Bisignani sul futuro del Pdl: "Berlusconi si è convinto, Marina è il suo successore"

Ieri sera la figlia ad Arcore. Secondo Bisignani, il Cav avrebbe sciolto le riserve sul una rinnovata Forza Italia

La leadership del Pdl dopo Silvio Berlusconi? Per Luigi Bisignani le redini del partito saranno prese dalla figlia Marina. "Ieri sera ad Arcore c’è stata una cena e credo che lì Berlusconi si sia convinto che la figlia Marina sia la sua erede politica nel Pdl", ha spiegato Bisognani ospite della trasmissione Un Giorno da Pecora su Radio Due. Quanto ci sia di vero nelle parole del faccendiere non è dato di saperlo, ma la voce di un probabile passaggio di consegne circola tra i corridoi dei palazzi romani. Tanto da spingere l'Huffington Post a strillare il titolo d'apertura La Cavaliera.

Secondo la ricostruzione fatta da Bisignani, eri sera il Cavaliere avrebbe cenato ad Arcore con la figlia. Lì si sarebbe convinto che il dopo-Berlusconi è Marina. Bisignani non era presente alla cena. Al tavolo ci sarebbero, invece, stati i familiari (Piersilvio, Marina e Barbara), Francesca Pascale e l’avvocato Ghedini. "Il piglio e la forza che Marina Berlusconi ha messo in quella cena ha convinto tutti che il vero erede è lei - ha spiegato Bisignani - d’altra parte, in tutte le grandi democrazie, per esempio negli Stati Uniti, ci sono delle dinastie: quella dei Bush, quella dei Kennedy". Rispondendo alle domande di Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro, conduttori della trasmissione, Bisignani ha poi detto che Marina Berlusconi è stata fatta "testare", sarebbere già stato fatto un sondaggio tra i parlamentari del Pdl. Con un risultato più che soddisfacente. E poi c’è un altro fatto: "Loro cercavano un imprenditore. E Marina è un grande imprenditore". Infine Bisignani ha spiegato che, se dovesse dare un consiglio al Cavaliere, questo sarebbe di "sbaraccare tutto", "fidarsi dell’unica persona di cui si fida", ovvero Marina, e a quel punto rifare una Forza Italia con la figlia alla guida del partito. Un nome da spendere anche per stoppare l'avanzata del sindaco di Firenze Matteo Renzi. "Sarebbe un bello scontro - ha concluso Bisignani - se Marina si decide, pù vincere e convincere".

Commenti

swiller

Mar, 25/06/2013 - 18:23

Avanti Marina Berlusconi herry potter fuori dai maroni.

ZIPPITA

Mar, 25/06/2013 - 18:25

Magariiii. Allora si che son cazzi per renzi!!! Lei si che ha davvero le palle che lui non ha. Parla poco ma i fatti parlano per lei cari comunistoni del c..o. La Ilda avrà gia' pronto un dossier su Marina in caso volesse seguire le orme paterne?? Sicuramente sì. Staremo a vedere. Io tifo per lei Signora Berlusconi

Cinghiale

Mar, 25/06/2013 - 18:26

Se la notizia è fondata, i compagni hanno già il prossimo bersaglio.

no_balls

Mar, 25/06/2013 - 18:26

e di conseguenza si dimostra incontrovertibilmente che e' sceso in politica per difendere i suoi interessi 'aziendali' e di conseguenza il giuramento fatto sulla costituzione e' uno spergiuro..... e di conseguenza alto tradimento. altro che ruby o concussione.

Cinghiale

Mar, 25/06/2013 - 18:30

@no_balls Mar, 25/06/2013 - 18:26 - E di conseguenza i veri bananas sono i compagni.

mario.de.franco

Mar, 25/06/2013 - 18:33

Bene, bravo Berlusconi! Chissà cosa dovranno architettare per eliminare anche lei !

SB_forever

Mar, 25/06/2013 - 18:36

io credo e ne vedo le prove, che quando uno si sceglie il nick, il suo subcosciente lo indirizzi verso quello a lui più "simile". Vedi no_balls, (che in italiano é "palle" o "balle"). Infatti é solo capace di dire emerite "balls". Molto intelligente.

degrel0

Mar, 25/06/2013 - 18:37

Forza Marina!

Ritratto di woman

woman

Mar, 25/06/2013 - 18:41

Marina Berlusconi, Sallusti e altri coraggiosi - e niente nomi vecchi, ma Italia Libera!

nonna.mi

Mar, 25/06/2013 - 18:42

Se così sarà, avrà il mio voto con stima ed entusiasmo ! Myriam

cast49

Mar, 25/06/2013 - 18:45

no_balls,non è così, altrimenti sarebbe scappato al primo campanello d'allarme fin dal 1994. Impara la Storia, coglione...

ginomari

Mar, 25/06/2013 - 18:48

Vai Marina, siamo circa 30 voti "Forza Italia" per sempre, quindi anche e sopratutto con te. Che Dio ti benedica!

Fedesub

Mar, 25/06/2013 - 18:50

"Ieri sera ad Arcore c’è stata una cena e credo che lì Berlusconi si sia convinto che la figlia Marina sia la sua erede politica nel Pdl" anche lei alle cene ad Arcore ... "il piglio e la forza..." Wow deve lavorare bene come la Minetti

Fedesub

Mar, 25/06/2013 - 18:50

"Ieri sera ad Arcore c’è stata una cena e credo che lì Berlusconi si sia convinto che la figlia Marina sia la sua erede politica nel Pdl" anche lei alle cene ad Arcore ... "il piglio e la forza..." Wow deve lavorare bene come la Minetti

beale

Mar, 25/06/2013 - 18:54

La nostra Thatcher! Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare.

Ritratto di Cavaliere della notte

Cavaliere della...

Mar, 25/06/2013 - 19:05

Se veramente MARINA prendesse le redini del partito,alle prossime e imminenti elezioni,straccerebbe alla grande,sia il sindaco (quello on la annuccia orta orta), sia il gracchiante Peppe.Ed aimè,per i sinistrati arisarabbe un travaglio con spappolamento del fegato per almeno altri 30/35 anni.

ben39

Mar, 25/06/2013 - 19:08

Purtroppo penso sia troppo tardi ora... se lo avesse fatto qualche anno fa prima dell'ascesa di Grillo ce l'avrebbe fatta, ma ora la vedo dura. cmq auguri.

falcione gaetano

Mar, 25/06/2013 - 19:10

Cara Marina devi scendere in campo, sei l'unica che puo' battere Renzi, ho sentito molte persone sono tutte d'accordo, poi vediamo se la magistratura colpira' anche Lei o il Suo Cognome.

ilbarzo

Mar, 25/06/2013 - 19:23

Sarebbe una bellissima notizia,se fosse vera.Mi auguro veramente che Marina Berlusconi,subentri al padre e prenda in mano lei le redini della destra.Se cosi fosse,i comunisti potranno tornare al governo non prima di 30 anni,ed i magistrati tornerebbero di nuovo a fare il proprio dovere ed essere imparziali,e non a prendere di petto persone che non la pensano come loro,e che gli rimangano antipatiche,come sta' succedendo adesso,approfittando del loro potere.

titina

Mar, 25/06/2013 - 19:27

secondo me è sbagliato: sarebbe la conferma che si tratta di un partito personale. Preferirei la santanchè o le primarie che decidano.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Mar, 25/06/2013 - 19:40

Sì, questa ha le palle.

Klotz1960

Mar, 25/06/2013 - 19:44

Magari!! E' assolutamente all'altezza, vincerebbe le elezioni a man bassa, e francamente sarebbe un colpo devastante fino al ridicolo cper la sinistra italiana ed europea, per la magistratura italiana e sopratutto per Bruxelles e la Merkel. Ripeto: magari. Sarebbe pero' molto importante che si liberasse di certi personaggi, politici e non, dei quali si e' attorniato Berlusconi, e che hanno mostrato scarsissime capacita' politiche.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 25/06/2013 - 19:46

Sinceramente, la Signora Berlusconi...non mi dispiacerebbe; in quanto giovane,preparata,schietta e...non "ricattabile"...l'unico problema,sarebbe la sua sensibilità, squisitamente femminile, che in mezzo a tanti lupi famelici, potrebbero minare, la sua stabilità emotiva.Personalmente, amiro la suddetta, ma non da meno, il Dottor Sallusti e...l'immenso VENEZIANI...giovani ed EQUILIBRATI!! GRAZIE!!

Ritratto di Zione

Zione

Mar, 25/06/2013 - 19:48

... e fu allora che l’ignorante e Criminale GIUDICIUME Politico "Piemontese" aggredì Mario Longobardi di Orbassano, Meridionale e Socialista … col solito e turpe "Trucco" del Processo Farsa, basato su Scemenze e CALUNNIE per screditare "i suoi Testimoni"; questo capitò in una Corte di eccelsi BUFFONI della Fogna di Torino (Colpevoli da allora, anche di Impuniti SEQUESTRI di Persone ...), in cui la Turpitudine di quegli Infami LEGULEI assassinò l’esistenza di Galantuomini e Donne per bene; ai quali quei maledetti CIALTRONI non erano neanche degni di pulire loro le scarpe e che non avevano mai avuto niente a che vedere con occulte o evidenti Faide Politiche, coi Cialtroni Giudiziari e colle immani SCELLERATEZZE Tribunalizie di quella degenerata Casta di FELLONI, dalle ricche e Usurpate carriere ... --- ruotologiu@libero.it

mares57

Mar, 25/06/2013 - 19:57

Mi piace!

no_balls

Mar, 25/06/2013 - 20:00

alla prossima elezione saremo gia' tutti in mutande....... e in default. Bisognera' solo capire chi ha governato l'italia negli ultimi 20 anni....uhmmmmm uhmmmmmm uhmmmm ahhh vero... silvio no! lui era occupato con le cene eleganti... I comunisti sono stati !!! ma certo !!! Quel socialista di brunetta ...quel socialista di cicchitto e quel comunista di bondi...

silvano45

Mar, 25/06/2013 - 20:04

poverina si cauteli bene perchè la giustizia deviata potrebbe appiccicargli qualsiasi reato inventato o no

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 25/06/2013 - 20:18

Appena si presenta si becca un avviso di garanzia. Di sicuro rispetto a suo padre non ha pieta'. Giusta per quel branco di porci della magistratura.

Giacinto49

Mar, 25/06/2013 - 20:18

Sperando che la notizia venga confermata continuo a credere che la discesa in campo di Marina Berlusconi sarà determinante per ricompattare tutto il centrodestra e per le sorti dell'Italia in Europa e nel Mondo. Gente con gli attributi ci vuole, così come è il padre. Volesse il cielo. Comunque GRAZIE!!!

Ritratto di lenin

lenin

Mar, 25/06/2013 - 20:19

stavamo scarsi a zo**ole..

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mar, 25/06/2013 - 20:23

Ma allora il partito non diventerà più "Forza Gnocca"?....peccato

bitonco

Mar, 25/06/2013 - 20:31

Grazie Bisignani delle informazioni che ci passa. IO aggiungerei, a "d’altra parte, in tutte le grandi democrazie, per esempio negli Stati Uniti, ci sono delle dinastie: quella dei Bush, quella dei Kennedy", che anche nella Corea del Nord si tramandano il potere da padre in figlio, per dirne una. Esilarante il passaggio "Bisignani ha poi detto che Marina Berlusconi è stata fatta "testare", sarebbere già stato fatto un sondaggio tra i parlamentari del Pdl. Con un risultato più che soddisfacente." Qual'era la domanda di grazia, una tipo la seguente? "Ritenete voi dirigenti del Pdl, selezionati dal capo, che la figlia del capo sia meglio di voi e che debba essere lei a prendere le redini del partito?" Mi stupisco che non sia stato un plebiscito, ma solo "un risultato più che soddisfacente." Ma la cosa interessante che ci dice questo articolo, è che siamo 60 milioni di persone che aspettano che qualcuno li guidi, altrimenti saremmo tutti persi nel buio della nostra ignoranza, ma per fortuna abbiamo i geni di Berlusconi che si tramandano di generazione in generazione, gli unici in grado di generare una stirpe destinata a risolvere tutti i problemi dell'umanità. Che culo.

PaK8.8

Mar, 25/06/2013 - 20:38

Io la voto. Subito. Si', sarebbe un partito personale. Anzi una dinastia. Ecchissenefrega! Il PD è un partito di nati morti e (non o) falliti, c'è una bella differenza. Renzi cacati sotto - hai perso il tram.

efferaia

Mar, 25/06/2013 - 20:57

Gentile signora Marina non faccia politica, altrimenti cominceranno con Lei con il conflitto di interessi. Questi sono sempre gli stessi comunisti di merde (francesismo). Un abbraccio

Ivano66

Mar, 25/06/2013 - 21:07

Se è vero, questo conferma che il PDL è un partito monarchico, oltre a essere l'ennesima certezza che Berlusconi è sceso innpolitica per non finire in galera.

gianni71

Mar, 25/06/2013 - 21:14

Qualis pater, talis filius... Povera Italia in mano a questa gentaglia.

abbassoB

Mar, 25/06/2013 - 21:34

che manica di soliti coglioni boccaloni

fiducioso

Mar, 25/06/2013 - 21:48

Marina è davvero l'unica persona che può prendere il posto del padre. Ha carisma da vendere, intelligente, tenace, volitiva, sa usare parole che colpiscono nel segno e se davvero scende in campo, alla sinistra, ma sopratutto ai magistrati comunisti piglia un coccolone di quelli forti perchè si renderebbero conto di aver lavorato vent'anni inutilmente. La leaderscip del CDX rimarrebbe comunque in mano ad un/a Berlusconi con ottime probabilità di vittoria in caso di elezioni....basta il nome!!

scipione

Mar, 25/06/2013 - 22:26

Se e' vero,pur rimanendo fedelissimo di Silvio,condivido la svolta perche' ritengo la signora Marina una donna seria,capace,onesta che puo' realizzare in pieno il sogno di Silvio :un'Italia liberaldemocratica moderna in cui il comunismo sia cancellato per sempre.

ilbarzo

Mar, 25/06/2013 - 22:27

Poveri comunisti,la notizia di Marina Berlusconi alla guida del partito, non l'avranno sicuramente digerita.Non credo neppure che potrebbero chiedere nuovamentre aiuto alla Magistratura per potersene disfare,come hanno fatto con il padre.La cosa puzzerebbe troppo.Non credo che possano rischiare tanto.

Ritratto di komkill

komkill

Mar, 25/06/2013 - 23:10

Obama e Merkel hanno già un dossier pronto su MB da tempo e lo hanno passato alle portatrici d'acqua della procura meneghina. Difficile che un imprenditore non abbia scheletri nell'armadio, chiunque sia. La massoneria internazionale non mollerà facilmente la presa...

Silvio B Parodi

Mar, 25/06/2013 - 23:26

Evviva; dai MARINA spiazza I magistronzi di sinistra voglio vedere adesso dove si attaccheranno I terronacci del tribunal di Milano, cominceranno ad indagare su di TE? e' molto probabile ma certo allora si che si sputtanano da soli, sono gia sputtanati ora ma dopo sara' la prova provata

Silvio B Parodi

Mar, 25/06/2013 - 23:33

appena si e' sentito l'odore che forse Marina scenda in campo e subito sono cominciati gli insulti ma voi sinistri sapete solo insultare? denigrare? sputtanare? ma siete proprio delle comari maldicenti e deficenti???? e volete andare al governo?? si il governo delle portinaie (con rispetto alle suddette) deficenti maleodoranti gay lesbiche e con sulle spalle 100 milioni di morti? complimenti che curriculum che avete.

CICCIO42

Mar, 25/06/2013 - 23:50

FEDESUB, PER CASO HAI VISTO TUA MOGLIE O TUA SORELLA SE NON ADDIRITTURA TUA MADRE ,SE SONO ALL'ALTEZZA DELLA MINETTI. SAI , A VOLTE LE ALLIEVI SUPERANO LA MAESTRA.

CICCIO42

Mer, 26/06/2013 - 00:01

IO SONO CONVINTO CHE, SE SILVIO BERLUSCONI DOVESSE ESSERE COSTRETTO A RITIRARSI DALLA POLITICA GLI ITALIANI LO VOTEREBBERO LO STESSO.MA SONO DACCORDO, SE IL CAVALIERE PASSASSE LO SCETTRO DI CAPO INDISCUSSO DI FORZA ITALIA ALLA FIGLIA. MARINA HA LE CAPACITA' DI UNA LEADER ,HA PREPARAZIONE HA LA CULTURA ,A LE CAPACITA' INNATE EREDITATE DAL PADRE. NON PER NULLA C'E' IL DETTO POPOLARE " BUON SANGUE NON MENTE " O "TALE PADRE TALE FIGLIA ". VAI MARINA, FINCHE' SONO VIVO IO E LA MIA FAMIGLIA VOTEREMO SEMPRE FORZA ITALIA.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Mer, 26/06/2013 - 00:46

Io mi toccherei le balle a paragonarli ai Kennedy: non hanno fatto una bella fine.

Prameri

Mer, 26/06/2013 - 00:54

E' un grande progetto. Per Marina un balzo in avanti importantissimo, molto rischioso per onore e dolore e dunque stimolante. Per il padre la migliore eredità. Per Forza Italia il ringiovanire della speranza di libertà. Nonostante appaia come eccezione, le primarie si fanno per il candidato al governo, ma il partito che avesse già un'icona prestigiosa non ha bisogno di contarsi per un altro leader del partito stesso. Oltretutto, per i prossimi 18 anni, i suggerimenti del padre esperto le torneranno utili.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 26/06/2013 - 00:55

Sarebbe interessante vedere cosa si inventerà la procura di Milano se questa notizia risultasse vera. VUOI VEDERE CHE ACCUSERA' LA MONDADORI DI PUBBLICARE LIBRI CONTRARI ALLA PUBBLICA MORALE? (la morale della Boccassini e delle tre giudici che hanno condannato suo padre ovviamente)

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Mer, 26/06/2013 - 01:43

magari!!! spero che inizi a ripulire il partito

al59ma63

Mer, 26/06/2013 - 02:00

Marina mi sembra una con le palle sotto, la voterei all' istante.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 26/06/2013 - 02:02

SB_forever 25/06 18:36 - - - Riguardo al nick del lettore "no_balls", penso invece che tradotto letteralmente voglia dire che non ha palle. Per contro, penso abbia frequenti corto circuiti cerebrali.

Raoul Pontalti

Mer, 26/06/2013 - 02:05

Mah...L'esperienza storica dimostra, e gli studi elettorali confermano e illustrano a livello teorico, che puntare sulla donna nei casi in cui il confronto è serrato e la vittoria si gioca sul filo di lana è una scelta perdente. Da noi casi recenti a conferma basti citarne un paio: la Moratti a Milano che pur da uscente in una situazione fluida è uscita sconfitta (mentre la prima volta era già sul campo stravincente la coalizione che avrebbe potuto in quella situazione anche avere per candidato sindaco un sacco di patate o un cane per giunta rognoso e bastardo)e la Pollastrini a Bologna e lì il risultato fu clamoroso: nella capitale dell'Emilia rossa un macellaio come Guazzaloca fece a polpette la sinistrorsa al caviale (e champagne) improvvidamente e spocchiosamente candidata dai kompagni in omaggio ai vaneggiamenti femministi. Va ricordato che donna NON vota donna per tante ragioni (gelosia innanzitutto...) e solo una donna eccezionale può dare la vittoria in condizioni di sostanziale parità se l'avversario è un maschio, catalizzando non solo il voto maschile ma anche quello femminile. E nella storia le figlie d'arte (Indira Gandhi e Benazir Bhutto ad es.) hanno usufruito e del nome del padre e dell'organizzazione di un partito ben strutturato, oltre ad aver dimostrato poi doti indiscusse (basti pensare ad Indira Gandhi che riuscì, dopo la sconfitta al termine del primo mandato, a creare un nuovo partito e a vincere in nuove elezioni). Per Marina Berlusconi, date qui per comodità di ragionamento come assodate capacità politiche ancora da dimostrare, mancano e un partito realmente strutturato (il partito leggero, di plastica e ora in sfacelo non può paragonarsi a quelli delle donne citate sopra) e un nome paterno da spendere con onore (e profitto), posto che chi ha la nomea di individuo incline a violare il codice penale come diverse sentenze attestano, ancorché prescritte per taluni casi o in attesa di conferma in Cassazione per altri, nonché di fruitore di servizi praticati sotto la cintola da parte di prostitute extracomunitarie minorenni, per tacere di cene eleganti a base di gnocca, di allevamenti industriali di olgettine, etc., etc. non può essere assunto come padre spirituale di un partito che mira a raggiungere consensi per vincere elezioni politiche né come nume tutelare di una candidata premier ancorché incoronata presidente del partito per diritto dinastico.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 26/06/2013 - 02:08

Fedesub 25/06 18:50 scrive: "… la figlia Marina … anche lei alle cene ad Arcore …" - - - Mr. Fedesub, il suo commento non mi permette di capire se lei sia scemo o idiota o entrambi.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 26/06/2013 - 02:26

Penso che Marina Berlusconi abbia tutti i requisiti necessari per farlo, ma per il suo bene, sarebbe meglio che continui a stare al largo dalla politica. Dopo questa notizia, una qualche Boccassi-ni o Turri-ni starà già cercando d accaparrarsi qualche intercettazione telefonica dove la Marina in questione chiama in questura per sapere a che ora potrebbe andare a ritirare il passaporto, commettendo un evidente reato di concussione per induzione (che strada facendo diventerà per costrizione) perché, avvalendosi del suo cognome, avrebbe condizionato psicologicamente il funzionario di turno al fine di accelerare la consegna del citato documento.

Sapere Aude

Mer, 26/06/2013 - 06:05

A palazzo di Giustizia hanno già pronta l'accusa se un qualsiasi Berlusconi scende in politica la pandetta che metteranno in pista sarà "talis pater talis filius". Non provateci, finirebbe male. La sinistra italiana ha la sublime capacità di auto-eliminarsi da sola...basta dargli il potere e vedrete.

cangurino

Mer, 26/06/2013 - 06:26

Sarebbe una scelta logica. Purtroppo l'elettorato italiano spesso mi sconcerta. Non e' un politico di professione, ottimo. Le procure di Milano, Napoli ecc. staranno già scaldando i motori. Ne vedremo delle belle. Ci racconteranno i dettagli di cosa accade sotto le lenzuola di Marina. Repubblica annuncerà che, obbrobrio, fa addirittura sesso, la zozzona. Il PD prenderà atto dei collegamenti altamente immorali.

Ritratto di scappato

scappato

Mer, 26/06/2013 - 06:57

E' una belle notizia sapere che sarebbe disponibile, poiché al momento non vedevo altri all'altezza (la Santache' e' troppo Thatcher per l'italiano medio). Comunque sempre pronto a votare PDL da oltre Atlantico.

Holmert

Mer, 26/06/2013 - 07:18

Io al posto di Marina me ne starei buona buona, se non vuol fare la fine del padre, nelle fauci della magistratura postsessantottina, che la DC ha permesso che fosse. Mica Berlusconi vuol fare come Agamennone con la figlia Ifigenìa, che la sacrificò agli dei per poter partire alla volta di Troia. Contro una magistratura con una carta bianca di km2, nessuno ci potrebbe. Possono sbagliare senza nulla pagare, come e quando vogliono, il che vuol dire che possono fare quello che gli pare e piace. Potrebbero incriminare persino uno, accusandolo di avere fatto volare un asino, senza rischiare il TSO. E la loro follia è manifesta nell'accusare di falso 35 persone, tutte bugiarde. Ed il CSM si tace, il loro cane da guardia, pro domo sua. Una porcheria a cielo aperto. Chi non ha capito tante cose dei tanti processi in Italia, se ha un minimo di cervello pensante, questa volta dovrebbe capire.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 26/06/2013 - 07:54

Pensa a truccarsi troppo e a lavorare poco. E' una donna e di conseguenza poco considerata dal popolo di destra. Farà la politica lagnosa a difesa dei, supposti, torti subiti dal padre . DI suo non ha nulla. Scadente. Site messi peggio di quel che sembra, molto peggio.

pinolino

Mer, 26/06/2013 - 07:55

La "naturale evoluzione" dell'infornata dei partiti personali (Berlusconi, Bossi, Di Pietro, Monti, ecc.) è la successione dinastica! Da una parte Renzi che combatte con le pastoie che legano la sinistra alla cgil e alle coop (e non è detto che vinca), dall'altra l'area politica cosiddetta liberale e moderata che si consegna definitivamente al conflitto d'interessi di un gruppo di aziende.

CARLINOB

Mer, 26/06/2013 - 08:11

Veramente magnifico : andiamo velocemente verso la Dittatura ! Anche questo ci tocca di vedere!!

Giulio Francia

Mer, 26/06/2013 - 08:17

Si Forza Marina , Forza Italia . E' l'ultima speranza ma questa volta senza tentennamenti . Sempre con Silvio al fianco...

meloni.bruno@ya...

Mer, 26/06/2013 - 08:31

XFEDESUB Con le sue insinuazioni alla signora Marina,ci potrebbero essere gli estremi di denuncia per calunnia! A volte uccide più la lingua che la spada,ci rifletta sopra.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mer, 26/06/2013 - 08:45

Questo conferma ancora di più che il PDL non è un partito ma un'azienda che si tramanda di padre in figlio il cui diritto alla guida politica non è sancito da un congresso ma dal notaio.

Noidi

Mer, 26/06/2013 - 08:46

Fate, fate pure. Poi però non vi lamentate che i voti si dimezzano (ancora). Voi neanche sapete cosa vuol dire democrazia. Da quando in qua i segretari del partito vengono scelti solo perchè sono dei familiari?? Ah sì, nelle monarchie e nelle dittature si fà cosi. E poi avete il coraggio di definirvi democratici e liberisti. Certo, come no.

baio1969@libero.it

Mer, 26/06/2013 - 08:48

Oggi come nel '94, serve una presenza per garantire e tutelare gli interessi .... di famiglia, altrimenti ....

Giorgio1952

Mer, 26/06/2013 - 08:57

Che Dio ce ne scampi ne abbiamo abbastanza di Berlusconi, uno che in 20 anni "The man who srewed an entire country" tradotto l'uomo che ha mandato a puttane un'intera nazione, sempre dall'Economist "Why Silvio Berlusconi is unfit to lead Italy" sempre tradotto perché Silvio Berlusconi non è adatto a governare l'Italia, in quell'articolo si spiegava che essendo un imprenditore a causa del conflitto di interesse, dei processi in corso, del "bunga bunga, etc.etc. e si concludeva se Berlusconi dice di essere vittima di un complotto, deve dimostrarlo al mondo intero ed il modo corretto per farlo, per un uomo nella sua posizione, sarebbe quello di dimettersi dal suo incarico pubblico e di difendersi in tribunale. Questa è la tesi dell'Economist, che condivido pienamente come tutte le persone di buon senso, perché è fuggito dai processi avvalendosi dell'immunità per alte cariche costituzionali, da lui fatta votare, perchè si è avvalso del legittimo impedimento, perchè si è avvalso delle prescrizioni, è arrivato persino a farsi ricoverare in ospedale per un problema di poco conto!! Venendo all'attualità della discesa in campo, come fece suo padre nel 1994, di Marina mi vengono i brividi, sentire che la Comi e la Santanchè dicano "è la nostra Renzi", mi vengono i brividi. Marina Berlusconi imprenditrice e dirigente d'azienda, ha avuto una carriera come tutti i "figli di" in discesa, nella mia pur umile carriera ho visto figli di fior di industriali, che non erano assolutamente all'altezza della situazione, neppur lontani parenti dei loro genitori in fatto di gestione aziendale, alcuni hanno anche portato al fallimento grandi imperi industriali. La signora Marina Berlusconi oltre a non aver fatto la gavetta, come si suol dire i questi casi, in campo lavorativo tanto meno l'ha fatta in politica, ce ne è bastato uno di Berlusconi in 20 anni, non ne vogliamo un'altra che data l'età potrebbe andare avanti per altri 40 anni.

tartavit

Mer, 26/06/2013 - 10:03

Ma zittitevi e andate a farvi una passeggiata. Per non dire altro. Di brutte figure con il cavaliere ne abbiamo fatte tante e ne stiamo facendo ancor, adesso manca solo la figlia che ha dato già una bella immagine di sé per non essersi vergognata del padre (nonno e Presidente del Consiglio) che fa le serate con le escort travestite.

albertofabbri

Mer, 26/06/2013 - 10:11

quanto ci metteranno a mandarle il primo avviso di garanzia??? Sicuramente la scelta più giusta...Questa Signora ha 2 palle enormi(scusate la finezza)... se si candida la voto al 200%

Holmert

Mer, 26/06/2013 - 10:12

Caro Giorgio 52,Berlusconi è sceso in campo per non consegnare l'Italia alla sinistra di Occhetto, ancora con bagliori di falce e martello. Al fine di impedire la politica dei vasi comunicanti, la distruzione della libera impresa e del libero guadagno, la tassazione indecente, l'invasione del terzo mondo, e soprattutto la presa di potere irreversibile. Certo questo sarebbe piaciuto ai detti poveri, ai fancazzisti che chiedono soldi senza nulla dare in cambio, unico curriculum l'essere poveri senza se e senza ma. La rovina dell'Italia è stata la dazione di danaro incondizionata a todos el mundo, l'operaismo ad ogni costo con il salvataggio di imprese decotte da parte dello stato, un SSN che ci sta divorando come un cane famelico, l'ospitalità a tutti i diseredati del mondo, il pensionamento con soli 14anni a coniugate con prole con il placet dei sindacati, pensioni di invalidità a finti ciechi, finti invalidi, finti tutti...e dulcis in fundo l'essere stati precipitati in Ue con la nostra liretta e con un macigno di debito pubblico. Chi sono e furono questi artefici del bel vivere a sbafo? Certo ora è troppo facile dare la colpa del dissesto a Berlusconi...almeno lui dà lavoro a 70mila persone, ha cercato di non infierire con tasse da orbi, ha fatto quel poco che poteva fare e quel poco che gli hanno permesso i due alleati ,lega ed AN di Fini e quel poco che gli hanno permesso i sindacati con i tumulti di piazza. Se ci fosse stato Occhetto e compari ora staremmo sotto i portici a chiedere l'elemosina, suonando magari l'organetto, per chi ne è capace. Ma questo lei non lo capirebbe mai. Per quanto riguarda Marina Berlusconi legga qua: "E' Marina Berlusconi l'unica italiana tra le donne manager più potenti del mondo. Nella Global Most Powerful Women in Business List, annuale classifica del quindicinale americano Fortune, delle 50 donne più potenti della comunità economica internazionale, la presidente di Fininvest e di Mondadori si posiziona alla ventiquattresima posizione.." Nessuna italiana, tranne lei. E ricordi un antico proverbio: "i figli del leone nascono leoni, i figli della pecora, pecora". Lei ha scoperto l'ombrello. In parlamento ci sono molti figli di politici, mogli, mariti, nipoti e quant'altro. Il reprobo è solo e sempre Berlusconi. Glielo dico io perché: perchè Berlusconi è stato l'unico che in pochi mesi ha creato un partito, tale da raccogliere tanti consensi e tale da sconfiggere a più riprese un partito che ha una organizzazione capillare, con agit prop, sezioni, sodali ovunque anche nelle più sperdute periferie..ed ha una magistratura in servizio permanente effettivo.

precisino54

Mer, 26/06/2013 - 17:43

Marina B è sicuramente una donna "dalle palle toste", ma in Italia sarebbe vista come una ulteriore dimostrazione di un partito di famiglia che è quello che tanti denigratori ripetono. Quindi niente investitura dall'alto ma se mai un testare il gradimento per una sua eventuale discesa in campo. Consideriamo pure che purtroppo, nonostante il suo eventuale carisma, soffrirebbe inevitabilmente di tutte le incrostazioni che il suo nome si porta appresso nella mente di tanti. Nonostante quanto si ripeta da più parti questo non è un paese normale né siamo in presenza di una democrazia compiuta, da noi sono possibili solo altre dinastie vedi: Ingrao, Cossutta, Berlinguer tutte situate a sinistra perché lì era possibile senza dare scandalo e idea di nepotismo. Se mi è concesso, riporto quanto dissi a seguito della prima uscita della stessa in difesa del padre, auguro a tanta figlia di scendere in politica se ne ha voglia e non se deve! È indubbio che qualora facesse il passo in tanti la voteremmo, ed io lo farei per partito preso magari solo per non darla vinta ad tanti parassiti che vivono sotto le gonne delle toghe schierate, non mi importa essere convinto dalle sue parole lo sarò a prescindere!

Holmert

Ven, 26/07/2013 - 09:25

Facile predire che se Marina Berlusconi scenderà in politica, al posto del genitore, farà né più né meno la fine del padre. Un processo dopo l'altro, sino allo sfinimento. La sua storia vitale sarà rigirata come un calzino, la sua privacy sarà solo un ricordo, sarà tritata come la carne per le polpette, da una magistratura pronta a distruggerla. Maglio rimanga dove sta, a tutelare e governare le proprie aziende, anziché questa nazione in libera uscita, dopo la legge sui manicomi di Basaglia.

MEFEL68

Mer, 15/04/2015 - 09:48

MAGARI!!! O MAGARA, come dicono i romani.