Centrale Tirreno Power sequestrata: "Non rispettati limiti sulle emissioni"

Aperti due filoni di inchiesta per disastro ambientale ed omicidio colposo: i fumi della centrale avrebbero provocato in meno di 10 anni la morte di oltre 400 persone

Il gip del tribunale di Savona, Fiorenza Giorgi, ha accolto la richiesta della procura di sequestrare la centrale elettrica a carbone Tirreno Power di Vado Ligure. Dagli accertamenti svolti sarebbe emerso il mancato rispetto di alcuni limiti imposti dall'Autorizzazione integrata ambientale (Aia). Per mettere a riposo i gruppi a carbone serviranno una ventina d'ore: sei per completare lo spegnimento e altre quindici per smaltire il carbone all’interno dei gruppi.

Sull’attività di Tirreno Power sono aperti due filoni d’inchiesta, una per disastro ambientale e una per omicidio colposo. Risultano indagati per disastro ambientale Giovanni Gosio ex direttore generale, dimessosi alcune settimane fa, e il direttore dello stabilimento Pasquale D’Elia. Ci sarebbe anche un terzo indagato di cui non si conosce il nome. Secondo la procura di Savona, che tre settimane fa ha acquisito un verbale dell'Istituto superiore per la Protezione e la ricerca ambientale (Ispra) del ministero dell’Ambiente redatto durante una visita di routine, i fumi della centrale hanno causato 442 morti tra il 2000 e il 2007. Per il procuratore Granero la centrale avrebbe causato anche "tra i 1700 e i 2000 ricoveri di adulti per malattie respiratorie e cardiovascolari e 450 bambini sarebbero stati ricoverati per patologie respiratorie e attacchi d’asma tra il 2005 e il 2012". L’azienda si è sempre difesa sostenendo che gli studi dei consulenti di parte hanno delle "criticità". "Non sono mai state sottoposte a un contraddittorio, non si comprende quale sia stato il metodo di valutazione di esposizione agli inquinanti - ha spiegato l'azienda - tale mancanza di chiarezza è accompagnata dall’assenza della doverosa analisi di robustezza, di sensitività e quindi di affidabilità globale del metodo adottato. Anche per questo motivo non si può affermare in concreto alcun nesso di causalità tra morti, malattie ed emissioni". Secondo la Tirreno Power, nelle perizie dei consulenti della procura mancherebbe anche lo studio della ricaduta a terra delle particelle inquinanti.

La Tirreno Power è controllata al 50% da Gdf Suez, al 39% da Sorgenia, società del gruppo Cir che fa capo a Carlo De Benedetti, al 5,5% Hera e al 5,5% Iren.

Commenti

Mechwarrior

Mar, 11/03/2014 - 15:11

Abbiamo votato contro il nucleare? becchiamo il carbone che fa tanto bene (e costa il doppio)

nurra94

Mar, 11/03/2014 - 15:31

Questo è il minimo che i Magistrati di Savona, potessero fare nei confronti della Tirreno Power. Dopo quello che hanno fatto all'Ilva di Taranto, c'era da aspettarselo. Auguro che a De Benedetti, venga riservato lo stesso trattamento che è stato riservato ai Riva. Spero che gli ambientalisti, che funzionano a giorni alterni, gli riservino lo stesso trattamento!!!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 11/03/2014 - 15:32

E dopo tanta gente SMASCHERATA... e dopo numerosi personaggi ZITTITI, signori e signore ecco a voi il nuovo tormentone della stagione: GLI INGUAIATI! venerdì 7 marzo: "Guai grossi per Vendola"; giovedì 6 marzo: "...anche Vendola rischia i guai"; venerdì 31 gennaio: "Tre guai fanno tremare De Benedetti"; domenica 26 gennaio: "Altri guai per Nunzia, tentata dal ritorno a Fi"; venerdì 24 gennaio: "Essien la prima toppa nel Milan di Seedorf Ma i guai continuano": martedì 21 gennaio: "Ior, monsignor Scarano ancora nei guai"; domenica 19 gennaio: "Nuovi guai giudiziari per il "guru" di Stamina"; 14 gennaio: "Il Pd fa la morale ma tace sui guai per i voti di scambio". E allora cosa mai dovremmo dire del marito della Mussolini indagato per prostituzione minorile! Se non è inguaiato lui (e i giudici confronto alla moglie sono degli angioletti!)!

cesaresg

Mar, 11/03/2014 - 16:19

dreamer_66 a te cosa interessa cosa scrive il Giornale? Nessuno ti obbliga a leggerlo. Vai a leggere la Repubblichella 2000,il Corrierino dei piccoli (e deficienti), l'Unità (dei cretini) ecc ecc. AMEN!

pino48

Mar, 11/03/2014 - 16:23

Tranquilli...la famiglia di CdB non sapeva niente e quindi non sarà ritenuta colpevole di niente.....

papik40

Mar, 11/03/2014 - 16:24

Scordatevi che all'Ingegnere facciano quanto riservato ai Riva Alla tessera nr. 1 del PD la magistratura va con i piedi di piombo ed i guanti di velluto. Piuttosto si indaghi sui parametri di inquinamento 3 -5 volte superiori a quelli stabiliti per legge. Chi ha dato queste autorizzazioni ed a quale "prezzo"?

Settimio.De.Lillo

Mar, 11/03/2014 - 17:08

Alt! de benedetti NON si tocca; è molto strano che a nessuno è venuto in mente che è tutta colpa di BERLUSCONI, punto e basta.

Ritratto di Scassa

Scassa

Mar, 11/03/2014 - 17:30

scassa Martedì 11 marzo Tranquilli ,come da copione ,troveranno che il socio occulto di dEBENEDETTI ,e potranno così risolvere il problema della Tirrenia assassina a,e' Berlusconi ,prendendo 2piccioni con la classica fava. Condanneranno il pregiudicato per pluri omicidio volontario con l'aggravante dello sporco scopo di lucro,e saranno obbligati a ripristinare un penitenziario,il cui mantenimento sarà caricato sulla Tasi,Tares,benzina ,canone TV ecc ecc . Si toglieranno dai piedi definitivamente il nemico e appoggeranno la nomina di dEBENEDETTI per il nobel per l'ecologia ,per grande lustro dell'Italia nel mondo!!! S.Sassatelli.

hectorre

Mar, 11/03/2014 - 17:32

il mondo è strano......c'è un imprenditore che ha fatto fallire diverse società,messo sulla strada migliaia di dipendenti,fatto buchi per miliardi di euro e causato 400 morti e un'altro che paga regolarmente 60,000 dipendenti......uno ha debiti col fisco e vive in svizzera e l'altro che di milioni ne sborsa a centinaia lo vogliono in galera.....il primo incredibilmente non viene mai indagato,all'altro non si perdonano nemmeno le cene nella sua villa!...........il primo ha la tessera n 1 del partito degli onesti mentre il secondo no...............ma essendo di cdx forse io vedo una realtà distorta....o forse no.

Giorgio5819

Mar, 11/03/2014 - 18:34

Grande vittoria della sinistra ! Hanno boicottato il nucleare travestendosi da verdi, hanno foraggiato tutte le porcate di de benedetti, adesso arriva il conto ! Ma tanto il sistema per salvarlo lo trovano...è un compagno che sbaglia...

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Mar, 11/03/2014 - 18:45

in arrivo tarallucci e vino

mariolino50

Mar, 11/03/2014 - 20:05

Mechwarrior Io ci ho lavorato alla centrale di Vado, ed lì dalla fine degli anni 60, non dal 2000, che il nucleare costi meno è la più grande bufala che gira in rete, specialmente se devi comprare tutto all'estero, le centrali a scatola chiusa, il combustibile arricchito e il riciclo delle scorie, in quanto a fare bene vai a vedere cosa stà succedendo in giappone, per non parlare dello smnontaggio a fine vita, problema ancora irrisolto ovunque. Ps, al solito tutti parlano dei morti "esterni", ma di quelli che ci hanno lavorato niente, eppure li i morti sono di più, ne ho seppelliti di amici con i quali ho lavorato una vita.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 11/03/2014 - 20:24

cesaresg: lo so che nessuno mi obbliga a leggerlo... il fatto è che mi diverto a SMASCHERARLO e trovo spassoso leggere le risposte piccate e "assolutamente originali" di quelli come te che scrivono "vai a leggere la Repbbichella2000..."! P.S. Mea culpa... ho omesso un altro articolo proprio di oggi: "Il giallo dell'attico fiorentino può mettere nei guai Renzi".

Villanaccio

Mar, 11/03/2014 - 20:45

"Caro" De Benedetti, come al solito racconti palle. Un po' di tempo fa sono stato abbindolato da Sorgenia credendo in un prezzo dell'energia meno caro (tutto poi da dimostrare)ed ogni due mesi mi arriva una bella bolletta con scritto: grazie a te abbiamo risparmiato tot kg di CO2 nell'atmosfera con i nostri impianti ecologici.......Alla faccia poi dell'ecologia se hanno dovuto chiudere la centrale di Vado ! E' ovvio che si perderanno un cliente.

ammazzalupi

Mer, 12/03/2014 - 00:40

I forni dell'ebreo inquinano e ammazzano la povera gente? E, allora, perché non buttare lui nella fornace, quel farabutto di merda? I suoi amici ebrei stanno zitti: gli è andata via la voce? Perché non strillano al massacro? Ma sì... loro strillano solo con la shoa!

gianni59

Mer, 12/03/2014 - 02:35

Fa veramente pena di fronte all'inquinamento del nostro paese e alla morte di persone, riportare tutto ad uno scontro politico-calcistico su Riva, De Benedetti & co....

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 12/03/2014 - 08:11

Non sarebbe ora di mettere in GALERA questo de Benedetti? Mettere ne lastrico lui e la sua famigli, è forse l`unica soluzione, almeno poi non si sentirà MAI PIÙ parlare di questo DELINQUENTE PROTETTO DALLO STATO COMUNISTA ITALIANO.

rickroger

Mer, 12/03/2014 - 08:26

Sempre troppo poche e silenziose le proteste e le accuse, quando di mezzo c'è l'intoccabile CDB!!! Dove sono finiti i contestatori degli anni '80 che inondavano le piazze italiane al grido di "ENERGIA NUCLEARE? NO GRAZIE!!", che comunque stiamo importando da lungo tempo... Dove sono gli ambientalisti quando affonda una petroliera?? E oggi, dopo aver inquinato Savona e paesi limitrofi per illo tempore, preferiscono tirare sassi sui cantieri TAV. DE BENEDETTI BASTA, dopo aver fatto fallire l'olivetti, evaso il fisco, essere fuggito a Lugano ed aver staccato la tessera n° 1 del PD per l'impunità vitalizia, DEVI PAGARE PER I TUOI DISASTRI!!!!!!

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 12/03/2014 - 08:59

Ci sono cose strane in Italia che sono alla radice della situazione fallimentare di questi ultimi anni : 1.Dopo 10 anni si scopre che le emission superavano I limiti di legge,gravemente tanto da creare morti. Mi sembra un molto colpevole ritardo. 2.trattandosi di una central a carbone ,ce ne sono migliaia operanti regolarmente nel mondo,si tratta di individuare il problema e migliorare una macchina (elettrofiltro). Cosa fattibile in pochi mesi,10 anni fa, evitando questo disatro. Invece si continua con il solito sistema di chiusura delle Fabbriche : in 20 anni in Italia è sparita l'Industria e con essa decine di migliaia di posti di lavoro. Poi ci domandiamo l'origine della crisi : chiusura delle fabbriche,disoccupazione,crisi.