Gita di Casini & C. sulla pelle dei marò

I politici in India dopo due anni di disinteresse per i nostri fucilieri. È un’iniziativa velleitaria, turismo istituzionale

Si apre un nuovo filone: il turismo istituzionale. Una folta delegazione italiana, composta da membri delle commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato, è partita ieri da Roma per Delhi. Motivo dell'escursione? Lo spiega Pier Ferdinando Casini in un'intervista concessa al Corriere della Sera: «Esprimere solidarietà ai marò», in procinto com'è noto di essere processati e, forse, condannati all'impiccagione, poiché accusati di aver sparato a un paio di pescatori (o pirati) che si erano accostati, due anni fa, a una nave italiana a bordo della quale Salvatore Girone e Massimiliano Latorre erano di guardia.

La vicenda è stata raccontata spesso e non vale la pena di ricordarne i particolari, tranne uno: la sparatoria avvenne in acque internazionali, fuori cioè dalla giurisdizione indiana; ciononostante, il comandante dell'imbarcazione ubbidì agli ordini delle autorità col turbante e attraccò in un porto indiano, consegnando alla polizia locale i due marinai, colpevoli di aver fatto - da militari - il loro dovere.

Questi i fatti. Quanto avvenuto successivamente è surreale. I marò (illegittimamente) imputati ne hanno viste di tutti i colori, mentre il governo e il Parlamento di casa nostra se ne sono infischiati, pensando che la questione non li riguardasse. Ora si avvicina il momento topico per i soldati, cioè la formalizzazione delle incriminazioni, e i politici italiani avvertono l'esigenza di fare in ritardo (e male) le mosse che non fecero a tempo debito. Va da sé che si tratta di iniziative velleitarie, peggio: finalizzate soltanto ad accendere i riflettori sui protagonisti della spedizione turistica di cui abbiamo detto sopra. Casini a denti stretti lo ammette: noi andiamo a Delhi senza uno scopo che non sia quello di dimostrare che ci stanno a cuore i due connazionali. Però, che sensibilità!

A questo punto però giova rammentare ancora che in due anni, quanti ne sono trascorsi dal giorno della tragedia in mare, i gentiluomini della Casta, ricoprissero o no un ruolo istituzionale, si sono disinteressati completamente della sorte dei marinai. Anzi. Li hanno presi in giro. Basti pensare che Girone e Latorre ottennero due licenze dagli indiani che consentirono loro di rimpatriare per brevi periodi. L'ultima volta che misero piede in Italia, accadde l'imprevisto: il ministro degli Esteri, Giulio Terzi di Sant'Agata, dichiarò che essi potevano rimanere qui evitando di subire un processo illegittimo, sottoponendosi invece al giudizio di un nostro tribunale. Pareva che il governo fosse d'accordo, al punto che il premier, Mario Monti, si fece fotografare - per celebrare l'evento - accanto ai marò. L'immagine fu pubblicata da tutti i giornali. Ma eravamo su Scherzi a parte.

L'esecutivo si rimangiò l'impegno e i due militari furono obbligati a ritornare tra le braccia dei propri aguzzini. Uno schifo senza precedenti. Il ministro Terzi di Sant'Agata, indignato, si dimise dall'incarico. Adesso che siamo alla vigilia della tragedia, le commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato si svegliano, ma non compiono atti ufficiali per salvare Girone e Latorre: semplicemente vanno in gita a Delhi per sottolineare la propria bontà d'animo. E Casini, petto in fuori, se ne gloria.

Se il cappio si stringerà attorno al collo dei soldati, qualcuno pagherà? No di certo. Assisteremo al solito piagnisteo e, magari, a funerali di Stato, la nostra specialità.

Commenti

elalca

Lun, 27/01/2014 - 15:16

massa di cialtroni vigliacchi, ignoranti e ladri. adesso che sentono puzza di elezioni tutti a cercare di farsi belli sulla pelle degli altri. ma che vadano all'inferno. Non hanno nemmeno il coraggio di organizzare un'azione di forza per riportarli a casa. la peggior razza di esseri inutili, di qualsiasi colore politico essi siano, albergano nei palazzi italiani.

elalca

Lun, 27/01/2014 - 15:16

massa di cialtroni vigliacchi, ignoranti e ladri. adesso che sentono puzza di elezioni tutti a cercare di farsi belli sulla pelle degli altri. ma che vadano all'inferno. Non hanno nemmeno il coraggio di organizzare un'azione di forza per riportarli a casa. la peggior razza di esseri inutili, di qualsiasi colore politico essi siano, albergano nei palazzi italiani.

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Lun, 27/01/2014 - 15:22

Concordo con le argomentazioni di Feltri. Distinti saluti. Roby

km_fbi

Lun, 27/01/2014 - 15:22

Una folta delegazione italiana, composta da membri delle commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato, è partita ieri da Roma per Delhi. E Casini, petto in fuori, se ne gloria in un'intervista concessa al Corriere della Sera. E IO PAGO! avrebbe sbottato la buonanima di Totò....! Ma organizzare un bell'incontro in videoconferenza tra i marò nell'ambasciata italiana di New Dehli e i membri delle commissioni Esteri e Difesa di camera e senato non avrebbe portato al medesimo risultato con una spesa incomparabilmente più bassa? Ma quando si parla di ridurre la spesa pubblica, questi nostri deputati credono forse che sia.... il popolo che deve ridurre la propria spesa? Evidentemente sì! E allora, se è così, possono essere estremamente contenti di sè: l'obiettivo è ampiamente raggiunto!

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Lun, 27/01/2014 - 15:22

Concordo con le argomentazioni di Feltri. Distinti saluti. Roby

Giorgio Mandozzi

Lun, 27/01/2014 - 15:24

Beh! di Casini non penso ci sia più niente da dire. Con lui le abbiamo viste tutte. Quello di cui mi meraviglio è il mancato deferimento di Monti al tribunale militare con l'accusa di alto tradimento per avere consegnato ad autorità straniera due militari italiani, perdippiù verosimilmente innocenti. Siamo ormai abituati ad ingoiare le peggiori infamie perpetrate giornalmente dalla "casta degli intoccabili" ma l'evidente reato di tradimento di Monti è inaccettabile.

MarcoTullio1

Lun, 27/01/2014 - 15:24

I componenti le commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato con Casini al seguito sono l'emblema dell'inettitudine e pochezza italiana..........si muovono in gita di piacere in India a due anni di distanza dalla cattura ignominiosa dei nostri due Marò..........che schifo!!! Fanno sicuramente ricordare un triste Badoglio 2.....non voglio aggiungere altro...

eglanthyne

Lun, 27/01/2014 - 15:27

Caro Direttore,è una storiaccia vergognosa!

Raoul Pontalti

Lun, 27/01/2014 - 15:28

Vittorio guarda che sparare a dei civili disarmati non è precisamente adempimento del dovere, piuttosto scappellamento grave nell'adempimento stesso...

scric

Lun, 27/01/2014 - 15:45

Dott. Feltri magistrale come sempre, visto sono in India facciamo subito lo scambio. VERGOGNATEVI BUFFONI gli americani al ns. posto avrebbero già agito. domanda: chi ha l'ordine alla nave di abbandonare le acque internazionali e entrare in porto? Processiamo questo signore. saluti

scric

Lun, 27/01/2014 - 15:45

Dott. Feltri magistrale come sempre, visto sono in India facciamo subito lo scambio. VERGOGNATEVI BUFFONI gli americani al ns. posto avrebbere già agito. domanda: chi ha l'ordine alla nave di abbandonare le acque internazionali e entrare in porto? Processiamo questo signore. saluti

Raoul Pontalti

Lun, 27/01/2014 - 15:45

Giorgio Mandozzi, trascurando il fatto che la materia non è di competenza di un tribunale militare, Ti faccio notare che Monti, accusabile pressoché di ogni nefandezza, non ha la colpa della consegna dei marò ad autorità straniera perché semplicemente consegna non vi fu, ma libero adempimento di una promessa fatta dai marò stessi alle autorità indiane. Fu Terzi di Sant'Agata che si inventò il trattenimento dei marò, Monti rimosse il divieto di espatrio e i marò spontaneamente ritornarono in India. Questi sono i fatti.

scric

Lun, 27/01/2014 - 15:45

Dott. Feltri magistrale come sempre, visto sono in India facciamo subito lo scambio. VERGOGNATEVI BUFFONI gli americani al ns. posto avrebbero già agito. domanda: chi ha dato l'ordine alla nave di abbandonare le acque internazionali e entrare in porto? Processiamo questo signore. saluti

fato63

Lun, 27/01/2014 - 16:02

sì, la situazione era imbarazzante prima ed ora rischia di diventare tragica. vorrei solo sperare che il viaggio vacanza per Delhi Casini e c. se lo siano pagato da soli...., vero?? altrimenti ci arrabbiamo!!!

Giunone

Lun, 27/01/2014 - 16:09

Pier frego torna a cuccia nostrana che è meglio!. Fai più brutta figura ancora a fare chi sa cosa quando già conti meno di prima. Quando eri nella gloria con il falso italiano compare della kulona delle sorti dei Marò non vi siete mai ricordate. VERGOGNA!

Raoul Pontalti

Lun, 27/01/2014 - 16:10

scric sulla base di quale imputazione processeresti il comandnte della Enrica Lexie che decise di aderire all'invito indiano di rientrare a Kochi? Lui stava al computer (giocava al solitario?) mentre gli intrepidi marò allertati dal comandante in seconda sforacchiavano una "imbarcazione di piccole dimensioni" e poi la lasciavano andare non curandosi né di fermare gli eventuali pirati (begli agenti di polizia giudiziaria) né di prestare soccorso, scacciando anzi l'imbarcazione che mostrava di non avere "una rotta ben definita" dopo la sparatoria (per forza: il timoniere aveva un proiettile in fronte...). Alla richiesta indiana cosa avrebbe dovuto rispondere il comandante? In fondo non era stato lui a sparare, i marò evidentemente dissero di avere agito secondo le consegne e l'armatore non voleva rogne con l'India. Ignorando l'esatta dinamica dei fatti, ritenne che una serie di colpi in aria e in acqua al massimo avrebbero spaventato pesci e gabbiani e quindi non prestò quel comandante civile particolare attenzione a quel demenziale comunicato inviato dai marò a Roma con cui si rendeva conto della sparatoria e aderì all'invito indiano. Una lettura meno frettolosa di quel comunicato avrebbe però potuto ingenerare sospetti tali da indurre a sgattaiolare verso Aden a tutta forza, ma non lesse bene o non lesse affatto quel comandante e condusse i marò nella tana del lupo.

Ritratto di Geppa

Geppa

Lun, 27/01/2014 - 16:10

Mi risulta che Silvio non ci sia mai nemmeno andato o abbia mai parlato dei due maro'...e neppure i vari di destra filo-militari come La Russa, Fini etc...

cerbiatta753

Lun, 27/01/2014 - 16:11

E già proprio sulla pelle dei marò!! VERGOGNA!! parola a tanti sconosciuta.

GiustiziaPrivata

Lun, 27/01/2014 - 16:11

...ennesima dimostrazione della "pochezza" del nostro paese (con la "p" minuscola) ed ennesima prova di quanto sporchi siano i politici dormienti...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 27/01/2014 - 16:12

#Raoul Pontalti. E a proposito di scapellamenti ci sono anche quelli in salsa fascioislamica. Di quelli perennemente indecisi tra "Eja, eja alalà" e "Allah uh akbàr!"...Sempre ferocemente antimilitaristi. L'insostenibile leggerezza dell'ossimoro "fascioantimilitarista".

Romolo48

Lun, 27/01/2014 - 16:16

Raoul Pontalti … se fosse come tu sostieni, perché l'India non ha ancora formalizzato il capo d'accusa dopo 2 anni? La prova che siano stati i 2 marò a sparare dov'è??? Cosa ci facevano 2 poveri pescatori in acque internazionali?

COSIMODEBARI

Lun, 27/01/2014 - 16:16

Per caso è pure andato Colannino?...li vende e forse pure fabbrica i tre ruote Piaggio

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Lun, 27/01/2014 - 16:20

Beh, perché no? A me l'India non è piaciuta, sporca e corrotta; ma se a pagare sono i contribuenti, può essere un viaggio interessante. Se in più ti garantisci titoli sui giornali, va anche meglio: soprattutto se senti il vento gelido della trombatura elettorale alitarti sul collo

ABU NAWAS

Lun, 27/01/2014 - 16:24

LODEVOLE INIZIATIVA, BISOGNOSA DI TANTA TANTISSIMA FORTUNA!! A MOSCA CI SAREBBE QUALCUNO CHE POTREBBE FACILMENTE RISOLVERE I PROBLEMI DEI NOSTRI MARO'!!! A PUTIN L’INDIA NON OSEREBBE RIFIUTARE ALCUNCHE’ E SI AFFRETTEREBBE A RILASCIARLI, E PUTIN UN FAVORE ALL'AMICO BERLUSCONI NON LO NEGHEREBBE MAI. POTREBBE PROPRIO RISULTARE UN GIOCHETTO FACILE FACILE SE FATTO IN SEGRETEZZA E SE RE GIORGIO SI DEGNASSE A CHIEDERE QUESTO FAVORE AL CAVALIERE. SI FAREBBE COSI' PERDONARE DI AVERE AVALLATO SE NON DECISO IL RINVIO IN INDIA DEI NS. POVERI MARO'!!!!!!!!

rinaldo

Lun, 27/01/2014 - 16:28

Bravo direttore, condivido in pieno e suggerisco pure la fare un blitz e riportarli in Italia. Gli israeliani che sono maetri in queste cose lo avrebbero già fatto. Cosa aspettiamo??????

manolito

Lun, 27/01/2014 - 16:31

MA ANCORA CASINI IN GIRO A SPESE NOSTRE? MA BASTA HA GIA ARRAFFATO TANTO SENZA DARE NIENTE ANZI HA CONTRIBUITO HA ROVINARE I CITTADINI DI QUESTO......PAESE BASTA CACCIATELO -

Dario40

Lun, 27/01/2014 - 16:32

la solidarietà non basta più. Questi politici devono ritornare in Italia con i due marò. Altrimenti rimangano per sempre in India e vadano a purificarsi nel Gange !

Dario40

Lun, 27/01/2014 - 16:34

questi politici sono indegni di essere Italiani ! Meritano solo pedate nel sedere !

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 27/01/2014 - 16:40

La delegazione va a trovare les dos pistoleros.

Mario-64

Lun, 27/01/2014 - 16:43

Comunque vada la figura di m... dei politici e' totale. Dunque signori (Napolitano ,Casini ,Bonino ecc. ecc.): o i nostri sono potenzialmente colpevoli di omicidio , e allora non vanno trattati da eroi ,o sono vittime di un processo farsa con implicazioni politiche in India ,e allora si doveva trattenerli in Italia e battere i pugni sui tavoli giusti fin da subito. Cosi' state facendo la cosa sbagliata nel momento sbagliato.

ABU NAWAS

Lun, 27/01/2014 - 16:43

LODEVOLE INIZIATIVA,BISOGNOSA PERO' DI TANTA TANTISSIMA FORTUNA!!!!! A MOSCA CI SAREBBE QUALCUNO CHE PUO’ REALMENTE RISOLVERE E SUBITO IL PROBLEMA DEI NOSTRI MARO'!!! A PUTIN GLI INDIANI NON OSEREBBERO RIFIUTARE ALCUNCHE’ SE IL TUTTO AVVENISSE IN SEGRETEZZA, E SI AFFRETTEREBBERO A RILASCIARE SUBITO I NOSTRI POVERI MARO’!! E’ ANCHE NOTO CHE PUTIN UN FAVORE ALL'AMICO BERLUSCONI NON LO NEGHEREBBE MAI!!!!!!!!!!! ESIGERE E OTTENERE SUBITO UN IMMEDIATO RILASCIO DEI MARO’ PER PUTIN SAREBBE UN GIOCHETTO FACILE FACILE E RE GIORGIO DOVREBBE QUINDI FARE SUBITO UNA CONTRITA TELEFONATA AD ARCORE PER OTTENERE L’INTERVENTO DI VLADIMIRO!!!! SI FAREBBE COSI' PERDONARE DI AVERE AVALLATO SE NON DECISO IL RINVIO IN INDIA DEI NS. POVERI MARO'!!!!!!!!

Raoul Pontalti

Lun, 27/01/2014 - 16:44

Confratello mio Menabellenius, l'andropausa unita ad altri effetti collaterali della senectus fa brutti scherzi...Non solo confondi comminare con irrogare, Nilus con Nylum, ma Ti dimentichi di Céline e anche di quel filone del sindacalismo rivoluzionario impersonato da Sorel e Corridoni, tra l'altro antimilitarista. Però Filippo Corridoni, arrestato più volte per sovversione antimilitarista, andò volontario per redimere Trento e Trieste e cadde sul Carso. In generale militarismo e amor di patria non vanno d'accordo, e il caso italiano è emblematico: i militaristi (e i militari) o ci hanno dato sconfitte umilianti o vittorie stentate con grandi sacrifici umani in gran parte inutili (come nella Grande Guerra). Sono eterodosso confratello mio, ma non eretico.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Lun, 27/01/2014 - 16:49

Casini ormai non fa più testo,la cosa che meraviglia è che di questo viaggio si fregiano di averlo organizzato gli adepti scientologrill,il quanto la dice lunga cosa non si farebbe per avere un pò di notorietà e possibilmente a sbafo.Peccato che non abbiano pensato di invitare anche il pontalti,si sa mai che avrebbe unto la corda.La vergogna di questo paese sono i ministri alla bonino e alla monti con tutta la ciurmaglia di questo pseudo governo pilotato dall'assiso sul trespolo quirinalizio.Che schifo,avere due militari prigionieri dei raccoglitori di sterco di mucca.Israele insegna il rispetto,noi il menefreghismo.

steacanessa

Lun, 27/01/2014 - 16:50

che branco di leggere.

nonna.mi

Lun, 27/01/2014 - 16:56

Pur di farsi un po' di pubblicità gratuita per lui, che cosa ha ideato il solito Casini inaffondabile (lui, mentre i "suoi"sono a picco nel mare del nulla)? Da quanti anni si fa mantenere dallo Stato Italiano (noi) oscillando nella varie posizioni,magari contraddittorie della peggior Politica pensabile? Se penso che è riuscito a diventare Senatore,spero di cuore che questa Istituzione venga finalmente cancellata: forza ! Chi può farlo,avrà la riconoscenza di tantissimi, ultra tantissimi, di noi.Myriam

honhil

Lun, 27/01/2014 - 17:00

“Casini & C”, dopo aver coltivato sul caso Marò il silenzio per due anni, all’improvviso, traboccante di umanità parte per l’India. Chissà, se prima di partire si sia sentito con il suo amico Monti?, sulle cui spalle ricade tutta la responsabilità politica e umana di questo abbandono istituzionale.

Edda Buti

Lun, 27/01/2014 - 17:04

Raoul Pontalti: fa pena sentire tante nefandezze. Perché gli indiani si sono affrettati a far sparire imbarcazione e salme invece di far eseguire rilievi per controllare quanto da loro sostenuto? Invece così possono affermare quello che vogliono senza alcun riscontro. Indecenti personaggi.

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 27/01/2014 - 17:11

avere a che fare con Cichhito,(il giuda) e Casini (il chiericheto casinista ) siamo tutti nella merda (rispetto alla merda) che se va bene ci porteranno i due ragazzi in una urna cineraria, questo per eviatre le spese di trasporto....troppo ingombranti per i politici italici..diffiicli da nascondere al popolo

linoalo1

Lun, 27/01/2014 - 17:18

Cosa non si fa per imbonirsi un po' di elettori!!Lino.

eloi

Lun, 27/01/2014 - 17:18

Per caso ai "membroni" di questa delegazione toccherà anche incassare l'idennità di trasferte all'estero?

gigetto50

Lun, 27/01/2014 - 17:27

....quello che non mi piace di quest'articolo é che, secondo me, si da' certezza che siano stati i maro' a sparare: "colpevoli di aver fatto, da militari, il loro dovere". Ma é proprio andata cosi' ? Non mi risulta che si siano autoaccusati o abbiano confessato....

pinosan

Lun, 27/01/2014 - 17:29

Certo che se ci pensa Casini i casini crescono.Io vorrei sapere a quale titolo è andato in India?,chi rappresenta?, se non se stesso che oggi come oggi conta come il due di coppe.chi ha pagato il viaggio????? E ci sara andando con il suo seguito spendendo quanto prende un operaio(che ha il lavoro) in due o tre anni con carico di famiglia.WWWWW L'italia.

canaletto

Lun, 27/01/2014 - 17:31

INVECE DI FARE LE SCENEGGIATE DELLE VISITE A SPESE NOSTRE DOPO TANTI MESI DI PRIGIONIA, DATEVI DA DFARE MASSA DI FARABUTTI CIALTRONI. ADESSO SIETE TUTTI PRONTI MA PRIMA TUTTI VE NE SIETE FREGATI GENTE SVERGOGNATA

gazzifam

Lun, 27/01/2014 - 17:43

Faccio solo notare a Raoul Pontalti che se è così certo di come si sono svolte le cose, di testimoniarlo agli Indiani. ricordo che a tutt'oggi non si conoscono gli esiti BALISTICI,gli esiti delle AUTOPSIE e nemmeno la tesi accusatoria dei PM indiani. Sono passati 2 anni e siamo ancora al punto zero. Stiamo discutendo se impiccarli o no e non sappiamo quali capi di accusa hanno. Raoul Pontalti informati prima di pontificare.......

gneo58

Lun, 27/01/2014 - 17:45

ma non si poteva fare uno scambio 4 ministri per 2 maro'....ma si' voglio essere magnanimo......facciamo 6 ministri.....

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 27/01/2014 - 17:49

Casini non è un uomo, e un democristiano.

pinosan

Lun, 27/01/2014 - 17:53

Io mi auguro di tutto cuore,lo spero,lo voglio,che nulla possa succedere a questi militari.Mi fa più paura il ns, governo, King Giorgio in testa che fino ad oggi non ha mosso una palpebra, che la giustizia indiana.Se dovesse succedere,e ribadisco che non deve accadere,rifiuterei i funerali di stato e sputerei in faccia,ammesso che ne abbiano una,a tutti quelli che lo hanno permesso,incompetenti,inetti,traditori amici degli affaristi internazionali.Contano più i soldi delle persone.che schifo!!!!

lamwolf

Lun, 27/01/2014 - 18:02

Solidarietà ai due marò!!! ma statevene a casa se non avete le palle per dire a questi incivili che dopo due anni non hanno ancora formalizzato nemmeno un capo di imputazione!!!!! Ma ci rendiamo conto chi sono i nostri politicanti? meglio terminare qui......

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 27/01/2014 - 18:25

#Raoul Pontalti. Ho capito. Tu prendi il fascio ma disdegni le asce... ahahahah!

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Lun, 27/01/2014 - 18:29

Propongo di scambiare subito i marò con la delegazione di "pirlimentari itagliani"! Unica condizione che l'India si impegni formalmente a condannarli a morte.

bezzecca

Lun, 27/01/2014 - 18:33

Una curiosita' , quanto costa la trasferta di tanti parlamentari ? Chi la paga ?

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 27/01/2014 - 18:40

Ho già commentato, ma non l'avete pubblicato: perchè? Forse perchè scrivevo che ritenevo primi responsabili di questo scempio giuridico e di questa offesa alla civiltà e al nostro Paese tre personaggi di cui facevo il nome? Bene: non scriverò più i nomi, per non incorrere nelle ire del "censore automatico", ma mi limiterò a dire che i tre responsabili sono secondo me nell'ordine il comunista del colle, il professore ex presidente del consiglio e l'attuale presidente del consiglio. Aggiungerei anche l'attuale ministro degli esteri, che parla parla ma non combina un c.... Adesso vediamo se questo me lo pubblicate.

Ritratto di Bertrand Russell

Bertrand Russell

Lun, 27/01/2014 - 18:40

Hanno sparato a due pescatori, vengano processati come è giusto che sia! Cosa faremmo noi se due fucilieri indiani avessero ucciso due pescatori italiani al largo della Sicilia? Li accompagneremmo bellamente a casa in Limousine vero camerati?

mezzalunapiena

Lun, 27/01/2014 - 18:47

caro feltri chiamare gentleman i politici che sono andati in india in gita pagata, penso che persone normali(ma loro sono stronzi non gentleman)avrebbero provato un po' di vergogna per la mancanza di rispetto verso le famiglie dei due marò.

fcf

Lun, 27/01/2014 - 19:00

La mossa di Monti e del suo governo di inetti non sarà dimenticata.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di joe pizza

joe pizza

Lun, 27/01/2014 - 19:15

PARASSITA annuendo alle parole dei Maro`,con l'espressione falsamente addolorata !

Ritratto di joe pizza

joe pizza

Lun, 27/01/2014 - 19:16

Mai lavorato in vita sua ed e`riuscito ugualmente a fare danni

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 27/01/2014 - 19:17

Magico paese, l'India. Dove i pirati morti si trasformano, d'incanto, in pescatori. Anche da noi i vampiri, dopo regolamentare paletto infisso nel cuore, si trasormano in umani...

Ritratto di volpedeldeserto

volpedeldeserto

Lun, 27/01/2014 - 19:24

Caro Bertrand, solo a vedere la tua foto mi vengono i conati.... puoi capire a leggere le tue fesserie, forse non è colpa tua ma del tabacco della tua pipa.

Ritratto di volpedeldeserto

volpedeldeserto

Lun, 27/01/2014 - 19:29

Sono d'acccordo con JSBSW67, scambiamo i nostri due marò con i 16 mangiapane a tradimento andati in gita in INDIA.

Raoul Pontalti

Lun, 27/01/2014 - 19:29

per Edda Buti (e in parte gazzifam): Tutti i commentatori qualificati sulle riviste militari italiane e straniere così come sulle riviste di diritto internazionale nonché le stesse autorità italiane nei fatti (risarcimenti) accettano come assodato che i marò spararono e uccisero, si discute (ed è materia di contenzioso con l'India) se per tragico errore o stupido gioco. Le fole su mancate autopsie, cremazioni (di cristiani orientali!), prove distrutte ad arte, etc., non devono più trovare cittadinanza su questi forum, altrimenti si è dei bananas. Le irregolarità compiute dagli Indiani nel Kerala (di forma e procedura) probabilmente renderanno impossibile il processo a Nuova Dehli, ma da qui a giungere a parlare di prove prefabbricate ce ne corre. Sulle prove sottratte: non hanno sottratto un bel nulla gli Indiani, hanno solo fatto casino (vedi peschereccio affondato, ma sul quale le perizie e controperizie anche di parte italiana erano già state eseguite: cfr rapporto ammiraglio Piroli), casomai hanno occultato prove (a carico...) gli Italiani (foto, l'ammiraglio Piroli ne ha alcune che identificano proprio il peschereccio come l'imbarcazione incrociata dai marò, filmati e registrazione della scatola nera della petroliera). La querelle tra Italia e India investe questioni preliminari quali la giurisdizione (rivendicata dall'Italia in esclusiva, mentre l'India afferma essere questa concorrente e avendo nelle sue mani i rei intende procedere), l'immunità funzionale dei militari (negata dall'India), mentre nel merito l'Italia afferma essersi trattato di tragico errore nell'adempimento di un dovere rappresentato dalla difesa della nave dai pirati (e non dalla lotta alla pirateria che non la fanno le navi civili e quindi la si smetta di parlare di missioni ONU e altre cazzate simili che sono fuori luogo). Io intervengo a ripetizione sulla vicenda per due fini: sensibilizzare sul problema della revisione di una legge cretina applicata in modo demenziale che ha trasformato dei militari in cani da guardia di beni privati da un lato e far cessare dall'altro un'ignobile campagna patriottarda che assume dei castroni (perché tali sono quelli che sparano ai fantasmi) come eroi additandoli ad esempio per la Nazione quando invece devono essere processati e puniti secondo le nostre stesse leggi.

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Lun, 27/01/2014 - 19:43

Facciamo cambio. Ci ridessero i marò e impiccassero i politici. Ci guadagneremmo e potremmo anche far finta di risentirci della faccenda. Win-win situation!

acam

Lun, 27/01/2014 - 20:27

lo dico seriamente poveri ragazzi avrebbero fatto meglio a nascere altrove

FRANGIUS

Lun, 27/01/2014 - 21:03

STI FARABUTTI DELLA CASTA...SPECULANO PURE SULLA PELLE DI QUEI POVERI DISGRAZIATI CHE,SE CONDANNATI,DOVRANNO ANCORA UNA VOLTA RINGRAZIARE L'INETTO E FAMIGERATO MONTI.MA CARO FELTRI,UNA COSA VORREMMO SAPERE DA LEI CHE SA DOVE METTER MANO....QUESTI MANGIAPANE A...CON IN TESTA NATURALMENTE CASINI APPROFITTATORE DI MESTIERE..POSSIAMO SAPERE QUANTO CI COSTA IL LORO VIAGGIO TURISTICO....TENUTO CONTO DELLO STIPENDIO DA PARLAMENTARE CHE INCASSANO DURANTE LE LORO VACANZE IN INDIA?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 28/01/2014 - 01:08

Dopo le inutili ciance che durano da ben due anni ora abbiamo l'ennesima rappresentazione della stupidità dei nostri politici. UNA BANDA DI ESIBIZIONISTI CON LE PALLE MOLLI VA IN PELLEGRINAGGIO IN INDIA PER DIMOSTRARE AL MONDO CHE RAZZA DI RAMMOLLITI ABBIAMO AL GOVERNO.

stefano.colussi

Mar, 28/01/2014 - 04:09

Ho letto Vittorio Feltri..sei bravo come sempre..Ti ricordo però che una volta hai fatto un "articolone" sulla necessità della costruzione degli "Stati Uniti d'Europa" e la cosa si è fermata lì..Ora prova a pensare...se avessimo un "Solo Presidente" eletto direttamente dai "Popoli Europei"...saremmo forse quì a discutere dei Due Marò..non credo, non credo, non credo...saremmo una Super/Potenza Mondiale e nessuno ci prenderebbe per il culo..tantomeno gli Indiani..o no ?? caro Vittorio Feltri..Stefano Colussi, Cervignano del Friuli, Stati Uniti d'Europa...e grazie per l'ospitalità.

Duka

Mar, 28/01/2014 - 08:18

E che diamine, gita sulla pelle dei marò e con i soldi degli italiani. Si saranno portati anche mogli, figli, amanti, concubine ecc. al seguito??? Ma non è andato solo il Casi..nista nazionale, macchè un gruppo ben assortito per stare in compagnia a raccontar scemenze E CHE DIAMINE!!

Ritratto di sitten

sitten

Mar, 28/01/2014 - 08:53

Compagno Betrand, l'Italia nata dalla resistenza, antifascista è democratica (aggiungo: è calabraghe) se i fucilieri indiani avessero ucciso due pescatori al largo della Sicilia(come scrive lei)non solo li avremmo accompagnati in Limosuine, ma li avremmo dati anche una medaglia al valore (Via Rasella insegna)perché i su detti pescatori potevano essere dei potenziali provocatori fascisti. Detto questo, ciò non toglie che abbiamo una classe dirigente che tutto il mondo ci invidia (non per niente è una classe dirigente, anche essa nata dalla resistenza.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 28/01/2014 - 09:40

Casini, che dobbiamo fare per farti scomparire?

@ollel63

Mar, 28/01/2014 - 09:56

che bello andare in gita turistica con i soldi degli italiani sempre più gonzi...

maubol@libero.it

Mar, 28/01/2014 - 10:14

questo democristiano è una vita che non fa un cazzo, ma non si riesce a mandarlo a casa...

Ritratto di Lorenzo Mazzi

Lorenzo Mazzi

Mar, 28/01/2014 - 10:55

RAOUL PONTATI grazie a gente che la pensa come te l'Italia resterà sempre ai margini della comunità internazionale senza un minimo di autorità. La tua apologia antimilitarista ti fa dimenticare che in India vige la pena di morte. Mai sentito parlare di pacifisti favorevoli alla pena di morte, al contrario gente priva di onestà intellettuale e coerenza continua a dare lezioncine di morale ed etica.

Rossana Rossi

Mar, 28/01/2014 - 11:38

Bravo Feltri come sempre, parole che rappresentano la squallida verità del comportamento dei nostri poveri pseudo-politici e che sottolineano ancora una volta UNA DELLE PAGINE PIU' VERGOGNOSE della nostra infelice storia. Che vergogna...........

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 28/01/2014 - 12:21

Che questi reietti, infami, vili, zerbini, badogliani, mezzipreti ,maramaldi di politici nostrani oltre che inguaribili CALABRAGHE vadano a farsi belli in massa a nostre spese senza aver portato nulla di concreto, senza azioni dure di veto, senza proposte che portino a casa risultati pratici, e' il proseguimento del livello di infamia cui questo stataccio ha raggiunto, I MARO' SONO NELL'AMBASCIATA ITALIANA ERGO IN TERRITORIO ITALIANO, L'ITALIA NON DEVE RICONOSCERE LE PROCEDURE INDIANE SUI MARO' ergo devono essere trattenuti al SUO INTERNO E NON CONSEGNATI ALLE AUTORITA' INDIANE!! questo fa un SERIO STATO NON UNA BARZELLETTA COME QUESTO!