Tutelare la privacy? Solo se è di sinistra

Il caso La Zanzara-Onida suscita l'indignazione dell'Ordine dei giornalisti che finora ha tollerato intercettazioni scandalose

A bocce ferme si ragiona meglio, almeno mi auguro. Nei giorni scorsi, La zanzara, programma serale di Radio24 condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo, manda in onda una telefonata che fa scalpore tra Margherita Hack, nota astrofisica, e Valerio Onida, presidente emerito della Corte costituzionale. Si dà però il caso che si tratti di una conversazione taroccata. La voce della Hack non è originale, si tratta di un'imitazione. Onida abbocca e parla, convinto di rivolgersi davvero alla scienziata. La quale gli chiede conto di come stiano andando i lavori della commissione di saggi di cui egli fa parte, nominata da Giorgio Napolitano per approfondire non si sa bene quali questioni.
Il costituzionalista, stuzzicato dall'interlocutrice, si lascia andare e ammette: effettivamente è una gran perdita di tempo, non combineremo nulla di utile. Pochi minuti dopo, La zanzara svela il trucco e si scatena un pandemonio. Onida chiede scusa per aver detto ciò che avrebbe dovuto tacere, e aggiunge che divulgare una telefonata privata è comunque scorretto.
Interviene mezzo mondo, piovono i commenti negativi (molti) e positivi (pochi). L'indomani escono articoli su tutti i giornali, infuria la polemica. Della vicenda si occupa addirittura il Corriere della Sera in prima pagina. Qualcuno accusa Cruciani di aver violato le norme deontologiche. Altri invocano provvedimenti drastici dell'Ordine dei giornalisti: i conduttori siano sanzionati. La zanzara è una trasmissione scanzonata, divertente, satirica e di informazione disinvolta? Non importa. Ha osato sfottere un autorevole giurista di sinistra: chi ha sbagliato paghi.
I difensori della libertà di stampa e di satira, gli stessi soloni che in passato erano scesi in piazza per protestare contro il bavaglio minacciato da Silvio Berlusconi, infastidito dalla pubblicazione delle intercettazioni e voglioso di approvare una legge che le vietasse, gli stessi difensori della libertà di stampa e di satira, dicevo, all'improvviso si sono trasformati all'unisono in rigorosi tutori del sacrosanto diritto alla privacy. Una giravolta spettacolare che ci ha lasciati basiti.
In effetti, per anni e anni, sui quotidiani e sui settimanali sono uscite migliaia di pagine che rivelavano il contenuto di chiacchierate d'ogni tipo (penalmente irrilevanti, gossip della più bell'acqua), che hanno ferito la reputazione di tanta gente. Vip e ragazze sconosciute, indifferentemente, hanno protestato invano; nessuno ha mosso un dito per rimediare allo scandalo e, magari, porvi fine. Al contrario, la corporazione dei giornalisti, sostenuta dai politici progressisti, ha inscenato manifestazioni clamorose allo scopo di garantirsi la facoltà di pubblicare qualsiasi intercettazione, compresa quella non contenuta in atti ufficiali.
Inutile precisare che hanno vinto gli scribi. Tant'è che una norma che disciplini la delicata materia ancora non c'è e forse non ci sarà mai. Ma, chissà perché, gli autori dello scherzo che ha ingannato il presidente emerito della Consulta andrebbero, secondo vari nostri colleghi, puniti. Ovviamente, in modo esemplare. Già. Chi tocca la sinistra merita un castigo.
Il fatto che Onida, persuaso di confidarsi con la professoressa Hack, abbia confermato ciò che una moltitudine di persone sospettava, e cioè che la commissione dei saggi fosse e sia un pretesto adottato dal capo dello Stato per perdere tempo in attesa della scadenza del suo mandato (15 aprile), è passato in cavalleria. Il significato politico della burla, per quanto fondamentale allo scopo di capire quale sia l'andazzo nei Palazzi romani, è stato dimenticato, mentre la forma, ovvero il format giocoso inventato da Cruciani, è diventato corpo di reato.
C'è dell'altro. Beppe Grillo, recentemente, ha ribadito che cercherà fra le numerose iniziative che ha in mente, di eliminare l'Ordine dei giornalisti che egli ritiene dannoso. È un'opinione condivisa da parecchi e basata su buone ragioni, non ultima la constatazione che esso esiste solamente in Italia e, pare, in Albania, modello da non imitare. Siamo d'accordo con chi afferma non sia una priorità nazionale sopprimere un ente simile, ma non è una priorità nemmeno la sua conservazione, visto che la Costituzione fissa il principio che chiunque ha il diritto di esprimere - nei limiti della legge - il proprio pensiero, senza vincoli burocratici e corporativi.
La superfluità dell'Ordine si evince anche dalla prassi: la stragrande maggioranza dei redattori ha rapporti di dipendenza con l'editore e non svolge mansioni da libero professionista. Andiamo giù piatti: i giornalisti una volta erano impiegati di lusso, oggi sono soltanto impiegati. Il lusso è svanito. Eppure, non appena Grillo ha manifestato il proposito di depennare la legge istitutiva dell'albo, Cesare Martinetti, vicedirettore della Stampa di Torino, ha vergato un editoriale sull'argomento. La sua tesi è che l'Ordine serva per mantenere alta e migliorare la qualità dell'informazione. In realtà l'unico abilitato a giudicare un articolo è chi lo legge, non un collega - un concorrente - di chi lo ha scritto. Libero pensiero in libero mercato.

Commenti

Duka

Lun, 08/04/2013 - 15:26

I forconi sono pronti e lucidati ma se nessuno si sogna di utilizzarli questo è ciò che dobbiamo subire-

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 08/04/2013 - 15:29

Ancora con questa battaglia contro le intercettazioni a favore dei colpevoli? Non vi ascolta più nessuno, trovate un'altra problematica.

Massimo Bocci

Lun, 08/04/2013 - 15:36

In un regime di MERDA (comunista-catto) come questo,le intercettazioni sono lecite (anzi direi la prassi istituzionale) solo per chi e' FUORI regime!!!!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Lun, 08/04/2013 - 15:39

Che la difesa dell'Ordine come strumento per mantenere alta e migliorare la qualità dell'informazione venga dal vicedirettore dell'house organ della Fiat la dice lunga...

External

Lun, 08/04/2013 - 15:40

Due pesi e due misure, non gli faranno niente.

bruna.amorosi

Lun, 08/04/2013 - 15:41

sapete che mi dispiace ? che questa sera non potrò sentire la zanzara sarei curiosa di sentire quello che dicono quei due dissacratori di BERLUSCONI PARENZO E .CRUCIANI ma gli stà bene così speriamo diventino più equilibrati nei loro interventi che fino a venerdì era solo a favore della sinistra e come sappiamo l'ordine dei giornalisti è sbilanciata a sinistra .ricordatevi di FELTRI E SALLUSTI .

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 08/04/2013 - 15:42

Le cubiste che si sono viste le loro intercettazioni sbattute su tutti i giornali, valgono meno di questo costituzionalista piddino?

antoniopochesci

Lun, 08/04/2013 - 15:42

E dov'è la notizia? Nihil novi sub sole. I predicatori e i farisei del Sinedrio dei repubblicones, dei loro chierici e dei loro portaincenso lassateli cuocere nella brodaglia della doppia morale. Quella condotta - cioè - ispirata e propugnata dal vangelo secondo Togliatti, e divulgata dai suoi apostoli ed evangelizzatori che costituisce il DNA, il credo e la linfa vitale da cui si abbeverano ancora oggi i seguaci e gli affiliati del PCI-PDS-DS-PD e dintorni/contorni vari ed avariati.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Lun, 08/04/2013 - 15:47

luigipiso: "Ancora con questa battaglia contro le intercettazioni a favore dei colpevoli?" Giusto, un indagato, anzi un intercettato, non può essere che colpevole! Quindi lasciamo perdere l'inutile formalità del processo (in tre gradi, poi!) e passiamo subito alla condanna, stabilita direttamente dal pubblico ministero: in fondo, nella Russia di Baffone si faceva proprio così...

bruna.amorosi

Lun, 08/04/2013 - 15:53

oh!! è tornato pisopisello già so finite le primarie e adesso ha svolto il compitino di mettere in fila gli zingari . e allora torna a sproloquiare .

Massìno

Lun, 08/04/2013 - 15:54

Magari abolissero gli ordini professionali, e non solo quello dei giornalisti, ridotti a corporazioni a tutelare interessi e privilegi. Ma non ricordo mosse del genere nei passati governi, o sbaglio?

emilio canuto

Lun, 08/04/2013 - 15:55

ONIDA era un nome speso come possibile presidente della Repubblica. Grande onestà moralità etica di uno che si presta a perdere tempo quando da tutte le parti si chiede di non perderne. Se questo era tra i migliori, i peggiori come saranno ? Candidato di sinistra ovviamente.

hectorre

Lun, 08/04/2013 - 16:01

è il comunismo bellezza!!...puoi dire,fare e scrivere qualsiasi porcheria,ovviamente che non sfiori i sinistrati.....guai toccare la satira,antidemocratico vietarla,anche la più squallida(dicono loro)...se però si fa una vignetta con d'alema che sbianchetta,parte la querela e forattini è condannato a risarcire...tutti a ridere se a cadere nella rete di cruciani-parenzo sono esponenti del pdl o della lega,è sufficiente che sia coinvolto uno del pd e subito vengono messi in croce(forse anche parenzo aprirà gli occhi,anche se ci spero poco)...e si può notare come la vicenda mps stia seguendo un profilo basso,bassissimo...talmente basso che si è insabbiato...nessuna intercettazione,nessuno che si chiede se le indagini stanno proseguendo...anche il presunto suicidio e la telefonata fiume prima del tuffo....nulla di nulla......su ruby migliaia di intercettazioni e tutte rigorosamente pubblicate!!!....fate pena.

Rossana Rossi

Lun, 08/04/2013 - 16:02

I soliti sinistronzi.....e c'è chi dà loro ancora ragione.....povera Italia!

Marcello58

Lun, 08/04/2013 - 16:06

secondo me il reato esiste eccome! C'è una legge che vieta la divulgazione delle telefonate? Bene, cari magistrati, applicatela! Anche contro coloro che fanno spettacolo e si travestono da giornalisti. Poi si lamentano se qualcuno si azzarda a sfasciargli lo studio? Troppo poco! E' davvero molto facile fare le ragazzate e prendere di mira persone (qualunque esse siano) ed abusare di loro (in qualunque modo). La goliardata tra amici è una cosa naturale, ma quando spiattelli in pubblico delle affermazioni carpite intenzionalmente con l'inganno e la malafede, allora ci sono tutti i presupposti per un'azione contro la persona, contro la privacy e contro l'etica giornalistica. Credo che altri due 'conduttori' di programmi radiofonici più valenti e talentuosi potrebbero sostituire questi due, che a mio avviso potrebbero trovare altro lavoro, ma non in radio o televisione.......

baio57

Lun, 08/04/2013 - 16:15

A proposito tra un pannolone e l'altro ,egregio "cittadino onorario" di Budapest ,i "saggi" cosa caZZo stanno combinando ? Così ,tanto per sapere.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Lun, 08/04/2013 - 16:18

compero il cartaceo , preferisco leggere con calma . l'articolo di feltri mi è sembrato coerente e tranquillo . èvero , non toccate i sinistri , nè per una intercettazione nè per una satira . avete notato come i sinistri siano sempre incazzati , scuri in faccia , e cadaverici ? loro non ridono , loro sono seri , e fanno pena e ribrezzo

Ritratto di giusburzagli

giusburzagli

Lun, 08/04/2013 - 16:29

Sono anch'io perfettamente d'accordo con le sue osservazioni, dottor Feltri. Siamo stufi di sentirci dare lezioni da questi sinistri che ne hanno combinate di tutti i colori e non si vergognano di aver ancora la pretesa di insegnarci come si fa a governare un paese moderno, liberale, democratico. Certo, se quando abbiamo i numeri non riusciamo a fare le riforme necessarie per mancanza di pa++e e/o per cercare ad ogni costo l'intesa con alleati riottosi, allora una qualche mea culpa dobbiamo attribuircela.

unclesam1

Lun, 08/04/2013 - 16:34

E ancora una volta si evidenzia la scoperta dell'acqua calda, ovvero che che in questo paese esistono due pesi e due misure. un peso immane e una misura piccina piccina contro la destra liberale, un peso piuma e una misura immensa, incolmabile, per la sinistra fintamente democratica

Wolf

Lun, 08/04/2013 - 16:37

Concordo con Feltri.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 08/04/2013 - 16:39

ecco, quando si dice l'occasione fa l'uomo ladro. di più... lo sputtanatore! a questo punto, mettiamoci al pari degli altri modelli giornalistici europei, ormai privi di ordine.... oppure dobbiamo ancora pensar male, e quando ci si pensa male ci si azzecca in pieno i difetti della sinistra?

benny.manocchia

Lun, 08/04/2013 - 16:54

Ma che cos'e' questo ordine dei giornalisti? Negli Stati Uniti i giornalisti rispondono al direttore della testata e,naturalmente,all'editore che firma gli assegni... Evviva l'Italia.Ma nessuno se ne accorge. Un italiano in USA

macchiapam

Lun, 08/04/2013 - 16:55

Caro Feltri, qui non si tratta di destra o sinistra; ma di correttezza o gherminelle. Non è tollerabile - ordine dei giornalisti o meno - che un sedicente giornalista in cerca di scoop si camuffi da qualcun altro per sottrarre ad altri giudizi e considerazioni private e riservate. Qui, davvero, se l'ordine dei giornalisti non esistesse, bisognerebbe inventarlo.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Lun, 08/04/2013 - 17:08

Caro luigipiso, come al solito, purtroppo, non hai capito nulla. La battaglia non è contro le intercettazioni a favore dei colpevoli, ma a favore degli innocenti. In questi anni è stata fatta strame della privacy. Intercettazioni ininfluenti ai fini di qualsiasi procedimento sono state pubblicate con la goduria tua e dei tuoi sodali. Nessuno ha alzato un dito per solidarizzare con le vittime dello sberleffo mediatico: tanto erano sempre e solo contro gli esponenti della destra. Non solo le trascrizioni ma i sonori di telefonate private, adeguatamente montate e tagliate, sono state date in pasto al pubblico. Hai visto che è successo all'accostarsi a Napolitano? L'ordine dei giornalisti? Impossibile esprimersi denza incorrere in querele.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Lun, 08/04/2013 - 17:13

Scusa Marcello 58, giusto quello che dici, mi permetti una domanda? Le tue affermazioni valgono solo per la messa in onda della telefonata ad Onida o valgono anche per le ore di colloqui telefonici, privati, di Berlusconi pubblicate anche dai giornali on line? I giornalisti, i magistrati, gli editori che hanno acconsentito alla divulgazione vanno puniti tutti o no?

zadina

Lun, 08/04/2013 - 17:14

il ritornello è sempre lo stesso i sinistroidi si credono unti dal Signore di conseguenza possono fare e dire quello che vogliono contro chiunque non sia alleato al loro modo di vedere e pensare di conseguenza distruggere moralmente con qualunque mezzo i loro avversari politici per che non li considerano avversari ma nemici da eliminare del resto anno ereditato il loro DNA dal comunismo di Stalin in Russia ha fatto più morti lui che la seconda guerra mondiale-

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 08/04/2013 - 17:18

luigipiso ma piantala non ti accorgi che appartieni ad un'altra bandiera di regime??..ma tu bue che dai del cornuto all'asino..sgherro del merdapartito il pd e sodali di sx..ma non vi vergognate libertà di accoppare il nemico..privacy nei riguardi della propria "banda"???

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 08/04/2013 - 17:23

Il caso La zanzara-Onida suscita l'indignazione dell'ordine dei giornalisti. Di chi? Certo che ci vuole un fegato ed uno stomaco grossi così a ritenere giornalisti un'accozzaglia di leccaculo. Ovviamente soltanto della parte sinistra del culo. Quella più saporita.

wizardofoz

Lun, 08/04/2013 - 17:24

Ho ascoltato in diretta la telefonata incriminata. La mia reazione nei confronti di Onida è stata positiva. Poffarbacco, mi sono detto, guarda che bravo costui, che parla chiaro. Ma, ovviamente, mi sbagliavo: il giorno appresso eccolo smentire tutto, invocare la privacy, sollevare un polverone un'arrampicata sugli specchi...manco Alain Robert! Il fatto è che Onida quelle affermazioni, affatto scandalose, le ha proferite con la totale convinzione di parlare con Margherita Hack che, tra l'altro, ha affermato di non conoscere. Ma possibile che non abbia nemmeno la dignità di dire: sì, la penso così e, comunque, mi sono messo a disposizione del Presidente della Repubblica perchè non si sa mai; anche se sono scettico, forse, qualcosa si può combinare. Avrebbe fatto una egregia figura, anzichè quella barbina che sta facendo adesso, appoggiato dal suo triste apparato di sinistra. E poi, per dirla tutta, a uno che, non conoscendomi, mi telefona e mi fa parlare di politica, io opporrei un minimo di incredulità e non prenderei per certo che si tratti di chi dice di essere.

antoniopochesci

Lun, 08/04/2013 - 17:27

Al di là di ogni altra considerazione, se ho ben capito, il sig. Onida ha confessato di non avere MAI parlato con la signora Hack. Ok, ci credo. Ma allora delle due l'una: o - come saggezza vuole - avrebbe dovuto quanto meno essere accorto come fanno milioni e milioni di comuni mortali che mai si lascerebbero andare a briglie sciolte - scherzo e non scherzo della Zanzara - con un interlocutore sconosciuto, o - nell'ebbrezza di poter interloquire con una scienziata - si è rivelato per quello che è: un coglione emerito e titolato. Tertium non datur. Quindi, le stimmate quirinalizie del "SAGGIO" sono un'usurpazione di titolo.

Silvio B Parodi

Lun, 08/04/2013 - 17:35

macchiapan Dove eri tu quando si sputtanava Berlusconi in TV sui giornaloni si pubblicavano le sue telefonate e di moltissimi altri di destra? allora era satira? e adesso che cos'e'? ma fammi il piacere hai una faccia da culo come tutti i sinistri.

hector51

Lun, 08/04/2013 - 17:45

Regole uguali per tutti.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 08/04/2013 - 17:45

x Marcello58: Il reao esiste ancora? Si...ma non per le telefonate Silvio, a quanto pare!

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 08/04/2013 - 17:49

Un dubbio mi sovviene...ma gli intralazzatori del Monte dei Pascoli di Siena, non lo usavano mai il telefono? Come mai non si sa nulle? Repubblilecca e il commissario Travaglioni non dicono niente?

ugsirio

Lun, 08/04/2013 - 17:49

Ma infine giornalisti volete eliminare questo disordine dei giornalisti o no ? Non vi verggognate di essere iscritti a questo disordine ? Ribellatevi, chiedete l'eliminazione di questo istituto inutile.

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Lun, 08/04/2013 - 18:06

IPOCRITI DI SINISTRA SMETTETELA DI ESSERE IPOCRITI E FAZIOSI. NON VI RICORDATE,OVVERO,AVETE VOLUTAMENTE DIMENTICATO IL SOVIET TARGATO STALIN CHE ANNIENTAVA CHI PENSAVA DIVERSAMENTE DA LUI!!! CHIUDETE IL BECCO E PORTATEVI LA LINGUA SUL RETRO !!!

Gianca59

Lun, 08/04/2013 - 18:06

Nulla da dire in più rispetto a quanto esplicitato nel titolo.....Berlusconi va quasi in galera per la registrazione della chiamata dell' abbiamo una banca; di Berlusconi conosciamo anche le chiamate mitiche, tipo quella sulla Merkel, dell' affaire MPS nulla sappiamo, e forse è meglio per il bene dell' Italia.

GianfrancoNapolitano

Lun, 08/04/2013 - 18:14

#luigipiso : lei ha il cervello sottovuoto, non solo perchè fa riferimento a colpevoli (che certamente non sono stati nè giudicati ,e meno che mai condannati, se non da incivili fomentatori politicanti),ma sopratutto perchè i diritti dell'uomo non devono valere a seconda del loro credo politico : non siamo nè Cuba, nè in Cina nè tanto meno nella Corea del Nord.

nalegior63

Lun, 08/04/2013 - 18:17

al mio paese gente come...che difende la pubblicazione delle intercettazioni tel..(spioni guardoni bachettoni) solo se non sono fatte alla sinistra(sul megaiperSCANDALO MPS nessuna fuga di notizie e i giornali stentano a parlarne) personaggi tipo LUIgipiso,si dice che sicuramente sono anche PEDOFILI e di non lasciare che si avvicini ai bambini

WSINGSING

Lun, 08/04/2013 - 18:24

La legge sulla privacy è stata la più grande presa per i fondelli che lo Stato Italiano ha voluto regalare ai suoi cittadini. Dalla emanazione della legge si sa tutto di tutti. E naturalmente chi subisce il torto, se lo piange.

Paul Vara

Lun, 08/04/2013 - 18:32

L'usurpazione d'identità non ha niente a che vedere con la pubblicazione di intercettazioni messe agli atti di un processo. Per inculcare al popolino "nuove verità" Feltri non si fa pregare (ma si fa ben pagare).

Maurizio Fiorelli

Lun, 08/04/2013 - 18:34

A parte il fatto che condivido le analisi del signor Gabriele Foglietta,dico semplicemente che il signor Feltri non fa che confermare ciò che dicev

Maurizio Fiorelli

Lun, 08/04/2013 - 18:38

Susate:seguito del mio commento che mi è sfuggito dai tasti.Dicevo semplicemente che il signor Feltri conferma,se ce ne fosse bisogno e a distanza di tanti anni,ciò che sosteneva il nostro grande Indro Montanelli!

Il giusto

Lun, 08/04/2013 - 18:39

Siete dipendenti pubblici,pagati dal popolo italiano?Allora non esiste la privacy!Anche perchè se spifferi tutto alla prima"Hack"che ti chiama,certo non era un gran segreto!dal momento che li pabgo io voglio sapere tutto di berlusconi,Bersani,Monti etc..

angelomaria

Lun, 08/04/2013 - 18:49

il tutto perche abbiamo l'ordine dei giornalisti da vedere poi chi veramente siano piu'corrotto nel MONDOun'ordine ha senso unicoloro da sospendere ed haVITAseguito dallabolizione dell'ordine stesso

Il giusto

Lun, 08/04/2013 - 19:00

Ma perchè questo giornale non fa una inchiesta approfondita su Mps?Una di quelle belle inchieste decise,tipo i calzini di Mesiano!O forse questo giornale deve nascondere qualche verità scottante?Mah...

fenix1655

Lun, 08/04/2013 - 19:03

E'uno degli argomenti che mi trova d'accordo con il noto insetto parlante. ABOLIRE immediatamente l'ordine dei pennivendoli e tutti gli ordini, disordini, cooperative, associazioni, confraternite, sindacati, fondazioni ecc. perchè in Italia quando anche solo due persone si mettono insieme per qualsiasi motivo, cercano subito di creare un centro di potere o una posizione di forza da utilizzare nei confronti degli altri, istituiscono cariche e gerarchie, inventano regole e non le rispettano, si attribuiscono stipendi e rimborsi spese, lucrano fondi inventandosi "spese di gestione", sistemano parenti e conoscenti, qualcuno mantiene addirittura cariche a vita (vedasi associazioni consumatori) e poi, quando hanno raggiunto un certo livello di consenso, o si mettono in politica o, se sono più furbi, fanno i burrattinai. Si mettono in poche parole "a mafiare" come sosteneva il notissimo esponente di spicco, ramo Corleonese, Totò Riina. Solo che lui l'hanno messo dentro e difficilmente uscirà. A proposito......dimenticavo! Scioglierei anche il M5S perchè è riconducibile a quanto scritto sopra. E non mi dilungo!

cast49

Lun, 08/04/2013 - 19:19

luigipiso, hai letto l'articolo o nel frattempo ti facevi una sega?

cicero08

Lun, 08/04/2013 - 19:24

Ma che bello far venire fuori la verità con ogni mezzo...I casi dei vari Nixon e Clinton non hanno insefnato nulla?

mastra.20

Lun, 08/04/2013 - 19:28

il mattarello per l'ordine è troppo democratico ,,meriterebbero di molto peggio..servi sempre dei soliti amici che li fanno fare carriera.

cast49

Lun, 08/04/2013 - 19:39

luigipiso, hai letto l'articolo o nel frattempo ti facevi una sega?

Ritratto di romy

romy

Lun, 08/04/2013 - 19:49

Oramai il fiume dei due pesi e due misure ha rotto i margini.........e senza contegno prosegue la sua marcia inarrestabile,........in fondo è stata una farsa per riderci un po'.........alla luce del tipo di trasmissione di Cruciani e Parenzo,direi tutto nella norma,la satira che si sposa alla politica.

silverio.cerroni

Lun, 08/04/2013 - 19:51

@- Una riprova: Papi o re, quando sono lì fanno tutti come me!

Oppy_59

Lun, 08/04/2013 - 20:09

Scusate, ma la spalla di Cruciani, il viscido e schierato Parenzo, che ha difeso lo "scherzo", ora come si "posizionerà" ? Amletico dubbio lo pervaderà? Come tutti quelli della sua specie godrà di immunità, mentre, temo, Cruciani, schiena dritta in questo ed in altri casi, andrà a far compagnia al direttore Sallusti.

nino47

Lun, 08/04/2013 - 20:12

Ordine dei giornalisti......."ordine"???????

Ritratto di lectiones

lectiones

Lun, 08/04/2013 - 20:31

L'emerito costituzionalista ha perduto la goliardia che avrebbe potuto salvarlo dal ridicolo. Totò (De Curtis), uomo tutto d'un pezzo, era intransigente, si rese conto del sosia a pernacchie inneggiate, prima restò indefesso e irremovibile. Ma faceva ridere Totò, qua si pinge e basta. CF

elio2

Lun, 08/04/2013 - 20:37

Non si poteva neppure sperare che luigipiso, dopo una giornata passata a cercare e poi mettere in riga i Rom, dar loro i due euro di tasca sua, per andare a votare marino, sia stato anche istruito su ciò che doveva commentare, mancava il tempo materiale per farlo, ma onestamente devo ammettere che non si nota nessuna differenza rispetto agli altri giorni.

forbot

Lun, 08/04/2013 - 20:38

Anch'io sono d'accordo con Feltri che saluto cordialmente. forbot.

pedro10

Lun, 08/04/2013 - 20:58

Per quanto riguarda il MPS dopo sei mesi le intercettazioni devono venir distrutte se nessuno le richiede,magistrati ecc. ecc, quindi fate voi i calcoli a quando verrà tutto cancellato.

LUCIO DECIO

Lun, 08/04/2013 - 21:26

PISO ANCORA TU? MA NON DOVEVI ANDARE A FARE IN CUL0?

hectorre

Lun, 08/04/2013 - 21:43

Oppy...parenzo??? è solo l'ennesimo miracolato,rientrerà nei ranghi senza fiatare...stasera ha parlato dei rom....imbarazzanti le sue parole, palesemente false,dettate solo da tonnellate di demagogia....deve difendere,come tutti gli altri sinistrati,la bontà d'animo che li contraddistingue...poi, chiama zoccole le donne de pdl...ritardati i suoi elettori e chiede la camicia di forza per chi non la pensa come lui......che ci volete fare,anche lui tiene famiglia.....

carlo5

Mar, 09/04/2013 - 00:45

La cosa peggiore di questa burla e' l'aver constatato che il Presidente emerito della consulta parla al telefono con una sconosciuta, cioe' persona che lui non aveva mai visto, cioe' non sua amica o conoscente e ci parla di cose riservatissime, esprimendo giudizi impensabili per un uomo della sua posizione e del ruolo datogli dal capo dello Stato in un momento di grave crisi. Se questi sono gli uomini che ci rappresentano ed a cui dare la "saggezza" per risolvere i problemi del paese siamo messi male. Povera Italia e poveracci noi.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 09/04/2013 - 01:30

Il pericolo maggiore è abituarsi a questa continua ingerenza nella vita democratica del nostro paese di personaggi di sinistra abilmente collocati in ogni struttura di potere. QUESTI SINISTRI INDECENTI STANNO UCCIDENDO LA NOSTRA DEMOCRAZIA. E' ORA DI FINIRLA CON QUESTO DOPPIOPESISMO ROSSO DA REGIME TOTALITARIO.

0rl4nd0

Mar, 09/04/2013 - 02:59

MONTE DEI PASCHI DI SIENA !!!! Chi ne parla più ? Già stato insabbiato! Scrivetelo dappertutto, per non dimenticare...

gicchio38

Mar, 09/04/2013 - 07:43

SAPPIAMO ORAMAI TUTTI IN ITALIA CHE IL COSIDDETTO "ORDINE DEI GIORNALISTI" E' SOLO AN'ACCOZZAGLIA DI FRINGUELLI COMUNISTI CHE NON INCANTA PIU' NESSUNO. SPERIAMO CHE LO CANCELLINO DALLA FACCIA DELLA TERRA QUELL'ORDINE DI IENE.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 09/04/2013 - 08:15

Onida -Hack Ma che bel duetto tra sinistri- magari membri dell' internazionale che vuole governare il mondo| Vergogna su vergogna la sinistra si sta scavando la fossa mentre i pennivendoli dell' ordine mettono la sordina sulla faccenda Montepaschi. Ma che paese di anime perdute sta diventando questa povera Italia!