Craxi avvertì il Cav: "Agiranno contro di te"

L'avvertimento di Craxi a Berlusconi ai primi tempi dell'esilio ad Hammamet: "La macchina giudiziaria agirà anche contro di te"

L'avvertimento di mio padre a Berlusconi («La macchina giudiziaria agirà anche contro di te») risale ai primi tempi del suo esilio ad Hammamet. Craxi era rimasto molto impressionato dall'avviso di garanzia recapitato a Berlusconi, allora presidente del Consiglio, direttamente a Napoli dove stava presiedendo una conferenza internazionale sulla criminalità. Assurda l'accusa, ma ancora più straordinarie le modalità della consegna. L'avviso di garanzia fu infatti pubblicato a tutta pagina dal Corriere della Sera, e portato a conoscenza dell'allora capo dello Stato, Oscar Luigi Scalfaro, prima ancora di essere consegnato all'interessato.
Craxi voleva capire. Voleva capire chi avesse dato il via alla Procura di Milano per l'attacco al Psi e agli altri partiti storici della democrazia italiana. Che Mani Pulite fosse una iniziativa del procuratore Borrelli, non lo credeva, e non lo avrebbe creduto nemmeno un bambino. Pensava che dietro alla Procura di Milano ci fossero i soldi che sempre accompagnano i sommovimenti politici. C'erano i soldi dietro Guglielmo Giannini e l'Uomo Qualunque, fin quando De Gasperi persuase l'allora presidente della Confindustria Cicogna a tagliare i finanziamenti; c'erano i soldi dietro Tambroni; recentemente, chissà se c'erano i soldi dietro il tentativo di Gianfranco Fini di disarcionare Berlusconi?
Mio padre si arrovellava per capire l'origine dello tsunami che aveva distrutto la democrazia in Italia, e ora che la giustizia politicizzata si era rimessa in moto, avvertiva Berlusconi, facile profeta, dei guai che lo attendevano: «C'è un vero e proprio piano al massacro che procede con gradualità e per linee convergenti ma che ha al fondo un obiettivo, uno e uno solo, e cioè Silvio Berlusconi».
È un vero scandalo che a più di vent'anni dai fasti di Mani Pulite non esista ancora non dico un libro, ma almeno un saggio che scavi a fondo la verità di Tangentopoli; è un vero scandalo che la giustizia politica imperversi ancora fino a condizionare lo svolgimento della vita politica del paese. È avvilente che la democrazia italiana debba ancora attendere con trepidazione un verdetto di giudici ormai impossibilitati ad essere imparziali. Ma io sono convinta che qualsiasi sia il verdetto della Cassazione, Berlusconi saprà dimostrarsi più forte dei suoi persecutori, un soggetto politico di primo piano pronto a mettere gli interessi della Nazione davanti ai suoi interessi personali.

Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 01/08/2013 - 09:10

...e conclude dicendo "...pronto a mettere gli interessi della Nazione davanti ai suoi interessi personali". Sembra una barzelletta.

odifrep

Gio, 01/08/2013 - 09:39

Cara Stefania, il libro sull'abbattimento della democrazia in Italia (ad opera di "ignoti politici") esiste, ma purtroppo è al seguito del "de-cuius" Scalfaro. Basta guardare le foto e/o video riguardanti i momenti della presentazione dei ministri in occasione della formazione del governo, avanti al Capo dello Stato, Scalfaro. Le espressioni visive rivolte alla persona del Cavaliere. Suo papà conosceva già ogni risvolto politico nei confronti di BERLUSCONI e, per questo hanno cercato di fargli "terra bruciata" intorno. Costringendolo alla resa ma con onore, pur di non subire le angherie della giustizia italiana. Cordialità

Labronico-bis

Gio, 01/08/2013 - 10:10

Molto bello questo articolo. Ho riso quando accennava a Fini e al disarcionamento di Berlusconi. Gianfry quanto a talento e carisma vale un milionesimo rispetto a Berlusconi

giovanni PERINCIOLO

Gio, 01/08/2013 - 10:12

Caro Dreamer_66 la vera barzelletta é che ci siano ancora individui che in buona fede ritengono di dare credito alla cosidetta "giustizia" italiana.

daniele53

Gio, 01/08/2013 - 10:22

Caro Dreamer_66, magari fosse una barzelletta anche tutto quello che ha raccontato Stefania... purtroppo è la triste verità di un Paese dove la democrazia è sospesa da oltre vent'anni...

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 01/08/2013 - 10:27

Condivido in pieno lo spirito e il sentimento che traspariscono dallo scritto del sig. "odifrep".

Roberto Casnati

Gio, 01/08/2013 - 10:31

Davvero questo articolo a firma Stefania Craxi sembra una barzelletta, peccato che non fa ridere nessuno. Figlia di un padre ladro (lo si può dire perché condannato in via definitiva), mistificatrice della verità, poco intelligente, ogni volta che scrive o parla perde una buona occasione per tacere! Ogni volta che personaggi dell'entourage craxiano, una banda di ladri, aprono bocca per "difendere" Berlusconi, in realtà non fanno che confermare i sospetti di colpevolezza (chi va con lo zoppo impara a zoppicare).Che Craxi fosse un ladro lo sapevano persino i conduttori dei taxi milanesi dei quali Craxi si serviva per "sfuggire" alle intercettazioni, ed ora La Stefania ci viene a dire ch'era un santo! Ma va....!

killkoms

Gio, 01/08/2013 - 11:06

@dreamer_66,taccontala a cdb!

Ritratto di MARIO ANGELO MOLTENI

MARIO ANGELO MOLTENI

Gio, 01/08/2013 - 11:17

VOGLIAMO SMETTERLA DI CONSIDERARE CRAXI UN ESILIATO ???? UTILIZZIAMO IL VOCABOLARIO PRIMA DI SCRIVERE COSE IMPROPRIE: DIZIONARIO ENCICLOPEDICO UNIVERSALE SANSONI EDITORE CORRIERE DELLA SERA Pag.477:DELINQUENTE:in senso lato chi ha commesso un fatto previsto dalla legge come reato;più propriamente chi ha commesso un fatto previsto dalla legge come delitto.Per estens:malfattore,criminale.Fig.persona malvagia.Il diritto italiano riconosce 4 tipi di delinquenti:recidivo,abituale,professionale,per tendenza. Pag.941:LATITANTE:che o chi si tiene nascosto per sfuggire alla legge. Pag.593 ESILIO:espulsione di qualcuno dalla sua patria;stato risultante da tale azione.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 01/08/2013 - 11:21

x Roberto Casnati. Forse Craxi era un ladro ma cosa ci racconti di baffino e compagni che uscirono puliti grazie a suicidi (vedi Cagliari, Gardini ecc.) e a tenutari dei conti "Gabbietta" come il compagno greganti????

Ritratto di MARIO ANGELO MOLTENI

MARIO ANGELO MOLTENI

Gio, 01/08/2013 - 11:40

povera Stefania!!! ma perchè non la smette e si ritira a fare la mamma che è più nobile

Aristofane etneo

Gio, 01/08/2013 - 11:52

Ma lo sa anche la mia gatta che Craxi è stato fatto fuori per aver difeso MANU MILITARI la dignità nazionale a Sigonella; lo stesso stanno facendo con Berlusconi. Ladro (sarà, ma ... solo lui?) Craxi, indifendibile (ormai e non per le "olgettine") Berlusconi ma Italiani veraci, amici fedeli degli USA ma per nulla servi di potentati finanziari che l'Italia da secoli la vogliono serva e Repubblica delle Banane.

Aristofane etneo

Gio, 01/08/2013 - 12:01

Ero (e sono rimasto) socialista liberale, di prima e dopo Craxi. Considero morto e sepolto il PSI. Aspetto che il grumo di indignati del San Raphael vadano a buttare le monetine ai Penati, o ai Responsabili del saccheggio del Monte dei Paschi di Siena o ... In attesa mastico amaro e da arci Italiano mi ripeto a mo' di rosario "Ahi serva Italia di dolore ostello ecc. ecc.

Ritratto di MARIO ANGELO MOLTENI

MARIO ANGELO MOLTENI

Gio, 01/08/2013 - 12:02

chi ha mai espulso dall'Italia Bettino Craxi ?? Nessuno.Era ricercato,condannato ed è scappato.

1967

Gio, 01/08/2013 - 12:58

Craxi non si arrovellava certo per capire quali fossero i mandanti. Li conosceva benissimo. Per conferma, chiedete a Snowden....

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 01/08/2013 - 16:59

Dreamer_66: Rettifico: Non sembra... E' una barzelletta!