A casa di Oriana ora c'è una moschea

Costata più di un milione e mezzo, l'hanno finanziata il Qatar e il Monte dei Paschi. Alla faccia della Fallaci

Colle Val d'Elsa (Siena) - Lei ora c'è. Non è più solo un fantasma o un'evocazione. É un concreto, candido parallelepipedo di cemento adagiato tra i colli senesi. Una mezzaluna scintillante tra le nubi. Una cupola triste e nera tra gli ulivi. É la moschea di Colle Val d'Elsa. Quella che Oriana Fallaci voleva far saltare e su cui i leghisti volevano far pascolare i maiali. Un simbolo di convivenza per i suoi sostenitori. Un'icona del cedimento alla penetrazione islamica per chi vi si oppone. Degli antichi furori rimane poco. «Vieni, te la faccio vedere» borbotta la voce roca di Taher sussurrata da una laringe dove il bisturi ha spento le corde vocali. É tunisino, ha appena detto preghiera tra il tanfo di piedi di piazza Bartolomeo Scala, la sala di Colle Val d'Elsa adibita a moschea. «Vedi qui siamo stretti, ma se Dio vuole saremo in quella nuova prima del 10 luglio, prima dell'inizio del Ramadan» brontola mentre si fa largo tra l'ottantina di fedeli intenti a rimetter sandali e scarpe. Cinque minuti e ci siamo. Non è imponente come suggerirebbe l'immaginario delle polemiche. É uno svarione squadrato appoggiato in 2000 metri di parco. Uno scatolone di calcestruzzo simile a una brutta scuola elementare anni 60. Il minareto contro cui tuonava l'Oriana è diventato una simbolica torretta di vetro da cui, giura Taher, non s'affaccerà alcun muezzin, non riecheggerà alcuna chiamata alla preghiera. Dentro è il solito kitsch di lampadari dorati ancora inscatolati, tappeti verdi da srotolare, orpelli d'ottone d'appendere, libri da sistemare. Taher misura a piccoli passi il salone. «Qui nelle occasioni importanti ci verranno i fratelli di tutti i paesi vicini, lì invece - mostra un angusto corridoio diviso da un mezzo muro - lì ci mettiamo le donne... tanto vengono solo per le feste».

La nuova casa di Allah italiana la quarta dopo Roma, Palermo e Segrate, con la struttura architettonica di una vera moschea, avrà un costo finale di oltre un milione e mezzo di euro a fronte dei preventivati 800 milioni di lire bastati - a suo tempo - a scatenare furibonde polemiche. Oggi nessuno fa caso neppure ai 300 mila euro, usciti dalla Fondazione Monti di Paschi di Siena per volere di Giuseppe Mussari, il presidente arrestato dopo aver affossato l'istituto. Nessuno si cura neppure delle ingenti «donazioni» arrivati dalle fondazioni del Qatar. Le stesse usate dall'emirato per finanziare le comunità islamiche di tutto il mondo e favorire l'egemonia dei Fratelli Musulmani. Per la giunta comunale di Colle, dominata dal Pd e guidata dal sindaco Paolo Brogioni il protocollo d'intesa sulla moschea resta una bandiera, «un atto di altissimo profilo etico e politico al fine di conseguire l'obiettivo comune dell'accoglienza, dell'integrazione e della solidarietà...».

In questo clima di normalizzazione anche il comitato anti moschea sembra in ritirata. «Il nostro comitato è solo ambientale, non si oppone alla moschea in quanto tale. Chiedevamo solo di farla altrove... di non concedere un parco destinato a verde pubblico senza oneri di urbanizzazione e per soli 11mila euro all'anno di affitto. Ci chiediamo perché il comune non intervenga dopo l'accertamento da parte della magistratura di due abusi edilizi» ripete Leonardo Fiore, 52 anni, consigliere comunale della Lista Civica nata per contrapporsi alla moschea.

La risposta allo sconcerto di chi si chiede perché dieci anni dopo il controverso progetto arrivi a compimento nella quasi indifferenza si chiama Izzedin Elzir. Questo elegante e gentile palestinese, poco più che quarantenne stabilitosi a Firenze nel 1991 per studiare design di moda è dal 2010 il presidente dell'Ucoii (Unione Comunità Islamiche d'Italia) la principale rappresentanza dei musulmani d'Italia. Con Izzedin l'organizzazione, arroccata in passato su posizioni conflittuali, ha imboccato la strada del sorriso e del confronto. Così anche la sua candidatura a primo imam della nuova moschea contribuisce a stemperare la contesa. «Ovviamente - spiega a Il Giornale - sarò un imam pro tempore nell'attesa di un successore italiano che conosca la cultura di questo Paese e possa predicare in italiano, l'unica lingua capace di unificare una comunità composta da musulmani slavi, asiatici e africani». Il verbo di Izzedin, sempre attento a suggerire voglia d'integrazione e d'adesione ai valori della Repubblica, è la versione italiana di quelle tesi sull'«islam europeo» propagandate dall'intellettuale musulmano Tareq Ramadan. Nipote dell'Hasan Al Banna fondatore dei Fratelli Musulmani e docente di teologia islamica ad Oxford, Ramadan è l'ideologo di un Islam dal volto gentile e dialogante, studiato su misura per le comunità musulmane europee. Un progetto considerato mistificante da quanti, in Francia, lo accusano di divulgare un modello «double face» inesistente nella pratica, ma perfetto per soddisfare le illusioni degli europei, alimentare la rivolta delle banlieu e avallare posizioni antisemite.

Non a caso l'8 maggio scorso il ministro dell'interno francese Manuel Valls e la collega Najat Vallaud-Belkacem, si son ben guardati, a differenza di Laura Boldrini e dei ministri Enzo Moavero Milanesi ed Emma Bonino, dal partecipare alla conferenza di Firenze sull'Unione Europea dov'era previsto l'intervento di Ramadan. Sospettato di essere al soldo del Qatar e di contribuire all'operazione di maquillage politico religioso con cui l'emirato alimenta l'illusione delle «primavere arabe» e di una democrazia islamica guidata dai Fratelli Musulmani l'intellettuale è al centro delle violente polemiche rilanciate oltralpe anche da Le Monde. In Italia resta, invece, l'ospite fisso delle principali conferenze dell'Ucoii. «Sono orgoglioso d'invitarlo e mi dispiace se i ministri francesi non riescano a percepire il messaggio d'apertura del suo pensiero» ribatte il presidente dell'Ucoii. Ezzedin del resto non si scompone neppure di fronte alle ambiguità dell'emirato che finanzia la sua moschea. Il Qatar, un regno assoluto dove non si è ancora svolta un'elezione legislativa e dove i partiti restano fuorilegge, è nel suo giudizio «un Paese assai aperto, guidato da un emiro intelligente che investe in maniera lucida e guarda allo sviluppo dell'umanità. Nelle loro aperture - ribadisce a Il Giornale - non vedo strategie nascoste, finché non mi pongono condizioni li ringrazierò e accetterò il loro aiuto».
(ha collaborato Antonio Spanò)

Commenti

Giacinto49

Sab, 18/05/2013 - 08:57

Un insulto alla memoria. Altro che Santi di Otranto!!

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 18/05/2013 - 09:32

Se non vuoi fortemente una cosa o un evento , sicuramente il soggetto dei tuoi pensieri negativi ti si fionderà in mezzo ai piedi!Legge del transurfing . Smettiamo di resistere e lasciamoli scendere nell'oblio con indifferenza salutandoli con la mano da lontano i nostri simpatici islamici....e scompariranno !

CALISESI MAURO

Sab, 18/05/2013 - 09:35

ranquilli non dura, massimo sei mesi dalta la baracca,poi ci sara' da ridere e da piangere per qualcuno.

bingsdom

Sab, 18/05/2013 - 09:35

MITICA. IMMORTALE. Ti ho conosciuto solo dopo che di te avevi lasciato a noi poveri mortali solo i tuoi pensieri, le immortali pagine dei tuoi libri. Non ricordo in tutta la storia del genere umano una donna con la tua intelligenza, arguzia, dolcezza, lucidità, coi tuoi "attributi". Chissà Joanna D'Arc... E come Joanna ti sei battuta fino alla morte, tu atea, per i valori della civiltà contro la barbarie, per i valori sacri del cristianesimo che sono i valori sacri dell'uomo contro chi questi valori vuole subdolamente distruggere. A te, ex partigiana comunista, i comunisti hanno rivolto i loro cannoni del finto buonismo e dell'integrazionismo di maniera. Contro la tua memoria ed il grande lascito della tua vita, patrimonio dell'intera umanità, hanno eretto questo scempio non solo urbanistico ed architettonico. Eurabia la chiamavi tu, e con largo anticipo avevi previsto la crisi non tanto e non solo economica in cui stavamo precipitando, noi che eravamo la culla della civiltà. Per averti così gravemente offeso siano stramal.... tutti quelli che hanno consentito, sindaco in primis, la realizzazione di questa "cellula cancerogena".

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 18/05/2013 - 09:37

Sono davvero preoccupato per l'atteggiamento falso e cortese delle comunità islamiche nel nostro Paese. Sono anche preoccupato per l'ingombro ambientale e le facilitazioni che vengono vergognosamente concesse ai mussulmani che hanno infisso, despoti, la bandiera sul nostro territorio. Mi consolo "con l'aglietto", almeno, riscontrando come le architetture di queste moschee non potranno mai competere con Arnolfo di Cambio, Brunelleschi e Buontalenti (tanto per rimanere in Toscana). Rimarranno sempre e solo degli sconci scatoloni, indefiniti, senza la forma e la definizione delle chiese, templi dell'Uomo e della Incarnazione divina! Non ispireranno mai, nel vederle, quel dolce nome che si chiama: Italia!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 18/05/2013 - 10:05

Siamo alle solite. Vuoi costruire una moschea? No, una non basta; ne devi costruire almeno 20 per regione...chi ha testa per capire e orecchie per intendere, capisca e intenda! Provate comunque a riflettere.

nittygritty

Sab, 18/05/2013 - 10:07

Ahhaaa lo spirito del tempo è proprio un burlone...un monoteismo feroce vale l'altro

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 18/05/2013 - 10:11

Se ne facciano, di Moschee, 20 per regione, rispettando ovviamente i canoni architettonici, di sicurezza e di impatto ambientale propri di ogni regione. Queste costruzioni non dovranno essere facoltative, ma obbligatorie. Vuoi una Moschea? No, una non basta. Ne devi costruire 20 per ogni regione...

achina

Sab, 18/05/2013 - 10:15

Altro passo in avanti per la "nostra integrazione" alla loro cultura.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 18/05/2013 - 10:19

I musulmani si divertono a dissacrare tutto cià che è sacro agli altri. L'hanno fatto a Ground Zero, proponendo la costruzione di una moschea a due passi di dove hanno fatto un massacro e lo propongono da noi sulle nostre spoglie, come hanno fatto a Costantinopoli per la Chiesa di Santa Sofia e come hanno fatto a Gerusalemme dentro il Tempio degli ebrei. Non c'è da meravigliarsi se volevano fare uno sfregio ad una loro feroce opponente, come la Fallaci. Mi piacerebbe riuscire vedere quando faranno di San Pietro e del Vaticano una moschea, perchè è sicuro che ci riusciranno, con tutti gli imbecilli laici e cristiani che ci ritroviamo!

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Sab, 18/05/2013 - 10:33

significa solo una cosa, siete dei perdenti, il vostro pensiero è vechio e stupido.

eovero

Sab, 18/05/2013 - 10:56

si..ma non potete scrivere "alla faccia della Fallaci"..ma alla faccia di questo paesino chiamato Italia,pieno di militari da pagare ogni 27 del mese,ma disarmato contro le religioni dei forestieri(per non dire stranieri)che comandano a casa nostra..rispetto per Oriana "vera italiana"

pansave

Sab, 18/05/2013 - 10:57

Tutti invitati al picnic a base di salsicce, porchetta, tracchie, prosciutto alla brace e tanto vino rosso.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Sab, 18/05/2013 - 11:16

@ferdinando55: e lei e' gia pronto per essere in futuro un perfetto "dhimmi".

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Sab, 18/05/2013 - 11:34

@pensave. "Il campionario delle spese da un milione di euro contestate dalla Corte dei conti ai consiglieri lombardi. Il record spetta alla Lega: quasi 600mila euro" tanto paga pantalone ve? hahahaha perdente!

nonnoaldo

Sab, 18/05/2013 - 12:05

A quanto pare i nostri islamici hanno optato per la tattica della vaselina e della lenta penetrazione. State certi, filoislamici di sinistra, anche voi un giorno ve ne accorgerete, ma sarà tardi...

franco@Trier -DE

Sab, 18/05/2013 - 12:08

Ottima idea fatto bene, una rivincita dei musulmani contro i giudei-sionisti ladri di terre.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Sab, 18/05/2013 - 12:35

INVECE DI ONORARNE LA MEMORIA ci costruiamo sopra un parallelepipedo con asparago

Raoul Pontalti

Sab, 18/05/2013 - 12:35

Se si svuotano le chiese è giusto che si riempiano le moschee: qualcuno dovrà pur pensare ai valori dello spirito e alla tutela della vita e della sua dignità dal concepimento alla morte naturale, alla tutela della famiglia e dei suoi fondamenti etici e biologici, etc. Lasciamo perdere le fobie uterine di chi, riposi in finalmente in pace, mutuava tesi bislacche da altre femmine (non ne abbiano a male le lettrici, ma è constatazione quotidiana come le femmine si innamorino prontamente di tutto ciò che è frivolo,fatuo e futile). La tesi dell'Eurabia (inventata e diffusa dalla scrittrice (di cazzate) Giselle Littman, ebrea britannica e ripresa istericamente dalla Fallaci) con fondamento sull'utero sempre gravido delle islamiche è una cretinata priva di senso posto che sia in Europa che nel mondo gli Arabi sono minoranza dell'islam.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Sab, 18/05/2013 - 12:49

Ecco... e' arrivato il tetesco di cermania de noantri, evidentemente fan della brigata musulmana arruolata dai nazi nella seconda guerra mondiale...

pl.braschi@tisc...

Sab, 18/05/2013 - 12:59

MAOMETTANI RICORDATE CHE LA BANDIERA VERDE OTTOMANA, STRAPPATA A LEPANTO INSIEME ALLA TESTA DEL COMANDANTE ALI' PASCIA', SI TROVA A PISA NELLA CHIESA DEI CAVALIERI!

vivaitaly

Sab, 18/05/2013 - 13:01

Ecco un altro valore della sinistra che continua a distruggere l'Italia e l'occidente. Uno schiaffo alla Fallaci. Malvagita' e ignoranza di gente senza rispetto del Cristianesimo e del popolo Italiano e occidentale. Giocano nelle mani dell'Islam e dei sostenitori terroristi isalimici per distruggere l'occidente.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 18/05/2013 - 13:30

Pagata coni soldi fell'Imu? Se avessimo dignita' la faremmo saltare.

blues188

Sab, 18/05/2013 - 13:38

ferdnando55, lei è il solito comico.

blues188

Sab, 18/05/2013 - 13:40

ferdnando55, invece di pascolare un maiale, basterebbe e con meno sdegno dei rossi, far passeggiare lei sullo stesso terreno

giottin

Sab, 18/05/2013 - 13:42

E' costata solo il doppio di quanto preventivato e pensare che ci sono opere inutili non ancora terminate e che ormai sono da buttare nel cesso che sono costate molto più del doppio del previsto e che dovrebbero essere addebitate ai politici che le hanno volute solo per magna magna. p.s. comunque nella moschea un bel allevamento di maiali non sarebbe male.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 18/05/2013 - 13:44

Caro @ferdnando55, non tutto ciò che viene dopo è nuovo, e, spesso, quelli che perdono vengono ricordati più di quelli che vincono, come Napoleone a Waterloo!

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Sab, 18/05/2013 - 13:48

Non sapevo che siena fosse in israele,bah

viento2

Sab, 18/05/2013 - 14:01

ferdnando55-dai del perdente a tutti tù che cosa hai vinto il mongolino d'oro

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Sab, 18/05/2013 - 16:51

@raul pontati: se la tutela della dignita' umana e della spiritualita' deve essere rappresentata da quella ideologia assolutista, prevaricatrice, aggressiva ed oscurantista spacciata per religione che e' l'islam,allora meglio l'agnosticismo per il futuro dell'umanita'.Quanto agli uteri sempre gravidi, lasci che in Europa la popolazione musulmana raggiunga il 30-35% e vedra' il caos sociale e politico, rimpiangera' i tempo in cui poteva dare del bananas a chi non la pensa come lei...

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Sab, 18/05/2013 - 17:36

Omaggio all’Antica Signora scritto alla sua morte. – “Hai amato l’Italia facendole il pelo e il contropelo tra le urla scomposte di chi, in difesa di una fanatica ideologia, non vuol né vedere né sentire. Ora che la morte ha messo il sigillo su una parte dei tuoi pensieri che non conosceremo mai, ma che non ha potuto zittire il tuo rabbioso, straziante e consapevole grido di doloroso presagio per il mondo che i nostri figli erediteranno, facciamo nostro il tuo dire appassionato; riscopriamo il nostro buon senso e l’umanità che abbiamo dimenticato a favore del nulla e usiamoli per difendere la nostra identità e la nostra cultura fin troppo esposte al mercato del compromesso e della furberia più becera. “Antica Signora” (come amavi definirti), le urla scomposte dei “piazzaioli” spariranno nel vento dell’oblio; le tue parole piene di indomita sincerità, invece, sono già entrate nella Storia e, quando finalmente apriremo occhi, cuore e cervello, faranno la Storia. A nome di tutti i veri Italiani conculcati e che sembrano vinti, ma che saranno gli unici che sulla pietra angolare della tua vita squadrata dal coraggio della verità, sapranno ricostruire sulle macerie di questa sordida decadenza depongo, sulla tua tomba, le dalie della gratitudine”.

roberto.morici

Sab, 18/05/2013 - 18:12

...e alla faccia del bilancio del Monte dei Paschi...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 18/05/2013 - 18:27

@raul pontialti certo che voi avete stimato moltissimo la Fallaci finchè era di sinistra,e in quanto all'utero sempre gravido nessuno impedisce loro di sgravarsi nei loro paesi.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Sab, 18/05/2013 - 18:35

Egregio Signor MICALESSIN:Adoro la Grande Oriana Fallaci...da sempre, ho letto gran parte dei suoi libri, abbeverandomi, come ad una sorgente pura.Non dimenticherò mai, ed ancora oggi,leggo e rileggo...l'intervista a se stessa,i temi che affronta sono: il cancro morale che divora l'occidente e quello fisico,(aimè) che divora Lei.Donna, di grande passione politica, coraggiosa, come poche, colpisce il suo umorismo sulla Morte, di cui parla priv di disagio e di paura.Ottimo testo...completato da un post-scriptum, dal titolo l'apocalisse, che si rifà all'evangelista Giovanni, la cui profezia, si basava su allegorie, metafore, enigmi, mentre la Fallaci, richiama fatti precisi e delinea il ritratto d'un mondo che vede rassegnato e indifeso, esposto al rischio di andare in frantumi.Oggi, a distanza di qualche tempo fa...raccogliamo i cocci di questi frantumi...aveva già previsto tutto e anche di più...di fronte a tutto ciò, provo solo un grande Dolore!! Paese, sempre più senza speranza e senza rispetto, per se stessi e per questo esempio di Donna, di cui si è calpestata la memoria! VERGOGNA!!!!!!!!!!!!

APG

Sab, 18/05/2013 - 19:34

CHE SCHIFO !!!!

flashpaul

Sab, 18/05/2013 - 19:37

Per Franco@Trier-DE : ogni tua parola , così intrisa di feroce odio antisemita vale un dente della tua bocca strappato senza anestesia , oppure un dito frantumato a martellate. Mi piacerebbe sapere dove abiti per darti un saggio della ferocia dei tuoi amati nazisti. Così prima di scrivere parole di odio ideologico ci pensi se sei pronto a sacrificare i tuoi denti o le tue mani. Ah dimenticavo... mi faro aiutare dai tuoi amici musulmani: loro sono specialisti in questo oltre che a sgozzare la gola che é quello che ti meriti come lavoro finale. 15.000.000 di Ebrei sterminati tra la Germania e la Russia e tu hai ancora voglia di sangue? Sparisci. Sei indegno di vivere.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Dom, 19/05/2013 - 11:27

@gianniverde. informati su chi sia raoul e poi vergognati.

Libertà75

Gio, 08/01/2015 - 16:50

@ferdnando55, si vergogni lei a professare la cristianofobia e l'italianofobia... lo sa come si chiamano quelli che hanno paura dei propri simili?