Dopo le briciole sul cuneo fiscale ecco quelle sulle pensioni

Lo scongelamento delle pensioni previsto per il 2014 porterà un aumento massimo di circa 20 euro al mese, lordi

Al Palazzo i privilegi, a lavoratori dipendenti e pensionati le briciole. Non bastavano le quisquiglie del taglio del cuneo fiscale introdotto dalla legge di stabilità (con una busta paga più "pesante" di appena 14 euro netti al mese), adesso è il momento delle pensioni. Lo scongelamento previsto per il 2014 porterà però soltanto un aumento di circa 20 euro al mese, lordi. In sostanza, operando un raffronto con l'anno passato avverrà che una pensione da 500 euro di quest'anno salirà a 506 euro l'anno prossimo. Per beneficiare di un incremento "maggiore", bisogna prendere una pensione di 900 euro, in quel caso l'aumento sarà di 10 euro mensili circa. Chi oggi incassa 1800 euro mensili di pensioni godrà nel 2014 di un aumento di 20 euro circa. È il massimo che si possa ottenere.

Niente di esaltante insomma. Nessuna pioggia di denaro. Un po' come avvenuta con il taglio del cuneo fiscale. Infatti all'epoca, un report della Cgia di Mestre svelàò la manovra del governo Letta, spiegando che i lavoratori dipendenti più "fortunati" sarebbero stati quelli con un reddito imponibile Irpef annuo di 15mila euro, pari ad uno stipendio mensile netto di 971 euro: il loro vantaggio sarebbe stato di 172 euro all’anno, tradotto in 14 euro mensili in più in busta paga. Invece, per un dipendente con un reddito annuo di 20mila euro, equivalente a uno stipendio mensile netto di 1.233 euro, il vantaggio fiscale annuo sarebbe stato di 151 euro (13 euro al mese). "Comprendo che il momento è difficile e risorse in cassa ce ne sono poche - spiegò il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi - tuttavia, ritenere che con queste cifre mensili nette si possa dare un po' di serenità alle famiglie è una chimera".

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 23/12/2013 - 09:56

politici morti di fame.

Ritratto di ...gli..Abusivi

...gli..Abusivi

Lun, 23/12/2013 - 10:05

agli itaglioni che continuano a votare i partiti della casta le briciole, in compenso però le lobby hanno fatto "il pieno"

bosco43

Lun, 23/12/2013 - 10:19

CASTA infame,ci troveremo al voto!!!

cast49

Lun, 23/12/2013 - 10:52

CHE VERGOGNA!!!

giovanni PERINCIOLO

Lun, 23/12/2013 - 11:54

Governo di ladri e parassiti! Le pensioni, almeno i lavoratori del privato, ce le siamo pagate tutte e togliere l'indicizzazione é solo un furto operato dai ladri di stato per garantirsi i loro privilegi! Un tempo si usabva dire che "pacta sunt servanda", in questa Italia invece ormai il primo farabutto che non rispetta i patti é lo stato! Altro che forconi, ci vorrebbero le forche per questi parassiti!

Guido_

Lun, 23/12/2013 - 12:07

Se nei governi passati il PdL avesse ridotto debito pubblico ed avesse ottimizzato gli sprechi, forse oggi la tenaglia fiscale sarebbe un po' più allentata. Vent'anni di ruberie, incompetenza e cialtroneria ci hanno portato fino a qua, e di questo dobbiamo ringraziare soprattutto la destra, che è quella che con più continuità e con maggioranze maggiori e più coese ha governato in quest'ultimo ventennio.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Lun, 23/12/2013 - 15:56

Ma questo articolo lo avete copiato dall'Unità? Dove sono gli antichi valori della borghesia di destra? Andate a lavorare, proletari barboni! Se vi scandalizzate perchè la bassa manovalanza guadagnerà 20 euro in più al mese, potete sempre donarli al vostro partito.

michetta

Lun, 23/12/2013 - 17:50

Non so' chi sia stato, ma certo che hanno voluto tarpare le ali ad uno come Del Debbio, che con la sua trasmissione Quinta Colonna - Il Quotidiano, ci partecipava tutte le brutture del Palazzo ed oltre. Questa, della miseria concessa ai poveracci pensionati, 'avevamo gia' ascoltato, appunto, in quella trasmissione e riportandola pari pari,ai nostri amici stranieri della Scandinavia e degli Usa,avevamo sentito le opinioni di totale sgradimento per un Governo Italiano che trattava così male,i propri cittadini piu' vecchi. Ancora oggi, non fanno che ripetermi di scappare dall'Italia, perche' se le cose e le persone, sono queste, si andra' sempre peggio e quando sara' il mio momento, potra'soltanto morire di fame! Queste sono le considerazioni di quelli, che secondo Letta, dovrebbero venire ad investire in Italia (sic!). Le mie considerazioni, le ho fatte stamane, guardando in Tv, Letta, che con la faccia piu' cattocomunista che non si puo', cercava di rabbonire ed infin occhiare con le parole gli Italiani........mi sono uscite fuori solamente parolacce! E poi, ho spento il televisore.

LAMBRO

Lun, 23/12/2013 - 18:38

E CI VENGONO A DIRE CHE C'E' IL RICAMBIO GENERAZIONALE MA..... CHI SE NE FREGA SE POI CONTINUANO AA PRENDERCI IN GIRO!! UN GOVERNO CHE VIVE DI TRUCCHI NON PUO' AVERE LA FIDUCIA DEGLI ITALIANI ALTRIMENTI SIGNIFICA CHE SIAMO COTTI E CHE CI MERITIAMO DI ESSERE PRESI PER IL CU.O !

cicero08

Lun, 23/12/2013 - 19:35

Questo poco sta nel preventivo...a consuntivo non ci ritroveremo neppure le briciole. Ed il fiscal compact incombe....

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 23/12/2013 - 20:55

DA GENNAIO CAVIALE E CHAMPAGNE OGNI MESE CON 14 EURO IN PIU' IN BUSTA PAGA||||||||||| GRAZIE PALLE D'ACCIAIO.

Tino Gianbattis...

Lun, 23/12/2013 - 20:57

Usurai di stato massoni mafiosi