Ingroia, vai a lavorare

Il Csm: no all'incarico in Sicilia, gli tocca Aosta

Tutte le volpi alla fine si rivedono in pellicceria, dice un vecchio proverbio sui furbi. È quello che è capitato ad Antonio Ingroia. Prima pensava di fare politica coperto dalla scudo di una toga appartenuta a Borsellino, poi di applicare la giustizia con l'immunità del politico (si era candidato premier alla guida della lista Rivoluzione civile). Ha toppato sia il primo obiettivo sia il secondo. Voleva mandare al gabbio Berlusconi e Napolitano e restaurare il comunismo, si ritrova disoccupato, screditato e abbandonato dai compagni di avventura.
Come tutti i furbi, Ingroia al momento di candidarsi non si era dimesso. No, si era messo in aspettativa e - una volta sconfitto dalle urne - chiese di rientrare nei ranghi. Bene, gli hanno detto i colleghi, la tua nuova sede è Aosta. Umiliante - senza offesa agli amici aostani - per uno che voleva sconfiggere la mafia e arrestare lo Stato. Pur di non finire a indagare sui furti di mucche, il nostro eroe ha chiesto di poter rimanere in aspettativa per fare l'esattore delle tasse in Sicilia. Cosa triste, ma almeno sarebbe girato l'euro. La risposta del Csm è arrivata ieri: non se ne parla neppure, o Aosta o dimissioni. Caro Ingroia, se ne faccia una ragione: la ricreazione è finita, i riflettori si sono spenti e ora, in ogni caso, per campare le toccherà andare a lavorare.
E lo diciamo anche a Gianfranco Fini che non molla gli uffici di una fantomatica Fondazione Camera dei deputati. Se non vuole fare il pensionato ai giardinetti, che si trovi una occupazione e si paghi scrivanie e segretarie. Credetemi, è dura ma ce la potete fare. Milioni di italiani ci riescono ogni santo giorno.

Commenti

ammazzalupi

Gio, 11/04/2013 - 14:43

Sintetico ma efficace, l'invito di Sallusti. Ingroia... vai a lavorare! Dopo tanta arroganza e tanto biascicare, fai vedere a noi tutti cosa sai fare.

gedeone@libero.it

Gio, 11/04/2013 - 16:05

Ingroia, se le può interessare, sembra che Antonio Di Pietro in quel di Montenero di Bisaccia sia alla ricerca di robuste braccia per i suoi campi...

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 11/04/2013 - 20:22

ALESSANDRO SEI UN GRANDE SEI IL DEGNO EREDE DEL GRANDE INDRO CONTINUA COSI'

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Gio, 11/04/2013 - 20:54

Andare a lavorare? E' una parola! Questi due signori non hanno mai lavorato in vita loro! Su Fini non ci sono dubbi; circa Ingroia qualcuno potrebbe pensare che, comunque, fino al momento in cui si è "dato" ufficialmente alla politica (nell'estremismo rosso c'è sempre stato), ha lavorato! Ebbene, i magistrati possono lavorare in due modi: il primo è lavorare, il secondo è farlo fare agli altri! Indovinate quale sistema ha usato Ingroia fino ad oggi?!

leserin

Gio, 11/04/2013 - 22:12

Il trasferimento in una sede lontana è il minimo che possa capitare a un magistrato così spudoratamente politicizzato, quindi la decisione del CSM è, per una volta, sacrosanta. In quanto a Fini, con la liquidazione che si è preso può anche affittarsi uno studio a Roma e assumersi un paio di segretarie. Non farà certo la fame per questo.

ACHILLEPELIDE

Ven, 12/04/2013 - 00:36

Fini hai finito o no di rompere le scatole agli Italiani. P.S. Ho commesso un errore : non dovevo sciogliere AN hai detto; ma bravo, ma sei veramente ammalato di testa? Smettila di importunare gli Italiani.

Tony Capo

Ven, 12/04/2013 - 05:54

Antonio, la pacchia e' finita, pensavi di essere un superman ,invece ti tocca constatare che sei solo un piccolo, ma piccolo omino, che senza la protezione della toga sei nessuno, comunque io ti auguro di trovare qualcosa da fare, ti posso suggerire di prendere una licenza d'ambulante, fare una societa' con Di Pietro e andate per I mercatini a vendere frutta e verdure,Di Pietro ci mette I soldi, e tu il furgongino, che bella coppia, auguri

Garpaul

Ven, 12/04/2013 - 08:16

Sintetico e ridicolo, come il propositore. Recuperare le tasse evase sarebbe molto utile, anche se contrario all'invito del pifferario di non pagarle!

lisanna

Ven, 12/04/2013 - 11:28

il personaggio con le sue esternazioni si commenta da solo. qualche volta c'è giustizia : voleva fare il furbo gli è andata male. Per quanto riguarda Fini : io vorrei tanto andare ai giardinetti da pensionata , ma non posso. E da pensionata , quando sarà, non vorrei andare ai giardinetti a rovistare tra i rifiuti.

noinciucio

Ven, 12/04/2013 - 11:29

per garpaul - non vedo che diavolo centri il suo commento con Ingroia, ma mi adeguo! Credevo che i commenti di luigi piso avessero raggiunto l'apogeo della stupidità, invece mi sono dovuto ricredere! E' proprio vero, al peggio non c'è mai fine! P.S. Forse occorre ricordarle che al Governo non c'è più Berlusconi, ma un certo Mario Monti, dunque rivolga la proposta a lui! (si scrive "pifferaio", non "pifferario"!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Ven, 12/04/2013 - 11:35

Questi sarebbero gli uomini che dovrebbero far rispettare leggi e regolamenti: una volta candidatosi avrebbe dovuto sapere benissimo, da appartenente alla magistratura, che in caso di ritorno alla toga sarebbe potuto tornare a fare il magistrato SOLO NELLE CIRCOSCRIZIONI DOVE NON SI ERA PRESENTATO ALLE ELEZIONI, cioè solo la Val D'Aosta nel suo caso...quindi cosa blatera che la sua professionalità nella lotta alla mafia sarebbe mortificata ? Conosceva il rischio che correva, gli andata male, stop. Fare il magistrato, se ci credi, è una missione, una vita quasi come da militari: ti dicono dove devi andare e vai e fai il tuo lavoro, fine dei discorsi. Se pretende di disapplicare la legge in tale maniera per sé, allora figuriamoci come potrebbe fare strame di leggi e codici quando inquisisce altri...

Ritratto di mirosky

mirosky

Ven, 12/04/2013 - 15:02

e lei,caro direttore,quando lascia??

sunsempremi

Ven, 12/04/2013 - 15:36

piu che giusto

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 12/04/2013 - 16:24

ale, COLPEVOLE, CONDANNATO e graziato dal popolo italiano, mi fai pena. quanto ti leveranno i contributi pubblici e finirai per strada, ti compero io e ti metto alla stazione centrale a dare le brioches ai barboni, a quei pochi che non scapperanno spaventati vedendoti cosi' brutto.

girola

Ven, 12/04/2013 - 17:03

Ingroia...! Chi era costui?