Berlusconi sta alla finestra: sarà il Pd a far cadere Letta

Il leader azzurro è convinto che saranno le tensioni all’interno dei democratici a rivelarsi fatali per l’esecutivo. Su Iva e Imu niente concessioni al partito delle tasse

Tradizionale lunedì in fa­miglia per il Cavaliere che osserva da lontano le vicende del Palazzo. Ad Arco­re fino a ieri, da oggi dovrebbe essere a Roma dove già domani è atteso negli studi di «Porta a porta». Berlusconi non muta la sua strategia. Che resta attendi­sta: non molla e non mollerà di un millimetro sul fronte delle tasse. E se al Pd non sta bene af­fari loro; tolgano pure la fiducia al «loro» Letta visto che è un go­verno che non strappa applausi a nessuno. Così, lascia che sia­no i mastini del Pdl a ringhiare per lui su ogni ipotesi di aumen­to dell’Iva e ritorno dell’Imu. La partita si gioca tutta sulle coper­ture con le 7 proposte gettate sul tavolo dal capogruppo Bru­netta. Saccomanni si esprima su quelle, invece di ripercorre­re i sentieri recessivi già percor­si da Monti. Naturalmente il Cavaliere non ha soltanto l’Iva per la te­sta. Sa che la sabbia della clessi­dra che misura il momento del­la sua decadenza da senatore corre inesorabile. E sul voto, pri­ma in giunta e poi in Aula, non si fa illusioni: arriverà il pollice verso da parte del centrosini­stra, in netta maggioranza in giunta. Una scadenza c’è: il prossimo 4 ottobre o lui stesso o i suoi legali potrebbero essere ascoltati.

E quella sarà l’occasio­ne per una sorta di arringa difen­siva, nel tentativo di convince­re i 23 membri dell’organismo del Senato delle proprie buone ragioni. Sforzo che risulterà va­no. Anche se la seduta, già ca­lendarizzata, verrà trasmessa in streaming, il Cavaliere sareb­be orientato a mandare i suoi av­vocati posto che la discussione avverrà «in punta di diritto». Niente comizio, quindi. Men­tre sembra tramontare pure l’ipotesi di un suo intervento in televisione per denunciare l’as­sal­to delle Procure nei suoi con­fronti. A consigliargli cautela, come al solito, i figli. Questione di opportunità anche se nessu­no, in famiglia, si fa illusioni su come andrà a finire. «Mi voglio­no far fuori in tutti i modi », ripe­te sconsolato l’ex premier.

Il quale ha pure un’altra sca­denza clou: quella del 15 otto­bre, data entro la quale Berlu­sconi deve optare per gli arresti domiciliari o per l’affidamento in prova ai servizi sociali. Qualo­ra non decidesse, il giudice di sorveglianza gli applicherebbe d’ufficio la reclusione ai domici­liari. L’umore, ovvio, non è dei migliori; anche perché soltanto qualche giorno dopo, il 19 otto­bre, arriverà l’altra sentenza della corte d’Appello di Milano che dovrà stabilire la durata del­l’interdizione ai pubblici uffici. Addio scudo, quindi, e Cavalie­re in ba­lìa delle schegge più poli­ticizzate della magistratura, de­siderose di assestare il colpo fi­nale all’odiato nemico. Ci sa­rebbero tutti gli elementi per re­agire, come pancia e cuore gli suggeriscono. Tuttavia il Cavaliere frena. At­tende a fare il cosiddetto «fallo di reazione», nella consapevo­lezza che tra poco sarà il Pd a mandare all’aria tutto.Occasio­ni di scontro non mancano e non mancheranno. Un altro momento di frizione pesante è dietro l’angolo. Domani infatti è calendarizzata in aula, alla Ca­mera, l’elezione del vicepresi­dente e del segretario di presi­denza. Per prassi spetterebbe al Pdl avanzare un nome e gli az­zurri avevano proposto Danie­la Santanchè.

Nome che il Pd s’era sempre rifiutato di pren­dere in considerazione, rite­nendolo «troppo divisivo». Non avendo trovato la quadra, s’era rimandato, appunto, fino a mercoledì. Che fare quindi? In queste ore sono si sono ria­perte le trattative, nella speran­za che Santanchè faccia un pas­so indietro. E circolano già dei nomi alternativi: il giovane Si­mone Baldelli, apprezzatissi­mo dal capogruppo Brunetta; Antonio Leone, già vicepresi­dente; oppure le due azzurre Stefania Prestigiacomo e Mara Carfagna.

Commenti

disaccordo

Mar, 24/09/2013 - 08:33

E' preoccupante come nemmeno voi che ne siete servi riusciate a trovare foto recenti del capo senza che sembri una statua di cera.

xgerico

Mar, 24/09/2013 - 08:59

Certo che è un periodaccio per Silvio, ora pure Balotelli gli hanno messo ai domiciliari!

Cristina Ulcigrai

Mar, 24/09/2013 - 09:00

Penso sia giusto che in questo momento Silvio Berlusconi attenda nuovi eventi.Ciao e buona giornata.Cristina.

Ritratto di Sniper

Sniper

Mar, 24/09/2013 - 09:05

"Il Cavaliere osserva da lontano...alla finestra...", da dietro le sbarre (virtuali ovviamente). P.S. Ma un Pregiudicato non dovrebbe essere spogliato del Cavalierato?

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 24/09/2013 - 09:10

Sarebbe la dimostrazione di una grande debolezza non ripresentare la signora Santanché per la vicepresidenza della camera. Sarebbe un cedimento imperdonabile nei confronti dei sinistri, che così dimostrano di voler dettare legge o, perlomeno, mettere becco nelle decisioni del nostro schieramento. Badassero, invece, ai loro rappresentanti indegni ed impresentabili da tutti i punti di vista, come la Boldrini. Quindi, ci si batta per la vicepresidenza esclusivamente per la Santanché e nessun'altro. Non ci devono essere sostituti.

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Mar, 24/09/2013 - 09:12

lui da don mazzi e la pascale a lavorare a napoli in pizzeria ahahahahaha

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Mar, 24/09/2013 - 09:15

ma va la! in galera ed esproprio di tv e giornali altro che storie

Ritratto di cleopatria

cleopatria

Mar, 24/09/2013 - 09:16

Bravi come i comunisti, a farsi implodere... nemmeno i talebani,toh! Cavaliere, sieda sulla sponda del fiume e aspetti! E' in piena: tracimerà prestissimo!

xgerico

Mar, 24/09/2013 - 09:17

@disaccordo Hooooooo guarda bene la foto, e recente, e lui che ora come ora non ha più niente di originale!

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Mar, 24/09/2013 - 09:20

ma le proposte dei leccapiedi (brunetta da laggiu' altro non puo' leccare) di questo ladro frodatore colpevole pluricondannato dove sono? ho letto roba tipo "anticipi" "una tantum".. ah no scusate dimenticavo.. paga lui di tasca sua hahahah babbei.

xgerico

Mar, 24/09/2013 - 09:23

Ops..... pure Kaka, a letto malato!

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 24/09/2013 - 09:38

ormai che il Cav stia alla "finestra" è un fatto assodato da diversi anni, ha assunto un'atteggiamento endemicamente passivo, continua ad ascoltare le colombe..okkio Cav che di passività e colombe si và al capolinea

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 24/09/2013 - 09:43

ettore muti, ferdnando55, Sniper, disaccordo..ecco la puzza degli sgherri del colcotz sinistro/magistrato..ammorbare il forum..azz che tanfo! laccaladri di regime che danno del ladro agli altri..invece di pensare al furto rosso..dell'Mps o della puglia o dell'emilia...e delle bravate della LORO beneamata magistratura!!...

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 24/09/2013 - 10:00

Riprovo e mi ripeto sul tema delle tasse. L'IVA dal 21 al 22% è un grosso salto, più di quanto possa pensare l'uomo della strada. Il fatto è che dagli anni '70 in poi vi è stata una corsa continua, inarrestabile, all'aumento delle tasse ed il punto di non ritorno è stata l' "invenzione" dell'IRAP nel '98, ad opera di Visco, operazione di cui nessuno parla, segnatamente a sinistra: colpisce grosso modo il giro d'affari, come l'IVA, con l'aliquota del 3,9% (in origine del 4,25%). Un'imposta sconosciuta nel resto del mondo, che ora è identificata come "imposta sul lavoro", anche se a mio modesto avviso nella sostanza è un duplicato dell'IVA, almeno per imprenditori e lavoratori autonomi, pure se non compare in fattura. Il tutto per mantenere in piedi un faraonico sistema di gestione dello stato, che ha le sue “vette” in una "presidenza della Repubblica" che costa 240milioni all'anno (12 volte il p/te della Germania) e nella sostanziale irresponsabilità degli enti regione, come si è constato di recentemente nel Lazio e non solo. Anche un bambino dovrebbe capire che i costi dello stato devono essere ridotti, dato che con l'aumento delle imposte si va alla rovina, ma questo è un tasto che nessuno vuole toccare, non fa comodo alla "politica", a partire dai "palazzi". Per questo non lo può e non lo vuole capire neppure Letta, che vorrebbe durare, e con lui non lo vogliono capire anche i partiti che lo sostengono.

Rossana Rossi

Mar, 24/09/2013 - 10:15

Rosicate pure babbei trinaricciuti, Silvio risorge sempre e voi naufragherete nella vostra stessa spocchia e presunzione......da veri incapaci!

Holmert

Mar, 24/09/2013 - 10:22

Spero tanto che quella di Berlusconi non sia una finestra a scacchi.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Mar, 24/09/2013 - 10:23

@ilvillacastellano. ti hanno ascoltato hahahaha Simone Baldelli candidato hahahahah babbeo!

giocondo1

Mar, 24/09/2013 - 10:41

@ferdnando55 : Se non hai di meglio da dire per argomentare seriamente sul tema, stattene in silenzio, che gli insulti che pronunci rendono solo dimostrazione della tua stupidaggine. Se avessi letto meglio avresti intuito che le proposte sono state gettate in faccia al ministro dell'economia e finora non è stata ancora presa una posizione ufficiale e ragionata sul dibattito da parte dei vostri "scienziati bocconiani", mandanti di questo governo e di questo ministro, probabilmente perché non vogliono inimicarsi i babbei della tua specie.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 24/09/2013 - 10:59

se i prossimi mesi li si impiegano in uno stucchevole giochetto a staccare la spina,gli unici fregati per l'ennesima volta siamo noi cittadini e direi che ce lo meritiamo tutto.Non e' bastato a febbraio terrdmotare i due partiti piu' grandi dissanguandoli di 10 milioni di voti,son rimasti li con le stesse facce...

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Mar, 24/09/2013 - 11:08

@giocondo1. babbione ignorante, quali sono le proposte? una tantum? non dare i soldi alle imprese? e vorresti pure che le prendessero in considerazione? nel tuo commento cosa hai detto? fanfarone!

Gioa

Mar, 24/09/2013 - 11:11

ETTORE MUTI...VOLENDO BERLUSCONO RIESCE PURE A FARE IL PIZZAIOLO..TU NEANCHE LA FARINA SAI IMPASTARE...SE IMPASTANDO CI FOSSE IL RITORNO DI QUALCOSA PER TE COME I COMUNISTI E SIMILARI ALLORA VIENE FUORI IL MEGLIO DI VOI...SAI COSA DALLA PIZZA AL MINESTRONE!! BERLUSOCNI FA BENE A GUARDARE IL MINESTRONE BRUCIARE...ANCHE I MINESTRONI BRUCIANO....ENRICHETTO LETTA QUESTO LO SAI ANCHE TU, NATURALMENTE SU CONSIGLIO DI RE GIORGIONO=NAPOILITANO...SIETE DUE MINIESTRONI ARCOBALINIZZATI ORA!!

LAMBRO

Mar, 24/09/2013 - 11:14

POSSIAMO STARE TRANQUILLI !!! LETTA CADRA' PER IL FUOCO AMICO!! MA ""IL TOSCO "" PROVERA' AD INCANTARE GLI ITALIANI.....PAROLE. .PAROLE..PAROLE... E LA BICICLETTA!!

@ollel63

Mar, 24/09/2013 - 11:50

non c'è articolo di questo Giornale così avidamente letto (ma sanno leggere!?) da gruppi sinistrati kamikazi (magari è un solo impiegato pubblico all'uopo arruolato) che si salvi dall'assalto dalle loro bombette bla-bla-bla antiuomo (Berlusconi, ovviamente). Poveri sinistrati derelitti abbindolati e abbandonati! Una prece per le loro anime spianatine!

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Mar, 24/09/2013 - 12:15

gioa un bel respiro , poi riprovaci ahahahaha

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Mar, 24/09/2013 - 12:28

E' vero, la foto dell'inaugurazione di FI la scorsa settimana sembrava fatta al museo delle cere. Di giovani non imbalsamati nemmeno l'ombra. Avete presente le foto della nomenklatura sovietica anni '70 ? Così.

Ritratto di romy

romy

Mar, 24/09/2013 - 13:01

RicordaTi Silvio,attendi sulla sponda del fiume,si trucideranno tra loro stessi,Tu assisterai allo spettacolo e ne raccoglierai i frutti e noi assisteremo alle comiche.Noi siamo i guardiani delle tasse e non ci facciamo infinocchiare da nessuno,che l'Europa si dia una calmata nel suo rigorismo, nonostante la vittoria della Merkel in Germania,altrimenti nulla è obbligatorio????

vincenzo cacopardo

Mar, 24/09/2013 - 18:04

Quale potrà essere l’atteggiamento del Cavaliere che ormai sembra non avere più nulla da perdere? Adesso, attraverso i suoi fedelissimi deputati, farà valere con più evidenza impossibili proposte al fine di sfinire il vero avversario politico (PD) e nel contempo accattivare un maggior consenso con l’elettorato. Poco importerà la consistenza che avranno tali progetti..quando il preciso fine sarà quello di stremare il partito di coalizione assorto nella dura lotta interna per la definizione del congresso e la difficile elezione alla segreteria. Verranno proposte leggi o disegni di legge sempre più populistici, anche se consapevolmente improponibili e supportate da numeri a caso.. al fine di costringere il maggior partito di coalizione a non poterle soddisfare..ma con lo scopo di ottenere un doppio risultato: Un consenso propagandistico con il plauso da parte di quel popolo meno competente ..e la responsabilità della futura prossima caduta del governo allo stesso PD. Facile pensare che adesso lo scopo più importante per il PDL e del futuro nuovo(vecchio) partito di Forza Italia, non potrà che essere l’opportunità di costringere il suo vero avversario (oggi coalizzato) responsabilizzandolo successivamente in una futura caduta di governo.. poiché questo potrà essere il vero punto di forza della prossima campagna elettorale. Cosa ha ormai da perdere Berlusconi? ..Quale migliore opportunità.. quella di poter spingere e provocare al massimo il partito da sempre avversario.. alla irresponsabile caduta di un governo voluto dal nostro Capo dello Stato per un servizio al Paese? vincenzocacopardo.blogspot.com

giocondo1

Mar, 24/09/2013 - 19:34

@ferdinando55@ : non so se 55 è il tuo anno di nascita o la tua età, ma nell'uno e nell'altro caso stai rovinato, fratello. Non posso dirti di più xché mi censurano....