Berlusconi: «Quella sentenza era politicamente corrotta»

Il Cav pensa alla campagna elettorale, punta ai voti di Grillo ma si sfoga sulla giustizia: "Sinistra e giudici hanno agito fuorilegge applicando retroattivamente la legge Severino"

Nella sua testa lo schema è chiaro da tempo. E prevede che partiti e movimenti nati dallo «spacchettamento» del Pdl puntino a recuperare voti su due fronti: da una parte gli astenuti, dall'altra l'elettorato grillino di centrodestra. Così, non stupisce più di tanto che Berlusconi lo dica chiaro e tondo durante una telefonata alla sede di Forza Italia di Dozza Imolese. L'obiettivo – spiega l'ex premier - è «convincere gli indecisi» che «sono tantissimi» e quelli che hanno scelto Grillo e «la sua anti-politica distruttiva e giustizialista». E ottenere «un grande risultato» già dalle prossime elezioni europee in programma a fine maggio.

Un Cavaliere, dunque, convinto a giocare la campagna elettorale in prima fila e spingendo sull'acceleratore, al punto da ipotizzare di presentarsi a Bruxelles per la riunione del Ppe che si terrà giovedì prossimo. Se davvero lo facesse, infatti, è chiaro che i riflettori sarebbero tutti puntati su di lui, alla prima apparizione su un palcoscenico internazionale dopo la decadenza. Un'eventualità al momento remota (ci sono problemi legati al ritiro del passaporto dopo che la sentenza Mediaset è passata in giudicato) ma che con il passare delle ore sta tentando un Berlusconi che pare non aver per nulla gradito l'invito recapitato dal Partito popolare europeo ad Alfano. Una cosa, spiega il responsabile comunicazione di Forza Italia Deborah Bergamini, di cui «non si capisce la ragione» visto che il vicepremier «non risulta essere presidente di un partito membro del Ppe a meno che Ncd sia stato ammesso nei Popolari all'insaputa dei suoi membri», il che «sarebbe un fatto assai grave e senza precedenti». Una presenza, quella di Alfano al vertice Ppe di giovedì, che per molti versi a Berlusconi pare abbia evocato «l'inutile blitz» che fece a Bruxells l'allora premier Monti nel dicembre 2012.

Un Berlusconi che ha dunque la testa già sulla campagna elettorale. E che guarda soprattutto agli elettori del M5S, convinto che possano essere terreno fertile soprattutto ora che hanno potuto vedere «i risultati della presenza in Parlamento dei grillini». Così, forse non è un caso che il Cavaliere guardi con attenzione alla rivolta dei Forconi. Nonostante qualche giorno fa sia alla fine saltato il faccia a faccia previsto a piazza San Lorenzo in Lucina con i leader della protesta (incontrati poi da Daniela Santanché), Berlusconi dice infatti di comprendere le ragioni dei malumori. «Questa rivolta – spiega – è il sintomo di una grave crisi vera e che ha delle motivazioni profonde».

Il leader di Forza Italia, dunque, pare deciso a non arretrare di un passo. E in attesa che si concretizzino i servizi sociali o i più temuti arresti domiciliari non perde occasione per essere «mediaticamente attivo» (ieri il pretesto è stata la telefonata a Dozza). D'altra parte la paura è che con l'avvicinarsi della campagna elettorale per le Europee il magistrato di sorveglianza gli imponga un regime così stringente da impedirgli di fatto di essere presente nel dibattito politico.

Ecco perché Berlusconi accelera adesso, nonostante sia comunque deciso a non farsi «silenziare». D'altra parte, dice, «la sinistra e i giudici a lei vicini hanno già fatto abbastanza» mettendo «sotto i tacchi lo Stato di diritto e applicando retroattivamente la legge Severino». Insomma, «non so come altro chiamarli se non fuorilegge». Visto che la loro «sentenza politicamente corrotta» ha «provocato dopo un quarto d'ora la dichiarazione del segretario del Pd Epifani che ha chiesto la mia decadenza».

Commenti

linoalo1

Dom, 15/12/2013 - 09:20

Ma Silvio,cosa ti aspettavi?Eri già stato condannato 20 anni fè!Ma,come ben sappiamo,la Giustizia in Italia è lenta ma inesorabile!20 anni è il tempo medio dei processi in Italia!E,20 anni sono stati!Per i Magistrati,non esistono se e ma!Sei stato condannato 20 anni fa per avere rotto le uova nel paniere dei Rossi,ed oggi,finamente per loro,paghi!E non solo tu!Ma anche chi ti è stato vicino!Solo per il fatto chi ti parlava!Non trovi che questa sia la vera Democrazia?Lino.

ALASTOR

Dom, 15/12/2013 - 09:29

Berlusconi continua a parlare solo dei suoi guai... Viceversa i suoi ex elettori sono concentrati sui propri. Non vedo come gli uni possano ritrovare fiducia nell' altro.

Giovanni Evolani

Dom, 15/12/2013 - 09:54

Visto che la legge Severino ha funzionato, e come, nientemeno con BERLUSCONI senza che il Presidente Napolitano pronunciasse verbo, il Sindaco del mio paesino ha cambiato il limite di velocitá della mia via. Da 60 Km/h ora a 35 Km/h. Tutto bene non fosse che il provvedimento é retroattivo di un anno. Stanno gia rivedendo tutte le .............

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 15/12/2013 - 09:59

E' stato Inconfutabilmente uno spregevole COLPO DI STATO. E, quanti lo tacciono, si disonorano. - riproduzione riservata - 09,59 - 15.12.2013

LAMBRO

Dom, 15/12/2013 - 10:09

MOLTI NON CAPISCONO CHE LA GIUSTIZIA TOCCA TUTTI ... PROPRIO TUTTI E LA SUA POLITICIZZAZIONE TOCCA PROFONDAMENTE L'ECONOMIA E L'OCCUPAZIONE!! BASTA VEDERE COSA SUCCEDE CON I MORTI DI VADO , L'ILVA DI TARANTO, IL MORTO DI SIENA , CONSORTE-UNIPOL-BNL, LANDINI CHE HA SCOPERTO DI AVER FATTO SCAPPARE IL LAVORO e FIAT E SI RITROVA CON 3,5 MILIONI DI DISOCCUPATI ..... TUTTO SILENZIATO SISTEMATICAMENTE ..... CON LA SCUSA DI BERLUSCONI!! MA CHI SI FIDA A RIMANERE O VENIRE IN ITALIA AD INVESTIRE? AL MASSIMO CI COLONIZZANO POI.....PORTANO VIA I GIOIELLI!!

elpaso21

Dom, 15/12/2013 - 10:21

Ma quand'anche vincesse le elezioni (cosa improbabile), il giorno dopo riprenderebbe a lamentarsi di qualche altro complotto ordito nei suoi confronti dalla sinistra, oppure direbbe di aver paura di questo, di quell'altro ecc ecc, ha cominciato a perdere pezzi il primo giorno in cui è entrato in politica, ma ancora deve fare i suoi "anni migliori" :p

maubol@libero.it

Dom, 15/12/2013 - 10:26

Normale, se non sei un comunista, hai già perso, sei condannato.

cecco61

Dom, 15/12/2013 - 10:31

Più che dialettare sulla retroattività della legge, pessima abitudine che i governi italiani già hanno perpetrato ai propri cittadini più volte, valuterei le motivazioni della sentenza e, soprattutto, le prove addotte per formulare la sentenza stessa. Siamo sinceri, nulla di concreto, ma solo supposizioni, presunzioni e castelli ideologici montati alla bisogna dal magistrato di turno. Costume questo che si vede in qualsiasi processo, penale e/o civile. Purtroppo, caro Berlusconi, chi ha dato l'incipit a questo malcostume da regime dittatoriale, sei stato tu allorché, col fido Tremonti, ribaltavi l'onere della prova in materia fiscale. Oggi, al Fisco basta presumere, in base a parametri folli, che un cittadino sia un evasore e spetta a lui dimostrare il contrario: il più delle volte impossibile. Quindi, chi è causa del suo mal, pianga sé stesso e, aggiungo io, provare a pensare a quelle migliaia di poveri italiani che non hanno le risorse per difendersi adeguatamente.

piserik

Dom, 15/12/2013 - 10:43

In Europa nessuno lo vuole più vedere. E' meglio che se ne stia a casa a giocare con Dudù.

morus39

Dom, 15/12/2013 - 10:58

Speriamo che il Sig. Berlusconi sia assistito dalla salute poiché ci vuole una grande forza,anche fisica,per portare avanti il suo impegno in politica. Purtroppo è rimasta l'unica persona,in Italia, che può portare un miglioramento nella vita di tutti i giorni di noi cittadini.Ha le idee chiare ed ha fatto esperienza non credo che si farebbe impantanare come è successo nel passato.Rimani a cavallo e porta avanti le riforme.

Ritratto di pytagoras

pytagoras

Dom, 15/12/2013 - 11:01

che bale......, da vent'anni i soliti discorsi , comunisti di qui , toghe rosse di la , colpo di stato giu , la democrazia non c'e' piu'.......!!!! che bale . ricordo solo che nel paese in cui vivete , l'italia , le imprese di silvio sono salite in borsa del 100 % circa . non male in un paese dominato dai comunisti !!!

gian paolo cardelli

Dom, 15/12/2013 - 11:02

La legge Severino e' stato solo il paravento dietro cui uno spaventoso "conflitto di interessi" con cui la squadra avversaria ha potuto sancire il calcio di rigore al posto dell'arbitro, bestemmia procedura grazie all'assuefazione infantile ed ipocrita della quasi totalità dell'elettorato a vedere e pretendere l'esistenza del calderone "politico" gestito solo e soltanto da "politici" (figura inesistente in qualsiasi ordinamento giuridico al mondo). Aggiungendo l'assurdità ad accettare che la responsabilità in una società do capitali sia di un socio e non dell'amministratore si capisce quanto sia facile governare un paese con elettori come i "sinistri" e loro equiparati.

cast49

Dom, 15/12/2013 - 11:08

ALASTOR, mettiti nei suoi panni, sei stato condannato da innocente, e le prove lo dicono, che fai? fai di tutto per dimostrate la tua innocenza o sei contento di andare in galera?

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 15/12/2013 - 11:30

Oltre alle politiche di marketing per prendere più voti possibili e alla cura dell'immagine internazionale non vi è menzione alcuna al programma politico che Silvio ha in mente. Se l'unico cavallo di battaglia dovesse essere la giustizia e qualche populistica dichiarata vicinanza al movimento dei forconi ma senza un piano per facri uscire fuori da questa situazione il mio voto caro Silvio & Co. ve lo potete scordare.

tudai53

Dom, 15/12/2013 - 11:35

@cecco61, bravo, hai detto una cosa giusta, non sei comunista? Fora dale bale alora!!!! e....silenzio!!!

El Chapo Isidro

Dom, 15/12/2013 - 11:38

La legge severino è stata votata dal pdl, adesso dicono che è una legge illegale, ma non dovrebbero dimettersi dal governo e dal parlamento tutti quegli incapaci del pdl che hanno votato una legge illegale? Si assumano le loro responsabilità, ma finchè continueranno solamente a belare non avranno nessuna credibilità! E la legge severino è stata già applicata in oltre 30 casi senza che il pdl avesse di che obiettare, ma quando è toccato applicare la legge al capo...

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Dom, 15/12/2013 - 12:09

mio carissimo e amato Berlusconi vorrei tanto aiutarti. Ma in questo schifo di paese con un regiorgio lestofante e un lettino troppo furbo e opportunista e vigliacco, un alfino, e tanti, troppi traditori è 'na parola. I have a dream l'Italia si desti!

astice2009

Dom, 15/12/2013 - 12:17

cecco61 e cast49 : vi invito, se vi interessa, a vedere le copie dei bonifici fatti sulle società off-shore e quelli a Squillante e Pacifico. Li trovate tranquillamente in allegato alle sentenze. Poi potete decidere. Ma dire che i bonifici confermati dalle banche e dai tribunali di 16 paesi diversi (e inviati ai magistrati italiani) non sono prove vuol dire che per voi i magistrati e i poliziotti inglesi, francesi, svizzeri, tedeschi statunitensi, guatelmaltechi, arubiani etc.etc. sono tutti comunisti.....

Marcello.Oltolina

Dom, 15/12/2013 - 12:42

Caro Berlusconi, come imprenditore ha il mio rispetto per aver costruito un impero con cinquantamila posti di lavoro; come politico ha contretizzato poco o nulla di quanto promesso nelle campagne elettorali e per questo la ritengo complice dell'attuale disastro Italia.

mar75

Dom, 15/12/2013 - 13:07

Vittimismo al massimo.

sale.nero

Dom, 15/12/2013 - 14:07

Nulla di nuovo sotto il sole, continua la solita kermesse, cambierà qualcosa quando a Berlusconi verranno riconosciuti i diritti alla 'privacy' e verrà adottata una vera giustizia o pari a quella usata per 'quelli' della sinistra, quindi decadranno tutti i giudizi sentenziati solo per fini politici. Per amore della verità e della giustizia Berlusconi è diventato un riferimento, al di sopra dei colori politici.

gian paolo cardelli

Dom, 15/12/2013 - 14:38

El chapo isidro, lei ha diritto di essere ignorante ma non quello di approfittarne: "legge applicata in modo illegale" NON E' sinonimo di "legge illegale". Grazie per l'ennesima ed ormai superflua conferma dei requisiti culturali necessari per essere antiberlusconiano.

Lino1234

Dom, 15/12/2013 - 15:02

#El Chapo isidro, perchè non impara a leggere, o farsi leggere, da qualcuno che habbia fatto almeno le elementari, i titoli degli articoli ? Il titolo che lei crede di avere commentato è il seguente : Berlusconi " Quella SENTENZA era POLITICAMENTE corrotta". Ora, se può e vuole, corregga le caz..te che ha scritto. Saluti. Lino. W Silvio.

giolio

Dom, 15/12/2013 - 15:27

Signor Berlusconi lasci perdere i giudici si concentri sui problemi esistenti e....se le cose andranno bene con il voto lei da fuori potrá fare molto di piú che stare dentro il senato

eureka

Dom, 15/12/2013 - 16:52

Pian pianino tutti i nodi vengono al pettine, anche i magistrati hanno i loro scheletri negli armadi e meno male che saltano fuori. La politica di sinistra ha permesso che la giustizia prendesse il sopravvento su tutti per liberarsi di un avversario politicamente indistruttibile tutelando gli intrallazzi con firma Pd. E' ora che i politici, eletti dai cittadini, riprendano in mano il potere che la Costituzione Italiana, senza le ultime correzioni, aveva dato a loro. Rinnovare, aggiornare va bene ma non per cedere il potere ad una categoria che proprio casta non è.

gigggi

Dom, 15/12/2013 - 18:05

Lino 1234 impari i verbi ...o almeno la declinazione del verbo avere , specie al congiuntivo...prima di dare dell'ignorante agli altri!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 15/12/2013 - 18:16

Alcuni cretini che circolano nel sito col solo intento di disturbare continuano a parlare dei guai giudiziari di Berlusconi, di leggi ad personam, di Berlusconi che non ha fatto quel che ha promesso. Primo. I guai giudiziari di B. non sono guai suoi, sono i guai di una democrazia che in Italia non si è mai vista, sono i guai degli italiani, sono i guai di un paese dove si uccide il capo dell'opposizione, come a Cuba e CoreaNord, come nell'URSS e DDR. Grazie ad una magistratura ormai tirannica, incontrollata, ricchissima e potentissima, finita nelle mani di un gruppo di magistrati comunisti che da anni han detto chi sono e cosa vogliono: trasformare la magistratura in un corpo politico ideologico e combattente. Fatto. Secondo. Le leggi ad personam non sono le leggi che difendono la persona, una persona, sono leggi che difendono una carica politica ed istituzionale votata da milioni di persone e che se si fosse in regime democratico sarebbe doveroso per costituzione difendere dagli attacchi di una magistratura scamiciata e bellaciao che non ha mai fatto mistero dei suoi intenti e che tiene nel panico il resto dei colleghi, timorosi che un avviso di garanzia sia sempre prossimo. Terzo. B. non ha potuto concludere e mantenere le promesse fatte solo perché ha sempre dovuto lavorare all'interno di coalizioni con personaggi come Fini, Casini, Giovanardi etc.le cui attitudini politiche, intellettuali e morali sono ben note. E con l'infame costituzione che abbiamo e che origina un panorama istituzionale truffaldino e labirintico stare in coalizione con qualcuno significa tout court non governare. Questo voleva la costituzione e questo è stato. Fino a morirne, come si vede in questi giorni. Però, però, però, il B. un merito galattico ce l'ha avuto ed è quello di essersi frapposto per vent'anni tra le istituzioni ricche sfondate, potentissime, tutte di sinistra, pletoriche e costosissime ed il potere politico che deriva dalle elezioni. Se sin dal 1994 l'Italia non ha preso la strada di Cuba e CoreaNord il merito è tutto suo. di B. e solo suo. Ed è appunto dal 1994, non prima, che il B. viene irriso, oltraggiato, indagato, giudicato, picchiato, spiato, derubato e condannato alla morte politica. Mai successo prima. Tutto questo è un fatto, sotto gli occhi di tutti ed è una infamia epocale di cui l'Italia dovrà vergognarsi . Ed il B. l'ha mostrata pari pari agli uomini di buona volontà. Col suo sacrificio personale e ventennale. Però solo a chi a cuore e cervello per capire. Per gli altri bisogna aspettare.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 16/12/2013 - 17:28

#gigggi# Il verbo avere, tutti i verbi, si coniugano, non si declinano, come lei pensa dando dell'ignorante ad altri. E poi il congiuntivo è giusto in quel caso, c'è solo un'"H" di troppo, probabilmente dovuta al copia-incolla. Se va in cerca di analfabeti si guardi allo specchio e ne vedrà uno grandissimo. Chiaro compagno?