Le bugie dei De Benedetti: "Truccati i dati della centrale"

Il giudice accusa i vertici dell'impianto Tirreno Power di Vado di aver truccato i valori degli inquinanti: "Scelta gestionale volontaria. Conoscevano le potenzialità lesive dell'attività svolta"

Un delitto compiuto consapevolmente, truccando i dati sulle emissioni pur di mantenere in funzione le centrali a carbone di Vado Ligure. Un delitto compiuto dai vertici di Tirreno Power grazie alla oggettiva complicità delle amministrazioni pubbliche che hanno per anni e anni omesso i controlli cui erano tenute, tenendo per buoni i dati fasulli forniti dalla stessa società. Questo, per la procura di Savona e il giudice preliminare Fiorenza Giorgi, è il riassunto della cupa e indigesta storia della centrale di Vado Ligure, sequestrata due giorni fa. In quarantacinque pagine, il provvedimento del gip riassume per filo e per segno la storia di come la centrale abbia avvelenato una valle e ucciso centinaia di persone (343, nella meno grave delle ipotesi), sfociando in una tragedia ambientale e sanitaria di «dimensioni immani».

È un riassunto che sembra lasciare poco spazio alla difesa dei cinque manager della Tirreno Power finiti nel registro degli indagati. E che mette in una posizione imbarazzante i soci di Tirreno Power, ovvero i francesi di Gdf-Suez (che però sono arrivati pochi anni fa) e soprattutto la Cir, la holding della famiglia De Benedetti: che ora si ritrova a dover scegliere se prendere su di sé la responsabilità delle clamorose omissioni compiute dai manager della centrale, con tutte le conseguenze del caso: o se invece scaricare le colpe su di loro, col rischio che reagiscano chiamando in causa altri.

Se la gravità degli addebiti era in parte nota, a colpire è la decisione con cui il gip affronta il tema delle coperture di cui Tirreno Power ha goduto: «il gestore, certamente agevolato da una quasi assoluta carenza di controlli, ha di fatto violato la quasi totalità delle prescrizioni imposte (...) non può tacersi la circostanza che tutti i dati sono stati registrati e monitorati dal gestore in assoluta autonomia e nella totale carenza di controlli da parte delle autorità preposte; ed invero non vi è traccia del protocollo condiviso con le autorità di controllo locali (provincia di Savona) e/o Arpa Liguria, né di ispezioni effettuate da quest'ultime all'impianto ai fini di controllo di tale aspetto, previsto dai provvedimenti autorizzativi della centrale».

Insomma, alla centrale è stato permesso per anni di inquinare e causare morti sulla scorta di dati forniti dalla stessa Tirreno Power, e che al primo controllo si sono rivelati falsi: «i dati forniti dallo stesso gestore sono ritenuti inattendibili da tutti i consulenti del pm (...) i valori di concentrazione misurati manualmente risultano mediamente assai più alti di quelli contemporaneamente forniti dal sistema di monitoraggio».

Per valutare l'impatto delle emissioni di fumi, ma anche della polvere del carbone trasportato e stoccato a cielo aperto, i periti della procura hanno interrogato testimoni che non mentono: i licheni, i primi a soffrire per l'inquinamento, e che intorno alla centrale si sono diradati sino a sparire (la perizia parla di «deserto lichenico») e le cartelle cliniche dei malati e dei morti. Che le conseguenze siano stati devastanti non c'è dubbio: «Non può che concludersi nel senso che l'evidenziato incremento dell morbilità e della mortalità nelle aree di media e alta ricaduta delle emissioni della centrale rispetto alle aree di bassa ricaduta è certamente attribuibile all'esercizio della medesima centrale». Ancora: «deve ritenersi raggiunta la certezza processuale del nesso di causalità tra l'evidenziato aumento di morbilità mortalità e l'esercizio della centrale».

E la centrale di Vado continuava ancora fino al sequestro ad avvelenare l'intera zona, anche se mancano dati epidemiologici successivi dal 2011, dice il giudice: «Deve ritenersi provato, a fronte di valori emissivi sovrapponibili agli anni considerati, un danno alla salute (intendendosi per tale un aumento della mortalità e della morbilità) costante anche negli anni successivi a quelli oggetti di specifico esame». «Quanto sin qui evidenziato - dice il gip - induce a ritenere verificato un danno alla salute nelle aree di ricaduta della centrale di entità tale da integrare senza dubbio la nozione di disastro nonché un pericolo per la pubblica incolumità da individuarsi nel rischio di incremento di morbilità e mortalità correlato alla protrazione dell attività della centrale termoelettrica ai medesimi livelli emissivi mantenuti sino ad oggi».

Per questo, per fermare la strage, è stato necessario intervenire con la forza, e spegnere per legge i forni della centrale dei De Benedetti: «I dati riportati inducono a concludere che per ogni anno di funzionamento della centrale, a parità di emissioni, si avrà un aumento del numero di casi di ricoveri e di decessi sostanzialmente costante», scrive il giudice, parlando di «pericolo attuale per la pubblica incolumità».

Superficialità, caso? Niente di tutto questo, scrive il giudice, che parla esplicitamente di «precise scelte gestionali» della società: «La gestione dell'impianto a livelli nettamente superiori a quelli imposti dalle Bat (le migliori tecniche possibili, ndr) è certamente attribuibile ad una precisa scelta gestionale della società. Tale scelta volontaria è stata adottata e tenuta nonostante la consapevolezza del danno arrecato all'ambiente e alle rilevanti dimensioni dello stesso», si legge a pagina 37 dell'ordinanza. Ed invero il gestore era certamente a conoscenza delle potenzialità lesive della attività svolta».

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 14/03/2014 - 14:52

La magistratura democratica come lui è complice degli avvelenamenti.

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 14/03/2014 - 14:59

Perché Legambiente tace?

Ritratto di ashton68

ashton68

Ven, 14/03/2014 - 15:00

non trovo la notizia su Repubblica! come mai?

vince50_19

Ven, 14/03/2014 - 15:01

A questo magistrato auguro di riuscire nell'intento che si è prefissato: chiarezza e responsabilità ben precise in una situazione che più "affumicata" non potrebbe essere. Tuttavia, non me ne voglia costui, ho la strana sensazione che potrebbe far la fine del p.m. Giuseppa Geremia che nel 1997 chiese il rinvio a giudizio dell'allora presidente del Consiglio Romano Prodi nell'ambito dell'inchiesta sulla cessione (sottocosto) del gruppo Cirio - Bertolli - De Rica e che condusse anche un'inchiesta su vicende riguardanti le Ferrovie dello Stato, la Tav per indenderci. Pare fosse stato allora commesso anche il reato di abuso d'ufficio dal noto "curato" di Scandiano. Come finì la faccenda? "Nottetempo" l’ufficio della Geremia venne messo a soqquadro dai “soliti ignoti” e, nel giro di pochi giorni, la "pratica" venne avocata dal superiore della Geremia che venne “mandato in vacanza” in Sardegna, trasferito. La faccenda afferente Prodi venne naturalamente archiviata..

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 14/03/2014 - 15:04

Troppo difficile sequestrare tutto?

Ritratto di danutaki

danutaki

Ven, 14/03/2014 - 15:11

Come farà adesso la tessera svizzera no 1 del PD a sottrarsi al teorema del "non poteva non sapere" ??

angelomaria

Ven, 14/03/2014 - 15:19

e' unaltro articolo che vorrei trovare quello dove si dice che c'e' un'ordine di cattura fino allora non avro'buona giornata a voi cari lettori pace

ex d.c.

Ven, 14/03/2014 - 15:22

Strano, De Benedetti, essendo di sn, poteva benissimo non sapere!

Il giusto

Ven, 14/03/2014 - 15:26

Ashton68..vai sul Fatto Quotidiano,li troverai un articolo completo e preciso...

Libertà75

Ven, 14/03/2014 - 15:29

Ho parlato con l'avvocato di De Benedetti, un certo "ilfatto" che qui scrive sovente istruendoci di diritto ed economia. In pratica è colpa di Berlusconi perché in quegli anni lui era PDC e non poteva non sapere cosa facessero in quella centrale. De Benedetti è intenzionato, a tutela del proprio nome, a chiedere un risarcimento danni per 1 miliardo di euro all'ex Cavaliere Berlusconi.

roseg

Ven, 14/03/2014 - 15:34

Uei svizzero e adesso come la mettiamo hehehehe...

senseigodan

Ven, 14/03/2014 - 15:35

Finalmente una giustizia al servizio della sicurezza e la salute pubblica! Ma quanti di questi casi dovremo ancora avere prima di capire che la malagestione di impianti così critici per la salute pubblica porta a disastri ambientali che uccidono ogni forma di biodiversità, uomo in primis? Per manager e soci di aziende del genere metterei l'ergastolo per ogni vita umana spezzata. Tolleranza zero. ALtro che Svizzera! Non gli bastano mai i soldi che già guadagnano. Devono essere soldi sporchi di vite umane perse. Nessuna morale, nessuna attenzione sociale, nessuna preoccupazione ambientale...solo profitto. L'Italia si deve liberare da queste persone di malaffare. Sarei disposto a pagare altre tasse pur di sapere che marciranno in galera finchè campano!Bravo giudice...rovinali! Distruggi con la legge le loro vite visto che loro hanno distrutto senza legge migliaia di vite.

il corsaro nero

Ven, 14/03/2014 - 15:42

Mi sono fatto testè un giretto sul sito de La Repubblica, ma non ho trovato tracia della notizia! Forse De Benedetti inquina meno della famiglia Riva?

cesaresg

Ven, 14/03/2014 - 15:43

Non si preoccupi il DE MALEDETTI tessera n. 1 del PD, quel magistrato che ha fermato la centrale verrà trasferito in qualche tribunale di provincia in Sicilia per indagare sui ladri di galline. Poi ci sarà un magistrato "kompagno" che dirà che il DE MALEDETTI non sapeva niente essendo "svizzero".

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Ven, 14/03/2014 - 15:47

Grazie alla sentenza della cassazione contro Berlusconi vale il principio che de benedetti è colpevole perchè non poteva non sapere.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 14/03/2014 - 15:49

Come mai il giudice Giorgi non ha ancora ricevuto l'invito a preparare le valigie?

Mechwarrior

Ven, 14/03/2014 - 15:50

Viva il capitalismo illuminato italiota

baio57

Ven, 14/03/2014 - 15:51

@ gian td5 - E' ovvio ,perchè possiede quote in una società che fa capo a Sorgenia che a sua volta controlla Tirreno Power. Della serie ...."diversamente" inquinatori. Che volete che sia, sooon ragazziii sinistriiii ,e che diamine .

Ely Bon

Ven, 14/03/2014 - 15:54

Ora ci aspettiamo il trasferimento del magistrato.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 14/03/2014 - 15:59

Meglio essere intossicati dalle VELINE del Berluska che dai VELENI di DeBenedetti. Sbaglio, cari sinistrati?

swiller

Ven, 14/03/2014 - 16:00

Ecco qua la tessera del PD n.1 e tutti gli altri sono uguali fatti con lo stampino un dei fulgidi esempi.

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Ven, 14/03/2014 - 16:01

Il giusto scrive: "Ashton68..vai sul Fatto Quotidiano,li troverai un articolo completo e preciso". Nient'altro da dire? Il giusto, se in vece di De Benedetti fosse Berlusconi scriveresti 150 righe di insulti. Scrivile le 150 righe, coraggio cialtrone! in vece del nome di berlusconi metti De Benedetti, sarebbe giusto o no.

ilfatto

Ven, 14/03/2014 - 16:06

@Libertà75...vede carissimo io rispetto la legge e per me chi SBAGLIA...paga..sia esso de benedetti, Berlusconi o peppe de marucetta.. la giustizia faccia il suo corso nel pieno rispetto del loro lavoro..io NON assolvo o CONDANNO a prescindere che il soggetto sia della mia parte politica o della parte avversa..io aspetto il lavoro dei MAGISTRATI..senza giudicare perché NON è il MIO lavoro...

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 14/03/2014 - 16:08

Ma và,un sant'uomo come lui...

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 14/03/2014 - 16:09

Ma và,un sant'uomo come lui...

pino48

Ven, 14/03/2014 - 16:20

Tranquilli!! I De Benedetti non sapevano.... queste saranno le risultanze dei magistrati che cureranno le indagini. Risultato: non luogo a procedere contro i soci della società poiché non direttamente interessati alla gestione e quindi non potevano sapere. Esattamente come con il processo Mediaset...dove invece Berlusconi in quanto socio non direttamente interessato alla gestione doveva invece sapere doveva sapere....

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Ven, 14/03/2014 - 16:22

Come è possibile non capire che la colpa di tutto e di quelli che hanno respirato nelle vicinanze della centrale?

Libertà75

Ven, 14/03/2014 - 16:56

@ilfatto, ma suvvia che ha sempre espresso giudizi su SB prima che il processo avesse termine. Si è svegliato garantista? Una domanda, la mattina lei si ricorda che cosa aveva detto e fatto il giorno prima o no?

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 14/03/2014 - 16:57

@ il fatto, so benissimo che fra le tante cose che mancano ai sinistri c'è la coerenza e quindi non mi stupisco, però si vada a rileggere quanto Lei ha scritto circa Federica Gagliardi e come è riuscito, arrampicandosi sugli specchi, a tirare in ballo Berlusconi, Le ricordo che sul suo commento ha affermato che giudicare non è il suo mestiere, inutile precisazione, ce ne eravamo già accorti! P.s. un consiglio che riguarda anche il Suo nik, prima di scrivere i Suoi commenti, eviti di "farsi", Le verranno meglio.

Ritratto di apasque

apasque

Ven, 14/03/2014 - 17:09

@ilfatto: lei dice "io aspetto il lavoro dei MAGISTRATI..senza giudicare perché NON è il MIO lavoro..." Ma mi faccia il piacere, in Italia se c'è una consorteria di cui troppo spesso è meglio non attendere i risultati è proprio la magistratura.....E poi, mi compiaccio con lei, non pensa di aver detto un'enorme sciocchezza? Non è forse proprio dell'essere umano formarsi le proprie opinioni e quindi di conseguenza giudicare?

Azzurro Azzurro

Ven, 14/03/2014 - 17:12

Chissa' perche' ogni volta che compare sto personaggio compare anche la magagna...

Azzurro Azzurro

Ven, 14/03/2014 - 17:15

Vedrete che accuseranno Berlusconi perche' non poteva non sapere e che questo pataccaro ne uscira' pulito come sempre dalle sue truffe...

LUCIO DECIO

Ven, 14/03/2014 - 17:18

non vedo post illuminanti di luigipiscio che peccato il cialtrone si e' eclissato

Azzurro Azzurro

Ven, 14/03/2014 - 17:19

@ ilfatto De Benedetti paga ? Ma dove? Ma se ne ha combinate di tutti i colori, compresa la Distruzione dell'Olivetti, orgoglio nazionale.. Ma tu fino ad ora dove sei stato...in galera? Ok era una battuta non prendertela :)

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 14/03/2014 - 17:36

I trinariciuti sono maestri in questa arte mistificatrice.

claudio63

Ven, 14/03/2014 - 17:37

beh adesso vorrei proprio vedere da che parte si cominceranno a sparare pistolotti garantisti della serie: aspettiamo che la giustizia faccia il loro corso, e non c'e' fretta bisogna ponderare ed esaminare, e poi la prescrizione, e la decisione di quale tribunale sia la competenza e poi gli appelli e quant'altro ci sta bene sopra questa vicenda... io so solo che, caro sig. "il fatto" Debenedetti vive all'estero ed e' un evasore fiscale che deve milioni di euro allo stato italiano, che ha messo in fallimento piu' di una azienda italiana mettendo sul lastrico piu' di una famiglia, distrutto interi settori dove le potenzialita' tecnologiche italiane erano ai vertici , mentre un babbeo che rimane in Italia, da lavoro a + di 60,000 individui, e' il primo pagatore dell'erario italiano, le sue aziende godono di buona salute e riscuotono buoni successi a livello internazionale finanziando film che ricevono riconoscimenti internazionali , e' stato condannato per truffa su un bilancio per il quale il diretto responsabile per legge ( l'amministratore delegato) non e' stato nemmeno ascoltato dai giudici. Per questo ingegnere de benedetti si comingia invece a sproloquiare sulle esatte responsabilita' di chi e come. Ma come: semplicemente, non poteva non sapere anche lui? e non bastano forse 3 indizi per fare una prova? chi la fa l'aspetti, caro signore.

baio57

Ven, 14/03/2014 - 17:46

Non dimentichiamoci il "potere" di questo personaggio.Da reo confesso di corruzione (10 miliardi di lire per tangenti a funzionari pubblici) , nel processo di secondo grado il GIUDICIUME accettò le tesi della difesa : .."fu costretto a pagare per ottenere commesse di lavorazione..."(sic !) Se si arriverà a giudizio anche in questa vicenda,farà passare che la zona di Vado Ligure era notoria per l'aria pura ,tant'è che vi si organizzavano viaggi turistici con gite alla centrale, compresi nel prezzo l'inalazione di taumaturgici suffumigi per malati di patologie polmonari.

Azzurro Azzurro

Ven, 14/03/2014 - 18:05

Ragazzi state tranquilli che la passera' liscia come sempre e il Magistrato che indaga sara' trasferito... E' komunista (col portafoglio a destra ovvio) per cui il reato non sussiste... Una bella archiviazione e via..

Libertà75

Ven, 14/03/2014 - 18:18

quando tutti dimostrano dati e numeri alla mano che "ilfatto" è nel torto, allora costui prende e scappa... tranquilli... torna domani a dispensare verità

ilfatto

Ven, 14/03/2014 - 18:19

@gian td5...innanzitutto lei da del tossico a sua sorella...poi se gentilmente mi spiega il senso del suo discorso ne sarei immensamente felice e proverò, anche se dubito in un suo comprendere, a risponderle, se le risulta arduo formulare delle frasi di senso compiuto si faccia aiutare da qualcuno a lei vicino...cordialmente

ilfatto

Ven, 14/03/2014 - 18:25

@apasque....spero, ma dubito, che capisca l'enormità che ha scritto, la magistratura è un potere INDIPENDENTE dello Stato che giudica se è stata o no infranta la LEGGE...ne IO ne LEI possiamo farlo! che centra farsi un'opinione? ma che scrive?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 14/03/2014 - 18:38

Quali altri truffe deve commettere a danno degli Italiani questo putrido individuo per finire dietro le sbarre?

dondomenico

Ven, 14/03/2014 - 18:45

Bisogna solo pregare, prima o poi la giustizia Divina presenterà il conto al cittadino svizzero, magari sotto forma di un fulmine, una frana, un incidente....chissà! Il GIUDICE SUPREMO non ha la tessera di magistratura democratica e le Sue sentenze sono senza appello

Giorgio5819

Ven, 14/03/2014 - 18:53

ocio svissero...cambia il vento.!

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Ven, 14/03/2014 - 18:54

Manipolazioni genetike: le teste dei kompagni.

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 14/03/2014 - 19:04

ilfatto Ven, 14/03/2014 - 18:25.....Non dispensi lezioni, la prego. Non è certo il più adatto...Da quando la Magistratura è un potere indipendente dello Stato? Ma che cavolo scrive? La Magistratura ( quindi anche la magistratura) è un'Ordine ( o un'ordine) e dipende dallo Stato, nella teoria classica di Montesquieu. Normalmente dovrebbe giudicare, è vero...Da qualche tempo a questa parte, crea teoremi; dopo aver creato i teoremi (seghe mentali) costruisce le prove e trova, immancabilmente, testimoni a suffragio. Poi i testimoni vengono smentiti ( leggi ingoia)...ma questo, per lei, non significa nulla....Rimanga convinto di aver ragione, nessuno piangerà...E.A.

giottin

Ven, 14/03/2014 - 19:09

@Libertà 75. Carissimo, ha forse già sentito qualche sinsitronzo dire male degli impiegatri statali troppo pagati e mai paganti? (mi scusi ma io li chiamo così)Certamente no. Lo sappiamo tutti che verso i suddetti usano un altro peso e un'altra misura, ma loro vanno fieri di costoro e qualunque cosa capiti dicono solo e sempre la solita tiritera: che la giustizia faccia il suo corso, abbiamo fiducia nella....(non la nomino per lo schifo che mi fa) ecc., come non fosse invece noto che per alcuni non è affatto così, ma non lo ammetteranno mai. Cordialmente.

ilfatto

Ven, 14/03/2014 - 19:09

@claudio63..ripeto anche a LEI che: io rispetto la legge e per me chi SBAGLIA...paga..sia esso de benedetti, Berlusconi o peppe de marucetta.. la giustizia faccia il suo corso nel pieno rispetto del loro lavoro..io NON assolvo o CONDANNO a prescindere che il soggetto sia della mia parte politica o della parte avversa..io aspetto il lavoro dei MAGISTRATI..senza giudicare perché NON è il MIO lavoro...quindi se ritenuto colpevole per me de benedetti può andare TRANQUILLAMENTE in GALERA...e se ci andrà vuol dire che ha fatto qualcosa che NON doveva FARE...ci siamo capiti?

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Ven, 14/03/2014 - 19:15

Proprio fatto, ma non fatto fatto ,Fatto.

scipione

Ven, 14/03/2014 - 19:17

Se fosse stato Berlusconi,un unico coro assordante dei sinistronzi: IN GALERA.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Ven, 14/03/2014 - 19:17

Luigiminzione sara' intossikato.

Azzurro Azzurro

Ven, 14/03/2014 - 19:25

@ Il fatto Quello che dici lo condivido, il problema e' che questo qui non andra' MAI in galera perche' komunista. E per me lo sai benissimo anche tu

mezzalunapiena

Ven, 14/03/2014 - 19:31

panorama sono diversi mesi che scrive articoli sulla centrale di vado ligure ma la liguria mi sembra sia governata dal pd ,e guarda caso de benedetti ha la tessera no.1 coincidenze.mentre per l'ilva di taranto repubblica ha fatto fuoco e fiamme aiutata dai pm sinistrorsi bloccando la produzione perché la proprietà sembra sia di centrodestra.

ptck135

Ven, 14/03/2014 - 20:19

È lo stesso De Benedetti che ha avuto problemi di morti e inquinamento all'Olivetti? Forse anche all'epoca era colpa di Berlusconi

Ritratto di Montagner

Montagner

Ven, 14/03/2014 - 21:21

OVVIAMENTE, per la magistratura, il padrone PUO' NON SAPERE quello che accade in un suo "stabilimento" !!

Ritratto di echowindy

echowindy

Ven, 14/03/2014 - 22:07

IL PIÙ DELLE VOLTE SILVIO BERLUSCONI È STATO CHIAMATO IN CAUSA NON DIRETTAMENTE MA IN QUANTO CAPO DI UN IMPERO CON DECINE DI MIGLIAIA DI DIPENDENTI DEI QUALI, SECONDO L’ACCUSA, NON POTEVA NON SAPERE EVENTUALI MALEFATTE. TEORIA MAI APPLICATA PRIMA D’ORA NEI CONFRONTI DI ALTRI INDUSTRIALI. A QUANTO SEMBRA, SI TRATTEREBBE DI MALEFATTE DI BEN PRECISE SCELTE GESTIONALI DELLA HOLDING DELLA FAMIGLIA DE BENEDETTI. ORA VEDREMO SE I DE BENEDETTI USCIRANNO INDENNI DALLE DISGRAZIE DEI LORO RISPETTIVI GRUPPI CON L’ASSISTENZA DI ATTI DI CULTO TRISTEMENTE FAMOSI DI PRONTO SOCCORSO, COME LE BEN NOTE FAMIGERATE...“DUE MISURE, DUE PESI”...ECT, ECT.

killkoms

Ven, 14/03/2014 - 22:45

@gian td5,perchè erano suoi soci!

Ritratto di giubra63

giubra63

Sab, 15/03/2014 - 01:34

concordo con vince50_19: prodi e debenedetti sono responsabili dello sfacelo dell'Itala tra Cirio-Sme-Iri-Sorgenia-Trattato di Lisbona-entrata nell'Euro con la frode dei debiti dello Stato nascosti dentro le Regioni-ricongiungimento parentale per gli immigrati-liberalizzazioni delle banche negli anni 1996-1998. impuniti fino ad ora, speriamo che finalmente la verità venga a galla e si rinchiudano in galera, buttando via le chiavi.

Ritratto di giubra63

giubra63

Sab, 15/03/2014 - 01:36

de benedetti il mago dell'olivetti,? quello che distrusse la Olivetti? ora ha distrutto Sorgenia, bravo! che razza di personaggio é a capo del pd: partito delinquenti!

ninoabba

Mer, 02/04/2014 - 16:13

Che personaggio ! Solo a vederlo, Ti da un senso di fastidio, ma perche non e ancora stato indagato , per la vicenda di savona, e altre pure? Número 1 Sulla tessera percaso vuoldire " attenzione pericolo " ?