Se cercano Monti a Chi l'ha visto?

L’ultimo prodotto chic, de­cantato, elogiato, lodato e distrutto, si chiama Mario Monti. Qualcuno se lo ricorda?

Il presidente del Consiglio Mario Monti

La politica brucia i suoi protagonisti con crescente rapidità. Come la moda. Che distrugge le proprie invenzioni per proporne altre e continuare così a ingannare il mercato. C'è sempre una discreta quantità di polli d'allevamento conformistico pronta a farsi buggerare. Si crea e si annienta, inseguendo gli umori veri o presunti dei clienti. L'ultimo prodotto chic, decantato, elogiato, lodato e distrutto, si chiama Mario Monti. Qualcuno se lo ricorda? Era quello che doveva salvare l'Italia, aggiustarne i conti sballati da governanti acefali, l'uomo della provvidenza cooptato nel Palazzo da Giorgio Napolitano con il compito ingrato di evitare il naufragio dell'Italietta, tenendola agganciata al grande rimorchiatore: l'Europa germanizzata da Angela Merkel, dura come l'acciaio. Il professore, soltanto un anno e mezzo fa, fu accolto dai connazionali come il messia: ecce homo, colui che si sacrificherà per il nostro bene. E giù applausi. Persona meravigliosa (il contrario di Silvio Berlusconi), tutta saggezza e competenza e perfino eleganza: indossava un loden talmente sobrio da suscitare ammirazione nei gazzettieri emuli di Mario Appelius, pronti a esaltare le qualità tecniche, umane ed estetiche dell'ultimo venuto. Monti non era uno qualsiasi, tra l'altro. Per convincerlo ad accettare il timone del Paese, il capo dello Stato lo nominò senatore a vita, onorificenza ambita e, ciò che più pesa, ottimamente retribuita.

Lusingato e soddisfatto, il bocconiano assunse la carica di premier suscitando l'entusiasmo del popolo, specialmente di sinistra, felice di essere stato liberato dal giogo del vil Cavaliere. Per dimostrare di essere all'altezza della sobrietà attribuitagli, il docente si lanciò in un'operazione immagine di grande efficacia: anziché viaggiare sull'aereo di Stato, utilizzò per le proprie trasferte romane il Frecciarossa, che poi è un treno, già collaudato da un altro maestro di sobrietà: Romano Prodi. Come dire che Monti è andato sul sicuro. L'eroe bocconiano si gettò subito nella battaglia contro il signor Spread, che nessuno sapeva chi fosse. La mostruosa creatura cresceva a danno dell'economia e i giornali raccontarono per filo e per segno le gesta leggendarie di Monti per sconfiggerla. Tutti facevano il tifo per il premier, nel quale vedevano una specie di Paolo Rossi della nazionale di calcio che vinse i mondiali del 1982 in Spagna.

Momenti epici per la nostra politica. Ogni tre minuti la faccia pretesca del cosiddetto Supermario compariva sui teleschermi. E rassicurava gli spettatori adoranti e poi dormienti. Tel chi el Monti, l'è propi un drago, meglio del Cerutti Gino. Mesi di fuoco. La corporazione degli scribi si impegnò al massimo per descrivere con vigore le imprese mirabolanti dell'amato presidente. Il quale, a un certo punto, annunciò la spending review. I connazionali che masticavano poco l'inglese si guardarono l'un l'altro con fare interrogativo: che roba è? La revisione della spesa pubblica, spiegò La Repubblica, il giornale dei saputelli.
Tutto qui? Un po' delusi e un po' speranzosi, i suddetti connazionali incoraggiarono il presidente del Consiglio a tagliare di brutto gli sprechi. Ma lui s'intenerì davanti agli sperperi e mollò le cesoie, affidandole per scherzo a Enrico Bondi, tecnico anch'egli, che le guardò sorridendo e le depose in un cassetto, evitando di tagliare alcunché.

Passarono le settimane, passarono i mesi, e Monti cominciò a rompere le balle alle stesse persone che lo avevano esaltato. Nessuna protesta, per carità. Solo un borbottio e qualche interrogativo: ma questo qui sarà mica un bidone? Nossignori. Un prudentone. Che, per tirare su il morale ai dubbiosi, dichiarò: c'è una luce in fondo al tunnel. La vedeva solo lui. E il signor Spread? Un altro Mario, Draghi, quello della Bce, l'aveva neutralizzato a suon di milioni di euro. Monti nel frattempo mise mano al randello fiscale e iniziò a menare gli italiani che lo amavano: tasse di qua, tasse di là, l'Imu sulla prima casa pagata col mutuo e, quindi, di proprietà della banca per effetto dell'ipoteca a garanzia. Un tormento esattoriale che umiliò consumatori e produttori, uccidendo un migliaio di aziende al giorno, così, tanto per gradire.

Uno sfacelo. Ciononostante, il professore si persuase di aver fatto centro: ho rimesso ordine nei bilanci, riconquistato la fiducia dell'Ue, restituito credibilità alla Patria. Lo diceva sul serio. Pieno di orgoglio, ebbe un'idea geniale sul finire del 2012: quasi quasi mi candido. Fondò un partito con cui presentarsi alle elezioni, frattanto indette, che si sarebbero svolte in febbraio. Una pensata luminosa. Era convinto, il Tecnico per antonomasia, di essere stato così bravo a strozzare gli italiani da meritare la loro fiducia per l'eternità. Non sapeva che ormai lo detestava chiunque, giudicandolo non più per la foggia del loden ma per le sue opere distruttive. Infatti, alle elezioni raccolse una miseria di voti e fu relegato in un ruolo che generosamente definiamo di secondo piano. In pratica fu bocciato all'esame elettorale e costretto a ritirarsi nell'ultimo banco. Politicamente defunto. Non c'è anima che lo rimpianga.
Oggi se dici Monti, il tuo interlocutore risponde: no, vado al mare. Il professor Sobrio si è trasformato in professor Zero, e non si tratta di Renato. L'unico dato positivo, per lui stesso, consiste nella conservazione del laticlavio a vita in Senato, regalatogli a suo tempo da Napolitano, che vale pur sempre circa 15mila euro al mese. Non male per uno che ovunque abbia messo le mani ha prodotto sconquassi. Il bello, si fa per dire, è che Monti non va più neanche a Palazzo Madama. Siccome non gli fanno recitare la parte del re, ha preferito smettere di giocare. Si è stufato. È scomparso nelle lande attorno a Varese. Pare che presto si occuperà di lui la famosa trasmissione televisiva Chi l'ha visto?. Il fatto che si siano perse le sue tracce può essere un vantaggio, dipende dai punti di osservazione.

Tuttavia la storia breve di Monti ha una valenza positiva e non va trascurata se si desidera comprendere la situazione in cui ci troviamo. Occorre considerare che il bocconiano non piovve dal cielo, ma fu chiamato a gran voce in quel di Roma per un motivo: i politici di professione avevano fallito, quindi necessitava il pronto soccorso di un governo tecnico capace di rimediare ai loro disastri. Purtroppo la pezza si rivelò peggiore del buco. Ma ciò non ha rivalutato i partiti, benché siano riusciti, dopo sforzi sovrumani, a mettere insieme una maggioranza denominata delle «larghe intese».
In effetti, il gabinetto di Enrico Letta ha sentito il bisogno di essere affiancato da un centinaio di saggi incaricati di realizzare le riforme che non sono alla portata dell'esecutivo. Se, infine, si calcola che Napolitano ebbe a sua volta l'idea di nominare 10 saggi per suggerire il da farsi al futuro governo, una certezza l'abbiamo: i politici non sono in grado di esercitare il loro mestiere. Si danno molte arie, ma sono arie fritte.

Commenti

Wolf

Gio, 13/06/2013 - 14:38

Un ciarlatano lobbista.

ugsirio

Gio, 13/06/2013 - 14:40

Desaparecido si, ma con un bel vitalizio che la quasi totalità degli italiani si sognano

Ritratto di fioellino

fioellino

Gio, 13/06/2013 - 14:40

Lo cerco io. Per dargli tanti tre da farlo bocciare, il professorino!

angelomaria

Gio, 13/06/2013 - 14:43

OH se' se'lo' ricordano non come avrebbe voluto il suoEGO ma come UNO da DIMRNTICARE!!!

rainbow1964

Gio, 13/06/2013 - 14:46

e speriamo che lo resti per sempre!!

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 13/06/2013 - 14:46

Eh sì, in parecchi se lo ricordano, ma nemmeno un cane lo rimpiange, questo spolverino apprettato e inamidato, tornato in in tutta fretta in naftalina. - Confidiamo ormai nel tempo e nelle tarme.

vince50

Gio, 13/06/2013 - 14:49

Questi personaggi(perchè ne abbiamo da vendere),sono come una brutta malattia.Arrivano dala nulla,si manifestano negativamente attraverso notevoli danni,per poi fortunatamente scomparire.Ciò non toglie che i danni e le ferite rimangono,anche se i parassiti ci hanno succhiato quel po di sangue che ci rimaneva.Riposa in pace e goditi i soldi che ci hai estorto.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 13/06/2013 - 14:52

Mi sto ancora chiedendo per quali meriti il re george lo abbia nominato senatore a vita.Beh tanto paghiamo noi!!!

maxvinella

Gio, 13/06/2013 - 14:58

Magari Draghi ha comprato i titoli di stato con Monti perchè gli era simpatico. E lo scudo l'ha messo sempre con Monti perchè gli era molto più che simpatico. Invece Silvio gli stava un po' sulle balle (a Draghi). E' solo per quello. Caro Feltri i danee fan danaa.

gurgone giuseppe

Gio, 13/06/2013 - 15:02

Per farsi pagare l'IMU e girarla alle banche ha terrorizzato gli Italiani con il catastrofismo. Il risultato è che anche quelli che avessero da spendere, non spendono perché non hanno ancora superato la paura che il nostro eroe è riuscito a inculcare.

Ritratto di giulius

giulius

Gio, 13/06/2013 - 15:04

E' stato uno dei disastri italiani al pari del vajont e del terremoto dell'irpinia speriamo che individui come lui non abbiano più a presentarsi sul palcoscenico politico, e al pari di Bersani, di Grillo, di Di Pietro, di Fini figure senza un minimo di dignità solo degli arroganti imbonitori.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 13/06/2013 - 15:07

Unforgottable! Ti ritorna in mente tutte le volte che paghi l'IMU.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Gio, 13/06/2013 - 15:09

A ganassare, sono buoni tutti.

Lu mazzica

Gio, 13/06/2013 - 15:18

Certamente che ricordiamo il Prof. Monti:colui che voleva sanare i conti !! Rgds., Lu mazzica

sergio_mig

Gio, 13/06/2013 - 15:21

Se è vero ciò che è apparso sui giornali Monti dovrebbe essere processato per aver tradito il popolo italiano a favore della Germania, quindi espropriato dei suoi averi, il pog

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 13/06/2013 - 15:22

Guardi Feltri che io non sono straniero. Quindi non TUTTI gli italiani lo accolsero come il Messia, anzi. L'ho sempre ritenuto un oscuro burocrate e come tale incapace, e si è dimostrato, di condurre un'azione propositiva. In ogni azienda che si rispetti non solo non sarebbe mai stato chiamato ma se lo fosse stato a metà tragitto sarebbe stato licenziato in tronco per manifesta incapacità.

Lu mazzica

Gio, 13/06/2013 - 15:25

Il Dottor Monti, invece di guarirlo il malato, lo ha mazziato !! Rgds., Lu mazzica

janry 45

Gio, 13/06/2013 - 15:25

Questo, il compito che gli era stato assegnato lo ha svolto egregiamente,ora oltre alla sudditanza finanziaria totale abbiamo anche una gravissima crisi economica.la colpa di come stiamo adesso però non addossiamola tutta a Monti,perché i responsabili sono tanti e vanno dalla confindustria ai sindacati,che invece di cercare di salvare la produzione esistente, volevano farla crescere, trascurando però una cosa di non poco conto, che era impossibile crescere in quanto ci trovavamo nel pieno di una crisi mondiale come mai vista prima.Un altro colpevole diretto è stato la solita becera sinistra sostenuta dalla grande stampa, che pur di far fuori Berlusconi se ne è fregata che con ciò facesse fuori anche l'Italia.

corto lirazza

Gio, 13/06/2013 - 15:29

come la linea di abiti omonimi: pret a porter...

NickNY

Gio, 13/06/2013 - 15:35

Dite: "Il professore, soltanto un anno e mezzo fa, fu accolto dai connazionali come il messia. Ora non c'è anima che lo rimpianga" Il professore fu accolto DAI MEDIA come un messia e voi - tv e giornali - formaste un'opinione pubblica a lui favorevole. Io non dimentico.

enzo1944

Gio, 13/06/2013 - 15:37

..........quando uno è sul libro paga delle Banche d'affari Usa e CEE(Tedesche),non può che contar balle agli Italiani!!.....infatti i soldi dell'Imu sono finiti nelle casse Banche USA,e tanti altri soldini,nelle casse del MPSiena,banche dei rossi,pro Coop,Unipol,Banca del Salento etc.etc.etc! Buffone,contala giusta!

linoalo1

Gio, 13/06/2013 - 15:38

Che sia il destino dei Professori?Qualcuno,forse,si ricorda di Prodi?A parte i danni che ha fatto?Lino.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 13/06/2013 - 15:39

Non vi preoccupate. Tanto il “Professore” ha il suo comodo scranno in Senato e la conseguente ricca indennità, sicuramente cumulata con la sua pensione, quella certamente guadagnata. Lui è uno dei numerosi motivi per cui si vuole fare di tutto per conservare un Senato sulla cui inutilità funzionale ormai sono d'accordo tutti. Però fa molto comodo avere delle comode poltrone dove collocare se stessi e gli amici degli amici. SI ABOLISCA il Senato e i senatori a vita vadano tutti a prendersi la meritata (?) pensione.

pastello

Gio, 13/06/2013 - 15:46

Il peggior presidente della Repubblica che l'Italia abbia mai avuto.

-cavecanem-

Gio, 13/06/2013 - 15:46

Mi dispiace per i soliti ingenui che hanno creduto in lui...anzi no. La massa pecora non e' capace di accettare la verita', e ciarlatani "bocconiani" come Monti o Prodi hanno terreno fertile.

novi

Gio, 13/06/2013 - 15:48

noi italiani, siamo bravi a criticare dopo il disastro del governo dei tecnici tipo monti, ma abbiamo fatto poco per non far fare un tale governo costituito da professori, che si sono bravi a scuola ma non hanno la capacità di fare i politici ed hanno solo fatto danni alla nostra nazione già in difficoltà per la recessione che attraversava l'italia e che attualmente è peggiorata. Tanto l'errore del governo tecnico, sappiamo tutti da dove arriva, ma chi pagherà, per questo errore?. Noi italiani, i più deboli, i pensionati che prendevano già poco ed hanno congelato la perequazione del costo della vita, gli esodati, fascia di popolazione, che improvvisamente si sono trovati senza lavoro e senza pensione, gl' italiani licenziati dalle fabbriche che hanno chiuso, i giovanni condannati a non poter lavorare, i previleggiati che continuano ad essere tali, i ricchi sempre più ricchi, il sistema paese inceppato, l'europa che mette solo freni e miseria. Ed adesso chi metterà mano a tutti questi guasti? Il nuovo governo?, nato da partiti che si sono sempre respinti perchè l'uno e l'opposto dell'altro. E che vi devo dire, si tira alla giornata. questa ,per me, è l'italia di oggi dopo monti

Duka

Gio, 13/06/2013 - 15:49

Sparito certo ma nella miglior tradizione di chi fugge non ha dimenticato il malloppo. Ha distrutto una nazione intera e spinto onesti cittadini al suicidio ciò non ostate si è ben guardato di rinunciare alla carica di Sen. a vita ad esempio. La sola consolazione che ci lascia che ha portato con sé i molti tunnel illuminati in visione ogni lunedì per 6 mesi di fila. Che pena e che scemenze.

fakos24

Gio, 13/06/2013 - 15:51

senza il professore, dopo i disastri del cavaliere, saremmo con le pezze al sedere (e fa pure rima)

m.m.f

Gio, 13/06/2013 - 15:55

PENSO IL PEGGIO CHE L'ITALIA POTESSE MERITARSI. PERSONAGGI DEL GENERE POSSONO ESSERE INVENTATI DA PERSONAGGI COME QUELLO CHE LO HA CHIAMATO A RAPPORTO. UN CINICO RETTILIANO VENDUTO AI TEDESCHI CHE HA COMMISSARIATO IL PAESE. ALLA CASTA NON HA TOLTO NULLA. DI FATTO HA ASSUNTO IL RUOLO DI PORTAVOCE A TUTTO FARE AL POSTO DEI NOSTRI POLITICI CHE NON AVEVANO IL CORAGGIO DI METTERE LA LORO FACCIA DI BRONZO DAVANTI AL PAESE. HANNO MANDATOI LUI A SISTEMAE IL PAESE. I RISULTATI LI STIAMO VEDENDO.

m.m.f

Gio, 13/06/2013 - 15:56

HA MESSA LA TASSA SULLE BARCHE E LE BARCHE SONO SPARITE. HA MESSO IL SUPER BOLLO I CONCESSIONARI STANNO FALLENDO PERCHE' STRUTTURATO IN QUESTO MODO PUO' ESSERE APPPLICATO SOLO ALLE AUTO NUOVE FINO A UN MASSIMO DI TRE ANNI DI VETUSTA' POI DEVE ESSERE ELIMINATO ALTRIMENTI COSTA DI PIU' IL SUPER BLLO DELLA MACCHINA.

m.m.f

Gio, 13/06/2013 - 16:00

HA INVENTATO E INTRODOTTO AL PARI DI COME AVREBBERO FATTO STALIN ET/O MUSSOLINI MA QUELLI ALMENO LE PALLE LE AVEVANO QUESTO INVECE NON HA PROPRIO NULLA........SAL VO LA PROSOPOPEA DEL CATTEDRATICO DI QUINT'ORDINE DUE LEGGI CHE SONO POI LA CAUSA DELLA DISTRUZIONE DEI CONSUMI INTERNI: LIMITE USO CONTANTI A 990,00 EURO. MA QUANDO MAI? VA BENE UN LIMITE MA CHE SIA UMANO. UNICO PAESE IN EUROPA E NEL MONDO. LO STESSO,SE SI EFFETTUA UN ACQUISTO E SI PAGA CON MEZZO TRACCIATO QUALE ASSEGNO,IL POVERO COMMERCIANTE DEVE IDENITIFCARE IL CLIENTE CHE SCOCCIATO SE NE VA VVIAMENTE SE NO SEGNALARLO ALLA AGENZIE DELLE ENTRATE. UNICO PAESE AL MONDO DOVE ESISTE QUESTO SCHIFO.

m.m.f

Gio, 13/06/2013 - 16:01

SPERIAMO NON O TROVINO E CHE SPARISCA PER SEMPRE DA QUESTO PAESE. ABBIA LA DIGNITA' DI DIMETTERSI DA SENATORE E DI ANDARE A VIVERE ALL'ESTERO!

Ritratto di woman

woman

Gio, 13/06/2013 - 16:07

I politici si sono dimostrati incapaci, i tecnici che li hanno sostituiti si sono rivelati degli incompetenti disastrosi, i grillini che avrebbero dovuto finalmente raddrizzare la situazione, sono una frana. Diciamolo chiaramente: gli italiani sono così.

capatosta

Gio, 13/06/2013 - 16:08

Caro Feltri, il compito di Monti era quello di ridare stabilità finanziaria ad un paese sull'orlo del fallimento, causato da politici incapaci. Ed in questo c'è riuscito. Affermare che la pezza è stata peggiore del buco è quantomeno avventato. Che poi sia diventato la causa di tutti i mali non sorprende, siamo sempre bravi a trovare un capro espiatorio.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Gio, 13/06/2013 - 16:11

Ahahahahah bellissimo quest'articolo, mi ha fatto sganasciare dalle risate! Cosi' si fa giornalismo, bravo Feltri. PS L'articolo e' sicuramente molto divertente, ma la sua conclusione, peraltro giustissima, non lo e' affatto: questa storia dimostra il fallimento totale dei nostri politici, incapaci perfino di fare i politici. E cio' e' davvero inquietante.

moshe

Gio, 13/06/2013 - 16:43

La politica brucia i suoi protagonisti con crescente rapidità. ..... ..... ..... fosse vero! abbiamo TANTI politici che ormai si possono considerare delle mummie!

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Gio, 13/06/2013 - 16:52

Il quanto illustrato in questo bellissimo articolo ci rammenta sedici mesi di follia allo stato puro, propinataci da un megalomane oxfordiano amante della crukka e,udite udite, nominato senatore a vita,nonchè Presidente del Consiglio dal ri-assiso sul trespolo Quirinalizio,desideroso di accoppare una volta per tutte il Caimano.Calcoli sbagliati,ha accoppato gli Italiani e ha fatto risorgere gli smacchiatori all'inchiostro simpatico,così è scomparsa ogni traccia del grande casino combinato. Se questo che ha combinato cotanto casino viene dalla canea continuamente glorificato come padre della Patria consoliamoci poiche il peggio è passato.Ridateci il Caimano,please.

eras

Gio, 13/06/2013 - 16:52

Nessuno lo ricorda, non v' è dubbio, se non per temerne un ritorno. Intellettuale vanesio e fallito. Stoppiamolo lui e il nulla tipo Bonino.

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 13/06/2013 - 16:54

Resti dov'è. Per sempre.

Ritratto di apasque

apasque

Gio, 13/06/2013 - 16:55

NO!! NO!! Non nominiamolo!!! E se poi torna????

ROBERTI24

Gio, 13/06/2013 - 16:57

se quest'uomo è riuscito a governare e a mandare quasi in rovina l'Italia non possiamo che ringraziare il PD e il PDL !! Grazie ragazzi ed ora completate l'opera !! Mi viene il voltastomaco !

MEFEL68

Gio, 13/06/2013 - 17:12

Per fortuna c'è l'auto-difesa del cervello che tende a rimuovere i brutti ricordi dalla memoria.Per fortuna è sparito senza darci la soluzione dell'enigma; come faceva a vedere la luce in fondo al tunnel quando non c'era neanche il tunnel.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Gio, 13/06/2013 - 17:20

No, non ce lo ricordiamo. Abbiamo deciso di dimenticarcelo per sempre.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 13/06/2013 - 17:20

SIC TRANSIT GLORIA IMMUNDI!

Settimio.De.Lillo

Gio, 13/06/2013 - 17:33

Fakos 24: Farà pure rima ma è una MOSTRUOSA scemenza. Lei e bersani sareste una bella coppia di politici illuminati. Ah, dimenticavo che si potesse fare un bel terzetto, avendo trascurato il buon MORTADELLA

@ollel63

Gio, 13/06/2013 - 17:33

Il regalo di napolitano all'Italia: un rovina che pagheremo duramente per tanto tempo ancora, mentre costui si godrà il vitalizio offertogli in piatto d'oro dal regalante non nominato dagli italiani, ma da noi tutti pagato profumatamente perché ci faccia del male ora e per sempre. Amen.

Felice48

Gio, 13/06/2013 - 17:39

Io me lo ricordo eccome! Specie negli improperi: Non per niente ho mio figlio licenziato da una delle mille aziende decotte al giorno in quel di Genova. Ora me lo ritrovo a casa giù nel meridione ad essere sostenuto da me che sono pensionato con una pensione ridotta dalla grande invenzione avuta dall'allora ministro Treu che instaurò i lavori socialmente utili (a chi?) senza contributi, malattie (sono andato a lavorare con un braccio ingessato), ecc.. Praticamente lo Stato che non paga i contributi, come se avessimo lavorato in nero. E' inutile dire che è stato un capolavoro della sinistra. E tutti zitti.

Felice48

Gio, 13/06/2013 - 17:53

Comunque io la colpa la do soprattutto alla classe cialtrona politica che dal '70-'80 in poi non hanno fatto altro che distruggere in tutti i modi l'Italia felice. Tanto pagava pantalone, mica erano soldi loro. Di esempi ce ne sono tantissimi e, direi, in tutti i paesi. Le leggi peggio ancora. E' stata la goduria a spendere e spandere senza ritegno. Si può dire che questo signore anzi signori, perchè non c'è solo lui ma soprattutto chi l'ha messo, ce l'anno fatto meritare.

Settimio.De.Lillo

Gio, 13/06/2013 - 18:03

Per CAPATOSTA: Lei mi meraviglia per il fatto di NON aver capito quanti disastri ha fatto il rag. monti, grazie al presidente che lo ha chiamato con una ricca schiera di luminari dell'economia per salvare il paese. Vorrei sapere quanto è costato agli italiani il fantozziano collegio, con a rimorchio i cosiddetti saggi?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 13/06/2013 - 18:08

Io non avrei mai potuto credere potesse esistere un capo del governo capace di spezzare le gambe agli italiani così come ha fatto Mario Monti. Ora, mi resta la paura che possa sgattaiolare da qualche parte. Occorre fare qualcosa che possa vanificare tanto sgomento.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 13/06/2013 - 18:17

Speriamo non ritorni.

macchiapam

Gio, 13/06/2013 - 18:22

Caro Feltri, Monti era tutt'altro che male; ma le necessità tecniche della politica, soprattutto in economia, non prevalgono su quelle di chi, in politica e dintorni, è di carriera. L'errore di Monti è stato quello, una volta terminato il suo governo, di partecipare alle elezioni con una discutibile "scelta civica", invece di starsene seduto, da solo, al Senato, in attesa del prevedibile richiamo. La sparizione mistica, caro Feltri, è uno strumento politico efficace fin dal tempo dei Romani; peccato che Monti non se ne sia rammentato.

GUGLIELMO.DONATONE

Gio, 13/06/2013 - 18:35

È auspicabile che, come accade per gli str..ani "oggetti" suoi simili, sia stato portato definitivamente via dallo sciacquone, alla testa di un bel po' dei ridicoli componenti del suo indimenticabile governo, a cominciare dal salice piangente.

Giorgio Mandozzi

Gio, 13/06/2013 - 18:38

Napolitano fa quello che ha fatto un sacrificio per la Patria ad accettare il secondo mandato. Ma la colpa è sola la sua! Se a novembre 2011 avesse sciolto le camere ed indetto le elezioni, come si fa nei paesi civili, avremmo avuto certamente la vittoria della sinistra, un governo regolare (non avremmo regalato al sig. Monti € 15.000,00 al mese, e chissà magari, con le mirabolanti ricette della sinistra avremmo avuto qualche soluzione ai nostri pluridecennali problemi ed a quelli postici dalla generosa Europa. Ed oggi il buon Napolitano avrebbe fatto, come giustamente desiderato, il nonno a tempo pieno. Con buona pace di tutti.

Ritratto di romy

romy

Gio, 13/06/2013 - 18:38

Nonostante la “cura Monti”, i conti dello stato non vanno affatto bene. A maggio 2013 il fabbisogno finanziario (cioè la differenza tra entrate e uscite di cassa) ha raddoppiato il disavanzo: i -4,3 miliardi di rosso di maggio 2012 sono balzati a -8,8. Dall’inizio dell’anno il peggioramento complessivo è di 20,7 miliardi. Buona parte di ciò è dovuto a una maggiore spesa per interessi: lo spread resta elevato e lo stato deve remunerare bene chi acquista i titoli del debito pubblico, ma pochi ce lo ricordano. Sono questi numeri a fare nuovamente suonare il campanello di allarme. E a fare temere che durante le ferie arriverà la vera batosta per le nostre tasche. Io sono tra quelli che quando i giornali,gli esterofili,i privilegiati,i pochi potentati delle banche,ecc.ecc.elogiavano le capacità di Monti al fine del "Salva Italia" dicevo tra me e me se ne accorgeranno.......,un danno simile,nemmeno in 50 anni si poteva farlo,anche mettendoci dell'impegno,chi dobbiamo ringraziare di cio',che ci mette fuori dall'uscio dell'euro,ma attenderemo le elezioni della Merkel,ed allora tutto sarà più chiaro.

furetto78

Gio, 13/06/2013 - 18:42

Lo ricordiamo benissimo. E ricordiamo anche che è stato vergognosamente sostenuto in modo trasversale da tutti. E tutti dovranno rispondere delle porcherie che gli avete permesso di fare. Troppo facile dire: 'noi non c'eravamo'. Gl italiani non sono idioti. Ultime comunali astensionismo al 52%. Così a perdere è il Pdl. Ora avanti nel suicidio varando altre leggi vergogna e facendo gli zerbini di Bruxelles. Piace tanto a Napolitano. E noi continuamo a perdere elettori

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 13/06/2013 - 18:54

Questo è meglio che non porti più in giro la sua faccia di M....erkel

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 13/06/2013 - 18:54

Questo è meglio che non porti più in giro la sua faccia di M....erkel

forum27

Gio, 13/06/2013 - 19:00

Carissimo Dott. Vittorio, Lei ci indovina sempre, capisco la sua esperienza pluriennale di giornalista, ma come fa a predire sempre tutto, è forse una mago? Bando le ciance, questi personaggi hanno rovinato l'Italia e noi popolo Bue, siamo sempre pronti all'applauso. Adesso abbiamo un nuovo governo. Bene. Io non credo che ci porti fuori da quel "tunnel" dove si vede la luce, mica siamo in Paradiso. Questi faranno peggio di Attila, dove passano non cresce nemmeno un filo d'erba, e noi poveri idioti ci crediamo ancora e per l'ennesima volta andremo a votarli e fra i quali ci sarà anche l'esimio Appelius che come sempre risorgerà dalle ceneri come la Fenice l'Uccello di Fuoco. Comunque è meglio che stia lontano dal palazzo, altrimenti rischia di essere inserito tra il gruppo dei saggi!!!!!!!!!!

CALISESI MAURO

Gio, 13/06/2013 - 19:19

Fate prestooooooooooooooooo!!( mi faccio sempre prendere dalla sbornia del corrierone di quasi due anni fa ... ma a proposito erano d'accordo anche loro con la fregatura agli italici? Boh il tempo e' galantuomo e ce lo dira' )Arrivo al dunque@ beh non siate severi e' arrivata l'estate e il loden non e' il piu' appropriato abbigliamento:)) un po di comprensione suvvia!

CALISESI MAURO

Gio, 13/06/2013 - 19:23

Troppi saggi:)) mi sembra una riunione delle gloriose tribu indiane del nord america... ma loro erano e avevano veramente saggi e purtroppo perdenti.

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Gio, 13/06/2013 - 19:25

I monti sono montagne piccole piccole picciò...lo sanno tutti.

Ritratto di marystip

marystip

Gio, 13/06/2013 - 19:38

E già, il Prof. fu accolto dai connazionali come il messia: come colui che si sarebbe sacrificato per il nostro bene. Applausi' d, lodi sperticate, slinguamenti sui Tg da far rabrividire. Persona meravigliosa, proprio il contrario di Silvio Berlusconi (per il popolo bue9.

Ritratto di marystip

marystip

Gio, 13/06/2013 - 19:51

Bisognava far fuori Berlusconi perché americani, francesi e tedeschi temevano che il Cav. (che ci capisce, mica è Monti)faceva troppi affari in campo energetico con Putin e il rais libico. Non sia mai che l'Italia si affranchi dalla nostra dipendenza e ci faccia concorrenza in questo campo, si sono detti. Così hanno scatenato, tanto per gradire, una guerra in Libia, poi con l'aiuto dei traditori italici ripreso a massacrare con processi assurdi il Cav. Sai che gliene frega agli americani se Berlusconi a casa sua va a letto con qualche donzella. Ma se mette il naso in campo petrolifero, allora si che gliene frega.

st.it

Gio, 13/06/2013 - 20:15

Scusi tanto Signor Feltri ma sta parlando del signor salvatore dell'italia tutta isole comprese? Del signor Mario Monti EX commissario europeo nominato a quella carica in quanto tirapiedi di qualche politico? cosa si aspettava?

mares57

Gio, 13/06/2013 - 20:37

Meno male che esiste un giornalista che non ha paura di parlare chiaro. Monti me lo ricorderò finchè vivo e forse molti altri come me, che non fanno parte di coloro che lo hanno osannato, anzi Dr. Feltri forse possiamo provare a cercarlo in quel bel posto dove l'ho mandato (non credo di essere l'unica) insieme alla commossa Fornero. Speriamo che il Centrodestra si riorganizzi, faccia auting (si dice così?) cioè un bell'esame di coscienza prima del mea culpa e capisca che fare politiche di sinistra non paga. Chi è di sinistra continuerà a votare a sinistra chi non lo è, come me, starà sempre più a casa anzichè votare inutilmente parlamentari che si divertono a frequentare i talk televisivi, che francamente hanno strarotto, a contare la fava e la rava mentre noi boccheggiamo nel mare delle tasse inique, burocrazia ecc. ecc. Il Parlamento a chi serve? Siamo tutti servi dell'Europa, nessuno si azzarda a mandarli a quel Paese esattamente come nessuno si azzarda a tagliare alcunchè (di sprechi intendo) perchè invece eliminare ospedali ecc. o bastonare i pensionati o aspiranti tali, questo lo sanno fare molto bene. Credibilità? Zero.Se andiamo avanti così ci saranno molti politici che andranno a fare compagnia al Professore e non saranno di sinistra, quelli si bevono ogni cosa, persino Renzi, semplicemente non capiscono che prima o poi anche i soldi delle tasse non entreranno più nelle casse dello Stato e non per il paventato sciopero fiscale, e che i loro stipendi, pensioni.... non saranno pagati dall'Europa, non lo sono mai stati, se uccidi la gallina l'ovetto non c'è più.

disalvod

Gio, 13/06/2013 - 21:03

QUESTO PERSONAGGIO E' STATO VITTIMA DEL SUO ORGOGLIO E DELLA SUA SUPERBIA.QUANDO NON SI CONOSCE LA VERA REALTA' DELLA VITA E' FACILE FARE IL MORALISTA SULLA PELLE DEGLI ALTRI MENTRE TU STAI SENZA PROBLEMI ECONOMICI.PERCHE' NON REVOCARGLI LA NOMINA A SENATORE A VITA?O MEGLIO PERCHE' NON VI RINUNCIA?

edoo

Gio, 13/06/2013 - 21:40

Mille parlamentari, fra i più pagati al mondo, ma quando bisogna prendere decisioni ci si affida ad altri. Prima i tecnici, poi i saggi, chissà cosa ci riserverà il futuro...

giovanni951

Gio, 13/06/2013 - 21:58

speriamo che il malefico sia sparito per sempre anche se rimarranno i danni he ha fatto.

bret hart

Gio, 13/06/2013 - 23:30

avvertitemi quando muore il signor muori montiiiiiiii

Giorgio1952

Gio, 13/06/2013 - 23:31

Come mai alcuni commenti non vengono pubblicati? Non è che ci sia la censura? Vista l'ora tarda sintetizzo il mio su Monti, precedentemente inviato e non pubblicato. Credo che il senatore Monti, sia una delle poche persone serie, oneste ed apprezzate dell'Italia, alla quale ha ridato potere e credibilità internazionale, al contrario il suo predecessore era ridicolizzato dai leader europei, ben lungi dall'essere quello più ferrato in economia venendo dal mondo imprenditoriale. Un capo di governo che ci ha fatto vergognare, che ha negato la crisi fino all'autunno 2011, salvo poi arrendersi e lasciare il "dirty job" delle riforme sul lavoro, sulle pensioni quando poi si è trattato di modificare la legge elettorale, tagliare i costi della politica, abolire le provincie allora Berlusocni ha pensato di toglierlgli la fiducia, salvo poi indicarlo come il probabile leader del "rassemblement à droite", essendo lo chevalier "chansonnier" amante della lingua francese, mi concedo una battuta amante anche del cosiddetto "frech kiss". Bene dopo essere stato candidato in pectore della destra, Monti è diventato il responsabile della recessione in Italia, ma se il paese sono ventanni che non cresce!!! Sono sette trimestri che il Pil è in calo, questo vuol dire che siamo in recessione dalla metà del 2011 quando ancora c'era Berlusconi, nella situazione internazionale di crisi è evidente che gli indici non potevano che peggiorare, non è colpa di Monti mentre la sua credibilità ha dato respiro allo spread che è sceso ben al di sotto della soglia dei 300 punti, la metà rispetto a Novembre 2011.

fakos24

Ven, 14/06/2013 - 00:11

@Settimio, lei non sa che con Bersani e Prodi non ho nulla da spartire, essendo un ex(?)elettore del PDL, ma chi lo sosteneva il governo Monti ? e soprattutto perché ? Troppo comodo far fare il lavoro sporco agli altri e poi dire che è stato un disastro :) saluti

Gaby

Ven, 14/06/2013 - 00:20

Dovunque sia , ci resti e non si faccia mai piu' vedere, il cialtrone.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 14/06/2013 - 00:21

Ormai con lo stipendio da senatore, INCAUTAMENTE assegnatogli da un avventato capo di stato comunista, il nostro cinico bocconiano si è installato sulle nostre spalle. E NOI GRAZIE AD UNA MIOPIA CHE NON DOVREBBE ESISTERE A CERTI LIVELLI DELLO STATO DOBBIAMO TENERCELO.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 14/06/2013 - 00:54

Al sedicente tecnico auguro ogni male possibile, ma non posso dimenticare chi lo ha appoggiato e non poteva non sapere quale sarebbe stato il risultato. Sto parlando del pdl, e sono fiero di aver votato per la Lega perchè il mio voto non è mai andato neanche per un giorno in appoggio a questo malfattore travestito da pretino. Non so se il pdl sia caduto nella trappola, abilmente ordita dal comunista del colle in combutta con obama, merkel e da cameron, per insipienza, perchè sotto ricatto o per altri interessi occulti che non oso neanche immaginare. So per certo che il pdl, o comunque vorrà chiamarsi, quel giorno di novembre 2011 con me ha chiuso definitivamente e il mio voto non lo avrà più finchè campo. Se esiste un'alternativa a Destra, bene, altrimenti non voto più. Non posso ammettere che un politico tradisca il mandato ricevuto, in nessun modo.

paolonardi

Ven, 14/06/2013 - 08:00

Rivendico un primato: mi sono sempre interessato di politica fino da quando ero al liceo e quindi ho seguito un po' anche il suddetto. Quando si comincio' a ventilare che potesse guidare un governo tecnico mi espressi all'incirca così: speriamo di no perché un tasta a cappero più grande di questa non esiste. Fa parte di quella schiera di economisti che considero apprendisti stregoni che procedono per slogan senza vedere più in la della radice del naso - la punta e' troppo lontana- e che sono assurti a posizioni altisonanti perché non erano capaci di svolgere bene il proprio lavoro. Vero Prodi e, più recentemente, Marino.

Gianca59

Ven, 14/06/2013 - 08:06

Se lo ricorda di sicuro chi gli deve pagare ogni mese lo stipendio da senatore a vita .......robe che solo in Italia.

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 14/06/2013 - 08:29

Egregio Vittorio Feltri, nella Sua particolareggiatissima disquisizione, che apprezzo, non mi pare di aver letto che, se il PDL avesse seguito pedissequamente il solco tracciato dal mandato elettorale, di Monti avremmo un ricordo meno traumatico. Tutto cominciò con Fini, con i suoi mal di pancia e le sue crisi esistenziali. Il dopo è stato un susseguirsi di eventi che pochi, e tra questi il sottoscritto, hanno saputo leggere e capirne la portata. All'indomani del Novembre 2011 il PDL ha alzato bandiera bianca. Si è volutamente annientato ideologicamente, politicamente, elettoralmente. Non si è accorto di essere stato complice delle più gravi nefandezze politiche perpetrate dal napoletano del colle tramite il suo (elegante?) fantoccio in loden. Non si è accorto, dopo l'esperienza del governo tecnico, di continuare a tradire il mandato elettorale andando a braccetto col PD (!), seppur per una nobile causa, il che gli costerà l'affetto dei suoi sostenitori. Continui così il PDL! Cerchi nuove alchimie, nomi, rimescoli le carte come vuole. Ma l'elettore, come me, premierà solo la coerenza e l'acume politico. L'aver tenuto fede alle promesse ed aver saputo cogliere le occasioni favorevoli. NON L'AVER CEDUTO TUTTO ALLA SINISTRA E POI VANTARSI DI ESSERE IN TESTA NEI SONDAGGI!

decespugliatore

Ven, 14/06/2013 - 08:35

Dopo quanto risaputo, per questo vampiro del NWO dovrebbe essere già stato emesso un mandato di cattura per tradimento del popolo italiano, ma quel che è peggio è che al suo posto c'è quel Letta (bilderberghiano anch'esso) che gli scrisse il pizzino di collaborazione e che persegue il suo stesso disegno; infatti l'aumento IVA e l'IMU ci saranno e il Pdl c'è cascato come un pollo!

precisino54

Ven, 14/06/2013 - 09:33

Stavolta debbo dire di non condividere in pieno le parole di Feltri, il perché è presto detto: contrariamente a quanto detto, in tanti non hanno gradito il ghiacciolo da subito ed io sono stato tra questi. I miei commenti su questo cialtrone non danno adito a dubbi. Per chi non era succube della vulgata ed ha dovuto confrontarsi con gli sfasci di questo ignorante, non c’è stato neanche un attimo di dubbio: incapace, arrogante, indisponente! E dire pure che ha avuto l’impudenza, a chi gli faceva notare i suicidi di dire che in Grecia erano di più, e che aveva salvato tanta gente dalla fine! Deve avere gli incubi in eterno e non dormire più per il disastro combinato! Lui e quell’insieme di incapaci che aveva intorno, ma anche tutti quei politici che gli hanno retto le fila, primo tra tutti quel PFC che combina solo guai. Non una questione risolta, in niente è riuscito a fare bene: solo disastri. Un Attila moderno! A proposito, Attilla non veniva dal centro Europa? Come quella folle della inchi.....le cu..na, a cui il nostro sobrio ha messo l’Italia sotto i piedi. Vada alla malora e magari rinunci all’indennità di senatore, non ha certo portato lustro a noi ma ha fatto il comodo dei banchieri tedeschi.

GUGLIELMO.DONATONE

Ven, 14/06/2013 - 12:44

Giorgio 1952 - Alla sua simpatica arringa in difesa del lodenato bocconiano manca soltanto la dichiarazione di essere un parente prossimo, molto prossimo, del suddetto grand'uomo. Ma ci faccia il piacere....!