport è quello di far funzionare la lingua , scollegata dal cervello.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Gio, 26/06/2014 - 11:59

Klotz1960 che la terra non abbia nessuna fragilità perchè è qui da milioni di anni è un'affermazione come minimo dimostra misere conoscenze sull'argomento!

alfa553

Gio, 26/06/2014 - 12:18

E' arrivato gesu bambino con gli apostoli,a dire favolate.

liibalaaba

Gio, 26/06/2014 - 12:35

Ecco qui! Come al solito, si scopre che mettendo un pentolino d'acqua sul fuoco e portando il tutto a 100 gradi, l'acqua bolle (chissà poi perchè?)! E c'era bisogno che lo dicesse Nespoli?Sono secoli che il nostro pianeta è visitato da altre civiltà! Ma per qualle cazzo di motivo chi la pensa in maniera più avanzata deve essere insultato dai "soloni" o professoroni di turno? Quello che piuttosto dico è (e l'ho già scritto altre volte prendendomi gli sberleffi di tante persone e gratificazioni varie del tipo "fermate quel pazzo" e altre amenità del genere): invece di spendere miliardi a palate in quel maledetto CERN alla ricerca di particelle più o meno strane, tipo la particella di dio (chissà poi perchè non l'hanno chiamata la particella di gigino o di pasquale), perchè dicevo non si investono risorse per cercare nuovi tipi di propulsione per le navi spaziali? Siamo troppi su questo pianeta supersfruttato, prima o poi, una nuova casa ce la dovremo pur cercare. Cosa aspettiamo? Saluti a tutti e scusate, ma non ho preso LSD nè ho fumato cose strane, nè tanpoco ho bevuto.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Gio, 26/06/2014 - 13:12

@liibalaaba: tra ritenere che esistano altre forme di vita nell'universo e credere agli ufo che visitano la terra c'è un po' di differenza. Gli abissi di spazio e di tempo da superare per far venire in contatto due specie intelligenti abitanti anche solo la stessa galassia sono insondabili e se qualche alieno avesse la tecnologia per farlo lo scambieremmo facilmente per un dio, altro che dischi volanti da cui scendono creature vagamente antropomorfe armate di raggi laser...

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 26/06/2014 - 13:35

Io, so che l,universo nella sua complessita ha una Espansione di 5000 Miliardi di anni luce, é credere che noi siamo gli unici a Popolarlo non é solo segno di una ignoranza, ma anche di una insolenza cretina é senza limiti,é negli USA cé l,area 51 in cui nessuno sá Cosa viene sperimentato, é Cosa hanno scoperto gli Americani nel 1959 quando in tutta fretta loro Hanno portato in questa area un,astronave che veniva da un,altra Galassia?, se questo é falso oppure é vero, gli Americani non dicono mai niente su questo fatto, ma che diversi piloti di Aerei di linea é Caccia militari Hanno visto degli UFO su questo non si discute, é io non penso che tutta questa gente poss esserea cretina oppure ignorante!.

syntronik

Gio, 26/06/2014 - 13:56

Certo che di cretinate se ne leggono tante, forse imcluso anche il mio commento. Senza togliere meriti al nostro astronauta, che non é da tutti, avere le qualitá e il carattere per essere ammesso a quelle selezioni, ancor piú difficile essere poi scelti, pertanto, questo qualifica la persona, sicuramente non si va a quel livello con le referenze di un politico, che sia rosso o azzurro, tanto meno avendo la testa berlusconata o sinistron..bata. Lui esprime un parere da uomo normale, con miliardi di stelle, non é escluso, che vi sia qualche mondo abitato, ma dall'esserci ed arrivare sino a noi, é una cosa un po diversa, per portare una astronave alla velocitá un pò meno della luce, ci vuole la stessa energia che genera il sole in tutta la sua vita, e poi ne manca, ma ne manca tanto ancora, pertanto meglio stare con i piedi per terra, in quanto ad averli visti, ne vedono tutti i giorni, su internet come dice un commentatore, ne vedono tutti i giorni, solo peró che nessuno fornisce una foto con l'alieni di turno, mentre prendono il caffé al bar, i film di fantascienza stimolamo la fantasia, alla fine tutti vedono strani personaggi , ma gli alieni sono giá tra di noi, quelli che promettono uno stipendio a tutti i disoccupati, quelli che dicono che abbassano le tasse, che pagano i debiti della PA, quelli sono gli alieni che vediamo tutti i giorni, non é necessario scrutare il cielo per vederli, basta andare in parlamento, oppure vedere i dibattiti in TV. Quando arriveranno i veri alieni, li riconoscerete subito, avranno sicuramente la tessera del PD in tasca.

emulmen

Gio, 26/06/2014 - 13:59

@Andrea B. - come ho detto prima sicuramente ci sono (e solo nella nostra galassia...) migliaia di civiltà ad ogni stadio di evoluzione: pianeti dove la vita è appena nata a livello molecolare, altri dove ci sono forme di vita elementari, altre dove ci sono esseri che si muovono sulla superficie..ed altri dove esseri dotati di intelligenza hanno dominato il mondo come da noi gli esseri umani. Anche fra queste civiltà ce ne sono ad ogni grado di evoluzione: di sicuro non sono molte quelle infinitamente più avanti di noi, anzi sono pochissime, ma proprio queste ultime potrebbero avere sviluppato la tecnologia per viaggiare nell'iperspazio ad esempio...non è certo difficile credere che gli dei delle antiche leggende e religioni non sono altro che questi visitatori di altri mondi infinitamente più evoluti del nostro che incuotevano paura nei nostri lontani antenati e sono stati divinizzati: Osiride in Egitto, Quetzalcoatl in Messico, Viracocha in Peru ad esempio. esseri che hanno insegnato in tempi remoti alle antiche popolazioni un mucchio di cose e fatto il loro lavoro se ne sono andati. perchè non sono più tornati a vedere i risultati del loro lavoro sulla razza umana? mi piace pensare che forse ci osservano davvero da dietro le quinte senza interferire con noi proprio per non sconvolgere nuovamente il cammino evolutivo del nostro pianeta, e che saranno pronti a riprendere contatto al momento opportuno quando saremo pronti...e non parliamo di esseri sovrannaturali, di omini verdi, ma di esseri forse uguali a noi che hanno sviluppato tecnologie a noi del tutto sconosciute. Non acaso i primi ominidi sarebbero apaprsi sulla terra "solo" 4 milioni di anni fa con gli australopitechi: e se fossero stati questi esseri ad aiutarli ad evolversi da semplici scimmie ad esseri intelligenti, senza alcuna manipolazione genetica ma solo aiutandoli a sviluppare la loro massa cerebrale già allora superiore a quella degli altri animali e quindi ritenuta sufficiente per sviluppare l'intelligenza? forse un altro intervento lo hanno operato circa 200 mila anni fa quando senza che ancora oggi nessuno ha capito come sia apparso, appare sulla terra l'attuale homo sapiens, in un mondo in cui dominavano i neanderthaliani e i cro-magnon: questi esseri hanno capito che l'homo sapiens aveva le migliori possibilità di sopravvivenza in un mondo che stava precipitando verso l'ultima era glaciale e lo scelsero come sopravvissuto della razza umana dopo la fine dell'era glaciale quando non a caso le altre razze umane e tantissime specie animali scomparvero del tutto: un aiutino esterno?

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 26/06/2014 - 14:09

il bello è che per scrivere "è" devi anche premere il tasto shift, hai grossi problemi caro pascà!

liibalaaba

Gio, 26/06/2014 - 14:10

@pasquale.esposito:una sola cosa hai sbagliato: non dovevi dire "io penso"! Dovevi dire "è così, non sono ignoranti e cretini".

INGVDI

Gio, 26/06/2014 - 14:11

Alcuni commenti dimostrano che gli autori sono imprigionati dal pensiero unico. La scienza autoreferenziale materialista e meccanicista diventa essere il dio da seguire: non esiste niente al di là di ciò che può essere sperimentato. L'astronauta Paolo Nespoli non ha detto niente di particolare, ma la domanda (non la risposta)con argomento Dio ha messo in crisi gli adoratori del dio materia.

thelonesomewolf97

Gio, 26/06/2014 - 14:21

LEGGENDO I COMMENTI ALL'ARTICOLO, SONO ANDATO CON LA MENTE A QUANDO LE PULCI ATTACCANO UN CANE. FASTIDIOSE, STUPIDE E INUTILI. AGGREDIRE UN UOMO SUPER-PREPARATO SIA FISICAMENTE CHE INTELLETTUALMENTE, UN INGEGNERE,CON EPITETI FUORI LUOGO E COMMENTI DA IDIOTA, MI HA FATTO RABBRIVIDIRE. POSSIBILE CHE CI SIANO COSÌ POCHE PERSONE PREPARATE E CAPACI DI GIUDIZI EQUILIBRATI? POSSIBILE CHE, PUR NELL'INTERLOCUTORIO E PERFINO NEL DUBBIO, SI DEBBA AGGREDIRE L'ALTRA PARTE E METTERLA AL ROGO, PROPRIO COME SI FACEVA CENTINAIA DI ANNI FA? CHE LE PULCI SIANO DIVENTATE CANI E I CANI PULCI? QUESTO SÌ CHE È DIFFICILE, POVERI IDIOTI!

Ritratto di angelo r

angelo r

Gio, 26/06/2014 - 14:27

«Da qualche parte nell'Universo una qualche forma di vita ci deve pur essere. Provi a raccogliere un mucchietto di sabbia dalla spiaggia e si metta a contare i granellini. Ecco: per approssimarsi al numero dei pianeti dell'Universo si dovrebbero contare tutti i granelli di sabbia di tutte le spiagge del mondo. È mai possibile, a questo punto, che in questa enormità non ci siano forme di vita come la nostra? Io sono convinto di sì». Questo ragionamento semplicistico e per nulla scientifico anche se proposto da un astronauta non sembra nè logico nè ragionevole. La vita è qualcosa di estremamente complessa per poter pensare che un numero di pianeti con tanti zeri sia una sufficiente evidenza per credere nella esistenza della vita aliena. Tutte le forme di vita biologiche terrene, che sinora la scienza ha "scoperto" appaiono dipendenti da altre forme di vita e per di più necessitano anche di condizioni "garantite" da diversi cicli, anche questi "scoperti" dagli osservatori (ad es. ciclo dell'acqua, dell'azoto, del carbonio, dell'ossigeno, del fosforo ...)... Pensare inoltre che la VITA (sia sulla terra che altrove) venga fuori dalla materia inanimata per caso e sia ovviamente pure in grado di perpetuarsi non è una cosa che dovrebbe essere accettata allegramente come sembra facciano molti , anzi tutt'altro : credere qualcosa (come ad es. una idea o una certa teoria )significa riporre FEDE in quell'idea o teoria. Ma prima di fare tale passo dovrebbero essere fornite delle forti PROVE a sostegno! Ma poichè tali "prove" non sono state ancora fornite da nessuno, quello che rimane a coloro che sono convinti nell'esistenza degli alieni (come nel caso del Sig. Nespoli), non è fede, non è scienza, ma semplice credulità!

Noidi

Gio, 26/06/2014 - 14:30

@riccio.lino.por...: Stavolta devo difendere Pasquale. Non c'è bisogno di premere shift per avere la lettera "è", basta impostare la tastiera sulla lingua italiano e non su quella tedesca.A quel punte invece che "ü" viene fuori "è". Che poi lui metta "è" quando ci vuole "e", beh, è un'altro discorso.

-cavecanem-

Gio, 26/06/2014 - 14:49

L'Italia? Piu' illuminato di tutti infatti la densita' popolazione e' troppa..piu' che gl'extraterrestri..l'hanno notato gl'extracomunitari. Un vero problema. Comunque questo e' l'unico astronauta che ha parlato bene di Gravity a livello tecnico..infatti e' propio li che il film non ne azzecca una.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 26/06/2014 - 14:49

la tastiera tedesca? stutumpatafulmen! hai ragione!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Gio, 26/06/2014 - 14:56

@angelo r: facciamo a capirsi, lei quindi è un creazionista? Crede che ci siamo solo noi nell'universo perché solo a noi Dio ci ha messo nel paradiso terrestre? (per poi scacciarci, vabbè....) E nel qual caso affibbia a chi segue la scienza la patente di credulone ? Le rammento che una delle poche cose che abbiamo realizzato e che "funziona" in tutto l'universo è la tavola degli elementi atomici... ovunque lei troverà idrogeno, ossigeno, carbonio e via discorrendo e dunque gli elementi fondamentali per generare la "vita"...

Mario-64

Gio, 26/06/2014 - 15:05

Omar el Mukhtar ,forse i tedeschi risparmiano sulla bolletta elettrica...

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 26/06/2014 - 15:08

É, arrivato ricchiolino fresco fresco a ricordarmi che devo premere un ,altro tasto per mettere la "e" senza scrivere la "é" certo che questa persona rispecchia esattamente il tipico komunistronzo perche lui non sá commentare l,articolo su di cui si scrive il commento e anche perche gli manca l,intelligenza, é in mancanza di questa lui comincia a criticare la mia grammatica, ma questo é tipico per un komunistronzo come lui che mi sembra Danny de Vito con quel cappellino in testa!;ma sicuramente questo Nanetto velenoso di nome ricchiolino non arriva ad 1 Metro e 50! ed é per questo che lui ha un complesso di inferioritá verso chi é un pó piu alto di lui!, ma se la tua intelligenza é uguale alla la tua altezza ricchiolino!, allora tu per criticare me tu devi ancora crescere di 50 centimetri!.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 26/06/2014 - 15:21

angelo r, zichicchiricchì è famoso proprio perchè riesce a spiegare (dopo un abuso di sostanze) teorie scientifiche molto complesse in modo semplice, questo dimostra che è possibile farlo. le prove che tu chiedi sono gia' state fornite. è stato provato come da materia senza vita in condizioni "favorevoli" è possibile creare materia organica (miller) ed è stato provato che questo tipo di materia viaggia in giro per l'universo (analisi di meteoriti). stiamo invece ancora aspettando le "prove" dell'esistenza di un dio (non un dio qualsiasi ma proprio quello che piace a voi, alto, biondo, con l'aureola, la barba la voce impostata e seduto sopra un trono appoggiato ad una nuvola) ed io personalmente vorrei anche la prova che sappia creare col pensiero un meleto nel deserto.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 26/06/2014 - 15:22

Posto che senza prove non si dovrebbe credere a nulla. E fino a qui molti saranno d'accordo, ma quando si inizia a discutere sull'esistenza di Dio la cosa cambia immediatamente. Infatti trattasi dell'unico essere per taluni che esiste a prescindere dall'esistenza di prove scientifiche. Ergo credono in un essere non documentato né documentabile ma non a tonnellate di testimoni oculari credibili, foto, filmati e tracciati radar. Per il resto, UFO, extraterrestri e quant'altro non sono ipotesi neppure prese in considerazione da costoro. Ebbene, vi cito Micho Kaku che è uno dei padri della teoria delle stringhe e sta sviluppando l'ipotesi (insieme ad altri) degli universi multipli (o paralleli). Secondo Kaku, il 95% degli avvistamenti OVNI (Oggetti Volanti Non Identificati) trattasi di fenomeni meteorologici, giochi di luce, veivoli sperimentali o altro. Il 5 % invece, sono proprio UFO ossia di un oggetti voltanti non identificati, ossia oggetti ai quali non si è riusciti a dare spiegazione scientifica (sempre secondo Kaku). Anche l'atomo fu teorizzato molto prima della sua applicazione, questo non voleva dire che non esisteva. Attenzione. Questo non vuol dire che siano extraterrestri al 100%, però spesso diventa impossibile spiegare con tecnologie 'terrestri' accelerazioni che sono assolutamente impossibili da effettuarsi con motori a propulsione convenzionale e, se fattibili, ucciderebbero il pilota per eccesso della forza G che sarebbe troppo elevata da sopportare per il pilota. Questi oggetti dalle velocità spaventose, sono stati visti da piloti civili e militari in tutto il mondo, da astronauti della NASA, piloti USAF, NATO, Aeronautica Militare italiana (che ha rilasciato dichiarazioni in merito a questi avvistamenti) e altri militari provenienti da tutto il mondo. I tracciati radar non rilevano i giochi di luci, ma gli oggetti sui quali il segnale radio rimbalza e sono stati esaminati ed hanno riportato oggetti velocissimi inspiegabili ovunque. A tal punto che durante la guerra fredda KGB e CIA dovettero scambiarsi i dati su questi avvistamenti perché si sarebbe rischiato grosso in molte occasioni apparentemente. Ogni fazione credeva fossero tecnologie avanzate dell'avversario. I servizi segreti erano fuori rotta pensando a tecnologie terrestri. Il Primo Ministro Canadese, fu informato durate un'assemblea dei ministri dal suo Ministro alla Difesa il quale chiedeva di poter rendere pubbliche le scoperte e i dati rilevati dai sistemi di difesa Canadesi in merito agli UFO. Lo potete guardare e sentire direttamente su YouTube per chi mastica l'inglese. È noto che la tecnologia militare per il controllo del territorio eccede di gran lunga quella civile ma soprattutto quella a nostra disposizione che molti di voi utenti negazionisti, utilizzate per sostenere quello che non è più negabile grazie ai molteplici avvistamenti degli ultimi 20-30 anni. I fatti parlano molto chiaro, ma si sa non vi è peggior sordo di quello che non vuol sentire... Un altra riflessione andrebbe fatta sulla strana coincidenza dell'epoca dei megaliti. Stranamente, queste costruzioni enormi si trovano in tutto il mondo in un'epoca quando mancava la possibilità di comunicazione tra popoli di diversi continenti ed era assente una tecnologia capace di muovere e sollevare migliaia di tonnellate di pietra tagliata perfettamente. Eppure, certi massi furono mossi e levigati più di 5000 anni fa. Chi e come furono tagliati? Dove sono gli strumenti per tagliare tali pietre? Chi e come furono mossi e trasportarti? Oggi necessiteremmo fino a 22-30 argani (o meglio gru giganti) per carichi eccezionali per poter smuovere un solo masso di queste dimensioni. Andatevi a vedere le fotografie, e vedrete che solo oggi col laser riusciamo a tagliare la pietra con una precisione millimetrica. Eppure queste cose sono state lasciate migliaia di anni fa, in giro per il mondo e, gli Inca, dissero che loro le avevano già trovate senza doverle costruire. Chi le ha fatte? Stranamente queste domande sono ancora senza risposta, e gli scienziati ed archeologi moderni ancora non sanno spiegarci con esattezza chi e come fossero state create e spostate tonnellate e tonnellate di pietra. Suggerisco il libro di uno scienziato ricercatore molto quotato che non da risposte, ma pone le domande giuste e fa pensare molto: un certo Graham Hancock ed il libro è Fingerprints of the Gods (le Impronte degli dei). Andatevi a vedere le immagini e poi ditemi che sono state spostate con le mani nude...

Ritratto di angelo r

angelo r

Gio, 26/06/2014 - 15:24

Gentile Andrea B. per favore, non mi affibbi la patente di creazionista solo perchè non accetto l'evoluzione... in ambedue i casi ci troviamo di fronte a veri e propri estremismi ! La scienza, quella vera , è tutt'altra cosa !!! Saluti, Angelo

Ritratto di angelo r

angelo r

Gio, 26/06/2014 - 15:37

In risposta ancora al Sig. Andrea B.: Purtroppo gli estremismi non portano a nulla di concreto. Chi cade in tali trappole ideologiche di solito, non essendo in grado di attaccare l'ideologia opposta non può fare altro che attaccare verbalmente o per iscritto i fautori o l'ideatore della idea opposta. Per rendersi conto di ciò basta semplicemente leggere alcuni interventi che hanno preceduto i miei. Angelo

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 26/06/2014 - 15:47

no pascà, non commentavo la tua grammatica, mi domandavo come fosse possibile per una mente umana accettare la ripetizione dell'errore senza porvi rimedio, visto anche che (pensavo erroneamente) per produrre l'errore avresti dovuto impegnarti ogni volta in una azione inutile. capito?

Ritratto di angelo r

angelo r

Gio, 26/06/2014 - 15:50

Egregio Sig. Fradi, spero di aver fornito almeno a Lei con il mio terzo commento una risposta alla sua domanda : perchè chi pensa diversamente rischia di essere insultato ? Saluti, Angelo

liibalaaba

Gio, 26/06/2014 - 16:04

Che esistano già tecnologie (chiamarle così mi sembra estremamente riduttivo)che consentano di superare gli spazi interstellari è non solo possibile, ma lo stesso Einstein, se ben ricordo, non escludeva la possibilità di viaggiare a velocità transluminare. Per questo motivo, dicevo prima, perchè non dedicarsi alla ricerca di nuovi sistemi di trasporto per superare le distanze che ci separano dalle stelle, visto che,comunque, il nostro pianeta prima o poi lo dovremo abbandonare in quanto: 1) siamo troppi; 2) le risorse si stanno esaurendo; 3) se non lo facciamo,prima o poi una guerra totale non ce la toglie nessuno

rufius

Gio, 26/06/2014 - 16:22

Ha ragione in tutto quanto affermato! Solo gli ipocriti possono negare quanto detto. Anche i soloni della scienza che credono di sapere tutto sull'universo tante volte si sono sbagliati e di casi nella nostra storia ve ne sono stati.Bisogna ampliare le nostre vedute, la terra non è il solo pianeta abitato, vi saranno altre fome di vita ma comunque sarà popolato. Basta guardare l'immensità dell'universo (fino a quanto riusciamo a vedere)per capire che è impossibile essere gli unici abitanti dell'universo.Basta far funzionare il cervello......

Ritratto di angelo r

angelo r

Gio, 26/06/2014 - 16:25

Gentile Sig. riccio.lino, non mi pare proprio che Miller con i suoi decenni di esperimenti abbia provato che la vita può nascere dalla materia inanimata... mi pare solo che abbia prodotto solo degli amminoacidi ...: prima di arrivare alla vita ci vuole ben altro ! E comunque per arrivare agli amminoacidi il Sig. Miller dovette usare la sua intelligenza! Ad esempio dovette usare oculatezza nel colpire con scariche elettriche la sua cosiddetta 'miscela primordiale' per evitare di scomporre nuovamente i composti che aveva già ottenuto. Quindi tanto di rispetto per la scienza, ma se lo scienziato avesse lasciato tutto al CASO (come in realtà voleva invece dimostrare), non avrebbe ottenuto neppure quei pochi amminoacidi! Saluti.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 26/06/2014 - 16:41

angelo r, nel tempo di una vita da scienziato no, ma in 4,4 miliardi di anni hai presente quanti casi puoi inanellare? e di amminoacido in amminoacido sai dove puoi arrivare? insomma le prove ci sono, sei tu che non ci credi. fatti tuoi.

syntronik

Gio, 26/06/2014 - 16:47

Italia Nostra, lei ha dato delle ottime delicidaIoni, Nicho Kaku, sa quello che dice, ma sulla teoria delle strimghe e mondi paralleli, sarei piu prudente, con la fantasia arriva anche oltre la velocità della luce, comunque non si butta via niente,

Ritratto di Germano44

Germano44

Gio, 26/06/2014 - 16:49

@Italia Nostra - Partendo dal presupposto che esistano "Oggetti Volanti Non identificati", e proprio perché non identificati e, aggiungo, impossibili da identificare al nostro attuale livello di conoscenze scientifiche, tecniche ed intellettuali, ritengo quasi certo che esistano altre forme di vita nell'universo a distanze irraggiungibili o in altre teoriche realtà (universi paralleli, materia oscura ecc.). Che possano esistere esseri viventi ed intelligenti, che magari respirino metano o vivano in oceani acidi con temperature e gravità completamente diverse da quelle per noi vitali, ritengo sia assai probabile come ritengo sia altrettanto probabile che non lo verremo mai a sapere. A quanto siamo in gradi di sapere, i 92 elementi che costituiscono l'universo conosciuto (uomo compreso) sono ovunque. Altra considerazione farei, invece, sull'epoca dei megaliti: d'accordo che non concepiamo come (5000 anni fa) siano state mosse e tagliate pietre con grande precisione pesanti tonnellate, ma, se si fosse trattato di un "aiuto alieno" null'altro all'infuori dei megaliti si sarebbe trovato? Nessun "pezzo" di macchine utilizzate, nessun residuato o traccia di metalli particolarmente resistenti che pure sarebbero serviti? Neanche una bottiglia di "birra aliena" dimenticata? Temo, almeno in vita, non lo sapremo mai con certezza.

nino47

Gio, 26/06/2014 - 17:29

Ragazzi, vi ringrazio tutti, pro e contro. Devo dire che da quando leggo i commenti su Il Giornale questa e'la prima volta che mi avete fatto veramente divertire. Una bella allegra conversazione da salotto dopo un buon bicchiere di vino. Beninteso: me compreso!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Gio, 26/06/2014 - 18:02

Bravo Nespoli, ti sei conquistato sul campo il ruolo di protagonista nel prossimo film di fantascienza detronizzando George Clooney!

fra217

Gio, 26/06/2014 - 19:44

Vorrei capire,ma perchè gli alieni,così si dice,vengono tra noi "umani"?cosa trovano di diverso e migliore dal loro "mondo"?

giomaria

Gio, 26/06/2014 - 21:55

prima era sufficiente andare sull'Olimpo per dire certe cose!

illy

Gio, 26/06/2014 - 23:32

Un'intervista ad una bella persona.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 27/06/2014 - 00:54

@Germano44 - Quando noi elaboriamo ipotesi, lo facciamo sempre chiamando in causa quelle che sono le nostre conoscenze scientifiche e quindi ragioniamo con i parametri (ma soprattutto i limiti) di un sapere che non va oltre a quello che, fino ad oggi, la scienza ritiene possibile ed in linea coi suoi princìpi. Prendiamo ad esempio la fabbricazione di un oggetto e la sua spedizione. Fino a poco tempo fa, la cosa impiegava un certo numero di giorni, secondo le nostre modalità convenzionali. Oggi, invece, alcuni oggetti vengono già prodotti direttamente con le stampanti 3D, quindi, produrre e spedire un bene di consumo, può già in certi casi, essere fatto alla velocità di un'e-mail. In meno di un secondo, abbiamo spedito da Roma a Sydney, quello che di solito impiegava giorni e magari settimane intere per essere costruito, spedito e recapitato dall'altra parte del globo. Quello che intendo dire è che, se facciamo i conti con le nostre nozioni e le nostre tecnologie, alcune cose diventano impossibili, ad esempio i viaggi interstellari e/o intergalattici. Pertanto nella nostra testa, in quanto impossibilitati dal nostro limite e dalla nostra conoscenza limitata dell'universo, eventuali extraterrestri non potrebbero mai arrivare a noi. Secondo il nostro modo di vedere, ovviamente. Io non sostengo che gli ET esistano senz'ombra di dubbio, però non lo escudo neppure, anzi, ammetto la possibilità che una civiltà più avanzata della nostra, in grado di coprire distanze a noi inimmaginabili, possa essere in grado di compiere viaggi e traversate da noi considerate fantascientifiche. Con i nostri limiti possiamo solo ragionare a metà, infatti non possiamo pretendere di applicarli ad eventuali civiltà più avanzate di tipo 2 o 3 ad esempio, magari molto più vecchie della nostra. A proposito delle civiltà megalitiche, può essere possibile che se (e qui sottolineo il 'Se') eventuali alieni avessero davvero dato una mano nella costruzione di queste strutture enormi, potrebbe essere possibile che dopo il loro arrivo sulla terra, questi macchinari e questa tecnologia possa essere stata rimossa e 'portata a casa' dagli alieni a lavori compiuti. Perché no? Se fossi un alieno, le farei sparire di proposito, PROPRIO per sottolineare il fatto che le civiltà antiche NON avrebbero minimamente potuto costruire strutture simili (certe sono addirittura allineate con la Costellazione dell'Orione, come è il caso delle piramidi d'Egitto ad esempio). Tutto ciò potrebbe essere stato fatto di proposito ai fini di lasciare un indizio indelebile nel tempo e nello spazio (ossia in luoghi diversi sulla Terra). E cosa c'è meglio della pietra che dura dei millenni come messaggio per le future generazioni più avanzate? Indizi simili lasciano decisamente aperta l'opzione per un universo popolato e non solo quindi spazi infiniti tempestati di stelle e pianeti. Ovviamente una seconda opzione è che queste civiltà antiche fossero già tecnologicamente avanzatissime e che una grande alluvione, o meglio un innalzamento degli oceani, ad un certo punto abbia fatto sparire intere civiltà, città e quindi anche tecnologie negli abissi dell'oceani. Tutto è possibile sul piano teorico, certo. Sembra che però Machu Picchu fosse addirittura un porto (vi sono ancora i segni d'erosione dell'acqua). E non troppo tempo fa è sono stati trovati i resti fossilizzati di una balena in una caverna sull'Appennino umbro (nei pressi di Orvieto). Che ci fa un balena in montagna e in una grotta perlopiù? Rimane strano che però molte civiltà (inclusa quella cinese che non poteva comunicare oltreoceano all'epoca) descrivano degli 'dei provenienti dal cielo' in 'palle di fuoco'. Questi visitatori celesti venivano venerati dagli umani come deità. Trattasi, infatti, di un tema spesso ricorrente in civiltà molto distanti tra loro, separate da enormi distanze e barriere linguistiche, ma che hanno curiosamente questo denominatore in comune: il visitatore celeste.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 27/06/2014 - 08:19

@Germano44 - Quando noi elaboriamo ipotesi, lo facciamo sempre chiamando in causa quelle che sono le nostre conoscenze scientifiche e quindi ragioniamo con i parametri (ma soprattutto i limiti) di un sapere che non va oltre a quello che, fino ad oggi, la scienza ritiene possibile ed in linea coi suoi princìpi. Prendiamo ad esempio la fabbricazione di un oggetto e la sua spedizione. Fino a poco tempo fa, la cosa impiegava un certo numero di giorni, secondo le nostre modalità convenzionali. Oggi, invece, alcuni oggetti vengono già prodotti direttamente con le stampanti 3D, quindi, produrre e spedire un bene di consumo, può già, in certi casi, essere fatto alla velocità di un'e-mail. In meno di un secondo, abbiamo spedito da Roma a Sydney, quello che di solito impiegava giorni e magari settimane intere per essere costruito, spedito e recapitato dall'altra parte del globo. Quello che intendo dire è che, se facciamo i conti con le nostre nozioni e le nostre tecnologie, alcune cose diventano impossibili, ad esempio i viaggi interstellari e/o intergalattici. Pertanto nella nostra testa, in quanto impossibilitati dal nostro limite e dalla nostra conoscenza ristretta dell'universo, eventuali extraterrestri non potrebbero mai arrivare fino a noi. Secondo il nostro modo di vedere, ovviamente. Io non sostengo che gli ET esistano senz'ombra di dubbio, però non lo escudo neppure, anzi, ammetto la possibilità che una civiltà più avanzata della nostra, in grado di coprire distanze a noi inimmaginabili, possa essere in grado di compiere viaggi e traversate da noi considerate fantascientifiche. Con i nostri limiti possiamo solo ragionare a metà, infatti non possiamo pretendere di applicarli ad eventuali civiltà più avanzate di tipo 2 o 3 ad esempio, magari molto più vecchie della nostra. A proposito delle civiltà megalitiche, può essere possibile che se (e qui sottolineo il 'Se') eventuali alieni avessero davvero dato una mano nella costruzione di queste strutture enormi, potrebbe essere possibile che dopo il loro arrivo sulla terra, questi macchinari e questa tecnologia possa essere stata rimossa e 'portata a casa' dagli alieni a lavori compiuti. Perché no? Se fossi un alieno, li farei sparire di proposito, PROPRIO per sottolineare il fatto che le civiltà antiche NON avrebbero minimamente potuto costruire strutture simili (certe sono addirittura allineate con la Costellazione dell'Orione, come è il caso delle piramidi d'Egitto ad esempio). Tutto ciò potrebbe essere stato fatto di proposito ai fini di lasciare un indizio indelebile nel tempo e nello spazio (ossia in luoghi diversi sulla Terra). E cosa c'è meglio della pietra che dura millenni come messaggio per le future generazioni? Indizi simili lasciano decisamente aperta l'opzione per un universo popolato e non solo quindi spazi infiniti tempestati di stelle e pianeti desolati. Ovviamente una seconda opzione è che queste civiltà antiche fossero già tecnologicamente avanzatissime e che una grande alluvione, o meglio un innalzamento degli oceani, ad un certo punto abbia fatto sparire intere civiltà, città e quindi anche tecnologie negli abissi dell'oceani. Tutto è possibile sul piano teorico, certo. Sembra, infatti, però Machu Picchu fosse addirittura un porto (vi sono ancora i segni d'erosione dell'acqua). E non troppo tempo fa, sono stati trovati i resti fossilizzati di una balena in una caverna sull'Appennino umbro (nei pressi di Orvieto). Che ci fa un balena in montagna ed in una grotta perlopiù? Rimane strano che però molte civiltà (inclusa quella cinese che non poteva comunicare oltreoceano all'epoca) descrivano degli 'dei provenienti dal cielo' in 'palle di fuoco'. Questi visitatori celesti venivano venerati dagli umani come deità. Trattasi, infatti, di un tema spesso ricorrente in civiltà molto distanti tra loro, separate da enormi distanze e barriere linguistiche, ma che hanno curiosamente questo denominatore in comune: il visitatore celeste.

Noidi

Ven, 27/06/2014 - 08:25

@nino47: Come vede a volte anche qui si riesce a discutere senza sbranarsi.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 27/06/2014 - 08:40

Questi commenti devo dire che dimostrano una cultura scientifica vittima di una scuola umanistica!

tsfulvio

Ven, 27/06/2014 - 09:09

Considero queste critiche fuori misura e rivolte ad una persona che ha espresso un suo ragionamento in modo semplice e senza pretese di imporre una linea di pensiero . Il rispetto è sempre sinonimo di buona educazione soprattutto in occasione di repliche o contestazioni.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 27/06/2014 - 09:46

@Patchonki - Eg. Sig, non so a quali commenti Lei si riferisca, le posso citare le mie fonti. Prof. Michio Kaku, (Giapponese-Americano) Professore al City College New York, Tra i massimi studiosi della teoria delle stringhe, nonché fisico teorico. Graham Hancock, già giornalista e scrittore della BBC, ricercatore serio che ha rivelato grazie alle sue ricerche, anche una mappa del mondo accuratissima, che precedeva tutti gli scarabocchi in circolazione nel 1500, 1600, 1700 e così via. La teoria degli oceani e delle civiltà antiche scomparse a causa di un'inondazione è sua.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 27/06/2014 - 10:19

Italia nostra, avrei dovuto scrivere quasi tutti i commenti ! Un apprezzamento e un cordiale saluto!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 27/06/2014 - 10:24

Se siamo d'accordo che noi Homo sapiens come tutte le altre specie siamo ineluttabilmente destinati alla estinzione, possiamo discutere di tutto! X Italia nostra ed altri (pochi)

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 27/06/2014 - 10:24

Se siamo d'accordo che noi Homo sapiens come tutte le altre specie siamo ineluttabilmente destinati alla estinzione, possiamo discutere di tutto! X Italia nostra ed altri (pochi)

Libertà75

Ven, 27/06/2014 - 10:45

Vero è che c'è troppo inquinamento, vero però anche che senza il progresso lui non sarebbe mai andato lassù a vedere certe cose. Quindi la frase corretta avrebbe dovuto essere "quanto è costato all'umanità mandare dei suoi rappresentanti nello spazio".

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 27/06/2014 - 10:50

ah beh... visto come vanno le cose ci estingueremo sicuramente e poi anche il Sole prima o poi si spegnerà.

Ritratto di angelo r

angelo r

Ven, 27/06/2014 - 11:01

Gentili utenti, buongiorno ma tutti voi ! Leggendo e rileggendo i V/s commenti ho potuto apprezzare diverse cose : che la maggioranza degli interventi lasciano trasparire conoscenza ed apertura mentale. Ho anche apprezzato che specialmente nella seconda metà dei commenti, tutti si sono astenuti dal fare commenti sprezzanti o offensivi. Perfetto. Proprio sulla base della apertura mi permetto di lanciarvi una piccola sfida contenuta in un libro uscito in libreria poco tempo fa (2011) : EXTRATERRESTRI. LE RADICI OCCULTE DI UN MITO MODERNO. Il mito degli extraterrestri e l'attesa "messianica" che si addensa intorno malla figura dell'Alieno fanno ormai parte dell'immaginario dell'uomo contemporaneo. Pochissimi, tuttavia sospettano quali legami vi siano fra questo mito apparentemente connotato in chiave scientifica e tecnologica e le correnti più ambigue e nebulose dell'occultismo moderno. In questo saggio si ricostruiscono le radici "occulte" ed ignorate del mito extraterrestre, attraverso i suoi legami con lo spiritismo ottocentesco, la nascita del contattismo, la mediazione di singolari personaggi a cavallo tra scienza e magia, il ruolo del cinema, l'affermazione dell'"archeologia spaziale" e dell'interpretazione extraterrestre dei Libri Sacri, sullo sfondo dell'ambigua ed evanescente realtà del Fenomeno Ufo. Tutti elementi questi caratterizzanti un mito che è anche una delle più incredibili quanto riuscite parodie moderne della religione. Saluti, Angelo

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 27/06/2014 - 11:07

Patchonki Ricambio il Cordiale Saluto. Buona giornata.

Ritratto di angelo r

angelo r

Ven, 27/06/2014 - 11:12

Gentile sig. Andrea B. cito quello che lei ha gentilmente risposto ieri : "Le rammento che una delle poche cose che abbiamo realizzato e che "funziona" in tutto l'universo è la tavola degli elementi atomici... ovunque lei troverà idrogeno, ossigeno, carbonio e via discorrendo e dunque gli elementi fondamentali per generare la "vita"..." Questa frase fa chiaramente riferimento agli elementi chimici che esistono e che sono presenti in tutto l'Universo. Ok. Ma dove sta il nesso con l'origine della vita ... da essi ? E' un po' come dire : In quella regione c'è un giacimento naturale di Uranio, quindi prima o poi, magari in miliardi di anni, si realizzerà da sola un qualche tipo rudimentale di bomba atomica !!! Le sembra ragionevole un discorso così ? Come una volta disse Piero Angela in una trasmissione scientifica in Tv parlando della nascita della vita : sembra impossibile, eppure accoci qua! Quella frase dogmatica non l'ho più dimenticata ! Saluti, Angelo

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 27/06/2014 - 11:29

Angelo r - Prendo nota e sicuramente andrò a leggermelo. Grazie per la segnalazione. Sicuramente molti mitomani si occupano di ufologia, me mentre si potrebbe dire che tutti i mitomani sono testimoni, non tutti i testimoni sono dei mitomani. Si prenda ad esempio il Ministro della Difesa Canadese, oppure la conferenza tenutasi negli USA qualche hanno fa da alte cariche militari (spesso piloti e alti ufficiali), al rapporto dell'agenzia spaziale francese CNES alla stessa NASA ecc. Io personalmente, ho visitato gli archivi di Kew (Londra) dove sono custoditi e aperti al pubblico, i dossier relativi agli avvistamenti, incluso quello alla famosa base militare NATO in Inghilterra (anni 80 se non erro). Riporto in inglese (chiedo scusa) il commento in merito alla publicazione dell'agenzia spaziale francese. On March 2007, the French space agency CNES published an archive of UFO sightings and other phenomena online. French studies include GEPAN/SEPRA/GEIPAN (1977–), within CNES (French space agency), the longest ongoing government-sponsored investigation. About 22% of 6000 cases studied remain unexplained.[53] The official opinion of GEPAN/SEPRA/GEIPAN has been neutral, stating on their FAQ page that their mission is fact-finding for the scientific community, not rendering an opinion. They add they can neither prove nor disprove the Exterrestrial Hypothesis (ETH), but their Steering Committee's clear position is that they cannot discard the possibility that some fraction of the very strange 22% of unexplained cases might be due to distant and advanced civilizations.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 27/06/2014 - 12:30

Errata corrige: nel mio precedente post intendevo 'Qualche anno fa' senza la H... Errore di battitura.