Cittadini contro Tares: occupato pacificamente il municipio di Rapallo

I commercianti liguri protestano per gli eccessivi aumenti. E chiedono il ripristino della Tarsu

Commercianti e liberi professionisti del Tigullio contro la Tares: circa 150 persone hanno occupato pacificamente il municipio di Rapallo per protestare contro una tassa i cui aumenti eccessivi sono considerati ingiusti. E questo nonostante sia il Comune della zona che ha applicato coefficienti bassi per la tassa su rifiuti e servizi.

Gli assessori al Bilancio che hanno certamente capito mesi fa che la Tares fosse catastrofica, avrebbero dovuto essere più chiari, specie con le categorie più colpite e fare loro capire i limiti di manovra dei Comuni. Ed i sindaci per primi avrebbero dovuto scendere in piazza (con l’Anci) e anticipare con la loro rabbia, quello dei cittadini. (m.m.)

Senza bandiere o striscioni, i manifestanti hanno varcato il portone delle sede del Comune e hanno incontrato il sindaco Giorgio Costa (eletto in una lista civica e appoggiato da Idv e Udc) a cui hanno chiesto di ripristinare la Tarsu. I manifestanti hanno anche invitato ad un tavolo di confronto i sindaci di Portofino, Santa Margherita e Zoagli e hanno deciso per l'occupazione a oltranza della sala consiliare o della piazza del Municipio finchè la giunta e tutti i consiglieri non rimettono l’incarico al Prefetto. I manifestanti hanno comunque ottenuto di poter pagare la prima rata Tares con la tariffa del saldo della vecchia Tarsu, spalmando su due rate la differenza, e hanno strappato una promessa per un incontro nei prossimi giorni con Anci e sindaci del Tigullio per presentare a Roma la richiesta di una rimodulazione delle tariffe Tares.

Commenti

silviob2

Lun, 16/12/2013 - 11:13

Per ora pacificamente. Ma fino a quando la corda reggerà?

Requiem sharmutta

Lun, 16/12/2013 - 12:31

Ho visto la dimostrazione la scorsa settimana e mi sono molto rattristato per il Sindaco Costa. Chiarisco che sono di Rapallo ma non ho votato per Costa nelle ultime votazioni, nonostante ciò ritengo che stia gestendo al meglio la città. I dimostranti hanno protestato (1) per l'IMU senza però dire che Rapallo ha fissato l'aliquota IMU prima casa molto bassa (al 3% !!) e che, per le abitazioni prima casa come la mia, la TARES è diminuita rispetto al 2012. Inoltre hanno accusato il sindaco di "non essere il loro sindaco", bensì essere stato "imposto da Roma" senza ricordarsi che invece il sindaco viene eletto molto democraticamente e con scelta diretta dei cittadini e che, soprattutto a Rapallo che è una piccola cittadina, ci si conosce tutti e si sa chi sono i candidati e che tipo di persone siano, quindi il sindaco eletto è il migliore tra i candidati. Ultima nota di colore: il portavoce dei dimostranti è una persona che viene da Agrigento...città che ha posto l'aliquota IMU-prima-casa al 6%!! Gli consiglierei di andare a dimostrare difronte al Comune di Agrigento per l?IMU.

angelomaria

Lun, 16/12/2013 - 12:41

UN GROSSO GRAZIE HAI SIGNORI IN ROSSO MA RICORDATE CHE CHI SEMINA VENTO RACCOGLIE TEMPESTA!!!

Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 16/12/2013 - 16:08

Cambiamo nome all'Italia, chiamiamola Pozzo di San Patrizio ............