"Brutta, sporca e cattiva". I francesi bocciano Firenze

Commercianti "truffatori", personale dei musei "maleducato", file "spaventose". "Le Figaro" ci fa a pezzi. Ma non è la prima volta

I commercianti? Truffatori e maleducati. Il personale dei musei? Arrogante. Le file, poi, meglio non parlarne: spaventose.
Dan Brown trascina Firenze all'inferno. In un reportage sulla presentazione a Palazzo Vecchio, ai primi di giugno, del sesto e più recente romanzo dello scrittore americano, Le Figaro stronca la città di Dante. Un paio di giorni addietro, la sezione cultura del più noto (e diffuso) quotidiano di Francia ha ospitato il racconto del giornalista Eric Bietry Rivierre, inviato a scoprire gli itinerari fiorentini seguiti dal professor Robert Langdon, il protagonista dei thriller browniani del passato (da Angeli e Demoni al Codice da Vinci a Il simbolo perduto) e del quarto e ultimo libro della serie, Inferno. E tra interviste e storie, anche stroncature. Il tam tam promozionale per la presentazione di Inferno, è la premessa dalla quale il giornalista transalpino parte, «potrebbe essere strumento per movimentare un turismo in crisi, sperando che anche Firenze conosca quell'effetto traino che Il Codice da Vinci ha rappresentato per Roma e Parigi. Con 9 milioni di copie vendute, Inferno rappresenta una manna per il capoluogo toscano. Tanto peggio per le città rivali come Siena, Pisa, Arezzo e Prato, che vengono ignorate». Tuttavia, «a Firenze i commercianti sono truffatori e maleducati, il personale dei musei arrogante, le file d'attesa spaventose». Ed a riprova dell'assunto, qualche numero - come i «131 dollari a persona, 373 a gruppo massimo di otto» per la visita Vip al corridoio vasariano - o giudizi taglienti, quali quelli riservati agli «astuti» tour operator che venderebbero «poco accessibili percorsi browniani».

Sulle rive dell'Arno nessuno s'è stracciato le vesti. Ci si limita, al più, a far notare come la stampa estera, dal New York Times a Der Spiegel alla Frankfurter Allgemeine Zeitung, parli bene, quando non benissimo, della Toscana intera.

Vero, ma non del tutto. Appena lo scorso gennaio, all'esplodere del caso Monte Paschi, un altro quotidiano francese, il progressista Le Monde, aveva titolato sulle ferite inferte dall'inchiesta giudiziaria «non solo a Siena, ma all'intera Toscana, di cui la banca è stata un polmone vitale». Nessuno, poi, ha dimenticato l'annus horribilis, il 2010, quando la Toscana era finita nel mirino dei giornali tedeschi Die Welt e Die Zeit, oltre che dell'inglese Times. Tutti critici, guarda caso, sui prezzi e sulla qualità dei servizi, come sull'inefficienza del trasporto pubblico. All'epoca, a difendere l'onore di Firenze capoluogo s'erano spesi in molti. L'allora presidente della Camera di Commercio, Vasco Galgani, per dire, aveva tuonato contro «attacchi che hanno il solo scopo di dissuadere i propri connazionali dal portare all'estero valuta pregiata in una fase di bassa congiuntura economica», comunque invitando gli imprenditori turistici «a garantire all'utenza straniera un trattamento professionale, qualitativamente elevato». Stavolta, invece, nessuna voce istituzionale si è levata a difesa dell'orgoglio patrio: l'argomento è rimasto confinato alla satira. Sul quotidiano online Arezzonotizie, ad esempio, l'editorialista Gianni Brunacci la questione l'ha letta così: «I francesi, gente che il pane lo mette sotto le ascelle e tiene in vista trappole per topi nei ristoranti, non dovrebbero permettersi certi attacchi; neppure ai fiorentini, che i topi li eleggono a sindaco».
E quando i campanili prendono a far sentire i loro rintocchi, non c'è dubbio: l'inferno è alle porte.

Commenti

Mario-64

Sab, 13/07/2013 - 09:30

Concordo con Zeffirelli ,tutta invidia. I lumacofagi se le sognano le nostre citta' d'arte.

hectorre

Sab, 13/07/2013 - 09:50

questo atteggiamento non mi piace..critichiamo i quotidiani stranieri che attaccano il cav. e poi diamo credito alle parole di un giornalista qualsiasi che mette in cattiva luce firenze?....solo perchè amministrata da renzi???....evitate certi articoli,non vi fanno onore....P.S. saranno gli elettori a dare il giudizio sull'amministrazione della città e non il primo galletto che alza la cresta.....

Ritratto di No Luigipiscio

No Luigipiscio

Sab, 13/07/2013 - 10:01

Beh..concordo al 100%..si è domenticato di dire dei Muri pieni di Graffiti e Punkabbestia che fanno la questua....stessa situazione a Bologna, Roma, Venezia.. é inutile non si campa più di rendite di posizione...

alfa553

Sab, 13/07/2013 - 10:14

Finalmente la verita viene a galla.Dissi questo a degli amici,mi coprirono di insulti, e pensare che ho visto i migliori musei del mondo ed essi neanche quello delle bambole, eppure.......Si è vero, altro che fare a pezzi, pensate che al centro comprae una bottiglietta d'acqua è impossibile per la inesistenza di un piccolo super, quindi alla merce dei bar che pare vendino petrolio a barili.........che pena,per loro, perche io a Firenze non ci metterei un piede neanche ci fosse da raccogliere un premio da un milione di dollari.La gente si nasconde dietro la invidia e quale? Parigi invidia Firenze? o Londra o dublino, ma fatemi ridere.A Firenze si salvano grazie alle manfrine delle crociere e studenti che hanno piu voglia di sesso che di studio.

Ritratto di Limapapa02

Limapapa02

Sab, 13/07/2013 - 10:20

I francesi, come loro solito, sono specialisti nel farla fuori dal vaso e di non vedere le loro rogne e maleducazioni! Provare per credere nei loro musei, metropolitane ecc. Certo noi, da parte nostra, non facciamo nulla per ripulire le nostre città e strade, sia da graffiti che da persone che meriterebbero altre destinazioni coatte. Qui bisognerebbe prendere a calci la politica e i politicanti, di qualsiasi partito ed opinione, ma questa è la vera fatica e grana per l'Italia e gli Italiani, degni di questo titolo!

franco@Trier -DE

Sab, 13/07/2013 - 10:24

Mario-64 ma hai mai visto le strade italiane come sono sucide piene di carta e di cicche di sigarette? Gente che getta carta per terra? non parliamo poi del Sud gente che sputa per terra cani che lasciano gli escrementi al suolo...ecc.ecc.

unosolo

Sab, 13/07/2013 - 10:24

altri attacchi alla nostra bellissima nazione e stiamo zitti , ecco a cosa ci stanno portando i comunisti , grilli e e PD sono alleati nel fare solo cose che impediscano al Berlusconi di contrastarli , unico in grado di fermare il vecchio comunismo il Vecchio PCI che oggi è al potere. Peccato che il PDL non se ne accorga oppure si sono alleati.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Sab, 13/07/2013 - 10:34

Purtroppo hanno ragione, in Italia si potrebbe risanare il debito pubblico solo col turismo, ma noi vogliamo i soldi facili ed in fretta.

amecred

Sab, 13/07/2013 - 10:37

ho visitato a Pasqua i musei capitolini a Roma e sono rimasto sconcertato dalla maleducazione del personale del museo. Alla cassa mi hanno servito senza salutare e rivolgermi una sola parola, all'interno del museo il personale non faceva altro che chiaccherare, scerzare e giocare col telefonino. A volte sembravano infastiditi dalla presenza dei visitatori. Non visito Firenze da anni, ma sono stato in un Agriturismo a Siena la scorsa estate. La parola cordialita' non pare esista nel vocabolario degli albergatori. Non sorridono, non salutano, ti danno l'impressione che sei un fastidio per loro. siamo in tempi di crisi, ma i sorrisi non costano nulla!

gigi0000

Sab, 13/07/2013 - 11:00

Gli stranieri ci denigrano spesso per partito preso, ovvero soltanto mostrando il lato peggiore e trascurando completamente tutto il bello e buono che sta dietro. Riguardo a Firenze, e non per sminuire Renzi, ho avuto da parte di più fiorentini impressioni tutt'altro che edificanti, quasi tutte proprio indicando come maggior responsabile del degrado e della mancanza di politiche adeguate, proprio il sindaco. Mi rammarica la sortita francese, ma non mi meraviglia l'opinione su Renzi, che, dopo una simpatia iniziale anche mia, mi sta dando sempre più impressioni negative: tanto fumo e poco arrosto, ovvero apparire, invece di essere.

gibuizza

Sab, 13/07/2013 - 11:06

Concordo col giudizio francese. Senza nulla togliere alle bellissime e numerosissime opere d'arte presenti nella città, chiunque la frequenti non può fare a meno di notare lo sporco per terra, l'abbandono dei giardini, i muri mal pitturati e pericolanti, il fondo stradale impossibile (soprattutto per carrozzine e carrozzelle), le case decrepite. Se poi si vogliono visitare le opere d'arte bisogna essere pronti a spendere un capitale e ad avere una pazienza infinita.

Cinghiale

Sab, 13/07/2013 - 11:14

I francesi sono snob ed invidiosi al limite dell'incredibile. Cartaccie in terra e maleducazione? Gli stranieri quando vengono da noi si adattano subito.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 13/07/2013 - 11:20

L'unica cosa di cui non si devono lamentare sono le code. Sono colpa di qualcuno o del grande afflusso di turisti? Ma per il resto hanno ragione, nei negozi ti fottono, la citta' e' un cesso, nomadi, gentaglia per strada.

CALISESI MAURO

Sab, 13/07/2013 - 11:23

be sporca si e' vero, ma non di ca..e di cani come a Parigi, un po caciarona la gente? si vero, pero' provate ad andare a Place de la Concorde alla sera, non c'e' un europeo ( da brividi e detto da uno che e' da solo in mezzo ad un'altra razza pure in questo momento ), provate a mangiare qualcosa vi partira mezzo portafoglio, trasporti? La meta' delle volte che passavo di li c'erano scioperi.Musei? che restituiscano quello che hanno rubato. Ladri. Nessuno difende le ragioni italiane? E chi le deve difendere le ns elites sono loro stesse indifendibili, siamo a fine regno e non c'e' nessuno che ami la nazione, per questo ci stanno sbranando tutti quanti. Provate a stare via un lungo periodo dall'italia e poi tornando guardate le facce della gente. Facce spaventate, cattive, aride, occhi spenti. Con chi dovremmo reagire? La truppa e' peggio degli ufficiali, gli ufficiali gia' venduti al nemico ( concorrenza. Pensate a Lactalis che si compra Parmalat piena di soldi e nessuno dice niente ). 120 anni di lotte risorgimentali,fascismo amante della nazione e 20 anni di dopoguerra ben gestito, poi il crollo fino ad arrivare all'esigenza di fare leggi, per ... i diversi, prima priorita' assoluta della sx. Quale reazione e da parte di chi?

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 13/07/2013 - 11:28

Vede franco trier, maestro di vita, le carte, gli sputi, le cicche, la merda per terra la buttano i turisti stranieri, tedeschi e svizzeri compresi, visto che sono il 90%. Quindi l'incivilta' e' ben diffusa anche nei paesi nordici ipocriti del caxxo, solo che a casa loro non lo fanno perche' altrimenti gli spaccano il c.lo. Come quelli con targa CH che appena passano il confine a Como Brogeda aprono il finestrino e buttano le cartacce in autostrada. Ne vedo tutti i giorni.

giovauriem

Sab, 13/07/2013 - 11:31

cari fiorentini,romani e campani,(solo per citare i maggiori siti storici artistici del nostro paese)io sono contro i tedeschi,francesi e inglesi quando parlano male della nostra italia( lo fanno,solo, per dissuadere i loro connazionali a spendere soldi nel nostro paese per non rafforzare la nostra economia)però,vero è, che nelle città d'arte italiane c'è l'assalto/agguato(in termini economici)ai turisti stranieri e italiani,nelle nostre città,gia care,basta avvicinarsi a siti turistici e si nota che i prezzi aumentano in modo esponenziale,e spesso il servizio non è adeguato(esperienze personali)è vero che il 90% del patrimonio artistico storico giace(è proprio il caso di dirlo)nel nostro paese ma ciò non ci autorizza a taglieggiare i fruitori stranieri e nazionali di questo ben di Dio

plaunad

Sab, 13/07/2013 - 11:37

Ditelo al "genio" di Sindaco Renzi.

Mario-64

Sab, 13/07/2013 - 12:07

Franco@Trier , ho vissuto a Firenze quasi un anno ,confermo che e' una delle citta' piu' belle d'Europa . E non mi e' parso che il livello di cartacce fosse superiore a quello di altre citta' europee. (Che pero' si sognano i musei fiorentini...) In Germania in compenso ho visto parecchi ubriachi sdraiati per terra ,spettacolo che da noi e' ancora semisconosciuto.

peroperi

Sab, 13/07/2013 - 12:09

E' anche vero che certi turisti specialmente tedeschi, svizzeri e probabilmente francesi, credendo che in italia si possa fare tutto quello che si vuole , visto la fama del Paese, si comportano da veri e propri maleducati. Per questo il personale a volte è irritante. Lo vediamo anche per le strade dove le macchine degli stranieri fanno cio' che vogliono. Detto cio' l'Italia ha molte, troppe colpe.

Angel59

Sab, 13/07/2013 - 12:11

Purtroppo i francesi hanno ragione...tempo fa ho visitato Firenze e ho giurato i non metterci mai più piedi. La colpa non è dell'Italia ma degli italiani che la popolano...oltre mezzo secolo che siamo in democrazia ma ancora dobbiamo capire cosa significa, forse è ancora presto?

gesmund@

Sab, 13/07/2013 - 12:18

Perfettamente d'accordo. Non c'è paragone con l'accoglienza cordiale di Roma. E per di più a Firenze si rischia anche il cagotto.

il veniero

Sab, 13/07/2013 - 12:19

un mio parente ha visitato poco tempo fa la reggia di caserta , gioiello in degrado e ha deciso di fare il giro del parco in carrozza . Pagata la tariffa esposta , a metà del parco ( parte opposta alla partenza) il cocchiere ha detto " la corsa finisce qua se volete tornare dovete pagare un extra..." . Chi la visiterà + la reggia...

Anonimo (non verificato)

Ettore41

Sab, 13/07/2013 - 12:27

Hanno ragione e purtroppo tutta l'Italia e' cosi'. Anni fa a Venezia, dietro Piazza San Marco comprai un rullino Kodak il cui prezzo, imposto su tutto il territorio nazionale dalla Kodak stessa, era stato maggiorato. Alle mie rimostranze ricevetti questa risposta:"Ma che vuole qui' siamo dietro Piazza San Marco!!!" La maleducazione del personale addetto ai musei e' stratosferica; come dice amacred sembra che gli stai dando fastidio. A quelli che strillano dicendo che ci criticano senza ragione consiglio di farsi un giretto per l'europa e vedere come sono organizzati i musei e la cortesia degli addetti. I costi per entrare sono accessibilisiimi se non addirittura gratuiti. Il British Museum, per esempio, e' completamente gratuito. Li', tra l'altro, si possono ammirare Il Partenone, La Stele di Rosetta, reperti archeologigi Assiro Babilonesi ed Egizi). Altro Museo completamente gratuito e' la "National Gallery" dove ogni 2 ore un laureato in Storia dell'Arte illustra, ad un gruppo di non piu' di 15 persone e sempre gratuitamente , 4 dipinti a rotazione. In questo Museo si possono ammirare Giotto, Raffaello, Tiziano, etc etc, solo per nominare i pittori italiani.

lamwolf

Sab, 13/07/2013 - 12:38

E Renzi vuole arrivare alla guida del paese???? ma se non riesce a governare Firenze!!!!Bella figura di merda......

summer1

Sab, 13/07/2013 - 13:34

Per l'ennesima volta i francesi dimostrano la loro invidia per l'Italia. Loro non fanno testo, non sono credibili e, non c'è nulla da aggiungere.

summer1

Sab, 13/07/2013 - 13:41

Per lamwolf. Ma non ti accorgi che i francesi (questa volta) ma anche i Tedeschi e gli stranieri in genere ci prendono per il culo, proprio per questa estoreofilia che abbiamo. Quelli come te vengono adoperati per i loro scopi che, in questo momento sono assai evidenti.

Roberto Casnati

Sab, 13/07/2013 - 13:57

Perché i Francesi non guardano un po' in casa loro? Parigi è una delle città più sporche al mondo! Il 90% degli alberghi parigini, carissimi, sono delle vere topaie! I cessi fanno schifo, quando funzionano, i Parigini si lavano poco ed un viaggio nel metrò assomiglia ad un'avventura in una camera a gas! Le "code" dappertutto sembra le abbiano inventate i Francesi! Il traffico è caotico e governato da "fliks" che, invece di dirigere il traffico, continuano a fischiare, fischiano, fischiano e basta! Oltre a tutto hanno una divisa a dir poco ridicola con quella loro pentola rovesciata sulla testa! I ristoranti sono dei luoghi da "ciapa cuiuni" (acchiappa coglioni) con "pour boire" obbligatorio sennò vieni sottoposto alle più atroci torture! Il personale, invece di servire i clienti, li sfotte soprattutto se sono stranieri! Il cameriere francese parla con gli altri in "argò" illuso di non farsi capire, ma chi sa bene il Francese, come me (in casa si parla Francese), capisce tutto e la frase più gentile nei confronti di un turista è "ammerdeur"! I Francesi in generale, ed i Parigini, in particolare sono rimasti Franchi, ovvero dei barbari germanici che ancora non hanno imparato a vivere civilmente!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 13/07/2013 - 14:02

Personale maleducato? Ma dove? Più che un articolo, mi pare una assordante rosicata quella dei Francesi. Ci invidiano e parecchio, loro la Francia l'hanno rovinata facendosi invadere dagli extracomunitari.

Porrzuz1492

Sab, 13/07/2013 - 14:20

Ci sará sicuramente invidia ma purtroppo anche veritá.

thelonesomewolf97

Sab, 13/07/2013 - 14:25

Siamo alle solite scaramucce con i nostri cugini francesi.Forse e' l'invidia,consapevole che, quando loro indossavano ancora pelli di animali e ruttavano all'aperto vicino ai fuochi, a Roma avevamo edifici e piazze lastricati di marmo....

Mercutio

Sab, 13/07/2013 - 14:29

Mi piacerebbe dare ragione a Zeffirelli, ma purtroppo le Figaro una parte di ragione ce l'ha e non solo su Firenze. Da anni ormai gli stupendi centri storici delle città italiane sono dei suq a cielo aperto e luoghi di bivacco per la fauna umana più varia (e indesiderata). Un degrado che si è via via aggravato con gli anni, senza che nessuno facesse niente per arrestarlo, nè gli amministratori nè i cittadini, e al quale ci si è evidentemente assuefatti. Eppure chi ha visitato qualche altra città europea può agevolmente rendersi conto che certi spettacoli si possono vedere soltanto in Italia. Questo è un vero crimine contro l'arte e la bellezza, perchè di città come le nostre al mondo non ce ne sono di eguali.

benny.manocchia

Sab, 13/07/2013 - 14:42

Amecred:lei ha scritto la verita'.In Italia esistono piu' ignoranti cafoni che persone educate.Sapesse che cosa dicono di noi a New York...E; tutto tempo perso. Un italiano in usa

thelonesomewolf97

Sab, 13/07/2013 - 15:03

stenos, ha ragione. I tutori dell'ordine dovrebbero fermare l'auto dalla quale vengono buttate le cartacce, farle raccogliere, multare salatamente gli automobilisti. Non picchiamoci sempre sulle nostre balle,spesso sono proprio gli stranieri che se ne sbattono quando stanno a casa nostra e la fanno da padroni.Ma almeno fossero padroni puliti...Fanno, invece, i loro bisogni corporali a volte dietro monumenti o chiese importanti, lasciano lattine di birra ovunque e resti delle loro colazioni, sono rumorosi e invadenti, oltre che pretenziosi. Perche' ci diamo sempre la colpa noi stessi??!!!

Ritratto di elidec

elidec

Sab, 13/07/2013 - 15:17

Ma quale Renzi e Renzi, Firenze è così da sempre. I Francesi saranno pure invidiosi, sicuramente, ma quanto detto è sacrosanta verità.

killkoms

Sab, 13/07/2013 - 15:25

se si fosse trattato di una città amministrata dal pdl,subito i soliti sin istri starebbero a girare il coltello nella piaga e a scagliare epiteti contro i cattivi amministratori destrofili! ora,conoscendo bene quelli che consumano baguette portate sotto il braccio senza pellicola protettiva,sono sicuro che la maggior parte saranno maldicenze,ma se il sindaco locale pensasse un pò di più a quello per cui è stato eletto,le xose abdrebbero meglio!

il veniero

Sab, 13/07/2013 - 15:41

il dip. pubblico è impunito .Che succede a questi usceri se vengono "beccati" a chiacherare o a comportarsi male? Licenziati ? Ma figurati...Siamo in italia ... Iniziamo a sbattere fuori i fancazzisti , assenteisti e gl'incapaci ... poi facciamo gli orgogliosi .

killkoms

Sab, 13/07/2013 - 15:43

@amecred,la maggior parte degli addetti ai beni culturali italiani sono tutti personaggi senza titoli,assunti in massa ai bei tempi dell'allegra prima repubblica!hanno ancora la mentalità di avere diritto allo stipendio senza prestazioni collegate!ricorda il triste episodio capitato qualche anno fà a roma al pantheon?un concerto,co artisti ed invitati stranieri in corso nel pantheon fù interrotto perchè gli addetti dovevano chiudere!e tra questi si distinse una ciccione burina che diceva ai presenti di andarsene con ungesto da bassa periferia borgatara capitolina!si gridò allo scandalo,si disse che sarebbero stati presi proivveduìimenti,ma alla fine non se ne fece nulla perchè la tipa era cigiellina!i francesi sicuramente hanno esagerato per via del loro nazionalismo sfegatato(basti pensare ai termini di origine francesi come sciovinismo e revanscismo),ma le critiche alla gestione dei nostri beni culturali sono obiettive!basti pensare a come,in questi giorni,sono saltate visite a pompei ed altri siti cause assemblee sindacali!se si pensa che a londra,una mostra su pompei (qualche reperto,foto e filmati,sta fatturando di più di quanto entra negli stessi perodi a pompei stessa!

thelonesomewolf97

Sab, 13/07/2013 - 16:41

sono pienamente d'accordo con le critiche alla gestione dei nostri musei e in genere dei nostri beni culturali. Una mandria di addetti che non fanno nulla, a volte spocchiosi,incaxxati,annoiati. Senza alcuno stimolo per sorridere o almeno salutare.Andrebbero sicuramente rieducati,controllati ed eventualmente puniti. Ma davvero. Pero', quanto ho detto su la maggior parte degli stranieri e' vero e visto personalmente. Un po' di educazione non guasta, da ambo le parti.

tiro

Sab, 13/07/2013 - 18:24

E’ Evidente che noi italiani non abbiamo nessuna voglia di prendere ordini e tantomeno subire insulti da giornalisti d'oltralpe e dintorni. Ma non dovremmo fare nessuna fatica ad ammettere che le condizioni ambientali delle nostre città lasciano molto a desiderare. La presentazione offerta dai nostri centri abitati non è idilliaca. Sarebbe invece opportuno fare un buon esame di coscienza e rimboccarsi le maniche per far sì che l'ospitalità sia più consona alle ricchezze artistiche e architettoniche delle nostre città. Purtroppo l'italiano, un po’ trastullatosi dalle cattive abitudini un pò galvanizzato dall’esilarante costume da mattacchione, ha da sempre sottovalutato il bon ton richiesto per essere apprezzati dai visitatori stranieri, quest’ultimi attratti evidentemente dall'inestimabile patrimonio. Infatti porto l’esperienza di qualche anno fa, (per la precisione prima dei crolli famosi ma nel mentre della monnezza sulle strade) consumatasi durante la visita archeologica nel sito più ambito di tutto il mondo, Pompei, dove l'imbarazzo personale, maturò osservando la miriade di gente straniera in visita, che si muoveva con estrema difficoltà in un luogo visibilmente tenuto nella più totale indifferenza, e lasciato semmai alla mercé di improvvisatori che si spacciavano come guide accreditate. Ma il culmine del disagio emerse nell'osservare il livello di sporcizia in cui versava tutto il sito archeologico. Davvero deprecabile. E' chiaro che non si vuole fare di un’erba un fascio ma è noto che nell’insieme il grado di pulizia e di ospitalità dei nostri centri grandi e piccoli che siano è notevolmente scadente. Nella fattispecie poco c’interessa sottolineare o elencare le città con alla guida sindaci di destra e sinistra, purtroppo il risultato finale non cambia. Io penso invece che i nostri sindaci, da tempo distratti da altri interessi, tornino a fare il vero ruolo di primo cittadino e “controllore” delle città per le quali si sono proposti la guida, andando in prima linea a correggere e debellare le nostre lacune e cattive abitudini, che ci portiamo dietro da decenni, e imporre risolutamente le buone regole civiche. Fatto questo, allora potremmo controbattere alle polemiche gratuite degli stranieri invidiosi.

leserin

Sab, 13/07/2013 - 19:04

Invece di offenderci riflettiamo sul fatto che abbiamo il paese con il maggior numero di bellezze artistiche e non ce lo meritiamo: sporcizia, graffiti, vandalismo, musei chiusi per sciopero, cafonaggine, prezzi ingiustificati, informazione carente, scortesia, trasporti e servizi pubblici indecenti. Francia e Germania, meno belle dell'Italia, fanno molto meglio di noi e i risultati si vedono.

bangalà

Sab, 13/07/2013 - 19:37

Non amo la Francia ne i francesi. Premesso cio devo purtroppo constatare che c'é del vero su quello che scrivono. Il personale dei musei sono sempre incazzati; se chiedi dove sta il bagno, neanche ti guardano. I costi alle stelle. Sporcizia e nessun vigile ha voglia di fare qualche multa. Il nostro Renzi dovrebbe più stare in Comune e guidare la sua città...ma qui pensano tutti alla poltrona di cuoio a Roma. Non é tutta invidia...su facciamo un piccolissimo esame di coscienza.

franco@Trier -DE

Sab, 13/07/2013 - 19:38

cinghiale appunto perchè non c'è ordine e disciplina in Italia,perchè quando venite qui in Germania siete tutti agnelli?

giunchi catia

Sab, 13/07/2013 - 21:09

l'ultima volta che sono stata a firenze per la mostra dell'artigianato internazionale uscita dalla stazione in direzione della fortezza d'abbasso c'era un tanfo di urina.il muro di una casa li vicino era una latrina.però i francesi pensino a casa loro perchè sono stata anche in francia e non ho visto tanta pulizia.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 13/07/2013 - 22:15

Insopportabili, ma dicono quello che è. E questo non solo per Firenze, città provinciale e che non merita i capolavori che possiede. La Toscana famosa nel mondo è un ricordo perso nel tempo. Saluti

Ritratto di marco peroni

marco peroni

Dom, 14/07/2013 - 06:12

e' vero. sono Fiorentino e vivo a l'estero ormai sono 30 anni , il giornalista francese ha ragione . fiorentini ,arroganti , truffaldini ,gonfia prezzi. custodi dei musei cafoni e maleducati , povera firenze come e' caduta in basso, adesso ancora di piu' con questa emigrazione clandestina vergogna Italia e Firenze. La mia decisione di andarmene da firenze fu giusta all epoca i fiorentini non si volevano aprire ,era rimasta di mentalita' vecchia e ideolisti comunisti . Adesso siete contenti , !!!!!!!!!!! sveglatevi !!!!!!! marco

Ritratto di marco peroni

marco peroni

Dom, 14/07/2013 - 06:18

Il giornalista ha ragioone , L'ANTICHITA' E L'ARTE ,rispetto alle persone e' tutt'altra cosa. Il giornalista non ha criticato l'arte la nostra bellezza di firenze . Ha criticato il fiorentino e ha ragione , non versiamo lacrime ormai e' tardi cari fiorentini. marco

franco@Trier -DE

Dom, 14/07/2013 - 07:58

stenos dici cazzate prima di parlare vieni in Germania a vedere chi ha ragione, certo gli svizzeri in autostrada in Italia li ho visti a correre come pazzi che mai lo farebbero al loro paese,evidentemente se lo fanno in Italia è perchè sanno che è un cesso e un paese senza ordine e disciplina non come il loro,quindi si comportano come voi.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 14/07/2013 - 10:29

...Si intervenga e si agisca in modo tale da non dare a Le Figaro la possibilità di scrivere in tal senso. Chi sa che nel tutto non vi sia qualcosa di vero!

franco@Trier -DE

Mar, 16/07/2013 - 09:05

Mario-64 anche loro hanno città d'arte.