Berlusconi tra rabbia e sospetti: ecco la prova, verdetto già scritto

Il Cavaliere era pronto a una nota scritta poi ha preferito restare in silenzio. Ma ai suoi dice: adesso il Colle non può ignorare l'inaudito comportamento di Esposito

Avrebbe voluto dire la sua. Puntare il dito contro Antonio Esposito sbattendogli in faccia quell'intervista al Mattino in cui il presidente della seconda sezione penale della Cassazione spiega e argomenta le ragioni della condanna a Silvio Berlusconi a motivazioni non ancora depositate. Una cosa «inaudita», secondo Silvio Berlusconi. Soprattutto perché, questo raccontano i rumors, in camera di consiglio sarebbe stato proprio Esposito a far sì che la Suprema Corte si pronunciasse contro il Cavaliere. Sarebbe stato il suo, insomma, il voto decisivo, anche perché del collegio giudicante era il presidente. Per questo l'ex premier si avventura in commenti piuttosto coloriti oltre a considerare l'intervista la «degna conclusione di un processo viziato alla nascita». «E poi venitemi a dire -– dice a più di un interlocutore nel corso della giornata –- che questa sentenza non era già scritta...».
Quale sia lo stato d'animo dell'inquilino di Palazzo Grazioli è piuttosto chiaro, tanto che dopo il primo affondo su Esposito di Luca D'Alessandro segue una valanga di parlamentari del Pdl. Il Cavaliere, invece, anche su consiglio dei suo legali Niccolò Ghedini e Franco Coppi sceglie il silenzio. E fa benissimo, perché in poche ore Esposito prima smentisce di aver detto le cose riportate su Il Mattino e poi si ritrova a sua volta smentito dalla registrazione dell'intervista messa online sul sito del quotidiano. Per la credibilità del presidente del collegio giudicante è un colpo devastante e non c'è dubbio che da tutta questa vicenda la sentenza ne esca decisamente indebolita. Lo sa anche il leader del Pdl che anche quando nel tardo pomeriggio lascia Palazzo Grazioli con destinazione Arcore si guarda bene dal dire una parola che sia una. Questa vicenda – è il senso dei suoi ragionamenti – si commenta da sola, così come si commenta da solo il magistrato che mi ha giudicato.
Basso profilo, dunque. E un occhio puntato al Quirinale, perché «anche il Colle non può non prendere atto di quanto accaduto». L'incredibile autogol di Esposito, insomma, secondo il leader del Pdl e molti dei suoi consiglieri può contribuire ad aprire uno spiraglio con Giorgio Napolitano. Che, non a caso, ieri ha smentito le ricostruzione di chi lo vedeva «indifferente» al problema aggiungendo di essere in «una fase di esame e riflessione». Ecco perché ancora una volta dal Pdl si levano solo dichiarazioni in difesa del capo dello Stato preso di mira da Beppe Grillo. Perché, è l'input arrivato da via del Plebiscito, bisogna tenere alta la tensione ma senza coinvolgere il Quirinale. Anche solo per non fornire pretesti nel caso in cui l'auspicato intervento del Colle non dovesse arrivare, come in cuor suo - magari solo per scaramanzia, ci mancherebbe - teme Berlusconi. D'altra parte, anche il Cavaliere sa bene che i più stretti consiglieri di Napolitano stanno rassicurando autorevoli esponenti del Pd escludendo interventi di qualsiasi tipo.
Quel che è certo è che la tregua durerà fino a fine settimana. Perché è vero che dal Quirinale si lascia intendere che la fase di «riflessione» potrebbe richiedere mesi, ma pare che Berlusconi voglia un segnale prima del 15 agosto. Ecco perché, nonostante la linea soft, a via dell'Umiltà si sta lavorando a un'altra manifestazione di piazza stile quella di domenica a via del Plebiscito, per non abbassare la guardia. Che, sul fronte interno, resta alta grazie anche al ministro Gaetano Quagliariello che in un'intervista racconta come i falchi del Pdl fossero pronti a far cadere il governo domenica. Un'uscita che riaccende lo scontro interno al partito, in questi giorni stranamente sottotraccia. Le urla di Denis Verdini, per esempio, pare si siano fatte sentire fino in strada.

Commenti

Cosean

Mer, 07/08/2013 - 08:23

Il verdetto nel merito era già scritto! E lo sappiamo perche è per Legge. Il verdetto se il processo è stato regolare non era ancora scritto. Questo ha fatto la Cassazione. Non abbocco con i vostri titoli!

gumisiad

Mer, 07/08/2013 - 08:23

ragazzi se ho capito bene il presidente berlusconi sapeva benissimo di tutte le magagne illegali che succedevano nella sua azienda giusto? ma allora perche si scandalizzano tutti?

pansave

Mer, 07/08/2013 - 08:24

Ed il comunista napoletano Napolitano dovrebbe criticare il comunista napoletano Esposito??? Non credo, c'è forte spirito di gregge tra loro.

papeppe

Mer, 07/08/2013 - 08:28

Ho sentito l'intervista al giudice Esposito e per me ha risposto alla domanda " è un principio giuridico il non poteva non sapere". Ha risposto no, non lo è, ha detto anche che il capo di una azienda può non sapere e a mio parere ha fatto un esempio di quando si può dire "sapeva" dicendo " lo ha detto Tizio Caio e Sempronio". Tengo a dire che ho votato Berlusconi e che continuerò a considerare Berlusconi il leader del PDL o della futura Forza Italia. Io mi chiedo visto che Berlusconi è stato condannato e il giudice Esposito ha detto esplicitamente che non si può condannare solo perché uno è il capo di una azienda, con quale motivazione è stato condannato Berlusconi visto che nel processo non c'è stato nessun tizio caio e sempronio (detto dall'avvocato Ghedini difensore di Berlusconi) ? Siccome Berlusconi è stato condannato quale potrebbe essere la motivazione? Io scommetterei anche 100 euro che la motivazione sarà: Berlusconi sapeva del reato perché è stato lui a inventarlo in anni precedenti.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Mer, 07/08/2013 - 08:31

Ma quale riflessione, quale studio della situazione. Napolitano, con tutta la sinistra, è stato l'artefice del progetto a lunga gittata che dopo venti anni ha portato ad una condanna definitiva. Si capisce cos' la fretta. L'urgenza di affidare il caso alla sezione feriale. C'era da assicurarsi la scelta dei componenti del collegio giudicante. Altro che leggi ad personam, è sotto gli occhi di tutti che c'è una giustizia ad personam. Regole, leggi, consuetudini, diritti della difesa, quando si tratta di Berlusconi i giudici, attentamente selezionati, possono compiere qualsiasi abuso. Lo scopo finale? Poter dire: è un condannato, va emarginato.

Gius1

Mer, 07/08/2013 - 08:37

Silvio, non mollare.

papeppe

Mer, 07/08/2013 - 08:39

Se alla pubblicazione della motivazione della sentenza Berlusconi non risulterà condannato perché ci sono stati i testimoni tizio caio e sempronio, i giornalisti avranno fatto una figura di m.. ( come diceva il buon Fede)

ARGO

Mer, 07/08/2013 - 08:40

Se ce ne fosse stato bisogno l'audio dell'intervista di Esposito dimostra in maniera inequivoca sia il pregiudizio colpevolista di questo giudice "suspectus" ma anche la sua pochezza professionale mista all'arroganza propria della casta di appartenenza. In che mani sono affidati i nostri destini !! Quando questo Paese realizzerà che il problema n°1 è la giustizia?

Alessio2012

Mer, 07/08/2013 - 08:44

Si potrebbe dire: "ma vah?" E' da tangentopoli che si sa già tutto.

R0D4N

Mer, 07/08/2013 - 08:48

Potete girarvela come vi pare ed attaccarvi a qualsiasi virgola. Berlusconi ha frodato il fisco ed è stato condannato, che vi piaccia o no. Berlusconi è stato condannato dopo 3 gradi di giudizio nei quali è stato sempre ritenuto colpevole. Ed è inutile far passare la frode fiscale come semplice evasione: sono due cose nettamente differenti.

cwo11

Mer, 07/08/2013 - 08:48

piantatela di scrivere sciocchezze. Berlusconi e i suoi seguaci non hanno attaccato ignobilmente i giudici un minuto dopo la sentenza, senza attendere le motivazioni della stessa. Pertanto, il giudice Esposito si è semplicemente difeso da un linciaggio mediatico senza precedenti e di gravità inaudita. Onore e solidarietà al coraggioso giudice e a tutti i suoi colleghi che amministrano la giustizia secondo il principio che la legge è uguale per tutti, senza piegarsi alle intimidazioni di nessuno.

gigi0000

Mer, 07/08/2013 - 08:52

"Art. 630. (Codice di Procedura Penale) Casi di revisione. 1. La revisione può essere richiesta: a) se i fatti stabiliti a fondamento della sentenza o del decreto penale di condanna non possono conciliarsi con quelli stabiliti in un'altra sentenza penale irrevocabile del giudice ordinario o di un giudice speciale; b) se la sentenza o il decreto penale di condanna hanno ritenuto la sussistenza del reato a carico del condannato in conseguenza di una sentenza del giudice civile o amministrativo, successivamente revocata, che abbia deciso una delle questioni pregiudiziali previste dall'articolo 3 ovvero una delle questioni previste dall'articolo 479; c) se dopo la condanna sono sopravvenute o si scoprono nuove prove che, sole o unite a quelle già valutate, dimostrano che il condannato deve essere prosciolto a norma dell'articolo 631; d) se è dimostrato che la condanna venne pronunciata in conseguenza di falsità in atti o in giudizio o di un altro fatto previsto dalla legge come reato." Ci sono probabilmente più motivi che sosterrebbero la revisione, ma certamente quella della falsità in atti o in giudizio sembrerebbe la più acclarata: Berlusconi "sapeva perché Tizio, Caio, Sempronio l'avevano informato". Questo è un falso in giudizio, grande come una casa. Fermo restando che nel merito non vi sia alcuna dimostrazione del passaggio di denaro a favore né di Berlusconi, né di alcun'altra persona, società, ente a lui vicino e nemmeno ad altre mani.

francoebasta

Mer, 07/08/2013 - 08:53

Alla bella faccia di quanti lo odiano a prescindere,carichi come sono di invidia,al punto tale di avere davanti agli occhi manco le fette di salame,delle mortadelle addirittura!! Non l'avevo votato prima di oggi ma mi aggiungo senz'altro, è innegabile che sia uno dei pochi veri statisti che questo paese ha mai avut,e l'unico che puo'realmente portarci fuori da sta situazione!

vivaitalia

Mer, 07/08/2013 - 08:56

La comunicazione fatta dal Giudice al Mattino lascia aperta ogni altra considerazione riguardo ai Giudici che Hanno condannato B. E` fatto gravissimo (pregiudizio)sapere che esistono Giudici del genere. Ma chi li nomina? Come vengono scelti? Se sbagliano? E`normale....se condannano va eseguito. Ma chi sono? Negano pure quello che Hanno detto poche ore prima. Il valore del giudizio perde in tutti i sensi. Che decadenza...morale, civile del nostro paese.

@ollel63

Mer, 07/08/2013 - 08:59

la magistratura, quella di 'esposito' ed altri sollazzosi compari, è rea di COLPO DI STATO. Cosa aspetta la politica, a cominciare dal capo dello stato!? Cosa aspettano tutti gli altri poteri amministrativi, organizzativi, burocratici... prefetture, forze armate, sindacati... per accusare, processare e rimuovere questo manipolo di pericolosissimi, devastanti eversivi?

nalegior63

Mer, 07/08/2013 - 09:02

adesso capisco perche abbiamo un ministro congolese...il livello di democrazia e istituzioni e uguale al CONGO,dovremmo uscire dall euroZONA e andare a far parte dell AFRICA dove forse ci troveremo alla pari degli altri...MAMMA MIA in che paese viviamo,magistrati analfabeti plurilaureati,politici c

angelomaria

Mer, 07/08/2013 - 09:04

buongiorno e buon tutto a voi cari lettori in questaltra triste giornata

Accademico

Mer, 07/08/2013 - 09:10

A questo punto i sospetti sono infiniti: il presidente Napolitano, presidente anche del CSM, sottoponga a indagine o, per lo meno a revisione, gli atti relativi al pronunciamento della Cassazione avverso l’ex Premier. I Cittadini, non solo gli Elettori di Berlusconi, hanno il diritto di conoscere la Verità.

janry 45

Mer, 07/08/2013 - 09:11

Caro presidente,tra comunisti e massoni, di magistrati veramente indipendenti ce ne sono rimasti ben pochi.

nalegior63

Mer, 07/08/2013 - 09:12

SIAMO MESSI BENE...grazie comunque a quelli che difendono e votano questa .....VERGOGNATEVI

Libertà75

Mer, 07/08/2013 - 09:13

L'unica cosa che può fare Napolitano è un'inchiesta sul magistrato tramite il CSM e solo se questo ne rileva il pregiudizio, può (il CSM) suggerire la Grazia. Ma sarebbe il primo caso in Italia, purtroppo se il giudice era prevenuto non esiste nel nostro sistema la possibilità di ripetere il processo, cosa che sarebbe più giusta. Aldilà di queste mere alchimie giuridiche, io vorrei capire una cosa: non si era detto che non esistevano testimoni? come fa questo giudice ad affermare (come ha fatto nell'intervista) che SB sapeva perché tizio e caio gli avevano riferito la cosa? Delle due cose è vera una, o non c'erano testimoni e allora questo collegio ha effettuato una sentenza politica (perché è entrato nel merito, cosa che non avrebbe dovuto fare) oppure c'erano testimoni e allora tutto sto clamore è inesistente.

honhil

Mer, 07/08/2013 - 09:19

C’erano una volta i governi balneari. Una barzelletta della politica e sulla politica. Ed oggi se ne piangono le conseguenze. Dato che, in ogni campo, il degrado non bonificato figlia degrado. La magistratura, che di ferie ne consuma per almeno tre volte in più del più fortunato dei cittadini, che non firma registri di presenza, che non ha stretti orari di entrata e di uscita, e che non risponde a nessuno, neppure a se stessa, sui propri carichi di lavoro, nella sua massima espressione giudicante, ha la sua brava “ sezione feriale della Cassazione”. Con il risultato che è sotto gli occhi di tutti. Degna della serie “la sai l’ultima?”. Quando verrà il tempo in cui i cittadini possano pensare ai magistrati “con rispetto e gratitudine”? Arriverà mai? O anche la speranza è stata condanna all’insaputa degli italiani in un’aula di tribunale?

Holmert

Mer, 07/08/2013 - 09:22

Ma voi pensavate che i parrucconi della cassazione si siano riuniti per studiare la sentenza delle parruccone dell'appello? Se sì, allora non avete capito niente di quello che è successo e di quello che sta succedendo. Quelli si no riuniti sapendo già che sentenza dovevano emettere e forse si sono intrattenuti un lasso di tempo, pour epater le bourgeois, magari giocando a bridge (gioco di società, mica a scopone come nella suburra). Poi sono usciti ed hanno ripetuto pari pari quello che aveva detto il PG. Tutto qua. Ci voleva mica Il Mattino di Napoli, per aprire la mente agli ottusangoli, che abbondano tra i credenti della sinistra, senza macula, grazie a questa magistratura. Avete sentito dei magistrati di Siena che avevano ordinato di non intercettare i caporioni del MPS? Ma allora cosa volete come prova provata , certi sinistratori tassatori impenitenti, che tolgono ai "ricchi" per dare a tutti i fancazzisti della penisola, extracomunitari compresi, che di fatto hanno mandato in malora la nazione. Ma non vi vergognate con la vostra faccia di bronzo fuso? Incommensurabile! C'è chi non poteva non sapere e chi non poteva sapere. Secondo santa madre inquisizione, alla maniera del domenicano Torquemada. Così i codici in Italia, interpretati come quelli dell'inquisizione. Altro che certezza del diritto, qui c'è solo certezza dello storto.

EL AMOR BRUJO

Mer, 07/08/2013 - 09:22

Un processaccio! c'é chi ne esce condannato e chi malconcio. Esposito, anni 94-99, andate a guardare La sez. Disciplinare del C.S.M., ...prima che qualcuno ci " ...spezzi le gambe a tutti..." ...con l'auto di servizio...

Ritratto di Baliano

Baliano

Mer, 07/08/2013 - 09:24

E sai che novità, l'hanno scritta da vent'anni e ancora ci stiamo a domandare se quest'ultima porcata non l'avevano già in tasca da molto prima dell'amarone, sfumatura di goudron, cacciagione dei Balcani, ricchi doni e cotillons. -- Solo qualche idiota fra loro, la può prendere in "buona fede", chi possiede almeno due neuroni interconnessi, persino nelle Sezioni intitolate a Dzugas-vili-Stalin, non se la beve. --

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 07/08/2013 - 09:26

Questa è una resa dei conti.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 07/08/2013 - 09:33

Mi chiedo, ma le forze armate non vedono lo sfacelo a cui è arrivato il nostro paese? Perchè non intervengono a riequilibrare i poteri dello stato ormai completamente in possesso del potere giudiziario?

otta

Mer, 07/08/2013 - 09:35

Voi siete fuori di testa!!! Vi state arrampicando sugli specchi. Berlusconi è stato giudicato da tre tribunali ed è colpevole, mettetevelo in testa! E se la giustizia è riuscita ad incastrarlo è solo perché nel formulare le leggi fatte ad hoc per salvarlo i suoi servi hanno sbagliato i calcoli.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 07/08/2013 - 09:47

Sapeva o "non poteva non sapere"? Non seguo molto le vicende giudiziarie del Cavaliere: sono troppe e non ne ho voglia. Però non ricordo di aver letto nelle innumerevoli cronache giudiziarie che lo riguardano che egli sia stato chiamato direttamente e personalmente in causa: evidentemente mi è sfuggito. Del resto il figlio e il P/te Confalonieri dovevano conoscere i fatti meglio di lui, ma sono stati subito assolti. Una giustizia "strana", direi "quasi politica". Comunque l'impressione è che sia stato condannato in base a PRESUNZIONI e non a prove, il che in campo penale non dovrebbe accadere. Aspettiamo che alle chiacchiere de Il Mattino seguano i fatti, certamente citati nella sentenza in arrivo, ma temo che non sapremo mai nulla e la questione finirà nel porto delle nebbie ... all'italiana.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 07/08/2013 - 09:54

Comunque, che che se ne dica e/o pensi, il nostro potere giudiziario è una vera monnezza, indegna della patria del diritto che è l'Italia!

Cosean

Mer, 07/08/2013 - 09:56

Sapere che è colpevole dopo aver letto le sentenze di primo e secondo grado significa che il verdetto è già scritto? Guardate che la cassazione può confermare o non confermare! Il Giudice sapeva di confermare dopo aver già sentenziato! L'intervista è inopportuna, ma non cambia di una virgola la sentenza!

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 07/08/2013 - 09:57

se questo è un giudice ...

soldellavvenire

Mer, 07/08/2013 - 10:01

BAMBINI, COS'è QUESTO CHIASSO? è ora di impartirvi un po' di disciplina? avete raggirato un magistrato della cassazione, eh? bravi, avrete la vostra punizione, non temete

soldellavvenire

Mer, 07/08/2013 - 10:03

puah, "sospetti"... certo è il motivo della condanna, FRODE FISCALE, certa la validità della condanna, di che si parla?

Ritratto di dante57

dante57

Mer, 07/08/2013 - 10:06

sentenza già scritta ,ha detto cose che invalidano il processo ,NON esistono testimoni che accusano Berlusconi ,quindi o ha sbagliato processo ,credeva di fare il processo al Cav mentre invece era qualcun altro ,o non è un giudice imparziale che ha condannato Silvio Berlusconi in base ai suoi convincimenti ,magari letti su giornali come Repubblica o Il Fatto...

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 07/08/2013 - 10:07

Passo indietro o caduta di governo con assunzione di responsabiltà nei confronti degli italiani. Altre soluzioni non sono possibili.

bruna.amorosi

Mer, 07/08/2013 - 10:07

il guaio degli ITALIANI stolti è quello che magari dopo una trentina d'anni si viene a sapere che era tutta una macchinazione ,ma il guaio è fatto .oggi tutti dicono a BERLUSCONI di fare un passo indietro ,invece è proprio quello che NON deve fare .CARI KOMPAGNI non si può tenere e scorticare quindi per una volta nella vita la vostra responsabilità ve la prendete e tutta .Fatelo cadere voi il GOVERNO dopo ci faremo un sacco di risate .COMINCIA APIACERE ANCHE A NOI IL TANTO PEGGIO TANTO MEGLIO .BAY!BAY

Ritratto di No Luigipiscio

No Luigipiscio

Mer, 07/08/2013 - 10:08

gumisiad "ragazzi se ho capito bene il presidente berlusconi sapeva benissimo di tutte le magagne illegali che succedevano nella sua azienda giusto? ma allora perche si scandalizzano tutti?".. semplicemente perché non ha indicato i testimoni che non esistono e quindi Secondo il Killer Rosso le prove consistono nella sua deduzione..forse un tantino autoreferenziale per usare un eufemismo..Hai Capito Giustizialista?

a.zoin

Mer, 07/08/2013 - 10:13

Silvio avanti!!! Solo allora potremmo BASTONARLI PER BENINO. RIDE BENE CHI RIDE ULTIMO.

Tobi

Mer, 07/08/2013 - 10:15

chiedo scusa, ma i giudici sono così? Cioè quelli che decidono l'innocenza o la colpevolezza di una persona sono così?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 07/08/2013 - 10:22

SENTENZA DA ANNULLARE. Io l'avevo scritto - DIO C'E' -

melamarzia

Mer, 07/08/2013 - 10:24

che il giudice possa avere avuto una certa "antipatia" verso azioni, dichiarazioni e politiche messe in atto per delegittimare la magistratura, credo sia piuttosto ovvio. Quale magistrato sarebbe felice di farsi dell eversivo e del golpista solo perche' ha la sfortuna di dover processare il nostro? Rassegnatevi, al massimo le sue dichiarazioni improvvide produrranno una tiratina di orecchie da parte del CSM.

Atlantico

Mer, 07/08/2013 - 10:24

No, ma che già scritto ! La sentenza è stata scritta all'incirca un quarto d'ora prima che Esposito la leggesse in aula. Ridicolo.

Efesto

Mer, 07/08/2013 - 10:30

Ho sentito la registrazione, ora sul web, del giudice Esposito, ho ascoltato con molta attenzione le osservazioni del Prof. Coppi diramate ala rubrica radiofonica Zapping 2.0. Sono sinceramente allibito dalle dichiarazioni di un presidente di cassazione. Li, dove dovrebbe confluire la fiducia più assoluta degli italiani che sperano nella giustizia e nella corretta applicazione del diritto, avvengono fatti che deturpano vergognosamente l'immagine sella serietà e della professionalità. Dio salvi gli italiani!

Atlantico

Mer, 07/08/2013 - 10:35

Ci sono dei post davvero divertenti. Come quello di Argo, del tutto scandalizzato perchè, secondo lui, Esposito ha avuto un pregiudizio 'colpevolista'. Argo, la Cassazione non entra nel merito delle questioni di colpevolezza degli imputati che sono state affrontate e si sono cristallizzate definitivamente nella sentenza di Appello. Di conseguenza - a meno che non si evidenzi un vizio nella procedura seguita in Appello evidenziando quindi una mancanza di legittimità di quella sentenza - la Cassazione non è che ha un pregiudizio di colpevolezza come crede lei, ma fa molto di più: deve dare per scontata la colpevolezza sentenziata in Appello. Ancora non capite la differenza che c'è tra sindacato di merito ( Tribunale e Appello ) e di legittimità ( Cassazione ) ?

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 07/08/2013 - 10:45

Sig. GABRIELE FOGLIETTA, mi permetta, mai commento è stato così veritiero. Lo sottoscrivo.

Ritratto di No Luigipiscio

No Luigipiscio

Mer, 07/08/2013 - 10:55

Atlantico..pensa come stiamo messi se l'istanza che dovrebbe giudicare sul vizio di procedura..viola palesemente la procedura stessa..Solo tu sei rimasto a far finta di credere che il tribunale di Milano, compresa la corte d'appello, abbia la pur minima sembianza di istituzione imparziale..vai a concimare i campi anziché stare qui a prenderci in giro con le tue pseudolezioni di diritto..

killkoms

Mer, 07/08/2013 - 11:01

@cosean,per te e i sinistri i giudic sono belli e bravi solom quando condannano il cav,anche calpestando il diritto!per un problema analogo in casa fiat,anni fà,l'avvocato(proprietario)se la cavò,(poteva NON sapere)e beccò la condanna,l'allora AD romiti!

killkoms

Mer, 07/08/2013 - 11:04

@rod4n,già,la semplice evasione è prerogativa di cdb ed altri vero?se cdb verrebbe sorpreso a rubare i giudicI direbbero che è cleptomania!

killkoms

Mer, 07/08/2013 - 11:15

@gumisiad,il sapere perchè glie lo avevano detto gli ignoti tizio,caio,e sempronio giuridicamente parlando non dovrebbe bastare!ci vogliono atti firmati ed autorizzazioni di pagamenti!ma se si tratta di"fottere silvio"basta pure il sentito dire..!

Romolo48

Mer, 07/08/2013 - 11:15

@Cosean e gumisiad ... sarebbe carino che il Giudice di Cassazione facesse anche i nomi di chi ha informato Berlusconi, visto che nei processi di primo e secondo grado non ne sono usciti. Consideriamo anche che nessuno dei testimoni prodotti dalla difesa è stato ammesso: a nessuno pare strano? Evidentemente NO POICHè SI TRATTA DI BERLUSCONI, delinquente e colpevole a prescindere.

Pinozzo

Mer, 07/08/2013 - 11:17

Se killkoms venisse sorpreso con un diploma di quinta elementare in mano direbbero che e' cleptomania.

Romolo48

Mer, 07/08/2013 - 11:21

@ R0D4N ... a te forse basta che una persona sia RITENUTA colpevole per condannarla. E' una suggestiva teoria: in pratica sta affermando che, prove o non prove, è sufficiente che un giudice RITENGA, a suo insindacabile giudizio, che i fatti si siano svolti in un certo modo per emettere sentenze di condanna. SE è così, allora la Giustizia va proprio riformata.

Romolo48

Mer, 07/08/2013 - 11:25

@ luigipiso ... il PDL sosterrà il governo fino in fondo, anche se Berlusconi dovesse farsi un anno di galera. Fatelo cadere voi il governo visto che avete una voglia matta!!!

levy

Mer, 07/08/2013 - 11:30

Secondo me Napolitano ha avuto un ruolo determinante in questo proceso.

levy

Mer, 07/08/2013 - 11:32

Cosa c'é di piú bello per un político senza scrupoli, togliersi il nemico dai piedi con una sentenza di condanna.

no_balls

Mer, 07/08/2013 - 11:43

per bruna amorosi... e se fra 30 anni si scopre invece il contrario di quello che lei sostiene ? e cioe' che un uomo che ha commesso reati e' sceso in politica per salvarsi... trascinando l'italia nel baratro mentre lui faceva cene eleganti...e grazie alle sue tv prende in giro le menti deboli presenti nella nostra popolazione ? lei quanto e' disposta a pagare per essere stata causa di tutto questo ??? ipotecherebbe la propria casa ? noooo ?? purtroppo il conto arrivera' ugualmente..e lo pagheranno i cittadini. Anche quelli che non se la sono bevuta come lei, ma avremo diritto di rivalsa , ne stia certa

Atlantico

Mer, 07/08/2013 - 11:58

Da 48 ore il PdL sta montando una tempesta in un bicchiere d'acqua, anche se legittimamente dal suo punto di vista ( che poi è quello del padrone del PdL, sia ben chiaro ). Il destro gliel'ha offerto Esposito che, forse per smania di protagonismo, ha fatto una cappellata incidente, però, solo a livello mediatico perchè la sentenza è inattaccabile e irrevocabileUn magistrato dovrebbe parlare solo quando è in pensione. Con la moglie.

ABU NAWAS

Mer, 07/08/2013 - 11:59

COME VOLEVASI DIMOSTRARE.........ERA GIA' SCRITTA LA SCIAGURATA SENTENZA!! DA UN PRESIDENTE DEL COLLEGIO, "CHIACCHERONE SENZA PROFESSIONALITA'" .... PER USARE UN EUFEMISMO, E MENDACE COME PROVATO DALL'AUDIO!!!!! E ORA CHE SUCCEDE??? IL COLLE CONTINUA A RIFLETTERE,L'A.N.M. DIFENDE IL MENDACE ESPOSITO, E GLI ITALIANI ASPETTANO CHE IL COLLE ANNULLI LA SENTENZA, CENSURI L'INQUALIFICABILE A.N.M. E CONSENTA A BERLUSCONI DI MANDARE AVANTI LA TANTO ATTESA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA.!!! SOLO COSI' NAPOLITANO POTRA' LASCIARE UN BUON RICORDO DI SE' SUI LIBRI DELLA STORIA!!

Libertà75

Mer, 07/08/2013 - 12:08

@atlantico se la Cassazione stabilisce che tizio e caio hanno informato SB e di ciò non c'è traccia nelle motivazioni di primo e secondo grado perché lì si facevano solo delle conseguenze logiche, allora se tutto ciò è vero vuol dire che è entrata nel merito. Saremmo qui a dire che lei ha ragione come che la sentenza è perfetta se e solo se tale giudice non avesse anticipato un elemento così critico

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 07/08/2013 - 12:10

Mi dividono dal cav. , per il quale ho sempre votato senza rimpianti, solo alcune cosette di non marginale importanza 1. Non esiste una magistratura buona ed una cattiva, c'è una sola magistratura, compatta, equivoca e sovversiva. 2. La magistratura non è comunista o anticomunista. La magistratura per diventare onnipotente aveva bisogno del consenso di uno dei due sempiterni schieramenti. Ha scelto, secondo convenienza, il più debole, numeroso, ignorante e barbaro. 3. Non è vero che in Italia la maggioranza è di cdx,balle. L'Italia è proprio di cultura comunista: povero è bello, ricco è brutto, l'impresa è di chi ci lavora, ognuno ha diritto ad un lavoro e a una casa a cui, in ultima istanza, deve provvedere lo Stato, l'impresa non può delocalizzare, chiudere o fare profitto, giusto altrimenti occupare strade autostrade porti ed areoporti, è necessario che chi è capace di produrre un reddito ne dia più della metà a chi non ne è capace, tramite lo Stato che lo trattiene quasi tutto per maneggi suoi. Questi sono precetti sovietici e nelle aziende mediatiche del cav. si spacciano come il pane. Comunque grazie per non averci fatto diventare Cuba, Corea del Nord, DDR o URSS: le premesse c'erano tutte. Grazie ancora.

papeppe

Mer, 07/08/2013 - 12:22

Ok prendo atto che nessuno, ascoltando la registrazione del giudice Esposito, si sia convinto che il giudice ha solo risposto alla domanda fatta dal giornalista e che non ha mai parlato di Berlusconi e del suo processo.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 07/08/2013 - 12:39

Tutti,grazie al berlusca, sanno che il verdetto era già scritto . Era già scritto nella seconda fase di giudizio. Per gli analfabeti si ripete che la Cassazione controlla solamente che ,il "VERDETTO GIA' SCRITTO " non abbia delle inesattezze tecniche. Per il resto non si pronuncia. CAPITOOO !!

killkoms

Mer, 07/08/2013 - 12:43

@pinozzzo,è arrivato l'illustre accademico della crusca(quella del mulino)!

soldellavvenire

Mer, 07/08/2013 - 12:46

mauriziogiuntoli - "L'Italia è proprio di cultura comunista: povero è bello, ricco è brutto, l'impresa è di chi ci lavora, ognuno ha diritto ad un lavoro e a una casa a cui, in ultima istanza, deve provvedere lo Stato, l'impresa non può delocalizzare, chiudere o fare profitto, giusto altrimenti occupare strade autostrade porti ed areoporti, è necessario che chi è capace di produrre un reddito ne dia più della metà a chi non ne è capace, tramite lo Stato che lo trattiene quasi tutto per maneggi suoi." bravo, stai facendo progressi, ribalta tutto ed avrai il tuo vero ideale: ti piace? accomodati in africa, ci sono tanti regni dove potrai realizzarlo

BeppeZak

Mer, 07/08/2013 - 13:26

La cretinata del giorno: un sinistrorso afferma che il magistrato Esposito ha rilasciato l'intervista per la gogna mediatica a cui è' stato sottoposto. Ma credono che siamo tutti dei perfetti imbecilli? Ha detto che è' colpevole perché tizio, caio e sempronio lo avevano informato della commissione del reato. Ora ci dica chi sono tizio, caio e sempronio che non sono mai stati evidenziati nel processo. Si lamenta della gogna mediatica lui. Che dovrebbe dire Berlusconi che da 20 anni e' sotto la gogna mediatica e della giustizia.

steffff

Mer, 07/08/2013 - 14:17

c'e' qualcosa che mi sfugge. secondo il giudice, Berlusconi e' colpevole del reato ascritto perche' Tizio Caio e Sempronio lo avevano informato su quel che stava succedendo. Quindi. Se io sto progettando di uccidere Tizio e informo Caio di quello che sto facendo, posso farlo tranquillamente perche' poi a essere processato per omicidio sara' Caio perche' e' informato?

R0D4N

Mer, 07/08/2013 - 14:24

@ Romolo48 Lei conosce le carte processuali, se le è lette? Si è letto le motivazioni della sentenza di primo grado e quella di appello? Ha visto la perizia fatta fare alla KPMG e tutte le prove venute fuori? O invece le basta che gli avvocati di parte ed i giornali di B. le dicano che non ci sono le prove? Lei gli crede sulla parola?

Gioa

Mer, 07/08/2013 - 14:46

BERLUSCONI!! ASPETTIAMO FIDUCIOSI. SE NAPOLITANDO NON TI GRAZIA, TI AVRA' SULLA COSCIENZA PER IL RESTO DELLA VITA. ANDARE IN PENSIONE CON UN RIMORSO CHE LO CONSUMA LA PENSIONE NON SE LA GODE PER NIENTE. Ma tanto lui dirà: io sono io Berlusconi è Berlusconi e così è!! Dirà così ma le coscienze sono coscienze. Male che c'è l'EUROPA..ABBIAMO L'ITALIA PRENDEREMO ANCHE L'EUROPA con COPPI AL FIANCO PUOI STARE TRANQUILLO!! COPPI E' COPPI MICA UN NOME DA POCO...L'ITLIA INSIEMA A TE L'ABBIAMO ESPUNATA SE NAPOLITANO NON TI GRAZIA E VULE CHE INSIEME A TE ESPUGNIAMO ANCHE L'EUROPA...BASTA POCO E TANTA VOLONTA'...VAI SILVIO NON MOLLARE CE LA FAREMO!!. EVVIVA SILVIO BERLUSCONI, IO E NOI TUTTI CHE LO SOSTENIAMO E LO SOSTERREMO SEMPRE ANCHE IN "CAPO AL MONDO". OBIETTIVO VERO...EVVIVA FALCONE diverso da esposito...

precisino54

Mer, 07/08/2013 - 15:19

E se le dichiarazioni di Quagliarello, in merito ai falchi del PdL, fossero proprio l'accelerante per far capire a chi deve che i tempi sono stretti e non si può prendere tempo sine die? Ovvero se tutto fosse una pantomima, un gioco delle parti? Indubbiamente nel complesso delle dichiarazioni di ieri sulla questione intervista Esposito, due sono i soggetti che hanno brillato per il silenzio: uno che normalmente non si tira indietro per dire chiaramente e senza mezze misure il suo pensiero, è SB; l'altro che esterna raramente, e fa del basso profilo la sua cifra, Nitto Plama, che nella qualità di presidente della commissione giustizia del Senato avrebbe avuto sicuramente titolo. Hanno invece parlato, stigmatizzando giustamente l'improvvida intervista, il ministro della Giustizia, il primo presidente della Cassazione, l'anm, e il presidente della commissione giustizia della Camera on Ferrante magistrato di area Pd. Le voci di tali ben qualificati soggetti mi induce a pensare che la vicenda non sia finita e che in futuro non avremo il solito buffetto!

bruna.amorosi

Mer, 07/08/2013 - 15:22

NO_BALLS vede caro signore io al contrario di lei non ho nessuna certezza MA AVENDO DOVUTO COMBATTERE X 22 ANNI CON MAGISTRATI CHE LA MIA CAUSA LA FACEVANO SPARIRE. per sua informazione ho vinto io .poi con i SE non si va da nessuna parte .lei è convinto che BERLUSCONI sia un delinquente io al contrario di lei voglio sapere con certezza se lo è adesso non attacchi con il terzo grado di giudizio perche non si fanno processi senza che l'imputato possa scolparsi .questo accade solo in ITALIA perche solo qui la magistratura può scendere in politica avendo la toga addosso .neghi se può .LEI sembra tenere alla legalità benissimo allora in galera VENDOLA (GRAZIATO DALL'AMICA DI FAMIGLIA ) PENATI che ha processi ancora più duri. perciò aspetto fiduciosa che questi galantuomini VADANO IN GALERA INSIEME .

Alepredo

Mer, 07/08/2013 - 17:02

@Cosean, la cassazione è per stabilire se il processo è stato regolare e non lo è stato. Il problema è che è stato fatto tutto con pregiudizio verso l'imputato, ODIATO, a danno della democrazia. Ci sono stati due processi simili, ed è passato ingiudicato perché non aveva nulla a che fare con mediaset!!! Questo processo di cassazione è da annullare per vizio di forma.

Alepredo

Mer, 07/08/2013 - 17:20

@bruna.amorosi, ti sei dimenticata di De Benedetti, evasi 225.000.000€ e gli hanno dato soltanto una ammenda!!! Berlusconi, ne ha PAGATI 567.000.000€ ed è uno dei primi contribuenti ITALIANI. FORSE QUALCUNO PENSA CHE SIA STUPIDO, SECONDO VOI, ANDAVA A RISCHIO DI QUALCHE PENA PER EVADERNE 7.300.000 DI EURO??? Tutto ma non ditemi che lo pensate stupido o avete qualche problema!!!

giovannibid

Mer, 07/08/2013 - 18:03

Presidente denunci questo "SCHIFO" alla Corte Europea e se non basta si rivolga alla Corte dell'AJA vediamo come si difenderanno

Azzurro Azzurro

Mer, 07/08/2013 - 19:00

Libertà75 io non credo sia colpevole. Infatti tizio caio e sempronio nelle carte non esistono se li e' inventati.

Azzurro Azzurro

Mer, 07/08/2013 - 19:07

A me pare evidente la prevenzione a voler condannare a prescindere un innocente. Se non e' possibile impugnare una sentenza ingiusta, si vada alla Corte Europea, ma non rimaniamo passivi, ribelliamoci a questo sopruso.

Azzurro Azzurro

Mer, 07/08/2013 - 19:27

Tra l'altro se ricordo bene fu un'operazione eseguita da collaboratori disonesti che poi furono licenziati. Altra cosa che mi lascia perplesso: perche' non sono stati accettati i testi a discarico? Mi sembra molto grave, la Giustizia dovrebbe essere totalmente imparziale, altrimenti non e' piu' democrazia, la democrazia e' sospesa.

Azzurro Azzurro

Mer, 07/08/2013 - 19:32

Continuando con la guerra civile, usando la magistratura per colpire gli avversari politici, non potremo che fallire, con gli enormi problemi che abbiamo. Basta odio per favore...l'odio si nutre di odio

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 07/08/2013 - 20:15

@AzzurroAzzurro Non si capisce nulla di quanto ha scritto salvo che è devoto al suo santone e che farfuglia di assurdità legali europee delle quali non ha alcuna cognizione.

Azzurro Azzurro

Mer, 07/08/2013 - 20:16

Bruna Amnorosi Continua con le tue denunce sono un tuo fa. W il Cavaliere che ci ha salvati dal komunismo!