Il Cav apre al sistema spagnolo: incontro in vista col leader Pd

Per Berlusconi il modello iberico garantirebbe il bipolarismo. Ieri summit di Fi: esordio del direttore del Tg4 Toti presente per conto del Cavaliere

La trattiva la conduce Denis Verdini, che della materia è esperto da tempo e con Matteo Renzi condivide i comuni natali toscani. Tanto che chi ha recentemente assistito alle telefonate tra i due è rimasto colpito dall'uso piuttosto disinvolto e colorito del dialetto fiorentino. La faccia, però, ce la metterà presto Silvio Berlusconi. Intanto perché sarà lui nei prossimi giorni a rispondere pubblicamente al segretario del Pd che ha messo sul tavolo della riforma elettorale il Mattarellum corretto, il sistema spagnolo e il doppio turno di coalizione dei sindaci. E poi perché - nonostante Renzi dica che a lui «non risulta» - i due potrebbero incontrarsi di persona già la prossima settimana per discutere nel dettaglio proprio del modello spagnolo.
Al di là della linea piuttosto prudente uscita ieri dalla riunione tecnica di Forza Italia che si è tenuta alla Camera, continua infatti ad essere questo il modello che convince di più il partito del Cavaliere. Così come pure il Pd renzizzato, a meno che non si voglia considerare casuale l'uscita pro-sistema iberico di Maria Elena Boschi, responsabile riforme del Pd. Sul punto si è sostanzialmente convenuto nell'incontro organizzato dai capigruppo di Forza Italia Renato Brunetta e Paolo Romani. Alla riunione hanno partecipato i vice vicari Mariastella Gelmini e Anna Maria Bernini, il presidente della commissione Affari Costituzionali di Montecitorio, Francesco Paolo Sisto, il senatore Donato Bruno, membro della commissione Affari costituzionali del Senato, e i già coordinatori del Pdl Sandro Bondi e Denis Verdini. Oltre a Giovanni Toti, direttore di Studio Aperto e del Tg4 e in predicato per la vicepresidenza di Forza Italia. Per lui è stata la “prima” ad una riunione ufficiale del partito, una sorta di battesimo del fuoco. A cui Toti - presente «per conto di Berlusconi» - ha approcciato con una certa discrezione, limitandosi ad ascoltare i vari interventi che si sono succeduti. Primo fra tutti quello di Verdini che ha fatto un excursus dei tre modelli messi sul tavolo da Renzi analizzandone pro e contro con tanto di proiezioni sui seggi di Camera e Senato basate sugli ultimi sondaggi. E tutti o quasi sono stati d'accordo nel propendere proprio per il modello spagnolo con collegi su base provinciale, ricco premio di maggioranza al 15% e sbarramento all'ingresso (almeno il 5%).
Anche Berlusconi starebbe su questa linea, convinto - questo avrebbe confidato ieri a chi ha avuto occasione di incontrarlo ad Arcore - che il modello spagnola da una parte garantirebbe il bipolarismo e dall'altra «salverebbe» la coalizione di centrodestra perché visto lo sbarramento il Ncd di Angelino Alfano non potrebbe che correre alleato a Forza Italia.
Per il momento, però, nessuna presa di posizione ufficiale. Un po' per non scoprire troppo le carte, un po' perché Brunetta continua a sponsorizzare il Mattarellum corretto. Così, la nota che segue le tre ore di incontro a Montecitorio è sostanzialmente interlocutoria: «C'è stato un accurato approfondimento delle diverse proposte di Renzi che consentirà a Berlusconi di «formulare una rapida risposta al segretario del Pd».
Il Cavaliere, dunque, vuole giocare la partita in prima persona con tanto di faccia a faccia con Renzi, un modo per confermare plasticamente la sua leadership. Un appuntamento su cui il segretario del Pd preferisce tenere il basso profilo («se lo vedrò ve lo farò sapere prima», dice a Otto e 1/2) ma della cui importanza è consapevole. Al punto che Enrico Letta è convinto che i termini di un eventuale rimpasto si sapranno solo dopo l'incontro tra Berlusconi e Renzi. Fino ad allora «siamo in alto mare», avrebbe detto ieri il premier durante l'incontro con i vertici di Scelta civica.

Commenti

xgerico

Mer, 08/01/2014 - 09:04

Che bell'articolo, finito di leggere mi son domandato, ma il Primo Ministro e ancora Silvio Berlusconi o Letta?! Poi sono andato sul sito Gov.It e ho capito l'arcano!

Gioa

Mer, 08/01/2014 - 09:33

Mi dispiace per Forza Italia, ma così Forza Italia finisce prima di iniziare.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/01/2014 - 09:40

La destra ha un deficit di leadership provocato dalla presenza carismatica del capo assoluto che via via ha eliminato la concorrenza! Con il risultato di presentarci un Toti, parente di quello con la stampella forse, che dovrebbe scendere in un campo che non esiste più. CHI È CAUSA DEL SUO MAL PIANGA SE STESSI! Dice un vecchio detto, ma è la verità. Per la riforma elettorale prima si fa e meglio è per TUTTI!

xgerico

Mer, 08/01/2014 - 09:44

Questo è un articolo che andava bene prima del Novembre 2011! Ora non più!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 08/01/2014 - 09:54

Tanto per cambiare anche con questo sistema il NCD e FI saranno alleati.Chi lo spiega adesso ai lettori de il Giornale che non vogliono i "traditori"?

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/01/2014 - 10:07

Il cav non può più permettersi di dettare condizioni, questo Renzi l' ha capito, il cav anche i berlusconiani ancora no!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 08/01/2014 - 10:27

xgerico..fai pena sembri un moccioso che vive nel suo mondo dei sogni e fa finta di non vedere che Silvio è sempre più al centro della scena politica..riconosciuto, non solo da tutto il popolo del centrodestra anche da Renzi, come unico interlocutore per le riforma elettorale in Forza Italia..xgerico. vedrai caro bell'Addormentato nel Bosco che l'ennesimo ceffone alle prossime elezioni ti risveglierà dalle tue illusioni di sbarbatello..

Cacciari_forpre...

Mer, 08/01/2014 - 10:28

Continuare ad attaccare berlsuconi sul piano etico , morale e penale non porta da nessuna parte. Per lo zoccolo duro di afficionatos rimastogli, ormai, se il loro mantra si presentasse sulle sue reti unificate con le mani fasciate, accusando i giudici di sinistra di avergli fatto venire le stimmate , i suoi adepti sono pronti a credergli sulla parola! E' sul piano politico che va evidenzziato il fallimento del capo partito più incerto e volubile della nostra storia.- o meglio detentore di consensi, poichè FI non è mai stato un partito. Chi non ricorda la frase.."con Bossi non prenderò nemmeno un caffè..salvo poi farci un governo per 11 anni....chi non ricorda gli appelli al ritorno del figliol prodigo Casini...e che dire di Fini..abbracciato e coccolato salvo "CACCIARLO" perchè non accetta la complicità di leggi ad personam che imbavagliano il paese...Per non parlare di Monti a cui dopo avergli votato tutti i provvedimenti e poi staccato la spina gli OFFRE la guida del suo partito-azienda, salvo poi rinnegare tutto e aattaccarlo personalmente per meschini giochi elettorali. Buon ultimo ora con Alfano assisatiamo agli ennesimi appelli per un suo ritorno.. film già visto...Come abbiamo già intravisto - all'ennesimo rifiuto ricevuto - gli appelii a non votare per i piccoli partiti - anche questo già visto - ma di affidargli quel 51 % a cui mira sin dalla sua discesa in campo - visti i vari rifiuti ricevuti - per sistemare definitivamente i suoi problemi con la giustizia e tutelare il suo impero economico! Ora mi chiedo e chiedo ai suoi sostenitori....quei pochi rimasti....ma come fate a fidarvi, al di la dei suoi guai giudiziari, di un personaggio così POLITICAMENTE INSTABILE ?

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 08/01/2014 - 10:33

Agrippona gli elettori del Giornale non hanno bisogno delle tue spiegazioni..sanno benissimo valutare chi ha tradito e se votarlo oppure no..a prescindere dalle alleanze elettorali..sai ragionare in solo in politichese...per quello sei certamente kommmmunista!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 08/01/2014 - 10:37

Patchonki..Il Cavaliere detta ancora se vuole dettare..con la leadership del partito in mano e un terzo dell'elettorato..può fare quello che gli pare al pari di Grillo e Renzi..speriamo che i magistrati si muovano presto con nuove uscite..così sarà proprio l'unico a fare quello che gli pare..vista la valanga di voti in suo favore che ne seguirà..i fanatici antiberlusconiani come te dovrebbero far revisionare il cervello..se mai ne possegono uno..

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 08/01/2014 - 11:03

Toti presente per conto del Cavaliere. TOTI CHI ? Forse c'è stato un errore di battitura , volevate scrivere TOTTI.

Ritratto di Scassa

Scassa

Mer, 08/01/2014 - 11:38

scassa Mercoledì 8 gennaio 2014 Quello che non capisco e' cosa rappresenti Renzi per la politica parlamentare del Paese . E' sindaco molto vacante di una Città ,e'diventato segretario di un partito ,che come tutti gli altri ,e' privato ,non è mai stato eletto al Parlamento ,quindi non è Onorevole . Però detta indicazioni e è pone dictat al Governo come facesse parte del parlamento . Non vedo perché non possa discutere di cose di bottega con il Presidente Berlusconi ,che ha un Palmares da invidia ,e che se non fosse per l'odio e ingiustizia applicata con dovizia dai compagni ,sarebbe ,come da noi scelto ,al posto di quella statuina di Letta . E' proprio vero ,che anche le pulci hanno la tosse !!! Silvana Sassatelli

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 08/01/2014 - 11:44

Raddrizzole(sei un clamoroso doppio nick,questo si era capito)io non spiego un bel niente,prendo solo atto che quando si tornera' a votare ci sara' un alleanza tra FI ed i traditori(per dirla come piace a te) e che tu come gli altri voterete lo stesso quella xoalizione nonostante la presenza di alfano e nonostante gli stiate vomitando addosso di tutto,alla faccia della coerenza.Del resto avete rivotato le coalizioni di cdx anche quando son tornati a casa illustri traditori come bossi,mastella ed in ultimo lombardo.Stia sereno,non c' e' da vergognarsene.

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Mer, 08/01/2014 - 12:07

La consueta apertura con ricatto incorporato ?

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 08/01/2014 - 12:11

Cavaliere chi?

Gioa

Mer, 08/01/2014 - 12:44

SE FOSSE UN'APERTURA PER FAR TRIONFARE FORZA ITALIA BEN VENGA L'APERTURA...ALTRIMENTI MEGLIO CHIUDERE CON TANTE MANDATE. FORZA ITALIA E' BENE CHE TRIONFI PERCHE' DOPO AVERNE VISTE DI TUTTE CON QUESTI COMUNISTI NON COMUNISTI, PD NON PD, OGGI SI AMANO DOMANI SI ODIANO...E NOI PAGHIAMO. H2S04 sapessi quanti ricatti dai signori comunisti non identificabili e identificabiliabbiamo abbiamo subito!! Basta entrare in un ente ubblico e la meritocrasia si va a far friggere pur essendoci una legge che la regolamenta. Quindi altro che ricatto: BEL VISO A CATTIVO GIOCO. LA VITA E' UNA RUOTA CHE GIRA. BEN VENGA FORZA ITALIA NUOVA PER UN'ITALIA NUOVA CON LA RUOTA CHE GIRA A NOSTRO FAVORE.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Mer, 08/01/2014 - 13:03

"..Verdini che ha fatto un excursus dei tre modelli messi sul tavolo da Renzi analizzandone pro e contro con tanto di proiezioni sui seggi di Camera e Senato basate sugli ultimi sondaggi. E tutti o quasi sono stati d'accordo nel propendere proprio per il modello spagnolo con collegi su base provinciale, ricco premio di maggioranza al 15% e sbarramento all'ingresso (almeno il 5%). Anche Berlusconi starebbe su questa linea, convinto - questo avrebbe confidato ieri a chi ha avuto occasione di incontrarlo ad Arcore - che il modello spagnola da una parte garantirebbe il bipolarismo e dall'altra «salverebbe» la coalizione di centrodestra perché visto lo sbarramento il Ncd di Angelino Alfano non potrebbe che correre alleato a Forza Italia..." Questo fa capire quale manica di rinco.....iti (e questo vale anche per Renzi qualora usasse lo stesso criterio di selezione) siano i nostri politicanti. Loro non pensano ad adottare o a studiare un sistema elettorale che possa dare un governo stabile e rappresentativo della volontà degli elettori per il lungo periodo, ma lo scelgono a tavolino sulla base dei sondaggi del giorno, che allo stato attuale non rappresentano nulla visto che il numero di indecisi é vicino al 40% e le cose possono essere completamente diverse al momento del voto (vedesi elezioni del 2006 quando a colpi di maggioranza Berlusconi ha inventato il porcellum sulla base dei suoi personalissimi sondaggi e Prodi anche se per una manciata di voti lo ha fregato). Ora é proprio chiaro perché i politici della seconda repubblica (gli ultimi 20 anni) hanno fatto più danni dei loro predecessori. Ecco perché l'Italia si trova in queste condizioni, perché Berlusconi e a questo mi sembra anche Renzi (e ci aggiungo Grillo) ragionano con il c..o invece di usare quel poco di materia grigia che forse hanno ancora in testa. Stiamo cadendo nel ridicolo.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 08/01/2014 - 13:45

A raddrizza le banane ė l'unica attività che ti permettono quei 2 neuroni che ti funzionano!

glasnost

Mer, 08/01/2014 - 14:05

@IoSperiamo...: Ma dove vivi tu, nel paese delle meraviglie? Tutti i nostri politici ( e ci aggiungo la burocrazia ed i magistrati e coloro che ribaltano i governi eletti per fare bella figura con la massoneria)fanno soltanto le cose che sono convenienti per i propri interessi.E questo è il vero "ridicolo", o è più ridicolo non vederlo ed illudersi.....

ugsirio

Mer, 08/01/2014 - 14:44

Il sistema elettorale è un problema ma la mentalità dei nostri politici, a tutti i livelli, è una catastrofe. Il mio sistema elettorale preferito è il presidenzialismo all’americana con un maggioritario puro senza alleanze e senza apparentamenti. Un presidente, con i tempi che corrono basta e avanza se poi uno di questi presidenti ci costa più di un Re meglio lasciarlo in soffitta. Le coalizioni dovrebbero essere abolite (con le coalizioni non arriveremo mai a un sistema veramente maggioritario), lo sbarramento innalzato almeno all’8 %, chi non condivide platealmente e ripetutamente (vedi Fini o Alfano) le idee e i programmi del partito che ha contribuito a farlo eleggere dovrebbe dare le dimissioni e essere sostituito col primo non eletto. Non possiamo permetterci di continuare ad avere le minoranze che governano grazie al fatto che il loro voto è determinante per l’approvazione dei provvedimenti; in questo modo nessuno si assume la responsabilità dei propri fallimenti è sempre colpa dell‘altro. Si elegge il “Presidente” del consiglio, al primo turno e per 4 anni, può essere rieletto una seconda volta, al suo partito viene data una maggioranza del 60%, non può essere sfiduciato dal Parlamento salvo impeachment. Agli elettori è data la possibilità di esprimere una sola preferenza sia per deputati che per senatori ( non più di 1 parlamentare ogni 120.000 abitanti). La Camera legifera a livello nazionale su materia di competenza esclusiva, il Senato a livello regionale, su materie di competenza esclusiva formulando leggi quadro che valgono per tutte le regioni e ne controlla l‘attuazione. Con le leggi elettorali italiane passate e future in discussione i partiti continueranno ad aumentare e io sono stufo di mantenere un a pletora di schiaccia bottoni, tuttavia sono consapevole, che in un paese come questo, continueremo come sempre, qualunque sia la legge elettorale in vigore, a mantenere una casta sciupona, spendacciona e incapace e corrotta. Siamo morti e sepolti e le notizie quotidiane lo confermano.

Angelo48

Mer, 08/01/2014 - 14:55

Mi piacerebbe chiedere a Verdini (il tuttologo braccio dx di Silvio)come riuscirebbe a conciliare un modello di elezioni sul tipo di quello spagnolo, visto che esso prevede le liste bloccate già bocciate e dichiarate illegittime dalla Corte Costituzionale. Poi vorrei anche chiedergli come fa a piacergli il sistema del doppio turno di coalizione dei sindaci, visto che lui (che si professa esperto in materia di sondaggi)dovrebbe sapere che il popolo di cdx è piuttosto restio a votare 2 volte in pochi giorni. Poi vorrei anche chiedergli qualcosa sul Mattarellum.....ma rendendomi conto che io non son nessuno e lui è un tuttologo, lascio perdere....

Angelo48

Mer, 08/01/2014 - 15:09

ugsirio: egregio lettore, leggo il suo commento ed inorridisco. Ma come si permette lei di suggerire a gente come Verdini e Renzi, quale possa essere il miglior sistema elettorale possibile e calzante per il nostro disastrato paese?? Ha per caso studiato come loro? Ha mai preso in esame la possibilità di effettuare uno studio accurato sulla scienza sondaggistica? Nooo?,...ed allora lasci perdere le proposte che esplicita nel suo commento, tanto non le attueranno mai se esse son contrarie ai loro subdoli interessi. Se lo lasci dire da uno che, per molti anni, ha conosciuto cosa sia e come sia imperante l'opportunismo politicante! Certamente avrà intuito il sarcasmo con cui le ho scritto. Mi stia bene!

entropy

Mer, 08/01/2014 - 16:48

Berlusconi è per la spagnola, Ci avrei giurato!