"Spot con coppie etero", lobby gay contro Mr. Barilla

Contro Guido Barilla, che ha osato rifiutarsi di fare uno spot pubblicitario incentrato su una coppia omosessuale, è andato in onda un nuovo processo mediatico e ideologico

Acchiappatelo, è una bestia, preferisce la famiglia tradizionale. E così, per l'ennesima volta, ieri è andato in onda un nuovo processo mediatico e ideologico questa volta contro chi ha osato rifiutarsi di fare uno spot pubblicitario incentrato su una coppia omosessuale. Parlo di Guido Barilla che a «La Zanzara», pur esprimendo tutto il rispetto e la considerazione per le coppie gay, ha detto che la sua azienda da sempre si rivolge alla famiglia tradizionale nelle sue campagne pubblicitarie. E lui personalmente predilige la famiglia composta da padre, madre e figli. In altri tempi sarebbe stata la scoperta dell'acqua calda, oggi l'acqua si fa bollente e non serve a cuocere la pasta ma Barilla in persona. Infatti è partito subito il feroce tam tam dell'omolatria dominante, gli insulti, le minacce di boicottaggio della pasta. Eccolo, il nemico, il becero fautore di Dio, pasta e famiglia; eccolo, l'omofobo, crocifiggetelo al Mulino Bianco.

Proviamo a ragionare: qui non è in gioco nemmeno un'opinione critica sui gay e sulle loro unioni ma un'opinione favorevole alle famiglie tradizionali. Nessun'offesa è stata pronunciata, neanche ironia verso i gay; solo una semplice, naturale (si può dire naturale o è contro la legge?) preferenza per la famiglia come è sempre stata. Non è in gioco uno spot che offende i gay o che contiene un'allusione omofoba, qui si processa un imprenditore che non vuol fare uno spot pubblicitario puntando su una coppia omosessuale. La feroce demenza dell'omocrazia scava ogni giorno fossati d'odio. Chi non ha alcuna antipatia per gli omosessuali è costretto a dover giustificare il suo amore per la famiglia «tradizionale». Che non è, si badi bene, la famiglia patriarcale o il clan tribale, ma è la famiglia quale che è sempre stata alla base di ogni società e di ogni civiltà; cristiana, precristiana, non cristiana.

A proposito di gay vi racconto cosa è successo domenica scorsa in Piemonte. Ma una premessa a questo punto è utile. Cosa accadrebbe se un raduno gay o islamico fosse interrotto e disturbato da alcune decine di molestatori? Con la nuova legge sull'omofobia e sulle minoranze religiose scatterebbe un procedimento penale serio; intanto ne parlerebbero con sdegno i media, i tg, le istituzioni. A Casale Monferrato, domenica scorsa, è accaduto esattamente questo ma a ruoli invertiti (si può dire invertiti o è reato?): un pacifico convegno di studi, cattolico, anzi diocesano, sui gender e l'omofobia è stato duramente interrotto, contestato, il palco accerchiato, grida di vergogna, cartelli, invettive anche gestuali. Fino a bloccare l'incontro. Stava parlando non uno scalmanato estremista ma un giurista, il professor Mauro Ronco, ordinario di diritto penale e parlava proprio della legge sull'omofobia. I contestatori erano del collettivo AlterEva e dell'Arcigay. Avete per caso sentito sul fatto una dichiarazione della Martire di Stato Ministro Kyenge o della Santa Protettrice degli Oppressi, Madonna Boldrini che vuol cancellare dagli spot in tv immagini di donne sorprese a far le mamme in cucina? Ma no, figuriamoci. Rare voci di denuncia, come quella del magistrato ed ex deputato Alfredo Mantovano. Poi silenzio abissale. Ma che razza di società state cucinando per il domani?

Se il convegno fosse stato organizzato da una comunità islamica, sarebbe invece scattata la legge Mancino che tutela le minoranze religiose. Ma poiché si trattava di cattolici no. Mi scappa da ridere. Poi penso al Pakistan, al Kenya, alla Siria, ai cristiani massacrati, e mi viene da piangere.

Commenti
Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Ven, 27/09/2013 - 17:32

Credo che questo articolo parli da sé.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 27/09/2013 - 17:50

Ci mancava solo il boicottaggio della barilla per rendersi ancora più ridicoli.

vince50

Ven, 27/09/2013 - 17:53

Comprerò e mangerò soltanto pasta barilla,anche perchè è buona.Se i"signori"gay(legassi culattoni) non pestassero i piedi a chi gay non è,nessuno se ne occuperebbe.Però dal momento che vogliono essere superiori alla cara e santa mormalità(vedi maschio e femmina!!!)non meritano nessuna forma di rispetto,bensì assoluto disprezzo.

claudio faleri

Ven, 27/09/2013 - 17:59

la ditta è sua e può fare quello che vuole altrimenti si scivola nella dittarura

claudio faleri

Ven, 27/09/2013 - 18:01

fossi miliardario comprerei 500 chili di barilla al giorno per fottere quei fanatici idioti e nazzisti che è come comunisti

elalca

Ven, 27/09/2013 - 18:10

a che tristezza. ormai essere frocio è un titolo di merito e se non lo sei sono problemi. eccola la loro superiorità morale: froci, lesbiche, trsgender e porcheria analoga.........l'importante è non pensare. d'altronde i comunisti non hanno mai pensato, c'è chi lo ha fatto e lo fa per loro. non per nulla li chiamano trinariciuti

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 27/09/2013 - 18:10

Siamo in una nazione ridicola! A quando una legge sulla biondaggine? Cioè, parlare male di una persona bionda!

Ritratto di CiccioCha

CiccioCha

Ven, 27/09/2013 - 18:11

Boicottaggio di Barilla? Questa è tutta pubblicità positiva e gratuita.

gianni.g699

Ven, 27/09/2013 - 18:13

Contronatura, invertiti e con la coda di paglia ... Sono proprio malati dentro e fuori !!! è l'unica spiegazione !!! Freniamo subito questa ondata di sudiciume sociale altrimenti saranno guai seri !!! VIVA LA NORMALITA' e sicuramente da ora in poi solo pasta BARILLA ...

claudio faleri

Ven, 27/09/2013 - 18:14

paese di pezzenti di ritardati mentali con la colpa di essere comunisti e automaticamente nazzisti e tutto quello che c'è di peggio

michele lascaro

Ven, 27/09/2013 - 18:20

Mi sembra strano che questa gente abbia mangiato, finora, la pasta, passione di noi etero- ,dal momento che i carboidrati aumentano i livelli di serotonina, l'ormone del piacere. Loro invece si nutrono di alimenti a noi sconosciuti, che li hanno fatti diventare come mamma non li ha fatti.

destramigliore

Ven, 27/09/2013 - 18:21

Io sono etero e la mia famiglia potrebbe essere solo una famiglia tradizionale, però chi è come me, pur se si tratta della maggior parte delle persone, deve capire anche che come ci darebbe fastidio sentirci dire "nella mia pubblicità metto solo famiglie di colore perché quelle bianche non fanno parte dei nostri valori", allo stesso modo dà fastidio ai gay sentirsi dire certe cose. Se domani ci dicono: la pasta barilla è solo per gente di colore, i bianchi se non lo condividono possono anche non comprare più i nostri prodotti io credo ci lamenteremmo non poco. Questa è semplice logica, non si parla di colori e di bandiere. Io sono di destra ma non per questo non mi rendo conto di una cosa così evidente. Il signor Veneziani invece è pagato per difendere le cause di un certo colore a tutti i costi. Va bene così, ma è per questo che la destra in Italia è ancora schiava dei Berlusconi e degli Scilipoti.

berserker2

Ven, 27/09/2013 - 18:23

Bravo Barilla, non sempre ho comprato la tua pasta, ora ne comprerò di più (e poi la venderò a prezzo raddoppiato di nascosto ai ricchioni che non potranno comprarla apertamente per non far incazzare svendolo e sboldrini....eheh). Però Barilla, un consiglio, prova a produrre un tipo di pasta lunga come uno spaghetto, larga come un rigatone (ma anzi molto di più.....diciamo sui 15 cm.) arrotondata in punta e la chiami senza alcuno sforzo di fantasia "rigatononi o bigoloni", vedrai che i diversamente scopabili (e anche qualche povera sinistrata bruttina e attempata che nemmeno una risorsa la considera valevole di una buona azione), torneranno in massa e gaiamente a comprare la tua pasta. Ecco già pronto lo spot: Barilla, dove cè pasta c'è casa.... ma dove c'è il rigatonone c'è casino, o centro sociale o centro accoglienza. Ahahaha

dicoìo

Ven, 27/09/2013 - 18:27

Ecco che chi difende tutte le minoranze finisce in minoranza proprio per mano loro. Ogni minoranza detta legge. Chi non fa parte di una «minoranza» tutelata è fritto, è solo in mezzo alla piazza, senza Dio né parrocchia. Le leggi anti-anti sono leggi pro e discriminano coloro che non appartengono ai tutelati. Non è un sofisma: basta leggere l'articolo, vedere quello che succede.

Nadia Vouch

Ven, 27/09/2013 - 18:42

Nè etero, nè gay, né famigliole felici e stucchevoli. Tutto è fuori posto. Sono gli spot che vanno ripensati. Ciò che conta è il prodotto. La pubblicità non dovrebbe dare indicazioni di costume, o persino di fede. Anche la pubblicità è divenuta essa stessa oggetto di consumo.

TheSchef

Ven, 27/09/2013 - 18:50

Giuro che da oggi in poi mangerò solo e unicamente pasta BARILLA! Vorrei sapere che cosa ha detto di così terribile, ha solo detto che preferisce la famiglia tradizionale.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 27/09/2013 - 19:10

Tutto ciò che è tradizione, "deposito" di quello che le generazioni passate hanno faticosamente e ingegnosamente prodotto (e tra questo vi è senz'altro la ricetta e i metodi della produzione della pasta) non possono e non devono passare attraverso la lente deformante delle moderne visioni della società e delle mode. Sono inattuale e me ne vanto. Se lo spot Barilla dice che: "Dove c'è Barilla c'è casa", allora tutto quello che nega la famiglia come coppia naturale e la casa come "stimmung" (per dirla col grande Mario Praz) sono assolutamente estranei alla falsità, all'ideologia, alla mancanza di "aura" della coppia "genitore 1 e 2"!

leserin

Ven, 27/09/2013 - 19:10

Mi auguro davvero che per questioni come queste (etiche, culturali se vogliamo) chi non desidera piegarsi al Pensiero Unico abbia il coraggio, in tutti i modi, di boicottare i campioni del politicamente corretto a tutti i costi e, se capita l'occasione, di uscire allo scoperto senza aver paura delle proprie idee. E lo faccia anche con il voto.

viento2

Ven, 27/09/2013 - 19:13

adesso vogliono comandare anche le pubblicità vedi un pò 2 uomini che fanno la pasta a un bimbo che bel messaggio

ubibui

Ven, 27/09/2013 - 19:23

Barilla è una grande azienda, gestita bene da persone competenti e intelligenti. E un'azienda di successo che produce prodotti di qualità e di ottimo valore. Sinceramente condivido le idee del Dott. Barilla, della lobby omossessuale sinceramente non sono interessato, le loro tesi sono insignificanti e prive di qualunque argomento. Ritengo l'omosessualità una semplice inclinazione sessuale, non serve discriminarla o condannarla o altro, hanno gli stessi diritti di tutti e se qualcuno discrimina o fa del male a qualcuno con detta inclinazione và condannato con l'aggravante dei futili motivi. Non servono leggi speciali o altro, basta non far troppo caso agli schiamazzi e alle sciocchezze, basta un po di sana e sempre utile indifferenza, come con i bambini quando fanno i capricci.

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 27/09/2013 - 19:26

Querelle sterile e vana. Quelli che boicottano, o cominciano a comprare Barilla, sulla base di questo episodio, sono dei perfetti deficienti. Io sono pienamente d'accordo con Barilla sul non usare gay per la pubblicita': purtroppo pero' a me la pasta Barilla fa schifo, e non comincero' certo a comprarla ora.

leo_polemico

Ven, 27/09/2013 - 19:36

Che i "diversi" non siano perseguitati mi pare corretto, ma da qui ad avere previlegi rispetto a noi "normali" mi sembra che si stia esagerando. E' poi indispensabile che si parli così tanto ed ad alto livello di queste "diversità"? Non è, per caso, che parlandone si voglia volutamente distogliere, in questo momento, l'attenzione da problemi ben più importanti per la nazione? Chi ne ha interesse?

Ritratto di stegalas

stegalas

Ven, 27/09/2013 - 19:51

Esatto, è proprio questo il punto: chi predica tutela e rispetto per se stesso, è il primo a rendersi protagonista, con oscena violenza verbale, di atti di intolleranza contro tutti coloro che non la pensano come lui. Ci siamo dimenticati forse il no-VAT con figuranti discinti e la tiara in testa? Può allora un sacerdote, per la tanto strombazzata par condicio, esporre in chiesa il cartello no-GAY? Avremo anche la legge contro la cattolicofobia?

illy

Ven, 27/09/2013 - 20:01

Bell'articolo. Lo condivido pienamente, forse anche perchè, da mamma, ho sempre provato piacere fare colazione con i miei piccoli. La Boldrini? Una poveraccia che non sa nemmeno cosa significhi, per un figlio, svegliarsi al mattino e sentirsi "coccolato" ed amato da una mamma. Una povera e penosa donna. Probabilmente, considerando gli sproloqui di questa povera donna, non si è mai svegliata, da piccola, con il sorriso e la dolcezza di una madre. Barilla? Ho sentito l'intervista alla zanzara in diretta l'altra sera. Uomo ammirevole perchè crede nella famiglia e, come ben scrive nell'articolo, non ha per niente offeso gli omosessuali. "Tanto rumore per nulla" .

ellennyyy

Ven, 27/09/2013 - 20:05

non ho nulla contro i gay ma da che mondo c'è' un uomo e una donna fanno i figli e creano così una famiglia, certo è che 2 donne e2 uomini possono stare insieme, ma non possono procheare se non con artifici diversi, credo che barilla, abbia un normale concetto di famiglia non è che oggi per forza bisogna concepire una famiglia diversa perchè si accetta omosessualità.in ogni caso per fare figli ci VUOLE UOMO E DONNA poi altri facciano ciò che vogliono ma non è per me famiglia .

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Ven, 27/09/2013 - 20:26

Lento ma inesorabile avanza il declino di tutto l'Occidente... Evidentemente è fondata la teoria della deriva di tutte le civiltà, come la Storia già ampiamente ha dimostrato...

gibuizza

Ven, 27/09/2013 - 20:39

ri giornalisti, oltre ai titoli "lobby gay contro Barilla" o "associazioni gay scatenate su Internet!" segnalate anche che in ogni sondaggio (Libero, Corriere, ecc.) il 70% degli italiani è con Barilla e sui social network la maggioranza dichiara che da oggi comprerà SOLO pasta Barilla!!!

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Ven, 27/09/2013 - 21:02

DIO PASTA E FAMIGLIA ,se fosse stato anche lo slogan di Mussolini adesso l´Italia avrebbe meno guai-Comunque anche se sono ideologicamente d´accordo con Guido Barilla, io mangio e mangero´sempre sinche´Dio vorra´ ,sempre pasta della concorrenza targata De Cecco

paolonardi

Ven, 27/09/2013 - 21:20

I buchi non comprano pasta Barilla? A Firenze si dice: "mettero' il lutto ( la fascia nera per la perdita di un caro) all'orinale" (vaso da notte) per dire che non me ne importa un accidente.

albertzanna

Ven, 27/09/2013 - 21:41

Sig. GUIDO BARILLA. Da italiano che ama l'Italia e da uomo che ha una famiglia normale, una moglie e dei figli, la prego, non inizi anche lei a dichiarare che è stato male interpretato, che è stato frainteso, a chiedere delle scuse. A CHI DOVREBBE CHIEDERE SCUSA? A degli esseri che vogliono soverchiare l'ordine naturale delle cose? Non c'è scusa che lei debba a questa gente, gli omosessuali, che vogliono prendere il potere assieme alla sinistra. Lei ha detto una cosa sacrosanta, e l'ha detta in casa sua, per il suo lavoro, per una azienda che paga regolarmente ogni mese migliaia di stipendi e che produce ottimo prodotti, apprezzati in tutto il mondo e regolarmente acquistati da milioni di famiglie. Lei produce fatturato e PIL, in modo onesto e lavorando, lavorando tutti i giorni per fare grande anche il nome dell'Italia. Quanti stipendi lei crede che paghino quelli che si sono subito sentiti offesi perché lei ha ribadito che il 95% degli esseri umani hanno famiglia composte da una madre, da un padre e da dei figli, e si sono sentiti offesi perchè la loro lobby, quella omosessuale oggi rappresenta un giro vorticoso di miliardi di dollari basati sul vizio e la viziosità. Sia una bandiera delle famiglie normali, Sig. Barilla. Tutti noi, uomini e famiglie normali, siamo a suo fianco. Albertzanna

framont

Ven, 27/09/2013 - 21:49

NON SI PREOCCUPI DOTT. VENEZIANI GLI ISLAMICI HANNO RECENTEMENTE DETTO: FATE PURE , TANTO QUANDO ARRIVEREMO NOI TUTTO IL "DISCORSO" OMO VERRA' SPAZZATO IN 5 MINUTI. AVANTI COSì FACCIAMO DL MALE

BeppeZak

Ven, 27/09/2013 - 22:06

Qui siamo completamente fuori di testa. Che ha detto di errato guido barilla? Ha risposto a una domanda e candidamente ha risposto che preferisce una famiglia normale per la sua pubblicità. Apriti cielo. Ne è scaturita fuori una bagarre fuori dal comune . Vecchioni (?) e' rimasto allibito ha sputato sentenze contro la barilla , il governo (spiegatemi oltre che a spolparci a cosa serve) i gay che fanno campagna anti barilla. Ma qui diamo duri di senno. Vi immaginate lo spot? "Papa' e Papa' si baciano . I figlioli sorridono . Genitore uno assaggia la pasta che è ' al dente. Genitore due sorride. Scola la pasta , la condisce e, sculettando si approssima al desco con un sorriso e serve il cibo a genitore 1 e al figliolo che decanterà a scuola ai suoi amichetti (retrogradi e in un futuro prossimo discriminati) quanto sono bravi genitore 1 e genitore 2. Mentre i loro amichetti, condizionati dalla politica corretta, malediranno di essere nati da un papà' e da una mamma. Quindi verranno discriminate le persone normali .

dare 54

Ven, 27/09/2013 - 22:43

adesso ogni minoranza vuole essere rappresentata negli spot pubblicitari! Gli spot servono a invogliare la gente a comprare, non a fare pubblicità alle minoranze! Se non gli va bene, si paghino i loro spot!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 27/09/2013 - 23:07

Metti un berrettino in testa a certe persone e queste subito si sentono dei padreterni...e non la finiscono mai di pontificare. Noiose e petulanti, tra l'altro. Comunque, sono sempre le teste di legno che fanno rumore!!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 27/09/2013 - 23:14

Sono riusciti a farci diventare razzisti, riempiendo il nostro Paese di ogni sorta di feccia proveniente dalle più varie nazionalità. Adesso sorge in noi spontaneo un senso di ripulsa verso i "gay" (io li ho sempre chiamati in altro modo... ma lasciamo perdere) e le lesbiche (quelle come le devo chiamare per essere politically dcorrect?). Riescono a farceli odiare, perchè ce li vogliono imporre. E il buon Papa, che parla e twitta su tutto, su questo argomento se ne sta zitto zitto...

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 27/09/2013 - 23:14

Il dottore mi ha consigliato di mangiare meno pasta...cosa vuole? Che diventi gay?

leo_polemico

Ven, 27/09/2013 - 23:46

Di importante in Italia, ora come ora, c'è solo da difesa e la tutela dei "diversi"? O si vuole distrarre l'opinione pubblica da quello che è ben più importante?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 28/09/2013 - 01:51

Non se ne può più di questi OMOSESSUALI STARNAZZANTI su ogni cosa. Hanno copiato perfettamente i comportamenti di quell'idiozia pervenutaci dall'America che è il politically correct. Fanno le pulci a qualsiasi cosa si dica o si pensi. Presto toccherà anche a noi invocare una legge sull'OMOMANIA. Così potremo denunciarli se continuano a romperci i perpendicoli.

profpietromelis...

Sab, 28/09/2013 - 04:10

Dal mio blog pietromelis.blogspot.com sabato 28 settembre 2013 MANGIARE PASTA BARILLA E' MEGLIO CHE FARSI FOTTERE. IL NOBEL RUBATO DAL BUFFONE DARIO FO

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Sab, 28/09/2013 - 07:09

Si è perso il senso della libertà di pensiero e del significato della parola "normale", che mi sembra significhi che è nella norma, cioè la maggior parte delle persone adotta quel comportamento. I gay non sono la maggioranza, quindi non sono la norma. La libertà di pensiero permette di esprimere le proprie idee, cosa a cui tutti noi aspiriamo, quindi se una azienda non vuole pubblicizzare un comportamento che non è adottato nella maggior parte dei casi, penso ne abbia tutto il diritto, altrimenti finisce che la maggioranza non può esprimere la propria opinione e questo è veramente un ribaltamento della libertà

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 28/09/2013 - 07:54

Credo aver adeguatamente, ed educatamente, commentato questo fatto sul blog di un altro giornalista de Il Giornale. Ora hanno rotto i co..sì detti. Il problema é che non si può nemmeno mandarli a fa ... lo. Correrebbero, pieni di gioia.

ninito

Sab, 28/09/2013 - 08:11

Ma in Italia non esiste la libetà di espressione? Mi sembra proprio di no, e quando si palra di pari oportunità, queste non sono per noi eterosessuali. Speriamo che col tempo non ci obblighino a diventare omosessuali.

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 28/09/2013 - 08:37

la devono smettere di rompere questi scherzi di natura.Adesso stanno veramente nauseando. LA NORMALITA' CHE PIACCIA O NO,E'MASCHIO E FEMMINA.