Ma che noia il festival al sapore di salsa rubra

La competizione canora è un pretesto per concimare il terreno dove cresce la pianta del conformismo, che fa rima con comunismo, buonismo, progressismo

Confermato. Il Festival di Sanremo ha sostituito, fuori stagione, il compianto (dai compagni) Festival dell'Unità. Un duro colpo all'evoluzione della specie. Tutte le critiche della vigilia si sono dimostrate legittime e fondate: la competizione canora ormai è un pretesto per concimare il terreno dove cresce la malapianta del conformismo, che fa rima con comunismo, buonismo, progressismo.
Tutto il repertorio della sinistra d'avanspettacolo, che ha soppiantato definitivamente le prediche inutili degli intellettuali organici d'antan, è stato sfoderato già nella prima serata. Era scontato che le cose andassero così. Bastava dare un'occhiata ai conduttori in cartellone per immaginare il tono melenso della recita. Fabio Fazio: un nome, una garanzia di banalità. Compìto come un chierichetto, nonostante la lunghezza mortifera del programma, è riuscito a non fare neanche un goccio di pipì fuori dal vasino: non un guizzo, non una battuta salace, manco uno starnuto.

Solo un brivido quando Maurizio Crozza si è presentato in scena - attesissimo - nel doppiopetto di Silvio Berlusconi, sempre lui (che palle!), e una pur esigua parte del pubblico non si è limitata a sbuffare, come buona creanza avrebbe consigliato, ma si è lasciata andare ad apprezzamenti volgarotti del tipo: vai a casa tua!
L'imitatore, abituato ad applausi compiacenti, colto di sorpresa dai fischi ha vacillato. Si è avuta l'impressione che fosse sul punto di rinunciare al numero, poi invece si è ripreso e ha concluso il proprio lavoretto ripetitivo (d'altronde il Cavaliere in versione originale è, quanto a vis comica, assai più dotato di lui). Per il resto, il trantran e il trullallerotrullalà è proseguito pigramente sino a notte inoltrata con discreti effetti soporiferi.
Fazio, coadiuvato da Luciana Littizzetto (quella che «ha rotto il cacchio»), non ha tradito il canovaccio oratoriale che lo ha reso famoso e gradito alle mamme d'Italia. E, per essere spiritoso, si è inventato il coro dell'Armata Rossa allo scopo di accompagnare Toto Cutugno: un accostamento stridente e grottesco, ma in linea con lo spirito del nuovo Festival in salsa rubra.

La sottocultura progressista è stata ben rappresentata: le imitazioni satiriche, l'esibizione dei due gay, le gag della Littizzetto e le canzoni con «messaggio» psico-sociale. Per completare il quadro, è mancata solamente una massiccia partecipazione di estremisti islamici, ma non perdiamoci d'animo: prima o poi il chierichetto colmerà la lacuna. Non ci si può accontentare di un po' di retorica sull'integrazione degli stranieri in Italia.

Ora c'è da chiedersi se avesse ragione chi suggeriva di rinviare la data del Festival per non farlo coincidere con la penultima settimana (calda) della campagna elettorale. Indubbiamente, la noia canora, occupando i teleschermi per ore e ore ogni sera, oscura la politica in un momento di particolare delicatezza, ma, avendo visto all'opera Fazio e compagni, non crediamo che essi siano in grado di danneggiare o favorire un partito. Si tratta di figuranti obbligati per contratto a essere sciapi.
Piuttosto non si capisce perché una kermesse tanto modesta e logora debba essere spalmata su cinque serate. Due sarebbero già troppe. Meglio una o addirittura zero. Se la televisione è lo specchio della realtà, non c'è da stare allegri: siamo ridotti a rimpiangere i dibattiti elettorali. Più divertenti. E se la società civile è quella di Sanremo, ridateci i politici, anche ladri. Preferiamo loro agli sciocchini.

Commenti

rosalba cioli

Gio, 14/02/2013 - 09:29

sono totalemente d'accordo, vorrei aggiungere che ho fatto zapping un paio di volte per curiosare, resta il fatto che quel palco da "medioevo" come emozione d'impatto non mi è piaciuto. sorvolo anche sulla Littizzetto che credo non mi rappresenti in qualità di donna e femmina, piuttosto mi pare uno spaventapasseri! forse sono troppo conservatirice

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 14/02/2013 - 09:56

Caro Direttore Feltri,io nemmeno lo guardo il Festival e non da quest'anno ma da tanto oramai.La considerazione che mi sento di fare però è la seguente,la qualità televisa da moltissimo tempo a questa parte è scaduta di livello,mentre gli ascolti delle tv rimangono sempre molto popolari,ergo la gente vuol questo tipo di programmi,si accontenta ed è felice di ciò.Non so se per assuefazione o altro,ma questo dato mi sembra abbastanza evidente.A questo punto l'unica cosa che mi interessa valutare è un semplice ragionamento economico,ossia se i ricavi di queste trasmissioni ne coprono i costi e producono un utile,mi consolo con il fatto che i soldi del canone per lo meno non vanno nella tasca di questi autori e conduttori,in poche parole è gente che si paga da sola e questo per me che sono una cultrice del mercato è già un sollievo.

guidode.zolt

Gio, 14/02/2013 - 12:21

Caro Direttore, scommetto che ha invidiato chi, come me, ha fatto tutt'altro, Lei che è stato costretto a vederlo per ragioni "professionali"...o sbaglio? Quello di cui non si fa cenno è se il coro dell'armata rossa sia venuto con i carri armati magari parcheggiati nel Parking del teatro.

framont

Gio, 14/02/2013 - 14:39

MA IL CORO DELL'ARMATA ROSSA HA ABBEVERATO I CAVALLI IN VATICANO? CHE DISPREZZO VERSO I 40 MILIONI DI MORTI PER L'IDEOLOGIA COMUNISTA. SAREBBE STATO MEGLIO IL CORO DELLA IA PARROCCHIETTA O QUELLA DEGLI ALPINI. IL MIO CANONE !!!

cloroalclero

Gio, 14/02/2013 - 15:16

quindi se tanta gente lo guarda vuol dire che vuole buonismo, progressismo e comunismo..e non berlusconismo e ottusità..

Ritratto di evasore75

evasore75

Gio, 14/02/2013 - 15:18

Ho seguito la seconda puntata e per fortuna (a differenza della prima) non c'è stato alcun accenno alla politica Sanremo lasciasse in pace la politica, e la politica lasciasse in pace Sanremo (anche perchè di spazi in tv ne occupa anche troppi)

zagor

Gio, 14/02/2013 - 15:20

LA LITTIZZETTO? PENOSA!!! FAZIO? LECCALECCA;

COSIMODEBARI

Gio, 14/02/2013 - 15:21

Leggete questa, domani dal pm, forse avrà un canto a san remo? "MILANO (MF-DJ)--L'ex Presidente del Monte dei Paschi di Siena e dell'Abi, Giuseppe Mussari, "non e' mai stato titolare di un conto corrente all'estero, San Marino inclusa".

Dinmau

Gio, 14/02/2013 - 15:27

Mi piacerebbe sapere il motivo per cui, quando c'è il festival di Sanremo, a Mediaset vengono spostati i programmi più seguiti. A me il festival ANNOIA e quest'anno ancor di più; perché sabato non posso godermi Italia's got talent? Perché vengono facilitate le cose alla RAI? Sai che ascolti se venissero messi in onda dei programmi concorrenziali! La cosa mi puzza, che intrallazzi ci sono sotto?

Ritratto di evasore75

evasore75

Gio, 14/02/2013 - 15:28

Ho seguito la seconda puntata e per fortuna (a differenza della prima) non c'è stato alcun accenno alla politica Sanremo lasciasse in pace la politica, e la politica lasciasse in pace Sanremo (anche perchè di spazi in tv ne occupa anche troppi)

COSIMODEBARI

Gio, 14/02/2013 - 15:31

Un'orchesta di applausi Direttore...Complimenti!

Ritratto di libere

libere

Gio, 14/02/2013 - 15:32

Pezzo magistrale direttore, scoppiettante d'ironia e intriso di irridente umorismo... Con quello che si fanno pagare i tristi guitti sanremesi, potrebbero almeno permettersi un paio di autori che posseggono un centesimo delle sue capacità... Ciò detto, deluso dall'inesistente contro programmazione di Mediaset, per fortuna ci siamo potuti rifugiare nel Nabucco su Rai5. Altrimenti non rimaneva che immergersi nelle pagine di un romanzo, alla luce di un'abat jour...

Ritratto di etasrl

etasrl

Gio, 14/02/2013 - 15:35

bravo,fortissimo ,io proporrei come minimo la baby pensione a chi riesce ad ascoltare il Fazio ,due volte ed in questo caso addirittura di seguito , è per questo che è pagato profumatamente.

eglanthyne

Gio, 14/02/2013 - 15:46

Caro Direttore, dopo attenta lettura non sono pentita della mia scelta, tanto se voglio sapere cosa è accaduto mi basta leggere i suoi sagaci commenti.Grazie grazie grazie.

hectorre

Gio, 14/02/2013 - 15:48

fazio è imbarazzante,ho sentito il bollettino dei naviganti e mi ha regalato più emozioni!!!! se non fosse un raccomandato(ovviamente di sinistra)guarderebbe la rai dalla tv di casa!!!! ed invece si mette in tasca 3 milioni all'anno,senza considerare il festival...povera italietta

ccappai

Gio, 14/02/2013 - 15:54

Povero "ILGIORNALE" e povero Berlusconi... questi articoli, chiaramente faziosi sono la dimostrazione di quanto poco siete attenti alle tendenze della società civile e quanto poco Berlusconi è interessato ai bisogni del popolo tutto proteso, com'è a ricercare il potere. Mi provate a spiegare cosa c'entra la noia, il conformismo ed il cinismo con il comunismo? Questi "sillogismi" vanno bene per il popolino ignorante e cieco diffronte ai problemi reali del Paese. Il punto è, forse, che credte che siamo tutti degli idioti ignoranti pronti a dire: "E' vero!!" ad ogni vostra stronzata e a correre a Votare Berlusconi perché ci ha detto che ci leva l'IMU? SVEGLIATEVI!!! Non funziona più!!!

tonino2

Gio, 14/02/2013 - 15:55

che bello il festival certo che trasmesso in eurovisione faciamo vedere che gli italiani siamo di bocca buona ,dalla classe della litizetto alla Bruni MA NON AVEVA DETTO che si vergognava di essere italiana lei che difendeva il terrorista pluri omicida che si trova in brasile, bello bello bello

Boccato

Gio, 14/02/2013 - 15:56

SIGNORA ROSALBA...!LEI É SOLTANTO UNA BRAVA DONNA ITALIANA DI BOUN GUSTO. SAN ROSSO, ALLO INVECE, PER FARE LO PROFILO 'DI SINISTRA E MODERNO' NON DECOLLA A CAUSA DUNA EVIDENTE DECADENZA POLITICAMENTE CORRETA .

@ollel63

Gio, 14/02/2013 - 15:57

perché non si elimina una buona volta questa malapianta arrogante, blasfema e stupida.

uprincipa

Gio, 14/02/2013 - 15:58

Quanto vi bruciano i milioni di telespettatori...e per di più siete ridicoli perchè il 31/01 santificavate Crozza (aveta imitato Ingroia...) http://www.ilgiornale.it/news/interni/i-tic-dei-politici-messi-berlina-alleggeriscono-campagna-880668.html mentre ora che ha imitato Berlusconi è un comico da "lavoretto ripetitivo". E quanto vi brucia il fatto che a destra non saprete mai esprimere quella che lei direttore definisce "sottocultura progressista" perchè i vostri telespettatori al massimo sanno apprezzare la "grande cultura" del Grande Fratello o di Barbara D'Urso...

no b.

Gio, 14/02/2013 - 16:02

così noioso che ha battuto il record d'ascolti di sempre! Forse la mancanza di sgualdrine con la farfalla tatuata vicino a quella vera annoia solo voi poveri bananas. Il grande fratello vi meritate

@ollel63

Gio, 14/02/2013 - 16:03

No, no, lasciateli lì gli sciocchi, anzi rinchiudeteli in quella sala da cinema (!). Sarebbe anche meglio non sentir parlare di loro, non è sufficiente non vederli o cambiar canale. Basta teste sinistrate vuote!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 14/02/2013 - 16:05

La cosa che mi fa più inca..volare è che le altre emittenti trasmettano stancamente programmi non concorrenziali e per chi non ha la pay tv o vedi sta minestra o ti vedi i cartoni animati...meno male che ci sono i libri e il pc!

INGVDI

Gio, 14/02/2013 - 16:07

Ottimo! Feltri è ritornato Feltri.

therock

Gio, 14/02/2013 - 16:13

feltri se ne faccia una ragione...gli italiani sembra che la pensino diversamente visti gli ascolti e voi, liberali e uomini di mercato, dovreste accettare il verdetto...

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 14/02/2013 - 16:16

La rai tutta si deve vergognare per aver affidato la conduzione di questo casino della canzone italiana ad un personaggio, accompagnato dalla racchia nazionale, che si è permesso, tra l'altro, di invitare sul palco una femmina che non si è fatta scrupolo di denigrare le proprie origini italiane e che ha fatto da scudo al quel delinquente trinariciuto che al momento se la gode in Brasile, mentre i parenti delle sue vittime ancora piangono e non ricevono giustizia. Anche quest'anno mi avete rubato il canone. LADRI E SCHIERATI A SINISTRA CHE VI CROLLI ADDOSSO TUTTO SAXA RUBRA.

gibuizza

Gio, 14/02/2013 - 16:29

Ma fino a quando continueremo a credere alla favola dell'Auditel? Decine di anni fa era una cosa possibile ma adesso, con la radicalizzazione dello scontro politico, con magistrati, artisti, insegnanti, imprenditori, impiegati, burocrati, banchieri e chi più ne ha più ne metta che sono scesi in politica diventando spudoratamente di parte non vale più. Come si può credere che le 7.400 famiglie che sono controllate per definire cosa guardano gli italiani (le altre 24.992.600 non fanno testo) siano indipendenti ed obbiettive? Metteranno il TV sul canale che vorranno fare eleggere e poi andranno a guardare la partita dagli amici!

marco.iso

Gio, 14/02/2013 - 16:29

non ho fatto a tempo a finire di leggere questo articolo che subito mi casca l'occhio su quest'altro: http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/fazio-batte-fazio-festival-record-nella-2a-serata-885847.html mi pare che i numeri smentiscano feltri. de gustibus...

benny.manocchia

Gio, 14/02/2013 - 16:33

ccappai - piss off... un italiano in USA

Lino1234

Gio, 14/02/2013 - 16:36

Povero #ccappai. Chi ha paura di essere considerato idiota ed ignorante dagli altri è solo un complessato. A proposito di povertà che lei attribuisce a Berlusconi, la informo : che Silvio è ricchissimo; che dà lavoro a decine di migliaia di lavoratori; che non ha mai subìto scioperi; che è il primo contribuente italiano. Lei sig.ccappai è capace di fare di meglio ? Se si, complimenti : si candidi ed io la voterò. Saluti.Lino

Titanio

Gio, 14/02/2013 - 16:37

spero sig. Feltri che vada in pensione presto, se lo merita, ha lavorato tanto e ormai è chiaro che abbia esaurito la sua verve giornalistica. Di grazia

kayak65

Gio, 14/02/2013 - 16:38

un tempo sanremo rappresentava il meglio della canzone italiana.poi vennero gli stranieri e ci fu polemica perche' si invadevano gli spazi nostrani.giustamente.ora invece delle canzonie italiane in gara non se ne parla piu' ma si commenta tutto cio' che non c'entra con il festival,come se tutto questo extra fosse fatto apposta per compensare la mediocrita' degli artisti italiani e non a caso quelli che vendono di piu' e piacciono agli italiani non cantano a sanremo.era bello vedere anni ed anni fa i bravi artisti, i conduttori accompagnati da vere vallette che rappresentavano le belle donne italiane il palco con le sue luci i suoi fiori di cui i liguri sono orgogliosi; chiamatelo amarcord ma oggi vedere comici che presentano il festival con parolacce e senza che ci sia una presenza femminile degna di essere classificata tale su un palco lugubre degno di una messa nera e con fiori nascosti alle telecamere,beh e' il modo di far morire quel poco di italianita' che e' rimasta ancora nel ns paese ed inieme ad essa la ns credibilita' e bravura.

Opuslupis 2

Gio, 14/02/2013 - 16:42

Evidentemente 14 milioni di italiani che ogni sera seguono il festival non la pensano come Feltri, per fortuna nostra questi ascoltatori non sono tutti elettori di Bersani, altrimenti l'esito elettorale sarebbe già scritto. Il festival può piacere o meno ma ricavarne indicazioni politiche mi sembra francamente una sciocchezza, come sciocco e' coniugare conformismo festivaliero con comunismo. Mi piace Sremo, lo guardo ma non per questo voto a sinistra, semmai mi spiace sottolineare come Fazio e Litizzetto, ancora una volta , abbiano colto nel segno confezionando un prodotto di ottima fattura. Esistono uomini e donne di sinistra capaci di fare il loro mestiere come altri totalmente incapaci, questo vale per tutti gli individui, ovviamente anche per i giornalisti.

noinciucio

Gio, 14/02/2013 - 16:46

mi sembra che il festival di San Remo sia trasmesso anche in Eurovisione! dopo la performance di Fazio e della Littizzetto vedrete che si rialzerà lo spread! e poi si dice che ridono di noi italiani, e ti credo, con gente così già è tanto che ridono, perchè ci sarebbe da piangere! Ultima considerazione: meno male che secondo il professore (si fa per dire e con la "p" volutamente minuscola) questo sarebbe stato il festival dell'unità della Nazione!Poveraccio, come è ridotto male!!! La prossima volta invitiamo anche Fidel Castro e Chavez, come ospiti internazionali, oppure spostiamo direttamente il Festival in Corea, almeno così capiranno che significa il comunismo!

Ritratto di isladecoco

isladecoco

Gio, 14/02/2013 - 16:50

Comprendo (e compatisco) chi guarda il festival per motivi professionali. Non riesco a capire le motivazioni degli altri. Io ho smesso di guardarlo circa 25 anni or sono, forse più, e non mi è mai venuta la curiosita' di darci neppure un'occhiata fugace.

noinciucio

Gio, 14/02/2013 - 16:51

perchè al giorno d'oggi il conformismo è di sinistra e, considerato che la sinistra è ancora formata da gente come Bersani, Vendola, D'Alema, Veltroni ecc. che sono stati, sono e saranno sempre comunisti, non avendo mai rinnegato la loro ideologia, ecco svelata l'attinenza tra conformismo e comunismo!

Holmert

Gio, 14/02/2013 - 16:53

Invidio benevolmente tutti quei milioni di telespettatori che riescono a seguire il festival di Sanremo.Io ci ho provato,la buona volontà ce l'ho messa,ma dopo un quarto d'ora mi sono addormentato,senza fare in tempo nemmeno a cambiare canale. Il fatto si è che mi sono svegliato a mezzanotte ed una volta a letto,ho passato la notte in bianco,in quanto avevo già dormito. Una vera disdetta.

Andoni

Gio, 14/02/2013 - 17:06

Vittò, tu come il tuo amico "giornalista" Veneziani, volete essere anticonformisti a tutti i costi. A me non importa, fate quello che vi pare: ma evitate per favore di sparare sentenze su tutto e su tutti credendo di avere sempre ragione. Siete noiosi, acidi e antipatici; si capisce fin dal principio dell'articolo dove andrete a finire. Un saluto.

linoalo1

Gio, 14/02/2013 - 17:17

Che noia,che barba!60 anni della stessa minestra riscaldata!Si,purtroppo,hanno tolto i fiori,unico ornamento da tutti gradito,Hanno tolto,giustamente,Baudo.Ma non hanno saputo rinnovvare un bel niente se non,il televoto,le scale tecnologiche e le luci.Per il resto niente di nuovo!La solita mediocrità!Bei tempi quando c'era Castrocaro ed affini!Cantanti nuovi che si davano battaglia con canzoni che si ricordano ancora adesso!Oggi,non ricordi nemmeno la canzone del giorno prima!Cosa vuol dire??Che siamo noi smemorati o che San Remo andrebbe eliminato?Perchè non facciamo un Referendum?Lino.

citano39

Gio, 14/02/2013 - 17:21

La penso esattamente come il direttore feltri. Una serata e basta.

Manuela1

Gio, 14/02/2013 - 17:21

Articolo fazioso e noioso come Fazio.

zadina

Gio, 14/02/2013 - 17:26

Il festival di san remo non lo ò guardato non lo guardo e non lo guarderò cinquanta anni fa era piacevole da ascoltare e vedere ma purtroppo è diventato uno schifo.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Gio, 14/02/2013 - 17:37

"La competizione canora di Sanremo ormai è un pretesto per concimare il terreno dove cresce la malapianta del conformismo, che fa rima con comunismo, buonismo, progressismo". Domanda al frastornato editorialista ormai costretto a battute squallide spacciate ovvero correlazioni improbabili (Sanremo-conformismo-comunismo): ma il TG1 di Minzolini, il TG2 di Mazza, il TG4, il TG5 e Studio Aperto cosa sono? Telegiornali? Oppure estensioni comformiste del berlusconismo ammorbante ed estensione propagandistica del partito azienda? Perche' al riguardo non ci illumina il vate?

hectorre

Gio, 14/02/2013 - 17:40

urca!!! stanno cambiando veramente i tempi...i sinistrati che difendono il festival di san remo....come biasimarli,sono orfani di quello dell'unità.....per il prossimo anno,verranno allestiti chioschi con salamelle e lambrusco alla spina.......evvivaaaa!!!

GRILLO6391

Gio, 14/02/2013 - 17:41

Una volta si criticava Sanremo perchè era brutto o era bello, adesso siamo alle critiche chiaramente faziose... stiamo parlando di Sanremo, mica di Santoro e compagnia cantante, chi ha voglia lo guarda e chi non ne ha voglia cambia canale. Il canone? Questa è una delle poche trasmissioni che portano sponsor alla Rai, mica stiamo parlando della trasmissione di Sgarbi in prima serata Rai annullata dopo la prima e costata milioni...

tosijoe

Gio, 14/02/2013 - 17:42

nonostante tutte le critiche il festival di sanremo fa ascolti che mediaset se li sogna ( a scapito dei guadagni dalla pubblicità )

Cev Franco

Gio, 14/02/2013 - 17:45

no b. Sicuramente per i "maschietti" è molto meglio guardare le "farfalline" che non le Befane.E' d'accordo? Per quanto riguarda gli ascolti, mi rifiuto di credere che tutta stà gente rimanga davanti alla TV tutte queste ore.Roba dà matti.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Gio, 14/02/2013 - 17:54

La mia generazione è cresciuta a pane e Gazzolo, Calindri, Volpi, Ninchi, Volonghi, ecc.ecc., laddove la bravura recitativa si accompagnava a presenza scenica di classe immensa ed a timbri di voce memorabili! Che tempi...

delcio

Gio, 14/02/2013 - 17:56

Sig. alenovelli, la prego ci tolga il disturbo. Si trasferisca in Corea del Nord e poi, se dovesse tornare, ci relazioni.

Ritratto di Y93

Y93

Gio, 14/02/2013 - 17:58

è propio così ...perchè ci sei tu e la tua compagna...risultato finale ...avete rovinato anche il festival di san Remo.

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Gio, 14/02/2013 - 18:01

Chiudendo 'sta fregnaccia di festival si risparmierebbero soldi e le solite tiritere dei kompagni al caviale. Non vedo l'ora.......

alberto.rossattini

Gio, 14/02/2013 - 18:09

Ma non lo avevano battezzato "FESTIVAL DI SAN SCEMO?" Io non l'ho mai guardato, ma a giudicare dagli indici di ascolto siamo in un paese di scemi!!!

Ritratto di PEPERONCINO ROSSOFUOCO

PEPERONCINO ROS...

Gio, 14/02/2013 - 18:12

Un articolo deprimente, caro Feltri. Banalità come le tue non riesce a tirarle fuori nemmeno Fazio. Hai deluso ancora una volta!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Gio, 14/02/2013 - 18:20

Carissimo e stimato Dottor Feltri:come essere in disaccordo, con la sua puntuale disamina, di questo penoso festival dell'unità, che più rosso, non si può???Io, al contrario, di molti, l'ho guardato, per sentire, ancor di più, tutta la consapevolezza, che votare a destra, sia la cosa più giusta da fare, con tutti i pregi e i difetti, di questa destra.Non sono stata colpita ed emozionata, da, nessun brano, fatta eccezzione...musicalmente parlando, della performance, del cantante Israeliano,ISAF AVIDAN, che a mio modesto parere...suscita brividi!! anche se, a dire il vero, non ho compreso la presenza, stessa cosa, vale per la bellissima Bar Rafaeli, donna di gran classe, che ho apprezzato; soprattutto, nell'abito Turchese, che ne sottolineava, la bellezza, tenera e pura.Il resto mi ha lasciata, annoiata e"schifata" ed a proposito della, scaricatrice di porto litizzetto; mio figlio ha commentato;orribile, come il gobbo di NOTRE DAME!! GRAZIE...dottore e, scriva più...spesso!! con affetto, immutato, marina!

vittoriomazzucato

Gio, 14/02/2013 - 18:28

Sono Luca. Ci son anche Pippo Baudo e Lorella Cuccarini. Penso che possa bastare. GRAZIE.

APG

Gio, 14/02/2013 - 18:36

tosijoe - ma che bello !! alieno velli - Estensioni conformiste del berlusconismo ammorbante? Ma parla come mangi, alieno!

diwa130

Gio, 14/02/2013 - 18:52

Un articolo di una pochezza culturale come non ne leggevo da anni. Lei non si sara' neppure accorto che di un Festival di canzoni si tratta, ma lei evidentemente di musica non capisce niente, ed a quanto pare capisce poco anche di altro. Ha dovuto scrivere forse sotto dettatura di qualche padrone, visto che da come scrive lei il festival non lo ha neanche visto. Pensavo fosse un po' cambiato negli ultimi tempi, ma invece mi rendo conto che fa parte di quella feccia pessima che fa di questo paese una pattumiera, perche' e' nella spazzatura dove navigate meglio !

blackbird

Gio, 14/02/2013 - 18:56

Il festival ci sta anche facendo vedere le "prove di regime": è vietato contestare! E' la prima volta che il pubblico pagante che contesta una esibizione, o un attore, viene identificato dalle forze dell'ordine! Volevano un pubblico sorridente e applaudente? Avrebbero dovuto ingaggiare un teatro di clacchisti, come ai vecchi tempi di mamma RAI, non far pagare il biglietto. Se pago ho il sacrosanto diritto di fischiare e tirare i pomodori (purchè siano quasi marci e non facciano male dove prendono). Con questi dovremo pure andare a vedere, per legge, i fiaschi di regime: i film che nessuno vede finanziati con i nostri soldi e diretti da personaggi affini alla sinistra! E chi non ha il biglietto da allegare alla dichiarazione dei redditi, paga doppio!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Gio, 14/02/2013 - 18:58

@Dottor Feltri: ora comprendo;dopo, il mio primo commento...ASAF AVIDAN...è gay, eco perchè...piaceva e piace così tanto a STRAZIO...E, alla LITISGORBIO...aldilà, della musica!! deu de su coro!!

Ritratto di joeplace

joeplace

Gio, 14/02/2013 - 19:36

la combinazione Fazio Littizzetto e' insopportabile. La littizzetto in particolare e' un essere di cui non si capisce se sia la sua bruttezza a renderla cosi' volgare o l' insita volgarita' a renderla cosi' odiosa, a cominciare dal tono di voce.

Marzia Italiana

Gio, 14/02/2013 - 20:01

Ccappai - intanto, le annuncio che Berlusconi non è' , come dice lei," tutto proteso a ricercare il potere". Berlusconi il potere ce l'ha già da molto tempo, perché ci ha i soldi, le televisioni, il giornale, la squadra di calcio ecc,,, Questo è potere! questo è anche cosa lo rende un ottimo uomo d'affari, immensamente competente e intellettualmente superiore alla norma; se li mette in tasca quei super pagati managers pubblici e politici da strapazzo! la noia, il conformismo ed il cinismo non c'entrano niente con il comunismo, non sono interrelati, sono soltanto elementi presenti al Festival di San Remo. Quanto a svegliarci, siamo già abbastanza svegli, ecco perché sosteniamo Berlusconi, non perché ci ha promesso la restituzione dell'IMU, anche se, sono convinta, lui avrebbe tutte le buone intenzioni di farlo, e da bravo economista qual'e',saprebbe anche dove a darsi a procurarsi i soldi. Il problema e' che gli altri inetti gli metteranno il bastone fra le ruote per non farglielo fare. Hanno troppa paura che possa diventare un idolo per gl'italiani, e non lo tollererebbero!

bonzino

Gio, 14/02/2013 - 20:07

e di merda dei soliti noti radical chic e cattocomunisti cammuffati da riformatori. Una vergogna

Boccato

Gio, 14/02/2013 - 20:27

OGGI DIVENTATO UNO FESTIVALETO DI SINISTRA, DECADENTE. FAZIO-FAZIO, QUALUNQUEMENTE, NON CONVINCE. LITTEZZETOSKAYA, SCONFORTEVOLE NEL RUOLO DI CONDUTTRICE. ...O SIA, SAN ROSSO, BERSANMENTE O NIKITAMENTE, NON DECOLLA !

micdipi

Gio, 14/02/2013 - 20:29

Il "fazioso" non ci ha ancora spiegato come ha fatto ad evitare il servizio militare ai bei tempi di B. Craxi! Ha cacciato a bestemmie uno spettatore che contestava crozza.

Marzia Italiana

Gio, 14/02/2013 - 20:31

Ccappai - intanto, le annuncio che Berlusconi non è' , come dice lei," tutto proteso a ricercare il potere". Berlusconi il potere ce l'ha già da molto tempo, perché ci ha i soldi, le televisioni, il giornale, la squadra di calcio ecc,,, Questo è potere! questo è anche cosa lo rende un ottimo uomo d'affari, immensamente competente e intellettualmente superiore alla norma; se li mette in tasca quei super pagati managers pubblici e politici da strapazzo! la noia, il conformismo ed il cinismo non c'entrano niente con il comunismo, non sono interrelati, sono soltanto elementi presenti al Festival di San Remo. Quanto a svegliarci, siamo già abbastanza svegli, ecco perché sosteniamo Berlusconi, non perché ci ha promesso la restituzione dell'IMU, anche se, sono convinta, lui avrebbe tutte le buone intenzioni di farlo, e da bravo economista qual'e',saprebbe anche dove a darsi a procurarsi i soldi. Il problema e' che gli altri inetti gli metteranno il bastone fra le ruote per non farglielo fare. Hanno troppa paura che possa diventare un idolo per gl'italiani, e non lo tollererebbero!

Boccato

Gio, 14/02/2013 - 20:34

VEDRAI COME IN ULTIMA PUNTATA LITTIZZETOSKAYA E BERSANOV ,FORSE NEGLI ULTIMI MINUTI, APROFITERANO PER FARE QUALCOSA CONTRO BERLUSKA ! É DALLA NATURA DEI SINISTRI-SINISTROSI !! E MAMMA SEGUERÁ, VOLENTIERI, A PAGARGLI LO AFFITO MILHARDARIO...

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Gio, 14/02/2013 - 20:38

Caro Feltri, che il cav sia un ottimo comico è fuori dubbio, ma dispiace che lei si esibisca con questo articolo insulso. E' penoso il suo tentativo di sminuire il lavoro dei presentatori che, in un altro articolo di questo giornale, si dice abbiano fatto il record di ascolti. Se lei si annoia può sempre cambiare canale, il suo padrone gliene mette a disposizione ben tre. Cordialità

disalvod

Gio, 14/02/2013 - 21:09

IL FESTIVAL DI SANREMO PER FORTUNA E' STATO SALVATO DALLA SOLITA PRIMA DONNA PIU' BELLA ED INTELLIGENTE DEL MONDO:MISS LITTIZZETTO.IL RESTO E' TUTTA NOIA.W LA RAI,WIL CANONE E W TUTTI COLORO CHE MANGIANO A SBAFO ALLE SPALLE DEI CONTRIBUENTI.VERGOGNATEVI TUTTI DALLA A ALLA Z.LA COSA PIU' BELLA ED INTELLIGENTE CHE E' STATA CREATA DA DIO E':L'IGNORANZA.

luigi civelli

Gio, 14/02/2013 - 21:14

Caro Direttore mio,quanto ha ragione ad avvilirsi! Ma come, il Cavaliere in persona ha innalzato un grido di dolore per il Festival di Sanremo diventato, nelle mani di quei Komunisti della RAI,il Festival dell'Unità,i suoi giornali ne hanno sconsigliato la visione e gli Italiani,che Dio li perdoni,cosa fanno? In 14/11 milioni seguono le due prime serate!!!Ma dove andremo a finire,Signora mia? Certo,quando c'era Lui...

APG

Gio, 14/02/2013 - 21:23

alieno velli - ".... estensioni comformiste del berlusconismo ammorbante ed estensione propagandistica del partito azienda" - Ma parla come mangi!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 14/02/2013 - 22:00

maqual'è il problema? basta cambiare canale!

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Gio, 14/02/2013 - 22:05

Concordo in linea generale, ma mi resta il dubbio che questo articolo e' stato scritto almeno una settimana fa'.

rokko

Gio, 14/02/2013 - 22:32

Cambiare canale no, eh? Troppo difficile? Comunque sono d'accordo con Feltri: sarebbe stato meglio rinviare il festival di un mese. Anzi, già che ci siamo, avrebbero dovuto rimandare di un mese anche le dimissioni del papa, perturbano la tranquilla vita politica italiana durante la campagna elettorale.

rokko

Gio, 14/02/2013 - 22:33

Cambiare canale no, eh? Troppo difficile? Comunque sono d'accordo con Feltri: sarebbe stato meglio rinviare il festival di un mese. Anzi, già che ci siamo, avrebbero dovuto rimandare di un mese anche le dimissioni del papa, perturbano la tranquilla vita politica italiana durante la campagna elettorale.

Giacinto49

Ven, 15/02/2013 - 16:48

Articolo finanche benevolo.