Berlusconi, vent'anni di giustizia a orologeria

Dal '93 a oggi a ogni azione politica del Cav è corrisposta una reazione della magistratura

È come se ci fosse un orologio solo per lui. Da azionare in momenti chiave, ora per demolire la sua immagine, ora per inficiarne il consenso. Lui è Silvio Berlusconi. E coloro che muovono le lancette sono i magistrati. “Giustizia a orologeria” è una delle locuzioni più abusate della storia della seconda Repubblica, pronunciata ogni qual volta i magistrati hanno puntato il dito contro il Cavaliere. I suoi detrattori politici la bollano invece come una giustificazione, un alibi ad hoc su cui appigliarsi e grazie al quale scagliarsi contro il potere giudiziario. Eliminando le due teorie, se ne potrebbe aggiungere un'altra allora: quella dell'infausta coincidenza, del caso. Perché passando in rassegna il ventennio berlusconiano (come ha ricostruito anche Panorama), gli esempi di reazione pavloviana a volte sono lampanti. Sembra quasi la trasposizione - dalla fisica alla politica - del terzo principio della dinamica: “A ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria (della magistratura)”. O viceversa.

Partiamo dal 1993. Berlusconi appoggia la candidatura di Fini alle comunali di Roma. Passano tre mesi e il braccio destro di Forza Italia, Marcello Dell'Utri, viene accusato di falso in bilancio. Come conseguenza di ciò, quattro giorni prima del voto, la procura di Palmi ordina l'acquisizione dell'elenco dei candidati e dei presidenti dei Club di Forza Italia a Milano e a Roma nell'ambito di una inchiesta sulla massoneria deviata. Insomma, neanche il tempo di nascere, che il partito del Cavaliere è già nel mirino delle toghe.

Nel 1994 a un mese dalla vittoria del centrodestra alle elezioni politiche e alla vigilia del conferimento dell'incarico di Scalfaro di formare il governo, contro Berlusconi parte l'inchiesta su presunte tangenti e corruzione operata dai dirigenti Fininvest. Poi c'è uno dei casi più eclatanti. Avviene il 22 novembre dello stesso anno. Mentre Berlusconi coordina la conferenza mondiale delle Nazioni Unite sulla criminalità organizzata a Napoli, il Corriere della Sera anticipa la notizia di un invito a comparire disposto dalla procura di Milano in merito a una indagine che lo coinvolge relativa a corruzione per presunte tangenti alla Finanza. Amen. Fine del primo governo. Nel 1995, quindici giorni prima del referendum sulla legge Mammì, la procura di Torino chiede l'arresto per Dell'Utri. Il primo febbraio del 1996, a Milano, proprio mentre inizia la campagna elettorale, viene chiesto il rinvio a giudizio per finanziamento illecito, falso in bilancio e ricettazione di Craxi e Berlusconi. A marzo (un mese prima le elezioni politiche) parte l'inchiesta toghe sporche e anche il Cavaliere risulta indagato. L'apoteosi della coincidenza si palesa l'8 maggio 1998. Il leader di Forza Italia inaugura la campagna per le amministrative di metà giugno e lo stesso giorno la procura di Milano lo indaga per corruzione in atti giudiziari sulle sentenze Mondadori e Iri-Sme. Nel 2003, un mese prima delle regionali del 26 maggio, il processo Sme-Ariosto arriva alle battute finali. Così come, nel 2006, un mese prima delle elezioni politiche la procura di Milano chiede il rinvio a giudizio di Berlusconi e dell'avvocato Mills. Il 26 aprile del 2005, nel giorno in cui Berlusconi si appresta a presentarsi davanti al Parlamento al termine di una crisi delicata, arriva la richiesta di rinvio a giudizio nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte irregolarità nell'acquisto di diritti cinematografici da parte di Mediaset.

A dicembre dello stesso anno, il Corriere della Sera anticipa (un'altra volta) un invito a comparire nei confronti di Berlusconi sul caso Mills. Il commento di Ghedini fu laconico: “È iniziata la campagna elettorale”. Nel marzo 2006, a poco tempo dal voto, la procura di Milano torna all'attacco sul caso Mills. Il 26 marzo 2007, il Pg di Milano, Piero De Tetris, chiede la condanna di Berlusconi a cinque anni nel processo d'appello per la vicenda Sme. Per Maurizio Lupi “l'offensiva della procura arriva dopo la pubblicazione di sondaggi devastanti per la sinistra e prima di un voto parlamentare come quello sull'Afghanistan decisivo per le sorti del governo.” Nel 2009, a venti giorni prima dalle elezioni europee, vengono depositate le motivazioni della sentenza All-Iberian. L'anno dopo, a pochi mesi dalle elezioni amministrative, ecco che partono le inchieste sugli appalti fiorentini della Protezione Civile e sul caso Trani. Infine oggi, a pochi giorni dall'intesa tra Renzi e Berlusconi sulla legge elettorale e sulle riforme, arriva l'assalto finale con l'inchiesta Ruby Ter.

Commenti
Ritratto di ashton68

ashton68

Gio, 23/01/2014 - 16:29

Già da tempo questa magistratura partigiana palesemente deviata politicamente ha oltrepassato il limite della vergogna e dell'illegalità, conscia di restare impunita. Chissà cosa non salterebbe fuori se si intercettassero le loro telefonate. Ma costoro sono e si sentono al di sopra della legge e del giudizio del popolo, una cosca di intoccabili protetti dalla casta peggiore che sta violentando in modo terroristico e sovversivo la nostra democrazia per mantenere il proprio potere. Purtroppo troppi non se ne accorgono o fan finta di non vedere, da sempre l'humus perfetto per ogni dittatura.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Gio, 23/01/2014 - 16:30

A VOLTE LA GIUSTIZIA COLPISCE! Questo titolo andrebbe bene lo stesso no?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 23/01/2014 - 16:30

Se fa porcate, non è colpa nostra.

linoalo1

Gio, 23/01/2014 - 16:32

Purtroppo,è diventata una Legge di Fisica!Un po' come quella di Archimede!Lino.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Gio, 23/01/2014 - 16:34

Ma cosa c'entra la magistratura se voi avete un capo carismatico bugiardo, imbroglione, evasore fiscale, frodatore fiscale, corruttore e chi più ne ha più ne metta! Tutta questa persecuzione è il minimo che possa esserci! In fondo qual è il compito dei giudici, giudicare i malviventi! E siamo da capo, se voi credete in un malvivente è colpa vostra e sua mica dei giudici! Sveglia!!!!!!

Guido_

Gio, 23/01/2014 - 16:34

Caro Silvio, bastava non corrompere giudici, non falsificare bilanci, non frodare il fisco, non comprare senatori, non esercitare la concussione, non testimoniare il falso, non andare al Family Day di giorno e con prostitute minorenni di notte, non frequentare Lavitola, Tarantini e Dell'Utri... e nulla ti sarebbe successo. Dovevi pensarci prima però.

roberto78

Gio, 23/01/2014 - 16:37

sinceramente solo la volta del 94 mentre Berlusconi coordinava la conferenza mondiale delle Nazioni Unite realmente fu un caso grave, il resto delle volte è per me una grande forzatura... berlusconi è stato forse il personaggio politico più importante degli ultimi 20 anni, non fosse altro che per l'essere rimasto sempre lui il leader del suo partito (a sinistra ne hanno cambiati mille....): ogni giorno è "una strana coincidenza" rispetto a qualcosa perchè ogni giorno berlusconi è in mezzo a qualche cosa di rilevante politicamente. la ricerca che il giornale fa di trovare una coincidenza politica con le vicende giudiziarie di berlusconi è ridicolo quanto cercare corrispondenza alle variazioni dello spread nei fatti del giorno prima ecc....

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 23/01/2014 - 16:37

Un curriculum che fa impallidire protagonisti assoluti del crimine italiano quali Riina, Tanzi e Pacciani.

disaccordo

Gio, 23/01/2014 - 16:40

Altri giornali fanno i cosiddetti "coccodrilli" nel caso di morte di persone importanti, ma il giornale di sallusti è diverso, ha tutti gli articoli di accusa contro la magistratura sempre in canna per tutti i processi del suo datore di lavoro.

Ritratto di Mike0

Mike0

Gio, 23/01/2014 - 16:43

@ashton68 concordo pienamente!

Ritratto di ersola

ersola

Gio, 23/01/2014 - 16:44

ma benny mannocchia? è morto?

Il giusto

Gio, 23/01/2014 - 16:46

A dire la verità e'più di trent'anni che ti stanno alle calcagna!Comunque hai ragione:ad ogni tua azione fuorilegge loro hanno cercato di metterti in galera!

Ritratto di ersola

ersola

Gio, 23/01/2014 - 16:46

l'italiano detenuto in un penitenziario usa?che fine ha fatto?

gian paolo cardelli

Gio, 23/01/2014 - 16:50

Roberto78, il ridicolo sta nelle tesi delle accuse, mentre l'interesse a mettere fuori gioco un pericolo per la partitocrazia imperate è lampante.Glialtri commentatori non meritano invece alcuna attenzione.

Silvio B Parodi

Gio, 23/01/2014 - 16:52

cari sinistri, fatevene una ragione, non vincete alle elezioni, MAI, e cercate di demolire l'avversario politico con processi farsa, degni del migliore Stalin della storia, meno male che noi non abbiamo la Siberia.

Silvio B Parodi

Gio, 23/01/2014 - 16:52

cari sinistri, fatevene una ragione, non vincete alle elezioni, MAI, e cercate di demolire l'avversario politico con processi farsa, degni del migliore Stalin della storia, meno male che noi non abbiamo la Siberia.

Gianca59

Gio, 23/01/2014 - 16:53

Vedremo se si sono inventati queste accuse …. Se è a orologeria è perché Berlusconi da 20 anni è al centro della scena politica del cdx per cui in qualsiasi momento la giustizia si rivolga a lui diventa automaticamente a orologeria …. Alla prima doveva dimettersi.

villiam

Gio, 23/01/2014 - 16:53

x patchonki se ancora non hai capito che i reati di berlusconi sono stati creati a tavolino ,da magistrati marksisti leninisti ,per abbattere l'unico ostaCOLO PER UNA DITTATURA COMUNISTA ,ALLORA MI SPIACE ,NON C'è PROPRIO PEZZA!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Gio, 23/01/2014 - 16:55

Vuoi vede' che l'accusano pure di essere stato d'accordo con Hitler per l'invasione della Polonia???? oppure di essere il responsabile della scomparsa dei dinosauri?? Questa è giustizia!!

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Gio, 23/01/2014 - 16:56

Lasciatemelo dire UNA VERA SCHFEZZA. Chi oggi mi viene a dire che questa non è una magistratura ROSSA è in mala fede o un comunista. Addirittura 44 testimoni a favore della difesa tutti bugiardi, ma i testimoni ,pochi dell'accusa tutti sinceri e attendibili.Come cittadino mi vergogno di essere in un paese con una mala giustizia come questa.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 23/01/2014 - 16:58

Oltre allo sperpero del danaro pubblico, che, di questi tempi, non è proprio una carezza, per le tasche degli italiani, questa Procura Milanese è un insulto proditorio, vile, estremamente oltraggioso all'intelligenza di una Nazione progredita e fondatrice del Diritto Universale Giustinianeo. Siano scacciate a frustate queste toghe di immonda natura. Impossibile tollerarle così tanto spudoratamente esibizioniste. Mi angoscia pensare che trascorse quarantotto ore dalla diffusione delle loro nefandezze, tutto poi cada nel dimenticatoio. Maledette !!! - ripr.ris.- 16,58 - 23.1.2014

Marcuzzo

Gio, 23/01/2014 - 16:59

Beh, io direi qualcosa di diverso. Direi :" Poichè il Cavaliere io 20 anni ha compiuto una interminabile serie di reati, sono corrisposti, giustamente , 20 anni di interventi della Magistratura. Cosa c'è che non torna ?? L'orologio ??

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 23/01/2014 - 17:00

x gzorzi: Le porcate, come le chiami tu, non è certo che le abbia fatte. Lo dicono i magistrati...che sappiamo di che colore sono. Come mai non si indaga De Maledetti e altri capetti dei comunisti? Come mai le "cosidette" porcate, sono saltate fuori solo dopo che Berlusconi e, per dirla alla Monti, salito in politica? Vi ha rosicato che abbia scombussolato i vostri piani!

Mr Blonde

Gio, 23/01/2014 - 17:04

E' anche ad orologeria che come stanno per arrivare provvedimenti a suo carico "fa finta" di interessarsi alla nazione con chi sa quali miracolose cure, da ultima una legge elettorale praticamente non sua e comunque uguale all'altra

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 23/01/2014 - 17:04

Il più virtuoso degli uomini. Silvio Berlusconi è il più virtuoso degli uomini. Ma, per ‘accedervi’ è importante possedere una profonda cultura antropologica e umanistica (che va da Socrate a Machiavelli a Schopenauer). Dobbiamo intenderci, se si tratta di dare da mangiare agli uccellini, e rivolgersi a sorella acqua e a frate foco, e dintorni, è sufficiente Francesco, per essere il più virtuoso degli uomini. Ma, assicurare un reddito vita natural durante a decine di migliaia di famiglie, garantire a sessanta milioni di italiani un freno adeguato per inibire la rapacità dello Stato, irradiare efficacemente lo spirito di questo mondo ‘corrotto’ con la luce del più dirompente entusiasmo vitale del migliore dei mondi possibili, e tantissime altre cose, non è ‘connotato’ facile da trovarsi in giro. Soltanto un Uomo ha dimostrato di possedere queste capacità, ben confezionate in una condotta sociale che più virtuosa non si può. Silvio BERLUSCONI. -riproduzione riservata- 17,04 - 23.1.2014

Franco60 Ferrara

Gio, 23/01/2014 - 17:10

La legge NON è uguale per tutti

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Gio, 23/01/2014 - 17:11

Il Giornale continua con questa manfrina giustificando ogni accusa ma la realta'e che Silvio Berlusconi non doveva scendere in politica perche il suo comportamento ed i suoi reati non hanno fatto altro che screditare il paese e tutti gli Italiani. Io personalmente ne ho piene le scatole di questo signore.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 23/01/2014 - 17:12

Quando mi addentro nella lettura di certi commenti tanto oltraggiosi, provo i brividi. Come vedere il demonio entrare in chiesa e profanare icone sacre. E mi faccio il segno della Croce. Signore, proteggi Silvio Berlusconi e Renato Brunetta, come tutti quelli che li assecondano, in quanto l'unico Bene della società. Senza il quale, il baratro. - riproduzione riservata - 17,12-23.1.2014

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 23/01/2014 - 17:18

L'annuncio del folle attacco delle toghe rosse ha scatenato lo SPREAD (ben oltre il 5%)e fatto crollare la borsa : i mercati temono che il CAV. venga escluso dal governo dell'Italia. Occorre che il CAV. faccia subito un annuncio per confermare che resterà al timone dell'Italia per rassicurare i mercati o i nostri risparmi andranno in fumo.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 23/01/2014 - 17:18

Quanti Gli mettono i bastoni fra le ruote, si adoprano soltanto per strappare dal Firmamento il più grande dei pianeti. Immaginatela, una gigantesca mano unghiatissima che si prolunga nel cielo e strappa il Sole, gettandolo lontano dal nostro emisfero. Tutto il resto è miseria -- riproduzione riservata - 17,18 - 23.1.2014

Giorgio1952

Gio, 23/01/2014 - 17:19

Ma di quale giustizia ad orologeria state parlando? Nei processi citati una sola assoluzione con formula piena, negli altri casi sono stati prescritti oppure il reato è stato depenalizzato con leggi dei governi presieduti da Berlusconi. Tangenti alla Guardia di Finanza - L'accusa tangenti a ufficiali della Guardia di finanza per ammorbidire i controlli fiscali su quattro delle sue società. La sentenza in primo grado è condannato a 2 anni e 9 mesi per le quattro le tangenti contestate, senza attenuanti generiche. In appello, la Corte concede le attenuanti generiche, in questo modo la prescrizione scatta per tre tangenti. Per una invece viene concessa l'assoluzione con formula dubitativa del comma 2 dell'art. 530 del Codice di procedura penale che comprende la vecchia insufficienza di prove. La Cassazione assolve Berlusconi per non aver commesso il fatto richiamando l'insufficienza di prove ma qualcosa deve avere fatto. All Iberian 1 - L'accusa: finanziamento illecito estero su estero, tramite il conto All Iberian, a Bettino Craxi. La sentenza: la condanna arriva in primo grado e corrisponde a 2 anni e 4 mesi. In appello, scatta la prescrizione. La Cassazione la conferma. All Iberian 2 - L'accusa: falso in bilancio. La sentenza: l'inchiesta giudiziaria si chiude il 26 settembre 2005 con l'assoluzione di Silvio Berlusconi. La sentenza recita: "Assolto perché il fatto non costituisce più reato". Il secondo Governo Berlusconi infatti approva la la riforma del diritto societario che depenalizza il reato di falso in bilancio. Medua Cinematografica - L'accusa: falso in bilancio e frode fiscale per le operazioni legate all'acquisto della casa cinematografica Medusa dalla società Finivest (Reteitalia). La sentenza: in primo grado viene condannato a un anno e quattro mesi. In appello viene assolto con formula dubitativa del comma 2 dell'art. 530 del Codice di procedura penale che comprende la vecchia insufficienza di prove. La Cassazione conferma tutto Lodo Mondadori - L'accusa: corruzione in atti giudiziari. L'avvocato di Silvio Berlusconi, Cesare Previti, viene accusato di aver comprato il giudice Metta in modo da ottenere una decisione a suo favore nel giudizio di impugnazione per nullità del Lodo Mondadori, dal cui esito dipendeva la proprietà della casa editrice. La sentenza: in primo grado viene condannato Cesare Previti. Grazie alla concessione delle attenuanti generiche il reato è stato dichiarato prescritto dalla Corte d'Appello di Milano e dalla Corte di Cassazione. Processo Sme/Ariosto 1 - L'accusa: corruzione dei giudici di Roma nell'intricata vicenda della vendita del comparto agro-alimentare dell'Iri alla Cir, la finanziaria di Carlo De Benedetti. La vicenda giudiziaria risale al 1985, quando una cordata di industriali formata tra gli altri da Silvio Berlusconi, Michele Ferrero e Pietro Barilla, scese in campo su sollecitazione dell'allora premier Bettino Craxi per contrastare la vendita della Sme (il colosso pubblico del settore alimentare), già firmata dal presidente dell'Iri Romano Prodi, a favore della Cir di Carlo De Benedetti. La sentenza assoluzione con formula piena. Processo Sme/Ariosto 2 - L'accusa: falso in bilancio nell'ultimo stralcio di procedimento nato con il caso-Sme. Gli episodi contestati all'ex premier risalivano alla fine degli anni Ottanta. La sentenza: viene assolto perché il fatto non è più previsto dalla legge come reato. Il secondo Governo Berlusconi infatti approva la la riforma del diritto societario che depenalizza il reato di falso in bilancio.

Amon

Gio, 23/01/2014 - 17:20

40 anni di delinquenza, prima o poi arrivano anche in italia le sentenze non e' orologeria e' lentezza burocratica della legge grazie a leggi fatte proprio dal condannato e da chi l'ha preceduto. mentite e lo sapete.

denteavvelenato

Gio, 23/01/2014 - 17:20

Bella la scritta: La legge è uguale per tutti, sarebbe bello fosse vero.

Ritratto di Fritz49

Fritz49

Gio, 23/01/2014 - 17:21

rinnocent637 Si dovrebbe vergognare di vivere in un paese governato da delinquenti,non dove c'è giustizia.Lei pensa che se non ci fossero capi di accusa e prove questi bravi Signori starebbero ad implorare la grazia?Si dia una scrollata,apra gli occhi

Amon

Gio, 23/01/2014 - 17:21

no Gigliese quelle cose non le ha mai fatte, mentre frodare il fisco pagare testimoni pagare senatori cambiare le pene per i reati a lui imputati per sfuggire ala carcere si queste cose le ha fatte. si svegli

Amon

Gio, 23/01/2014 - 17:23

@Silvio B Parodi da quando chi vuole una giustizia efficiente e' per forza di sinistra? io non voterei mai sinistra e vorrei vedere B in galera, e subito.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 23/01/2014 - 17:23

Misery deve morire. Film del 1990. Tra i più cattivi del Cinema. Non uno spiraglio per la salvezza di Silvio. Tutti lo vogliono sopprimere. Peggio di quanto la cinematografia rappresenti in certi suoi thriller, dove il protagonista è braccato da tutte le polizie del mondo. E si scandalizzano perché metaforicamente ha paragonato la Sua famiglia, perseguitata come gli ebrei durante il nazismo. Amplificazione dell'attenzione verso la sua personale sorte, vista quale 'tragico' esistenziale meglio rappresentato dallo stereotipo ebraico. Paragone, il Suo, esaltante la Memoria. Assolutamente non oltraggioso. Buon ultimo, questo Capo del Governo Fantoccio, che, anziché baciare genuflesso, i piedi di Silvio, per la larga intesa che gli ha finora assicurato, chiede la Sua testa. Vile Attualità Al Potere. --- riproduzione riservata - 17,23 - 23.1.2014

Ritratto di maior

maior

Gio, 23/01/2014 - 17:23

sono esterefatto non tanto da questi coglioni che si agitano nel blog sputando cose idonee al loro cervello. Sono esterefatto da questi giudici che stanno letteralmente distruggendo il paese e che si considerano al di sopra di tutti. La loro "moralità" ideologica calpesta la dignità delle persone che per loro sono tutte colpevoli a prescindere. Questa moralità e tipica dell'epoca fascista o se si preferisce staliniana. Un patto leonino che disarticola lo stato e ci porta a livello di terzo mondo. All'estero si guarda con preoccupazione all'invasione di campo di questa parte di magistratura ideologicamente retrograda e fastidiosa, lenta da costringere lo Stato Italiano a pagare sanzioni all'Europa e irrisa per la sua poca produttività. Penso che i nostri soldi meritino ben più utili utilizzi e che questi magistrati dovrebbero pagare loro le lentezze e gli errori che compiono. tutti pagano di tasca propria loro no. Domanda finale ma davvero siamo uno stato civile?

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Gio, 23/01/2014 - 17:24

.. ma il grave è che credono che la gente sia stupida .... e che non sia in grado d'accorgersi di queste "falciate e martellate" ad orario. Ma il tempo è galantuomo e alla fine .....

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Gio, 23/01/2014 - 17:29

Eppure qualche settimana fa in occasione del malanno colto al Lider Bersani, i commentatori di DX - in modo encomiabile e veramente democratico, debbo dire che hanno dimostrato piena solidarietà e buoni auguri di salute allo stesso. Oggi, purtroppo, mi debbo vergognare ad avere simpatie per la SX ed in particolare per Renzi per colpa di questi commentatori che "sparano" e inveiscono condanne poco giuridiche e affatto ragionevoli contro il Lider Berlusconi. Tutto ciò vuol dire essere poco democratici e poco giudici di se stessi ma enormemente invasivi e prepotenti nel raggiungere i loro ideali peraltro non altruistici ma devastanti delle opinioni altrui;molto probabilmente diretti, con il fatto di questa Magistratura verosimilmente sempe in "Vedetta" sui fatti politici, a voler soffocare l'accordo fatto fra Renzi ed il Berlusconi. Con tali criteri di ragionamento medievali o vecchio Texas, l' Italia non andrà MAI avanti.

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Gio, 23/01/2014 - 17:34

La cosa più grave è che ,ormai, questi giudici targati md non si curano più nemmeno di salvare le apparenze. Hanno distrutto la credibilità della magistratura italiana con inchieste farlocche, arresti farsa, intercettazioni degne della famigerata stasi. divulgazione continua del segreto istruttorio a mezzo stampa , decine di suicidi riconducibili alle loro inchieste fasulle e sputtanamento di persone che nulla avevano a che fare con i casi da loro montati. Cosa dire di più ? VERGOGNATEVI , siete il peggio della Nazione da che vige la Democrazia.

fiducioso

Gio, 23/01/2014 - 17:35

gzorzi, "se fa porcate non è colpa nostra". Da questa frase si direbbe che sei un magistrato.

michetta

Gio, 23/01/2014 - 17:42

Per descrivere la nostra inesistente Giustizia, le parole sono finite. Non ne conosciamo piu'. Occorrerebbe fare come gli Ucraini, che tentano in tutti i modi rivoluzionari, di ottenere la "vita bella", promessa dai vari invii monetari, che i loro conterranei venuti in Italia, anche a smarchettare, inviano ogni mese alle loro famiglie. Noi, dovremmo fare la rivoluzione! La dovremmo fare, solamente per far tornare la Giustizia giusta, in questa Nazione, in sostituzione di quella esistente attualmente, letteralmente massacrata da quelli che dovrebbero amministrarla. Forse, così facendo, potremmo anche accettare che arrivino gli Ucraini/Ucraine oltre tutti i cittadini dell'est amici di Prodi ed i nordafricani che imperterriti continuano ad accettare le chiamate del Papa Francesco, del Presidente del Consiglio Letta, della Boldrini e della Kyenge, se dopo, ancora lo vorranno. Vedreste che, con una Giustizia che funziona, ne verrebbero veramente pochi. Auguri Italia.

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 23/01/2014 - 17:51

Giorgio1952 - Ma che fa, elenca FATTI? Guardi, qui i fatti NON CONTANO. Qui conta la propaganda cieca, hanno studiato i metodi sovietici, la PRAVDA, tanto per capirci. Il Giornale chiama e i tifosi rispondono. "Credere-Obbedire-Insultare". Lei e' appena stato iscritto nella lista dei comunisti. Stia a vedere!

simo74

Gio, 23/01/2014 - 17:52

Vent'anni di giustizia ad orologeria contro Silvio Berlusconi. Altro che riforma elettorale qui è indispensabile una riforma della Giustizia dall'interno.Magistratura politicizzata che blocca da vent'anni qualsiasi tentativo di cambiamento.

Cosean

Gio, 23/01/2014 - 17:52

HaHaHa! Veramente manca l'oscuramento delle sue TV nell'84! Non è che aveva tentato di trasmettere a livello Nazionale, senza avere il permesso di trasmettere a livello Nazionale? Ops! Ma allora non era in Politica... Ma vi era Bettino!

Atlantico

Gio, 23/01/2014 - 17:54

Basterebbe non commettere reati: se invece paghi "casualmente" le testimoni a discarico in un tuo processo, difficile non pensare alla corruzione. Certo, a meno che non sei bananas, in quel caso puoi pensare con convinzione che le cifre pagate non abbiano nessn nesso con la testimonianza nel processo del 'benefattore'. Ma devi essere davvero ottuso, pero'.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 23/01/2014 - 17:54

E poi i soliti denigratori che criticano la Giustizia e non si rendono conto che siamo l' unico Paese dove questa funziona come un orologio!

Bartleby

Gio, 23/01/2014 - 17:55

Quindi secondo il Giornale e secondo molti dei commentatori che scrivono qui pagare delle persone che, guarda caso, testimoniano a tuo favore in un processo, deve essere considerato normale. Questi magistrati rossi proprio non capiscono che uno coi suoi soldi ci fa quello che vuole, o no?

xgerico

Gio, 23/01/2014 - 17:56

@Giorgio1952- Se lei mi autorizza faccio mio il suo post. A futura memoria! Mi autorizza?

xgerico

Gio, 23/01/2014 - 18:00

@ALESSANDRO DI P... Perchè non ha letto il commento di Pasquale Esposito! Tantè che la Direzione si sentita in "dovere" di cancellarlo! E gli altri non pubblicati.

Silvio B Parodi

Gio, 23/01/2014 - 19:20

patchonki A VOLTE LA GIUSTIZIA COLPISCE???????54 PROCESSI E 5000 PERQUISIZIONI???? diciamo troppe volte, e sempre quando c'e' di mezzo le riforme?????quanto sei CRETINO

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Gio, 23/01/2014 - 19:21

Francesco Bacone, all'epoca Lord del Sigillo privato, fu processato con l'accusa di aver accettato del denaro dai querelanti. Lui ammise la verità dell'accusa, affermando che i dono non avevano però influenzato il suo comportamento. Altri tempi. Oggi abbiamo giudici che assolvono o condannano sulla base di convinzioni politiche senza per questo essere minimamente censurati. Così in Piemonte accade che i politici di sinistra vengano assolti, perché hanno commesso il reato ma non credevano di far male, poverini!; e politici di centro che vengono condannati, perché non potevano non sapere! Come sappiamo che sono schierati e con quale parte? Diamine: ma basta vedere in quale partito politico si presentano candidati quando passano all'incasso. Do ut des: da Di Pietro in poi (anzi prima, se consideriamo i magistrati che hanno condannato ed ucciso Tortora) i magistrati si candidano per un solo partito politico. Alla gente non importa: pensa che non sia un problema che la riguardi. Poi un bel giorno in tribunale ci vanno loro, un'infima causa civile in cui buon senso e giurisprudenza sono dalla loro parte. Perbacco: ha vinto l'altro. Ma perché? E solo a quel punto si rendono conto che se la Giustizia funziona solo per alcuni, il problema non è di pochi ma di tutti. La Legge sarà pure uguale per tutti: ma decenni di malagiustizia sono lì a dimostrare che, di sicuro, non tutti sono uguali per la legge

Silvio B Parodi

Gio, 23/01/2014 - 19:30

Amon ma che hai preso stamane??? un caffe corretto con troppa wodka????

Leo Vadala

Gio, 23/01/2014 - 19:57

@dario maggiulli-Signor Maggiulli, tutti i suoi commenti sono in chiave ironica, vero? La prego, la prego, la prego in ginocchio, confermi.

nurra94

Gio, 23/01/2014 - 20:19

E tutti gli altri Magistrati, quelli che non dovrebbero essere schierati, cosa fanno? Non prendono nessuna posizione? Quindi sono complici dei Magistrati politicizzati. Possibile che dopo 20 anni di processi, nessuno di loro abbia notato queste anomalie. Le hanno notate, tutti i normali cittadini che hanno un minimo di intelletto, che questo fango gettato a orologeria, non è una cosa normale. Il resto della Magistratura tace, sarà perché le loro carriere dipendono dai Magistrati politicizzati, però io mi chiedo: E' giusto stare zitti ,non prendere posizione per salvaguardare le loro carriere? E la Giustizia, quella politica, la lasciano nelle mani di MD, così anche loro si rendono complici dello sfascio che da troppo tempo stanno perpetrando. L'Italia cosi non può andare avanti. Se questi Magistrati, vogliono fare fuori Berlusconi, fanno un partito politico, si presentano agli elettori. Chi fa il Giudice, non deve fare politica, anzi la condizione per fare il giudice, la prima, è proprio quella: non fare politica!!!!!!!!

nonviinvidianessuno

Gio, 23/01/2014 - 20:32

vi rendete conto, cari elettori di Forza Illegalita´, che a leggere i vostri commenti si potrebbe pensare di vivere nel 1954 e non nel 2014? penso di non aver mai letto tante volte la parola COMUNISTI, nemmeno in um libro di storia politica. datevi uma svegliata perche´ siete ridicoli.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 24/01/2014 - 00:29

Se non si arriva a sanzionare severamente l'operato delle toghe rosse di Magistratura Democratica che cancellano le libertà democratiche il nostro paese è destinato a TRASFORMARSI DEFINITIVAMENTE IN UNA DITTATURA COMUNISTA. FUORI DALLA GIUSTIZIA I MAGISTRATI DI M.D.

electric

Ven, 24/01/2014 - 07:35

È veramente da imbecilli credere alle assurde sentenze emesse da certi giudici massonico-comunisti. Sentenze che fanno acqua da tutte le parti, senza alcun fondamento. Basta solo leggere le motivazioni, TUTTE basate su supposizioni e su ragionamenti contorti, mai su prove concrete. Dello stesso tenore sono i commenti dei sinistrorsi, i quali prendono per oro colato tutta la bava che esce dalla bocca di certi giudici (vedi Esposito).

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 24/01/2014 - 07:52

#xgerico. NO! COMMENT! IO! MI SONO STANCATO DI DIALOGARE CON UN ASINO COME TE; É DA OGGI IN POI NON DARÓ PIU RISPOSTE ALLE TUE PROVOCAZIONI BALORDE!.