Ostellino, i liberal e gli intolleranti

Nessun intellettuale liberal ha raccolto l'appello sacrosanto che Piero Ostellino aveva rivolto loro contro l'intolleranza degli antiberlusconiani dopo che era stato linciato per presunto servilismo

Nessun intellettuale liberal ha raccolto l'appello sacrosanto che Piero Ostellino aveva rivolto loro contro l'intolleranza degli antiberlusconiani dopo che era stato linciato per presunto servilismo. Ostellino dovrà accontentarsi della solidarietà non di un intellettuale liberal ma più modestamente libero. Confermo, anche per esperienza personale recente, che se scrivi un articolo in dissenso rispetto agli antiberlù, vieni aggredito da una sequela incivile d'insulti e volgarità davvero «paranoidi» (Ostellino) e «rancorosi» (Renzi).

C'è una canea di esagitati sul web da antirabbica. Non sospettano che ci siano opinioni diverse dalle loro: no, lo dici perché sei un servo... Ai meno furiosi vorrei dire tre cose. Uno, non sostengo queste tesi perché scrivo sul Giornale di Berlusconi, ma scrivo sul Giornale perché sostengo queste tesi. Due, quelle tesi e molte altre idee che non riguardano Berlusconi ma il politically correct e altro, non trovano posto negli altri giornali, dunque non posso che scriverle qui. Tre, né Ostellino né io siamo berlusconiani, e a me spiace ammetterlo perché per sfregio alla canea vorrei dire il contrario.

Ero di destra prima che arrivasse B., sarò di destra dopo di lui. Così Ostellino, era liberale prima di B. e lo sarà anche dopo. Essere di destra è stato, e lo è ancora, un handicap da uomini liberi, altro che leccapiedi. I cani ti azzannano, le volpi ti cancellano. Ho una mia storia, le mie idee sono nei miei libri, e non sarà un branco con la bava alla bocca a rovesciarla.

Commenti
Ritratto di franco.biolcati

franco.biolcati

Mer, 25/09/2013 - 15:38

Si può dire, anche commettendo errori di lessico, che mi trovo PIENISSIMAMENTE in sintonia con Veneziani?

Ritratto di woman

woman

Mer, 25/09/2013 - 15:58

Molti anni fa, in vacanza, provai a spiegare a un giudice meridionale di sinistra, ferocemente antiberlusconiano, che io votavo per Berlusconi perché il suo movimento rispecchiava meglio di altri le mie convinzioni antistataliste e anti-pensiero-unico. Sentenziò con disprezzo che io avevo il cervello massacrato dalla pubblicità. Quale pubblicità, chiesi io, se l'informazione, la scuola, l'editoria sono di sinistra? Nessuna risposta; dall'alto della sua fanatica supponenza partigiana, non mi riteneva degna di considerazione.

Nadia Vouch

Mer, 25/09/2013 - 17:03

Caro Veneziani, lo stesso accade a me che commento su Il Giornale. Allora rispondo che sono semplicemente una persona libera, ma pare che lo dica per compiacermi. Qualcuno mi accusa di commentare troppo, di essere come il prezzemolo, e mi dice di mettere su un blog per conto mio. Perché dovrei? Per fare cassa? A me non interessa di mettermi in mostra, ma così viene interpretato. Perciò, da persona libera, Le dico ciò che da sola mi ripeto (sono di mio timida e riservata, ma se mi attaccano reagisco, civilmente, ma reagisco): puoi fare qualunque cosa, anche la migliore, ma se qualcuno ha di te un'idea preconcetta,se gli o le stai sui piedi, perdi tempo. Perciò, fregatene. Un abbraccio a Veneziani e ai Lettori.

guidode.zolt

Mer, 25/09/2013 - 17:13

La penso esattamente come Lei e, guardacaso, controcorrente...

Agev

Mer, 25/09/2013 - 17:13

Egregio .. Carissimo Marcello Veneziani .. Noi siamo uno che è due che è uno .. coì funziona l' universo e noi . Perché Uno .. In noi se tutto funziona in modo naturale/armonico ed abbiamo liberato/sciolto i cosiddetti blocchi energetici ( i sette segmenti .. i chakra per l' oriente ) ... Le piramidi pensate costruite nel mondo avevano questa funzione .. diveniamo un unità di mente/corpo/spirito o vita in armonia con il tutto Uno . Perché due .. Siamo duali .. l' universo è duale .. abbiamo due emisferi ...due occhi .. due gambe ... due polarità ma guarda .. guarda abbiamo un pene o vagina ed un cuore . Se mettiamo in equilibrio le nostre due polarità ecco che ci nasce il terzo occhio ed il sesto senso . E' quando perdiamo una polarità .. ci irrigidiamo ... ci corazziamo e ci avviciniamo velocemente alla morte . Perché Uno ... in profondità siamo Uno .. ecco che si può affermare Io sono tutto l' universo e tutto l' universo è me . Egregio Dario Maggiulli lo esprime in modo diverso ... Ma è consapevole che non ha più senso/significato dichiararsi/essere di destra o sinistra .. dobbiamo nella nostra specificità trovare il punto/fuoco di unione che unisca e trasmuti la realtà per creare mondi/realtà più ricchi ed armoniosi . Tutto qua . Con affetto, Gaetano

tzilighelta

Mer, 25/09/2013 - 18:03

Dura la vita per i gonzi, tutto il giorno a spacciarsi per liberal senza essere mai stati neanche lontanamente liberali, post fascisti moderni ma con idee del secolo scorso, sempre a sottolineare di essere di destra, cioè un movimento di idee che non ha mai raccolto più del 6 per cento quando andava bene, avete conosciuto il benessere e gli agi della politica al governo solo grazie a Silvio che, di destra non è mai stato. D'altra parte anche i vostri "specchi" hanno gli stessi problemi, cioè si beccano del comunista senza essere mai stati neanche di sinistra, il fatto è che gli ideali ma soprattutto il modo di mettere in opera queste idee sia a destra che a sinistra sono ormai superate dalla storia, sono diventate anacronistiche fino a diventare ridicole solo a nominarle! Nessuno oggi sente la necessita di una politica di destra o di sinistra infatti nessuno ne parla, da Letta a Monti, Brunetta e Cicchitto, nessuno parla di politica di dex o sx, parlano e basta, inseguono un obbiettivo che non ha niente a che fare con le idee, semmai con l'esigenza del momento, quando sento qualcuno che si vanta di essere di destra mi viene in mente Ugo Tognazzi ne "il federale" un film in bianco e nero degli anni cinquanta o sessanta.

82masso

Mer, 25/09/2013 - 18:04

Dott. Veneziani ma lei veramente crede che FI Pdl e poi ancora FI siano stati e sono partiti di destra? per lei questa e destra? legalitaria, laica. Su un suo vecchio articolo paragonò, per certi versi Almirante e Berlusconi e in quell'occasione scrissi "Non mi l'oro con la m...." glielo ricordo ancora. Poi parla di liberal, ma lei ha mai visto liberalizzazioni in questi vent'anni? ordine degl'avvocati? notai?. woman...parli di anti-statalismo? quando sotto il governo B. la spesa pubblica si è impennata di 15 punti percentuali, ma che cavolo scrivete voi.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 25/09/2013 - 18:19

Ezra Pound disse: '' se un uomo non e' disposto ad affrontare qualche rischio per le sue opinioni, o le sue opinioni non valgono niente o non vale niente lui'' , quindi Caro Veneziani, farci azzannare dai cani e' la prova che noi valiamo qualche cosa. Siamo uomini di destra, forse sconfitti ma mai vinti.

dukestir

Mer, 25/09/2013 - 18:23

"C'è una canea di esagitati sul web da antirabbica." Il primo e' quello che ha scritto l'editoriale linkato nella home-page sopra al suo, Veneziani.

Ritratto di woman

woman

Mer, 25/09/2013 - 18:46

@82masso: infatti io ho tenuto a precisare che l'episodio è avvenuto tanti anni fa (nel 1997 per la precisione); certo, anche io dopo sono rimasta delusa dalla mancata attuazione del programma berlusconiano, ma non si può non tener conto della opposizione sia della sinistra - a livello di quasi guerra civile - sia di fini e di alemanno socialisti-statalisti che impedirono, solo per fare un esempio, la limitazione della spesa per la pubblica amministrazione.

benny.manocchia

Mer, 25/09/2013 - 18:58

Vorrei solo dire:chi c...se ne frega se i comunisti non apprezzano il fatto che io segua e commento sul Giornale.Ho deciso di non rispondere ad attacchi personali da parte di chi non si firma per paura (se la fanno addosso) usando nik semplicemente scemo. un italiano in usa

Nadia Vouch

Mer, 25/09/2013 - 19:04

@marco piccardi. Giustissimo. Infatti, io sono contenta quando non sono d'accordo con me. Allora, cerco di chiarire, per andare oltre. Ma, cosa accade? Dall'altra parte il "cuore" del blog, a volte, cessa di battere. Diventa piatto: nessuna risposta. E' frustrante. Sparano cretinate, ribatti e poi che fanno? Non rispondono. Facile, perché non ci si vede in faccia. Era bello una volta, quando per esprimere le tue opinioni, dovevi necessariamente incontrare l'interlocutore. Via internet è tutto o quasi una finzione. Cari saluti.

mandilluforever

Mer, 25/09/2013 - 19:05

"non sostengo queste tesi perché scrivo sul Giornale di Berlusconi, ma scrivo sul Giornale perché sostengo queste tesi" E' un po' come dire "non ti amo perchè ho bisogno di te ma ho bisogno di te perchè ti amo". Piccola astuzia verbale. A parte che la coda di paglia è largamente diffusa in questo pezzo, di che si vergogna caro Veneziani? Si dichiari orgogliosamente berlusconiano, non ne abbia paura. Che c'è di male. Io, che non sono di sinistra, sono visceralmente contro il Berlusconismo, cioè la rappresentazione plastica dell'italiota medio. Berlusconi in sè mi è pure simpatico. Ma i devoti no. Quelli non li posso vedere. Come i devoti della CGIL. Stessa risma. Uguali. Io vorrei sentire i giornalisti (del Giornale o di Repubblica) dire: io dico cosi e cosi perchè ne ho un tornaconto personale. Sarebbe tutto più bello , più fluido, più onesto, più credibile. E non ci sarebbe nulla di male. I fatti sono fatti. Voi fornite commenti e opinioni. Un gol è un gol. Poi si discute se è stato un bel gol, un gol di fortuna, rubato, casuale. Quindi caro veneziani, la patente di libero non se la dia da solo. Fa un po', come dire, finto.

mandilluforever

Mer, 25/09/2013 - 19:11

Signora Vouch, credo che abbiamo comuni origini giuliano-dalmate. Mi capita di leggere qualche suo commento e la ritengo una persona intelligente. Penso che quello che le nostre famiglie hanno vissuto a causa dei totalitarismi di entrambi i colori, dovrebbero a mio avviso suggerirle maggiore cautela nella approvazione (quasi) incondizionata del caro leader, che rappresenta anch'egliuna forma di totalitarismo, quello della sciatteria intellettuale. Cordialità

Nadia Vouch

Mer, 25/09/2013 - 19:49

@mandilluforever. Buonasera. Non ho capito. Quale approvazione avrei verso quale leader o quasi leader? Comuni origini giuliano-dalmate? No, non ho tali origini, ma non ha importanza. Nella mia famiglia acquisita ho tali contatti. Comunque, se gentilmente, mi chiarirà maggiormente il Suo pensiero, potrò risponderLe. Altrimenti, se la mettiamo solo sul piano etnico-geografico, mi spuntano le ali e volo via. Cari saluti.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 25/09/2013 - 21:20

Comunque, credo non si sia raccolto, di Veneziani, l'essenza di questo suo sfogo, che è rivolto contro l'intellighentia silenziosa autorevole del Paese, che dovrebbe manifestare come eroicamente fa Ostellino ''solo contro tutti'', contro la tacita complicità verso quanti non fanno che gridare ---Crucifige, Crucifige--- In questo modo, i maggiorenti d'Italia dimostrano di preferire Barabba libero e Berlusconi al patibolo. Non dimentico, in associazione di idee, quella volta del souvenir del Duomo da un kilo di metallo scagliato sul suo volto, di una tragicità filmica senza pari. Nessuno (mi riferisco sempre ai più autorevoli rappresentanti di casa nostra) che abbia mosso un cenno di sgomento e di significativa solidarietà. Forse nemmeno a sufficienza nella stessa nostra area. Ma, aggiungo come, parossisticamente, nemmeno Flavio Briatore, intervistato a caldo dopo la criminale sentenza esposito, abbia saputo manifestare il dovuto disprezzo verso la condanna. Limitandosi a precisare che Berlusconi è stato braccato (sic) da vent'anni, e che questo era l'evento prevedibile. Lui, che aveva avuto l'onore di poterLo ospitare in Kenia. Io avrei lanciato come minimo un anatema contro magistratura democratica, come oggi viene condannata persino da Sergio Romano, il moderato, sul Corsera. Ecco, questo è il chiodo su cui battere. Perché in Italia non ci sono Voci come quella di Ostellino, capaci di essere oneste nel giudicare il ''' Caso Berlusconi ??? '''. E, mi rivolgo ad Enrico Letta, a Giorgio Napolitano. Perché non prendono esempio da Ostellino ? Dio sa quanto nel mio --- I have a dream --- c'è il desiderio di assistere ad una cascata di adesioni emulative Ostellino! riproduzione riservata 21,16 - 25.09.2013

mandilluforever

Mer, 25/09/2013 - 21:48

Cara Signora Vouch, in evidenza ho frainteso i suoi commenti a un articolo di qualche settimana sulle foibe in Istria, e ho erroneamente pensato che la sua famiglia fosse originaria di quelle parti. Nessun problema. Il mio pensiero, un po' laterale forse, è che chiunque abbia avuto da patire le conseguenze di un totalitarismo debba diffidare della politica, e in particolare di chi si è proclamato unto del signore, perché, come ho detto, favorisce la sciattezza intellettuale. E poiché lei mi sembra piuttosto vicina alle posizioni del centro destra, ecco, un po' mi spiace. Ma poi ognuno fa come gli pare, giacché siamo ancora in una, malandata, democrazia. Cordialità

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mer, 25/09/2013 - 22:05

La Storia dirà quali oscuri meccanismi è stato capace di mettere in moto la presenza, sulla scena politica , di Berlusconi. Perchè non si riesce a spiegare come possono dirsi "vessati" e "aggrediti" dal cav degli individui che sbraitano dal web e da ogni palcoscenico contro (come li chiamano loro) i "bananas", avversari spesso inermi e isolati. Ci vuole, invece, coraggio a mettersi contro gli "omini de panza", contro i "padroni del livore", contro i benpensanti del "neo-moralismo". Comunque è vero che non esistono destra e sinistra, ma solo coraggio e pusillanimità.

Nadia Vouch

Mer, 25/09/2013 - 22:13

@mandilluforever. Mi dispiace che Lei tiri in ballo una mia questione familiare, troppo dolorosa, per strumentalizzarla sul piano politico. Effettivamente, sono parente di un infoibato. Cosa c'entra ciò con il centro-destra? La invito a portare il massimo del rispetto non solo per questo mio caro, vittima innocente di una barbarie, ma anche a non assimilarmi a qualunque attuale idea politica attuale su tale ricordo.

Nadia Vouch

Mer, 25/09/2013 - 22:41

Caro Veneziani, Le chiedo di non pubblicare questo messaggio, a Lei direttamente rivolto. Sono provata, dal fatto che si sia ricordato un mio caro, infoibato, strumentalizzando il tutto sul stupido attuale piano politico per colpirmi personalmente. La stupidità non ha veramente limiti. Non voglio dilungarmi, perché so che Lei sa molte cose. Ma il dolore resta grande. Questo @mandilluforever, al quale ho dovuto a malavoglia rispondere...è dura. Il dolore si è risvegliato. Maledetti gli strumenti moderni, che ci permettono di comunicare, a volte, troppo velocemente, troppo facilmente, troppo cinicamente. Non dimentichiamo, gli italiani, uccisi solo perché italiani. Grazie, Veneziani. Le voglio bene e continui a darci voce. Grazie. Nadia Vouch.

Silvio B Parodi

Gio, 26/09/2013 - 00:34

Nadia per favore lo sai che con certa gent(aglia)e, non si ha convenienza a dialogare lascia perdere scusa se mi sono intromesso.

Silvio B Parodi

Gio, 26/09/2013 - 00:36

Ecco, se Marcello Veneziani fosse in politica avrebbe il mio ed tanti altri voti.

m.nanni

Gio, 26/09/2013 - 07:23

l'offesa maggiore sta nel definirti berlusconiano senza capire che questa affermazione è una limitazione di testa di chi la pronuncia. perchè noi siamo molto avanti di B anche sulla visione dello stato. SB parla adesso di magistratura eversiva mentre noi l'abbiamo scritto da tempo, inascoltata evidentemente, come quando all'apertura dell'anno giudiziario giovani e vecchi magistrati abbandonavano la sala con la costituzione sotto braccio all'arrivo del rappresentante del governo. non sono da licenziamento in tronco questi gesti? Io credo di si. e allora proviamo a immaginare se alla parata militare del due di giugno generali e colonnelli abbandonassero la tribuna all'arrivo del rappresentante del governo o direttamente del capo dello stato. Anche loro con la costituzione sotto il braccio. Oppure, posto che i colonnelli facciano ribrezzo o spingano a brutti presagi, immaginiamo il reparto che sfila e all'urlo del graduato "ATTENTIA: ONORE ALLA BANDIERA" anzichè assecondarlo rompessero le righe. Perché i giudici si e i militari no? Anche il Pdl ha lasciato correre l'abbandono dei giudici della sala , il voltare le spalle al rappresentante del governo anzichè pretendere da Napolitano la doverosa levata di scudi. Quindi l'eversione non sta soltanto nella sentenza di condanna, ma perchè la giustizia tutta e non soltanto una parte di essa s'è invaghita di un improprio ruolo, di un ruolo salvifico della collettività, ma soprattutto salvifico dell’intero Paese non dai Barbari, ma da Berlusconi e da tutti coloro che l'appoggiano o non ne parlano male.

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 26/09/2013 - 07:47

"C'è una canea di esagitati sul web da antirabbica". In Italia impera la mancanza di educazione in senso civico, cosa sulla quale la sinistra ha sguazzato e continua a perpetrare, così che gente diseducata non abbia la capacità di decisioni autonome. Si potrebbe paragonare la disponibilità di strumenti moderni per la comunicazione all'espressione: dare quadri ai maiali.

Holmert

Gio, 26/09/2013 - 09:26

Caro Marcello, i liberali sono ormai come i panda, una specie in via di estinzione. Negli anni in cui avevano rappresentanza, hanno fatto una politica ondivaga, sono diventati persino populisti. Il primo grosso errore lo commisero con Malagodi, quando si opposero alla nascita del centro sinistra. E' vero che nelle elezioni guadagnarono seggi in parlamento , ma la loro importanza ai fini decisionali, ne ebbe a soffrire. Furono emarginati, per poi tentare di risorgere con gli anni avvenire. Ma ebbero segretari del nulla, come Altissimo per esempio. Per non parlare del loro sempiterno atteggiamento ondivago di partito né di destra né di sinistra, conservatore a volte, progressista a volte. Ora dei liberali restano solo le vestigia, ormai l'Italia si è avvitata dentro un socialismo, classista, populista, terzomondista, anarchico, etc. la cui unica risorsa "liberale" è tassare, tassare ,tassare . Al di là il nulla, notte fonda.

nino47

Gio, 26/09/2013 - 09:40

...per questo quando questa ghenga di rancorosi e paranoidi vede i risultati delle elezioni, non si capacita del fatto che ci siano milioni di persone che non la pensano come loro!!!

nino47

Gio, 26/09/2013 - 09:43

@dukestir:............

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 26/09/2013 - 10:18

INCAZZISMO Sempre più uomo di lungo corso di vita, vado via via convincendomi che nella fisiologia delle nostre tribolazioni italiane molto sia dovuto alla nostra lingua sovrabbondante che ci induce a creare continui “ismi”, concettualizzando in categorie. Vedi, ad es. “berlusconismo” di cui parlano e sparlano senza mai prendersi la briga di specificare con esattezza che cosa voglia significare o vogliano intendere. Berlusconismo, populismo, peronismo, relativismo, empirismo…provate a chiedere e poi, se ci riuscite, annotate le vaghe e le mille differenti risposte. La voglia di attaccare etichette, di registrare, catalogare, è ormai patologica, maniacale e fa perdere di vista la individualità dinamica delle persone, degli atti, dei pensieri. E ci impigrisce, ci solleva dalla fatica di accostarci alla realtà con l’ autentica voglia di conoscerla: è molto più comodo andare a rovistare nello schedario degli “ismi”, degli “isti”. E così, se abbiamo sbagliato al momento della etichettatura, ci portiamo appresso l’ errore per sempre, oppure rinunciamo a prendere atto di eventuali intervenute modifiche. E così l’ “ismo” impedisce al nostro pensiero di tenere il passo con la realtà in continuo mutamento. Compresi i mari, i monti, sino alla pietra di una scultura o al diamante dell’ anello di una nostra bisnonna. Io, per esempio, non so ancora se rientro o no tra i berlusconisti; lo giuro. E cerco qualche anima bella se sto peccando o no. Aggirano la domanda scandalizzati, eludono, mi accusano di ipocrisia, mi inviatano a non fare il furbo e studiano per accusarmi di tutto l'accusabile possibile: ma, cazzo se mi dicessero in due parole quello che vorrei sapere! Pare che si tenda a muoversi in un mondo di astrattezze. Distorcente, pericoloso nella misura in cui ci inganna con allettanti scorciatoie verso il fuori di noi. E questo ci lascia insipienti e contenti. Presto avremo “uomismo”, “donnismo”, “fratellismo”, “scrittismo”,…ed io non so ancora in che cartella verrò registrato. Per il momento, sono nella sala d’ attesa, nel limbo dell’ “ecchecazzismo!”

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 26/09/2013 - 10:58

Woman- Ha sintetizzato quello che stavo per scrivere. E' perfettamente inutile ogli tentativo di dialogo con "la canea", come dice Veneziani. E vorrei dire che è un comportamento da vigliacchi. Perché è il branco che ti attacca, o anche il singolo, ma col branco appena dietro che lo sostiene. Presi singholarmente sono delle pietose mezze-calzette. E si potrebbe cominciare dal più in alto in grado, con gli esempi...Dopo aver occupato tutti i gangli della società, dopo aver truccato tutte le partite comprando gli arbitri hanno anche il coraggio di esultare per il risultato, chiedendo con forza l'omologazione della sconfitta dell'avversario piuttosto che la vittoria propria (che ancora non c'è stata, ma ci manca poco...). Ed in più chiedono che, mentre frustano, il condannato stia fermo e gli faccia fare per bene il loro lavoro...

rino biricchino

Gio, 26/09/2013 - 11:12

Io quello che non riesco a capire è la sempre troppo immediata ed indebita identificazione del liberismo con l'essere fascisti medio borghesi.

barretta gennaro

Gio, 26/09/2013 - 11:42

Ha ragione Michele Lamacchia : abbiate sempre timore e dubbio delle parole che finiscono in "-ismo".

Rossana Rossi

Gio, 26/09/2013 - 11:50

Caro Veneziani quello di essere 'cani rabbiosi' è il loro modo 'democratico' di far politica, insultare, demonizzare, sconfiggere con metodi illeciti l'avversario, ecco la loro 'democrazia'.....alla stalin.... e non si capisce proprio come trovino ancora una massa di gente che li vota!

dukestir

Gio, 26/09/2013 - 11:52

@nino47: faccia un bel respiro, c'mon.

libertyfighter2

Gio, 26/09/2013 - 11:55

Io sono libertario e rimarrò libertario. Riguardo al resto caro Veneziani, fatica sprecata. Gli antiberlusconiani sono cerebrolesi, mongoloidi oppure in perfetta malafede. Quindi proprio inutile fargli capire qual cosa. Il mio cane malato di alzhaimer comprende meglio.

Fab73

Gio, 26/09/2013 - 11:58

Vede dott. Veneziani, il fatto che le venga dato del "servo", in un certo senso è una speranza. Perchè, cerchi di intendermi, sostenere certe tesi perchè pagati, benchè disprezzabile, ha un senso ed è comprensibile. Farlo perchè "ci si crede" è davvero drammatico e ne va della sanità mentale del soggetto. E non parlo di "opinioni", parlo di cose talmente assurde (tipo la vicenda Alitalia) che urlano davvero vendetta. Essere "di destra" è un conto. Essere "berlusconiani" è un'altro. E le due cose non si sfiorano nemmeno. A meno di non essere pagati...

Fab73

Gio, 26/09/2013 - 12:01

Vede dott. Veneziani, il fatto che a Ostellino (e a lei) venga dato del "servo", in un certo senso è una speranza. Perchè, cerchi di intendermi, sostenere certe tesi perchè pagati, benchè disprezzabile, ha un senso ed è comprensibile. Farlo perchè "ci si crede" è davvero drammatico e ne va della sanità mentale del soggetto. E non parlo di "opinioni", parlo di cose talmente assurde (tipo la vicenda Alitalia) che urlano davvero vendetta. Essere "di destra" o "liberali" è un conto. Essere "berlusconiani" è un'altro. E le cose non si sfiorano nemmeno. A meno di non essere pagati...

Fab73

Gio, 26/09/2013 - 12:02

Capisco che invece dire che chi vota per gli avversari è un "coglione" sia un modo di fare politica del tutto privo di rancore...

Fab73

Gio, 26/09/2013 - 12:03

Vede dott. Veneziani, il fatto che le venga dato del "servo", in un certo senso è una speranza. Perchè, cerchi di intendermi, sostenere certe tesi perchè pagati, benchè disprezzabile, ha un senso ed è comprensibile. Farlo perchè "ci si crede" è davvero drammatico e ne va della sanità mentale del soggetto. E non parlo di "opinioni", parlo di cose talmente assurde (tipo la vicenda Alitalia) che urlano davvero vendetta. Essere "di destra è un conto. Essere "berlusconiani" è un'altro. E le due cose non si sfiorano nemmeno. A meno di non essere pagati...

OBLIVION

Gio, 26/09/2013 - 12:15

AGEV, ma che caro che sei! Hai notato la mia assenza e me lo comunichi apertamente. Grazie, d cuore. A dire il vero, un po' sono stata occupata e l'altro po' sono stata preoccupata. Il disagio di non aver letto la maggior parte degli autori citati negli interventi, e, per di più, la mia pudica preclusione alla improvvisazione per giustappormi alle disquisizioni ricche di riferimenti griffati, mi ha suggerito un prudente, sano silenzio. Ciò non significa che non avessi qualche bozza di idea ( poca cosa) sugli interessanti argomenti portati da Veneziani e sapientemente arricchiti da diversi commentatori. Ma come avrei potuto? Immagina: ignoravo persino che Charles Bukovsky scrivesse citazioni. L' ho appreso solo ora dall' interessante commento di Flaspaul al precedente Cucù: “Mi ricordo di una citazione di Charles Bukovsky" Sono stato in galera, negli ospedali e con le prostitute. Quindi conosco la vita. Chiamatemi maestro". Pensavo addirittura che la citazione l' avesse fatto qualcun altro. Tu non scrivi citazioni?

Agev

Gio, 26/09/2013 - 12:21

mandilluforever ... Lei mi sembra alquanto confuso .. non comprende la sostanziale/essenziale differenza che c'è fra affermare Io sono questo e questo altro e perciò per come sono e per come penso posso solo scrivere solo su questo giornale .. su qualsiasi altro giornale non solo non troverei spazio ma non mi permetterebbero di esprimermi . lei che fa . partendo da un principio di pensiero tutto suo ( non le dico cosa penso di questo principio ... si offenderebbe a morte ) .. afferma che non solo Veneziani ma tutti i giornalisti che scrivono su questo giornale lo fanno solo e solamente perché al soldo/servizio di Silvio Berlusconi . Temo .. anzi senza temo .. affermo che Lei essendo solo uomo di tornaconto personale .. pensa come conseguenza logica di proiezione che tutti gli altri si muovano così .. ecco perché non comprende l' essenziale differenza . Detto tutto ciò ritengo il Giornale il luogo più libero di espressione di pensiero indipendentemente da ... non mi risulta la stessa cosa su qualsivoglia altro giornale . Gaetano

VYGA54

Gio, 26/09/2013 - 12:30

Fab73: Ok. diamo per scontato (...) che i vari giornalisti sono "servi" in quanto tecnicamente pagati per fare quel lavoro. Lei asserisce che ciò è un speranza in quanto non concepisce che una persona, nel pieno possesso delle proprie facoltà, possa essere "berlusconiano". Ergo in Italia circa 9 milioni di elettori non sono in possesso delle proprie capacità mentali in quanto votano (o hanno votato)in un certo modo. Non le viene il sospetto di eccessiva autostima e sopratutto sottovalutazione dell'altrui pensiero??

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 26/09/2013 - 12:48

LETTORE SPECIALISTA. Vedo che Lei è ben informato sulla situazione. Mi venga incontro, mi spieghi almeno, in due parole soltanto, si è matti perchè si è berlusconisti, o si é berlusconisti perchè si è matti? Si è intelligenti perchè si è antiberlusconisti o si è antiberlusconisti se si è intelligenti. Per favore, due parole, cominciano a confondersi le idee: che devo fare per non passare per matto? e magari, per fare una bella figura?

angelomaria

Gio, 26/09/2013 - 13:26

tutto perche abbiamo una classe politica di incivivili che si vantano di una morale di cui no sanno cosa voglia dire ne significhi credo sappiate di chi parlo e purtroppo recentemente altri si sono aggiunti

Fab73

Gio, 26/09/2013 - 14:15

@VYGA54 questo dubbio mi verrà la prima volta che a supporto del "berlusconismo" mi verranno citati dei dati e non atti di fede cieca nel capo. Riguardo al numero di elettori mi vedo costretto a ricordarle che un certo H. Hitler giunse al potere con il voto. E non aveva ne televisioni ne giornali. Essere apprezzato e seguito da tanti non vuol dire avere ragione. Altrimenti doremmo mangiare quello che mangiano le mosche, che sono miliardi...

davikde

Gio, 26/09/2013 - 15:33

bravi bravi avete censurato un altro mio messaggio o è questo il politicamente corretto che vi piace?

Ritratto di woman

woman

Gio, 26/09/2013 - 15:36

@ dlux : è vero che con i sinistri è impossibile dialogare, però tacendo si lascia loro campo libero, cosicché si radicano ancor di più nelle loro dogmatiche certezze. Se poi sono presenti degli ascoltatori, questi, non sentendo un contraddittorio, pensano che costoro abbiano indiscutibilmente ragione. Bisogna avere il coraggio di parlare per gli incerti, per quelli che si sono lasciati intimidire. Di persone che pensano-non-comunista ce ne sono tante (sono la maggioranza) ma vuoi per opportunismo, vuoi per paura, tacciono. Seguo certe conferenze di filosofia tenute da un prof. di estrema sinistra; una volta, avendo lui aperto un dibattito, ho “osato” esporre le mie idee contrarie alle sue; lui non ha saputo controbattere, nessun è intervenuto; solo al momento dell'uscita alcuni sono venuti a congratularsi con me SOTTOVOCE per quello che avevo detto. * Io non faccio ragionamenti filosofici, ma di buon senso, che spiazzano questo professore, che dà sempre la colpa di tutto a Berlusconi, anche del materialismo e dell'edonismo imperante: gli ho fatto notare che chi ha voluto cancellare lo spirito e ridurre la vita umana alla materia sono stati proprio i marxisti. Fra i tanti errori del centrodestra, secondo me c'è anche il non aver saputo comunicare una visione del mondo diversa da quella comunista (e da quella cattolico-papalina, aggiungerei, ma qui si aprirebbe un altro discorso, quello LIBERALE, appunto) -

Franciccio

Gio, 26/09/2013 - 15:39

Sa signor Lamacchia, mi piace molto ciò che ha scritto. Io sono nella sua stessa condizione di osservatore, forse osservo poggiato su un terreno instabile ed in continuo movimento distante radicalmente dal suo e di conseguenza cosi' vicino. Sono molto preoccupato per la mia sanità dato che non approvo alcuna cura. Ma le dico la verità la mia paura peggiore sono gli specchi degli ismi. Essendo contrapposti riflettono le stesse bugie ed in ognuno è una propria verità. Il problema dunque che mi pongo, in accordo con le mie paure è : Ma non è che chi crea gli specchi ha una sola mano ? Visto che la verità riflessa, ma contrapposta è sempre la stessa ?

Agev

Gio, 26/09/2013 - 15:43

OBLIVION .. Temo di no .. non so scrivere citazioni . In altri tempi ho scritto aforismi . Gaetano

CALISESI MAURO

Gio, 26/09/2013 - 16:31

Rossana Rossi@ provo a rispondere. Mi capita ogni tanto di incontrare persone ( quando sono in italia ) di sx. Ne ho incontrate alcune dove all'inizio invece di comunicare su cose comuni, partivano in quarta col nome di berlusconi. Ho conosciuto pure delle donne cosi carogne sull'argomento e alla fine mi sono reso conto che queste persone odiavano. Odiavano un personaggio fatto oggetto di odio da parte dei suoi avversari politici e i supporter di questi personaggi politici a cui era stata tolta la poltrona avevano caricato questi disgraziati. Esaminando bene queste persone e ahime le donne era facile notare il vuoto pneumatico e la miseria umano, fatta moralismo. A queste persone bastava fare alcune domande logiche per non ottenere risposta, perche' non ragionando con la loro testa, ma su slogan erano vuoti. Sto bene dove sono, lontano da casa perche' quando incontro una donna di queste parti passo belle serate, perche' quando frequento i miei colleghi o amici sono in mezzo a gente che sbevazza un po' ma sono buoni anche se severi. Il popolo italiano e' stato caricato specialmente la parte piu' vuota di cattiverie. Il colpevole e' il singolo pero', che non ha saputo discernere fra bene e male.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Gio, 26/09/2013 - 16:53

tzilighelta: magari potresti anche avere un po' di ragione, però prova a spiegare le tue posizioni ad un antiberlù fanatico e vedi come ti tratterà... P.S. Identificare la destra con l'elettorato MSI significa non aver capito nulla: l'immensa maggioranza degli elettori di destra ai tempi della prima repubblica votava DC, partito non di destra, per rafforzare la famosa "diga" contro il comunismo: una delle conseguenze impreviste di Tangentopoli è stato di scongelare questo elettorato, che si è spostato massicciamente su Forza Italia e, ai loro bei tempi, anche su Allenaza Nazionale e Lega, cioè su formazioni tutte definibili, in senso lato, di destra.

Zizzigo

Gio, 26/09/2013 - 17:23

Essere liberali è una questione di cultura, mentre la "cultura" di sinistra emana da uno stato di malessere, che può anche essere giusto, ma è comunque scorretto per l'ideale e per il genere di odio, che giunge al fanatismo. Ed è certamente scorretto dal punto di vista di un'economia, che vorrebbe essere figlia della diffusa indigenza popolare.

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Gio, 26/09/2013 - 17:57

Non capisco l'incipit, caro Marcello: "Nessun intellettuale liberal ha raccolto l'appello sacrosanto che Piero Ostellino aveva rivolto loro contro l'intolleranza degli antiberlusconiani dopo che era stato linciato per presunto servilismo". Ho coniato la definizione dello Spirito del Tempo in cui viviamo (Era dei Lumi Spenti) e quindi non mi riesce vedere intellettuali, nè liberal nè ... proletar(i) in un Paese dove l'intolleranza è come il tatuaggio: chi non l'ha si dovrebbe vergognare!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 26/09/2013 - 18:51

Te lo dico 'cazzo' non in due parole, ma in una --- EYIAFJALLAJOKULL --- 'L'anima bella' non ti dice che stai 'peccando', ma che ti sei avvitato sul peccaminoso esibizionismo gergale, trascurando l'equilibrio che deve essere rigorosamente alla base in ogni comunicazione, nel rispetto di una esplicazione sobria (sinonimo di profonda civiltà), agile (priva di fronzoli anche se sofisticati), concettualmente interessante (che non può esserlo se disturbata dall'affanno di ricercare il lemma nascosto nelle pieghe lessicali). --- incazzismo, ecchecazzismo --- (scrivendoli sul desktop, mi appaiono sottolineati di rosso, risultando indigesti all'occulto censore) sono espressioni scurrili, non perché evocano il fallo, ma perché enfatizzano una mente prostituita alla presunzione di vincere una gara paesana per chi la spara più grossa. E così facendo dimostri di non capire che sei periferia, degradata. I migliori letterati, da Heine a Petrarca (sono innamorato del suo brano - solo e pensoso i più deserti campi...-) a Foscolo, a Manzoni, a dario maggiulli, e compagnia cantando, curano l'essenzialità del dire che è pur ricca di 'scenari'. Anch'io uso il termine cochon o quello elitario, ma miratamente a situazioni eccezionali. Non tout court. Per quanto riguarda gli ismi, io familiarizzo col berlusconismo, in quanto mi sento d'essere nato prima di Berlusconi. Che rappresenta l'Avvento. Come quando duemila anni fa, le folle attendevano il Messia, che poi arrivò. Appunto, 'poi'. E che esprimeva nel Suo Essere l'alfa e l'omega (il principio e la fine). Rammento, quando negli anni settanta, a Roma, sentivamo parlare di un certo Berlusconi, che a Milano, compiva prodigi, noi tutti eravamo ansiosi di vederlo fisicamente. Passavano i mesi, rammento, e di Lui nemmeno una foto sotto i nostri occhi. Finchè la Sua immagine ci apparve, non ricordo bene se sui giornali o in un lampo flash tv. Da quel momento entrò per intero dentro di noi. Era lui, Il Messia che attendevamo. Possono travolgerLo colate di lava incandescente dall'Etna, Lui è e rimane per sempre il nostro Messia. Immortale. Ecco, caro EYIAFJALLAJOKULL, se tu avessi questa percezione di Silvio BERLUSCONI, così come ce l'hanno dieci milioni di Suoi elettori, saresti un vero, inossidabile, intellettuale. Come io vado dicendo. Intellettuale purissima quella anonima signora in età, molto sobria, che entrando a casa, rispondeva al suo intervistatore -- Voterò sempre Berlusconi, anche se non apparirà più nelle liste elettorali. -- EL CID. Rammenti il colossal con CH. Heston, imbalsamato e ricoperto da armatura, morto, esibito sul cavallo come alla guida del popolo per l'ultima battaglia ? E tu, non hai capito cosa vuol dire 'berlusconismo' !!! Sei ancora fermo lì ! Credimi, ti scrivo queste cose senza l'intento di ferirti, ma così come un buon medico ti prescrive la cura giusta. riproduzione riservata -- 17, 44 .. 26.09.2013

mares57

Gio, 26/09/2013 - 20:19

Concordo 100% con Lei e 100% con Ostellino liberale come me. Credo siamo in moltissimi a pensarla in questo modo. Solo che non facciamo rumore. Non ne abbiamo bisogno. Quando sarà il momento se ci saranno proposte valide e sottolineo valide, perchè la fiducia dopo Monti ecc. è in caduta libera, i voti che sono rimasti a casa per protesta nelle utime elezioni andranno nelle file dei liberali e degli uomini liberi. Solo che vede, di balle ne abbiamo le tasche piene. Vogliamo fatti. Si può sbagliare, ci mancherebbe altro, ma poi non si deve più e per favore largo ai giovani capaci, affiancati dai tutor.

mares57

Gio, 26/09/2013 - 20:20

Gli intellettuali che tacciono beh.....

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 26/09/2013 - 23:42

@ Michele Lamacchia - Quanto ci piace il suo essere la 'periferia degradata' che si rivolge a provinciali come noi, o a quelli che ,al massimo, possono essere di quella periferia metropolitana frequentata anche dall' Ingravallo di Gadda,autore del quale non capiamo niente,secondo il giudizio di qualche intellettuale di alto rango.Ma,cosa vuole,noi siamo gente semplice, ci accontentiamo solo di aver letto El Cantar de mio Cid in lingua originale,chiaramente senza comprenderne lo spirito,cosa riservata a pochi eletti,al cui confronto Menèndez Pidàl era un novellino.Lei continui ad allietarci e a farci riflettere con i suoi scritti,che noi sempre apprezziamo,pur nella modestia della nostra condizione sociale,morale,spirituale e intellettuale che così spesso è stata e sarà stigmatizzata,anche se dovremo coprirci il capo per la cenere,solo cenere, di ben altri vulcani.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 27/09/2013 - 10:50

UTERPE GRAZIE. (tra l’ occitano e l’ oitano…) …Chantars non pot gaire valer, si d’ins dal cor non mou lo chanz; ni chans no pot dal cor mover, si no i es fin’amors coraus. Per so es mos chantars cabaus qu’en joi d'amor ai et enten la boch’els olhs el cor el sen. Ja Deus no•m don aquel poder que d’amor no•m prenda talans... Bernart de Ventadorn (trovatore provenzale)

Agev

Ven, 27/09/2013 - 11:12

Egregio .. Carissimo Dario Maggiulli ... Lei è semplicemente meraviglioso . Gaetano

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 27/09/2013 - 11:37

@Michele Lamacchia- "Al cor gentil rempaira sempre amore",ed aggiungo: "Fere lo so lo fango tutto 'l giorno:/ vile reman, né 'l sol perde calore;/ dis' omo alter: "Gentil per sclatta torno";/ lui semblo al fango, al sol gentil valore:/ché non dé dar om fé/ che gentilezza sia fòr di coraggio/ in degnità d'ere'/ sed a vertute non ha gentil core,/ com'aigua porta raggio/ e 'l ciel riten le stelle e lo splendore." (Guido Guinizzelli)

OBLIVION

Ven, 27/09/2013 - 11:59

Temo che, tra persone ragionevoli e preparate, in questo spazio per gli ospiti si sia imbucato qualche esemplare che perde l' occasione per accreditarsi come idoneo e corretto interlocutore e alimentare una utile conversazione. Le diversità delle opinioni possono diventare elemento di stimolo soltanto se vengono civilmente governate e confrontate con serenità. Molto si apprende, peraltro, anche dagli eccessi e dalle intemperanze dialettiche – specialmente da quelle gratuite - almeno come esempio negativo della supponenza, dell' alterigia e di quant' altro occupa lo spazio del necessario rispetto del prossimo, per tendenze emotive o patologie surrettizie. In ogni caso, l' ingombro di certi rifiuti, è, a volte, il prezzo che si paga anche volentieri pur di non perdersi il pensiero di Veneziani e quelli di alcuni suoi pregiati commentatori, piacevoli alla lettura, di indirizzo al garbo relazionale, e stimolanti a maggiori o corrette conoscenze culturali. E questo ripaga ampiamente di ogni sgradevolezza.

CARAMBOLA

Ven, 27/09/2013 - 12:29

OBLIVION, Lei ha espresso con chiarezza e senza sbavature, da un lato il disagio proveniente da una promiscuità di tipologie culturali e comportamentali; dall' altro, la sua ineluttabilità in una società che ci impone l' uguaglianza e la mescolanza, falsando i valori e le misure. E ' sin troppo ovvio, tuttavia, che il disagio è tutto da una parte, da chi ha da perdere e si fa pieno carico di una zavorra che si può soltanto spostare più in là ma non eliminare né riciclare. Vive la différence! Con simpatia.

edith

Ven, 27/09/2013 - 12:31

Per far cadere un governo nella situazione attuale bisogna essere senza coscienza. Non c'è altra spiegazione che il servilismo puro. Anche se fosse vero che i giudici perseguitano Berlusconi, lui deve farla pagare a tutto il paese. Ma vi rendete conto che razza di persona difendete?

CamilloBerneri

Ven, 27/09/2013 - 12:42

Io conosco persone liberal e di destra che non votano Berlusconi ed io non sono più di sinistra da anni, perché dovrebbero difendere B ? MEntre state qui a discutere sul sesso degli angeli la gente è incazzata nera e non glie ne può fregare di meno di queste cose astruse, che rasentano il ridicolo involontario. Poi da liberale e libertario continuate pure a difendere un condannato con sentenza passata i giudicato e a nascondervi dietro un dito con commenti di frustrazione, noi lasciamo anche questa libertà non togliamo la libertà di opionione ad altri. NOI Uno NON SONO DI SINISTRA E NON COMUNISTA

Pelican 49

Ven, 27/09/2013 - 13:05

Egr.Dottor Veneziani, il "branco con bava alla bocca" viene quotidianamente alimentato da tutto il sinistrume fallito e carico di odio che imperversa nella TV di Stato, nella maggior parte dei giornali, alla Radio (3 reti su 3 , dall'alba fino a notte fonda, 364 giorni all'anno, a Natale risposano!)e ovunque sia presente un cretino appartenente alla "società civile"(?), a quella dei girotondi, della mosca cieca e del saltabubu. Cosi ormai da oltre ventanni, quindi mi meraviglia la ... sua meraviglia. Cordialità.

pgbassan

Ven, 27/09/2013 - 13:41

Ottimo, Marcello. Io leggo Il Giornale perchè mi ci ritrovo (salvo qualche eccezione). Sento RPL anche se non tutto condivido. Sempre nel centrodestra. Noi siamo veramente uomini liberi e saldi, non cediamo alle lusinghe o alle provocazioni o aggressioni.

ale76

Ven, 27/09/2013 - 13:53

Sei un fascista, nessuno ne dubita. Scrivi sul giornale perchè nessun altro editore ti metterebbe a stipendio...

Holmert

Ven, 27/09/2013 - 14:15

Ora anche in Germania i liberali sono in agonia, non hanno raggiunto il quorum nelle ultime elezioni. Il popolo ormai si è "affasolato" (leggi film Scipione, con Mastroianni) favorito dalla scomparsa del merito con relativa graduatoria e delle capacità individuali. Al liberismo si è sostituito l'egualitarismo alla maniera del masnadiero Procuste che con il suo letto, nemmeno articolato, rendeva tutti a misura, accorciando o allungando il malcapitato. Il popolo "affasolato", preferisce essere assistito, percepire prebende senza lavorare inventandosi qualcosa, vuole lo stato più che padre, madre che gli porge le sue mammelle da succhiare. E non c'è verso di farlo rinsavire. Essere liberali oggi è come andare a predicare il vangelo in una moschea dove ci sia una riunione di imam o di ayatollah.

Agev

Ven, 27/09/2013 - 15:30

edith .. Lei o e tonta o fa la tonta o non ha compreso la situazione . Vede è proprio esattamente il contrario ... non solo se sta in piedi questo governo ma tutta la situazione creatasi ... Lei e tutta la comunità potrà vivere solo in una ulteriore miseria ... peggiore dell' attuale e solo come schiava . Gaetano

Agev

Ven, 27/09/2013 - 15:40

Dimenticavo ... Tutto ciò è evidenziato fino all' esasperazione della realtà ... dove l' uomo Berlusconi ne è solo il sintomo . E' della possibilità di vita e della possibilità di nuove ricchezze che sono in gioco ... l' attuale apparato mentale/psicologico di chi ci ha e vuole governarci non è più in armonia con le nuove e potentissime vibrazione/realtà in essere ... vanno trasmutate in realtà . L'onorevole Silvio Berlusconi è l' unico uomo con pochi altri uomini nati o divenuti liberi che l'hanno compreso . Tutto il resto è pura idiozia . Ciò che è in gioco ed in essere è il futuro di milioni di persone . Gaetano

Kairos

Ven, 27/09/2013 - 16:21

AGEV lei continua ad essere un faro che indirizza i naviganti del pensiero disorientato. La chiarezza delle sue idee è folgorante; quasi si stenta a trattenere gli occhi aperti, si tende a riparare lo sguardo dalla intensità della luce che le sue brevi ma profonde riflessioni promanano nel coniugare numeri e parole Mi chiedo spesso se queste sue osservazioni sulla esasperazione della realtà (oh quale encomiabile audacia espressiva!) sono frutto di una sua speculazione filosofica personale e se le è riuscito di organizzarle in modo sistematico, alla portata di coloro che sentono forte l' impulso ad approcciare i misteri della verità dell' uno + uno – meno uno. L'equazione pare perfetta, senza artifici lessicali, ma si dovrebbe disporre di un testo scritto. Se ancora non lo ha fatto, ci pensi; non faccia mancare questa risorsa del suo pensiero, condivida generosamente col prossimo questa ricchezza! Grazie di cuore.

KONRAD2

Ven, 27/09/2013 - 16:44

DARIO MAGGIULLI, non posso che condividere in pieno l' elogio entusiasta inviatoti da AGEV. Come sempre: impareggiabile! La centralità del tuo ruolo qui merita indiscutibili riconoscimenti. Un abbraccio.

un saluto romano

Ven, 27/09/2013 - 17:37

Signor Veneziani, non mi sembrava di aver scritto delle oscenità tali da essere censurato, mi dispiace vedere che anche lei lancia il sasso nello stagno e poi tira indietro la mano. Questa volta sono veramente disgustato.

Agev

Ven, 27/09/2013 - 17:51

Grazie ... Tutto ciò mi/vi onora ... questa è semplicemente la mia natura ed appartiene a tutti gli uomini/donne . Gaetano

tzilighelta

Ven, 27/09/2013 - 18:26

Sono contento che Dario il grande Maggiulli, abbia trovato la giusta considerazione che merita, i tanti messaggi di approvazione e ammirazione a lui indirizzati sono il premio per la sua caparbia e sincera fede dimostrata nei confronti dell'unto che io non mi permetto di nominare, tra i suoi seguaci spicca il mistico Agev, insuperabile, come il tonno, nei suoi voli pindarici dove anche io ogni tanto mi perdo e mi lascio trasportare come piuma al vento, uno più uno due monta il bue tre figlie del re e così via! Gli riconosco a tutte e due, una certa onestà intellettuale, cosa rara in questi tempi!Purtroppo non posso unirmi al coro in quanto io al contrario(e per fortuna) non sono stato colpito dal fulmine sulla via di Arcore che invece sembra abbia letteralmente polverizzato le meningi degli adepti, ora io non voglio aggiungere altro, spero non si offenda nessuno, ognuno ha il suo stile, vi leggo sempre con piacere! Ciao

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 28/09/2013 - 04:17

E' impossibile dire meglio di come l'ha spiegato Veneziani. I fanatici di sinistra nemmeno si rendono conto che molti esprimono opinioni personali, spesso divergenti, che non hanno a che fare con nessuna sudditanza verso un verbo unico. E' il sistema maggioritario che ci costringe a un unico fronte, anche se spesso non condividiamo linea d'azione e pensiero. Inutile perdere tempo con i cerebrolesi, come dice la canzone di Antoine, qualunque cosa fai sempre pietre in faccia prenderai.

tzilighelta

Sab, 28/09/2013 - 09:46

Non ho letto cosa ha scritto Ostellino, ma se anche lui ha solidarizzato con la pagliacciata messa in atto dai berluscones in questi giorni vuol dire che è diventato un coglionazzo anche lui, la sudditanza dei camerieri del pdl è scandalosa, e le giustificazioni di Veneziani sono alquanto sciocche, anche lui fa parte del coro che difende l'indifendibile inutile cercare di confondere le cose, è tutto chiaro, B. muove i suoi camerieri e quelli ubbidiscono per il semplice fatto che senza di lui non saprebbero cosa fare nella vita, poi ci sono i tifosi, non li sveglia neanche una cannonata, Veneziani si deve preoccupare dei suoi estimatori, le cazzate che scrivono sono andate oltre il limite del ridicolo, fatevi benedire da papa Bergoglio, è l'ultima speranza per voi!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 28/09/2013 - 10:09

Non ho ovviamente nulla in contrario a che vi sia chi non la pensa come me (o come noi). Tuttavia ho di fornte individui dai quali posso imparare qualcosa (pochissimi) o dai quali non imparo alcunchè (troppi). Quelli da cui non imparo alcunchè, oltretutto, hanno anche il vizio di parlare troppo!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 28/09/2013 - 11:33

r.f --- Sibillino fino allo spasmo. Amico-Nemico dei montecchi e capuleti insieme. Non si può fare. Devi 'metterci la faccia'.

Ritratto di frank.

frank.

Sab, 28/09/2013 - 12:08

Ma scusi Veneziani, ma secondo lei Berlusconi è un uomo di destra?? E il PDL sarebbe un partito liberale?? Ma dai su, non ci crede nemmeno lei a questa cosa, lo confessi!! Almirante si rivolta nella tomba!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 28/09/2013 - 13:30

@ Tzilighelta - Sarebbe interessante conoscere la sua opinione sulla cena presso l'anfitrione scalfari e sulla correttezza del pdr super partes.La leggeremo qui,approfittando dell'ospitalità di Veneziani,o sul forum dell'articolo in prima pagina?

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 28/09/2013 - 18:02

r.f: altri acronimi tra i post non ve ne stanno/per cui credo che senz'altro il divin Dario/riferirsi volesse senza inganno/al più scimunito ma greggio buon Rosario! @caro Dario, da altri, per la verità, mi aspettavo un intervento! Sai quello che vali e certamente sei conscio di essere tra quelli dai quali qualcosa la posso imparare! Però, permettimi!, sei maledettamente e irrimediabilmente permaloso! - PS. piuttosto sei stato sibillino pure tu: con Capuleti e Montecchi devi specificare oltre ai personaggi anche gli interpreti!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 29/09/2013 - 11:19

r.f: altri acronimi tra i post non ve ne stanno/per cui credo che senz'altro il divin Dario/riferirsi volesse senza inganno/al più scimunito ma greggio tal Rosario! @caro Dario, da altri, per la verità, mi aspettavo un intervento! Certamente sei conscio di essere tra quelli dai quali qualcosa la posso imparare! Però, permettimi!, sei maledettamente permaloso! - PS. piuttosto sei stato sibillino pure tu: con Capuleti e Montecchi devi specificare oltre ai personaggi anche gli interpreti!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 29/09/2013 - 13:09

r.s, la tua signorilità ti fa onore. Con te sarò sempre clemente, ove occorresse. Lo meriti. Non è permalosità la mia. Come vedi, se non si mettono i puntini sulle i, è scorribanda.

Agev

Lun, 30/09/2013 - 00:46

tzilighelta .. Sarò chiaro con Lei visto che La ritengo al di la delle sue parole .. persona intelligente .. intelligenza usata in modo distorto e negativo . - Noi siamo quelli della legge del Uno . Nella nostra vibrazione/densità le polarità sono armonizzate , le complessità semplificate i paradossi hanno una soluzione . Noi siamo Uno . Questa la nostra natura e scopo -. Se questa Le sembra l'affermazione di un mistico ... comprendo che Lei non solo ne confonde il significato ma chi e che cosa sia in realtà un mistico . Nel affermare quanto sopra Le sto semplicemente dicendo dove mi trovo .. altezze/profondità/ampiezze non solo a Lei sconosciute ma se solo ne respirasse per un attimo l'aria e la vibrazione/densità .. ne morrebbe . Sappia che appartengo solo a me stesso ed all' universo .. non ho fedi , credenze , posizioni da difendere tranne quella di affermare la vita vivente e creare nel Oggi i nuovi mondi/realtà che saranno a venire . Tutto ciò si trova - Al Di Là - ( non nell'aldilà ) di ogni suo piccolo/grande pensiero/realtà/mondo . Buona meditazione . Gaetano

Agev

Lun, 30/09/2013 - 11:43

tzilighelta .. dimenticavo .. Sono certo che se ci dovessimo incontrare e ci guardassimo negli occhi .. ci comprenderemmo comunque ed indipendentemente da . Gaetano