C'è la ripresa? Subito i cretinetti aumentano l'Iva

Il governo dominato dalla sinistra pronto a inasprire le tasse: così ci ridurranno a pane e acqua

I signori del governo hanno appena finito di dirci che la crisi sta per concludersi, dato che si intravedono pallidi ma incoraggianti segni di ripresa, e già meditano - anzi programmano - di aumentare l'Iva di un punto: dal 21 al 22 per cento. Però, che soddisfazione. Nel darci la brutta notizia, hanno precisato che il ritocco dell'imposta è indispensabile perché mancano alcuni miliardi di euro alla quadratura del bilancio. Una panzana, considerato il fatto che i conti dello Stato non sono in pari dai tempi in cui Berta filava.

Lorsignori ragionano così da sempre. Aprono il cassetto, scoprono che è vuoto, ma non si chiedono perché non c'è più il becco di un quattrino. Pensano piuttosto a riempirlo subito. Come? Ovvio: aumentando le tasse, cioè chiedendo altri soldi ai cittadini esausti, dissanguati e sull'orlo di una crisi di nervi. Ignorano, i cretinetti, che negli ultimi 15 anni la spesa pubblica è cresciuta quasi del 70 per cento e che, pertanto, questa e non altra è la causa del dissesto finanziario. Se ne fossero edotti, non esiterebbero a provvedere coerentemente: ossia a riportare quelle uscite, abnormi rispetto alle entrate, entro limiti tali da non creare deficit e da contenere il debito pubblico.

Ecco perché li abbiamo definiti cretinetti. Non sono capaci neppure di tenere la contabilità della serva pur spacciandosi per politici oculati o addirittura per economisti di alto profilo, professori di rinomate università. Intendiamoci, il nostro severo giudizio non riguarda soltanto l'esecutivo in carica, ma tutti i governi che si sono succeduti nei secoli dei secoli fino a provocare il disastro attuale.

Qualcuno osserverà: cosa volete che sia un punto in più di Iva? Non inciderà molto sul portafoglio piangente dei connazionali. A parte il fatto che un punto per volta, a forza di assommare punti, siamo arrivati a un tetto insostenibile, occorre precisare: i consumi sono scesi e seguitano a scendere; per rilanciarli bisognerebbe abbassare i prezzi: questo lo capisce anche uno studente di terza ragioneria. Nemmeno per sogno. Enrico Letta e la sua orchestrina stonata, adottando lo spartito del celebre bocconiano Mario Monti, fanno il contrario: li alzano. Cosicché la gente, quando andrà al supermercato o in boutique, è lo stesso, dovrà sganciare più quattrini. Non avendone in quantità sufficiente, che farà? Comprerà di meno o non comprerà affatto. Risultato, ne soffrirà l'incasso dei commercianti; automaticamente le aziende produrranno meno merci e, in compenso, la disoccupazione registrerà nuovi incrementi.

È così che si combatte la crisi? Non bastasse, il Consiglio dei ministri dominato dalla sinistra lungimirante, dopo aver congelato la prima rata dell'Imu, ha in animo di scongelarla nei prossimi mesi. Motivo? Il problema è il solito: poiché la spesa, lungi dall'essere stata tagliata, è cresciuta a dismisura, serve denaro per affrontare l'inverno, quando le casse, tanto per cambiare, saranno vuote. Con quale effetto è facile immaginare. L'edilizia sarà colpita da paralisi, i proprietari di immobili dovranno sborsare cifre pazzesche, addio investimenti nel mattone e i poveracci afflitti dalle rate del mutuo daranno fondo alla tredicesima per pagare l'orrenda imposta, con tanti saluti alla ripresa di cui cianciano i soloni che ci amministrano malamente.

Il Pil è già colato a picco e il debito pubblico schizzerà in cielo. Però qualche sciocchino dirà che lo spread è salvo. E gli italiani in bolletta festeggeranno a pane e acqua.

Commenti

Nadia Vouch

Lun, 26/08/2013 - 10:17

Aggiungerei anche che, oltre a comprare di meno, i consumi di chi non può spendere si spostano su prodotti di qualità inferiore, se non addirittura pessima. In più, non potendo adeguatamente aver cura della propria persona, anche con l'alimentazione e con tutte quelle cose che rendono la vita migliore, molte persone progressivamente si ammalano. Perciò, il danno dell'aumentare i costi non si fermerà solo in un calo dei consumi. Per non dire di quanti non potranno onorare i propri debiti. Un disastro.

handy13

Lun, 26/08/2013 - 15:08

...io mi mangio un bel panino di spred...a parte gli scherzi quello che scrive Feltri è talmente lapalissiano che è impossibile che i politici NON lo abbiano capito,...quindi resta il fatto che NON VOGLIONO DIMINUIRE LE SPESE (SPRECHI)...quello che più fa arrabbiare è che governi di sx o di dx...la SPESA CONTINUI A SALIRE..!!!!...

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Lun, 26/08/2013 - 15:15

Caro Feltri nel governo Letta, e quindi nel consiglio dei ministri, ci sono anche quelli del PDL oltre agli incapaci del PD. Inoltre il ministro dell'economia é un tecnico (Saccomani). Quindi se l'aumento dell'IVA dovesse avvenire la colpa é del governo Letta, appoggiato da PD, PDL E scelta civica. Quindi il suo PDL é responsabile quanto il disastroso PD.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Lun, 26/08/2013 - 15:16

La coperta è troppo corta per scongiurare aumento iva ed imu. Sinceramente preferisco pagare 100 € di IMU che l'1% in più di tutto quello che spendo in un anno (che è ben di più di 100€). Ma evidentemente gli elettori del pdl sono tutti immobiliaristi, per cui a loro conviene diversamente.

gentlemen

Lun, 26/08/2013 - 15:25

Ma non si può fare una legge che preveda la soppressione della sinistra in quanto nociva alla salute pubblica?

Giorgio5819

Lun, 26/08/2013 - 15:26

Questo per chi non ha ancora capito dove ci vuole portare la sinistra...sveglia!

Ritratto di woman

woman

Lun, 26/08/2013 - 15:32

Non sono cretinetti, sono comunisti: una élite di privilegiati che vive nella crema dissanguando le masse e quando arriva alla bancarotta (vedi URSS, VIETNAM, COREA DEL NORD) chiama in soccorso il capitale dei capitalisti americani e europei.

cgf

Lun, 26/08/2013 - 15:35

@hellmanta lei di corto ha anche molto altro. Una ripresa dell'edilizia e di tutto il suo indotto ad almeno 4 se non 5 punti di IVA con la differenza che aumentare un solo punto infulisce sui consumi, la ripresa invece sono soldi che circolano e lo Stato 'drena'. Non ultimo, i contratti di affitto in scadenza non verranno certo rinnovati ai canoni attuali, nei prossimi sette anni gli sfratti esecutivi saranno sempre di più, clap clap clap. lei si che vede lontano!

Ritratto di combirio

combirio

Lun, 26/08/2013 - 15:40

Mi viene in mente Monti con che con un idea geniale per muovere i consumi voleva far comprare ad ogni famiglia 4 gomme da neve, e pensare che è stato fatto senatore a vita. Ovviamente chi a voluto fortemente Monti? Quella capra che finalmente e quasi sparita dagli schermi televisivi. Una soluzione al pagamento IMU potrebbe essere far pagare i miliardi di euro che si sono fumati col MONTE sono così tanti che scommetto non sono nemmeno riusciti a spendere. Però i sinistri non vedono la trave nel loro occhio ma la pagliuzza nell' altro. Ad ogni modo questa volta se gli Italiani rimarranno fortemente divisi alle elezioni e non sapranno darsi delle risposte la pagheremo veramente sulla nostra pelle. Vedo nei sinistri troppi ladri annidati dietro una sigletta, con una voglia spasmodica di potere ma senza costrutto e capacità.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 26/08/2013 - 15:44

per i comunisti l'aumento di qualsiasi cosa che riguarda tasse o costi come l'iva, sono sempre molto amati! infatti è proprio grazia a questi sistemi che vorrebbero mantenere i LORO privilegi, come le pensioni/vitalizi d'oro, a cifre che fanno gridare al cielo per la vergogna che essi non provano!!! fanno danni, basta cosi, i comunisti cacciamoli via dall'italia!!

gigi0000

Lun, 26/08/2013 - 16:02

Caro Direttore Feltri, sono contrarissimo all'aumento delle imposte e, ovviamente, favorevole alla riduzione della spesa, che invece rimane soltanto nelle intenzioni, o, meglio, solo nelle dichiarazioni ad effetto. Ma, se proprio fosse indispensabile (sic!) aumentare l'IVA, perché non reintrodurre quell'aliquota del 36% sui beni di lusso? Lei ricorderà certamente tale imposta, che negli anni '70 vigeva anche sulle automobili superiori a 2000 cc di cilindrata, oltre che sui gioielli, pellicce, profumi ed altri beni, considerati giustamente voluttuari. I pregi ed i difetti di tale imposizione si evidenziarono negli anni seguenti, infatti fu poi abbandonata, ma, piuttosto del 22% sui beni di consumo, sarebbe meglio il 36% su ciò che appare superfluo. Devo ammettere che nel 1977 tale aliquota mi ha indotto a comprare un'auto diesel inferiore a 2000 cc, perché l'altra che mi piaceva scontava appunto l'imposta più elevata, ma, dopo l'abolizione della tassa, di quelle vetture ne ho avute 6 ed ancora rimpiango l'uscita di produzione 14 anni fa.

NETVISTA

Lun, 26/08/2013 - 16:06

Sono d'accordo con Feltri,pero' una domanda: secondo Lei,pero',i vari ministri economia(Padoa Schioppa,Tremonti,Monti.etc..etc..)sono dei "cretinetti" che non conoscono l'economia?

Ritratto di alex274

alex274

Lun, 26/08/2013 - 16:14

Vado spesso negli USA per lavoro e a volte per vacanza, ne sono appena tornato. Riflettevo sull'imposta locale sulle vendite, tipo la nostra IVA. Negli USA vale il 6-8%, da noi il 21% e forse varrà il 22%. Lì da loro la crisi è completamente passata senza alcun dubbio, da noi no. Da noi, per ogni vendita ad un consumatore finale, che paga tutta l'IVA senza poterla scaricare, lo Stato guadagna praticamente quanto il commerciante. E inoltre le tasse sui redditi sono ben più alte. Che sia sempre tutta colpa dei maledetti evasori, oppure dobbiamo cominciare a pensare a qualcos'altro?

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Lun, 26/08/2013 - 16:29

Siamo governati ed administrati da imbecilli incapaci, senza personalità, deboli in tutti i sensi! Abbiamo il paese che ci meritiamo, ma cosa si fa quando non ce'ne piu in cassa? Dove trovono i soldi se la gente non paga più? Ti sequestrono cosa se poi non possono realizzare soldi in contanti per pagare i conti? C'e da ridere!!! Non spetta certo a noi dare le soluzioni ma agli intelligentoni di politici ed i loro amici intelletuali sic!!!

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 26/08/2013 - 16:32

Sacrosante le parole di alex274! (Lun, 26/08/2013 - 16:14) Quando lo stato è LADRO al punto tale da guadagnare più di chi fatica e rischia di suo, il "gioco" è saltato. Non è possibile sostenere questo livello di tassazione. Bisogna smetterla coi proclami IDIOTI contro gli evasoori!

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 26/08/2013 - 16:43

Beh, questo sistema delle sinistre è noto da tempo. Ma se chi ci dovrebbe difendere da quegli sciacalli insipienti pensa di mollare il colpo, facendo cadere il governo, con l'unica prevedibile conseguenza di buttarci in pasto a un governo tutto formato da sinistri... perchè con questo presidente non possiamo aspettarci altro... allora viene da chiedersi: chi ci difende dai nostri difensori?

Beaufou

Lun, 26/08/2013 - 16:53

x NETVISTA: Ah, perché lei crede che la definizione di "economista" e una laurea in "economia" (materia accademica) facciano un buon ministro? Tanto vale che creda a Babbo Natale. Un buon ministro deve non solo conoscere l'"economia" (accademica), ma deve conoscere l'economia reale (e non è detto che una cosa implichi l'altra), ma soprattutto essere in grado di intervenire su tutte le variabili, compresa la spesa pubblica. Se non lo fa, è perché o non è sufficientemente preparato, e in tal caso è un "cretinetti", oppure perché ha paura delle reazioni di chi sulla spesa pubblica ci marcia alla grande. In questo caso può darsi che non sia un cretinetti, ma è un complice, che è anche peggio, e dargli del cretinetti è fin troppo generoso. Infine c'è anche chi ha capito e ha tentato di fare qualcosa in questo senso, ma non ha cavato un ragno dal buco perché non è stato capace di imporre la sua linea per mancanza di adeguato peso politico. Allora. avrebbe dovuto subito dare le dimissioni spiegando: "o si adotta questa, che è l'unica soluzione possibile, o me ne vado perché non c'è altra soluzione, e le soluzioni fasulle adottatevele senza il mio avallo". Se non l'ha fatto, è anche lui un cretinetti perché, accettando pastrocchi impostigli da altri, si è anche giocato la reputazione. Quindi, tutto sommato, i "cretinetti" distribuiti da Feltri mi trovano del tutto d'accordo.

giuliana

Lun, 26/08/2013 - 16:59

I segnali della ripresa cominciano dalla Sicilia...sì...la ripresa all'assalto delle nostre coste e all'invasione del nostro territorio. E' stato tutto programmato e deciso a tavolino: i popoli europei devono scomparire. Ciò che da un pezzo avevamo intuito, ma non eravamo in grado di dimostrare, ha finalmente un nome e cognome: piano Kalergi. Da una parte l'invasione di gentaglia disposta a tutto ci sta togliendo ogni sicurezza sul piano fisico, dall'altra i politici traditori al servizio permanente di quest'europa ci ammazzano sul piano economico. Il deficit di bilancio, in un paese a moneta sovrana (come eravamo in passato, nell'Italia del boom economico) è la ricchezza dei cittadini, non un debito da restituire. Adesso il deficit corrisponde ad un debito , perchè lo Stato italiano, non potendo più emettere la propria moneta, deve chiederla in prestito al sistema bancario privato. Se adesso i pochi milioni per abolire l'imu non si trovano, come faremo quando entreranno in vigore i trattati (fiscal compact, mes...)che ci obbligano a sborsare 40-50 milioni ogni anno per 20 anni? La strada ce la indicano la Gracia e Cipro.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Lun, 26/08/2013 - 17:15

Che per il PD le risorse siano da trovare attraverso le tasse è risaputo ma quale è la strategia economica del PDL (se ne ha una) ? Dove pensa di trovare le risorse visto che di tagli concreti alla spesa statale non ne ha mai fatti e non mi sembra intenzionato a farli ?

il gotico

Lun, 26/08/2013 - 17:46

Signori, se per caso nella vostra giornata di nullafacenti, campioni mondiali di giochini idioti sul tablet, vi venisse in mente di leggere questi commenti, valutate con attenzione lo stato d'indigenza in cui siamo costretti, la tolleranza è prossima a finire, l'Italia assomiglia più ad una santabarbara e voi siete sul punto di far scoccare la scintilla... fermatevi finché potete e iniziate a lavorare per il bene del popolo.

Zizzigo

Lun, 26/08/2013 - 17:47

A pensare viene il mal di testa ed il mal di testa fa male e il male fa morire. Molto più facile e salutare essere cretini!

Roberto Casnati

Lun, 26/08/2013 - 17:51

Il cretinismo davvero non ha confini! Il nostro paese non è comptitivo poichè divora il 54% (cinquantaquattro per cento) del rddito per finanziare la spesa pubblica e, quest'imbecilli, lungi dal pensare a tagliare drasticamente la spesa, che non è investimento ma solo spesa, che fanno? Vogliono divorare il 56% per continuare a finanziare una spesa che continua ad aumentare! IMBECILLI!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 26/08/2013 - 18:01

I soldi li possono trovare abolendo il finanziamento ai partiti, eliminare i carrozzoni, rai in primis, auto blu , e tutti gli enti inutili mangiasoldi.

gianfran41

Lun, 26/08/2013 - 18:09

Caro Sgarbi, quello che lei afferma è sacrosanto. Lo sanno anche i sassi che non controllando le spese ed aumentando le tasse andremo a finire in malora. Queste cose le abbiamo sentite e risentite fino alla nausea ma nulla cambia. E allora?

gianfran41

Lun, 26/08/2013 - 18:11

Mi scuso, mi ero distratto. Chissà perché ho scritto Sgarbi anziché Feltri.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Lun, 26/08/2013 - 18:18

@cgf scusi dottor cgf, ma del suo sgrammaticato intervento non ho capito quale sarebbe il soggetto e quale il complemento oggetto. Comunque ieri Marco Rogari scriveva sul Sole24ore (che per quanto riguarda l'economia non è Topolino o il Giornale)che per IVA, IMU e CIG servono almeno 6,4 milardi di euro, di cui circa 4,4 solo ber l'abolizione dell'IMU. Lei pensa (perchè questo mi sembra di intravvedere dal suo post) che la ripresa (che il dottor Feltri dimentica di quantificare nell'articolo) sia di questa portata nel breve periodo?

smithjosef

Lun, 26/08/2013 - 18:23

MA E' POSSIBILE CHE NESSUNO SI ACCORGE CHE STIAMO RIEMPIENDO LE TASCHE DEI CINESI E DELLA CINA? CON LA CRISI CHE C'E, LA GENTE SE NE FREGA DELLA QUALITA' E COMPRA QUELLE PORCHERIE IMPORTATE DALLA CINA A PREZZI INCREDIBILI. IL PARADOSSO E' CHE QUESTI IMMIGRATI NON SPENDONO UN CENTESIMO NEL NOSTRO PAESE, NON PAGANO TASSE, FANNO QUELLO CHE VOGLIONO, NON HANNO CONCORRENZA E FRA NON MOLTO DIVENTERANNO I PADRONI DELL'iTALIA. ALTRO CHE AUMENTO DELL'IVA!!!!!!!!!!!!!

pickman

Lun, 26/08/2013 - 18:23

x Pisistrato. Sono d'accordo con Lei al 1000%. I partiti sono tutti uguali. Del popolo se ne fregano. Però la colpa è ns. che li votiamo.

Ritratto di mark 61

mark 61

Lun, 26/08/2013 - 18:33

con MONTI ci stava anche il PDL con LETTA ci sta anche il PDL Subito i cretinetti ahahaha

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Lun, 26/08/2013 - 18:33

E comunque mi sono permesso di approfondire un po' meglio l'argomento trattato da questo interessante articolo. Ed ho trovato un'interessante spiegazione di L.Cifoni, di cui riporto un estratto: "Il governo Berlusconi ha approvato e attuato il precedente aumento dell'aliquota ordinaria dell'imposta, passata dal 20 al 21 per cento il 17 settembre 2011. Già qualche settimana prima, nel luglio di quel caldissimo 2011, l'esecutivo aveva dovuto mettere in piedi una manovra che garantisse il pareggio di bilancio nel 2014, come da impegni con l'Unione europea. Ipotizzati tutti gli interventi sul lato della spesa e su quello delle entrate, mancavano ancora un bel po' di miliardi. Il ministero dell'Economia decise allora che quella somma sarebbe stata trovata riducendo del 5 per cento nel 2013 e del 20 nel 2014 una serie di regimi di esenzione e agevolazione fiscale .L'operazione doveva fruttare 4 miliardi nel 2013 e 20 nel 2014 (legge 111/2011, articolo 40, commi 1 ter e 1 quater). Passato nemmeno un mese, il governo si trovò di nuovo a dover intervenire, sotto la pressione dei mercati finanziari e della Bce che reclamava vincoli più stringenti in cambio del proprio impegno ad acquistare titoli di Stato italiani. Il pareggio di bilancio fu anticipato di un anno, e con esso anche gli obiettivi finanziari della revisione delle agevolazioni. Al testo della precedente legge fu fatta però un'aggiunta: si stabiliva che in alternativa alla revisione «può essere disposta la rimodulazione delle aliquote delle imposte indirette, inclusa l'accisa» (legge 148/2011, articolo 1, comma 6). Ecco dunque che l'idea di un intervento sull'Iva, la principale tra le imposte indirette, entra nell'agenda del governo, come confermato qualche giorno dopo dallo stesso Berlusconi: «C'è una clausola di salvaguardia sulla quale siamo tutti d'accordo – spiegò il premier - qualora fosse necessario potremmo aumentare l'Iva di 1-2 punti percentuali, come extrema ratio». Quindi è stato Berlusconi a prevedere l'aumento dell'IVA, cazzoni. E' adesso censuratemi pure se volete.

gianni71

Lun, 26/08/2013 - 18:39

Mortimermouse, qualche compagno della sezione del PCI vicino casa tua, si è trombato tua moglie? Adesso capisco perchè i comunisti, come li chiami tu, li odi così tanto. E dai, mettici una pietra sopra.....in fondo con le corna lunghe che hai vedi anche i canali satellitari...

electric

Lun, 26/08/2013 - 18:40

Questi individui che si autodefiniscono statisti (ma sarebbe piu' corretto chiamarli statalisti) devono capire che e' ora di smetterla di ficcare le loro luride mani nelle tasche degli italiani. Se non sono capaci di riformare lo Stato in modo efficiente e moderno, riducendo gli sprechi e i clientelismi, allora si facciano da parte, e lascino spazio a chi riesce a governare senza aumentare, ma piuttosto ridurre la pressione fiscale...

carpa1

Lun, 26/08/2013 - 18:53

""Comprerà di meno o non comprerà affatto. Risultato, ne soffrirà l'incasso dei commercianti; automaticamente le aziende produrranno meno merci e, in compenso, la disoccupazione registrerà nuovi incrementi."" ..... ed il fisco incasserà ancor meno IVA di quanto ne incassi adesso. Andassero invece a prenderla là dove c'è evasione di IVA! Lo sanno benissimo quelli della finanza dove si annida questa evasione, che si abbassi l'IVA anzichè aumentarla e si faccia un po' più di "caccia al tesoro" e la magistratura, così solerte, la smetta di soprassedere e lasciar liberi i furfanti (ovviamente anche assassini, stupratori, rapinatori, mafiosi, e tutti i delinquenti dell'indotto del malaffare).

winston1968

Lun, 26/08/2013 - 19:01

scusate chi sarebbero i cretinetti? con quali voti si regge questo governo? A me pare che berlusconi sia il responsabile principale come e più di tutti gli altri. Ma pensate di poterci prendere per il culo ancora? vedremo alle prossime elezioni.

Ricc

Lun, 26/08/2013 - 19:16

LA sinistra vuole aumentare l'IVA??? Ma lo sapate che l'aumento al 22% fu previsto da Monti nel decreto che fu imposto dall'Europa quando Berlusconi che non si voleva dimettere trascinava tutta l'Italia nel ridicolo delle sue feste? E lo sapete che quell'aumento l'hanno votato anche quelli del PDL che il governo Monti l'hanno sostenuto? e lo sapete che il PDL ha sostenuto anche questo di governo? Lo sapete che se fate cadere il governo per difendere Berlusconi non ci sarà neanche la possibilità di ridiscutere un rinvio o una soppressione di questo aumento? Lo sapete che voi preferite togliere l'IMU ai palazzinari romani piuttosto che usare quei soldi per la questione IVA? Qui davvero c'è il ribaltamento della realtà, va bene parteggiare per una parte ma un minimo di onestà intellettuale non ce l'avete?

teramano

Lun, 26/08/2013 - 19:27

Caro Feltri, peccato che in tutto questo si dimenticato di dire chi decise l'aumento dell'IVA, qualcuno afferma che sia stato Berlusconi, qualcun'altro che sia stato Monti. In ogni caso Berlusconi c'entra sempre ma questo è meglio non dirlo,vero dottor Feltri?

lamwolf

Lun, 26/08/2013 - 19:32

E così chi voleva iniziare con la ripresa a fare spese non lo farà. Bisogna essere dei veri imbecilli ad aumentare l'iva proprio quando la ripresa è a un passo!!!

paolonardi

Lun, 26/08/2013 - 19:36

Ci sono, nel paese Italia, delle sacche, mi correggo delle vagonate, di sprechi che consentirebbero, se risolti, un bilancio in attivo. Ma nessuno e' riuscito a sanare la situazione; il tentativo più ridicolo e' stata la "razionalizzazione della spesa" (spending rewiev per i bischeri) del prof. bocconiano strombazzata ma che si e' rivelata una barzelletta.

flashpaul

Lun, 26/08/2013 - 19:51

Da Facebook: Non serve un governo di tecnici, basterebbe un governo di contadini. I contadini infatti sanno bene che, perché la pianta prosperi, come prima cosa occorre eliminare tutti i parassiti. Detto tutto.

antes1

Lun, 26/08/2013 - 20:05

Caro Feltri, eviti di parlare di cose delle quali non capisce. Lasci stare l'economia che non fa per lei. A quanto pare lei non sa nemmeno chi ha fatto la legge che impone il pareggio di bilancio.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 26/08/2013 - 20:06

PER DARE UNA STERZATA BISOGNEREBBE METTERE L'IVA AL 10 SU TUTTO ALLORA SI CHE CI SAREBBE UN TERREMOTO POSITIVO, COMUNQUE IL MASSIMO SAREBBE DI DICHIARACI TUTTI EVASORI FISCALI, NON VERSARE PIU' UN EURO DI TASSE E IMPOSTE. DOPO VOGLIO VEDERE SE NON HANNO IL CORAGGIO DI TAGLIARE LE SPESE. QUANDO FINISCONO I QUATTRINI DOPO E' DURA CHIEDERNE ALTRI...

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Lun, 26/08/2013 - 21:02

CRETINETTI,TEORIZZATORI della DECRESCITA FELICE, GENTAGLIA ISTUPIDITA DAI LIBRI CHE NON HA MAI VISTO UNA CIMINIERA NEMMENO GUARDANDO FUORI DALLA FINESTRA, LOMBRICHI PROFITTATORI DEL TANTOPEGGISMO, ASPIRANTI NOMENKLATURISTI DI UN PAESE INSTUPIDITO DALLA STAMPA DI REGIME TANTO DA FAR CREDERE AGLI IGNORANTI DI ESSERE KULTURALMENTE SUPERIORI. Questa è l' italia fondata sullo sfruttamento del lavoro produttivo per dar da mangiare a sbafo al proprio elettorato chiacchierone di indole fancazzista. Si potrebbe continuare con gli appellativi all' infinito, ma penso che PIDOCCHI sia il migliore: sono riusciti persino a mandare a ramengo uno dei siti più produttivi del mondo: la PADANIA.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 26/08/2013 - 21:07

i soldi si trovano licenziando tanti inutili dipendenti statali con doppio lavoro in nero.

Ritratto di bergat

bergat

Lun, 26/08/2013 - 21:20

Ho detto tempo addietro che l'iva andava ridotta al 4 % e non aumentata al 22%. Questo per far ripartire l'economia, ma l'amministrazione del tesoro evidentemente non capisce un tubo di economia. Per loro la gallina dalle uova d'oro va uccisa e non conservata.

olgettino

Lun, 26/08/2013 - 21:34

Quale ripresa? Se non c'è nemmeno la crisi!

Giangi2

Lun, 26/08/2013 - 21:43

Io notoriamente non sono di sinistra direi il contrario, però quando si deve dire si de e dire, perché la destra non è' mai riuscita a tagliare il debito pubico negli anni in cui governava? Semplice perche ha avuto paura a toccare le varie caste, enti parassitari, parassiti singoli che però essendo milioni pesano sul debito monstre italiano. La sinistra invece pensa di arginare il debito pubblico cercando di coprirlo con nuove tasse sempre più creative ma inefficaci. Nel frattempo aumenterà ancora il debito pubblico e allora nuove tasse. Fino a quando la fantasia nel creAre nuove tasse si scontrerà con la realtà dei fatti e forse si chiederanno ma gli italiani non hanno più nulla, non producono più nulla. Non consumano più nulla. Cosa possiamo tassare ancora? Allora ecco a che serve la cittadinanza per tutti, li freghiamo questi extracomunitari, gli facciamo prendere la cittadinanza e poi mettiamo una bella tassa sulla cittadinanza. Hai capito ? Perche voi pensavate che volevano dare solo privilegi ai migranti?

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Lun, 26/08/2013 - 21:43

Gentilissimo Vittorio Feltri, il tuo scritto "non fa una piega" HAI RAGIONE AL 100 PER CENTO. Devo solo fare un rimprovero, non verso la tua persona, ma a noi tutti italiani: "SONO DEI PECORONI", quando c'è da combattere veramente per i propri diritti "Sono vili ed egoisti". Sanno solo combattere in dialettica da salotto quando devono discutere su "cazzate o di altrui avvenimenti". QUI BISOGNA MARCIARE ED ESSERE INQUADRATI IN CIO' CHE SI VUOLE, l'Italia o Morte. Quest'anno gli italiani se lo sogneranno il Buon Natale, non avranno occhi per piangere ( ad eccezione di coloro che già erano ricchi prima dell'entrata dell'euro).

Giangi2

Lun, 26/08/2013 - 21:49

A mettere le tasse senza tagliare le spese sono capaci tutti, c'è' bisogno di essere un gran cervello secondo lei? Magari capiranno pure molto di economia ma non lo dimostrano, cioè agli italiani, a loro stessi si eccome.

Giangi2

Lun, 26/08/2013 - 21:55

I soldi se ne possono trovare a miliardi, basta cominciare a legalizzare la prostituzione, gettito previsto 2 miliardi, tassare le rimesse degli stranieri l'estero e li altri 5 miliardi. Ecco qua che imu e IVA stanno a prostro. Il problema si ripresenterà l'anno prossimo perche nel frattempo la spesa pubblicA aumenterà ancora e allora cosa si fa? Imu e IVA, carburanti bollette, bollì auto, un bel prelievo una tantum sui conti correnti, una service fax anche sulle cucce dei cani e perche no una bella tassa sulla cittadinanza dei cani gatti e uccellini?

Emilio il pazzo

Lun, 26/08/2013 - 22:03

E'sufficiente dimezzare la P.A. e avremo soldi da fare non una guerra ma due. Fra stipendi, agevolazioni di ogni tipo e furti di tutti i tipi risparmiati.

mp37

Lun, 26/08/2013 - 22:13

Si vantano d'avere un inventato un nuovo redditometro che promette miracoli: magari sarebbe il caso di utilizzarlo per verificare la congruità delle spese governative e ridurle (se funziona correttamente).

luna serra

Lun, 26/08/2013 - 22:21

questi non hanno capito che se aumentano l'Iva la gente spende di meno, però mi chiedo se il PDL è al governo o all'opposizione dato che hai Ministeri importanti Come Interno,Sanita,Trasporti,Agricoltura e non ricordo se ne ha altri BASTA NON VOTARE E LA LEGGE NON PASSA O NO ? Italiani Sveglia sono tutti d'accordo

Lino1234

Lun, 26/08/2013 - 23:37

Rassegniamoci, lo scopo ideale del comunismo è l’ abbattimento del liberalismo e del libero mercato, essendo il capitale il mezzo fondamentale che consente la creazione della ricchezza. La loro dottrina ha capovolto i principi fondamentali della crescita della ricchezza sociale. In altri termini sono, da sempre, anticapitalisti. Dunque il capitale, secondo loro è causa di tutti i problemi e faranno di tutto per contrastarlo. Se non è questa la ricetta giusta per far fallire l'economia : privare il mercato del capitale di investimento per impoverire i capitalisti sfruttatori della classe operaia, cos’altro lo è. Non toglieranno mai l'IMU, tanto meno l'IVA e continueranno ad inventare tasse sulla proprietà. O riusciremo ad abbattere il sistema comunista in tempi brevi o falliremo miseramente, come è successo a tutti gli Stati dove il marxismo-leninismo ha dominato . Saluti. Lino. W Silvio

Mr Blonde

Lun, 26/08/2013 - 23:38

Vero che la sinistra non può non aumentare le tasse (o a questo punto non abbassarle, idem), del resto ce l'ha nel dna come più o meno in tutto il mondo. Vero altresì che sono 15 anni che aumenta. Ma chi c'era in tutti questi ultimi anni? Se è pacifico che la sinistra voglia più stato e più tasse è SCANDALOSO CHE LA PSEUDO DESTRA-MODERATI-LIBERALI-FORZITALIOTI non abbiano fatto nulla per tagliare la spesa e diminuire le tasse. La sua onestà intellettuale non può, fermo restando il rispetto per chi la paga, non riconoscere il fallimento di 19 anni di proclami. Alla ns destra (rectius: vostra se mai di destra si è trattato) non è mai convenuto tagliare lo "stato", con tutti i magnaccia che avete tirato dentro! Da fiorito ai 4mln di euro per la fondazione di brunetta, ma chi vi crede più ormai?

gianni59

Mar, 27/08/2013 - 00:23

veramente l'aumento dell'iva era stato già deciso...ora si sta cercando una via d'uscita,se si riesce a trovare, per evitarlo...

MagoGi

Mar, 27/08/2013 - 01:52

Sono cose risapute, ma purtroppo ad abbassare la spesa si perdono voti, ad aumentarla si guadagnano. Purtroppo in democrazia il voto di un'imbecille vale uguale a quello di un'intelligente.

Requiem sharmutta

Mar, 27/08/2013 - 07:21

Ricordo a tutti che l'aumento IVA al 22% è stato programmato dal Governo Berlusconi (in particolare dal ministro Tremonti) ed ora il Governo Letta deve cercare di trovare risorse finanziarie per cancellare la decisione orrenda di Berlusconi. E' colpa di Berlusconi.

Ritratto di zoruam

zoruam

Mar, 27/08/2013 - 07:40

Finalmente vedo articoli decenti e realistici, complimenti è tutto giusto. Ma perchà dobbiam avere sta gente al governo ?