Ci fu una regia occulta degli Usa dietro Mani pulite? Le rivelazioni dell'ex ambasciatore americano

L'ex ambasciatore americano in Italia Bartholomew, prima di morire, racconta che intervenne per spezzare i legami tra il Consolato Usa a Milano e il pool di Mani pulite

Domenica scorso è morto Reginald Bartholomew, ambasciatore degli Stati Uniti in Italia dal 1993 al 1997. Aveva 76 anni e servì il suo Paese sotto la presidenza di Bill Clinton. Prima di morire ha voluto togliersi alcuni sassolini dalle scarpe, raccontano dettagli inediti sulla sua esperienza nel Belpaese in quelli che furono anni molto caldi, in piena "Mani pulite", con la crisi finale (e poi la scomparsa) della Prima Repubblica e la nascita della Seconda. Bartholomew ha raccontato tutto a Maurizio Molinari, corrispondente de La Stampa dagli Usa.

"Quella era la stagione di Mani Pulite - racconta l'ex ambasciatore - un pool di magistrati di Milano che nell’intento di combattere la corruzione politica dilagante era andato ben oltre, violando sistematicamente i diritti di difesa degli imputati in maniera inaccettabile in una democrazia come l’Italia". Sembra di risentire le parole di Bettino Craxi. Invece no. A puntare il dito contro certi metodi è un uomo non coinvolto direttamente nello scontro politico italiano. Un personaggio che potremmo definire super partes. "La classe politica si stava sgretolando - ha ricordato Bartholomew - ponendo rischi per la stabilità di un alleato strategico nel bel mezzo del Mediterraneo".

Qualcosa, aggiunge, nel consolato a Milano "non quadrava". L’ex ambasciatore quel punto "rivendica il merito di aver rimesso sui binari della politica il rapporto fra Washington e l’Italia". In che modo? Pose fine a quello strano legame diretto che si era creato tra il Consolato e il pool di Mani pulite - tollerato dal suo predecessere Peter Secchia - e riportò la gestione dei rapporti a Roma, all'ambasciata. Potrebbe essere la conferma, sia pure indiretta, dell'esistenza di un rapporto tra gli Usa e l'inchiesta che spazzò via la classe politica che aveva governato l'Italia per oltre 40 anni. Una "manina" oltreoceano aveva schiacciato il bottone per far saltare tutti i vecchi equilibri (ormai superati vista la caduta del Muro) e ridisegnare la politica nel nostro Paese? L'ex ministro socialista Rino Formica alcuni mesi fa parlò del ruolo che, a suo dire, avrebbe giocato l'Fbi.

Bartholomew racconta a Molinari anche di un'importante iniziativa che prese. Quella di far venire a Villa Taverna (sede dell'ambasciata Usa a Roma) il giudice della Corte Suprema americana Antonino Scalia, approfittando di una sua visita in Italia. Gli fece incontrare "sette importanti giudici italiani" e li spinse a confrontarsi sui metodi usati dalla Procura di Milano. "Nessuno obiettò quando Scalia disse che il comportamento di Mani pulite con la detenzione preventiva violava i diritti basilari degli imputati", andando contro i "principi cardine del diritto anglosassone".

Il racconto poi vira sui nuovi interlocutori politici degli Usa dopo il disfacimento della vecchia classe politica: D'Alema, Fini e, inevitabilmente, Berlusconi. Il Cavaliere si presentò accompagnato da Letta e "voleva il mio imprimatur per la sua entrata in politica". C'è anche un curioso aneddoto su Prodi, che si offese a morte per non essere stato ricevuto alla Casa Bianca dopo il suo ingresso a Palazzo Chigi nel 1996.

Bartholomew si sofferma anche sull’avviso di garanzia a Berlusconi del 1994, che fu anticipato dai giornali quando Berlusconi presiedeva, a Napoli, i lavori per la Conferenza mondiale sulla criminalità organizzata, sotto l'egida dell'Onu. L'ex ambasciatore rivela che fu "un’offesa al presidente degli Stati Uniti, perché era al vertice e il pool di Mani Pulite aveva deciso di sfruttarlo per aumentare l’impatto della sua iniziativa giudiziaria contro Berlusconi". C'è un po' di confusione sulle date: l'avviso, infatti, arrivò il 21 novembre 1994 e non nel luglio precedente durante i lavori del G7. La sostanza però non cambia di molto.

Alcuni osservano che Bartholomew fu ambasciatore in Italia proprio negli anni in cui prese corpo il grande piano di privatizzazioni (o svendita?) del patrimonio pubblico del nostro Paese, pianificato a bordo del panfilo reale Britannia nel giugno 1992. Ma questo è un altro mistero su cui presto, forse, bisognerebbe provare a fare piena luce.

Parlando a Radio 24 Antonio Di Pietro ha commentato la ricostruzione dell'ex ambasciatore: "Queste cose dette da una persona che non c’è mi spingono a dire 'pace all’anima sua'. Altrimenti l’avremmo chiamato immediatamente a rispondere delle sue affermazioni per dirci 'chi, come, dove e quando'. Io non ho mai incontrato questo Bartholemew, invece so che gli Stati Uniti all’epoca furono molto collaborativi per quanto riguarda le rogatorie che noi effettuammo. Vent’anni dopo una persona fa delle affermazioni in relazione a comportamenti che lo stesso suo Paese ha fatto in modo totalmente diverso, mi sembra una cosa che non ha né capo né piedi. Bartholemew è una persona che vuole sconfessare se stesso e il suo Paese e quindi non fa onore al suo Paese, ma ripeto non c’è più quindi pace all’anima sua".

Di tutt'altro avviso è Bobo Craxi, responsabile Esteri del Psi nonché figlio dell'ex leader socialista: ""Appare con tutta evidenza l’inquietante intreccio, nel 1992-94, tra il pool dei magistrati milanesi e il Consolato generale dell’alleato americano. La mano straniera che ha orientato il golpe mediatico-giudiziario non è un’invenzione, ma è rivelato dalle parole del diplomatico americano: c’è materia per storici e per politici. Se non vi fosse anchilosi, bisognerebbe per lo meno promuovere una commissione d’inchiesta". Ma secondo Bobo Craxi "non verrà fatta neanche un’interrogazione parlamentare, in questa legislatura". Per Stefania Craxi (Riformisti italiani) "la verità si fa lentamente strada". La primogenita di Bettino Craxi si domanda: "Come mai nessuno si agita per proporre una Commissione parlamentare di inchiesta, l’unico strumento che potrebbe forse squarciare il fitto velo di ipocrisia che ancora copre quella torbida stagione?".

Si fa sentire anche l'ex procuratore capo di Milano ai tempi di Mani pulite, Francesco Saverio Borrelli: "Mi stupiscono queste dichiarazioni perché provengono da un americano e se ci sono prassi poliziesche o carcerarie contrarie ai diritti dell’uomo sono proprio certe prassi seguite negli Usa". Anche lui, come Di Pietro, dice di non voler polemizzare con un defunto, ma respinge in modo secco quelle dichiarazioni "perché non c’è nulla di fondato". Gherado Colombo e Pier Camillo Davigo, invece, preferiscono non commentare.

 

Di Pietro, Colombo e Borrelli
Annunci Google
Commenti

melamarzia

Mer, 29/08/2012 - 15:05

Hmm... hai capito gli americani... Quindi Di Pietro lavorava per la CIA, incastrava innocenti, perchè gli americani erano ansiosi di sostituire il governo DC (storicamente ostile ed antiamericano) con i piu malleabili comunisti!!

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 29/08/2012 - 15:11

a parte il fatto che, regia occulta o meno, mani pulite ci ha liberati da una banda di delinquenti, ma poi.. se come strombazzate ogni volta gli unici a non essere toccati sono stati i "comunisti", che c'azzecca la regia americana? in god-red we trust!?

Gioortu

Mer, 29/08/2012 - 16:09

Riccio.lino.por.Americani o non,ricordati che se anche un solo innocente finisce in galera per colpa o dolo dei magistrati inquirenti è una grande sconfitta per la legge e per la dignità della persona ed in quel caso il magistrato deve risponderne e non essere premiato con posto fisso in parlamento,

Ritratto di copyleft

copyleft

Mer, 29/08/2012 - 16:16

la storia si ripete...dal 1945 ad oggi abbiamo avuto molte ingerenze che hanno cambiato il corso storico dell'italia...caro giornale è bello aprire gli nel 2012 è? ma finora dov'eravate?

clamor

Mer, 29/08/2012 - 16:20

Questa è la storia, ovviamente non sarò io a porre dubbi sulla veridicità, non è questo il problema, però alla fine del racconto una domanda grandissima sorge spontanea: per quali motivi l’amministrazione americana, anche se alla guida era il democratico Clinton, avrebbe dovuto lasciare intonsi i sinistri dell’allora PDS ? Ritengo plausibile che il presidente USA, o chi per lui, volesse cambiare la guida obsoleta di centrosinistra dal PSI alla DC, compresi i vari cespugli, dopo la caduta del muro. E’ altrettanto vero ed inconfutabile che i PM di mani pulite erano schierati a sinistra. Colpirono tutti i partiti compromessi con il potere. Furono salvati solo il MSI perchè fino ad allora non aveva governato, forse, nemmeno un piccolo comune, ed il PDS che, pur non essendo mai entrato al governo, sulle amministrazioni delle regioni rosse e dei comuni le mani in pasta le avevano eccome; come allora si immaginava e si è provato dopo. Si comprende benissimo l’interesse di Di Pietro che evitò accuratamente di coinvolgere la sinistra, per essere poi eletto nelle sue file pochi anni dopo al collegio blindato del Mugello. Se non fosse sceso in campo Berlusconi, dopo mani pulite, la sinistra avrebbe avuto mano libera per almeno due legislature, in quanto non avrebbe avuto avversari, solo il piccolo MSI. Ci sarebbero voluti anni perché un’opposizione di centrodestra potesse organizzarsi e contrastare lo strapotere che avrebbero avuto i successori del PCI. Ed è questo uno dei motivi dell’atavico odio che i sinistri covano per Berlusconi, per l’aver tolto loro, letteralmente di mano, un potere illimitato: per anni avrebbero goduto in pratica di un monopolio politico. Quindi ritorno alla domanda iniziale: anche se Clinton democratico, per quale motivo avrebbe dovuto favorire i PM di Milano, i quali, a loro volta, avrebbero dato carta bianca ad un partito che aveva solo cambiato nome, ma la sua politica ed i suoi dirigenti erano ancora dotati di un DNA del vecchio PCI ?

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 29/08/2012 - 16:22

I conti non tornano...come appunto fanno notare melamarzia e riccio.lino.por...Colgo peraltro un certo tono astioso nell'articolo, come se aver debellato il morbo Prima Repubblica-CAF-P2-ETC, fosse considerato dal Giornale un'usurpazione illecita. Considerate questo: colui che ha banchettato ampiamente e piu' di chiunque altro sulle macerie della Prima Repubblica, e' stato PdC fino all'anno scorso, o mi sbaglio? Qualche maligno potrebbe persino chiedersi dove fosse la vera "regia occulta" di Mani Pulite...

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Mer, 29/08/2012 - 16:24

guardiamo bene le tre facce , cosa vi sembrano ? c'è differenza fra un capo mafia e loro ? direi di no . e quello che ha detto l 'ex ambasciatore mi pare copiato dai giornali dell'epoca . che mi ricordi io , a berlusconi fu consegnato un avviso di garanzia proprio mentre era in corso il g7 a napoli , mi pare che l'ex faccia un poco di confusione . certamente gli italiani , certi magistrati , sono lenti di comprendonio , non hanno ancora recepito che i tempi sono cambiati , e fuori tempo sono loro e napolitano .

omar

Mer, 29/08/2012 - 16:31

@giortu, dici bene, il giudice o il gip dovrebbero risponderne: non il PM pubblico ministero! Fa specie che a ricordare ciò siano proprio i ladri (Craxi, etc.) ed i loro amici: ...è come se Riina si lamentasse per gli errori compiuti nella lotta alla Mafia...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 29/08/2012 - 16:32

L'obiettivo di "mani pulite" era Craxi, rozzo e ignorante, ma Napolitano che di fatto ne ha preso il posto, col petrolio libico, ha calato le braghe. Invece la posizione di Berlusconi-statista era comunque equilibrata e di grande prestigio per l'Italia.

omar

Mer, 29/08/2012 - 16:39

@barbara2000: facce? La tua com'è? E quella di Riina cos'ha che non va? Mah. Forse ti piaceva quella di lady Poggiolini?

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 29/08/2012 - 16:41

xcicciolino Forse gli americani volevano vendicarsi solo di Bettino, per via di sigonella.Peccato che se le cose stanno cosi non hanno approfittato della classica fava.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 29/08/2012 - 16:46

melamarzia,riccio.lino, pravda99: come al solito, da bravi sinistri non avete capito niente. Se un intervento americano vi fu, l'obiettivo era Bettino Craxi, l'uomo che a Sigonella si era permesso di dire no agli americani - vi immaginate un governo attuale, di destra o di sinistra che sia, osare qualcosa del genere? - e che, insieme alla DC di Andreotti, aveva impostato una politica equilibrata (cioè non al 100% filoisraeliana) nel Mediterraneo, politica che per alcuni anni salvaguardò l'Italia da attentati terroristici. Ma per voi tutto questo è... arabo, vero?

tzilighelta

Mer, 29/08/2012 - 16:50

Questa si che è bella! Gli Americani hanno fatto di tutto per ingabbiare i politici alleati e salvare gli ex PCI che, come sappiamo erano culo e camicia con gli USA!!! Dobbiamo ridere? E poi se non sbaglio nel 94 le prime elezioni vere dopo tangentopoli le ha vinte Berlusconi, allora il complotto era a suo favore! Aiutato da Di Pietro e da tutto il pool!! E poi gli americani sono soliti risolvere i problemi della giustizia in alcuni casi con la pena di morte, le regole democratiche vanno in apnea fino a che il veleno non fa effetto! Comunque un po' di carcere preventivo al signor Brancher non ha fatto male, l'anno scorso B. lo ha fatto ministro per tre giorni! Oggi siede regolarmente in parlamento, questo significa che il complotto ha fatto flop!

melamarzia

Mer, 29/08/2012 - 16:56

@giortu: mi sa dire chi, tra i tanti processati in Mani pulite è finito in galera da innocente? Io (in cambio) potrei parlarle di altri, che se anche giudicati colpevoli, hanno fatto al piu qualche giorno e poi hanno provveduto gli amici... (De Lorenzo, Pomicino solo per citare i piu noti).

mila

Mer, 29/08/2012 - 16:57

Che cosa c'e' da meravigliarsi? Che gli USA si ingerissero e si ingeriscano pesantemente negli affari interni italiani lo si sapeva molto bene. Poi, l'America, soprattutto sotto amministrazioni "democratiche" come quella di Clinton ecc., si ispira a idee di sinistra e sostiene governi o movimenti di sinistra in tutto il mondo; non puo' certo favorire movimenti patriottico-nazionalisti che potrebbero ostacolare il suo dominio mondiale. Faceva qualche eccezione quando c'era l'URSS, ma ora questa (purtroppo per noi) non c'e' piu'.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 29/08/2012 - 17:01

LA PAROLA A MAURIZIO MOLINARI !

melamarzia

Mer, 29/08/2012 - 17:12

@fritz1996: mi sembra un ragionamento gia un pochino piu plausibile. L'ambasciatore pero'non dice questo. Dice che la situazione in Italia era diventata instabile per via di mani pulite e gli USA si interessarono per non perdere i rapporti con un alleato strategico nel mediterraneo. La direzione di questo "interessamento" non è esplicitata. E poi, lei che(al contrario di me) riesce a decifrare senza ombra di dubbio anche i complotti piu impenetrabili, crede che al posto del povero Craxi (ammazza che permalosi sti americani) era meglio metterci i comunisti nemici da sempre? Fra tutti i partiti erano quelli piu adatti? Per fortuna e' sceso in campo Silvio a salvarci dai comunisti della CIA..

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 29/08/2012 - 17:21

Mi son letto Molinari. E mi è parso che non brilla proprio come stella della stampa di prima grandezza. Quale vino c'era a tavola quella sera con Bartolomeo? Ha raccolto una confessione annacquata. Fossi stato al suo posto, avrei detto -Evidence, please - Su ogni passaggio della autorevole storia, avrei voluto conoscere nome e cognome, date e dettagli circostanziati. Contatti mirati, con chi e con quali modalità. Invece, nulla di tutto questo, nel resoconto. Ed io che credevo che Maurizio fosse un raffinato professionista ! Questo suo 'pezzo' ci lascia con l'amaro in bocca.

Ritratto di Roger.de.Valmont

Roger.de.Valmont

Mer, 29/08/2012 - 17:22

Qualcuno si ricorda di una nave della Flotta Lauro...... e dei fatti di Sigonella...... chi si ricoda chi erano il Capo del Goverono e il Ministro degli esteri in quel periodo? Ah, saperlo.......

tzilighelta

Mer, 29/08/2012 - 17:26

Dario Maggiulli è uscito dal sarcofago e ha sbattuto la capoccia al pilastro di granito! Che botta! Bentornato conte Maggiulli!

Ritratto di Roger.de.Valmont

Roger.de.Valmont

Mer, 29/08/2012 - 17:26

E quando finì Mani Pulite? Quando un certo Presidente perse le elezioni, e venne sostituito da un altro......

Enniodaroma

Mer, 29/08/2012 - 17:29

Certo che gli itagliani hanno una memoria piu' corta di quella di un gatto. Tutti ricordano Sigonella, ma a nessuno viene in mente il "peccato capitale" commesso da Bettino Craxi, ovvero minacciare di chiudere le basi americane in Italia se l' Italia fosse stata esclusa dalle operazioni in Somalia, come intendevano gli USA. Che quindi accettarono la nostra presenza "obtorto collo" ma ce lo fecero pagare duramente prima li', dove i rapporti tra le nostre e loro truppe spesso arrivarono quasi allo scontro a fuoco, e poi a Milano e Roma. Lezione: chi tocca le basi USA in Italia, muore.

alex333al

Mer, 29/08/2012 - 17:32

in questa photo manca la Rossa, era un'ottima occasione per immortalare I Quattro Dell'Apocalisse. Poi alla fine, chi avesse pulite le mani la bocca o altro non l'ho mai capito, dove lo sporco regnava è rimasto.

melamarzia

Mer, 29/08/2012 - 17:32

@fritz1996: mi sembra un ragionamento gia un pochino piu plausibile. L'ambasciatore pero'non dice questo. Dice che la situazione in Italia era diventata instabile per via di mani pulite e gli USA si interessarono per non perdere i rapporti con un alleato strategico nel mediterraneo. La direzione di questo "interessamento" non è esplicitata. E poi, lei che(al contrario di me) riesce a decifrare senza ombra di dubbio anche i complotti piu impenetrabili, crede che al posto del povero Craxi (ammazza che permalosi sti americani) era meglio metterci i comunisti nemici da sempre? Fra tutti i partiti erano quelli piu adatti? Per fortuna e' sceso in campo Silvio a salvarci dai comunisti della CIA..

michele lascaro

Mer, 29/08/2012 - 17:34

Di Pietro smentisce queste notizie, già apparse sul nostro Giornale anni fa, se non sbaglio. Addirittura, potrei essere molto impreciso nel ricordo, tutta la carriera sarebbe stata programmata negli USA, dalla laurea agli altri successivi passi. Il Giornale potrebbe riesumare queste notizie, se siano vere non so. In ogni modo si parlò di un interessamento dei servizi segreti USA nel capitolo "mani pulite".

Enniodaroma

Mer, 29/08/2012 - 17:42

Cara Melamarzia, a parte che dopo una decina d'anni di processi Cirino Pomicino e' stato assolto "per non aver commesso il fatto", ma sarebbe meritevole di riflessione il ricordo di quei "non-politici" che non arrivarono vivi al processo perche' "sapevano troppo": Gardini, suicida in casa, il Presidente dell' ENI (guarda caso) Cagliari, messo in cella con quattro presunti tossici e "suicidato" con un sacchetto di plastica in testa senza che nessuno notasse niente, ed il Direttore Generale delle Partecipazioni Statali Castellari, che dopo "essersi sparato" rimise la pistola nella cintura col cane ancora alzato.......Si vede che era una persona mooolto ordinata :-)

killkoms

Mer, 29/08/2012 - 17:47

@ricciolinoecc.,gli americani c'è l'avevanp con craxi per il caso di sigonella!per il resto,anche se c'era qualcosa contro i companeros,i giudici se ne sono ben guardati dall'usarla!i comunisti,come i maiali di orwell sono più"uguali"degli altri davanti alla legge!

cgf

Mer, 29/08/2012 - 17:57

per forza smentisce.... altrimenti dovrebbe spiegare cosa ci faceva alle seychelles.

michele lascaro

Mer, 29/08/2012 - 18:04

E, aggiungo ora che i ricordi affiorano, tutto ciò sarebbe stata una vendetta degli USA nei confronti di Craxi, che si era opposto alla partenza dell'aereo militare USA,che aveva a bordo il terrorista palestinese catturato, responsabile del barbaro assassinio dell'ebreo americano invalido (Kinhofer?)sulla nave "Lauro", sequestrata nei mari egiziani dai terroristi. L'aereo aveva fatto scalo a Sigonella per rifornimento, e i carabinieri lo circondarono impedendone la partenza.Il prigioniero fu consegnato alle autorità italiane, che poi lo liberarono. Per poco non ci fu un conflitto a fuoco con i soldati USA, con tutte le implicazioni internazionali, che sarebbero seguite. Il presidente americano era Reagan(irritato con Craxi che aveva avvisato Gheddafi del raid USA su Tripoli con gli aerei che sorvolarono lo spazio aereo italiano.

melamarzia

Mer, 29/08/2012 - 18:08

@Enniodaroma: spunto interessante ed a me ignoto (il fatto delle basi intendo, ero troppo giovane per ricordarlo). Ad ogni modo posso capire fare fuori Craxi, ma per farlo era necessario decapitare tutta la classe politica ed imprenditoriale di quel periodo? Perchè non cercare la sponda della DC, che erano da sempre loro alleati e tolleravano Craxi come un male necessario?E cosa non meno rilevante: tutte queste persone coinvolte erano innocenti o erano dei ladri? E per concludere il punto piu controverso: possibile che i comunisti erano i candidati su cui puntare per avere un governo piu "obbediente"?

Enniodaroma

Mer, 29/08/2012 - 18:13

Melamarzia, certo che erano i "piu' adatti". Con un segretario del partito come Occhetto, genero del piu' grosso operatore di borsa italiano, buon amico di Wall Street, e con un ascaro fedele come D'Alema, chi era meglio di loro? E solo due anni dopo, l' ascaro si sdebito' inviando i nostri soldati in Bosnia e poi in Kosovo, dando una mano a bombardare i comunisti veri, quelli yugoslavi.

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Mer, 29/08/2012 - 18:16

aaaa siiii?? ma la stessa cosa è successa l'anno passato. obama ha motivato fini e napolitano a far cadere berlusconi.obama ci ha trattati come l'egitto,la tunisia,la libia e la siria.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 29/08/2012 - 18:16

Occhetto,ultimo segretario del PCI devenuto PDS,ricevette l'ultimo presidente dell'Urss eletto dal comitato del partito comunista sovietico e non dal popolo con libero voto : Gorbaciov. Quest'ultimo,è storia,portava nella valigetta diplomatica 12 milioni di dollari per il PCI che passati nella "lavatrice" delle feste dell'Unita' diventavano lindi e puliti.La storia che tutte le rivoluzioni,da quella francese in poi,il popolo serve alla coreografia o poco piu'.Mani pulite,un'utile grimaldello per destabilizzare quella naturale portaerei verso il mediooriente,l'Italia.Una guerra tra gli Usa e la morente Urss sulla pelle degl'italiani,dell'Italia.Una delle tante.Berlusconi permettendo.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 29/08/2012 - 18:29

pravda99 vorrei sommessamente farle notare che quando Berlusconi faceva affari a Milano e dintorni,in Lombardia ed a Milano c'era una giunta PCI-PSI.Angioletto caro ricordati che il PCI,ora PD, detiene il potere in vaste aree dell'Italia, laddove il potere politico dispone e le Coop rosse incassano per poi elargire al partito.Cucciolone caro Prodi volava gratis con l'areo di Tanzi callisto ed i bus dell'Ulivo donati sempre da Tanzi.Apri gl'occhi al mondo...e finiscila di dire fesserie.

mariolino50

Mer, 29/08/2012 - 18:31

Hanno un bel coraggio gli americani a criticare la nostra giustizia, loro gassano anche i mezzi scemi e poi hanno oltre due milioni di carcerati in buona parte morti di fame senza avvocato, magari loro unica "colpa", e una criminalità assai più diffusa che da noi, controllate le statistiche internazionali e vedrete, li per avere i diritti che dice il figuro della corte suprema, ci vuole il portafoglione pieno, quello magari anche da noi. Mi sembra assai strano che gli americani abbiamo favorito gli ex comunisti, e Bettino era già fuori gioco da un pò, sicchè la storia della vendetta per Sigonella non regge, come che il mani pulite fosse di sinistra,in tutto il gruppo forse la Bocassini un pò lo era, ma Di pietro DAvigo e Colombò no, io li vedo neri dentro e fuori, basta sentirli parlare.

abocca55

Mer, 29/08/2012 - 18:40

America e Inghilterra misero le sanzioni all'Italia, e il Duce cedette all'unica nazione disponibile a commerciare con noi, la Germania. Tutto il mondo contro Italia, Germania e Giappone, e fu la fine della dittatura di Mussolini, e l'inizio della Dittatura anglo/Americana, che di fatto colonizzarono l'Italia, ed eliminarono anche Mattei. Noi non siamo liberi in questa falsa democrazia. Berlusconi si è avvicinato a Putin e alla Libia, ma sappiamo come è andata a finire, ed ha rischiato anche la vita. Cosa succederà? Sappiamo che è impossibile mettersi contro gli Americani, e allora? Che forza di contenimento hanno la Cina e la Russia? Qual'è la posizione del mondo Arabo? E il Giappone? Tutto è un mistero. L'Europa nascerà come stato unico, e quindi si elimineranno le ambasciate interne, oppure si andrà avanti con questa farsa?

abocca55

Mer, 29/08/2012 - 18:40

America e Inghilterra misero le sanzioni all'Italia, e il Duce cedette all'unica nazione disponibile a commerciare con noi, la Germania. Tutto il mondo contro Italia, Germania e Giappone, e fu la fine della dittatura di Mussolini, e l'inizio della Dittatura anglo/Americana, che di fatto colonizzarono l'Italia, ed eliminarono anche Mattei. Noi non siamo liberi in questa falsa democrazia. Berlusconi si è avvicinato a Putin e alla Libia, ma sappiamo come è andata a finire, ed ha rischiato anche la vita. Cosa succederà? Sappiamo che è impossibile mettersi contro gli Americani, e allora? Che forza di contenimento hanno la Cina e la Russia? Qual'è la posizione del mondo Arabo? E il Giappone? Tutto è un mistero. L'Europa nascerà come stato unico, e quindi si elimineranno le ambasciate interne, oppure si andrà avanti con questa farsa?

cast49

Mer, 29/08/2012 - 19:07

riccio.lino.por.., resta il fatto che i comunisti non furono toccati e questo è molto importante, infatti le toghe, essendo rosse,non fecero pelo e contropelo ai comunisti, anzi...

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mer, 29/08/2012 - 19:10

Sono una delle poche persone in Italia che non credeva in mani pulite. L'ho sempre ritenuto un golpe, il pci, pds, e vestiti vari, non sono mai stati toccati e tutt'ora sono intoccabili. Berlusconi ha scombussolato il progetto comunista e ancora oggi ne paga le conseguenze, ormai, per la giustizia italiana ha la colpa di essere nato.

Gioortu

Mer, 29/08/2012 - 19:35

Melamarzia.Si è dimenticata di citare il compagno G.al secolo Greganti,trovato in possesso di un miliarduccio del vecchio conio ed ebbe la faccia tosta di affermare che si trattava di danaro guadagnato onestamente con delle consulenze.Mi sa dire quanta galere fece,mi sa dire a chi era destinato il danaro,mi sa dire se qualcuno dei suoi referenti politici sia mai stato accusato o meglio indagato con l'accusa 'non poteva non sapere'.Per quanto riguardano i nomi le cito solo quello di Gabriele Cagliari,morto in carcere da innocente.Vorrei ricordare che è innocente un imputato,se non condannato definitivamente alterzo grado di giudizio.Non mi consideri una persona che difende i variPomicino o la buonanima diCraxi,ma vorrà riconoscere che se solamente un innocente finisce in carcere è una sconfitta per la legge stessa.Tali affermazioni e considerazioni vengono fatte da una persona che ha servito la legge per una trentina di anni.

Gioortu

Mer, 29/08/2012 - 19:41

Omar.In demograzia anche riina si può lamentare di un trattamento scorreto posto in essere nei suoi confronti.Quando parlo dei P.M.mi riferisco ad indagini raffazzonate e talvolta eseguite con leggerezza e talvolta con il fine ultimo di trovare un colpevole ignorando l'accertamento della verità,che è quella che conta.

killkoms

Mer, 29/08/2012 - 19:45

@mariolino50,gli anericani pur di raggiungere i loro scopi o consumare vendette si abbassano a tutto!ha notato come agli inizi del governo monti un giornale USA ha salutato il veterrocomunista napolitano come"king george",per avere contribuito a"silurare"berlusconi,indigesto ad obama per i suoi rapporti"energetici"con putin e gheddafi!pochi giorni fà,è venuto a mancare l'astronauta statunitense neil armstrong,il primo uomo amettere piede sulla luna!sà come definì,a suo tempo il"compagno"napolitano l'avventura dell'apollo 11 insieme a tutto il programma spaziale USA?"oppio spaziale"!era solo propaganda! per lui

minestrone

Mer, 29/08/2012 - 19:50

Da dove avete pescato dalla tasca di mago pancione?Lui conosce bene i presunti fautori di questo misfatto...

bruco52

Mer, 29/08/2012 - 19:55

Bobo Craxi si stupisce che ci fosse qualcuno dietro il pool milanese,lui che si è legato mani e piedi con i persecutori di suo padre....ma bisogna dire che dal padre ha ereditato solo il cognome...per il resto: non pervenuto...dormi dormi..

Ritratto di anna.bell

anna.bell

Mer, 29/08/2012 - 20:03

Che in quel tempo ci furono illeciti,tutti lo abbiamo visto, ma i provvedimenti non sono stati uguali.Di Pietro lo sa bene, il riguardo per "via delle botteghe oscure" lo conosciamo a memoria.Tentò di incastrare Prodi,ma l'intervento di Scalfaro, lo salvò." Via delle botteghe oscure,"i soldi entrati spariti, volati, Di Pietro poi eletto nel COVO COMUNISTA blindato della toscana.Più corruzione di così? No, Solo riconoscenza, ma perchè? Solo a loro. Perchè i magistrati,quelli erano tutti "rossi" anche Scalfaro, che aveva da farsi perdonare, si prestò al loro giuoco. L'America, poi in seguito ebbe bisogno di Dalema per bombardare.

Willy Mz

Mer, 29/08/2012 - 20:03

tonino... potevi anche dirlo prima visto che sei il portatore della giustizia. la tua pero!

pajoe

Mer, 29/08/2012 - 20:28

A questo punto, visto le ingerenze e le catastrofiche conseguenze...nella politica italiana,corruzione, spread,disoccupazione, decreti antidemocratici, etc a causa....... Dell'Amministrazione Americana, conviene, dichiarare Guerra Agli Stati Uniti, perderla, come d'abitudine e quindi da Territorio Occupato, chiedere l'annessione agli USA. Cosi' si diceva scherzando nel dopoguerra, comunque sempre attuale,poichè da allora non è cambiato proprio nulla.

Ritratto di Roger.de.Valmont

Roger.de.Valmont

Mer, 29/08/2012 - 20:31

I comunisti non vennero toccati perché qualcuno, in Mani Pulite, li considerava un "osso troppo duro", da lasciare quindi per ultimo.....solo che Mani Pulite finì prima..... Chi si ricorda di chi era Primo Greganti? Incito i più giovani a documentarsi, con Internet si può...... E chi si ricorda del fatto che un famoso imprenditore, morto poi suicida, disse: "Acquistai una valigetta, la riempii di soldi e la portai nella sede "un partito politico" in una famosa via di Roma. Un usciere mi disse di lasciarla su un tavolino in una stanzetta adiacente, cosa che feci". Un Magistrato, quando raccolse questa testimonianza disse: "Chiunque avrebbe potuto prendere quella valigetta....."

marco1927

Mer, 29/08/2012 - 20:32

@ clamor ho letto attentamente il suo post e non posso aggiungere nulla, è perfetto.. anche se lei mette punti interrogativi. Il mio pensiero in merito a questo è che l'America ha avuto da sempre ed anche ora la presunzione di voler dominare chiunque nel mondo, arroganza pura ma reale. La sinistra pur di essere al potere in modo manifesto venderebbe anche la propria anima e credo questa sia una risposta al suo quesito. La sinistra ha necessità di riferimenti di valore esterno in quanto non ne possiede di propri e comunque apparire i dominatori è abbastanza per i propri interessi economici. Gli Americani hanno continuato successivamente fino ad i nostri giorni, non dimentichi che Berlusconi ha creato un rapporto commerciale molto forte con Putin che non credo sia considerato (commercialmente) un grande affare per gli USA. Fino ad oggi, Monti? il sig.Monti? un dipendente pubblico garantito nel potere assoluto dopo i tanti intrecci in America con nemici pericolosi per tutti gli Italiani? tutti dimenticano in fretta perchè i media oggi confondono i lettori spesso lasciando che il marcio dietro Monti scompaia in un attimo. come può accadere tutto questo? La realtà è che l'America ha sempre invidiato IL BELLO che gli Italiani hanno creato nei decenni e lo vogliono per loro, lo vogliono controllare e sono disposti a comperare tutti coloro che hanno la capacità di vendere il proprio paese per un pugno di dollari. Ho incontrato molte persone di elevata personalità ma nessuna di queste avrebbe mai potuto vendere il mio paese... altri negli anni lo hanno fatto.

giovannibid

Mer, 29/08/2012 - 20:45

come sempre in questa povera Nazione il POPOLO viene sempre tradito e guarda caso sempre per gli INTERESSI DI POCHI LAZZARONI

Ausonio

Mer, 29/08/2012 - 20:55

Mani Pulite servì a fare fuori Craxi (l'ultimo che seppe dire di NO agli USA) e fare fuori le dirigenze delle aziende di Stato che vennero poi svendute a Goldman Sachs e suoi clienti. Draghi fu del complotto

Ritratto di scandalo

scandalo

Mer, 29/08/2012 - 21:03

La CIA , gli ammeriKKani , gli ebrei banchieri di WS !! CRAXI ha pagato SIGONELLA , Silvio l'amicizia con Ghedaffi e Putin !! Enrico Mattei vittima e assassinato dalla democrazia plutocratica e dai terroni mafiosi e pure schifosi !!

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mer, 29/08/2012 - 21:16

ora che e' morto?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 29/08/2012 - 21:37

L'unico torto di mani pulite fu di indirizzare le indagini solo in alcune direzioni risparmiando gli amici del compagno G. (Greganti, per chi l'avesse dimenticato). Mentre l'intero parlamento dell'epoca era coinvolto in un gigantesco verminaio tangentizio. Disconoscere questo concetto cercando alibi più o meno fantascientifici oltreoceano non è possibile.

Ritratto di Roger.de.Valmont

Roger.de.Valmont

Mer, 29/08/2012 - 22:39

Sul Corriere della Sera lessi testualmente: "Per incastrare i tangentisti della metropolitana milanese sono stati utilizzati gli stessi metodi usati per incastrare il boss itaoamericano John Gotti, tra cui sensibilissimi microfoni direzionali in grado di captare una voce a diverse decine di metri"...... Chi diede alla Questura di Milano questi microfoni, visto che anni dopo, a Mani Pulite finita, la Boccassini per incastrare qualcuno dovette mettere un microfono sotto un tavolino mentre un brigadiere trascriveva su un fazzolettino di carta? Mezzi estremamente rozzi dopo i sensibilssimi microfoni direzionali.... E ancora. Vidi un TG immediatamente dopo le dimissioni di Di Pietro. Venivano mostrati alcuni operai che tinteggiavano una stanza e il commentatore disse testualmente: "Questa è la stanza dove venivano custoditi i famosi computer del Dott. Di Pietro che, vista la ristrettezza degli spazi al tribunale di Milano, è stata immediatamente riutilizzata..." Già. I famosi computer del Dott. Di Pietro, che fine hanno fatto? Si è scoperto che i computer in questione non erano stati acquistati dal Tribunale ma erano stati presi in leasing, per cui, alla fine del leasing, i "proprietari" se li sono immediatamente ripresi....... E ancora. Dopo qualche mese i "ladri" entrano a casa del Dott. Di Pietro (con tutto il popo' di sorveglianza che ci doveva essere....) e cosa rubano? Un computer. Evidentemente qualcuno voleva sapere di preciso cosa c'era dentro..... I fatti mi sembrano chiarissimi......

mila

Mer, 29/08/2012 - 22:43

X Abocca -Anche se l'Europa nascera' come Ststo unico, non potra' mettersi contro l'America, ne' rendere sicuri i confini. Le uniche speranze FORSE sono la Russia e la Cina.

Otaner

Mer, 29/08/2012 - 23:13

Sono perplesso. Che interesse aveva l'ambasciatore a raccontare prima di morire,fatti di cui fu testimone? I magistrati italiani hanno dichiarato di essere estranei alle vicende raccontate. I servizi segreti americani qualcosa dovrebbero sapere.

mariolino50

Mer, 29/08/2012 - 23:15

killkoms Mai creduto che i comunisti all'epoca fossero i soli puliti, nessuno ribatte a Craxi quando lo chiese in parlamento, ma certamente l'opposizione può rubare meno del governo, non va bene ugualmente sia chiaro, però di sicuro tenevano la bocca più chiusa e non lasciavano "cartacce" in giro, fedeli fino al sacrificio personale, che gli americani siano trà i più grossi fetenti mai apparsi sulla terra è una certezza.

killkoms

Mer, 29/08/2012 - 23:15

@roger de valmonte,primo greganti?il compagno G,titolare del conto"gabbietta"!quando il trattorista ebbe i"suoi"problemi giudiziari,per i prestiti a zero,le mercedes rrivendute,le dedra in comodato,la suite al mayfair ecc.(guai da cuiil predetto uscì indenne,ovviamente)il predetto compagno disse"se fosse lui ad indagare su sé stesso,si sarebbe già arrestato"!

giancarlo1956

Mer, 29/08/2012 - 23:41

hanno scoperto l'acqua calda. solo al mugello non sapevano.popolo bue.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 29/08/2012 - 23:53

riccio.lino.por......Con lei ancora in circolazione, ho i miei dubbi...E.A.

roberto zanella

Gio, 30/08/2012 - 00:14

E adesso aspettiamo 20 anni per capire chi ha minacciato Berlusconi obbligandolo a mollare. Per favorire Monti? Non mi venga a dire Silvio che lasciò per senso di resposnsabilità.L'hanno ricattato sulle aziende in Borsa.L'unico punto debole per cui Berlusconi ha dovuto mollare.Lo scopriremo se dietro il cambio repentino ci fu il gruppo del Bildenberg,certi ambienti finanziari americani,le Agenzie di rating,George Soros & C. E ovviamente la Germania.

tethans

Gio, 30/08/2012 - 00:22

Tooo la scoperà dll'acqua calda ... E da 20 anni che continuo dire che il cancro dll'umatita sono U.S ma tutti mi considerano pazzo.. Lo scenario si ripet come nella 2nda guerra mondiale .. America da i soldi alla Germania , Germania non può restituirli fa quello che ha fatto .. Ora per farsi che non i e strizzti dal petrolio e dalle amicizie particolari di SILVIO vedi (GHEDDAFI , IRAN , QATAR , EAU , RUSSIA ,ALGERIA , TUNISIA , ARMENIA, ECC ) gli americani che fanno guerra e la Germania dietro.. Così come mani pulite , l'Italia era troppo forte e incorruttibile che hanno fatto hanno preso 3 pupazzetti e ammaestrati come pappagalli uno lo e ' non sa parlare italiano .... Ci troviamo alla 3za REPUBLICA .. Così cime fecero a truccare i voti Monarchia REPUBLICA , i savoia non avevano stipendio appannaggio , vivevano delle loro rendite , e sono colore che hanno portato le COSTITUZIONI IN TUTTE LE CASE REGNANTI .. NOI LI ABBIAMO CACCIATI per HE lo zio Tom c'e la ordinato... Bravi .. Un Italano a Londra

flashpaul

Gio, 30/08/2012 - 01:15

Quante e quante cose non sappiamo...Ero giovane anch'io ma quelli di mani pulite non mi erano mai piaciuti, sopratutto con quel carico di suicidi sospetti e l'attacco sistematico ad un solo schieramento politico come se loro fossero i duri e puri e invece erano solo cani al guinzaglio della sinistra che credevano di poter disporre della vita di chicchessia. Una richiesta per Silvio: scrivi un libro e raccontaci la verità: tutto quello che sai e nessuno vuole dire.

giuseppe.galiano

Gio, 30/08/2012 - 06:54

Adesso vorrei sapere chi cazzo andrà in galera, quelli che hanno strafottuto il diritto? Mai! Negare e...candidarsi al parlamento in modo da continuare a gabbare il popolo sovrano e bue che loro hanno preso per il culo in passato. Amen

cast49

Gio, 30/08/2012 - 08:14

clamor Mer, 29/08/2012 - 16:20, perfetto il tuo commento...

Ritratto di Roger.de.Valmont

Roger.de.Valmont

Gio, 30/08/2012 - 09:01

Ma "la gente" cosa si aspetta? Che la CIA emani un comunicato, corredato dei prescritti timbri, che affermi che dietro Mani Pulite c'erano loro? O che i magistrati di Mani Pulite confessino che gli enormi faldoni con ore e ore di intercettazioni perfettamente trascritte (rivedere i Tg dell'epoca...) venivano direttamente recapitate dal Consolato USA al Palazzo di Giustizia di Milano? Ma è chiaro, hanno fatto tutto Borrelli, Davigo, Colombo, Boccassini e Di Pietro, eclusivamente con i potenti mezzi forniti dal Ministero della Giustizia italiano.......é ovvio......

giovanni PERINCIOLO

Gio, 30/08/2012 - 09:09

Cari trinariciuti tutti Bartolomew puo' anche aver preso fischi per fiaschi e la cosa non mi tura più di tanto. Quello che invece mi turba ma non mi stupisce é il fatto che non ammetterete mai che il PCI era "sporco" come se non più di tutti gli altri partiti e nonstante cio' fu risparmiato. Non dagli americani ma dai puristi di "mani pulite?". Questo non lo affermo io, lo ha affermato, papale papale, pochi giorni fa nientepo'di meno ché il signor Tonino Di Pietro : "IL PCI NON ERA MEGLIO DEGLI ALTRI PARTITI". Devo dedurne che evidentemente, illo tempore, Tonino e soci e solo loro avevano licenza di "poter NON sapere"!. Non mi risulta che il giorno in cui Tonino si é finalmente la verità, credo ,proprio "d

Paul Vara

Gio, 30/08/2012 - 09:17

Attenzione al revisionismo ! Ladri erano e ladri resteranno nonostante le "presunte" verità postume. Craxi è fuggito dopo aver rubato. I ladri di allora sono ancora in giro e vogliono riscrivere la Storia d'Italia.

Tommaso Berretta

Gio, 30/08/2012 - 09:41

In effetti i fatti narrati dell'ex ambasciatore confermano i sospetti che al tempo furono avanzati da più parti. Chiaramente il governo Craxi si era 'macchiato' di una colpa gravissima: ricordiamo perfettamente i fatti avvenuti all'areoporto di Catania, quando il governo del tempo si rifiutò, giustamente, di consegnare agli americani il personaggio accusato di gravi crimini contro la potenza americana (o meglio israeliana).

gicchio38

Gio, 30/08/2012 - 09:51

POVERETTI. SEMBRATE TANTI ANGIOLETTI CON LE CORNA.

Ritratto di Roger.de.Valmont

Roger.de.Valmont

Gio, 30/08/2012 - 09:56

Sconfitta di George H. W. Bush, già Direttore della CIA dal 30 gennaio 1976 al 20 gennaio 1977 e successore di William Colby, alle Presidenziali americane da parte di Bill Clinton, sia a causa della crisi economica, sia a causa della candidatura dell'indipendente miliardario Ross Perot, che raggiunse il 19% dei voti. Giuramento di Bill Clinton alla Casa Bianca il 20 gennaio 1993. Dimissioni di Antonio Di Pietro dalla magistratura il 6 dicembre 1994. Fine di Mani Pulite.

Ritratto di Roger.de.Valmont

Roger.de.Valmont

Gio, 30/08/2012 - 10:03

Ah.... dimenticavo....... Reginald Bartholomew già membro dell’United States National Security Council (1977–1979) sostituise Peter F. Secchia nel ruolo di Ambasciatore in Italia,1993.

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Gio, 30/08/2012 - 10:54

non gli hanno fatto finire il lavoro ...vedi berluscaz ancora a piede libero dal 1994

pieropomiga

Gio, 30/08/2012 - 11:11

ci va una bella fantasia a definire uno statunitense super partes. Comunque, fosse vero, e ci credo poco, una volta tanto si dovebbe dire grazie agli americani

Trevigiano

Gio, 30/08/2012 - 11:41

La storia è talmente semplice che potrebbe venire spiegata alle scuole elementari. Anni dopo che Eugenio Bennato aveva cantato, che rifiutava di aggregarsi alla Guerra contro gli Arabi preparata dagli Americani, il Governo Craxi-Andreotti osò a Sigonella contrastare l'arresto di un possibile criminale Arabo, da parte degli Usa. Visto il reato di lesa maiestatis, la parola passò alla CIA e alla forza bruta, con distruzione dei suddetti Politici. Successivamente l'Ambasciatore Bartolomew intervenne perchè altrimenti l'Italia sarebbe passata ai Comunisti. Non occorre nessuna conoscenza segreta né quoziente d'intelligenza superiore a 100 per capirlo, l'abbiamo sempre saputo, ma non c'è mai stato nulla che potessimo fare, per cambiare le cose: O serva Italia di dolore ostello, non donna di province ma bordello e da allora le cose sono molto peggiorate. Sempre per lesa maiestatis si è iniziata la Guerra al terrorismo che dura da 12 anni,con le conseguenze economiche che cominciamo a vedere. L'Italia sempre impalata agli ordini, non fa più neppure le elezioni, da una parte la Cia dall'altra gli anti Cia di KGB e compagni e speriamo che ce la caviamo.

Massimo Bocci

Gio, 30/08/2012 - 12:06

Ora si spiega come mai " il che ci azzecca" viaggiava sempre con i valori nelle scatole da scarpe era un seguace CIA, trasportava in incognito, un novello 007,visto gli Yankee  allora come adesso, se c'è qualche governate che fa gli affari solo dell'Italia (noi loro colonia), va bene che loro ci hanno liberato da vero non come nostrani sedicenti liberatori,..... Dunque se uno delle loro colonie sgarra, loro selo segnano  e alla prima occasione ti fanno un golpe bianco, assoldando sempre anti Italiani (che vedi comunisti in Italia abbondano) per aggiustare quello che non gli aggrada, ieri con Graxi un vero Italiano ma con il difetto di essere amico degli Arabi (Sigonella ecc.) allora utilizzarono quelli di Mani pulite (si fa per dire), oggi con il Bunga Bunga altro vero Italiano che di al arabi amici ne aveva uno solo il Ghedafi (ma con l'aggravante petrolio) e hanno utilizzato riFINIti e spread, però in tutte e due casi c'è stata una costante,oltre quella di golpe bianco, si son sempre serviti di anti Italiani, (dei vetero comunisti o parificati fiancheggiatori) tutta gentaglia senza scrupoli quando si tratta di rubare al Bue di cui siamo infestati dal 47.

omar

Gio, 30/08/2012 - 12:23

@RogerdeValmont: non so dirti sul resto che hai scritto, ma sul fatto dei computer "scomparsi" stai inventando misteri. Pure sul IlGiornale tempo fa c'era l'articolo sui computer di manipulite (ormai antidiluviani) in vendita e/o acquisiti dal Museo della Scienza di Milano.