Bologna, bufera sull'Idv: Ex consigliere accusa:"Spariti 450mila euro"

La procura apre un fascicolo conoscitivo sulle accuse dell'ex coordinatore Idv a Bologna, Domenico Morace sulla gestione "anomala" dei fondi ricevuti dalla Regione. Di Pietro: querelo

Non si sa ancora se siano grane, ma di sicuro piovono accuse nei confronti del partito di Antonio Di Pietro. Mentre proseguono le indagini sulla malagestione dei fondi dell'ex Margherita e sono da poco iniziate quelle su Umberto Bossi, la poca trasparenza nella gestione dei soldi dei partiti continua a tenere banco. Anche nell'Italia dei Valori, il partito che si erge a paladino della moralità.  

Infatti, la procura di Bologna ha aperto un fascicolo conoscitivo, senza ipotesi di reato, in merito alle accuse di gestione "anomala" dei fondi ricevuti dalla Regione Emilia-Romagna tra 2005 e 2010.

Accuse mosse dall'avvocato penalista Domenico Morace, in quegli anni coordinatore Idv a Bologna, e che prendono di mira soprattutto Paolo Nanni, allora capogruppo e unico consigliere regionale Idv, il quale, secondo Morace, avrebbe utilizzato in modo poco trasparente 450mila euro.

Nanni ha subito risposto minacciando querela e spiegando di avere speso "sì e no 300mila euro" e che "i bilanci sono sempre stati controllati dai revisori dei conti della Regione. C'è la prova di come sono stati spesi e Morace non aveva il diritto di vederli. Niente di personale: ho speso per farmi pubblicità su alcune tv locali, dove si va a pagamento. E poi ho commissionato diverse consulenze".

Ma la vicenda coinvolge anche la responsabile politico-regionale del partito e della Fondazione Idv, Silvana Mura e lo stesso Antonio Di Pietro a conoscenza - secondo Morace - della presunta malagestione dei fondi.

In una video intervista esclusiva, pubblicata sul sito Affaritaliani.it, l'accusatore Morace ha denunciato "similitudini con la Lega Nord e con il funzionamento del cerchio magico, un ristretto gruppo di familiari e affini che decide le sorti del partito dell’Italia dei Valori. Un cerchio magico che ruota intorno al capo assoluto, Antonio Di Pietro. Di Pietro è il centro e Di Pietro sceglie a sua totale discrezione. Non contano meriti e capacità ma solo la sua vicinanza”.

Le accuse di Morace sono precise e circoscritte. L'avvocato penalista, poi uscito dall'Idv, si focalizza sui due filoni di denaro che l'Idv incassa dalla Regione Emilia-Romagna. Il primo è indirizzato al compenso del personale del gruppo consigliare del partito. E qui nel 2007 lavorava, sempre in Regione, la stessa figlia di Nanni che si occupa delle spese e degli aspetti economici del gruppo.

Tutto normale per Nanni che, ad Affaritaliani, ha spiegato che "mia figlia aveva una notevole esperienza amministrativa in Comune a Bologna. Se avessi preso un esterno avrei dovuto pagarla. Io ho preso un esperto del Comune. Lei era nell’Idv da quando ci sono entrato io. Era un’esperta di amministrazione".

Il secondo flusso di denaro riguarda invece le attività del partito e ammonta a circa 450 mila euro in cinque anni. Soldi che, lamenta Morace, "non si sa bene che fine abbiano fatto, non li ho mai visti, se non per qualche centinaio di euro".

Morace ha raccontato inoltre di aver segnalato tutta la questione a Silvana Mura, braccio destro dell'ex pm Di Pietro, la quale gli assicurò che avrebbe compiuto accertamenti. "Morace afferma, e questo è vero, di avermi riferito di presunte anomalie nella gestione dei fondi e io dissi che me ne sarei interessata. Nanni mi mostrò un elenco di voci di spesa relative agli ultimi sei mesi della sua attività in Regione che aveva depositato presso i revisori di conti. Non notai nulla di incongruo, altrimenti sarei corsa in Procura", ha spiegato la Mura ad Affaritaliani.

Peccato che però nulla sia successo dopo. Se non che Nanni, nel marzo 2010 non venne ricandidato in Regione e ora siede in Provincia e che si è poi autosospeso dal partito. Per un altro caso però. Quello del pass per invalidi della suocera defunta non restituito.

E il leader Idv che dice? Nega tutto, certo che una cosa del genere nel suo partito non possa accadere: "Siccome è una cosa che non può essere vera, denuncerò questa persona che ha rilasciato la dichiarazione. Provvederò a difendere il buon nome del partito nelle opportune sedi".

Commenti
Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 17/05/2012 - 17:26

Mi sa che vi sono scappati tre zeri di troppo nel titolo.

voce.nel.deserto

Gio, 17/05/2012 - 17:28

Oh giornate del nostro riscatto! Oh dolente per sempre colui Che da lunge, dal labbro d’altrui, Come un uomo straniero, le udrà!

maurizio50

Gio, 17/05/2012 - 17:29

Non illudetevi!! La Magistratura tiene Tonino Di Pietro in palma di mano:scommettiamo che verrà prosciolto da tutto???

Dario40

Gio, 17/05/2012 - 17:33

Innanzi tutto tutto, caro Tonino, le "querele" si fanno non si annunciano. Per fortuna che è l'Italia dei Valori ! Sì, anche gli Euro sono valori, Vero ?

MEFEL68

Gio, 17/05/2012 - 17:36

Pur non sapendo come veramente stanno le cose, mi sembra che tutto proceda secondo copione. Tutti coloro che, da destra o da sinistra, danno fastidio al PD vengono in qualche modo sputt.nati da qualche Procura. L'IDV e Renzi erano previsti; la tegola definitiva su Grillo è in via di formazione. Malignare non sta bene, ma spesso ci si indovina. Come diceva un politico che della politica faceva la sua politica.

antiquark

Gio, 17/05/2012 - 17:42

Sinistra, destra, centro, ex attori, ex magistrati, ex pornostar... sono tutti LAD.. perchè devono fare la bella vita sulla schiena del popolo italiano? BASTA devono essere inquadrat anche loro come tutti, un contratto a scadenza rinnovabile, ma sempre a scadenza. Se vuoi fare il politico devi farlo per passione e per il bene dell'Italia, non per mangiare a caviale e ostriche quando noi facciamo fatica a mettere in sieme pranzo cena tasse equitalia .......

Izdubar

Gio, 17/05/2012 - 17:48

Di pietro se la sta facendo sotto, perché sa bene che, dopo la Lega, il prossimo della lista è lui. Qualche solerte magistrato scoprirà il verminaio e il trattorista molisano tornerà a dedicarsi al suo naturale mestiere.

nevenko

Gio, 17/05/2012 - 17:48

Indubbiamente si è esagerato con gli zeri.Mi chiedo se in Italia esista un partito che non abbia la rogna.Secondo me sono tutti una manica di mascalzoni.Ma la cosa che stupisce di più è che ci sia ancora gente che và a votare.Per toglierci di mezzo queste persone l'unico modo pacifico è il non voto.Spero non si debba ricorrere all'insurrezione.Inoltre è meglio non abboccare all'amo del sig.Grillo,un ciarlatano in cerca di potere.

idleproc

Gio, 17/05/2012 - 17:49

450 Mln? Solo i democristiani potrebbero riuscire a tanto. E anche anche, dovrebbero chiedere una mano agli altri come hanno fatto sempre. Non togliamo merito al merito.

Noodies

Gio, 17/05/2012 - 17:54

E gli italiani vanno ancora a votare questo schifo di politica rappresentata da questo schifo di politici? E' inutile che qualcuno si permette ancora di pronunciare la solita frase "non fare di tutta l'erba un fascio" perché bisogna invertire il significato, e cioè che qualche politico onesto certamente esiste in mezzo al "fascio". E non vengano a raccontarci che sono tutte calunnie le accuse di Lusi, quelle che riguardano la Lega, quelle di Penati ed ora quelle che riguardano l'IDV, perchè anche se molte cose sono da chiarire sicuramente la disonestà politica esiste e quanto emerso è solo la punta dell'iceberg. L'accaparramento del potere e del denaro è la sola ed unica ragione per la quale i nostri politici (per la maggior parte) scendono in campo. E gli italiani li votano ancora. Che schifo. Noodies

tizimelchio

Gio, 17/05/2012 - 17:55

Da quel poco che capisco la politica è un "bordello" e quando qualcuno rompe le uova, a seconda di chi si tratta, partono avvisi controlli e quant'altro. Ma non dobbiamo fare distinzioni, i partiti sono tutti uguali. Ci lamentiamo delle agenzie rating: ma come si fa ad avere fiducia in un'Italia dove il malcostume regna e dove i politici sono di esempio? Cominciamo a mettere ordine nella politica invece di predicare che le tasse vanno pagate. Cominciamo a ridurre tutti quei privilegi che sono uno sperpero: Monti non sono servite tutte le e mail che hanno spedito gli italiani? Ancora una volta siamo presi per i f....... Non ce la faremo mai e saremo sempre qui a ripianare i danni della mal politica.

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Gio, 17/05/2012 - 18:00

Per dirla come Di Pietro:- Se è vero com'è vero ed è vero che sono spariti 450.000 euro dove son finiti? Mi sa che dai e dai anche l'integerrimo inventore del "Non poteva non sapere" non può dire che lui non sa. ahahahahah

gibuizza

Gio, 17/05/2012 - 18:04

Ahi, Ahi, Ahi, che brutta fine farà il povero Domenico Morace.

Ritratto di antoni55

antoni55

Gio, 17/05/2012 - 18:12

Buona sera a voi.Antonio ma chè cosa è successo hanno beccato anchè a te con le dita nella nutella!!!!!!

HeyJo99

Gio, 17/05/2012 - 18:13

E' giunta l'ora che Di Pietro aggiorni la sigla del suo partito in IDVI: Italia Dei Valori Immobiliari.

bruna.amorosi

Gio, 17/05/2012 - 18:26

in questi commenti c'è uno che dice si sono scritti 3 zeri di troppo . ecco caro signore ci spieghi come funziona da quelle parti ? anche tre zeri in meno sono troppi per la legalità ed i valori che fanno la bandiera di quel partito . però non c'è da preoccuparsi ne uscirà con una casa in più e qualche assegno in banca , sa comè tra amici i e gli ek magistrati si aiutano .

pinocchioudine

Gio, 17/05/2012 - 18:26

Torniamo semre lì, bisogna dare il potere ai ricchi perchè non hanno bisogno di rubare!

cast49

Gio, 17/05/2012 - 18:28

di pietro è onesto, ahahahahahahah...ma no, è solo una barzelletta.

BartDaddario

Gio, 17/05/2012 - 18:36

mia nonna diceva..... IL PIU PULITO HA LA ROGNA.....

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 17/05/2012 - 18:42

In galera , possibilmente tutti anche in questo partito dei VALORI. Con i valori di ideali questo partito non mi ha mai convinto, specialmente il suo fondatore.Pecunia non puzza,come direbbe di pietro

Dreamer66

Gio, 17/05/2012 - 18:44

Dato che si parla di arraffoni, voglio segnalare una notizia dell'ultima ora. Posso capire il motivo che impone a Il Giornale di non pubblicare notizie di questo genere per non urtare la sensibilità dei propri lettori: "Le commissioni congiunte alla Camera hanno dato via libera ad un emendamento del Pd, passato anche coi voti di Idv e Fli, che aumenta le pene minime da 3 a 7 anni e quelle massime da 4 a 8 nel reato di corruzione per atti contrari a dovere d'ufficio. Astenuti Lega e Udc, contrario il Pdl che ha fatto di nuovo ostruzionismo. Salta la riunione di maggioranza"

claudiocodecasa

Gio, 17/05/2012 - 18:48

a casa questi partiti do m...........a ci saranno più soldi per i servizzi

Gianna Lorella

Gio, 17/05/2012 - 19:10

Ne ha troppi sulla coscienza questo traditore della zappa e chi di coltello fera prima o poi...

roliboni258

Gio, 17/05/2012 - 19:34

anche il trattorista e' come il trota

Hattrick

Gio, 17/05/2012 - 20:17

Ahahahahahaah che ridere... gli psudo giornalisti di questo quotidiano nn sanno piu cosa inventarsi...

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 17/05/2012 - 21:19

xdreamer66- Carissimo se fosse per me io darei l´ ergastolo, datosi che sarebbe impossibile pretendere in questo paese la pena di morte.

Cimbro_Veneto

Gio, 17/05/2012 - 21:24

@25 Hattrick ahahahahahahaha tu sei il più furbo vero?I ladri sono sempre solo gli altri vero?E Di Pietro è diventato magistrato perchè è bravo......e la marmotta incarta la cioccolata. Indipendenza subito!!!!!Veneti sveglia!!!

Giovanni Agretti

Gio, 17/05/2012 - 21:30

Inutile che agitiate. Non è la prima volta (e non saràl'ultima) che vede Di Pietro protagonista di cose discutibili e di cui è nota la voracità economica. Ma non succederà nulla, perchè gli ex colleghi, come sempre, lo manderanno pulito come un bambino. A meno che qualcuno non pensi che in Italia abbiamo veri magistrati indipendenti e non dei militanti politici sotto mentite spoglie. Quindi inutile agitarsi: l'Italia e la sua magistratura sono queste e non cambia proprio ora.

maryforever

Gio, 17/05/2012 - 21:52

MA CHE CIAZZECCA IL TRATTORISTA CON LA POLITICA????? anche lui, ha le mani SPORCHE. italia dei disvalori. e intanto il suo mercato immobiliare scresce

MARCO45

Gio, 17/05/2012 - 22:18

Ormai non si salva più nessuno. Sono convinto che più e chi meno tutti i partiti ed i loro dirigenti hanno le mani nella "marmellata". Troppi soldi ai partiti contro la volontà del popolo. Ora, questi politici, si accusano e accusano ma sono tutti corrotti.

disalvod

Gio, 17/05/2012 - 22:45

Non Sei Ne' Meglio E Ne' Peggio Degli Altri:sei Come Gli Altri.lo Spirito Dei Morti Non Chiede Altro Che Rispetto E Forse Quella Giustizia Che Si Aspettavano Da Vivi.

franky6464

Gio, 17/05/2012 - 22:52

non c'è che dire siamo proprio un bel paese....marcio! consiglio a chi si reca all'estero di imparare qualche frase in lingua straniera per non farsi riconoscere, a meno che vi rechiate in grecia o in albania, con loro siamo simili

eglanthyne

Ven, 18/05/2012 - 07:33

Andò , le palanche sparite sono servite per far laureare lo scorfano ?

Antenato

Ven, 18/05/2012 - 08:47

I toscani dicono "cencio dice male di straccio".

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Ven, 18/05/2012 - 08:49

Un altro padre-padrone. Un partito unipersonale anche questo.

enzo1944

Ven, 18/05/2012 - 09:03

Ma quando questo Vietti,vicepresidente e Capo di fatto del CSM,si decide a mettere sotto inchiesta e seriamente questo "fenomeno"che quando era PM,prendeva soldi a prestito dalle persone che stava inquisendo??...e tante altre cose per il figlio,la mercedes per sè ,i telefonini etc.etc,etc,!????....e Napolitana,che mangia la parola Costituzione tutti i giorni,non ha niente da dire???????????????????????????...mah!!povera Italia,.........a chi siamo in mano!

MMARTILA

Ven, 18/05/2012 - 09:03

I soldoni li ha presi in prestito quel faccione di uomo che compare nella foto per comperare alcune Mercedes...li restituirà poi, senza interessi e senza limiti di tempo.

bruna.amorosi

Ven, 18/05/2012 - 09:12

ore 9 del 18 -05- 2012 l'onorevole EVANGELISTI sulla 7 ad omnibus dice io questa mattina non voglio discutere su chi è che è più ladro . Domanda non sarà che qualcuno gli ha fatto notare che dentro i suoi valori (cioè ) del'idv mancherebbero MOOOOOOOOLTI SOLDI ?.e forse il suo padrone così pulito non è ed allora è meglio lasciar stare il cane che dorme ?.

Lucasartor

Ven, 18/05/2012 - 09:42

Denaro pubblico ed interesse privato...non vanno mai daccordo,sono poli opposti,ma si Sto arrivando!,i poli opposti si attraggono!

Massimo Bocci

Ven, 18/05/2012 - 09:49

Indagano......sulle scatole da scarpe per complicità manifesta!!! Non potevano non sapere.

puntovirgola

Ven, 18/05/2012 - 09:59

Una Signora Giudice a Forum una volta ha detto: cane non mangia cane, perciò ha ragione quel signore che scrive di non agitarsi per Di Pietro, che tanto i suoi ex compagni di merende lo salveranno sempre anche se lo trovano con le mani nella marmellata, perchè lui è la giustizia in persona hooo.... Certo che in Italia basta aver conoscenze hai le strade spianate e questo è il caso suo.